Vincere! Era l’unica cosa che contava.

Articolo di Alessandro Magno.

Prestazione sofferta non vuol dire sempre prestazione scadente. La Juventus con la Roma ha giocato, fino al gol loro, una partita perfettamente in controllo. Per un ora circa, almeno fino al palo colpito da Dzeko, la Juve non solo vinceva, ma ha avuto più occasioni di fare il terzo gol di quante la Roma ne abbia avute per farne uno. Chiaro che se fallisci tutte le ripartenze, alcune in modo grottesco come quelle 2, in cui in 3 contro 1 ci dimentichiamo la palla, oppure quella in cui sempre in 3 contro 1 passiamo a Higuain la palla quando è in fuorigioco, chiaro che cambia tutto. La sofferenza vera è propria c’è stata nel finale quando, dopo il regalo di Alex Sandro, la Roma davvero ha attaccato con veemenza dando fastidio e lavoro a Szczesny e tutta la difesa e dando l’impressione di poter pareggiare. Eppure anche in quel caso è mancato il colpo del ko per chiuderla, vedi colpo di testa a botta sicura di Ronaldo. 

Chiaramente anche io non mi sono divertito nel finale, tuttavia a Roma non si vinceva da tempo e non era difficile immaginare, in un ambiente così carico e per quanto la Roma non sia una squadra quadrata, che questa trasferta non sarebbe stata una passeggiata. Il calcio è curioso a volte, ci sono state solo due partite quest’anno che mi hanno fatto soffrire moltissimo e sono state le trasferte a Bergamo con l’Atalanta e questa con la Roma. È curioso come in entrambe le occasioni ne siamo usciti vincenti. Per assurdo contro la Lazio  avevo sofferto meno pur perdendo nettamente e questo perché la Lazio era stata più brava di noi a concretizzare ma non aveva avuto un predominio territoriale ampio. Era stata più cinica e concreta nelle occasioni avute. Contro Roma e Atalanta invece si è sofferto moltissimo. In alcuni momenti si è stati schiacciati dagli avversari. Eppure è venuta fuori la capacità della Juventus di saper soffrire, quella capacità che comunque è innata in questa squadra. Addirittura contro l’Atalanta le ripartenze sono state fatte in modo impeccabile e alla fine si è risultati devastanti negli spazi. Eppure si era stati presi a pallonate per 70 minuti.

Che la Juventus di Sarri sia versatile, in definitiva, a me pare sicuramente una nota di merito. Quello che era davvero importante ieri era portare il risultato a casa. Non tanto per il campione d’inverno che non conta nulla o per i 2 punti sull’Inter che sono in ogni caso recuperabili. L’importanza della vittoria era dovuta alla necessità di dare un segnale forte al campionato e all’Inter: “I più forti siamo noi“. Importantissimo per far capire che la Juve e ancora la squadra da battere. Importantissimo perché mette apprensione al nostro avversario che sa che dovrà dare più del 100% per passarci davanti, perché laddove perderà punti la Juve sarà pronta ad approfittarne. Questo segnale andava dato ed è stato fatto. Era onestamente la cosa più importante. E’ anche stato un banco di prova per mister Sarri che doveva dimostrare di saper cogliere le occasioni, lui che deve scrollarsi di dosso questa etichetta di belgiochista a prescindere dalla classifica. La vittoria di ieri da questo punto di vista vale molto di più di qualsiasi discorso sul gioco o non gioco.

Inviato da Libero Mail per iOS

  1. Non la penso così.

    Ieri era una di quelle partite non da vincere a tutti i costi, ma da stravincere.

    Perchè?

    Perchè avremo tolto il fiato all’Inter che è in palese difficoltà fisica, invece così ci sono si i 2 punti ma abbiamo dato l’impressione che questi possano essere recuperati.

    Inoltre la squadra ha creato quel clima di sfiducia che aleggiava già da un pò su allenatore e giocatori.

    Insomma una piccola tragedia.

    Purtroppo oggi è un fiorire di, Sarri non è da grande squadra, sembrava la Juve di Allegri e via dicendo.

    Ma non è solo questo ad avermi deluso, è la quasi certezza che così la CL di sicuro non la vinciamo ed abbiamo perso un anno.

    Basterà così?

    Forse no perchè se così fosse il pericolo di una restaurazione italianista sarebbe dietro l’angolo e questo è il pericolo maggiore.

    A parte che la Juve di Sarri di ieri non è stata italianista, è stata catenacciara.
    E pure male, non avendo sfruttato i contropiede.

    • Luca penso che ogni partita abbia una sua storia particolare ed una volta arrivato il novantesimo, la stessa partita non si ripeterà più.
      La settimana scorsa avevamo in mente una bella squadra, ieri una brutta. Ed ancora più brutti sono stati quei 2 infortuni a Demiral e a Zaniolo cui dobbiamo fare i nostri migliori auguri perchè si riprendano presto.
      La Juve è in una fase di transizione dove certi meccanismi stanno per entrare nelle loro posizioni per far girare bene l’orologio, ma ancora non tutto è a posto quindi è rivedibile, ma non sarei del tutto pessimista.
      Ho idea che presto vedremo quello che speriamo in modo più costante, non siamo lontani ed anche qualche partita come quella di ieri può essere utile per migliorare quello che ancora non va.

    • alessandro magno

      credo fossero 4 anni che non vincevamo a roma come ho scritto nell’articolo pensare di andare li a stravincere significa al minimo sottovalutaree di molto l’avversario che mi pare abbia gli stessi punti della straordinaria e stratosfefrica Atalanta

  2. Parto dalla fine, i 3 punti sono arrivati pertanto tutto è bene quel che finisce bene. Siamo ritornati primi in classifica da soli e siamo campioni d’inverno al giro di boa del campionato.

    La partita di ieri, al solito preferisco commentarla a mente serena perchè dire che sono stato a chiappe strette per 60 minuti peggio dello scorso anno non è nè piacevole nè tantomeno elegante, anche se purtroppo reale.

    Avevo sentore che la squadra non si sarebbe ripetuta dopo la partita contro il Cagliari per una serie di motivi, primo tra questi la consistenza tecnica della Roma, che poi alla fine si è dimostrata anche peggio di quanto credevo. Comunque dopo quella partenza a razzo pensavo di vedere una partita come quella che avevo appena visto del City che dava 6 goal all’Aston Villa, invece….. sempre peggio sino ad arrivare a soffrire così come prima.

    Non mi va di criticare Sarri, dopotutto la partita l’ha portata a casa, ma quando ho visto che entrava Danilo x Ramsey ed il Pipita al posto di chi sino a quel momento era l’unico a tenere a galla la Juve, mi è sceso il latte alle ginocchia ( eufemismo d’obbligo).
    Se questi tipi di sostituzioni le avesse fatte l’innominabile ( che viva Dio non c’è più) credo che si sarebbe accesa un polemica per farlo internare direttamente in qualche clinica psichiatrica.
    Il calcio è bello proprio perchè opinabile ed anche perchè spesso determinate situazioni si ripetono nel tempo, anche quando cambiano i protagonisti.

    Un ultima considerazione al mio amico Andrea di qualche topic precedente.
    Lo sai bene acnhe perchè ci conosciamo da molto tempo, che ognuno di noi pensa con la propria testa, ma che ci sono momenti in cui siamo d’accodo e ci approviamo e momenti in cui non lo siamo e ce lo diciamo chiaramente in faccia.
    Non esiste alcun complotto di un gruppo contro di te, se Tino ti dice che secondo lui hai detto qualcosa che non condivide ed io mi associo, non c’è alcun complotto ” camerateristico “contro di te ed il tuo pensiero.
    Si dà il caso che tu non apprezzi Conte a prescindere, e spesso ci metti pure un carico pesante contro, anche nel suo passato come professionista al di fuori del suo attuale incarico di allenatore.
    Adesso è diventato un calciatore poco ininfluente per il calcio visto il ruolo che ha interpretato. Non pensi che questo tipo di dichiarazioni possono aprire un dibattito per cui è facile che tu possa avere delle contrapposizioni?
    Tu sai che allo tua stessa stregua, a me sta sulle scatole Boban che tu invece apprezzi, e se ti venissi a dire che questo veramente ha avuto una carriera molto più remunerativa rispetto al suo valore reale ( visto in che squadra ha militato in quel periodo storico) per caso, non avresti qualcosa da ribattermi?
    Questo è solo un esempio per chiarire quanto certi preconcetti possano essere deleteri nella valutazione reale di qualsiasi professionista.
    Ci sono i risultati che dovrebbero dare conforto alle nostre valutazioni personali, pertanto anche un medianaccio come Gattuso ( che non sapeva neppure dove era la porta e che segnò solo un goal contro la Juve in tutta la sua carriera) è un campione da rivalutare in un un contesto di squadra, altro che ininfluente perchè di valore (economico) inferiore ad altri ruoli.
    Forza Juve sempre e auguriamoci di cuore che quest’anno ci faccia gioire più degli anni passati.

    • andrea (the original)

      Basta rileggere la cronologia e le modalità discorsive.
      Se si interviene lo si fa direttamente e restando sul tema, non sgomitandosi.
      Ma a posto così, io qui commento un diversivo, non mi va di trasformarle in cose importanti.

  3. Ciao Ben,
    Sinceramente in questo nuovo corso mi aspettavo di non leggere mai che “era solo da vincere”…
    Non é una critica al tuo pezzo che é abbastanza condivisibile, ma credo che tutti siamo rimasti un po’ delusi dall’atteggiamento della squadra soprattutto nel secondo tempo.
    Nella prima parte dopo il doppio vantaggio ci poteva stare un minimo di gestione ma nella seconda mi aspettavo di piú di fronte ad un’avversaria che non é parsa certo irresistibile.
    Molto importante aver portato a casa il risultato ma, come ha riconosciuto il mister, c’erano altre vie per farlo. Non vorrei che la squadra prendesse questa piega.
    Puó capitare di essere messi all’indietro in certi frangenti ma si dovevano sfruttere molto meglio gli spazi che ci hanno lasciato ed evitare di resuscitare un avversario che era al limite del KO.
    Sarri pare abbia visto bene gli errori, spero li abbiano visti anche quelli che erano in campo.
    Tra poco giocheremo a Napoli una partita che potrebbe avere caratteristiche simili, mi auguro di non rivedere lo stesso atteggiamento del secondo tempo di ieri e di ripeterci solo nella conquista dei tre punti.
    Mettiamo sicuramente pressione all’Inter ma non so se siamo riusciti a far passare il messaggio che “i piú forti siamo noi”.
    Ciao

    • alessandro magno

      come ho scritto nel pezzo era importante da vincere ieri proprio per dare un segnale che i piu’ forti siamo noi non era dovuto al nuovo corso ma solo alla partita, perchè se non ne approfitti quando gli altri mollano un poco vuol dire che non hai killer instinct e forse questa Juve ce l’ha ancora.

  4. Sarri: “Noi dobbiamo considerare le caratteristiche dei giocatori, è una squadra non particolarmente brillante nello stretto e fisicamente.” E’ un’affermazione che fa pensare e lascia più di un dubbio sulla competitività di questa squadra in ottica europea, una Juve che soffre per quasi tutto il secondo tempo contro una Roma che con l’uscita di Zaniolo e tranne Dzeko non ha certo dimostrato di essere fisicamente e tecnicamente fra le squadre più forti del campionato. Qualcosa dunque non fila nel suo discorso perchè al di là delle caratteristiche di un centrocampo di adattati non adatti al suo calcio, togliere il giocatore più brillante che ha nello stretto e lasciarne in panchina uno altrettanto brillante, credo non sia stato il modo migliore di difendere il vantaggio da assediati in area dopo il gol di Perotti.

  5. Mauro the Original

    Ben

    Condivido in pieno l’analisi, consapevole che essere sempre dei Superman non è possibile.

    Bisogna capire che in certe situazioni di più non si può.

    Per fare un esempio, la gente andava a vedere Bolt chiedendo ad ogni gara un record mondiale. Se vinceva e basta tornava a casa insoddisfatta.

    Bisogna anche capire che se hai il vento contro il record non lo puoi fare ma che è già tanto vincere la gara.

    Per me questa rosa giocatori tanto decantata ha dei limiti e Sarri non può tirar fuori sangue dai muri.

    Giocatori di altissimo livello tecnico che ti possono vincere una finale Champions se ben riposati.

    Ma non sono in grado di reggere un tour de force dando il massimo in tutte le partite.

    Non puoi pretendere da un trentacinquenne di risolverti tutte le partite, come da giocatori tipo Costa Rabiot Ramsey Khedira Higuain ed altri di giocare sempre ad altissimi livelli, perché non ce la fanno.

    Ecco perché vanno dosati e centellinati col bilancino.
    La Juve ha bisogno di una rivoluzione completa dei giocatori iniziata con De Ligt e Kulusevski. Probabilmente il prossimo anno Sarri potrà imprimere alla squadra un ritmo più alto contando su giocatori più giovani ma oggi obiettivamente non lo può fare.

    Ieri Guardiola ha dato spettacolo segnando sei reti.

    Si però ha pure perso 5 partite ed è già fuori dalla corsa scudetto. Facciamo cambio?

    Ora vedremo se vince la Champions, poiché se non la vince nemmeno col City dopo aver deluso col Bayern deve andare a nascondersi.

  6. Purtroppo due protagonisti in meno per il resto della stagione, Europeo compreso. Un grande in bocca al lupo a Zaniolo e Demiral sperando possano tornare ai livelli che stavano dimostrando.
    Per quanto riguarda la Juve non ci voleva proprio, con Rugani prima alternativa iniziano i sudori freddi, veramente un peccato!

    • Avrei preferito perdere la partita e non il difensore.

    • Lì la coperta è lunga, non preoccuparti Kris. Tra qualche settimana, forse già domenica prossima rientra in panchina pure Chiellini

      • Speriamo Antony, non vorrei ci ritrovassimo nelle emergenze dell’anno scorso con de Sciglio centrale o con assenze importante in partite cruciali.

        • La sfiga ci vede sempre bene, ma credo che la Juve sia l’unica squadra al mondo di potersi permettere 5 centrali e di livello superiore. Speriamo possano bastare.

  7. andrea (the original)

    Sentire i lamenti di Conte per le assenze, quando la Juve avrà fatto tutta questa stagione senza 2 centrali su 4, oltre a infortuni vari e ripetuti dei vari Costa e Ramsey fa pena.
    Non gli auguro la stessa sfiga perché i suoi giocatori non c’entrano niente ma qualcuno deve tappargli quella bocca prima o poi.

    Alleggerendo il discorso, credo che De Ligt abbia assoldato un esercito di santoni potentissimo perché senza i crack di Chiellini e Demiral non avrebbe fatto una partita.
    Speriamo che almeno lui sia assistito dalla salute e si guadagni la fortuna di cui ha goduto, visto che credo i suoi santoni chiederanno una bella parcella.
    😉

  8. andrea (the original)

    Ah, sarà pure un caso che due crociati saltino senza eventi traumatici su un campo sul quale si era giocato 24 ore prima ma complimenti alla Lega per l’illuminazione.

    • Andrea
      Ma ti credevi avessi scritto una cazzata ?
      Il fatto che due squadre giocano la stessa giornata sullo stesso campo ?
      E poi è così necessario giocare nel mese di gennaio la notte ?

      Vorrei più che mi si rispondesse anche a dirmi che scrivo una cazzata.
      Ciao

      • andrea (the original)

        Non ci avevo guardato

        • andrea (the original)

          Lotito vuole scudetto e derby..questa è una cazzata, puoi dirmelo.
          😉

          • Purtroppo con la scusa degli Europei hanno fatto capitare le due romane in casa all’ultima giornata contemporaneamente.

            La Lazio gioca contro il Napoli alle 18 del sabato e dopo 24 ore la Roma con la Juve a tarda ora su un campo non in perfette condizioni.

            Sarà stato il caso dei due crociati rotti ?

            Io ho dei dubbi.
            Ciao.

            • andrea (the original)

              Non lo so, nessuno può saperlo ma certo non era mai accaduto di non invertire i campi quando esce il calendario.

              Ciao

  9. Solo gli sprovveduti e gli ottimisti un tanto al chilo, avevano visto tutto oro nel luccicante 4-0 al Cagliari.
    Chi guarda le partite con attenzione aspettava la prova di Roma per catalogare bene anche quella contro il Cagliari.
    E non è stato un bel vedere, ripeto.
    La possibile parziale consolazione è che la Juve a Roma, negli ultimi anni ha sempre giocato partite molto simili a quest’ultima.
    Sarà quindi una vera idiosincrasia a questo specifico appuntamento annuale.

    Abbiamo arraffato i tre punti è vero, ma non conta affatto solo vincere. Perché se fossi un tifoso interista, non darei niente per perduto in questo campionato.
    La Juve ha vinto con una prova di … debolezza, che lascia agli avversari (ci metto anche la Lazio) la sensazione di essere almeno alla pari di questa Juve e di potersela giocare fino alla fine.
    Una prova di forza invece avrebbe ammazzato innanzitutto il morale degli inseguitori, al di là dei tre punti.
    Una differenza non da poco.

    • alessandro magno

      come ho scritto nel pezzo il contava vincere e andare avanti valeva per questa partita ed era essenziale. a roma non vincevamod a 4 anni. forse c’è una ragione. come ho gia detto credo a kris la roma ha gli stesi punti dell’atalanta ma l’atalanta è fortissima e la roma è scarsissima per l’opinione juventina. eppure bo han gli stessi punti

      • Beh, che l’Atalanta sia una realtà europea non lo diciamo noi o la classifica, lo dice il suo gioco e soprattutto la sua partecipazione agli ottavi di Champions.
        Scusa se è poco, Ben.

      • L’Atalanta ha lasciato per strada almeno 4 punti fra novembre e dicembre contro Cagliari, Samp e Bologna, nel momento di massimo sforzo in Champions.

  10. Ah
    Quindi,meno male anche i difensori,figli di un dio minore, servono?
    Mi compiaccio.

  11. Anche per Demiral si prevedono 4 o 5 mesi di stop.
    Una jattura.
    Rugani blindato.

  12. Si è spento a questa notte a Roma, all’età di 84 anni, il giornalista, scrittore, saggista e opinionista Giampaolo Pansa, uno dei grandi protagonisti del giornalismo del Novecento.
    Attento cultore della memoria storica del nostro Paese.

    Vive condoglianze alla famiglia🙏

    • Questa è una notizia che mi rattrista molto. Dal bestiario in poi è stato per me un punto di riferimento riguardo la sua visione politica e storica. Ho ancora sul comodino una delle sue ultime fatiche “ eia eia alalà”che al contrario di altri non avevo divorato per mancanza di tempo. Un grande Rip ad una persona perbene

    • Mi associo.
      R.I.P.

  13. Intanto senza giocare a De Sciglio gli si è elongato un muscolo.🧐
    Però mercoledì potrebbe giocare Bentancur che ha ancora una giornata di squalifica da scontare. Ma la Coppa Italia è competizione a sé.

  14. Problemi anche per De Sciglio…daje !

  15. Ben concordo in toto sull’ultima parte. Anche se la partita è stata brutta secondo me da entrambi le parti, la juve dopo i due goal iniziali ha controllato la gara e questo va pure bene. Quello che non va bene sono la superficialità o leggerezza con cui si sono sbagliati passaggi facili (vedi pjanic, ma anche un paio di bonucci) e soprattutto le ripartenze.

    • Alessandro Magno

      grazie. infatti credo che il problema della sopfferenza sia stato non concretizzare nessuna ripartenza. bastava fare il terzo e la roma sarebbe stata uccisa

  16. Kris
    13 Gennaio 2020
    «Per difendere più alti bisogna tenere la palla coperta e non lo abbiamo fatto negli ultimi 30 minuti. Abbiamo dovuto cambiare modulo e difendere l’ampiezza. È stato solo un adeguamento a quello che ormai era l’atteggiamento della squadra…
    …I margini stanno nel fatto che potremmo fare nella ripresa quanto fatto anche nel primo tempo. Se proprio vogliamo gestire un risultato facciamolo nella metà campo avversario. Poi con mezz’ora a disposizione non mi piace mica tanto gestire il risultato. Vorrei vedere novanta minuti come i primi sessanta».
    I leader “di campo” hanno idee diverse dal tecnico o semplicemente non sono riusciti a metterle in pratica contro una Roma non certo trascendentale?

    Rispondi

    Queste parole di Sarri, a leggerle in filigrana fanno entrare “nell’anima oscura della partita di ieri sera”. Che a nessuno ovviamente è piaciuta. Perché pensavamo fosse finito il tempo di speculare sul risultato a 60 minuti dalla fine !

    “Se proprio vogliamo gestire un risultato (…): A me queste parole fanno venire i brividi.
    Forse perché mi è palese che sono la risposta dell’allenatore ai “leader di campo”: in parole povere stiamo parlando di quella faccia da bullofesso di Bonucci che si è tirato in area l’intero nostro centrocampo ?

    Tutti abbiamo visto una leggerezza, una supponenza, e una mancanza di unità della squadra in campo: nel secondo tempo le distanze tra i reparti non sono più esistite, e nella confusione generale sono state sbagliate ripartenze che non si vedono neanche all’oratorio.

    Sembra retorico doverlo rivangare, ma se ci fosse stato un Moggi dirigente, sono convinto che oggi pomeriggio sarebbe sceso sul campo di allenamento a dire due parole a brutto muso a tutta la ciurma mezza ammutinata (o addormentata, che è la stessa cosa) !

    • Luigi….
      nel 2020 la “colpa” è della ciurma e dei mozzi…
      nel “prima”… la “colpa” era dello “schettino di turno”… non fa un grinza… fila via liscia come l’olio…

      • andrea (the original)

        La colpa è della libertà di espressione..che consente a te di mistificare.
        La partita di ieri era la normalità l’anno prima e poiché era l’allenatore a dire gonfiando il petto che le partite andavano gestite e bisognava difendere è ovvio che la responsabilità fosse addebitabile a lui, era una sua scelta dichiarata.

  17. DESTINI IN-CROCIATI

    Demiral e Zaniolo i due migliori in campo fino a quando ci sono rimasti.

    Quello di Demiral, se la memoria non mi inganna, è stato il primo gol bianconero di un turco nella storia della Juventus.

    Quello di Ronaldo, su rigore, è stato il primo goal di CR7 in campionato alla Roma.
    E con questi due goal è stato sufficiente raggiungere il primato di Campioni d’inverno…la cosa più importante e positiva della partita di ieri sera.

    Per il resto è la stessa Juve di una settimana fa che si limita a giocare bene solo per un tempo e l’altro non riesce a segnare e soffre.

    Nel primo tempo di Juve-Cagliari brutta Juve, nel secondo di Roma-Juve pessima Juve (obiettivamente se ci fosse stato Zaniolo non penso che ci saremmo laureati campioni d’inverno …forse ).
    Il gioco che vorrebbe fare Sarri è molto dispendioso e fa correre parecchi rischi alla difesa, specie sulle ripartenze e
    se a centrocampo non hai gli interpreti giusti soffri tremendamente.

    Ramsey non è ancora in forma e si vede, troppo lento incide poco e spesso si fa anticipare, ieri, poi, giornata negativa pure per Pjanic che non riesce a inventare quasi nulla, Rabiot la cosa più bella la fa quando salva un gol sulla linea a Codice Fiscale battuto, CR7 che ci fa godere e bestemmiare e per fortuna dal dischetto non sbaglia.

    Ottima la prova di de Ligt che salva nel finale su Dzeko con un intervento prodigioso.

    Di positivo ho notato una maggiore compattezza difensiva sulle marcature grazie forse alla grande prova proprio di De Ligt che non ne ha sbagliata una.

    Nel secondo tempo la Juve è rimasta chiusa nella propria metà campo badando più a difendersi che ad attaccare e la Roma si è resa più volte minacciosa e pericolosa… senza però costringere Sczesny a parate prodogiose.

    La partita è stata combattuta (e lo dimostrano le tantissime ammonizioni a scapito di entrambe le squadre), dire che sia stata una bella partita non me la sento, perché secondo me ci sono stati troppi errori su entrambi i fronti.
    Sarri ha pure rischiato nel secondo tempo, quando aveva 4 giocatori ammoniti e 2 cambi a disposizione, ha fatto uscire 2 giocatori che non rischiavano un secondo giallo e ci è andata pure bene.

    Ora Rugani probabilmente rientrerà in lista Champions e se Chiello non ce la dovesse fare Daniele potrebbe pure giocare.

    Mercoledi con l’Udinese in Coppa Italia e con i friulani in netta ripresa, non sarà una passeggiata, partita secca da dentro o fuori…però, per fortuna, non si gioca a Roma.

    Buona serata.

  18. Se si segnano due goal in 10 minuti… i primi… la pressione cala…
    Non c’è “schettino”….., anzi mi ricordo un allenatore che si arrabbiava con i giocatori in campo… quando abbassavano la guardia… adesso però non mi viene il cognome… mi sembra si sia messo con una che parteciapava la programma “non è la Rai”…
    L’attuale mi sembra impassibile… ma sarà che prende appunti… per i posteri…

  19. Alessandro Magno

    Allora gli 8 scudetti più quest’anno

    Con Conte

    2011/12 41 punti 31 gol fatti 12 subiti CI JUVENTUS
    2012/13 44 punti 40 gol fatti 13 subiti CI JUVENTUS
    2013/14 52 punti 46 gol fatti 12 subiti CI JUVENTUS

    Con Allegri

    2014/15 46 punti 42 gol fatti 09 subiti CI JUVENTUS
    2015/16 39 punti 33 gol fatti 15 subiti CI NAPOLI
    2016/17 48 punti 41 gol fatti 14 subiti CI JUVENTUS
    2017/18 47 punti 48 gol fatti 15 subiti CI NAPOLI
    2018/19 53 punti 38 gol fatti 11 subiti CI JUVENTUS

    Con Sarri

    2019/20 48 punti 37 gol fatti 18 subiti CI JUVENTUS

    Io gurdando questi dati poso solo vedere che di atipico ci sono un poco troppi gol presi tuttavia oltre a giocare con due terzini prettamente offensivi come Cuadrado e Alex Sandro non dimenticherei l’assenza di Chiellini. Inoltre un altro dato statistico sui gol presi mi piacerebbe vedere quanti rigori abbiamo preso in tutti i gironi di andata perchè qualcosa quest’anno mi dice che ne abbiamo presi troppi. chissà magari sbaglio

    • Mi sa che l’anomalia sia proprio quella che hai segnalato Ben. Notavo che neppure nell’anno in cui partimmo ad handicap 2015/16 avevamo subito 18 goal. Comunque i punti in cui si gira sono tanti, il ritmo non è male.

    • Vabbè, dai Ben, c’è da essere ottimisti:
      quando Sarri è stato campione d’Inverno, lo scudetto lo ha vinto sempre la Juve !😅

  20. Mauro The Original

    Allegri nel 2018/19 una marea di punti e pochisssimi goal subiti.

    Peccato che a Torino ne abbia presi 2 dall’Ajax che ci ha buttato fuori in un’annata favorevolissima per vincere la Champions senza avere le spagnole in mezzo ai piedi.

    Morale del discorso: Per me subire tante reti non crea nessun problema se ne segni una in più dell’avversario…

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia