“La strada è ancora lunga” hai ragione Antonio Conte

Ha ragione Antonio Conte a dire così, lo condivido in pieno e non solo io, sapevamo che due vittorie consecutive potevano dire tutto e niente, il cambiamento c’è stato certo, ma il miracolo è ancora lontano, la Juventus che ieri ha pareggiato ha mostrato tutti i soliti limiti difensivi con un Chiellini per noi irriconoscibile, ora non si vuole fare un processo ad un   giocatore solo, in campo si scende sempre in 11 e se ognuno fa il proprio dovere magari si vince, ma alcuni rendimenti non sono passati inosservati.

Senz’altro Conte non nè cieco e tantomeno sordo, e ammette che mancano ancora  tante cose: la Juventus del dopo B, non riesce a cementare i propri progressi, progredisce ..va avanti,  ma basta una giornata per tornare indietro di 4 caselle, come nel gioco dell’oca, ora però, trovare scuse è diffiicile, abbiamo un nuovo allenatore, giovane, abile e juventino,( scusate se è poco)  lo staff è completamente rinnovato, innesti nuovi, le “mele marce” sono state eliminate ..sì ..mancano 1 o 2 giocatori di rilievo ma anche così tutto sommato si potrebbe funzionare, la cosa certa è che in questa squadra geni del pallone  non ne vedo e non ce ne sono, Pirlo un po’ di differenza la fa, ma non lo si può caricare di tutta questa responsabilità, supporre che un giocatore all’alba dei suoi 32 anni, bravo ..non c’è che dire, ribalti una situazione incancrenita è da ingenui, ed io non ci ho mai creduto molto, rimanendo positivi, l’affidabilità del nostro allenatore non è certo in discussione e al momento non abbiamo ancora perso, forse si potrebbe pensare che i pareggi siano mezze sconfite, ma in fondo non lo sono perchè la rimonta questa volta è stata nostra, altro prolbema forse più urgente, è che abbiamo avuto due espulsi subito dopo le prime giornate di inizio, e non c’è male ..che ne dite?  Cosa succederà andando avanti? Sarebbe bene calmare gli animi, siamo solo all’inzio e   le espulsioni non vanno mai bene, oltre a restare in 10 c’è il turno di squafica, noi Juventus, non ce lo possiamo permettere, i buoni sono davvero pochi, ed io sto con le dita incrociate tutte le domeniche sperando che nessuno si faccia male ..  detto ciò andiamo avanti con Antonio, sono fiduciosa che cresceremo insieme a lui e vedremo in futuro una squadra diversa, nel frattempo accontentiamoci. E’ l’unica soluzione.

Luna23

  1. Come già detto nel commento al pezzo “Conte 1 – certi tifosi 0″, sono pienamente d’accordo con te sul fatto che Conte deve essere il punto fermo da cui ripartire.
    Perchè? perchè ha ampiamente dimostrato sia da giocatore prima che da allenatore poi di essere un vincente, senza se e senza ma, un vincente che fa dei suoi punti di forza l’impegno costante, la competenza, la determinazione e sopratutto l'”UMILTA’ REALISTICA” che deriva da anni di esperienza sul campo.
    Non a caso è stato sempre il primo a spezzare sul nascere i facili ottimismi che stavano nascendo intorno alla squadra solo dopo le prime due giornate di campionato.
    Resto comunque convinto che siamo in grado di fare il nostro onesto campionato che ci vede inseriti nel lotto di squadre che puntano ad un posto nella prossima Champions.
    Certo, la squadra va completata sopratutto in difesa dove un Chiellini, attualmente imbarazzante, ha necessità di un regista difensivo che lo mantenga in costante concentrazione.
    Forse l’esuberanza e la passionale condotta del nostro allenatore si ripercuote sul comportamento della squadra dal punto di vista disciplinare nelle gare. (vedi espulsioni ed ammonizioni)
    Personalmente credo che la “vitalità” del nostro allenatore è sicuramente positiva e può portare dei frutti se hai a disposizione una rosa esperta, abituata a vincere ed a sopportare le pressioni che ruotano intorno ad una squadra vincente dalla quale si pretende e si ottiene quasi sempre il massimo.
    Purtroppo, allo stato attuale, non disponiamo nè di una rosa vincente, nè di una rosa abituata a vincere e nè di una rosa abituata a sopportare le pressioni.
    D’altro canto nessuno nasce “imparato” e quindi le “musate”, come si dice dalle mie parti, aiutano a crescere.
    Certo che le “musate” non devono essere molte e sopratutto recepite al massimo altrimenti servono solo ad un’ennesima “plastica facciale”. (vedi mercato di riparazione).

  2. la penso come te giancalro. oggi a differenza del passato abbiamo 3 valori aggiunti.
    andrea agnelli che non è blanc
    pirlo che non è felipe melo ne diego.
    e conte che non è del neri.
    la squadra grosso modo ha le potenzialità di quelle degli anni scorsi. speriamo che questi 3 valori aggiunti ci diano quel tanto che basta per restare in alto.
    ci potrebbe esser un quarto valore che è lo stadio ma bisogna ancora verificare se lo stadio puo dare qualche punto in piu in classifica

  3. Pensare che il nuovo stadio porti dei punti non vedo come, se in campo non ci si impegna.
    Conte si è preso del tempo per costruire una squadra, non ci riuscirà quest’anno e nemmeno l’anno prossimo, ma un giorno ce la farà.

  4. Io credo che il nuovo stadio sia in grado di portarci dei punti specialmente nelle partite come ieri sera dove gli avversari si trovano in catino bollente di tifo incessante e per i nostri che vengono spinti a dare il 120%, non a caso la vittoria è arrivata nei minuti finali e nel recupero.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web