Sesso Juve e Rock n’Roll stagione 03 episodio 05

Non ci ferma neanche la nazionale. ore 22 come al solito su youtube conduce Ben con Antonio Corsa Antonio Toto Cafasso Michele Fusco Leomina Benny Nico

  1. AGGIORNAMENTO LIVE

    Premier League e Football Association vincono la prima battaglia della “guerra del blackout” con Eleven Sports, la società fondata dall’italiano Andrea Radrizzani. La contesa nasce dalla decisione del gruppo multimediale di trasmettere le partite di Serie A e Liga in Gran Bretagna nella finestra di sabato pomeriggio che tradizionalmente prevede un buio televisivo totale per il calcio dalle 14.45 alle 17.15. Il divieto si estende anche ai campionati esteri.

    Questa politica inglese (in Europa condivisa solo da Scozia e Montenegro) è motivata dalla volontà di tenere alta l’affluenza dei tifosi allo stadio evitando tentazioni televisive. Eleven Sports ha provato a forzare questo divieto mandando in onda sulla sua piattaforma streaming le partite dei campionato italiano e spagnolo per i quali ha acquistato i diritti esteri in Gran Bretagna e Irlanda.

    Le autorità calcistiche inglesi hanno invocato l’applicazione del blackout. E per il momento Eleven Sports ha deciso di rispettarlo: “Per rispetto delle richieste dei nostri partner – spiega una nota ufficiale diffusa dal gruppo che detiene anche i diritti della Serie C italiana – non trasmettere più partite durante il periodo di blackout del sabato pomeriggio”.

    Ma Eleven Sports non cambia idea. Secondo l’azienda di Radrizzani, si tratta di un provvedimento anacronistico perché il blackout sarebbe diventato un gigantesco incentivo alla pirateria tv. Gli appassionati inglesi, desiderosi di vedere le partite di Serie A e Liga, non farebbero altro che servirsi di siti illegali.

    Anche in Italia è stato spesso invocato il buio televisivo, nel nostro caso per le partite della domenica pomeriggio, in modo da invogliare i tifosi a tornare allo stadio. Per Radrizzani l’intreccio è doppio perché il fondatore di Eleven Sports è anche proprietario del Leeds, squadra inglese al 3° posto in Championship (la Serie B inglese) quindi in piena corsa per la promozione in Premier League.

    • Articolo interessante su una contesa televisiva in divenire …

      Comunque non mi pare -caro Barone- che questo articolo metta in dubbio il live delle 200 partite annue della Premier in Inghilterra, deciso a suo tempo da tutti i presidenti delle squadre 🧐.

      • Aaazzzzz no dici ?

      • Eccerto, Barone, che dico. E dico no.
        A meno che l’italiano non sia diventato improvvisamente ostrogoto, codesto articolo non fa cenno a quelle 200 partite live pattuite in Inghilterra.

        La contesa, a quanto si legge, è ben circoscritta, e riguarda il blackout di quella ben determinata fascia oraria. Non altro:

        “La contesa nasce dalla decisione del gruppo multimediale di trasmettere le partite di Serie A e Liga in Gran Bretagna nella finestra di sabato pomeriggio che tradizionalmente prevede un buio televisivo totale per il calcio dalle 14.45 alle 17.15. Il divieto si estende anche ai campionati esteri.”

        • Visto che tiri in ballo l’italiano non ti rispondo perché non lo capisco…e poi andremo avanti all’infinito per le cose solite note…muro di gomma.

          • I muri di gomma in questo caso non c’entrano niente.
            Non stiamo parlando di opinioni ma di “numeri” …
            Inconfutabili !

            Dal 2019 gli inglesi vedono LIVE oltre il 50 per cento delle loro partite … Ovvero circa 200.
            NON È UNA MIA OPINIONE: È UN FATTO 😅

            • Muro di gomma…è dimostrato, rispondi sempre meglio di Rafa Nadal…
              Intanto già ti cominci ad avvicinare al 2019…poi aggiungerai verso Natale…ihihih !!!

  2. ALEX … SOLLIEVO

    Alex Sandro è stato sottoposto oggi presso il J Medical ad un controllo clinico e radiologico che ha evidenziato un significativo miglioramento al problema all’adduttore sinistro e pertanto le sue condizioni verranno valutate giorno per giorno.

    Così la Juve ha comunicato il sospiro di sollievo dopo gli esami svolti dall’esterno brasiliano che, secondo Sky Sport, potrebbe essere a disposizione già per la gara di Champions League contro l’Atletico Madrid di martedì 26 Novembre.

  3. LA CENA DELLA PACE (CRONACA SEMISERIA DI UNA SERATA A CASA CR7)
    Nella splendida cornice di Villa Ronaldo si é svolta questa sera l’attesa cena di riconciliazione tra il portoghese, Sarri ed il resto del gruppo composto da coloro che non hanno potuto accampare scuse credibili per declinare l’invito. Assenti, oltre a Sandro opportunamente trattenutosi in Brasile, anche Can e Marione bloccati all’entrata dai buttafuori perché “non in lista”.
    Gli invitati si sono presentati puntuali ed elegantissimi. Bernardeschi ha finalmente potuto sfoggiare gonna e borsetta anche fuori dalle passerelle, Sarri la tuta da sera, in acetato, mentre Costa per l’occasione si é nuovamente ossigenato i capelli.
    Abbracci e saluti all’ingresso tra i giocatori che non si vedevano da 15 giorni. Un clima gioviale spezzato solo da un certo imbarazzo quando il servizio di sicurezza ha trattenuto Higuain che portava una pastiera ed un vassoio di babá.
    Dopo una scenata isterica, in cui ha increpato e spintonato tutti, il Pipa si é rassegnato ed ha consegnato alle guardie gli apprezzati dolciumi; tuttavia, con l’opportunismo che lo contraddistingue in questioni gastronomiche, é riuscito a salvare l’asado, nascosto sotto il cappotto, consegnandolo con un perfetto assist a Dybala che é sgattaiolato dentro eludendo la vigilanza.
    In poco tempo gli invitati si sono ritrovati nel magnifico salone dove si sarebbe tenuta la cena, tuttavia é stato necessario attendere per qualche minuto Kedhira che salendo gli scalini d’antrata ha accusato un fastidio al flessore ed é stato sottoposto alle prime cure. Domani fará la risonanza e gli esami di rito per stabilire l’entitá della lesione.
    Il padrone di casa li attendeva al centro del salone, la posizione strategica faceva sí che le lampade lo illuminassero donandogli un aura celestiale. Indossava un’elegante túnica bianca che ne risaltava la maestuosa figura e le divine movenze. Gli invitati l’hanno salutato, uno alla volta, con inchino e baciamano.
    In un lato dell’enorme e lussuosa sala da pranzo spiccava la tavola verdeggiante di lattuga e scarola riccia. L’odore dei petti di pollo arrostiti riempiva l’ambiente, mentre la luce delle candele si rifletteva nelle caraffe colme d’acqua fresca e cristallina creando un’atmosfera fiabesca. Per l’occasione sono stati permessi anche i condimenti e per i piú golosi il centrotavola arricchito con una vassoiata di friarielli.
    Dopo i saluti tutti si sono disposti a tavola cercando di rispettare lo schema appositamente disegnato da Sarri nel pomeriggio.
    Il centro della scena era occupato dal padrone di casa a mo’ di Ultima Cena di Leonardo. Bernardeschi ha fatto il possibile per sedergli accanto ma Sarri gli ha preferito Matuidi per questioni d’equilibrio; tuttavia, al trequartista toscano é stato concesso di benedire il cibo. Dall’altro lato si sarebbe dovuto sedere l’attuale partner d’attacco, Higuain, ma il Pipa ha ceduto il posto a Dybala preferendone uno piú defilato che gli avrebbe permesso di gustare di nascosto l’amato asado introdotto clandestinamente con l’aiuto del fido Paulo.
    Dal lato opposto, per favorire l’intesa tra i due centrali, é stato sistemato uno sgabello per Bonucci vicino a De Ligt. Da parte sua l’olandese era felice come una pasqua perché gli hanno detto che poteva mangiare il pollo con le mani.
    Sempre in zona centrale Pjanic era l’incaricato di smistare le pórtate, per essere piú verticale ha cenato in piedi. Mentre per Ramsey e Rabiot, ancora in ritardo di condizione per unirsi al gruppo, é stato allestito un tavolo differenziato in cucina. Sarri invece ha riservato per sé il posto piú vicino alla finestra per poter fumare tra un piatto e l’altro. Quando tutti si erano sistemati De Sciglio, ancora incrédulo di stare in mezzo a tanti campioni, ha voluto immortalare la scena con un selfie di gruppo che ha subito mandato a Sandro per fargli invidia.
    La cena é trascorsa in un clima disteso tra una chiacchiera e l’altra nonostante serpeggiasse certo malcontento per l’austero menú. Tuttavia il mister non ha mai smesso di prendere appunti, inventando anche un paio di nuovi schemi ispirati dal taglio triangolare dei petti di pollo.
    Ma Sarri era nervoso, si sentiva un pesce fuor d’acqua in quella situazione per lui nuova e, dopo averci riflettuto, ha deciso di chiudersi in bagno per fare una videochiamata ad Allegri. Secondo alcune indiscrezioni la conversazione si sarebbe svolta nei seguenti termini:
    – Oh, Max, c’ho un problema! Ronaldo c’ha invitati a ‘asa sua per la riconciliazione… ma vedo i ragazzi ancora affamati.. io sono il mister…dovrei dire du parole alla squadra, ma non so… per me é una situazione nuova… ‘he faccio?
    – Maurí, Maurí, senza di me non so ‘osa faresti! Innanzitutto dovevi metterti la giacca ‘he un siete mi’a al ‘ampo. E poi, un allenatore della Juve deve sapere seeempre ‘osa dire, maremma maiala! É semplice, dov’é il problema? V’ha invitati Ronaldo? Tu ora vai di lá, prendi la parola e dici: “ Innanzitutto c’é da fare i ‘omplimenti a Ronaldo pe la bella ‘asa e per averci invitati. Poi c’é da ‘apire ‘he un si po’ sempre mangiare bene, a volte c’é da fare una cena seria… cenare é semplice… c’é un primo, un se’ondo, la frutta… l’importante é mangiare… pe non morire… e se uno vole mangiare sempre bene allora deve andare al ristorante! – ‘apito Maurí? – É semplice, é ‘ome ‘ol mio ‘avallo, se mi ri’ordo gli porto da mangiare, e mangia bene, sennó mangia ‘uello che trova, e se vole mangiá sempre bene allora deve andare a lavorare al circo!” ‘apito Maurí?
    – Vabbé Max, ‘ualcosa m’inventeró, grazie lo stesso, sei un ami’o!
    – Ami’o, ami’o… de la tu mamma…
    – ‘ome?’he dici? C’ho po’a línea…Ah, ‘he ti saluto la mi mamma, grazie max, ciao ciao devo andare!
    Ma quando Sarri ritorna in sala la cena é praticamente terminata. I piú erano indaffarati a sparecchiare, Bonucci si intratteneva in bagno sciacquandosi la bocca mentre Cuadrado preparava il caffé. Una preziosa miscela portata dalle Americhe in occasione dell’ultima convocazione in nazionale.
    Il dinamico e generoso Matuidi si é offerto per serviré i caffé e faceva giá il suo ingresso nella lussuosa sala portando il vassoio con l’espressione orgogliosa di chi sa di essere utile. Il suo sorriso come un solco d’avorio risaltava sulla pelle d’ebano mentre avanzando con passo deciso attraversava la sala avvolto nell’inebriante aroma ed il fumo che saliva delle tazzine. Ma quando mancavano pochi passi per poter appoggiare il vassoio sul tavolo il buon Blaise é scivolato mandando in frantumi l’intero servizio, regalo di nozze della mamma di Georgina.
    I compagni sono sembrati piu desolati che stupiti. Ronaldo, prima pallido e poi tendente al rosso, farfugliava in portoghese. Bernardeschi giura di aver dedotto dal labiale qualcosa riferito a Fatima.
    Ma non aveva fatto in tempo CR7 a completare la sua imprecazione che con un balzo felino Buffon gli era giá accanto. “Tranquillo Cierre, tranquilli amici – rassicurava Gigi- che vi credete, che m’hanno riportato alla Juve per le mie parate? E no eh, io sono qui proprio per risolvere i problemi del gruppo con la mia esperienza!”. Cinque minuti ci ha messo il grande Gigi ad andare in macchina e riapparire con una cassa piena di fruttini da gustare come dessert!
    Gli zuccheri aggiunti, contenuti nei fruttini, hanno contribuito in breve a riportare il buon umore in casa Ronaldo, allora Sarri ha approfittato per sedersi accanto al portoghese per approcciare almeno la spinosa questione delle sostituzioni dicendogli: ”‘aro ‘ristiano, devi ‘apire che ogni tanto ti devo togliere, devi riposare. Perché riposare l’é una filosofía, un modo di pensare…” ma non aveva ancora terminato il mister che Ronaldo era giá in piedi e borbottando si incamminava furioso verso l’uscita, abbandonando la casa e sbattendo la porta senza salutare nessuno.
    Di colpo regnava il silenzio, interrotto solo sporadicamente dalle maremme tirate dal mister. Ma dopo un paio di minuti ecco riaprirsi la porta ed apparire CR7 che esclama “Caralho, si eu vivo aquí!” prima di scoppiare in una fragorosa risata che inmediatamente ha contagiato tutti i presenti distendendo gli animi.
    “Tranquilos meninos – continua il portoghese- era uno scherzu, ho imparato la liçao! Adesso sapete che facciamo per concludere in bellezza la serata? Vado un momento su, mi metto un costume da bagno e si fa qualche vasca tutti insieme!”.
    Raccontano i presenti che al suono di quelle ultime parole si sia fatto di nuovo il silenzio, interrotto, questa volta da un attacco di tosse di Higuain che quasi si strozza mentre, in un angolo della sala, cercava di trangugiare l’ultimo boccone di asado!
    Allontanatosi Ronaldo su per le scale, i presenti si sono guardati negli occhi con timore ed incredulitá, pare che proprio allora Sarri sia balzato dalla sedia e, lanciando in aria matita e quaderno, abbia urlato: “ Ragazzi ‘orrete, ora o mai piú! ‘hi arriva ultimo é bischero e paga per tutti!”
    Si racconta che al suo ritorno in sala, con l’accappatoio semiaperto che lasciava intravedere l’addominale tirato a lucido, Ronaldo abbia trovato ad attenderlo il solo Bernardeschi…“Sono andati via tutti – ha detto Berna con un filo d’imbarazzo- forse temevano la congestione… Ma si puó fare il bagno io e te!” Poi, avvicinatosi al perplesso Ronaldo, pare gli abbia sussurrato con tono malizioso e sguardo ammiccante “Sotto la gonna non porto nulla…”.
    Dopo l’intervento del servizio di sicurezza Bernardeschi ha ricevuto attenzione medica al pronto soccorso. Niente di grave comunque, solo qualche ecchimosi per lui. Sarri ed il resto dei ragazzi, invece, sono stati visti intrattenersi fino a tarda ora in una trattoria fuori porta. Il salatissimo conto é toccato a Kedhira.
    Questo é quanto é trapelato sulla bella serata. Tutto é bene quel che finisce bene. Pace fatta e gruppo di nuovo unito intorno al suo campione ed al mister. Gli avversari sono avvisati.

  4. Champions 2014-15
    Il Man.City è eliminato agli ottavi di CL dal Barcellona con lo stesso punteggio complessivo col quale la Juve perde contro i catalani la finale di Berlino, con nessuna squadra inglese approdata ai quarti.

    Champions 2015-16
    Il Man.City è l’unica squadra inglese che arriva ai quarti di CL, in semifinale viene eliminata dal Real Madrid, la stessa squadra che la Juve aveva eliminato l’anno prima in semifinale.

    Champions 2016-17
    Il Leicester è l’unica squadra inglese che arriva ai quarti di CL, la Juve perde la finale di Cardiff contro il Real Madrid.

    Champions 2017-18
    Liverpool e Man.City (che si scontreranno fra loro) arrivano ai quarti fra le inglesi, Juve e Roma fra le italiane, in semifinale il Livepool elimina la Roma e perde la finale contro il Real Madrid.

    Ultima edizione a parte, a guardare gli ultimi anni della CL non pare ci sia una grossa differenza in termini di risultati fra i due movimenti calcistici in questione.

    Il tutto giusto per capire di quale complesso d’inferiorità soffrirebbe l’uno rispetto all’altro, visto che se ci sono state squadre che in questi ultimi anni hanno più volte dimostrato di non essere “umiliate” dalle migliori (e in qualche occasione anche di buttarle fuori dalla Coppa) non sono state di sicuro quelle della lega “più seguita al mondo”.

  5. Molto divertente e ben scritto, Kris!

  6. NON MI FREGA DI MOURINHO…

    Intanto vorrei precisare che ogni mio pensiero che esprimo sul blog anche con parole pesantissime, offese e quant’altro non hanno nulla a che fare con l’odio quello reale…è solo “odio” di sfottò sportivo.
    È solo più pesante, è vero, quello dimostrato verso una squadra…ma le cose e i perché sono noti.

    Mourinho prenderà il doppio di stipendio rispetto a Pochettino…quasi 18 milioni di Euro.

    Ora capisco perché gli sono stati offerti tutti quei soldi…

    Lo SpecialOne ad un passo dall’addio dei Blues: “Non allenerò mai il Tottenham” … Anno 2015, lo SpecialOne mentre stava per lasciare il Chelsea.

    Come dire: non allenerò mai la Juve…buffOne !

    Buongiorno

  7. NON CI SONO STATI BACI DELLA CENA

    La cena è saltata perché mancava Giuda…
    😜
    Il buon Cristiano ha rinviato tutto alla prossima settimana causa assenza dell’Angelo Nero…Cuadrado.

    Saluti

    • Siccome qualcuno aspetta il mio “timbro”, confermo:
      la cena è saltata per un Cuadrado mancante.
      Dopo l’Atletico -a Dio piacendo- si sancirà anche a tavola la raggiunta pace 🤣

      Ciao.

  8. E dopo aver letto l’irrinunciabile timbro, voglio salutarvi da Carcasson.
    Sto iniziando una tre giorni su un battello fluviale in affitto con 6 amici, di quelli irrinunciabili,su un battello fluviale a euro 40 al giorno per i canali di queste parti. Senza patente senza equipaggio,senza regole se non le chiuse che rompono le scatole. Pesce,vino francese x me il migliore e formaggi in cambusa.
    Stavolta, ma solo stavolta,con le mogli,ma credo che verranno sbarcate in uno stagno quanto prima.
    Altra idea per incontro indomito. Piove, ma me ne frego.
    Ciao fate i bravi,stasera quando ormeggiamo, vi dedico un calice di rosso,chirac magari.

    • Carcassonne scusate ma sono alle prese con cambusa. Le vin du pays non aiuta.

    • Ottima scelta Tino,
      Bel posto, relax, natura e buona cucina. Occhio con il tempo che é prevista pioggia nel fine settimana. Se si gonfia l’Aude invece di battello farete rafting!

    • E no Tino, anche il vino meglio quello degli altri mo. Non basta il campionato?😭😂🤣🤣🤣😜

    • Bravo Tino,
      fatti un paio di litri e poi ragioniamo …
      Sicuramente dopo l’acquisto itinerante sarai più conciliante 😅.
      Anche lo Chirac va bene … Non avendo quello tosto.
      Ma sul battello traballato, un vino da tango non è adeguato !
      🍷🍷🥂
      Mano a dritta Tino, e non scuffiareeeeee

    • Caro Tino,
      stasera dopo aver ormeggiato, dopo aver cenato, dopo aver bevuto in abbondanza il rosso, recita questa poesia agli astanti sul tema marino:

      IL VOLTO DELLE ISOLE

      Hai il volto ambrato
      delle isole,
      e lo accosto all’orecchio
      come una conchiglia,
      per sentire
      il brusio del mare.

      Il vento e il corallo
      hanno curato la tua pelle
      per farne lucido alabastro,
      e stelle marine
      hanno trovato casa
      nei tuoi occhi,
      mentre sulle tue labbra
      brucia il fuoco de’ tramonti.

      Camminare con te sulla battigia,
      è un tornare alle antiche case,
      ove assistemmo alla corsa di mille nembi nel nostro cielo…

      Ora il vento ha strappato tutti gli ormeggi,
      e le barche sono state rubate dal mare aperto.
      Non possiamo più salpare
      verso l’ignoto
      come facevamo allora …
      E camminiamo sulla sabbia,
      la’ ove bordeggia l’onda della risacca …
      Una coppia di gabbiani
      zampetta davanti a noi,
      e dalle loro orme prendono l’abbrivio
      i nostri scarabocchi.

      Ma sono le tue mani piccole
      che amo guardare
      mentre sulla sabbia
      fanno nascere volti di bambini.

      PS Consideralo il mio cin cin🍷🥂 sui vostri bicchieri !,😜

    • Azzzz,
      Tino, sei fortunato, il vino giá ce l’hai ed ora Luigi ti ha fornito i versi!
      Quendo questa notte sur la proue du bateau ti sentirai come un Baudelaire dei nostri giorni non perdere l’occasione per farti registrare in video dagli amici! 😉
      Buon divertimento!

  9. Buon divertimento Tino, goditi il battello ed il vino. Vediamo cosa accade, io al prossimo raduno vorrei brindare qualcosa di importante😉.

  10. IL RAZZISMO QUESTA VOLTA NON C’ENTRA

    Balotelli cacciato dall’allenamento.

    Mario Balotelli, nel corso dell’allenamento pomeridiano del Brescia, è stato allontanato dall’allenatore Fabio Grosso proprio nel bel mezzo dell’esercitazione di squadra, mezz’ora prima del termine della seduta.

    “Mario vai, Mario vai!”
    “Mario vai, Mario vai!” avrebbe gridato il mister Grosso al giocatore, che da subito era apparso particolarmente innervosito. Balotelli avrebbe obbedito all’allenatore; abbandonato il terreno di gioco, il giocatore si sarebbe diretto verso lo spogliatoio per poi riuscirne pochi minuti dopo.
    L’ufficio stampa del Brescia spiega che “Balotelli è stato sostituito da Grosso durante le prove tattiche della partitella e ha raggiunto anzitempo gli spogliatoi”.

    Una volta in auto se n’è andato via sgommando, con la “stizza” classica del suo temperamento.
    Eppure Balo dovrebbe andarci piano con le automobili; per la legge svizzera non potrà condurre veicoli a motore dal 31 dicembre 2019 al 30 marzo 2020 inclusi, ancora non è noto se solo su suolo svizzero.
    E questo a causa di una sanzione comminata all’attaccante del Brescia per un’infrazione, non è chiara quale, ma che è alle norme della circolazione e che è stata commessa dal calciatore.
    La Sezione della circolazione svizzera ha anche emesso una multa di di 100 franchi nei confronti di Balotelli per il tramite dell’Ufficio esazione e condoni (cosa da niente per un calciatore del suo livello) …

    D’altronde, per lui cosa sono i soldi “buttati” in multe?
    Balotelli è pur sempre un uomo che ha la facoltà di poter buttare in mare duemila euro, così, sull’unghia, per pagare lo spettacolino di un napoletano dei ceti popolari che per scommessa si butta a mare in sella a uno scooter.

    Ma non si è campioni solo sul campo; bisogna esserlo anche nella vita.

    Ilaria Paoletti

    • Altra cena della pace?🤔

      Comunque è per questo che i campioni come Ronaldo dovrebbero stare attenti ai loro comportamenti, perché poi i bambini ed i Balotelli cercano di imitarli…

  11. Grazie ragazzi
    Siamo sul canale du Midi e tranquilli non ce mbriacamo ci sono le dame.
    Un incontro qui sarebbe l’ideale,veramente dal canale appare tutto diverso. I boats sono moderni e pratici.una bella idea niente di lusso, sicuramente caratteristico e di pathos. Io preferisco il mare ma qui e’ un schianto. Ci siamo fermati ad un ormeggio di un villaggio piccolissimo,un bistrot paesano con negozio e tre fattorie.stasera non so che combinano. Io aspetto di assaggiare un tomino di capra da massaggiare con olio oliva e trote(comprate). Ciao bon nuit!
    Brinderemo a voi con il rosso francese e la poesia di Luigi che e’ meglio di quando parla di calcio.

  12. TESTACODA ?

    L’arrivo di José Mourinho sulla panchina del Tottenham ha ridisegnato la classifica degli allenatori più pagati al mondo visto che lo Special One, con 16,5 milioni di euro a stagione, si piazza alle spalle solamente di Guardiola.

    Non c’è Maurizio Sarri nella top ten, presente invece Antonio Conte, settimo, con 11 milioni di euro stagionali.

    La classifica:
    Pep Guardiola (Manchester City, 23 mln), José Mourinho (Tottenham, 16,5 mln), Diego Simeone (Atletico Madrid, 15 mln), Rafael Benitez (Newcastle, 13,5 mln), Fabio Cannavaro (Guangzhou Evergrande, 12 mln), Zinedine Zidane (Real Madrid, 12 mln), Antonio Conte (Inter, 11 mln), Thomas Tuchel (Psg, 9 mln), Ernesto Valverde (Barcellona, 9 mln), Jurgen Klopp (Liverpool, 8 mln).

    • NON MI TORNAVANO I CONTI

      Svelate le cifre dell’ingaggio che percepirà lo Special One fino al 2023.

      A poche ore dalla conferenza stampa di presentazione di José Mourinho come nuovo allenatore del Tottenham (l’esordio in panchina sabato alle 13.30 sul campo del West Ham), in programma alle ore 15, vengono svelate le cifre che percepirà lo Special One fino al 2023.

      Il patron degli Spurs, Daniel Levy, ha dovuto sborsare una cifra monstre per convincere il manager portoghese: circa 17.5 milioni di euro a stagione, ovvero quasi 1.5 milioni al mese.

      E intanto in Inghilterra stanno tornando d’attualità le parole pronunciate nel 2015 da Mourinho, dopo la seconda esperienza al Chelsea e poco prima di approdare al Manchester United, quando provò a prenderlo anche il Tottenham:

      “Non posso dire di sì perché amo troppo il Chelsea e i suoi tifosi”.

      La storia poi è andata evidentemente in un’altra direzione…

      Luigi
      Con la tua somma non mi veniva fuori quel milione e mezzo al mese…cavolo mica poteva rimetterci tutte quelle sterline…poi la mancia con che la dava?
      😎👍

      • Ahahahah
        Comunque prima di oscurarlo il Mou, aspetterei un attimo …
        Può darsi che il suo mastodontico ego partorisca un colpo di coda 🧐

  13. MERAVIGLIE DALLA PREMIER

    Mentre sentivo la conferenza del numerONE, ovviamente senza guardarlo perché il solo vederlo mi innervosisce, pensavo che fino ad ora, approssimativamente, si sono giocate, solo in Premier League massima serie, circa 130 partite.
    Quante partite si disputeranno totalmente fino alla fine di tale campionato ?

    E se a queste ci aggiungiamo anche la Premier B e C ?

    Gli inglesi stanno accordando di far vedere circa 190 partite totali…comprese le coppe e coppette.

    Possiamo dire di oscuramento o al massimo quasi ?

    Buona serata

  14. MAI PERSA UNA FINALE

    Nella conferenza stampa odierna, Josè Mourinho, neo tecnico del Tottenham, ha risposto a chi gli chiedeva come riuscirà a farsi amare dopo essere stato sulla panchina del Chelsea:

    “Sono stato Mr. Inter, Mr. Real Madrid, Mr. Porto. Ho deciso nella mia carriera di avere queste avventure differenti e in differenti Paesi finché non ho fatto il Grande Slam, come lo chiamo io: Inghilterra, Spagna e Italia. Non mi sono fermato. Volevo farlo e l’ho fatto con passione.

    Ho sempre detto che la Premier League è il mio habitat naturale e dove sono maggiormente amato. Non sono del Chelsea, del Manchester United, del Real Madrid o dell’Inter. Sono di tutte, ho dato tutto a tutte ed è quello che farò qui: dare tutto. Non troverete tifoso del club più fanatico di me. Nessuno vuole vedere vincere il Tottenham più di me.

    La finale di Champions è stata l’inizio della caduta?
    Non lo so perché non ho mai perso una finale di Champions, ma posso immaginare che non sia facile. Arrivi quasi a ottenere il punto più alto possibile e non ci riesci”.

    • Luigi
      Premessa: “mai persa una finale” è Italiano ? Domandavo.

      Solo per specificare, perché di questo grande allenatore ma piccolo uomo non parlo…ne abbiamo già parlato molto, io male sicuramente…

      Di finali ne ha perse 2 (due).

      Buongiorno

      • … Ma lui parlava della Champions.

        Ciao.

      • PS

        Premessa: “mai persa una finale” è Italiano ? Domandavo.

        -Sì (ahahahah)

        • Caro Luigi i GRANDI UOMINI sono quelli che sanno chiedere anche scusa non i muri di gomma.
          Non ti arrampicare con lui parlava di Champions, forse lui, ma il tuo è italiano.
          PS
          Aspè, come dici tu ? Ah si: Punto !

        • REPLICA GIORNALISTICA (titolo)

          Fai il bravo Barò, in ti arrampicare su “regole” che dimostri di non conoscere:

          -il MIO è un TITOLO. Sai cos’è giornalisticamente un titolo ?
          Evidentemente no, se ti accanisci con repliche ignoranti.

          Il TITOLO (di un articolo o di un post) deve catturare immediatamente l’attenzione del lettore, ma non può e non deve dire tutto. Anzi, deve incuriosire e deve essere il più stringato possibile, anche per questioni di spazio (i famosi titoli a tutta pagina, cioè a nove colonne).
          Per tutti i motivi di cui sopra il TITOLO non ha -tra l’altro- bisogno di preposizioni.

          Ergo, il mio titolo MAI PERSA UNA FINALE, mai sarà messo in discussione da chi conoscesse quelle regole.

          Ps Mi scuso (come vedi mi scuso) col resto della compagnia, costretta a leggere le nostre stupide polemiche sulla “lettera dei testi”.

          • Senti un po’ so tutto io…il titolo e va bene passi pure sto cazzo de titolo…allora capiscione che non sei altro potevi specificarlo sotto…ma siccome che l’ignorante in questo caso, io in italiano, sei tu per quanto riguarda il calcio …quindi muro di gomma e stop.

          • PS
            Non sapevo che qui su si facevano titoli giornalistici…
            Mah !
            E tu giornalisticamente, come fanno tutti i giornalai hai scritto una cazzata.
            Aripunto !

      • PPS Dimenticavo: buona norma vorrebbe che il TITOLO fosse estrapolato da una frase del testo.
        Perfino questa regola è rispettata dal mio titolo.
        Studia. Non è mai troppo tardi.

        Buon appetito.

        • Ti ripeto…del titolo non mi frega un cazzo…tu hai scritto una fregnaccia…Mourinho di finali ne ha perse due una contro il Benfica quando allenava il Porto e una contro l’Atletico quando allenava il Real.
          Bona pennica

          • De Coccio proprio.

            E continui a confonderti, forse perché per te l’analisi di un testo è un muro troppo alto per le tue capacità:

            Mourinho ha detto:

            La finale di Champions è stata l’inizio della caduta?
            “Non lo so perché non ho mai perso una finale di Champions…(…).

            Capito quel fregnone di cosa sta parlando ?
            Sta parlando solo ed esclusivamente delle finali di CHAMPIONS.
            Cacchio c’entrano le due finali perse visto che sono altri tipi di coppe e coppette ?!

            Vai di nuovo dietro la lavagna. Ne abbiamo sentite troppe di fregnacce🤣

          • PS Ripeto per l’ennesima volta e armato di pazienza: il mio titolo non era “apodittico”, cioè non era a se stante né conclusivo: stava alla sommità di un testo.
            Doveva solo attirare l’attenzione. Se vuoi sapere veramente come stanno le cose, devi leggere il testo, è quello che ti dirà tutto.

            Aggiungo. Nei testi giornalistici in genere si usa anche il “catenaccio” o sottotitolo, per illustrare altri particolari dello scritto.
            In un breve post su un blog francamente il catenaccio mi sembrerebbe una inutile ipertrofia.

            Buon pomeriggio.

            • Tu il catenaccio cel’hai in testa…quello che ha detto Mourinho potrebbe anche essere ma quello che hai scritto tu è agli atti…fregnaccia o fesseria.
              Ti sei sbagliato. Punto.

  15. I RICORDI DEL BARONE

    Campionato 2001-02 con 18 squadre al via, seconda giornata Atlanta-Juve 0-2 (Del Piero, Trezeguet).

    Il Campionato si avvia stancamente verso la fine e alla penultima giornata, quindi alla 33^, la classifica recita: inter 69, Juve 68 e Roma 67 fino alle ore 15,00 dell’ultima giornata, la 34^.

    ALREDEDOR DE LAS CINCO
    con una contentezza indescrivibile viene capovolta la classifica: la prima passa terza con 69 punti, la terza passa seconda con 70 punti e la seconda passa prima con 71 punti vincendo il suo 26° Scudetto.

    Buona giornata.

    • Però Moratti in un’intervista a Sky dichiarò che “se
      il 5 maggio, se non ci fosse stata quella banda di truffatori avremmo vinto con qualche punto di vantaggio”.

  16. LA DEA VOLTA LE SPALLE AL CRISTIANO
    ( mo devo stare attento pure al mio cazzeggio sui titoli)

    Pare che Sarri, al 99%, rinunci a Ronaldo.
    Il ragazzo non sta bene e gli serve per l’Atletico.

    Speriamo bene.

  17. I giornali francesi riportano,senza sarcasmo ma con velata ironia, che Cr7 non gioca con l’atalanta.

    Il fatto e’ che agganciano la notizia alla dichiarazione di Ronaldo stesso che affermo’ poco tempo fa che il suo obiettivo e’ giocare solo le internazionali.
    Basta dirlo e parlare chiaro.oltretutto e’ stato ospite a Villefrance mi pare, questa ultima estate.
    Buona continuazione

    Quindi serie A senza Ronaldo.

    • Quindi…?
      Fate un rapporto ingaggio/numero gare.
      Saluti attoniti.
      E che ce la faccia vincere….
      Saluti ,meglio se stamani mi sarei dedicato ad altro invece che alla stampa transalpina. Io mi incazzerei un petit peu al posto di Sarri.

    • Opss Villefranche-sur-Mer

  18. Boh … Questi calciatori che giocano solo nelle loro nazionali cominciano a scocciare.
    Se domani dovesse scendere in campo Khedira e non Ramsey, comincerei ad incazzarmi 🧐

  19. FATE LA GUERRA NON L’AMORE:
    In un’intervista odierna de “l’equipe” Antonio Conte ha stavolto uno degli slogan piú famosi della controcultura americana degli anni ’60:
    “Per me la competizione è una battaglia e quando si combatte non c’è alcuna ragione di ridere o di essere contenti: è questione di vita o di morte, solo uno dei combattenti resta in piedi e io faccio di tutto perché quell’uno sia la mia squadra. Sul sesso: Quando si gioca i rapporti non devono durare a lungo, bisogna fare il minor sforzo possibile. Per cui è meglio posizionarsi sotto il proprio partner. Preferibilmente poi con le proprie mogli, così non sei costretto a fare una performance eccezionale.

    Sulle parole di Conte, che hanno destato certo scalpore oltre all’indignazione delle mogli dei giocatori, si sono espressi altri personaggi del mondo del calcio:
    SARRI: I ra’azzi si devono divertire, al ‘ampo al letto, fa lo stesso. L’é una filosofía. Non ho ancora pensato uno schema per quando i gio’catori stanno colle loro ‘ompagne, ci sto lavorando ma molto dipende dalle ‘aratteristiche dei gio’atori e delle loro mogli… peró se al giorno dopo si gio’a, io ‘onsiglio direttamente la sigaretta del dopo…
    ALLEGRI: É molto semplice, sotto, sopra, ‘un fa differenza, ‘uando si tromba si tromba. Mogli, fidanzate, ami’he, l’importante é trombá, tanto poi in ‘ampo noi si gestisce e gio’ano gli altri. Se mi ‘hiedete una posizione senza dubbio la migliore e ‘uella del ‘avallo… mi ri’ordo Minnesota ‘olla su ‘avalla… e poi l’indomani vinceva, ‘orto muso, pero vinceva…”
    DE LAURENTIS: Queste merde pensano solo alla figa!!! Io glielo dico quando arrivano, ve la dovete scordá fino a giugno, ma nun c’é rispetto pe nnoi presidenti che ci mettiamo i sordi! Pure in ritiro li ho dovuti portá e me so scappati lasciandome er conto, eccheccazzo… glielo taglio l’uccello, si nun vincono sta domenica glielo tagliooo!

    • Ahahahahahah
      Quella di Allegri almeno sul sesso è la filosofia migliore🤣.

    • Però sto Conte che si spiaggia sul maccartismo calcistico, fa veramente sorridere 😁

    • PS. Le dichiarazioni dei personaggi citati nel post sono ovviamente inventate, tranne quelle di Conté che ha avuto il coraggio di dirle davvero…

    • PS
      Quello che Conte non sa, è che le energie, nel sesso, le disperdi eiaculando… se invece lo fai e non eiaculi, immagazzini energia vitale (leggere le teorie millenarie dei monaci taoisti…) questo dovrebbe consigliare da vero stakanovista !

      Il segreto di questi monaci, è quello di comunque provare il piacere orgasmico, pur senza eiaculare, quindi, senza disperdere la propria energia… così facendo, i monaci riescono ad avere sessioni sessuali moooooolto durature, senza stancarsi e divertendosi un casino … e menomale che so’ monaci !🤣

  20. “La Juve è uno dei leader nel calcio – il punto di vista di Elkann -, e il calcio è un settore in grosso cambiamento. Con l’aumento di capitale abbiamo assicurato alla Juve risorse e solidità per partecipare a questo cambiamento che sta avvenendo in Europa. La Juve potrà essere una delle grandi squadre mondiali di ieri e oggi, ma anche di domani”.

    Queste dichiarazioni sono forse il preludio ad un “grosso cambiamento” in casa Juve e come scrivono alcuni giornali spagnoli, uno potrebbe essere l’addio anticipato di Cristiano Ronaldo al termine della stagione, quelli francesi invece stanno probabilmente tirando la volta al Psg che deve risolvere la grana Neymar (deciso a tornare al Barcellona) e stanno forse pensando a CR7 come possibile sostituto, con Mbappe destinato forse ad un campionato più competitivo di quello francese. Senza voler riaprire lo spinoso confronto su quale sia al momento, fatta eccezione per il più seguito al mondo (quello degli 8 e 9 a 0 e il pubblico plaudente) restano nell’ordine la Liga e la Serie A, con la Juve che rispetto al Real Madrid potrebbe essere la controparte adatta per lo scambio, con un’offerta ovviamente congrua e magari anche superiore ai 100 richiesti dal Salisburgo per il sopravvalutatissimo attaccante norvegese Haaland.

  21. Cr7 non convocato dopo aver giocato in nazionale ed aver anche segnato. Ho qualche dubbio sul rapporto tra juve ronaldo e sarri, anche perché il mister nella conferenza è stato molto algido nel rispondere ad una domanda proprio su ronaldo.

    • Non inventiamo casi, luigis.
      Sarri lo ha spiegato: ha parlato con lui, che gli ha evidenziato nella seconda partita il dolore al ginocchio.
      E a questo punto hanno deciso di puntare alla partita di martedì con l’Atletico.

    • È anche vero che Ronaldo è quello che ha detto:
      “Fosse per me giocherei solo le partite della nazionale e quelle di Champions” 🤪

  22. Mi sbaglierò, ma ho la sensazione che domani a Bergamo potremmo avvertire più l’assenza di Cuadrado che quella di Ronaldo.
    Ultimamente il colombiano è diventato troppo importante per noi in fase di transizione …

  23. E visto che Conte ha smorzato le candele: buonanotte !😉

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web