Mercoledì 22 settembre 2021 Spezia – Juventus ore 18.30 stadio Comunale Alberto Picco

Spezia – Juventus

Scritto da Cinzia Fresia

“Lo Spezia è una squadra sbarazzina che gioca senza preoccupazioni”

Squadra avvisata mezza salvata.
Attualmente la Juventus soffre tutte le squadre comprese le “sbarazzine”.
Il tecnico senza sminuire lo Spezia, si aspetta che la differenza tecnica esca fuori.
Allegri non gira intorno ai concetti, bisogna vincere se si vuole andare avanti.
C’è poco da dire o da fare.
La Juventus è in zona retrocessione e se non vince con lo Spezia le cose si mettono male.

Massimiliano Allegri non accusa ma non risparmia critiche ai giocatori i quali devono comportarsi in modo responsabile in campo che in panchina.
Un’altra sconfitta o pareggio .. sarebbe rovinoso per tutti.

commenti pre – Spezia Juventus

Juve Night Show e01 s02

ORE 22 COME OGNI LUNEDI

Cronaca dell’ennesima rimonta subita

Articolo di Alessandro Magno

Sarà un anno molto duro la Juventus ha deciso di rifondare puntare fortemente sulla rosa dell’anno scorso al netto della cessione di Ronaldo. Io credo che senza Ronaldo questa rosa non sia poi così forte. Non poco forte nei singoli giocatori che onestamente sono tutti nazionali dei loro paesi, quanto poco forte mentalmente. Ho scritto più e più volte che questa è una squadra fragile. Sono ormai due anni e mezzo che subiamo rimonte. Si era già iniziato nell’anno di Sarri ma l’allenatore toscano poteva ancora contare su giocatori attempati ma di spessore come Matuidi, Higuain, Khedira (oltre che Ronaldo) e altri che seppure a fine carriera erano giocatori che nella loro storia calcistica avevano dimostrato una levatura. Con Pirlo hanno ringiovanito e ci siamo affidati a Ronaldo. Ronaldo che in quanto a fame di vittorie e carisma da solo vale mezza rosa della Juve di oggi o anche 3/4. Ad oggi ad Allegri sono rimasti Cuadrado Bonucci Chiellini Alex Sandro ( che non è mai stato un cuor di leone) e una nidiata di conigli bagnati. Ieri Daybala e Morata han fatto un’ ottima partita ma nel mezzo manca proprio carisma oltre che qualità. Fino al 75mo avevamo la partita in pugno e il Milan non aveva neanche fatto un tiro in porta. Poi come accadde perchè sempre accade, prendi gol su un calcio da fermo e la squadra si squaglia. Ha detto bene il mister se fosse durata altri 5 minuti si perdeva. E’ vero. Mancano le palle e le palle onestamente non si allenano o ce le hai o non ce le hai. Questa squadra evidentemente non ha personalità. Io nei giovani la vedo solo in Chiesa e DeLigt se stanno bene e ieri non stavano bene. Chiesa veniva da un infortunio e quel poco che ha giocato non è entrato in partita, De Ligt ultimamente è stato ”panchinato” anche in nazionale dopo aver fatto un Europeo da protagonista in negativo. Negli altri giovani o presunti tali io non vedo grande personalità e non la vedo neanche in Morata e Dybala che ieri sono stati i migliori va detto, ma ad oggi sono estremamente discontinui.

Non ho visto nemmeno questo atteggiamento difensivo in cui tanti amano sguazzare alcuni. Ripeto fino al 75mo la Juve prevaleva serenamente, per un tempo era stata nettamente migliore e per l’altra parte di secondo tempo la partita mi pare fosse più o meno equilibrata. Allegri ha fatto i cambi ruolo per ruolo Cuadrado/ Chiesa – Morata/Kean – Dybala/Kulusevski, non c’è stato nessun atteggiamento tattico volto ad andare a difendere il risultato. Nessun difensore è entrato per un attaccante e nemmeno un centrocampista. La squadra era cambiata in alcuni giocatori ma era rimasta 442 come era partita. Per tutta la gara poi Allegri aveva spronato i suoi a stare avanti e ad andare a fare il secondo. Fra l’altro le occasioni si sono avute più del Milan almeno fino a quel fatidico 75mo. Il Milan tutte le sue occasioni le ha avute dopo il gol del pari. Nel momento di difficoltà pure soffrendo Allegri non ha fatto nessun cambio difensivo i cambi sono rimasti quei 3 anzi ha chiesto alla squadra di mettersi 433 con Kulusevski e Chiesa esterni alti. Dico esterni alti. Si sono viste le immagini chiaramente visibili a tutti dove indicava di fare il 433. Cosa che la squadra non ha fatto perchè i due in questione ci hanno messo 10 minuti a capire che si dovevano invertire. Oggi leggo di Chiesa terzino perchè Federico ha fatto due discese in difesa a coprire una zona che doveva coprire Rabiot che forse era troppo stanco per stare dietro agli avanti del Milan che ormai attaccavano con veemenza spinti dall’entusiasmo. Ripeto Chiesa è entrato al posto di Cuadrado all’ala destra posizione che lo stesso Chiesa ritiene la sua naturale, dopodichè è stato spostato alto in un 433, altra posizione che ha ricoperto spesso e volentieri nella nazionale di Mancini. Poi si è pareggiato 1-1 e non va bene. Ma questo è.

Non basta un Paulo Dybala stellare.

Scritto da Cinzia Fresia

Non va bene.
Essere spiritosi non paga mai.

Non è ancora il momento per esibire spavalderia o fare battute infelici quando i numeri non ci danno ragione.

C’è tempo per tutto: per scherzare e per sdrammatizzare ma quando le cose si fanno difficili bisogna essere seri.

Un vero peccato.
Con tre parole possiamo riassumere la partita di ieri sera.
Non basta un Dybala stellare che tiene insieme la squadra ed esaurisce le energie correndo a destra e a sinistra per arrivare su tutti i palloni.

Dobbiamo capirci su come lo vogliamo far giocare.
Paulo non è Tevez.
Non ha la fisicità, è veloce nella corsa recupera sugli errori degli altri e ha bisogno di partner di supporto a centro campo e gli permettono di fare gol.
Okay per il tutto campista ma non esageriamo.
Il gioco della Juventus è Paulo Dybala, senza di lui la squadra è in balia di se stessa.

In partita io ho visto tre giocatori, Dybala – Morata – Cuadrado il resto …non pervenuto.
Anche Szczesny ha reagito bene con tanto di super parata, ma nulla può fare se gli avversari ti prendono a pallate un quarto d’ora.

Ormai lo sappiamo che è una questione di tempo. La durata fisica dei nostri calciatori è limitata, siamo sprovvisti di giocatori di resistenza, o per lo meno ne avremmo anche uno ma lo si tiene in panchina.
Centro campo sempre più debole.
Locatelli ieri si è visto poco e male, la qualità di centro campo non è cambiata di una virgola. Insufficienti Bentancur e Rabiot.

Un altro problema è Kean.
Okay la potenza fisica ma .. a che pro se non segna?

Perdere così dà fastidio, oltre alla défaillance della squadra ..che funziona a fasi alterne c’è una gestione da parte del tecnico non chiara e che ultimamente sbaglia spesso.
“facciamo gol e mettiamoci in difesa”
Non basta più ..è una tattica che conoscono anche i sassi. La sanno talmente bene che per contrastarci ci fanno sfiancare fino a quando non riprendono il controllo della partita e ci fanno gol.

Strano che un allenatore di età ed esperienza come Allegri non se ne renda conto.
E la preparazione atletica?
Non so perché ma da anni vedo gli altri correre di più dei nostri .. per quale motivo?
Eppure Simone Folletti il responsabile della preparazione atletica Juventus è tra i migliori sulla piazza.

Intanto abbiamo perso altri punti e siamo in zona retrocessione.

Pagelle Juventus Milan 1-1

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6,5 Per almeno 80 minuti non è chiamato a fare niente di particolarmente impegnativo. Dopo il gol del Milan su cui non ha particolari colpe inizia un mezzo assedio dove compie la parata più importante del match dove devia in angolo di istinto un tiro ravvicinato di Kalulu.

Danilo 6 Solito Danilo affidabile senza particolari acuti ma sempre prezioso in ogni parte del campo. Peccato si proponga poco anche perchè nell’unica volta che va dentro impegna il portiere loro con un bel tiro.

Bonucci 6,5 Buona partita dove sia nella fase difensiva che al solito in quella propositiva si distingue. Dovrebbe cercare di giocare più con Locatelli perchè il suo impostare da dietro penalizza un poco il nuovo arrivato. Dovrebbero per lo meno alternarsi.

Chiellini 6 Qualche sbavatura nel finale dopo aver fatto una buona partita. Qualche castagna dal fuoco anche la toglie ma l’impressione è che nel finale ha sofferto più del dovuto.

Alex Sandro 6,5 Primo tempo di livello assoluto anche fra i migliori in campo. Nel secondo tempo forse anche per un vistoso calo fisico lascia delle praterie al Milan dove i rossoneri si infilano con frequenza e da quel lato rischiamo di perdere.

Cuadrado 6,5 Buona prova anche la sua fino a che ha avuto benzina. Un poco meno propositivo di altre volte ma sempre abbastanza attento nelle due fasi.

Bentancur 5,5 Recupera una serie infinita di palloni e meriterebbe la sufficienza per questo tuttavia ha almeno tre volte una buona palla da ultima giocata e tutte e tre le volte sbaglia il passaggio in modo banale. Purtroppo poi non far il secondo ci penalizza.

Locatelli 5,5 Primo tempo molto attento e diligente. Patisce il fatto di non esser così calato ancora nei meccanismi della squadra. Alla distanza anche lui perde il bandolo della matassa e sul gol si perde Rebic. Peccato perchè vedo che ha buone geometrie e vede corridoi che gli altri non vedono.

Rabiot 5,5 Il solito Rabiot che quando deve mordere non morde. Ha 3 occasioni non pulitissime ma sempre 3 solo. Quando scatta da solo a tu per tu con il portiere e si fa rimontare Quando Bonucci con un bel lancio lo pesca in area e forse dovrebbe andare di testa invece che in spaccata. Nel finale dal limite non disturbato tira sulla luna.

Dybala 7 Con Morata il migliore in campo per giocate per cattiveria agonistica per voglia di vincere. Mi è piaciuto molto anche quando ha litigato con i milanisti che non buttavano la palla in fallo laterale.

Morata 7 Un bel gol un altro paio di occasioni in cui impegna Maignan. Una buonissima partita. Anche lui non si risparmia assolutamente come Dybala.

 

Kean 5,5 Entra forse nel momento peggiore per la Juve quando praticamente smettiamo di giocare e subiamo il Milan. Non riesce a mettersi in luce.

Chiesa 6 Come Kean non riesce a mettersi in luce davanti ma si fa notare per un paio di coperture interessanti proprio quando il Milan spinge di più.

Kulusevski sv

 

Juventus 5 Non basta giocare un tempo e non bastano Dybala e Morata bisogna fare di più bisogna saper soffrire e soprattutto se le partite non si chiudono si rischia di prendere gol da un episodio, vedi calcio d’angolo. Alla fine si è rischiato anche di perdere.

Allegri 5,5 La sua squadra continua a giocare solo un tempo. Io non ho la soluzione e non so perchè ma resta una Juve fragile come ho già detto altre volte. Subiamo l’ennesima rimonta. La Juve è malata e anche questo centrocampo non gode di ottim salute.

Arbitro Doveri 5,5 Per fortuna non fa disastri ma sinceramente una partita come questa con mille falli che finisce con un giallo per parte e per giunta per proteste, non mi sta bene.

Domenica 19 settembre 2021 Juventus – Milan ore 20.45 Allianz Stadium – Torino

Juventus-Milan

scritto da Cinzia Fresia

“E’ più importante per loro che per noi”

Una frase interlocutoria che non ha avuto una risposta alla richiesta di un “perché”.
Per quale motivo uno scontro diretto è importante per una squadra anziché l’altra?
Frase detta così .. tanto per parlare o sottile strategia di comunicazione per creare un po’ di “maretta”?
Non si sa.
La Juventus non ha ancora vinto in Campionato e continuare a perdere punti l’allontanerà dall’obiettivo di conquista.

Intanto il Milan si presenta a Torino senza la coppia forte del suo attacco: Ibrahimovic e Giroud.

Qualunque commento o previsione scadrebbe nella banalità, siamo in attesa di un risultato positivo in Campionato e ce lo aspettiamo ad ogni partita.
La speranza è che il risultato in Svezia abbia acceso l’ottimismo e gli entusiasmi volti a fare bene.

Nel frattempo ci aspettiamo almeno una buona partita.

JUVE: LA PRIMA MATTONELLA

Articolo di Alessandro Magno

Era molto importante vincere e si è vinto. Questa è l’unica cosa che conta. Dopo una settimana di delirio, anche in parte giustificato, occorreva una boccata di ossigeno ed è arrivata. La Juve, eccetto i primi minuti, ha giocato bene e ha vinto in scioltezza. La domanda che tutti si sono posti è se questo potesse bastare a dire se fossimo o meno guariti. Certamente ce lo auguriamo tutti, ma è presto per dirlo. Sicuramente è un primo passo. La Juve non solo ha vinto, ma ha anche giocato bene e il risultato poteva essere più rotondo. Certo, l’avversario non era un fulmine di guerra, ma neanche l’Empoli era tutto questo granché eppure si è perso. Mettiamo quindi questa prima mattonella e lavoriamo per il Milan che contro il Liverpool ha disputato un’ottima partita e ha dimostrato ancora una volta di essere una squadra in grande salute. Certo il Milan sarà un banco di prova più difficile che il Malmoe. Forse avranno anche a disposizione Ibrahimovic, che sta facendo di tutto per recuperare dall’infortunio.

In casa nostra si lavora a recuperare gli infortunati Bernardeschi e Chiesa, con quest’ultimo che se sarà in salute è probabile venga impiegato da titolare. Su questo quesito ci siamo interrogati molto e vendendo la Juve contro il Malmoe ne abbiano ricavato che al momento il modulo più convincente è stato il 4-4-2, non per niente anche usato nel primo tempo a Udine e in quello contro il Napoli con la variante 4411. Non è andata bene con la difesa a 3, mentre al momento non sono stati provati ancora da Max moduli con centrocampo o attacco a 3 anche se contro il Malmoe si è vista nel primo tempo una posizione ibrida di Rabiot che a volte faceva presupporre una mediana di 3 posizione che però è stata corretta nel secondo tempo. Chiaramente non sappiamo se questo ibrido fosse una cosa voluta da Max oppure piuttosto un accentrarsi naturale del francese. I moduli sono statici, ma i giocatori poi si muovono.

A questo punto la posizione di Chiesa in campo nel 4-4-2 è stato quasi un rebus. Direi che quella più naturale sarebbe a destra vicino a Morata il che esclude Dybala. Ma se Paulo come tutti pensiamo rinnova ed è al centro del progetto e inoltre è stato investito della fascia di capitano va da sé che Dybala se sta bene gioca. Escludendo un attacco a due Chiesa-Dybala che si è visto nel primo tempo contro l’Empoli, a Chiesa nel 442 non resta che giocare in fascia (come fra l’altro lo utilizzava Pirlo l’anno scorso). Ipotizzabile più la fascia sinistra al posto di Rabiot che la destra. Uno perché Chiesa è destro e potrebbe usare il fatto di rientrare all’interno del campo per calciare; due perché ha già giocato l’anno scorso su quella fascia come già detto; tre ma non meno importante con questo Cuadrado a destra non è pensabile un suo arretramento per fare posto a Chiesa dall’altra parte, almeno fino a che Danilo sta bene ed è improbabile a destra come terzino.

Si potrebbe pensare che nel prossimo futuro quando la squadra si dimostrerà più coesa e compatta la squadra potrà giocare con il 4231 con  Chiesa Dybala e Cuadrado dietro una punta che potrà essere Morata o Kean, con nei due di centrocampo Locatelli con Bentancur o Rabiot ma credo che in questa fase è soprattutto contro il Milan la Juve non sarà ancora pronta a un modulo così spinto. Intanto, perché Chiesa non sarà al 100% e proprio nel 4231 ai due trequartisti esterni è chiesto più sacrificio in termini di copertura. Inoltre, c’è ancora un Locatelli da rodare. Manuel ha giocato bene contro il Malmoe, soprattutto nel primo tempo. Tuttavia con il passare dei minuti è uscito dal vivo del gioco e bisogna capire se questo è avvenuto per un calo fisico o se per il fatto di non essere ancora perfettamente integrato nei meccanismi della squadra. Prima di giocare con due centrocampisti soli in mezzo al campo, credo che Allegri vorrà vedere che tutti i meccanismi funzionino perfettamente.

Una vittoria netta utile al morale non cancella le perplessità.

Scritto da Cinzia Fresia

Tra timori, dubbi e perplessità la Juventus debutta in Champions League con una buona prova vincendo 3-0.
Il gruppo di Allegri ha dimostrato di aver reagito alle critiche e ad un inizio negativo di Campionato con i fatti.

La squadra di Allegri ritrova sicurezza con il reintegro dei ragazzi del Sudamerica che ricompattano il collettivo.
L’avversario di qualità tecnica inferiore ma di buona fisicità è stato annientato nel primo tempo dai tre gol di Alex Sandro – Dybala su rigore – Morata.
Questa volta niente errori da Szczesny e bene anche De Ligt.

Riflettori puntati su Paulo.
No comment sui commentatori Sky.
Se prima scaricavano tutto il livore anti Juventino addosso a Ronaldo ora si scatenano facendo le “pulci” a Dybala.
Paulo ha disputato una buona partita.

“U picciriddu” ritorna dalla nazionale in un’atmosfera pesantissima dove la sua squadra è sotto processo dopo l’ennesima delusione in Campionato.
Sono d’accordo con chi sostiene che Paulo dovrebbe posizionarsi più vicino all’area, ma mancando Chiesa ha dovuto arretrare a supporto del centro campo ancora incerto.
Ha anche segnato un rigore dopo molto tempo che non ne tirava, confesso che non ho guardato per scaramanzia. Non posso immaginare le reazioni in caso di errore.

Si vuole che Paulo si prenda la Juventus sulle spalle?
Paulo è un giocatore estremamente responsabile che invece di pensare a se stesso come faceva qualcun altro si gira per vedere se qualcuno resta indietro.

Ha interpretato correttamente l’esigenza di supportare al 100 per cento Cristiano Ronaldo quando c’era, diamogli il tempo di entrare nel ruolo del leader.
E non dimentichiamo che una squadra è costruita da 11 in campo possibilmente responsabilizzati e non dipendenti da una persona sola.

Finisce la partita, gli Juventini escono dal campo senza esultare, non c’è tempo .. c’è da recuperare punti in Campionato.
Domenica sera la Juventus ospita il Milan una delle più in forma del Campionato, e la mente è già là.

Con questa vittoria la Juventus recupera un po’ di autostima utile per la sfida di domenica sera. Se i ragazzi si comportano da squadra ottengono, se ci si adagia sulle giustificazioni meglio cambiare mestiere. E questo lo ha detto anche Allegri.

Pagelle Malmoe Juventus 0-3

MALMO, SWEDEN – SEPTEMBER 14: Paulo Dybala of Juventus celebrates after the 0-2 goal during the UEFA Champions League group H match between Malmo FF and Juventus at Eleda Stadium on September 14, 2021 in Malmo, Sweden. (Photo by David Lidstrom/Getty Images)

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6 Attento. Un paio di uscite alte ben fatte. Un solo tiro al 90mo abbastanza insidioso dove non si fa sorprendere e chiude con la porta inviolata.

Danilo 6 Giocatore molto intelligente tatticamente che sa quando deve spingere e quando deve attendere. Sulla difensiva non sbaglia nulla. In attacco lascia al motivatissimo Cuadrado la responsabilità di attaccare. Non è molto impegnato ma mantiene la sua posizione senza strafare ed agisce prevalentemente d’anticipo.

Bonucci 7,5 Migliore della partita per distacco. Concentratissimo e aggressivo negli interventi difensivi ma anche molti lanci e aperture di gioco illuminanti.

De Ligt 6,5 Ottimo scudiero di Bonucci gioca prettamente in marcatura e non si fa mai superare. Alla fine rimedia anche un ammonizione del tutto ingiustificata da parte dell’arbitro.

Alex Sandro 7 Gioca un grandissimo primo tempo dove sblocca la partita con un gran gol e subito dopo si fionda su un bel lancio e sfiora la doppietta. Cala alla distanza ma si da il cambio con Rabiot quindi anche quella fascia funziona.

Cuadrado 7 Giocatore di un importanza notevole. I suoi cross creano sempre scompiglio sempre dosati bene sia quando sono a parabola sia quando sono tesi. Molto bravo anche a saltare l’uomo di continuo.

Bentancur 6 Tanti palloni recuperati e sempre pronto a dare un appoggio di gioco ai compagni con una grande corsa per tutto il campo. Peccato per i molti troppi passaggi sbagliati.

Locatelli 6 Nel primo tempo mi è piaciuto molto soprattutto nelle intenzioni e nella combattività. Unisce quantità a qualità anche se ancora non è perfettamente inserito nei meccanismi della squadra. Cala vistosamente nel secondo tempo cio’ nonostante si mette a disposizione della squadra aiutando sempre i compagni senza strafare.

Rabiot 7 Una di quelle partite che ti fa dire ”finalmente Rabiot”. Il problema è che questo tipo di prestazioni dovrebbero esser la sua normalità e non un eccezione. In ogni caso nel primo tempo è più contratto e lascia a Sandro la fascia e l’incombenza di offendere. Nel secondo tempo prende fiducia e spinge parecchio.

Dybala 7 Ha avuto delle giocate veramente sontuose come lo scambio con assist di tacco a Morata che meritano il prezzo del biglietto, tuttavia anche alcuni errori non da lui. Nel primo tempo per esempio sullo 0-0 sbaglia un gol facile e anche il rigore non è calciato benissimo. Non so se fosse una questione di tacchetti ma scivolava spesso. Era anche al rientro da un infortunio e forse lo ha limitato un poco. Nonostante questo a tratti la classe è illuminante.

Morata 7 Vale il discorso fatto un poco per Dybala. Fa cose belle e altre meno belle. La fortuna lo assiste quando colpisce un poco di stinco e la palla finisce all’incrocio dei pali. Nell’insieme comunque una buona prestazione anche perchè è sempre presente nelle azioni.

McKennie 6 Non aggiunge e non toglie nulla. Non mi sembra in un buonissimo periodo di forma. Bene l’assist a Kean per il gol annullato anche se credo che l’errore sia di Kean che parte un poco prima.

Kean 6 Mi è piaciuto più di Mckennie. E’ entrato scalpitando e con voglia di mettersi in luce.

Ramsey sv
Kulusevski sv
Rugani sv

Juventus 7 Una buona prestazione al netto di un avversario non irresistibile che tuttavia forse più per paure nostre che per meriti propri ci ha un poco spaventato nei primi 20 minuti. Trovato il gol del vantaggio la Juve si è liberata psicologicamente e poteva finire anche con un risultato più ampio.

Allegri 7 Le scelte che ha fatto gli han dato ragione. Szczesny non ha fatto papere Morata e Dybala sono andati in gol e diversi giocatori scelti per la titolarità hanno giocato veramente bene. Ora sembra questa possa esser la squadra titolare. Bisogna capire come innestare Chiesa e forse Kean.

Arbitro 5,5 Non ha influito negativamente sul risultato ma la gestione dei gialli non mi è piaciuta proprio. Era una partita che doveva finire con 7-8 gialli a 1 e finisce con 2 gialli a 1 per loro non mi sta bene. C’è sul 3-0 un altro rigore su Cuadrado e non se la sente. Sul rigore della Juve sono in due soli in area e se non è proprio chiara occasione da gol in quanto la palla è contesa per lo meno lo svedese è ultimo uomo. Poteva anche esser rosso a essere severi.

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia