Non ci guarisce neanche Ronaldo

Articolo di Alessandro Magno

Non so più che cosa dire non so più che cosa pensare, non so più a che santo votarmi. Solito copione già visto e rivisto tante altre volte in questa competizione. Una Juve che entra in campo gioca bene o almeno gioca la sua partita, rimane concentrata per buona parte dell’incontro, salvo poi crollare nel finale. L’ho già visto a Monaco di Baviera quando perdemmo 4-2, l’ho rivisto a Cardiff, l’ho rivisto l’anno scorso a Madrid quando vincevamo 3-0 e anche lì siamo crollati negli ultimi minuti. Oggi verrà processato Allegri e probabilmente sarà lui il capro espiatorio. Se evidentemente la squadra continua a non avere una mentalità europea è anche perché lui non gliel’ha data. O non gliel’ha data del tutto. 

Il problema è che a questa Juve questa mentalità europea manca da sempre non gliela diedero Capello e Ancelotti, non gliela diedero neanche Trapattoni e Lippi  spesso autori di ottimi percorsi salvo perdersi miseramente in finale. Speravo con tutto me stesso che Ronaldo ci desse quel pizzico di volontà in più, quella voglia di vincere questa competizione, senza paura,  cosa che lui ha sempre avuto e che a noi è sempre mancata. Mi sembra di vedere piuttosto che noi abbiamo guastato lui e non viceversa. Mi aspettavo di vedere una Juve come quella che ha giocato nei gironi contro il Manchester invece è stata una Juve che per un’ora ha controllato l’avversario e si è fatta controllare, ma quando l’Atletico Madrid ha avuto un cambio di marcia importante, si è persa miseramente nella confusione. È mancata al solito la fortuna, due gol su mischia presi dai loro difensori centrali è un Oblak sugli scudi anche nei minuti finali, ma anche questa non è una novità per quanto riguarda la Champions League almeno le nostre. 

La società ha sicuramente la sua parte di responsabilità, il centrocampo della nostra squadra ha gli uomini contati e non sembra avere la qualità necessaria per giocare a grandi livelli in questa competizione, è stato preso Ramsey che sembra un ottimo elemento ma il suo arrivo è stato posticipato a Giugno quando evidentemente serviva subito. Non voglio dire che Ramsey sia la panacea di tutti i mali , abbiamo visto Emre Can  quanto è stato inseguito e quanto in realtà poco utile si stia rivelando. Servirebbe un poco Pogba, servirebbe un Pirlo qualora esistesse da andare a prendere. Certo l’investimento CR7 è stato importante ma si doveva fare ancora uno sforzo a Gennaio. Ora per non spendere alcuni milioni per avere subito il gallese si rischiano di perdere tantissimi milioni da un uscita precoce in CL. Con un danno assai maggiore.

Oggi è molto difficile essere fiduciosi, mi verrebbe voglia di scrivere che c’è ancora un ritorno da giocare con la grinta, la rabbia e con la bava alla bocca, tuttavia anche questo è un copione già visto, trito e ritrito. Probabilmente giocheremo al ritorno una gara in cui metteremo sotto l’Atletico Madrid per poi uscire magari miseramente per un gol preso nel finale o magari per un gol preso subito alla prima occasione loro o magari nell’unica occasione loro. Mi sarei anche stufato di tutto questo. Mi chiedo perché non si riesca ad affrontare gli avversari stranieri con la stessa grinta la stessa rabbia, la stessa voglia di vincere con cui si affrontano quelli italiani? Mi chiedo come mai in coppa siamo sempre noi quelli impauriti e siano sempre puntualmente gli altri quelli con gli attributi? Sono arrabbiato, sono deluso, non so neanche con chi prendermela. Mi piacerebbe scrivere che passeremo lo stesso il turno ma questa mattina sinceramente non mi sembra il caso di fare previsioni.

Pagelle Atletico Madrid Juventus 2-0

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 7 Tiene in piedi la Juve con una grandissima parata su Griezmann deviando la palla sulla traversa.

De Sciglio 6 Gioca una partita diligente con grande attenzione su Diego Costa dimostrando che la sua scelta non era campata in area. Sul presunto rigore è una simulazione di Costa non era neppure punizione.

Bonucci 6 Per un ora gioca una partita a dir poco perfetta con Chiellini,per poco non fa gol di testa a inizio gara e nell’occasione di Costa solo lanciato a rete ha la costanza di inseguirlo e ostacolarlo, poi crolla nel finale.

Chiellini 6 Non mi sento di dare insufficienza alla coppia centrale perchè davvero per quasi 80 minuti sono stati impeccabili. Purtroppo due gol su mischia e su palla da fermo con nessuno che salta di testa, qualche responsabilità li in mezzo c’è.

Alex Sandro 4,5 Credo sia il più deludente. Per tutta la partita sbaglia moltissimo. Era in forma aveva riposato doveva esser una spinta per la squadra ma davvero non ne azzecca una.

Bentancur 5,5 Questa sera uno dei reparti che è stato più messo sotto è il centrocampo. Poco lucido e troppo lento Benta, ma almeno ha lottato.

Pjanic 6 Pure acciaccato per la febbre e senza strafare la verità è che la squadra ha retto fino a che lui ha retto . Dopo la sua uscita c’è stato il crollo.

Matuidi 5 Anche lui molto deludente. Viene sempre saltato dai nostri avversari e spesso fatto correre a vuoto. Non si risparmia ma non è utile come altre volte.

Dybala 5,5 Gioca secondo me un ottimo primo tempo. Purtroppo nel secondo è uno dei primi a crollare, non so se per un fatto fisico o mentale. Forse andava sostituito prima.

Mandzukic 5 Non riesce a dare il suo apporto. La squadra quando viene avanti lo cerca poco per cui anche in quelle 4/ 5 occasioni che costruiamo non riesce ad esser protagonista. Sfortunato nelle azioni dei loro gol.

Ronaldo 6 Ci crede fino all’ultimo che si può segnare almeno un gol certo non siamo neanche fortunati in alcuni casi mentre in altri è bravo il loro portiere.

Emre Can 5,5 Entra nel momento peggiore e non riesce ad arginare l’urto dell’Atletico Madrid non certo per sua esclusiva colpa ma purtroppo per lui è partecipe del crollo.

Bernardeschi sv Prova il gol

Cancelo sv

Juventus 5 Per circa 80 minuti è stata una buona Juventus che soprattutto nel primo tempo aveva costruito delle palle gol e che aveva arginato l’Atletico che nella prima frazione è pericoloso solo su punizione di Griezmann che fra l’altro non c’era. Nel secondo tempo la partita inizia anche bene per noi dove nei primi 10 minuti sembra si sia preso campo invece prima uno svarione difensivo lancia Diego Costa che di fatto si mangia un gol fatto poi  dopo la traversa invece è sopraggiunta una paura sbagliata che è diventato un crollo psicologico dopo il loro 1-0. Bella ma tardiva la risposta nel finale con la palla gol di Berna e quel colpo di testa di Ronaldo. Per quello che ha fatto l’Atletico nel finale direi che ha meritato la vittoria, forse per quello che si è visto in tutta la partita il 2-0 pero’ è un poco severo.

Allegri 5 Secondo me l’aveva preparata bene e infatti per un ora la partita è equilibrata e non ci sono grosse occasioni da una parte e dall’altra, poi Simeone la  vince con i cambi ai quali Allegri non trova subito delle contromosse adatte. Ora ci sarà la lunga discussione sui nostri cambi fatti in ritardo eccetera ed è anche giusto come l’allenatore che verrà messo sul patibolo anche questo giusto. La verità è anche che i due gol loro nascono da due rimpalli su mischia. In questa competizione a noi spesso manca anche la sorte. L’impressione che ho avuto io questa sera è che c’è poca qualità a centrocampo. Uscito Pjanic la Juve ha smesso di giocare con la testa. Forse la Juve ha fatto un grande sforzo economico a prendere Ronaldo ma ne serviva uno altrettanto forte per il centrocampo. Lo stesso Ramsey non dico potesse esser il salvatore della patria ma certo serviva subito.

Arbitro 5 Diciamo che lui non ne azzecca molte, sbaglia sul rigore che assegna che, primo non è fallo e poi è almeno un metro fuori area, come sbaglia sul gol di Morata che convalida, e forse sbaglia anche sul primo gol dell’Atletico dove c’è una manata in faccia a Bonucci. Sbaglia anche a consentire agli spagnoli di protestare sempre in ogni circostanza, grazia almeno Diego Costa due volte da un secondo giallo e anche Thomas che probabilmente è da rosso già su Dybala oltre che anche lui plurigraziato. Sbaglia anche a non ammonire Juanfran per un pestone molto brutto su Ronaldo dove non assegna neppure la punizione e fischia una marea di cagate in favore dell’Atletico che sono sempre per terra. Insomma lui è un mezzo disastro. Per sua fortuna c’è un addetto al Var che è veramente bravo e attento e gli aggiusta un poco la prestazione.

mercoledì 20 febbraio 2019 Atletico Madrid-Juventus ore 21 Estadio Wanda Metropolitano – Madrid

scritto da Cinzia Fresia
Puntuale come una cambiale in scadenza, è arrivato il match verità: per la Champions League la Juventus è volata a Madrid per affrontare l’Atletico, la squadra che nessuno avrebbe voluto incontrare.
Massimiliano Allegri, annuncia la mancata convocazione di Sami Khedira, il giocatore ha accusato un problema cardiaco, un’aritmia atriale, che imporrà ulteriori accertamenti.
Prima convocazione in Champions per Leonardo Spinazzola, rimasto fuori dalla lista per il girone d’andata, e per Martin Caceres, tornato in bianconero a gennaio.
Il tecnico bianconero annuncia che Paulo Dybala giocherà, supponiamo con Ronaldo e Mandzukic, un trio ormai collaudato, a centro campo mancando Khedira, è probabile l’inserimento sicuramente di Pianic, Bentancur, Matuidi.
Mentre in difesa, Allegri potrebbe puntare su Chiellini, Bonucci, Alex Sandro e Cancelo ai lati.
Perdere all’ultimo minuto Khedira è stata una doccia fredda, un evento inaspettato, la Juve perde il giocatore con la massima esperienza europea, ma il tedesco di origine turca, pare abbia un problema di salute serio, che va indagato al più presto.
A questo punto e con la formazione migliore che Allegri possa concretizzare, la Juventus se la gioca, e vedremo come andrà a finire.
In apparenza, tra il gruppo pare andare tutto bene, sebbene l’Atletico sia una squadra la cui tattica è di non far giocare gli avversari, la Juventus è consapevole che può farcela.
Perciò non possiamo augurare ai nostri che una buona fortuna, e di crederci fino in fondo, se l’obiettivo è la conquista dell’ambito trofeo.

Sesso Juve e Rock n’Roll S2 E22

Questa sera ore 22 nuova puntata di Sesso Juve e Rock n Roll al solito all’ora cliccare sulla foto.

Immagine anteprima YouTube

Impressioni dallo Stadium 05

 

Finalmente CR7 dal vero.

Articolo di Alessandro Magno

Questa è la mia prima allo stadio quest’anno. Ci sono stati problemi con il rinnovo della tessera del tifoso. Ci ha messo mesi per arrivare. Lasciamo perdere. Siamo io e mio figlio Fede non siamo distanti dallo stadio ma partiamo lo stesso in orario tipo alle 7. Prima tappa e già la tangenziale è intasata. Possibile ci sia tutta questa gente di Venerdì sera con il Frosinone? Va be esco dalla tangenziale faccio un percorso alternativo per le campagne passo per Villaretto per chi è pratico, poi arrivo fino a dietro Venaria e ”colgo” lo Stadium alle spalle. Casina nostra quanto mi sei mancata. Parcheggiamo nelle vicinanze un 150 metri a piedi un po’ di coda ai tornelli e siamo dentro. Non fa neanche troppo freddo anche se io la mia sciarpona del Comitato Heysel di Reggio Emilia me la porto estate e inverno. Lo stadio non è troppo pieno le curve si, i settori laterali meno. Si spengono le luci parte la presentazione con giochi di luce e colpi di cannone. Immagino i giocatori del Frosinone come si stiano cagando sotto e me la rido. Poi l’inno cantato a squarciagola e le squadre in campo. Non doveva esserci Chiello invece non solo c’è ma è bello pimpante. Passano pochi minuti e Dyabala dopo uno scambio con Ronaldo fa un gran gol. Un tiro secco sotto l’incrocio. Poi festeggia con Ronaldo mischiando le esultanze con lui.

E’ tutto molto in discesa. Noto che la Curva Sud non canta. Noi siamo in Nord proprio dietro la porta. La Juve è in palla il gioco è piacevole. Mi giunge notizia che la Sud è in sciopero per il caro biglietti, probabilmente. Non entro nel merito di chi va allo stadio sempre tuttavia credo che la Juve abbia sostenuto una spesa molto alta per prendere il numero uno al mondo di conseguenza un aumento era prevedibile. Inoltre nessuno è obbligato ad andare. Io non sono abbonato e mi accontento di vedere anche Juve Frosinone ad esempio. Comunque da li a poco Bonucci fa il raddoppio. Non ci abbiamo capito un granchè abbiamo solo visto Bonucci esultare e poco prima visto Sportiello fare un miracolo per respingere un tiro che poi da casa scopriremo sia di Mandzukic in tuffo. Da li in poi la partita è  una specie di allenamento. Dybala è ispiratissimo e fa numeri da circo dimostrando al mondo e in primis a se stesso che in quel ruolo può giocare eccome. Il Frosinone scende giù e mette il muso nella nostra metà campo. Un certo Ciano del Frosinone scaglia un tiro che per poco non mi prende ma riesco a deviarlo con una mano. Tutti gli amici davanti alle tv iniziano a messaggiarmi che mi han visto e mi mandano il video su whatsapp. Siamo in una postazione invidiabile peccato due gol sono stati fatti dall’altra parte.

Inizia la seconda frazione speriamo di vedere qualcosa sotto la nostra porta. Ronaldo freme vede gente scaldarsi e ha capito che presto uscirà per riposare un poco. Non vuole uscire senza lasciare il segno. Dybala dal limite entra in area ma lo fermano, cade il Frosinone riparte e Dybala resta i un poco sconsolato. Nel silenzio gli urlo ”Forza Paolino che stai andando alla grande” lui senza voltarsi gira il braccio destro e mi fa il pollice su. E poi manca solo la ciliegina sulla torta alla serata. E arriva. Ancora Dybala recupera palla e la sporge a Mandzukic sulla fascia. Il buon Manzo va sul fondo come un cavallo e la rimette a rimorchio per Ronaldo che di prima intenzione la scaglia in gol proprio sotto i nostri occhi. Poi corre verso la bandierina e tutto lo stadio fa ”siuuuuuuuu” e ancora Ronaldo e Dybala si scambiano le esultanze. Poi tutti ad abbracciare Manzo. Sembra proprio che i nostri ragazzi vadano molto d’accordo fra di loro. E’ una bella serata. Anche se è solo il Frosinone. Il tempo di fischiare e zittire i tifosi avversari che volevano intonare cori contro Chiellini che fra l’altro era già uscito dal campo da un pezzo e la partita si chiude. Mentre tanti vanno via noi aspettiamo ancora i ragazzi che ci vengono a salutare sotto la curva. Era solo il Frosinone ma mi sono divertito parecchio. Ho visto Dybala tornare al gol e in grande spolvero. Ho visto la squadra giocare bene e vincere. Ho visto il miglior giocatore al mondo e l’ho visto segnare. Quando è uscito dal campo tutto lo stadio gli ha tributato una grande standing ovation 2/3 minuti ininterrotti di applausi. Sia io che Fede siaml felici.

E’ proprio bello il nostro stadio. Sono proprio belli e forti i nostri ragazzi. E’ proprio bello esser gobbo fino a dentro il midollo. Contro tutto e tutti fino alla fine.

Ragazzi irresistibili

scritto da Cinzia Fresia
Non so a voi, ma questa coppia “Siuuu-Mask” mi piace da matti .. stasera ne è stata la prova che i due: Dybala e Ronaldo sono in gran sintonia, per Paulo, l’appoggio del collega migliore del mondo non è poco.
L’argentino è stato protagonista di una prestazione impeccabile, con un immediato gran gol, tecnicamente perfetto,come lui sa fare, la Juventus consegue una vittoria con un risultato giusto, tre a zero.
Ci si aspettava di vedere titolare Spinazzola, poteva essere un’occasione per lui considerata la posizione in Campionato della squadra, ma Allegri ritenendo Rugani non in condizioni di giocare, ha preferito non fare esperimenti e puntare sul conosciuto inserendo i due recuperi, Chiellini e Bonucci centrali, anche per dare minutaggio di gioco prima del “big match”, ai lati Cancelo e De Sciglio, a centro campo Khedira (36′ st Pjanic), Bentancur, Emre Can e in attacco Dybala, Mandzukic, Ronaldo che al 19mo lascerà il posto a Bernardeschi.
Trattandosi di una “squadra facile” i centro campisti sono riusciti a divincolarsi abbastanza bene ed essere propositivi, considerando che Emre Can si trova molto bene nel ruolo di difensore e Cancelo in quello del centro campista, idem Ronaldo che all’occorrenza confeziona assist finalizzati poi in gol.
Il Frosinone come da precedente prestazione, ha cercato di reagire, soprattutto nel secondo tempo e affrontare la Juventus all’Allianz Stadium, come meglio poteva, non c’è stato assolutamente nulla da fare, la Juventus consapevole di poter vincere l’ha fatto: Hanno segnato Dybala, Bonucci e Ronaldo ..

La partita è stata studiata a tavolino e in apparenza e contro ogni previsione, è risultata piuttosto semplice, l’obiettivo era di chiuderla per poi gestirla fino alla fine, evitando così di sprecare preziosissime energie ma soprattutto ripararsi da eventuali infortuni e direi che ci siano riusciti, ritengo l’uomo partita per la Juventus, sia stato Paulo, non solo per il gol segnato, veramente bello e spettacolare ma per come ha giocato fino al termine.
Bravi tutti ad archiviare un match “seccatura”, potenzialmente insidioso.
Ora i nostri meritano una bella dormita, in quanto domani, oltre ad essere un altro giorno, c’è già da pensare alla prossima prova, molto importante a Madrid con l’atletico di Simeone, la cui posta in palio è alta.
L’Atletico a detta di molti, somiglia alla Juventus, è tonica e veloce ed è supportata da uno stadio e tifoseria di grande impatto, per i nostri non sarà una passeggiata, ma l’esperienza profusa in questi anni e la presenza di Cristiano, che di Champions se ne intende, metterà in condizioni la Juventus di battersi ad armi pari.
Una prova del nove, non solo per l’allenatore ma per la squadra stessa che dovrà dimostrare di essere all’altezza di un campione come Ronaldo.

Pagelle Juventus Frosinone 3-0

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6 Una sera tranquilla neanche troppo fredda. Si limita a controllare qualche pallone tirato fuori su punizione e a qualche giocata di piede non proprio consueta.

De Sciglio 6,5 Molto bene nel primo tempo soprattutto estremamente concentrato. Poi va un po in modalità allenamento.

Bonucci 7 A parte il gol una prova da regista dove ha sbagliato davvero poco. Da sicurezza alla difesa.

Chiellini 7 Praticamente ineccepibile. Se non ci fosse un giocatore veramente sugli scudi oggi il migliore sarebbe lui.

Cancelo 6,5 Oggi sembra la versione studente quello che potrebbe fare di più ma non si applica. In ogni caso per questo Frosinone basta e avanza.

Khedira 6 Sarà che mancava Pjanic e forse aveva ordini di coprire Can ma stranamente è molto limitato negli inserimenti anche se in mezzo da compattezza al reparto.

Emre Can 6,5 Al solito Allegri sa quando deve dire certe cose e quando altre. Disse che Can non poteva giocare davanti alla difesa ma lo disse solo per prendersi la colpa di una brutta prestazione del giocatore. Oggi Can ha giocato davanti alla difesa senza strafare ma in modo ordinato e utile.

Bentancur 6 Corre molto quasi in versione Matuidi e dato che è il più giovane direi che ci sta. Una prova diligente al servizio della squadra.

Dybala 8 Ancora una volta ha ragione Allegri. Oggi Dybala ha dimostrato di avere i numeri da 10 e di poter giocare egregiamente dietro due punte. Oggi è stato mobile e fantasioso. Ha fatto un grandissimo gol e illuminato il gioco. Ha messo alcuni palloni filtranti da manuale del calcio. Altro che non ha l’ultimo passaggio 

Ronaldo 7 Ero allo stadio e ho visto con i miei occhi quanto bramava di segnare. Pure oggi in una partita non perfetta un gol e un assist. Ho fatto un sogno il primo gol su punizione lo segna in finale di Champions.

Mandzukic 7 E chi lo ammazza. Anche lui come Ronaldo non fa una partita brillante come al solito e pure con le sue spizzate di testa e i suoi cambi di passo repentini mette dei palloni invitanti in mezzo. Su uno di questi la chiude CR7.

Bernardeschi 6 Si da molto da fare e cerca in paio di occasioni il gol della gloria personale.
Caceres 6 Ordinato
Pjanic sv

Juventus 7 Credo che seppure l’avversario si è dimostrato poca cosa la Juve ha giocato un bel calcio e vinto in maniera sicura. A volte ci si è ritratti un poco indietro ma secondo me era solo per non sprecare inutili energie.

Allegri 7 Sembra, e lo dico incoricando le dita, che la Juve arrivi in salute nel momento che conta. Non dico altro.

Arbitro 5 Trovo sia stato troppo permissivo. Ci sono stati dei falli reiterati e piuttosto cattivi sui nostri attaccanti. Mandzukic ha preso un cazzotto in bocca che meritava almeno una riveduta al var.

Venerdì 15 febbraio 2019 Juventus-Frosinone ore 20,30 Allianz Stadium Torino

scritto da Cinzia Fresia

“La squadra sta bene e siamo sereni” così Massimiliano Allegri inizia la conferenza stampa, parlando della Juventus, e della sfida contro il Frosinone di domani sera, vietato pensare a Madrid. Gli obiettivi si raggiungono uno alla volta.
Conclusione più che ineccepibile,tuttavia, Allegri sebbene sia in predicato di recuperare l’intero organico della difesa, si trova alle porte il match che caratterizzerà la stagione, la sfida in Champions contro l’Atletico Madrid, e parliamo di già mercoledì.
Quindi non possiamo permetterci “perdite”per una partita di campionato con la penultima in classifica.
Allegri docet! il Frosinone, sebbene semi-ultimo, è una brutta bestia, non ha nulla da perdere se non farsi notare, quindi, ad Allegri dico di rischiare pochissimo e magari puntare su riserve, tipo Spinazzola e Kean, per non ritrovarsi con qualche titolare improvvisamente fuori uso per mercoledì.
Sul Campionato, non ci sono dubbi, anche se da sempre fastidio perdere punti, il vantaggio di classifica, ci rende abbastanza sicuri .. e le nostre riserve valgono di più di tutto il parterre frusinate.
Perciò non vedo problemi, se la Juventus resta concentrata e non cade in tranelli altrui come venire morsa ai “fianchi” o massacrata di falli come se non ci fosse un domani, dovrebbe farcela, uscendone indenne: la strategia più probabile e possibile è quella di correre più veloce, chiudendo la partita un po’ alla svelta e rimandarli indietro.

Intervista a Benedetto Alessandro Magno Croce di Superscommesse.it

Il blog di Alessandro Magno: lo spazio per i veri Juventini

L’intervista originale sul sito Superscommesse

Questa mattina abbiamo intervistato Benedetto Croce, ideatore di “il blog di Alessandro Magno”. Appassionato Juventino, ci parla di Ronaldo alla Juve, dell’andamento della serie A in quest’ultima metà di campionato e di chi è a rischio retrocessione.

Buongiorno, come e quando nasce “Il Blog di Alessandro Magno”?
Il Blog di Alessandro Magno Territorio Juventino Libero nasce nel Marzo del 2011 dalla fine di un esperienza precedente nata nel 2007 che fu quella di Juveforum.it. Il Forum fu uno dei primi nati e nacque dalla volontà di fare luce sulla vicenda oscura di farsopoli, vicenda che ancora è tutt’altro che risolta. Dopo 4 anni di alti e bassi e di sgomitare con altri Forum più grossi e importanti capimmo, forse prima di altri, che lo spazio Forum era esaurito o in esaurimento e ci lanciammo in questa nuova avventura ricominciando quasi da zero, prima come fenomeno di nicchia poi pian piano fino ad esser considerati oggi un Blog precursore e anche di riferimento. Credo che attualmente siamo fra i più vecchi e duraturi Blog di Juventus. L’idea è stata quella di creare uno spazio per soli Juventini dove si potessero esprimere tutte le varie posizioni del tifo bianconero in maniera libera ed educata.

Come nasce la passione per il tifo e per la Juventus e per il calcio?
La passione per la Juventus è nel mio caso una passione di famiglia venendo io da una famiglia di juventini. Da bambino poi non ebbi alcuna difficoltà ad innamorarmi di questi colori in quanto essendo del 1972 i primi ricordi della Juventus sono quelli della Juve del Trap prima quella tutta italiana, poi quella dei campioni del mondo di Scirea Zoff e Bettega e poi quella di Platini. La passione per il calcio invece quella è nata come per molti bambini sui campi di periferia. Sono stato calciatore dilettante fino a passati i 30.

Quali notizie attraggono di più i lettori?
Noi siamo un Blog di opinione quindi scriviamo degli editoriali di nostro pugno non riprendendo le notizie da altri siti. Diciamo che ad oggi il dibattito più acceso è quello sulla permanenza eventuale del mister a fine stagione. Ci sono due fazioni fra i lettori, quelli pro Allegri e quelli anti Allegri.

Come vengono scelte le notizie da trattare/approfondire?
Guardiamo tutte le partite e c’è un articolo di presentazione a queste. Dopo subito nel post partita facciamo le pagelle dopodiché escono due editoriali uno di mio pugno l’altro della mia collaboratrice Cinzia Fresia e diciamo che sono due punti di vista spesso differenti e questo desta curiosità.

Cosa ci possiamo aspettare in questa seconda parte di campionato?
Per la prima posizione mi aspetto poco, credo che la Juventus gestirà con serenità il vantaggio e non vedo nel Napoli di quest’anno la stessa rivale agguerrita dell’anno scorso. Invece credo che per i posti nelle coppe sarà una bella battaglia con Sampdoria e soprattutto Atalanta che possono insidiare le solite e abituali contendenti. Sia Giampaolo che Gasperini mi pare stiano facendo un lavoro egregio.

Quale giocatore ti ha impressionato di più fin qui in Serie A?
Senza ombra di dubbio Cristiano Ronaldo. Ha avuto un impatto incredibile sula rosa della Juve innalzando ulteriormente il livello di competitività interno. Ho capito perché spesso ci segnava nonostante noi vantassimo difensori di grandissimo livello. E’ un giocatore mai pago che non si accontenta di vivacchiare. Vuole sempre primeggiare e vuole sempre vincere. Un vero leader. Credo che con Messi sia il numero uno.

Ed infine, quale squadra crede sia a rischio retrocessione?
Purtroppo credo che per il Chievo non ci siano molte speranze. Lo dico con un pizzico di rammarico perché è una piccola realtà che ha fatto molto bene in serie A in questi anni e perché sono amico di Roberto Sorrentino ex portiere di Serie A e papà di Stefano. Quindi faccio il tifo per lui. Un bravissimo portiere e grande professionista che credo abbia raccolto meno di quanto meritasse in carriera e non mi sarebbe spiaciuto di vedere alla Juve magari nel ruolo di secondo.

Un caro saluto a tutti Benedetto Alessandro Magno Croce e Fino alla fine forza Juventus.

“Siuuuuuuu mask”


Talvolta certi gesti, riscaldano i cuori, ormai raffreddati da un incattivimento generale in cui “tutti sono contro tutti”.
Non esiste piu’niente in grado di unire se non il denaro, siamo talmente inariditi dalla finzione, illusi dai grandi fratelli che ci insegnano a dirsi “amore come ti voglio bene ..e subito dopo a pugnalarti alle spalle” che certi gesti, spontanei come la dedica di un grande campione ad un collega che non sta passando un grande momento, ti commuove.
La partita contro il Sassuolo è ricordata non per i tre gol, di cui uno bellissimo di Ronaldo, ma da quell’esultanza alla “Dybala mask” e dedicarla al suo giovane compagno di squadra.
Avremmo voluto essere tutti li’, coinvolti nell’ abbraccio collettivo ai nostri giocatori, perche’ a noi tifosi, ogni tanto ci viene permesso di vivere la nostra parte emozionale.
I tifosi sono la parte debole del calcio, quella che deve solo dire “si’ va bene grazie” che deve tacere e pagare, siamo spesso un problema, ma necessario, senza tifosi non esisterebbe il calcio, le societa’, stipendi milionari, aerei privati .. ecc. ecc
Vi abbiamo dato Ronaldo? Che volete ancora?
L’aria che si respira negli spogliatoi e’ cosi’ spessa che si taglia con il coltello, e dove gli interessi economici dei singoli li hanno resi “tutti sono contro tutti”, eppure domenica, abbiamo vissuto un istante di pace, perche’ Cristiano e’ pagato per fare cosa vuole la societa’ e’ vero, ma ha un cervello che ragiona, ed e’ stato chiaro che non e’ lui a voler spaccare lo spogliatoio, e che al contrario, fa da mediatore tentando di mantenere l’equilibrio.

Voglio credere di aver visto qualcosa di autentico, che non sia stata un’uscita programmata, recitata e consigliata solo per tenerci “buoni”, spero non sia stato tutto finto opera di una buona agenzia di marketing.

La partita, per fortuna, finisce bene, la Juventus vince con un pizzico di fortuna, ma segna tre gol, di cui uno spettacolare, il Sassuolo non ha mai accelerato e in area a parte due tiri miracolosamente sbagliati, non ha fatto un gran che, al raddoppio della Juventus si è arresa.
Ma l’atmosfera in campo era bella, un paio di ex, Matri e Peluso, a fine prestazione, baci e abbracci e andiamo a casa.

Una partita buona, non vuole dire comunque nulla, non possiamo pensare che i problemi strutturali della Juventus siano risolti, il match contro l’atletico e’ alle porte, quella sara’ la vera prova del nove, per Max Allegri.

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web