Impressioni dallo Stadium E03

CRONACA DI UN CUORE CHE BATTE

 

 

Articolo di Andrea (The Original)

 

 

 

 

(Nella foto Andrea The Original e Barone50)

 

 

Tanti discorsi, su tattica, allenatori, giocatori, prospettive, calcoli.
Ma poi si va allo Stadium, per una partita che è sempre più di una partita; sì il campionato è chiuso, dico sempre così ma quella partita mi spaventa e non posso vederla da casa, devo viverla.

700 km in auto, la mia compagna di viaggio è quanto di meglio si possa sperare: non sa nulla di calcio, per lei il J Museum è il museo della Fiat, mai entrata in uno stadio. Quindi si può ingannare l’attesa senza far previsioni o scaramanzie ma cercando di introdurla all’evento, che sarà unico, come unica è la Juve. Al Museo mi sento una sorta di Cicerone, spiegandole cosa è la Juve circondato da immagini, colori, suoni.

L’incontro con il mio amico Barone: la sera prima ho scritto su un post che pagavo io, segnava Mandzukic e facevamo la foto assieme. Beh alla fine abbiamo pagato in due, perché i cicchetti servivano per riscaldarsi ma per il resto è stata una profezia.

Entriamo, dico alla mia compagna di viaggio “Benvenuta allo Juventus Stadium, ora fai tutte le foto e i video che vuoi, goditi lo spettacolo, io per 2 ore sarò un altro”.

La presentazione delle squadre è sempre meravigliosa, qualche tifoso interista sporca il minuto per Radice, che pure era stato un loro mister. Ah, neanche più la storia riconosciamo.

Prima di iniziare mi arriva un messaggio inatteso, di mia madre: “se incontri CR7 digli di far loro quello che ha fatto a noi l’anno scorso, la rovesciata”. Ecco, siamo davvero tutti.

Inizia la partita, che fatica: temo di prendere gol, due minuti per riprendermi dal palo di Gagliardini. Ho dietro due tifosi interisti, parlano a bassa voce ma si capiscono. In fondo allo Stadium si può stare anche insieme senza problemi, non accade ovunque, nonostante noi saremmo quelli delle discriminazioni territoriali.

Ah ecco, loro, i tifosi avversari: noi stiamo soffrendo e parte il loro coro “tornerete in Serie B”.
Ah, la Serie B, credo che ormai la ricordino solo loro quella vicenda ma dopo quel coro la ricordo anch’io e mi sale la garra. No, qui stasera bisogna vincere.

Prima del gol avrei scritto: “finalmente Allegri ha accolto il mio appello e non ha fatto giocare Mandzukic”. Eh sì perché non l’aveva mai sfiorata. Ma poi il croato è lì, come effettivamente capita spesso quando conta di più e allora parte il countdown verso la fine, ogni retropassaggio e un respiro che si blocca (servirebbe un altro cicchetto).

Finisce, è finita, ancora una volta vinciamo noi, possiamo andar via..anzi no, ricordo qualcosa, un “tornerete in Serie B”.

E mi accorgo che non sono il solo a ricordare perché la buonanotte è il coro che si alza dalla Sud verso di loro: “Vincerete il tricolor”.

Grazie di averci rinfrescato la memoria.
Si torna a casa, a parlare di tattica.

  1. Alessandro Magno

    Niente da dire il nostro stadio è magico. complimenti ad andrea per aver catturato l’atmosfera . si sente tutta dal suo scritto. pezzo emozionante. UN grazie anche a barone coprotagonista della vicenda è un piacere darvi questo spazio.

  2. Grazie a te Ben.

    Amico mio, la tattica fatta lì seduti a quel tavolo con i bicchieri (essì erano bicchieri quelli non bicchierini) pieni di roba che scalda le budella e non solo, la tua Amica carissima che ci guardava sbigottita mentre parlavamo di tattiche e del perché, ti dicevo io, quell’insistere di Allegri con Mariolone.

    La conferma ce l’ha data un’altra volta ieri sera…non la tocca mai, se lo fa sbaglia, ti irrita pure…ma non c’è nulla da fare…lui la butta dentro.

    A proposito, Andrè, parlavi di freddo…perché lo hai sentito ?
    Un abbraccio a te e alla novella tifosa.

  3. Fermi tutti…ah ah ah…ora in questo momento il Cagliari fa 2-2 in 9 uomini con la riomma

    Clamoroso a Cagliari.

  4. Andrea (the original)

    Grazie a te Ben, ne sono lieto.
    Sì è tutto magico lì.

    Barone
    Amico mio, il freddo? Sì sul palo la mia temperatura era inferiore a quella esterna.
    Per il resto beh..Agosto.
    😀
    P.s. il punch nel post partita però l’ho trovato.

  5. Complimenti Andrea !
    (Bellissima la vostra foto)

    Una cronaca asciutta, ma che scandisce benissimo i tempi delle emozioni di una partita che chiude i conti con un avversario storico, e che noialtri abbiamo vissuto davanti alla tv.

    Proprio vero: essere lì, sentire di uno stadio il vapore e il fiato, la speranza e la paura, e infine la vittoria che giunge e che cura, non ha eguali !

  6. Grazie anche da parte mia per condividere l’esperienza con questo pezzo. Mi fa piacere che il vostro incontro sia stato condito da una vittoria, non una vittoria qualunque.Un saluto ad entrambi!
    PS:visto l’esito della profezia…direi che dovreste farlo più spesso 😉

  7. Bella descrizione decisa ed esaudiente.
    Veniva da dentro.
    Quando viene da dentro esce cosi’, senza fatica e si fa capire.
    Bravi raga!
    Fino alla fine!

  8. T’è piaciuto u presep…… ehm la Juve eh? Bello Andrea , bel pezzo. Io conto di portare tutta la famiglia il 29 contro la Samp, ma non sono riuscito ancora a convincere mia moglie. Ora le faccio leggere questo tuo topic, e vediamo se c’è la fò pure io a guardare la Juve allo stadium, quest’anno. 😆
    Partita che si doveva vincere quella di ieri, e basta. Io avrei pagato pure per un goal all’ultimo minuto e con un autogoal, ma quando Mario Manzotin ha aperto la scatoletta di inter ( il minuscolo è d’obbligo) non ho avuto più timori, era fatta.
    Mah, credevo che Barone ti bastonasse, invece solo baci e 🤗 abbracci?

    Alla prossima, amici miei

    • andrea (the original)

      Parlo io con Ada.

      Ma no, è pallone, figurati se ci azzanniamo per il pallone.
      Bello così, gli amici sono amici, basta vedersi.

  9. Sì Andrè, tutto bello. Xrò cavolo…invece di una foto di 2 facce da ebete (non voglio essere volgare…), non be potevi mettere una della tua compagna di viaggio? Voi che ne dite ragazzi?😜

  10. Alessandro Magno

    Daccordissimo

  11. Mauro the Original

    Bella storia di tifo genuino vissuto, come dovrebbe essere per i tifosi e appassionati di tutte le squadre.
    Il fatto poi che c’erano tifosi avversari mescolati a quelli bianconeri è un altro indice di sportività e ospitalità che si trova allo Stadium.

    Che dire, meglio che nelle partite difficili dovreste andare più spesso allo stadio😐
    Non continuo il discorso per scaramanzia ma avete capito a cosa alludo 🙂🙂🙂

    • Mauro the Original

      Ho coniugato i verbi in maniera spettacolare😂😂
      Spero che ci abbiamo capito😀

    • andrea (the original)

      E’ vero Mauro, parlano male dello Stadium ma in fondo è l’unico stadio in cui si può stare insieme. Due anni fa anche con i napoletani, avevo anche loro loro dietro.
      Per il resto io andrei tutte settimane ma sono lontano: devo dire che però che in questi anni ho beccato:
      -Addio di Alex.
      -Secondo scudetto
      -Lezione al Napoli
      -Lezione (3-0) all’Inter
      -Semifinale di coppa
      -Un solo pari, sempre con i nerazzurri.

      Non potendo fare sempre il Vip come stavolta mi accontento.

      Porto bene.

    • Ciao Mauro
      Ho capito a cosa alludi…
      Purtroppo sono lontano da Torino…col pullman è troppo massacrante e con il frecciarossa troppo costoso…non il treno ma il taxi che ti fa spostare stazione-hotel-stadio-hotel-stazione(lo scrivo soprattutto per quelli di Torino: costo complessivo del taxi 55 Euro, l’hotel era il Campus San Paolo…purtroppo quelli vicino alla stazione o dello stadio erano occupati).
      Per la Juve questo ed altro…e poi l’incontro con Andrea e la sua amica, molto bella (ah Germà, se ti può interessare, è una bella mora) e appunto, altro…ecco perché scrivevo incontriamoci a Istambul…senza nominare nulla per scaramanzia.
      😎

      • No grazie Max. Mi basta mia moglie. Che fosse bella pur non avendola mai vista non avevo dubbi conoscendo un po’ Andrea. Xrò eravate in 3 e l’unica persona che meritasse di essere messa nella foto del topic…non si trattano così gli amici 😘😎😁

  12. Ieri ho visto Chelsea-City… qualcuno vuole commentare?

    • L’ho fatto in diretta il primo tempo mentre scrivevo dul topic precedente, Pier.” Quando il cul la ragion colpisce, vince il cul, la ragion subisce”. È un vecchio detto per riassumere cosa sia successo ieri tra Manchester e Chelsea. Comunque e lo ribadisco, il tasso tecnico del Chelsea è superiore a quello della squadra di Guardiola . Difesa di quest’ultimo inguardabile, ma messi in campo pur non avendo Xavi o Iniesta, in modo impeccabile. È una mano di fata quella dell’allenatore Spagnolo.

    • Non è che non ci fidiamo di Antonio e dei sui “tassi”, caro Pier, ma un tuo commento sulla partita che ha riaperto la Premier (portando il testa il Liverpool) sarebbe gradito.

      Buona domenica.

      • Invece di prendervela con il tasso tecnico ( vorrei vedere la Juve senza Ronaldo e Dybala) per fare un paragone con le assenze di De Bruine e Aguero, vorrei che discente la vostra piuttosto, estimatori di Sarri . Comunque Pier ha messo in risalto un punto debole di Guardiola , cui concordo parzialmente. Nel Barcellona aveva Pulliol e Piquet che spesso tappavano i buchi , sia nel Bayern che nel City non ha difensori di questo spessore. Puoi saper insegnare calcio ma se non hai i giusti attori la rappresentazione è buona ma non sarà mai ottima. Ecco perchè sono convinto che il Chelsea ha calciatori migliori del City.

  13. Riflessioni sparse dopo Chelsea-City

    1- Sarri vince una partita col 35% di possesso palla, al termine della quale un commentatore inglese -paradossalmente, ma non troppo- ha chiesto se il “Sarri-bus” non sia più efficace del “Sarri-ball”…
    2- Questa idea secondo cui “si va in campo per tenere sempre il pallino del gioco in mano” è valida solo per le squadre di Guardiola; per tutte le altre è niente più che una leggenda. Perché sul terreno di gioco ci sono anche gli avversari e ci sono fasi del match in cui giocoforza devi abbozzare, ti devi adattare, se serve anche subire e saperti difendere con molti uomini dietro la linea della palla.
    3- Vedere due grandi squadre affrontarsi senza un centravanti di ruolo è come uscire con la Ratajkowsky senza andarci a letto.
    4- Non so se il Chelsea possa dirsi inferiore o superiore alle avversarie della Premier. So che negli ultimi cinque anni ne ha vinte due (e tre negli ultimi otto), tante quante il City. Nello stesso arco di tempo lo United ha trionfato due volte (ma l’ultima risale ormai al lontano 2013), Liverpool, Arsenal e Tottenham sono rimaste a guardare. Quindi un paragone col Napoli, per dimensione ad abitudine alla vittoria, è francamente improponibile. Nel 2017 Conte prese i Blues dopo una stagione fallimentare chiusa al 10mo posto, con la miseria di 51 punti conquistati, a 30 punti dal Leicester campione, e li portò subito al titolo. Sarri è partito da una base migliore, vediamo dove arriverà a fine anno.
    5- Adoro Guardiola, ma ci sono momenti della stagione in cui il suo calcio, pur restando godibile, perde di efficacia e diventa didascalico. E non c’è mai (o quasi mai) un “piano B” che gli consenta di portare a casa le partite in modo diverso. Gli ultimi fallimenti in Champions, sia col Bayern che col City, sono indicativi di una specie di “bug” in un sistema che, altrimenti, sarebbe perfetto.

    • Ciao Pier

      Vedevo solo il City giocare…goal mangiati, parate del portiere…poi alla prima incursione del Chelsea il goal…insomma una partita con la luna storta e il sole che non voleva sorgere…capita.

      Capiterà senz’altro pure alla Juve…a quel punto vedrai commenti a non finire.
      Luigi ti ha pregato di commentare la partita, forse credeva che l’avresti descritta come l’aveva vista lui…purtroppo hai scritto la verità.

      Mercoledì astieniti sempre…dobbiamo arrivare primi.

  14. Visto il 1°tempo c’è da dire che senza De Bruyne e Aguero la squadra di Guardiola ha mostrato limiti sopratutto in fase realizzativa, attualmente il loro miglior marcatore è Sanè con 6 gol in 14 partite e ieri ha banalmente sprecato l’occasione per portare meritatamente in vantaggio la propria squadra che ha dominato nel gioco per buona parte della frazione, con il Chelsea di Sarri sulla difensiva che ha trovato il vantaggio sull’unico tiro in porta nei primi 45′.

    • Gioele
      Credevo commentassi la partita della Roma…
      Su Guardiola e Sarri ho visto la stessa partita tua e di Pier.
      Condivido.

  15. Un saluto a tutto il blog dalla bellissima Dacia Arena di Udine

    • Che ci fai ad Udine Germano?

    • Mauro the Original

      Azz Germano hai sbagliato stadio!!!! Quella non è la Juve anche se i colori sono eguali😂😂😂

      • Antony, sono andato a vedere quei solari dell’Udinese. L’Atalanta un po’ meglio ma non molto eh. Mauro, x quanto riguarda lo stadio non ho sbagliato molto. Bellissimo. X quanto riguarda le squadre invece sì, hai ragione; soprattutto x quanto riguarda quella con le maglie bianconere.

  16. Ah! Bella foto!!

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web