La Juve deve crescere ancora.

 

 

Articolo di Alessandro Magno

Purtroppo non si può parlare di calcio in Italia. E’ un peccato perchè Atalanta e Juventus hanno dato vita a una partita combattuta e piacevole. Potevano vincere entrambe alla fine perchè la Dea ha fatto un ora veramente alla grandissima, mentre la Juve è stata devastante nel finale. Poteva uscire anche un pari se alcuni gol dei bergamaschi non fossero stati negati da Szczesny, De Ligt e De Sciglio. Neppure Gasperini si è lamentato dell’arbitraggio anzi ha detto chiaramente che non era molto d’accordo sul rigore assegnatogli in quanto in altre occasioni così non li avevano dati di conseguenza la regola rimaneva cervellotica. Niente. La polemica della settimana è un fallo di mano del tutto involontario di Cuadrado nella nostra metà campo, avvenuto un minuto e mezzo prima del gol. Fra l’altro l’Atalanta per una frazione di secondo ha pure riconquistato palla prima di riperderla in favore di Higuain. E’ un vero peccato che televisioni e giornali pompino a dismisura su questo argomento perchè avvelenano sempre di più il calcio, un calcio che in Italia è ormai senza speranza. Un po’ di anni addietro feci una petizione per far giocare la Juventus in un campionato estero. Resta ancora un mio sogno oltre che una provocazione. Sarebbe bello ma sono assolutamente certo che qual’ora la Juve sparisse dall’Italia entro pochi anni il suo ruolo verrebbe rimpiazzato da un altra squadra, nuovamente odiata e accusata di ogni malefatta. La verità è che l’Italiano non accetta la sconfitta. E’ sempre colpa dell’arbitro o del sistema o dell’allenatore o dei giocatori scarsi. Mai è merito degli avversari più bravi. La Juve vince da 8 anni cosa mai riuscita a nessuno. E non sono capaci di applaudire!

Fatta questa premessa proviamo a parlare della Juventus. La Juve contro l’Atalanta ha fatto un gran finale dimostrando al solito un grandissimo carattere. La squadra ha delle individualità forti non c’è nulla da dire. Ci sono molti dubbi sulla bontà del gioco. Il modulo con cui sta giocando Sarri secondo me è sbagliato. Bernardeschi non va bene come trequartista e adottare il modulo con il trequartista senza avere il trequartista buono non ha nessun senso. Qualcuno sostiene che per Sarri il trequartista è una specie di mediano avanzato. Non mi piace lo stesso. Questo è un modulo che penalizza in modo incredibile le fasce e oltretutto non abbiamo delle fasce fortissime. Soprattutto quando da un lato manca Alex Sandro. Inoltre la squadra con questo modulo continua a cercare di sfondare per vie centrali finendo di imbottigliarsi sempre di piùnel mezzo. Dei tre gol dell’Atalanta nessuno dei tre è avvenuto con tiki taka centrale. Il primo e il secondo ci sono stati cross di Dybala e Cuadrado dall’esterno destro, il terzo addirittura è arrivato con il più classico dei contropiedi. Non che mi faccia schifo il contropiede ma direi che è l’antitesi del tiki taka. Credo che la Juve possa migliorare iniziando con un cambio di modulo, con l’eliminazione del trequartista e tornando a un più classico 433 o 442. Inoltre credo che a Sarri fino ad oggi sia mancato il coraggio di perseguire le proprie idee. Far giocare sempre , quando c’è, e Khedira, è un rifugiarsi sul sicuro in nome del risultato. Questo abbiamo visto negli ultimi anni come sia un qualcosa che va bene finchè va, salvo poi presentare il conto alla fine quando si incontrano squadre veramente forti e che giocano. E mi riferisco alla coppa ma con l’Atalanta di oggi ne abbiamo avuto un assaggio.

La Juve stava dando segni di un buon cambiamento a inizio stagione ora in nome dell’equilibrio e del risultato Sarri sta diventando sempre più allegriano. Non ho nulla contro Allegri anzi l’ho sempre stimato, tuttavia per fare Allegri non c’era bisogno di prendere Sarri mi tenevo l’originale. Abbiamo preso Sarri credo per cercare di portare alla Juve un qualcosa in più o di diverso che dir si voglia che evidentemente i nostri già non sapevano. Se vogliamo evitare di fare la fine dell’anno scorso in coppa, bisogna fare un salto di qualità iniziando a far giocare giocatori con più tecnica, Ramsey e Rabiot e con più gamba e fisicità, Emre Can su tutti. Non ci sono altre strade da seguire. Oltretutto non si dice, perchè ad oggi siamo ancora in luna di miele con il mister, ma la campagna acquisti estiva al momento è ancora totalmente sconfessata se si eccettua De Ligt che probabilmente senza l’infortunio di Chiellini sarebbe ancora una riserva. Era una delle mie preoccupazioni su Sarri, quella di far uso dei soliti 15 stile Conte. Anche questo non mi sta piacendo. Alla Juve c’è una rosa importante con giocatori importanti e costosi. Usala.

  1. TUTTO MARTEDÌ

    Inutile girarci intorno…si gioca male. Punto.

    Il primo giocatore nella classifica cannonieri non ha segnato nemmeno la metà di Ciro Immobile, i goal di Higuain, primo cannoniere della Juve e Dybala non arrivano ai goal di Ciro…

    Però leggo che Sarri non li fa giocare mediani.
    Mamma mia quante stronzate che devo leggere (queste si che sono stronzate, sono da solo senza l’aiuto di nessuno e le rimarco da solo le stronzate che leggo).
    Io scrivo che anche lo scorso anno Higuain era sotto la guida di Sarri e qui si scrive di mediani…
    Eppure il paragrafo non sta giocando…mah !

    #finoallafine

  2. Ottima disamina di un quadro generale abbastanza confuso Ben.
    Sul modulo sono d’accordo.
    Se non hai il fuoriclasse come trequartista è un modulo che non va.
    Avevamo iniziato il campionato col 4-3-3 che copriva tutto il campo … Invece ora siamo monchi e proprio sulle fasce gli avversari ci mettono in imbarazzo.

    E come ha scritto luigis, questo Dybala deve giocare dal primo minuto.
    È in una condizione psicofisica straordinaria.

    Tutta l’Italia juventina si sta chiedendo perché giochi titolare Khedira.
    Di Bernardeschi non ne parliamo proprio …

    Ho la sensazione che Sarri sia troppo timido.
    E questa non è affatto una cosa buona.

    • PS Come ho già detto giorni fa, Dybala, con la condizione attuale, potrebbe giocare pure ala destra davanti a Cuadrado. Così sarebbe anche libero di accentrarsi in fase di possesso per lasciare campo al compagno.

      • Alessandro Magno

        purtroppo non si rischia perchè davvero bisognerebbe metter il tridente in campo ronaldo higuain dybala e inserire muscoli a centrocampo emre can per reggerlo

  3. TIFOSI SCATENATI PER LA TELECRONACA DEL MATCH SU ‘SKY SPORT’ DI ATALANTA/JUVENTUS, MINACCIANO DISDETTE E CHIEDONO CHE I DUE VENGANO RIMOSSI DA TALI INCARICHI. LA LORO FAZIOSITA’ HA SUPERATO IL LIMITE MASSIMO DELLA DECENZA, OLTRE A STORPIARE I NOMI DEI GIOCATORI DELLA JUVENTUS, NON HANNO ESITATO A DENIGRARLA, MANCANO DI RISPETTO, SONO DEGLI INCOMPETENTI E LO FANNO CON I NOSTRI SOLDI. DIANO QUESTI INCARICHI A GENTE SERIA E COMPETENTE. NOI NON LI VOGLIAMO, VADANO NELLE TV LOCALI

    Dal Web

  4. Kris
    a rakitic ci avevo pensato anch’io pur avendo 32 anni e su allan potrebbe essere un ottima idea visto il casino che è scoppiato a napoli.

    • Del primo si potrebbe sfruttare, oltre alle indubbie qualità, la voglia di dimostrare di poter stare ancora ad alti livelli. È avvelenatissimo col Barcellona.
      Allan porterebbe dinamismo, grinta e qualità certamente superiore a quella di Matuidi.
      Comunque andrebbe sfoltito l’attuale reparto e su Can la penso come dici tu sotto. Alle giocate che hai segnalato aggiungerei una ripartenza che gli era stata gentilmente offerta dagli avversari e che ha sprecato da dilettante.
      Fossi in Paratici inizierei anche a pensare in qualche possibile trattativa dove inserire Rabiot la prossima estate…
      Preferirei che passassimo alla politica del pochi ma buoni.

  5. Ben
    come ho scritto nell’altro editoriale penso che il reparto che deve essere migliorato sia il centrocampo. Khedira è a fine corsa ma non mi sembra che can possa essere il suo naturale sostituto: ieri ha dato un po’ di fisicità riuscendo a tappare la falla sulla destra ma io ricordo due dribbling andati male dove l’atalanta è ripartita, un tiro simile a quello di berna e un passaggio in orizzontale a centrocampo che neanche nelle scuole calcio fanno.
    Lo stesso ramsey mi sembra e spero di sbagliarmi un buon giocatore e nient’altro e rabiot è un’incognita.
    Sul modulo ho dei dubbi: un 4-3-3 terrebbe fuori dybala ad ora un delitto! Poi i continui problemi fisici di costa depotensierebbe tantissimo questo modulo; invece io sposterei dybala sulla trequarti visto che comunque già ora gioca dove vuole e spazia per tutto il campo.
    Insomma proverei in campo dybala, ronaldo e higuain.

  6. LECCE-CAGLIARI NON SI GIOCA

    L’arbitro Mariani chiama i due Capitani e facendo le prove se il pallone rimbalzava decide per il no.
    Evidentemente non viene dalla scuola di Rimini.
    Resto collegato su sky1 e vedo in studio insieme a Condò l’avvocato Coccia…quello che faceva parte dei tre saggi ai tempi del 2006.

    I ricordi sono ricordi ma questi per il sottoscritto sono indelebili…e ricordo, ricordo, ricordo…

    Dopo la revoca dello scudetto 2006 alla Juve, Rossi, nella sua qualità di commissario della Figc, chiese un parere a una commissione composta da tre saggi: il professor Pardolesi, l’avvocato Coccia, e il membro Uefa Aigner.
    I tre spiegarono la possibilità di assegnare lo scudetto ai nerazzurri, sempre che a seguire non si fossero ravvisate irregolarità nel comportamento del club stesso, rimettendosi comunque al potere decisionale che in merito aveva la Figc. Senza entrare nel merito delle dichiarazioni rilasciate da Rossi, va ravvisato che l’allora commissario della Figc aveva comunque un potere decisionale sulla questione e volendo avrebbe anche potuto opporsi e non assegnare il titolo.
    Adesso tutti e tre i saggi sostengono che fu un errore assegnare quel titolo all’inter.

    Mi rintrona nel cervello questa frase: …sempre che a seguire non si fossero ravvisate irregolarità nel comportamento del club stesso, …
    E cioè al club a cui è stato assegnato quello scudetto vinto da un’altra squadra sul campo.

    Saluti incazzati ma sinceri.

  7. IL TUTTOCAMPISTA

    @luigis
    La penso uguale uguale a te.
    Giocare a tre davanti che poi come dici tu Dybala a tuttocampo sarebbe una manna.
    Ovviamente non con Khedira che in mezzo al campo cammina, poi abbiamo un de Ligt sempre più padrone della difesa, un Cuadrado quattro polmoni e Sandro sulla sx…si credo proprio che si possa fare.
    Mi auguro che Sarri aspettasse proprio il momento buono degli uomini più importanti…mi riferisco a quelli di centrocampo se girano loro non ci sono problemi.
    Ciao

    • Barone noi siamo più che convinti purtroppo è sarri che non lo è. Ha sempre sostenuto che i tre insieme si sarebbero potuti vedere in frangenti particolari e in determinate circostanze.
      Un saluto.
      ps è sempre un piacere leggere il tuo archivio storico 😮

    • Non lo so caro Barone.
      Sarri ad oggi mi ha deluso. Ti confesso che mi aspettavo ben altro. Una Juve simil City tanto per esemplificare.
      Purtroppo c’è questa juve qua che a quanto pare nessuno riesce a far giocar bene.
      Ho visto il City, il Liverpool, altro calcio, altra roba.
      Mi sto disilludendo, mi sono stufato.
      Neanche Ronaldo fa più sognare.
      Tirerò sempre Juve, mi sa però che guarderò la premier, e le nottate in bianco-nero saranno rare e non la regola.

      PS
      Tanto lo sai che all’una di notte di Delhi sarò regolarmente collegato

  8. Ben
    questa volta concordo su tutto!
    Ma proprio tutto.
    A questa Juve quindi sta mancando Sarri?
    Si, ma non proprio, mi spiego.
    Ci aspettavamo di vedere un calcio da premier, calcio che c’è stato a sprazzi.
    Purtroppo ci siamo ritrovati con una Juve simil-Allegri .
    Con la differenza però, che quelli forti non sono scoglionati e sono apprezzati ed hanno trovato un loro posto.
    Parlo di Cuadrado, Dybala, Higuain.
    Più o meno la rosa in media rende di più.
    Anche Bonucci gioca meglio.
    Non solo, Dybala non viene sgridato quando segna, come quando regalò il passaggio del turno sul Tottenham.
    Insomma la squadra va decisamente meglio, se poi il mio allenatore non mi manda al circo io sto decisamente meglio. Avesse poi vinto la Champions dico io… disse per vincerla ci vogliono Ronaldo o Messi…. ecco, appunto, avendo Ronaldo manco in finale è arrivato.
    Tornando a Sarri, si oggi manca Sarri. Manca il gioco mancano tante cose.
    Mi dicevo, aspettiamo l’autunno, aspettiamo il Natale…..
    Aspetteremo la primavera!
    Basterà?

  9. THE CHAMPIONS

    @Luca
    Azz, ricordi perfino che Dybala è stato sgridato.
    Forse lo sta facendo anche Sarri a tutti, infatti contro la Dea non abbiamo subito il pareggio perché più attenti…dovresti pure ricordare quando subimmo il pari dell’Ajax…
    Ronaldo lo abbiamo anche quest’anno con la aggiunta di centrocampisti affermati…lo scorso anno non siamo arrivati in finalebper i troppi acciacchi e con il centrocampo che sta giocando ora e anche peggio…Pjanic non era al meglio, Khedira con un Mondiale alle spalle che non stava nemmeno in piedi almeno quest’anno cammina…però avevamo Emre Can.
    È vero, ma è arrivato acciaccaticcio, qualche periodo è passato per recuperarlo, inserito in squadra ha fatto intravedere le sue capacità…beh, finalmente abbiamo trovato chi serviva.
    Bum, fermi tutti, anzi no…Emre Can deve essere operato alla tiroide.
    E poi c’era quello che non si capiva se era biondo o moro…ma perché Sarri lo sa di che colore ha i capelli questo brasiliano ?
    Finì la storia della scommessa di quella Champions.

    Tu tornerai a guardare la tua Juve meglio di come hai fatto ora…io ho riposto una fiducia in questa squadra…lui non deve far giocare più quelli che attualmente litigano col pallone.
    Rischia Ramsey, rischia Rabiot e Emre Can …passato il turno riinserisci Emre in lista.

    Non è come lo scorso anno, gli uomini ce li ha, deve solo fare la formazione.
    Ciao

  10. LEGGENDO IN GIRO MA MI FACCIO I CAZZI MIEI

    “Pure tu inizi a far commenti trasversali?
    Giocavano mediani si, la priorità era difendere, 60 metri di campo non interessavano, c’era il lancio per il paracarro tanto”.

    Io non ho mai giocato trasversalmente, non sapevo nemmeno fare una diagonale, preferivo scartare pure i paletti delle porte…attaccavo solo.

    Caro Andrea, forse ti confondi con qualche altro, non parlo dietro e non faccio comunella con nessuno, specialmente con i Pezzi di Kacca.
    Alt, fermati, ti precedo: ognuno è libero di scrivere e fare quello che vuole.

    Passiamo alla Juve che è l’unica cosa che conta, non ho detto vittoria, che in questo momento è stata quello che ha contato di più.
    Ripeti giocavano mediani…parli di Higuain e Dybala.
    Il primo, ribadisco giocava nel Chelsea dove c’era Sarri, Dybala per recuperarlo perché si era perso mentalmente lo faceva giocare libero da ogni impegno…come lo sta facendo giocare ora Maurizio.
    Ronaldo non credo proprio che avrebbe potuto subire delle imposizioni di gioco…lo avesse subito sarebbe finito da un pezzo.
    Torno a ripetere che in due non superano i goal segnati da Immobile e tutti e tre messi assieme sono pari a quelli di Ciro con i nostri un solo goal in più.
    E tu dici segnano ?
    Ma come possono segnare se i centrocampisti nostri non giocano a pallone e giocare con due in meno è dura per chiunque.

    Cosa avresti scritto se fosse rimasto l’ex. Onestamente.
    Ah si…il culo.

    • andrea (the original)

      La responsabilità che addebito a Sarri è proprio quella di schierare i Khedira e i Matuidi così come la addebitavo ad Allegri.
      Io sono anti o pro qualcuno, sono a favore del gioco evoluto, europeo, offensivo. Se non lo vedo lo dico a prescindere da chi siede in panchina.
      L’unica differenza è che mentre Allegri ha scelto di giocare male, penalizzando progressivamente di anno in anno la qualità con scelte come Mandzukic oltre a quelle sopra, fino al punto che non ne potevo più, Sarri come idea non ha quella di giocare male, è arrivato da poco, dunque almeno una speranza me la lascia ancora, una Juve diversa si è vista nelle prime partite, quella successiva è stata in calando ma comunque migliore nel gioco rispetto a quella dello scorso anno, quella delle ultime 2 partite è stata un orrore, al netto del fatto che con l’Atalanta è l’unica vera partita seria del nostro campionato, l’unica in cui si può andare in difficoltà.
      Ma se va in difficoltà schierando Khedira, De Sciglio ecc..per me le responsabilità son pure dell’allenatore. Se schieri gli attaccanti e i giocatori tecnici e vai in difficoltà invece, ci sta che sia merito dell’avversario.
      Cosa avrei scritto se ci fosse ancora Allegri l’ho già scritto: sabato è stata una culata, non c’entrano i cambi, non c’entra il calo della Dea, non vi era alcun segnale che si potesse ribaltare la partita. Culo come tante volte ha detto culo ad Allegri.
      Se dico “culo” ti dà fastidio, se non lo dico mi chiedi cosa avrei detto con Allegri in panchina..insomma mettiamoci d’accordo.
      Io giudico la partita per quello che vedo, non per chi allena, a me non interessa di difendere da pseudo attacchi esterni sostenendo teorie di killer istinct, squadra che non molla mai e altre menate per spiegare una partita ribaltata senza nulla di tutto questo..la squadra era morta, come lo era con Allegri in tante partite raccattate.
      Gli altri facciano come credono, tanto comunque resta loro solo quello, visto che competizione non c’è, avversari al momento neanche.

      Ciao

      • Andrea,
        Sono in gran parte d’accordo con quanto dici, in particolare sulla mancanza di gioco perché se giochi meglio riesci anche ad eludere la pressione forsennata dell’avversario ed infilarlo.
        Invece, anche se non m’infastidisce che si faccia, sono un po’ restío a parlare di fortuna. Non credo si sia vinto per quello. Il calo dell’Atalanta é un fatto oggettivo che si é verificato in quanto é molto difficile per loro mantenere quei ritmi fino al 90′.
        Venuto meno quel furore la maggior qualitá individuale dei nostri ha avuto la meglio in maniera quasi naturale visto che i nerazzurri non sono neanche particolarmente solidi a livello difensivo.
        Credo vada anche riconosciuto un po’ di merito per aver provato a creare pericoli anche dopo il pareggio, in un momento in cui ci avremmo potuto anche rallentare per assicurare un punto che sembrava oro.
        Insomma, non si é vinto sicuramente per il gioco ma penso che il culo abbia sempre un ruolo marginale.

        • Certo Kris, anche perchè è una contraddizione in termini parlare solo di fortuna nel momento in cui, corretti gli errori di formazioni iniziale, con più qualità in campo la Juve ha dato un’evidente dimostrazione di superiorità tecnica che le ha permesso di ribaltare il risultato e vincere meritatamente la partita.

        • andrea (the original)

          Higuain segna con un tiro innocuo deviato in un momento in cui l’Atalanta dominava come aveva dominato prima. L’unica fase in cui la Juve non è stata piallata è il primo quarto d’ora, che mi era piaciuto, sembrava la replica di S.Siro.
          Quindi con una Atalanta ancora fresca.
          I cambi c’erano stati e non era mutato lo scenario, chiaro che io i giocatori tecnici li voglio sempre in campo ma Sabato non era cambiato il gioco con loro.
          Dunque se non vogliamo chiamarla culo chiamiamola casualità, qualcosa di esterno alla partita, esattamente come dissi a parti inverse contro il Napoli che rimonto’ 3 gol senza nemmeno sapere come.
          E se ti chiami Atalanta (non Real), hai massacrato la Juve e ti ritrovi 1-1 in modo fortuito ci sta che la psiche possa subire un contraccolpo. Ed è altrettanto chiaro che una Juve ringalluzzita cerchi di fare il secondo, lo trovo inerziale. Certo, a volte lo scorso anno non accadeva di cercare il secondo nemmeno in un quadro psicologico favorevole, questo se vogliamo può essere un merito sabato ma mini mini mini mini.

          • Ecco, sulla deviazione si apprezza sicuramente la componente del caso. Poi, annusato il sangue, abbiamo finito la preda anche se non grazie ad un’organizzazione di gioco. Dybala con una pressione alta aveva creato anche un’altra ottima occasione per Higuain.
            Dai, comunque sono riuscito a strapparti un merito anche se mini, mini, mini , ahahahahah
            Ciao

            • PS Le vittorie ottenute senza una base di gioco alla lunga risultano effimere, perché capiterá un calo degli interpreti o di incontrare avversari del tuo livello ed allora ci sará piú possibilitá che arrivino le batoste, soprattutto in coppa.
              Peró credo che non sia il cammino che voglia seguire Sarri e questo mi da fiducia nonostante le brutte prove alle quali abbiamo assistito e delle quali salviamo poco piú che il solo risultato.

              • andrea (the original)

                Anche a me, più che fiducia direi speranza, perchè Sarri non vuol giocare male per scelta e in alcune occasioni si è vista una Juve esaltante.

            • andrea (the original)

              Sai io non ho a cuore gli slogan, specie quelli che vorrebbero attribuire unicità quando di unico non c’è niente.
              Tutte le squadre lottano fino alla fine, specie le grandi, non vedo una Juve diversa dal mondo, anzi in Inghilterra pure il Burnley non tira i remi in barca fin quando l’arbitro non fischia la fine.
              La Juve rispetto ad altre ha giocatori superiori che spesso la ribaltano e fanno sembrare questa cosa una attitudine caratteriale unica quando in realtà è solo ed esclusivamente tecnica.
              11 Andrea non mollerebbero un centimetro ma perderebbero lo stesso.

              Ciao

      • andrea (the original)

        NON sono anti o pro

      • Ti quoto quasi in tutto Andrea, soprattutto quando dici:
        “Io giudico la partita per quello che vedo, non per chi allena…”, perché questa è l’unica base di partenza per chi guarda la squadra senza retropensieri.
        Perché siamo comunque nel campo delle opinioni, ma almeno si parte da una base logica.

        Non sono d’accordo invece sull’ultima frase:
        quest’anno l’avversario lo abbiamo anche in Italia.
        Conte darà l’anima al diavolo per rimanere attaccato alla Juve fino a Natale, e sperare nei rinforzi di Gennaio per poter dare il colpo di reni a Primavera sul nastro del traguardo.
        Perché sono convinto il suo vero traguardo maniacale è il campionato.
        Ed è entrato a piedi uniti perfino (inopinatamente)nella sfera sessuale dei giocatori per raggiungerlo. Ricordiamoci che lui la Juve la incontrerà solo un’altra volta.

        Ciao.

        • andrea (the original)

          Io però ho scritto “al momento”.
          Intendo che, come più volte scritto l’Inter in partenza non ha una rosa in grado di competere, Conte lo vedo più un limite sul medio termine che un vantaggio (noi siamo ancorati a quel primo anno fantastico della sua Juve ma è rimasta unica nel suo genere quella stagione), l’Inter già un paio di volte in questi anni si è trovata davanti fino a fine girone di andata ma poi i suoi limiti sono emersi, rispetto al Napoli di Sarri non gioca un calcio tale da attutire i limiti tecnici, anche se in Italia a volte una squadra di paracarri ancora ha la sua efficacia. Ha un grandissimo giocatore, Lautaro, poi basta.
          Insomma, non per scimmiottare Allegri (per carità) ma aspettiamo, se a Marzo sarà ancora lì dopo aver affrontato qualche partita difficile (per ora l’unica è stata con noi e sappiamo come sia andata, Napoli e Atalanta ad esempio le deve ancora beccare) allora potrebbe anche ricoprire il ruolo di avversario.
          Su Gennaio Luigi non so, io non ricordo squadre così rinforzate a Gennaio, specie se parliamo di squadre con ambizioni importanti; magari una che lotta per la salvezza trova l’acquisto che le cambia la stagione ma per le grandi servono grandi giocatori e di quelli a Gennaio non ne ho mai visti muovere.

          Ciao

          P.s. oddio è vero che siamo nell’era autoreferenziale ma tutto questo profilo da Rocco Siffredi in Conte, a sensazione, non lo vedo. Voglio vedere se uno di quei ragazzotti, quando la Diletta Leotta di turno gliela sbatte in faccia, sta a sentire le prediche di Conte.
          😀

          • Infatti il guru Conte ha sconsigliato le Leotta di turno prima delle partite indirizzando i giocatori piuttosto verso le loro mogli con le quali non si devono impegnare piú di tanto…
            Mica scema la Wanda che é scappata a Parigi 😎

            • andrea (the original)

              Immagino l’unanimità dei consensi tra i giocatori.
              Per carità, Conte è talmente megalomane, di quella megalomania tipica degli insicuri, che magari crede pure lo ascoltino..poi in realtà si fanno un video con dedica al loro mister: “tu hai solo federica”
              😁

              • Di sicuro con la Leotta sarebbe un bella lotta😅 … Ma veramente Conte se le chiama le pernacchie prrrrrrrrrr ahahahahahahah

  11. Posso solo parlare in generale non avendo vista la gara pur se,leggendo e parlando, ho le idee chiare.

    Credo che diverse cose da agosto non siano andate nel verso giusto. Ripeto sempre che quelli messi in uscita ora si fanno tutte le gare,ma non e’ questo il punto. Che raziocinio delinea questa cosa?
    Sarri: ha voluto continuare con Kedi e Matu,anche perche’ Ramsey ed il francese,alla fine, che garanzie danno? Credo in grossolani errori, Berna,la cessione di Emre ancora in essere e varie.
    Unica nota lieta DeLigt.
    Ronaldo segna poco,quando gioca. Serve piu’ ad impensierire che altro,e poi problemi di rapporti evidenti.non si puo’ nemmeno programmare versioni ufficiali sulle circostanze perche’ ne escono dichiarazioni contrastanti.
    Non e’ un momento ideale, se vinciamo lo stesso,fino ad ora, e’ un miracolo.
    Preoccupa un po’ il futuro e forse,anche un po’ la gestione per affrontarlo.continuano gli afflussi in infermeria e gioco non se ne vede e manco,paradossalmente,segnali di reazione su questo argomento.
    Manca anche, e vengo a Sarri, la duttilita’ nelle scelte di campo.Forse potremmo fare meno fatica…

    Insomma,o e’ un periodo di transizione,oppure non ci stanno capendo molto,e parlo di tutti.

    • Mauro the Original

      Tino

      La situazione non è delle più felici, i tanti infortuni sono una costante nonostante il cambio allenatore.
      Ciò mi fa pensare che il problema derivi dal fisico di ciascuno piuttosto che dai metodi di allenamento.

      Un dato positivo va però riscontrato: mentre con Allegri il secondo tempo era per noi una tragedia, subivamo sempre una rimonta e a volte pure il sorpasso, ora la situazione si è invertita in quanto siamo noi a rimontare spesso il risultato e ribaltare la situazione.

      Sul gioco espresso in campionato non mi preoccuperei, aspetterei la prossima partita di coppa per dare dei giudizi.

      Sappiamo che Sarri è un volpone e mi attendo una partita completamente diversa da queste. Abbi fede

      • Mauro
        e’chiaro che le mie sono considerazioni e non giudizi tout-court.

        Penso anch’io che una specie di indicazione la ricaveremo da martedi.

        ma innegabilmente qualche traccia di confusione la dobbiamo rilevare, pur avendo fiducia su una remissione da questa situazione.
        ciao

  12. QUELLI DEL SUD-EST

    Da Lecce una bella notizia di calcio e sport.
    I tifosi del Lecce, dopo l’annuncio del rinvio della partita (oggi, ore 15), sono andati nel settore dei nostri tifosi per offrire loro ospitalità per la nottata di oggi.
    Complimenti.
    A comunicarlo è stato il presidente del Lecce.

    Chapeau !

  13. IL CONFRONTO

    Il totale fa la somma: dei 39 punti in palio delle prime 13 giornate oggi ne abbiamo ottenuti 35 con un -4 che in un campionato come il nostro e dopo aver incontrato la più forte in senso assoluto mi pare un risultato ottimo.
    Culo ?
    Non saprei, però se questo si chiama culo quello dello scorso anno con 2 punti in più rispetto a questo campionato come lo dovremmo chiamare ?
    Furto.

    Non mi meraviglio, lo dicono quelli che ci odiano, mi preoccupo invece se lo sento dire dai tifosi juventini…gli anti allegriani lo scorso anno, gli anti sarriani quest’anno.

    Buongiorno

    • Non era culo l’anno scorso e non lo é quest’anno.
      Trascorso il primo terzo di campionato l’aspetto negativo é che il cambio che ci si aspettava lo abbiamo solo intravisto in qualche scorcio. Il positivo é che manteniamo il ruolino di marcia quando molti avevano previsto una partenza ad handicap dovuta al cambio in panchina.
      Direi che non possiamo lamentarci.
      Buongiorno Barone!

      • Beh, direi proprio di no. Che non possiamo lamentarci intendo…

      • Ciao Kris
        Perdonami, forse non si è capito…non leggerai mai scritto da me che la Juve ha vinto per culo…quel titolo dei testicoli rubati a Bartolomeo di Bergamo altro non era che un cazzeggio…appunto il titolo non dice tutto…come sai poi c’è il catenaccio…io sono ignorante.
        E guai a te se scrivi che il Barone ha ragione.
        😎😜

    • caro max
      se mi hai letto avrai sicuramente capito che non parlavo di risultati, ma di contesto generale.quindi penso di non rientrare nel gruppo dei tifosi che hai citato.

      • Ciao Tino
        Porco cane, è dall’anno scorso che parliamo di questo centrocampo…quello che sta facendo giocare anche Sarri…inadeguato.
        Il povero Pjanic arriverà ad un punto che scoppierà…senza un supporto adeguato.

        Però sono fiducioso…basta mettere gli uomini al posto giusto e gli uomini giusti.

    • Quest’anno le aspettative erano diverse in termini di gioco, avendo cambiato allenatore.
      I risultati fin’ora sono più o meno gli stessi, epperò pure il gioco è “praticamente” quasi lo stesso.
      È quest’ultima è una cosa abbastanza deludente per la schiera di noi “prestazionisti”.

      Sulle critiche: quelli che per comodità chiamerò “risultatisti” non capisco cosa abbiano da criticare. Praticamente la Juve sta viaggiando come lo scorso anno, anzi no, ora è pure imbattuta.

      Noi “prestazionisti” invece siamo abbastanza delusi, così come lo eravamo lo scorso anno, da un gioco che latita.
      E mi pare lo stiamo dicendo senza problemi. Ci eravamo dati la scadenza di dicembre. Aspettiamo.

      Conclusioni: quelli per cui “il risultato è l’UNICA cosa che conta”, dovrebbero aspettare le sconfitte per criticare, così da essere coerenti col loro credo.
      O no ?

      Chiarisco: la mia non vuol essere assolutamente una polemica, ma uno scambio di pareri. Ergo mi piacerebbe si evitasse in eventuali repliche la parola “cazzate” (che tra parentesi diciamo tutti 🤣).

  14. kris
    scusa se mi intrometto ma ho spiegato nel mio post,che qualche inconveniente lo vedo dalla gestione generale,un po’arruffata…
    SPERO sia transitoria.

    • Non c’é dubbio, Tino, che sia stata un’estate confusa.
      Bisognerebbe essere dentro per comprendendere le situazioni che si sono create.
      Dall’esterno l’impressione é che a Sarri andasse bene , per esempio, la permanenza di giocatori come Dybala e Higuain peró che si sia un po adattato su altre situazioni entrando nella Juve in punta di piedi come fatto dal suo predecessore e lasciando certe decisioni alla dirigenza.
      L’augurio é che cresca la coordinazione e che si chiariscano le idee sulle necessitá della squadra e dell’allenatore.
      La questione Ronaldo non mi preoccupa piú di tanto in quanto la ritengo piú che altro montata dai media.
      Mi preme di piú capire se il materiale a disposizione possa permettere all’allenatore di sviluppare le sue idee o ci obbliga a proseguire sulla falsariga dell’ultima stagione.
      In quest’ultimo caso lamenteremmo un’occasione di crescita persa.

  15. Io credo semplicemente che se vinci in rimonta 1, 2 partite al limite si può parlare di c.lo. Se in ogni anno ne vinci diverse significa che sei forte e hai anche un gioco che può piacere o no ma un gioco ce l’hai.

    • andrea (the original)

      Hai solo giocatori che inventano giocate da soli.

      • Non è assolutamente vero e tu lo sai e sai anche che rispetto le idee di tutti ma quando secondo me uno scrive una puttanata glielo dico e tu l’hai scritta amico mio. Capita anche ai migliori eh, niente di male.

        • Andrea (the original)

          Io mi metto pure in discussione ma dopo aver letto i tuoi peana sulla qualità del calcio italiano e del gioco di Allegri consentimi di non ritenere attendibile la tua definizione “puttanata”
          😉

          • Andrea mi pare che sei stato tu il primo a dire che se si gioca bene aiuta a vincere. Qua c’è una squadra che d 8 anni stradomina e ha ottenuto anche grandi risultati in Europa ma tu sei fermo all’Aia. Vedi tu chi dice puttanate. Almeno le mie sul calcio italiano e Allegri sono appunto le mie. Tu hai scritto della Juve che ha solo individualità. Credo che la cosa sia diversa non credi? E cmq se dico puttanate io ci sta. Uno come te un po’ meno, consentimelo.

            • andrea (the original)

              In un paese in cui giocare male è un orgoglio (una persona piuttosto seguita e rispettabile, prima di Atalanta-Juve, ha scritto che era felice perché era certo di vedere una partita di quelle sofferte e “sporche”, palle in tribuna e calcioni come piacciono a lui) si vince anche giocando male se sei nettamente superiore.
              In Europa giocare sempre peggio ti porta a figure come quelle con l’Ajax.
              Per quanto riguarda le puttanate no, intanto siamo uguali, parliamo di una roba stupida come il calcio (solo uno qui si è convinto che la calciologia sia una scienza); semmai il termine lo hai menzionato tu, io ho solo detto che per farlo bisogna essere credibili e i peana sulla qualità del calcio italianista non depongono a favore della credibilità, visto che il fallimento del calcio italiano è ammesso pure dai dirigenti e dagli addetti ai lavori del calcio italiano.

              • Ecco, dal mio punto di vista proprio il fatto che i dirigenti stessi dicono male del calcio italiano a livello personale mi convince ancora di + della bontà invece del nostro calcio. Andrea, in Europa qualche brutta figura l’abbiamo fatta ma sono moltissime di + le belle figure. Non puoi negarlo. Come si fa ancora a dire male sul gioco di una squadra che vince sempre. Sono 3 anni e mezzo che si dice che continuando così prima o poi…ma questo prima sta diventando sempre + poi. È x questo che ti ho detto che x me le tue sul gioco sono puttanate e ti ripeto, dispiace xché dal mio punto di vista ne sai + di molti addetti ai lavori.

  16. E chi si lamenta? Quando la Juve vinceva con Allegri si diceva che erano i colpi estemporanei dei campioni a farla vincere, quindi con gran botte di culo ( ricordo particolarmente una vittoria contro l’Inter ed una contro il Totthenam che facemmo sfogare come il topolino che alla fine venne inghiottito dal gatto cattivo).
    L’altro giorno, finalmente avviene contro la Dea che la Juve vince sempre per la solita botta di culo perchè ha d’avanti Higuain e Dybala.
    Forse è il caso di mettersi d’accordo e capire che qui non esiste quello che si chiama fortuna, o in volgare culo, ma che si vince perchè oltre ad essere più forti degli avversari, quelle occasioni per poter segnare, in qualche modo sono ” state edificate” come delle costruzioni reali.
    Ricordo che quaranta anni addietro nei discorsi da bar, gli amici tifosi delle milanesi mi dicevano che la Juve vinceva perchè la Juve aveva Zoff in porta che faceva la parata del secolo e che quindi permetteva alla Juve di non perdere.
    Rispondo come allora, Zoff faceva parte delle Juve perchè arruolato in quella squadra e pagato pure più degli altri proprio per fare il suo dovere, ed essendo più bravo ci si aspettava che le sue prestazioni fossero di maggiore spessore. Così è oggi, dove addirittura possiamo osservare le prestazioni di Cr7 che è un fuoriclasse al di sopra di ogni sospetto.
    Non parlerò di divisioni che mi sembrano cavolate ( così non uso il volgare che non gradisce Luigi) 😀 tra prestazionisti e risultatisti, perchè è impossibile poter vedere la stessa partita più di una sola volta nella vita, e meno male che sia così, sennò sarebbe una noia pazzesca.
    Molte le variabili che di volta in volta cambiano, basti vedere come l’infermeria si riempie e si svuota senza guardare in faccia se si tratta di un difensore di un centrocampista o di un attaccante ad esempio, e meno male che questa squadra ha almeno un doppione della stessa qualità per ogni ruolo, sennò staremmo anche a parlare di altro.
    Poi c’è l’apprendimento di ogni componente del gruppo ed il suo trasferimento nel sapere interpretare il nuovo ruolo nel contesto di squadra nonchè l’adattamento tattico nel saper reagire alle contromosse della squadra avversaria che cambia di volta in volta.
    Troppo semplice dire, siamo i più forti quindi dobbiamo imporre il nostro gioco e chi se ne frega dell’avversario.
    A bocce ferme e dopo 48 ore dalla partita di sabato sera, possiamo dire tranquillamente che la Juve per 70 minuti è stata soffocata da un pressing asfissiante e fatto benissimo dall’Atalanta, che non ho visto giocare come in altre circostanze in modo spigliato tra l’altro, ma in modo più attento e tattico del solito.
    Nell’ultimo quarto d’ora, la Juve, punta dal risultato sfavorevole, ha iniziato a giocare per cercare di riprendere la partita e non si tratta di fortuna o meno, l’Atalanta sino a quel momento aveva giocato una partita oltre le proprie potenzialità fisico/tecniche e di concentrazione, pertanto era quasi normale che non avrebbe retto la reazione, anche se scomposta ( sino ad un certo punto, visto la linearità delle azioni da goal sviluppate) Juventina.
    Io sono ottimista perchè sono consapevole che questa Juve ha dentro dei calciatori oltre la media e poi nonostante un certo scetticismo iniziale verso Sarri credo che abbiamo un buon tecnico, meno “talebano nelle sue convinzioni” di quanto credessi. Sapersi modestamente adeguare ai giocatori che di volta in volta ha a disposizione ( per gradi di forma e tecnica ovviamente) è sintomo di maturità non di spregiudicatezza che ti porta poi a non portare a casa il risultato che sarebbe il fine assoluto di tutto.
    Verranno partite più belle, ne sono certo, ora accontentiamoci di non aver avuto cali e di essere in testa al campionato.
    Mi auguro che le squadre che puntano alla champions si sveglino perchè ora le partite facili per la nostra più seria inseguitrice ( aiutata dal calendario) sono finite.
    Intanto domani godiamoci la nostra squadra in champions.

    • antony,
      Ricordi la partita di Londra e probabilmente esiste piú di qualche punto in comune con quella di sabato. Causualitá vuole che anche i protagonisti della rimonta siano gli stessi.
      Ma io credo, giá ne parlammo, che non ci siano stati gatti o topi né a Londra né a Bergamo.
      In entrambe le partite le difficolta a risalire il campo ed a creare occasioni sono state reali, non frutto (secondo me) di una tattica predisposta a far sfogare l’avversario.
      Anche a Bergamo i difensori si sono immolati col corpo su qualche conclusione a botta sicura limitando il passivo.
      Ed anche a Bergamo la qualitá degli interpreti ha permesso di sfurttare a pieno quel poco che é stato concesso dall’avversario.
      Insomma, due partite se vogliamo simili in cui siamo stati messi in serie difficoltá dal ritmo degli avversari ma che abbiamo portato a casa senza il merito della qualitá del gioco ma con alter virtú come la tenacia e le qualitá individuali di alcuni interpreti.

      • Kris hai mai visto il più grande incontro di pugilato tra Foreman e Clay? Beh, quell’incontro ti fa capire chi è il gatto e chi il topo. Clay da incassatore fece sfogare Foreman sulle sue braccia finché non rimase senza più fiato e forza. Poi leggerò come una farfalla due juppertup e via al tappeto. Se hai una grande difesa ( ed hai acquistato quest’anno pure per 75 milioni il top) metti in evidenza la tua forza difensiva e poi fai partite le tue punte migliori che quando vedono un pertugio non si tirano di certo indietro. Le partite con il totthenam idem con patate, anzi le misure le avevano prese subito, perché a Torino non chiusero la partita dopo solo 15 minuti sbagliando un calcio di rigore e la Juve non si trovó subito sul 3 a0. Fu la stessa Juventus con supponenza a rimettergli in gioco i topini del caso😂😂😂

        • Si, ho visto l’incontro, anche se non in diretta😅. Paragone affascinante ma faccio fatica ad accostare Alì-Foreman con le partite di cui parlavamo. Capisco il concetto che vuoi esprimere, ma ritengo che la Juve in nessuna delle due occasioni avesse nulla da attendere. Col Tottenham partivamo in svantaggio per il 2-2 a Torino e poi andammo pure sotto, dubito che fosse tutto previsto per poi sfruttare i 5 minuti di distrazione degli inglesi, che tra l’altro a differenza di Foreman finirono la partita in attacco sfiorando anche il gol.
          A Bergamo invece siamo partiti bene, quindi non in attesa, solo che poi ci hanno preso le misure ed abbiamo sbandato parecchio…
          Comunque è stato piacevole ricordare lo storico combattimento di Kinshasa😉

      • andrea (the original)

        E’ una battaglia persa, lui ormai deve dire questa cosa del gatto col topo, tanto mica qualcuno lo vede mentre guarda la partita e la Juve è presa a schiaffi.

    • Premessa. Le differenze tra tifosi sul modo di vedere il calcio ci sono eccome. Non chiamiamole divisioni, ma ci sono, è una diversità filosofica di interpretare il calcio e forse pure la vita.
      Insomma si vede bene -anche qui- chi sono i “prestazionisti” e chi i “risultatisti”, non ce ne scandalizziamo mica.
      Il problema è quando su queste differenze si ergono barricate ideologiche.

      Sul “gatto e il topo”: sono d’accordo con Kris, la Juve (il presunto gatto) non ha scelto di penare col Tottenham, come non lo ha scelto con l’Atalanta.
      Nell’uno e nell’altro caso ha dovuto aspettare che finisse di grandinare calcio, per mettere la testa fuori dalla propria metà campo.
      E alla fine la coppia HD con le sue giocate ha fatto la differenza, oggi come allora.
      Il “gioco” inteso nel senso canonico del termine è ovviamente altra cosa.

      La sofferenza contro una squadra di mentalità europea si è vista anche nel numero delle occasioni avute, molto diverso dalle recenti partite in cui la Juve aveva sprecato molto: oltre i tre gol mi pare di ricordare solo un altro tiro degno di nota.

      • andrea (the original)

        Se qualcuno scegliesse di farsi prendere a schiaffi per scelta come accaduto alla Juve sarebbe immediatamente licenziato dal datore di lavoro e segnalato per un TSO.
        La Juve paga e bene i suoi dipendenti mica per far schiattare di crepacuore o per far affondare nella depressione 85 minuti su 90 la Proprietà.

        • Eccerto … A meno che la dirigenza non soffra di masochismo.
          Perché sono stati 75 minuti di schiaffoni in faccia !!😅

  17. L’AVVERSARIO

    Conte non lotta mai per il secondo o terzo posto, lui lotta con convinzione solo per la vittoria in qualsiasi competizione.
    Premesso questo, lui è convinto che la sua squadra non sia nelle condizioni di lottare per la vittoria in Champions, quindi anche inconsapevolmente è questo che trasmette ai sui giocatori.
    Quindi essi saranno l’anima in ogni singola partita di campionato, e siccome, come la Juve, anche l’Inter ha dei campioni in avanti, riesce a spuntarla anche in partite arrangiate alla meglio.
    Per questo è un avversario temibile: perché non avrà assolutamente cali di tensione da qui a Maggio … Soprattutto se la lotta continuerà ad essere punto a punto come in questo momento.

    E il fatto che l’Inter e la Juve riescano a trovare la vittoria in quasi tutte le partite non depone affatto bene per la qualità/mentalità delle restanti partecipanti a questo campionato.

    Ultima osservazione: i nerazzurri incontreranno gli atalantini (un po’ la loro bestia nera) nell’ultima di andata a San Siro, se non erro il 12 Gennaio.
    E poi ovviamente nell’ultima di campionato dovranno andare a Bergamo: ciò potrebbe essere un vantaggio qualora i bergamaschi non avessero più nulla da chiedere al loro campionato.

  18. PRIMA ERO UN TALEBANO ORA MI ADATTO

    Una delle domande poste a Sarri in conferenza: “Ti dispiace leggere che la Juve vince per il carattere dei giocatori e non per il suo lavoro?”

    La risposta del nostro allenatore: “Sinceramente non leggo, quindi non mi dispiace. Non ho bisogno di leggere i giornali per valutare la prestazione della mia squadra. Ogni tanto leggo articoli intelligenti, ma non molto e quindi cerco di estranearmi. Prima non andava bene perché volevo imporre il mio calcio, ora sono matto perché cerco di adattarmi ai miei giocatori.
    Io vado avanti per la mia strada senza dare importanza a quello che viene detto intorno”.

    Forse una domanda andrebbe posta alla Dirigenza: i giocatori presi sono tutti con l’assenso di Sarri ?

    No perché ora un dubbio mi viene.
    Ripeto: non capisco l’insistenza di schierare Khedira (questo Khedira ), Berna e qualche altro viste le bocche d’obice in deposito pezzi da 90.

    Speriamo in un avvenire migliore non come risultati ma di non sofferenza.

    • Sul mercato credo che Sarri, almeno quest’anno, abbia influito zero. In futuro, gia a partire da gennaio, suppongo che le scelte saranno almeno ragionate e condivise con la dirigenza.
      In ogni caso é lui che insiste su certi giocatori, quindi penso che in allenamento li veda meglio di altri. Figuriamoci come stanno messi gli altri!

  19. Sono d’accordo con chi dice che gli ingressi di Costa, Can e Ramsey (gli ultimi 2 poco prima della mezz’ora del 2°tempo) hanno cambiano volto alla partita. Lo stesso Caressa poco prima della strepitosa azione di Dybala (quella in cui salta in dribbling mezza squadra avversaria) accenna ad una “Juve che sta prendendo campo” tant’è che qualche istante dopo porta 8 giocatori nella trequarti atalantina, Ramsey in possesso palla sulla sinistra cambia fronte d’attacco e con un lancio in diagonale favorisce l’inserimento a destra per Cuadrado che in corsa mette in mezzo, c’è il velo di Dybala e il pallone arriva a Costa che lo tocca di prima verso lo stesso Dybala il quale lo indirizza in area per Higuain anticipato al momento del tiro dal centrale che ribatte alla meglio su Pjanic il cui tocco rimette in moto Higuain che si gira e calcia di prima intenzione verso la porta, il pallone deviato da un difensore finisce nella rete atalantina. Il tutto come descritto dopo una serie di scambi in velocità tutti di prima fra i giocatori di maggior classe della squadra bianconera. Più o meno simile il gol del raddoppio dello stesso Higuain. Dopo gol come questi, chi si ostina a definire “fortunata” la vittoria di Bergamo evidentemente non ha visto la partita o era distratto, perchè un’altra spiegazione non c’è.

  20. CON LA SPERANZA CHE NON SI FACCIANO UN PO’ PIÙ IN LÀ

    Per trovare una vittoria della Dea a Milano contro l’inter bisogna andare fino al campionato 2013-14 un 2-1 in favore della Dea…nel 2016 ci fu un seven-up in favore dell’inter.

    Diverso a Bergamo…ultima vittoria dell’inter (non vorrei sbagliare ) un 4-1 nel 2015.

    Insomma in 115 incontri l’inter prevale con 62 vittorie contro le 24 dei bergamaschi e 29 pareggi.

    La Juve nell’ultima spero possa scanzarsi contro la riomma a Torino…ma per altri motivi.

    Buon pomeriggio
    Ps
    Intanto il Cagliari in vantaggio a Lecce

  21. IL TUTTOCAMPISTA NEL … CESSO

    Dybala è stata molto caldo parlando di questa intesa con Higuain. E’ possibile vederli insieme con Cristiano?

    SARRI:

    “È difficile. Lo è per le loro caratteristiche. Gonzalo è un attaccante puro, Cristiano è il centravanti più forte del mondo, ma parte da sinistra e Dybala non è un trequartista, è un attaccante.

    Chiaro che in certe situazioni siamo disposti a tutto, ma sono situazioni contingenti. Abbiamo comunque tre attaccanti forti per due posti e mi sembra ideale perché nessuno dei tre potrà fare tutte le partite e come si sta vedendo nelle prime parti della stagione troveranno spazio tutti. Poi Dybala è uno che gioca a calcio in maniera fantastica quindi si trova bene con chi sa giocare a calcio. A calcio sa giocare Higuain e anche Cristiano, quindi non vedo un grande problema.”

    Come volevasi dimostrare:
    1- Dybala è un attaccante perché “pensa” da attaccante;
    2- Mai negli 11 dal primo minuto vedremo i tre insieme; a partita in corso invece è ovviamente possibile.

  22. IL DIVERTIMENTO DEI “NUMMERI”

    Le prime 13 partite dello scorso anno del campionato sono state segnate 26 reti più 7 delle prime 4 del girone di qualificazione in Champions.
    Alla stessa giornata di questo campionato e alla quarta partita di Champions ci sono 23 e 9 goal segnati.

    I nostri tre attaccanti messi insieme non fanno un Immobile laziale…i nostri però si divertono.

    Come il Mitico Trilussa si diverte con “NUMMERI”

    Conterò poco, è vero:
    — diceva l’Uno ar Zero —
    ma tu che vali? Gnente: propio gnente.
    Sia ne l’azzione come ner pensiero
    rimani un coso vôto e inconcrudente.
    Io, invece, se me metto a capofila
    de cinque zeri tale e quale a te,
    lo sai quanto divento? Centomila.
    È questione de nummeri. A un dipresso
    è quello che succede ar dittatore
    che cresce de potenza e de valore
    più so’ li zeri che je vanno appresso.

    Buona serata

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia