L’eterna illusione

scritto da Cinzia Fresia.

Ogni anno è quello giusto .. Sono anni che lo diciamo, con due finali fallite, e ieri è stata l’apoteosi delle sconfitte, il sogno Champions della Juventus è bruciato insieme a Notre Dame, e l’ambizione di Cristiano, di far vincere alla Juve la famosa coppa, è tramontato insieme alle sue lacrime.
Nelle ultime ore, si è scritto di tutto e di più .. e non vorrei essere ripetitiva nel voler riaffermare concetti già scritti, però ammetto che il risultato non mi sorprende, era solo questione di tempo.
Dunque, ognuno ha la sua verità, che è giusto rispettare, spero quindi, si rispetti anche la mia.
Abbiamo dal dopo B, maturato una brutta abitudine, di dipendere da un giocatore solo, ci ricordiamo “Del Piero salvaci tu” “ Pirlo salvaci tu” “Tevez salvaci tu”
“Dybala salvaci tu” “Higuain salvaci tu” e oggi “Ronaldo salvaci tu”.

Forse vincere sempre il campionato probabilmente ci fa male, in Italia è semplice, basta avere denaro, dei validi dirigenti, quindi comprare i giocatori migliori e un’allenatore tra i primi 5, e come si vede il gioco è fatto, questa formula però in Europa, non funziona, e spero che la “legnata di ieri” serva a togliere il prosciutto dagli occhi alla società.
È l’eterna illusione dalla quale non si vuole uscire.
Osservando i ragazzini con il moccolo al naso, ieri, condividerete che ci hanno dato una bella lezione? non perché hanno vinto, ma come.
Se devo dire .. io di questi non mi ricordo nemmeno la faccia, forse De Light, perché alla Juventus interessa, ma tutti insieme, i ragazzini da liceo si stringono, organizzanizzandosi in una cosa sola, chiamata Ajax, che dopo ilgol di Ronaldo, sarebbero andati giù come delle pere, invece no, adocchiata una difesa inesistente, dai che ti ridai, è bastato un gol a tagliarci le gambe, eppure la Juventus è una squadra di giocatori di esperienza, e del migliore ..Cristiano Ronaldo.

In Italia i giocatori di calcio, sono troppo viziati, coccolati e molto egocentrici, troppo distratti da un sistema che li vuole più star che atleti, a cui viene permesso tutto, forse bisognerebbe tornare indietro a ricollocare questi personaggi dove dovrebbero stare, allenarsi, giocare e possibilmente stare zitti.

A Massimiliano Allegri, dico solo una cosa .. che ci pensi a restare, sarebbe stato giusto ammettere che qualcosa nella sua gestione non ha funzionato, e magari aspettare prima di scrivere libri.
Che ci resta? Il campionato, l’ottavo scudetto, vinto da Ronaldo-Ronaldo-Ronaldo
Il quale spero, che sia lui a restare, doveva arrivare alla Juve per uscire ai quarti di finale€imChampions? mai accaduto nella sua carriera, e al Presidente Andrea Agnelli, che sono contenta del suo buon umore, gli servirà per i prossimi giorni.

Han vinto loro perchè sono stati più bravi.

Articolo di Alessandro Magno

La delusione è tanta. Tantissima. Adesso inizieranno i processi su di chi è la colpa. Ovviamente di colpevoli ce ne sono più di uno anche se il capro espiatorio sarà il mister. In primis è colpevole la società che in inverno ha fatto scelte scellerate sostituendo Benatia con Caceres e rimandando ad Giugno l’arrivo di Ramsey che oggi sarebbe servito come il pane. Allegri non è esente. Il suo calcio molto pratico funziona a meraviglia in Italia ma in Europa ha sempre segnato il passo. Spesso siamo passati in turni in cui si è giocato solo un tempo e si è difeso l’altro. Cosa che si è ripetuta in varie eliminazioni con Bayern, Real l’anno scorso, ma anche in finale a Cardiff. Se la squadra non ha capacità di giocare 90 minuti qualche problema c’è. La colpa è anche di diversi giocatori che sono in fin dei conti dotati di scarsa personalità. Questi dell’Ajax sono tutti giovanissimi eppure giocavano come veterani. I nostri a un certo punto hanno il braccino. Hanno paura di giocare la palla. Non tutti chiaramente ma diversi si. Anche loro sono in parte colpevoli. Quando si vince e quando si perde colpe e meriti vanno divisi equamente.

Certo abbiamo buttato al vento il primo di tre match point visto che CR7 ha tre anni di contratto. Sulla partita c’è poco da dire la Juventus ha giocato un ottimo primo tempo e meritava il vantaggio. Ha preso gol in modo rocambolesco e fortunoso da parte dei nostri avversari, il loro giocatore sarebbe stato in netto fuorigioco se non ci fosse stato Bernardeschi attardato verso la bandierina. Da li in poi è iniziata un altra partita. Nel secondo tempo niente da dire loro ci sono stati nettamente superiori, noi via via siamo andati calando. Allegri l’ha anche provata a vincere mettendo Cancelo. Il risultato è stato che loro hanno avuto ancora più campo. Ma in fondo è giusto così perchè tanti parlano di calcio ma poi pochi, pochissimi ne capiscono. La verità è che loro nell’arco delle due partite sono stati più bravi e anche più fortunati negli episodi. Mi riferisco al palo di Douglas Costa o al pari di questa sera, o anche solo al fatto di temere di perdere De Jong recuperato e poi di fatto utilizzato per tutta la partita mentre noi abbiamo perso Douglas Costa e Mandzukic oltre a non aver recuperato Chiellini. Mi riferisco al fatto che due arbitri in due match decidano entrambi di non dare rigore su due rigori che ci potevano stare. Questa coppa maledetta si vince anche con la sorte e spesso a noi ci è avversa.

Spero che la Juventus in quanto società punti veramente tanto l’anno prossimo a questa competizione. Acquisti come Joao Felix e Ruben Dias sarebbero auspicabili. Giovani e di grande futuro. Si potrebbe pescare anche qualcosa qui nell’Ajax anche se pare abbiano una corsia preferenziale col Barcellona. Si potrebbe prendere il mister ad esempio. Anche per cambiare sistema. Ci vorrebbe anche il ritorno di un centrocampista formidabile come Pogba anche lui questa sera tristemente eliminato e impiegato in un Manchester tutt’altro che trascendentale. Per concludere non ho visto una Juventus così disastrosa questa sera. Forse sarò l’unico a scriverlo. Certo se tu giochi da 6 massimo 6 e mezzo e gli altri giocano da 7/8 è normale che vincano gli altri. Mi dispiace per il godimento creato agli antijuventini e mi dispiace per gli juventini che ora come di consueto daranno il peggio di loro. Le critiche ci stanno e sono volte a migliorare. Gli insulti questa roba qui non è da tifosi. Non è da chi ama questi colori. Mi spiace molto per questa eliminazione. Mi spiace perchè con l’Atletico si era fatta una grande impresa e pensavo che forse poteva esser l’annata buona. L’anno prossimo ci riproveremo. Non conosco altra ricetta se non quella di provarci ogni anno.

Pagelle Juventus Ajax 1-2

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 7 Con EmreCan sicuramente il migliore in campo se la Juve non capitola subito nel secondo tempo è merito di due sue grandissime parate. Uno dei pochi a giocare 2 tempi.

De Sciglio 6 Soluzione intelligente di Allegri che con un difensore vero può permettersi di tenere più alto Dybala. Non demerita. Il fatto che tanti lo criticano perchè capiscono più di playstation che di calcio. La verità è che esce lui e perdiamo.

Rugani 6 Anche Rugani non demerita anche se è sovrastato da De Light sul gol del loro vantaggio. Tuttavia lui salta alla ricerca del pallone per cui non si può parlare di errore quando di bravura dell’avversario a trovare la palla.

Bonucci 6,5 Importante come playmaker quando Pjanic è marcato gioca una partita attenta e davanti a lui non passano.E’ costretto dagli attaccanti dell’Ajax a non sganciarsi mai.

Alex Sandro 6,5 Un buonissimo Alex Sandro come non si vedeva da tempo soprattutto nel primo tempo spinge moltissimo. Alla fine pur provatissimo è ancora li che si sgancia in avventure solitarie sulla fascia. Lascia qualcosa dietro ma Alex Sandro questo è.

Emre Can 7 Una partita da leader assoluto a tutto campo. Combatte su ogni pallone cerca di dare del filo da torcere a ogni avversario. Spesso salta più di un avversario in percussione. Per uno che non stava bene fa veramente molto. Assenza che è pesata molto ad Amsterdam.

Pjanic 5,5 Allegri lo fa giocare leggermente più avanzato rispetto alla solita posizione e trova più palloni e campo libero nonostante questo non riesce a dare grandi palloni davanti. Protagonista di un grosso errore su cui Szczesny ci mette una pezza ma anche di un grandissimo recupero difensivo. Alti e bassi. L’impressione è che è un giocatore dai grandi piedi ma dalla poca personalità.

Matuidi 6 Anche Blaise gioca una partita dignitosissima arrivando a sfiancarsi sulla fascia insieme ad Alex Sandro. Soprattutto nel primo tempo chiude la strada a tantissimi di loro. Tuttavia la storia di questa partita è scritta.

Dybala 6 Secondo me non sta bene perchè non è possibile che prenda un calcio sul ginocchio e chieda il cambio. Aveva giocato discretamente comunque. Bene nel non consentire a De Jong di impostare, un poco meno bene nell’uno contro uno. Comunque mi sembrava vivace. E’ autore di un bel tiro che impegna il portiere avversario sullo 0-0.

Ronaldo 6,5 Lui segna sempre e il cartellino lo timbra anche questa sera. Si crea un altro paio di occasioni con un tiro da fuori e un altro colpo di testa. Avrebbe bisogno di maggiore supporto li davanti. La quadra è troppo spesso lontana da lui.

Bernardeschi 5 L’eroe dell’Atletico questa sera non c’è. Forse esaurito dal giocare troppo e troppo a tutto campo. Nel primo tempo non è lucido. Purtroppo dopo aver tenuto in gioco il loro sull’1-1, cosa che neppure gi rimprovero più di tanto visto il recupero fino alla nostra bandierina, purtroppo dicevo dopo questo errore sparisce dal campo.

Kean 5,5 Ha un tempo per mettersi in mostra e anche lui lotta su ogni pallone, spesso tiene troppo palla sbagliando. Ha una buona occasione ma la spara fuori malamente. Un altra di testa in cui poteva fare meglio. E’ ancora acerbo per la Champions.

 

Cancelo 6 Purtroppo entra e dopo pochi minuti prendiamo il gol. Spinge abbastanza non sempre è lucido pero’ qualche cross dalle sue parti arriva. Il destino è a volte crudele. Il cambio per vincerla e prendi gol dopo 2 minuti e la perdi.

Bentancur Sv

Juventus 5 I giocatori singolarmente non hanno disputato una cattiva partita anzi nel primo tempo l’Ajax non meritava il pari. Tuttavia nel secondo tempo la squadra si è seduta ed è una consuetudine per le squadre di Allegri. Questo ha consentito ai nostri pur bravissimi avversari di fare quello che volevano. Inoltre questo 5 lo do anche alla società che non ha sostituito all’altezza Benatia prendendo un giocatore Caceres che di fatto non è stato utile in coppa, idem per non aver fatto uno sforzo per prendere subito Ramsey. Siamo arrivati a questa sfida tutti incerottati evidentemente non è solo sfortuna. Se prendi Ronaldo e non finirò mai di ringraziarli per questo, devi anche supportarlo al meglio. Questo quest’anno non è stato fatto.

Allegri 5 Sulla partita veramente non ho nulla da dire alla fine han vinto loro perchè sono stati più bravi, lui ha messo su una squadra ben messa in campo con quello che aveva ed il primo tempo l’Ajax non ha fatto granchè. Pero’ la Juve nel secondo tempo è crollata e troppo spesso in Europa è capitato di giocare un tempo solo, inoltre ci sono troppi troppi infortuni. Non so se questo dipende dal fatto che si vanno a comprare giocatori gracili di fatto siamo arrivati a questa partita che era uno stillicidio. Un vero peccato aver vanificato la grande rimonta contro l’Atletico. Rimonta che non servirà a nulla.

Arbitro 5 Chiaramente non abbiamo perso per l’arbitro ma perchè l’Ajax è stato più bravo tuttavia la mancata ammonizione a Schone dopo 12minuti non ha alcun senso come il rigore negato alla Juventus al 90mo per fallo di mano. Tuttavia ripeto non è assolutamente lui artefice dell’eliminazione. Solo poteva fare meglio.

Martedi’ 16 Aprile 2019 Juventus-Ajax / Champions League ore 21 Alliamz Stadium Torino

scritto da Cinzia Fresia

Mentre Notre Dame a Parigi, brucia .. la Juventus pensa a qualificarsi e andare avanti in Champions League, Ronaldo c’è.. e vuole esserci al 100%, pronto come la scorsa edizione a prendersi la Juventus sulle spalle.
Dall’altra parte, esiste una squadra di liceali che sanno essere adulti quando serve, così si è espresso il loro allenatore, De Jong, “Juventus avvisata, mezza salvata”

La Juventus senza Mandzukic e Chiellini, scendera’ in campo con la migliore formazione possibile, l’obiettivo è la qualificazione.
Aspettando il match, si mormora su Paulo Dybala e sul suo futuro prossimo, in un momento cosi particolare e difficile, sebbene con uno scudetto mezzo in tasca, certe voci andrebbero messe da parte.
Non possiamo che fare gli auguri ai ragazzi, comunque vada .. saremo con loro.

Sesso Juve e Rock n’Roll s02 e30

Ore 22 come al solito su youtube con Ben Alesandro Magno Frank JFC Antonio Corsa Michele Fusco Leomina Benny Nico e Paolo Superfly.Questa sera assente Antonio Cafasso.

3311552985 per chi vuole inviarci domande oppure c’è una chat online durante la diretta.

all’orario cliccare sulla foto sotto.

Immagine anteprima YouTube

Una Domenica perfetta.

Articolo di Alessandro Magno

Forse andrò contro corrente ma se da una parte non mi auguravo la sconfitta contro la Spal (non sono capace di fare il tifo contro la mia squadra) dall’altra in qualche modo temevo il fatto di poter vincer lo scudetto prima della partita contro l’Ajax. Alla fine il destino ha deciso così. Tutto rimandato. Perfetto. Anche il Napoli ha battuto il Chievo per cui si festeggerà più avanti. Niente feste per i nostri giocatori, niente distrazioni. Tanto lo scudetto è vinto e quel punto mancante si farà. Perfetto anche il discorso di Allegri in conferenza stampa sul vincere di poco o di molto. Vale sempre 1 scudetto. C’è una partita molto importante che probabilmente vale una stagione e che è così ravvicinata da non poterla proprio non considerare. I nostri avversari invece non hanno potuto godere di queste giornate diciamo di riposo. Sono in lotta con il PSV per la vittoria finale e quindi nonostante giocassero contro una delle ultime, han dovuto utilizzare almeno per un ora buona tutti i titolari ad eccezione di un paio.

Allegri ha risposto anche sul fatto che la Juventus in qualche modo potesse condizionare e falsare la lotta per non retrocedere. E’ stato diplomatico dicendo che se fossero scesi in campo i titolari avrebbero fatto sicuramente peggio e probabilmente ha ragione vedasi Genoa Juventus ad esempio dove molti giocatori apparvero svuotati a pochi giorni di distanza dalla vittoria in rimota contro l’Atletico Madrid. Io sarei stato meno diplomatico dicendo chiaramente che ognuno pensa per se e non mi risulta di esser mai stati aiutati da squadre salve o non impegnate in qualche lotta mentre noi ad esempio ci giocavamo la Champions o il Campionato, di conseguenza fortunata la Spal ma anche brava a cogliere l’attimo ma tutti la salvezza se la devono guadagnare da soli non certo sperare nella Juve che ha cose proprie a cui pensare.

Mi sono piaciuti i giovani utilizzati. Un altra grande idea del Presidente Agnelli: l’Under23. Alcuni di questi che hanno avuto la fortuna di disputare un campionato professionistico vero come la Lega pro e non un campionato giovanile, han fatto vedere di esser pronti anche per una serie maggiore come la serie A. E se non sono ancora prontissimi per la Juve potrebbero esserlo l’anno prossimo per tante squadre di medio bassa classifica e iniziare una carriera che troppo spesso ai primavera viene negata per l’impossibilità di fare questo salto fra giovanili e professionisti. E’ presto per dirlo ma potrebbero esser state gettate le basi per una futura cantera bianconera. Chissà.

Festa scudetto? Anche no …

Scritto da Cinzia Fresia

Non so perché, ma qualcosa mi diceva che non fosse fattibile che questa festa scudetto, senza il protagonista, cioe’Ronaldo, non potesse essere proprio oggi, inoltre la Spal, aveva bisogno di punti, una sconfitta capitata a fagiolo.

Partita pessima, al limite del soporifero, un bel gol di Kean, una prova di alcuni giocatori della Primavera, e nulla più.
Solo un dispiacere, vedere Dybala trascinare i piedi senza voglia e particolari emozioni, come se avesse un contratto in tasca per andare da un’altra parte è solo un dispiacere.
La testa era a martedì, quindi il Campionato può attendere.
Tutto sommato, questa partita non merita la benché minima attenzione, giocata passeggiando, e regalata a qualcun altro.
La Spal ha fatto la sua partita, ci ha provato, è riuscita .. ha fatto bene.
C’è un limite a tutto ..

Pagelle Spal Juventus 2-1

 

Pagelle di Alessandro Magno

 Perin 5,5 Non particolarmente colpevole sui gol però per insidiare il posto da titolare a Szczesny bisogna battersi.

Cancelo 5,5 In questo momento dietro non da garanzie anche se qualche buona sgroppata davanti la fa.

De Sciglio 6 Schierato terzo centrale a destra figura meglio di Cancelo seppure in un ruolo non suo.

Barzagli 6 In mezzo in una difesa a 3 non è proprio il suo. Ci prova. L’esperienza è tanta la gamba invece un poco arruginita tutto sommato se la cava.

Gozzi 6,5 Titubante all’inizio poi abbandona il timore e fa vedere cose intetessanti.

Spinazzola 5,5 Cancelo all’italiana. Meglio quando spinge che quando difende.

Cuadrado 6,5 Sicuramente ci mette tanta voglia e passione. È bello rivederlo in campo. Credo che in teoria fosse schierato mezzala destra. Mi pare abbia fatto un po’ il cavolo che ha voluto.

Bentancur 6 Probabilmente sarebbe nuovamente il migliore in campo se non si perdesse l’uomo nell’occasione del primo gol e non avesse quel calo vistoso del secondo tempo

Kastanos 5,5 Emozionato sbaglia tantissimo ma almeno ci mette la grinta per cercare di non sprecare l’occasione.

Dybala 5,5 Primo tempo discreto. Secondo tempo molto male. Peccato questa sua continua involuzione. Ritengo non abbia scuse. Deve fare di più. Gli do 5,5 per incoraggiarlo ma visto che lui è Dybala meriterebbe meno di tutti.

Kean 7 Lui si mette in difficoltà il mister. Fossi io Allegri Martedì in panca sia Dybala che Mandzukic e in campo  Moise.

Nicolussi 6,5 Entra bene e impegna Viviano con un bel tiro dalla distanza.

Mavididi Sv 

Bernardeschi Sv

Juventus 5,5 Non era facile con una formazione che è forse una terza squadra rispetto alla titolare. Inoltre contro una squadra che lotta per non retrocedere e ha fame di punti. Credo che però si potesse almeno pareggiare.

Allegri 7 Molto intelligentemente fa riposare praticamente tutti. Io avrei portato direttamente l’under23. Il campionato è vinto un punto arriverà. Giusto pensare alla Champions come priorità.

Arbitro 6 Partita tutto sommato semplice.  

Sabato 13 aprile 2019 Spal-Juventus ore 15 Stadio Paolo Mazza – Ferrara

scritto da Cinzia Fresia

Ricomincia per la Juventus la corsa in Campionato alle 15, a Ferrara, contro la Spal, partita in cui basta non perdere per ottenere l’ottavo scudetto consecutivo.
Un’enorme soddisfazione per Mr. Allegri, la società e i giocatori tutti, averlo vinto con grande anticipo, e sara’ il primo per Cristiano Ronaldo in bianconero.

Ma niente festa .. avvisa Allegri, la si farà martedì prossimo, il tecnico della Juventus desidera tenere alta la concentrazione e per scaramanzia, preferisce rimandare i festeggiamenti dopo il passaggio di turno in Champions.
Per scelta corretta dell’allenatore, Ronaldo non e’ stato convocato per evitare rischi e preservarlo per martedì. Giocheranno, salvo ripensamenti Kean e Cuadrado, il quale rientra da un lunghissimo infortunio.
Una partita quella della Juve gestita in funzione di cosa accadrà martedi prossimo.
Anche con il 90 per cento dello scudetto in tasca, la Juventus dovrà darsi da fare, contro una battagliera padrona di casa, che farà di tutto per mettere i bastoni tra le ruote alla prima della classe.

Dura battaglia ad Amsterdam

Articolo di Alessandro Magno

Partita strana con l’Ajax. Molto sofferta in certi momenti. Che lascia l’amaro in bocca perché poi la sensazione è che alla fine si potesse pure vincere. Gran bella squadra questo Ajax con un gioco barcelloneggiante e tanti giovani di sicuro avvenire. Forse un tantino leziosi e presuntuosi ma sicuramente coraggiosi e consapevoli dei propri mezzi. La Juve fortemente incerottata ha contenuto abbastanza bene. Forse solo nei primi 20 minuti del secondo tempo, subito dopo il loro pari, la Juve ha sofferto davvero tanto. Di contro la Juve sia sullo 0-0 che sull’1-1 ha avuto alcune occasioni per fare altri gol. Bernardeschi è arrivato un paio di volte in area quasi a tu per tu con il portiere e in una ha sfiorato il palo con una girata. Ronaldo oltre al gol è stato sempre vivo come un falco pronto a cogliere un eventuale errore loro che non c’è stato. Douglas Costa nel finale ha preso un palo. La sensazione è che dietro non siano dei fenomeni e gol ne possano subire sempre. Quello che è mancato alla Juve è il cinismo. Questa partita una squadra di Mourinho ad esempio l’avrebbe vinta. Perché occorre difendere bene e questo c’è stato, ma occorre anche affondare il colpo quando il momento lo richiede.

Bisognerà tenere d’occhio più di qualche giocatore di questo Ajax e il suo allenatore perché ne sentiremo parlare ancora. Una squadra soprattutto, che seppur giovane, ha dimostrato molto carisma. A tratti più della Juve stessa, che più di qualche volta in Champions, è affetta da “braccino”. Hanno fatto bene alcuni che non dovevano esser titolari come Rugani e Bentancur. Una prova superata a pieni voti per loro. Mi è parso ottimo il rientro di Douglas Costa. Sarà importante il brasiliano per il ritorno nella speranza di riavere anche Emre Can e Chiello. Allegri mi pare abbia fatto bene nell’insieme tenendo conto di tutti gli infortunati che aveva, ma nel ritorno bisogna fare meglio. Sicuramente sarebbe un grosso rischio giocare per lo 0-0. L’Ajax sul campo si è dimostrata più forte dell’Atletico Madrid e se dovesse passare con noi credo possa far vedere i sorci verdi anche all’inglese di turno, per cui bisogna stare molto attenti. Questa Champions si sta rivelando più tosta di ciò che sembrava, ma forse è un bene perché almeno allena.

La Juve al ritorno dovrà giocarla come nel 3-0 all’Atletico. A questi bisogna 1- togliere il possesso palla, 2- costringerli a difendersi. Quindi come all’Atletico bisognerà togliere il respiro e ogni velleità. Se la Juve farà questo credo che passerà. Il nostro tasso tecnico è maggiore. I nostri giocatori individualmente sono più bravi anche se loro ne hanno 3/4 discretamente dotati. Se si analizza bene il loro gioco, a fronte di un grande palleggio, non sono arrivati molte volte al tiro, e più di qualche tiro fatto è finito sulla Luna. Producono tanto ma finalizzano molto meno e soprattutto hanno un gioco molto dispendioso. Sono bravi ma il vantaggio è che si sa esattamente come giocano e fanno sistematicamente solo quello che sanno. Questo li rende prevedibili, ecco perché Costa alla fine li ha messi in seria difficoltà. Perché non sono in grado di porre rimedio a quello che non è nelle loro corde. In questo caso un giocatore che sappia saltare più di un uomo.

Le uniche due preoccupazioni oltre al recupero di qualcuno è che temo i calcoli. Spero vivamente che non si giochi per lo 0-0 lo ribadisco. Sarebbe gravissimo. Sarebbe un suicidio. L’altra preoccupazione che ho è che ho visto le altre giocare e noto tutte squadre che corrono molto. Di tutte quelle dei quarti ho come l’impressione che la Juve sia quella che corra meno di tutte. Spero vivamente che sia una scelta strategica per correre quando sarà necessario, magari ad esempio al ritorno. Tuttavia la differenza la faranno la fortuna e il cinismo, questa coppa è così. Da questo punto di vista l’1-1 in trasferta e tutt’altro che da buttare. La storia di questa competizione lo insegna.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web