Archivio Mensile: Giugno 2020

Martedì 30 luglio 2020 Genoa-Juventus ore 21.45 Stadio Marassi – Genova

scritto da Cinzia Fresia

Il cammino veloce del Campionato prosegue verso il suo ineluttabile destino, la Juventus al galoppo prosegue le insidiosissime sfide con squadre di bassa classifica.
Maurizio Sarri reinserisce il Danilo riabilitato, e con la truppa tutti al mare.

La Juventus per vincere dovrà sopportare i morsi ai fianchi della squadra ligure la quale è a caccia di punti per mantenersi in zona salvezza, peraltro Nicola non potrà avvalersi della presenza di Criscito, ed è probabile si orienti sulla coppia in attacco Falque-Sanabria.

Una partita che i bianconeri devono prendere con le molle facendo attenzione ad un avversario che potrebbe fare danni.

SJR stagione 03 episodio 35

ore 22 come ogni lunedi torna la combricola di sesso juve e rock n’roll con Ben Antonio Corsa Benny Nico Michele Fusco Arco Lubrano e Francesco Muisna

Timidi segnali di risveglio

 

Articolo di Alessandro Magno

Bene ma non benissimo con il Lecce. Juve bruttissima per quasi un ora anche in 11 contro 10, anche in 11 contro 9 per tre minuti scarsi in cui Rossettini era fuori sanguinante e comunque non si è riusciti a fare un tiro in porta. Bane invece il finale bene i tre punti benissimo i +7 che dovrebbero invece metter un poco di sale sulla coda alla Lazio.  La Juve personalmente mi da l’idea di esser una squadra molto facilmente ”imbrigliabile”, soprattutto sullo 0-0, con poche idee ma soprattutto con poche alternative. Dopo il primo gol invece le cose sono cambiate, il Lecce ha dovuto leggermente metter il naso fuori per provare a rimediare alla sconfitta annunciata e la Juvetus, nei nuovi e più ampi spazi, è andata a nozze.
Oggi leggo pareri discordanti fra i tifosi fra eccessivi trionfalismi per il 4-0, che è vero poteva poi esser anche più rotondo, ed eccessivi disfattismi per quella prima ora al solito giocata all’inconcludente palleggio. Diciamo che la verità sta in mezzo. Probabilmente c’è stata anche una strigliata del mister nell’intervallo,almeno credo, visto che il passo è stato già diverso alla ripresa del gioco. Purtroppo una delle caratteristiche che rende prevedibile la Juventus è proprio la lentezza della manovra. Velocizzata questa è diventato difficile per il Lecce andare a chiudere laddove la Juve trovava l’uomo in più.

Non sono d’accordo invece su chi dice di cambio tattico di Sarri principalmente per la sostituzione Costa/Rabiot. Il Lecce senza che noi applicassimo cambi tattici di nessun genere con l’uomo in meno ha iniziato a sragionare, cosa che faceva in difesa già in parità numerica ma con l’uomo in meno si è palesemente aggravata, e gli errori individuali loro sono stati plurimi e non tutti sfruttati a dovere. Su un calcio d’angolo ad esempio si sono completamente scordati di marcare Ronaldo che forse finanche sorpreso di godere di tanta libertà ha colpito tirando alto. Nel loro giro palla hanno sbagliato molte volte passando la palla a noi già in un paio di occasioni prima del gol, tanto che in una siamo ripartiti tre contro due, sempre con Ronaldo in possesso di palla ma non siamo riusciti ad eser lucidi ed andare al tiro. La pressione individuale e sottolineo non totale di squadra, di Bentancur ad esempio, ha creato i presupposti per l’espulsione di Lucioni che si è letteralmente ”imbranato ” da solo, idem il primo gol della Juventus è avvenuto sull’ennesimo passaggio errato di un leccese che dandola indietro ha servito Ronaldo che a sua volta ha servito Dybala per il gol. Quindi nessun gioco di squadra particolare per sbloccare la partita ma semplicemente i nostri avversari erano troppo deboli per resistere ai nostri campioni e probabilmente finiranno a giocare il prossimo anno in serie b e chiaramente se regali tante opportunità ai giocatori della Juventus è chiaro che qualche volta ti perdonano altre invece ti castigano.Inoltre il cambio Rabiot /Costa è avvenuto al 52mo e la Juve è andata subito in gol un minuto dopo senza che Costa avesse ancora toccato nemmeno un pallone.

Detto questo Rabiot, a parte un bel tiro, è stato bocciato anche questa volta. L’ennesima. Spiace ma se non si è nemmeno determinati contro il Lecce in 10 dubito che lo si possa esser con altri avversari più di livello. Bene invece Ramsey per quel poco che si è potuto vedere. Forse è il caso di provare lui alla mezz’ala sinistra visto che sembra avere la classe per poter giocare anche in quella posizione. Certamente gli manca la salute. D’altronde a noi sani non ci piacciono. E arriviamo a Costa anche lui positivo. Passando da uno che di salute non brilla a un altro che invece gioca ogni morta di Papa. Anche qui al netto di molti che lo vorrebbero sempre in campo perchè sarebbe un fenomeno assoluto, ribadisco vedendolo ieri, che ci sono due Douglas Costa, uno normale che è quello che parte dal primo minuto e che raramente se non mai quando gioca dall’inizio, riesce ad esser determinante, e uno devastante che è quello che entra diciamo l’ultima mezz’ora, quando gli altri sono stanchi e meno brillanti. Costa in quest’ultima applicazione risulta veramente un arma in più d’altronde qualcuno lo aveva definito a ragione ”spacca partita” e mi pare evidente come tutte le partite più belle da lui interpretate siano sempre state assolutamente da subentrato. Ma proprio sempre.

Chiudo con la difesa. Nonostante dei terzini improvvisati come Matuidi e altre volte imbarazzanti come Danilo, è più di qualche partita che non prendiamo gol. Questa è sicuramente una nota positiva e migliorativa della prima Juve sarriana che prendeva gol piuttosto facilmente a volte anche alla prima occasione. La coppia De Ligt/Bonucci va alla grande, pare essersi assestata con il cambio avvenuto qualche mese fa con Bonny a sinistra e l’olandese a destra e i due sono a dir poco affidabili. Certo il Lecce senza punte non è che fosse questa arma di distruzione di massa e nemmeno Napoli e Milan lo erano, tuttavia è sempre piacevole secondo me avere una solidità difensiva che assicura per lo meno lo zero a zero di partenza. Poi chiaramente dove non arrivano i fantomatici schemi tattici che ancora non si sono così fortemente palesati, si spera arrivino i nostri fuoriclasse. Ronaldo sta andando alla grande nonostante non sembri brillantissimo ha già 27 gol segnati quest’anno in 36 partite giocate, quando l’anno scorso ne segnò 28 in 43. Dybala pare esser tornato in fiducia dopo i malumori dell’anno scorso e segna con discreta frequenza ma noto la fiducia dal fatto che soprattutto tira con discreta frequenza. A questo si aggiunge un Higuain che al primo impiego dopo i problemi avuti con la malattia della madre ha subito timbrato il cartellino e pare vederlo molto motivato,quindi se i nostri attaccanti han le polveri cariche dovremmo poter stare tranquilli che i gol arriveranno. Se non sono ancora molto convinto del bel gioco e il Lecce non era affatto un test attendibile da buon juventino dico che le vittorie e i tre punti e il primato in classifica fanno sempre morale.

Juventus-Lecce: fase 1 e fase 2

scritto da Cinzia Fresia

Abbiamo visto la Juventus in due fasi: la 1 e la 2.
La Juventus della fase 1: un pesce fuor d’acqua, disorientata dalle incursioni avversarie, con tensioni e nervosismo in campo e soprattutto imprecisioni in fase di finalizzazione, sprechi da Bernardeschi e Ronaldo, un film già visto e compatibile con il quadro della Juve che perde la coppa Italia. Un primo tempo difficile da digerire al limite dello sbadiglio, mentre ci preparavamo ad accettare il pareggino di ordinanza .. un miracolo .. l’espulsione di Lucioni, per aver fermato Bentancur lanciato a rete.

Questo episodio ha tagliato le gambe al Lecce sul più bello, cioè mentre si stava divertendo a dar fastidio alla Juventus, la fazione pugliese non era convinta al 100 per cento di riuscire a vincere, ma era sicura di possedere i requisiti per mettere i bastoni tra le ruote.

Se per mezz’ora gli Juventini (Ronaldo compreso) hanno sprecato un numero imprecisato di occasioni, risorgono subito dopo il fattaccio, ecco Ronaldo il quale finalmente dopo mesi torna in campo con la testa dirigendo la partita e riprendendo le redini della squadra. Anche se non salta più l’uomo come una volta, anche se sbaglia spesso gol in apparenza semplici, l’attaccante possiede un’intelligenza tattica fuori dal comune e se comincia a pensare ..qualcosa ne verrà fuori, ed infatti è successo proprio così.. due assist due gol e uno segnato da lui su calcio di rigore.

Finalmente si è vista una squadra che ragiona da squadra. Improvvisamente il gruppo ha cominciato a girare producendo un gol di Dybala su assist di Ronaldo, Ronaldo su rigore, Higuain appena entrato sempre su assist di Ronaldo ed infine la ciliegina sulla torta Deligt.
Maurizio Sarri può ritenersi soddisfatto della fase 2 della squadra, sebbene non si trattasse del Real Madrid, la Juventus raccontata del primo tempo ha dato un colpo di coda ribaltando un risultato che a pochi minuti prima sembrava impossibile.
Inserire Douglas Costa, ha donato velocità all’attacco, nello stesso tempo anche togliere Rabiot dalla prestazione non eccellente, ha portato al trionfo casalingo della Juventus dal risultato, ammettiamolo, inaspettato.

A questo punto bene così. Il dato certo è che se la Juventus vuole centrare gli obiettivi rimasti, deve comportarsi da gruppo impegnandosi fino alla fine, esattamente come hanno fatto questa sera.
Nei giorni a venire le cose diventeranno più difficili, la qualità delle sfidanti sarà’ diversa, perciò è bene non perdere tempo.

Pagelle Juventus Lecce 4 – 0

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szczesny 6 Di stima . Praticamente spettatore non pagante anche se il Lecce soprattutto nel primo tempo si fa vedere dalle sue parti.

Cuadrado 5,5 Molto impreciso nel primo tempo e poi non riesce praticamente mai a saltare l’uomo. Forse un poco stanco dato che non ha avuto molti cambi da quando si è ripreso a giocare.

Bonucci 6,5 La partita diciamo dal punto di vista difensivo è semplice ma la coppia centrale è una garanzia. Trovo che non han fatto sbavature.

De Ligt 6,5 Una piccola incomprensione subito all’inizio con Cuadrado fa si che i telecronisti gli buttino la croce addosso per tuttala partita. In verità ha giocato la solita partita pulita e rocciosa. Alla fine si toglie anche la soddisfazione di segnare.

Matuidi 6 Molto molto male nel primo tempo, sempre fuori posizione e decisamente spaesato. Nel secondo tempo cresce come tutta la squadra ed è autore anche di cose pregevolissime come una sponda di testa che nessuno raccoglie e un cross di prima su cui Ronaldo impegna di testa Gabriel.

Bentancur 6,5 Dal  punto di vista del pressing e del recupero palloni è il miglior centrocampista che abbiamo peccato dal punto di vista realizzativo, ma anche solo dei tiri, sta messo peggio di Bonini. Peccato perchè se segnasse quei 6-7 gol a stagione si potrebbe dire un top player. Bravo a causare l’espulsione del Lecce.

Pjanic 6 Partita ordinata una bella imbeccata a Rabiot per l’unico tiro della nostra prima mezz’ora poi si limita a fare il regista diligente come piace al suo mister.

Rabiot 5,5 Parte promettente e arriva deludente. Mi sembra un pesce fuor d’acqua. Un giocatore avulso alla squadra. Esce lui e la Juve dilaga sarà un caso?

Bernardeschi 6 Stesse attento alla linea del fuorigioco sarebbe uno dei migliori del primo tempo perchè si butta dentro con continuità. Peccato l’ennesimo gol sfiorato.

Dybala 7 Sinceramente l’ho visto più stanco di altre volte e forse per lui vale lo stesso discorso che per Cuadrado è uno di quelli che da quando si è ripreso il torneo ha giocato sempre. Poi va be la pennellata sul primo gol è davvero un gol capolavoro. Quando si dice a togliere le ragnatele. Meglio anche lui dopo il vantaggio della Juve.

Ronaldo 7 Am e è piaciuto molto soprattutto per l’altruismo cosa che in lui a volte difetta. Questa sera ha passato la palla a Dybala e Higuain con i tempi giusti per far in modo che entrambi i suoi compagni potessero calciare e ne sono usciti due bei assist. Poi il rigore procurato e segnato. Altre palle gol. Direi che sta crescendo.

 

 

Costa 6,5 Entra bello convinto e si vede che ha subito un altro passo rispetto a Cuadrado.

Ramsey 6 Anche lui entra abbastanza bene in partita.

Higuain 7 Appena entra tira in porta da fuori area si vede che ha voglia di mettersi in luce e alla fine timbra il cartellino. Ci può esser utile in certe partite.

Muratore 6 Non so se era o meno il suo esordio con la Juve ma gli faccio i migliori auguri per una brillante carriera.

 

Juventus 6 Per quasi un’ ora pessima. Addirittura nel primo tempo decisamente meglio il Lecce che da l’impressione di poterci fare male. Poi un poco perchè ci svegliamo di nostro e un poco perchè il Lecce continua a farci regali, fra l’espulsione e la palla data indietro che Ronaldo recupera e serve a Dybala per l’1-0 riusciamo a incanalare la partita verso una vittoria senza discussioni. L’impressione è che facciamo un enorme fatica a sbloccare le partite. Addirittura 2 minuti e più in 11 contro 9 non eravamo riusciti ad andare al tiro.

Sarri 6 Alla fine il risultato è più ottimista di quanto visto in campo. Il Lecce dopo il 2-0 è crollato tuttavia per una buona fetta di gara al solito siamo stati lenti impacciati imprecisi e anche molli. Come ho detto sopra facciamo un enorme fatica a sbloccare le partite soprattutto contro squadre che si chiudono a riccio. L’impressione è che Sarri dovrebbe studiarsi delle alternative al palleggio e a cercare di entrare in porta con la palla. Comunque bene i tre punti.

Arbitro 7 La partita è semplice da arbitrare ma lui applica il regolamento molto bene. Il rosso c’è il rigore anche, altri scontri in area possono esser definiti scontri di gioco. Su un altro possibile rigore su Ronaldo il nostro parte in fuorigioco per cui corretta anche quella decisione.

Venerdì 26 luglio 2020 Juventus-Lecce ore 21.45 Allianz Stadium – Torino

Scritto da Cinzia Fresia

Si inizia questa prova con il migliore degli auspici e con tutta la cautela del caso, visto l’organico rimaneggiato tra infortuni ed espulsioni.
Maurizio Sarri, convoca Higuain nell’intenzione di concedere un turno di riposo a Ronaldo, e schierare il tridente con Douglas Costa Dybala e Higuain.
In difesa, a seguito dell’espulsione di Danilo, Matuidi rivestirà il ruolo di terzino.
Una partita che può rivelarsi complicata se non la di approccia nel modo giusto, e la Juventus ha necessità di continuare a vincere.
Le statistiche avvantaggiano i bianconeri, ma l’incidente è sempre in agguato.
La Juventus deve restare concentrata e non perdersi in episodi di isteria, il menefreghismo di Danilo non può essere tollerato in un momento così determinante della stagione.

JUVE, BUONA LA TERZA

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Sarri cambia e gli va bene. Menomale, allora cambiare si può. Si perché Bernardeschi e De Sciglio titolari sono scelte tecniche sue. Devo dire azzeccate. Meno quella di Rabiot che parte bene salvo perdersi poi come al solito. Niente di trascendentale una partita quasi ben giocata per intero, dove si poteva fare anche meglio, ma visti i presupposti pure peggio. Credo sia normale che la Juve passi in scioltezza a Bologna, con questo Bologna. Quindi non gridiamo al malato guarito ma almeno tiriamo un sospiro di sollievo. Speriamo che sia stato davvero un problema di gamba con Milan e Napoli perché sono stato uno dei pochi che ha criticato entrambe le prestazioni, in cui fare del possesso palla fine a se stesso senza mai concludere non è e mai sarà bel gioco. È come fare i preliminari con una donna che poi al “dunque” ci va un altro al posto tuo. Non so se ho reso l’idea.

Ma torniamo al Bologna. Davvero incoraggiante la prova di Bernardeschi che avrebbe meritato anche il gol. Era da parecchio che questo giocatore si era perso. Ora se si ritrova, può esser davvero utile anche, perché a differenza di Costa che sa fare solo la fase offensiva Federico può aiutare davvero il centrocampo come una volta faceva Mandzukic. Checché ne dicano gli esteti il calcio, è anche una questione di equilibrio e di “riempire” il campo al posto del tuo avversario.

Buona e incoraggiante anche la prestazione di De Sciglio ma con la tegola dell’infortunio muscolare. Ne abbiamo davvero troppi di questi giocatori che si fanno sempre male da soli. Una volta si pensava o si preferiva pensare che fossero i vecchi preparatori. La verità è che gente come Khedira, De Sciglio, Douglas Costa, Ramsey e altri sono proprio fragili ed è tutta la carriera che patiscono infortuni muscolari. Sarebbe il caso di non comprarli giocatori così.

Maglia nera per Danilo. Riesce nella difficile impresa di farsi espellere sul 2-0 in meno di mezz’ora. Complimenti davvero. Con le assenze sicure di Alex Sandro e De Sciglio per il Lecce ci toccherà giocare con Matuidi o Bernardeschi terzino sinistro e al momento rimaniamo con un solo terzino disponibile che è Cuadrado e che sappiamo esser anche un terzino sui generis, anche se ieri ha giocato molto bene. Una mossa davvero stupida per cui la società dovrebbe multare il brasiliano. Non si può essere così poco furbi. Ora comunque vediamo per la partita contro il Lecce di mettere in campo una formazione che porti a casa anche quei tre punti.

Sesso Juve e Rock n ‘Roll s03 e34

Questa sera ore 22-30 con Antonio Corsa Michele Fusco Francesco musina Arco Lubrano Benny Nico e Ben

Siamo senza terzini

scritto da Cinzia Fresia

Non c’è pace per la Juventus: i bianconeri rispondono con una vittoria 2-0 (quasi tre) alla “finalaccia” di Coppa Italia, tre gol, compreso quello annullato per fuori gioco a Ronaldo, avrebbe potuto far respirare almeno fino a venerdì i Campioni d’Italia, invece no.
Nel giro di pochi minuti, la Juve perde De Sciglio, per un infortunio muscolare e Danilo subentrato, per un atto di leggerezza e stupidità.
Il Brasiliano appena entrato si rende subito protagonista di un fallo al limite dell’espulsione graziato poi dall’arbitro. Invece di fare attenzilone .. no ..un altro fallo sempre sullo stesso avversario sentenzierà il cartellino rosso, lasciando la Juventus in 10 e soprattutto la prossima partita senza terzini.

Mancando Alex Sandro, ora De Sciglio e il turno di squalifica a Danilo, vedremo quale “coniglio” Sarri Farà uscire dal cilindro per venerdì prossimo.
Pare non ci sia limite al peggio per Il tecnico napoletano, perseguitato dalla sfortuna.

La Juventus risponde bene al Bologna “chiassoso” a tratti confusionario ma di carattere come il loro Mister vuole, Sinisa Mihailovic. Squadra non forte e con evidenti problemi in difesa, il Bologna ha resistito alla Juventus come poteva, cercando di limitare le iniziative e chiudendo tutti gli spazi, ovvio una squadra tecnicamente inferiore alla Juventus, ma in questo momento storico, ottiene un successo il quale non restituisce la finale persa ma almeno mette un cerotto alle ferite mantenendo il primo posto in Campionato.
Tuttavia è importante notare che l’uscita di Dybala, sostituito a causa di probabile stanchezza, non dimentichiamo che il giocatore è stato l’unico della squadra a sviluppare la malattia in forma acuta, come accadeva negli anni precedenti, ha disorientato il gruppo che al solito indietreggia anziché salire.
Infatti proprio in quella fase che il Bologna diventa pericoloso, credendo nella rimonta.

Con Dybala e Ronaldo che ritrovano il gol, e la difesa senza errori, tutto sommato considerata la situazione interna tra voci e illazioni, si può considerare buono il bilancio della giornata, ma la perdita di Danilo sta mettendo in ginocchio la difesa, e l’atteggiamento del terzino brasiliano andrebbe pesantemente sanzionato.

La Juventus anche con il morale non altissimo torna a casa, il tempo necessario per recuperare, ed è subito allenamento in vista della prossima gara.
La maratona per la fine del Campionato non conosce soste e diventa necessaria un programma articolato di allenamenti per arrivare primi.

Concludo nel dire che è bello aver visto Mihailovic al suo posto nella panchina del suo Bologna, il tecnico serbo ha persino rinnovato con il club, e tutto il mondo del calcio si stringe a lui in un virtuale abbraccio.

Pagelle Bologna Juvetus 0-2

 

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 5 Ok è arrugginito ma 3 o 4 disimpegni di piede molto approssimativi non si possono vedere a questi livelli.

Cuadrado 7 Mi è piaciuta la sua partita. Intraprendente in fase offensiva e diligente in fase difensiva.

De Ligt 6,5 Mi pare meno impegnato di altre volte ma sempre sicuro. Si prende un rigore che c’è e che ci fa sbloccare la partita.

Bonucci 7 Veramente bene. Sulla difensiva direi granitico. Qualche lancio di troppo sbagliato ma a furia di vedere centomila tocchi in orizzontale fini a se stessi preferisco vedere qualche lancio verticale anche se sbagliato.

De Sciglio 6,5 Stava giocando un ottima partita purtroppo abbiamo in rosa troppi giocatori fragili che si fanno male ogni volte. Ora due terzini fermi per infortunio.

Bentancur 6 Sempre positivo in interdizione ma in costruzione manca pesantemente. Anche dopo da vice Pjanic abbastanza anonimo. Sufficienza al limite.

Pjanic 6 Più vivace e mobile di altre volte. Devo dire che il Bologna nonostante faccia un pressing feroce non gli mette uno a uomo. Non ho capito oggi la sua sostituzione forse per farlo rifiatare, dei tre era sicuramente il meno peggio.

Rabiot 6 Diamogli una sufficienza va. Ma anche qui molto risicata. Inizia bene con buona corsa ma alla fine della fiera cose che si possano dire determinanti nessuna. Almeno l’ho trovato dimagrito.

Bernardeschi 7 Fra i migliori. Da equilibrio alla squadra perchè a differenza di Costa aiuta il centrocampo. Confeziona un assist strepitoso di tacco per Dybala e meriterebbe il gol su una bordata da lontano che il loro portiere riesce a deviare sul palo. Molto bene.

Dybala 7 Un poco a sprazzi ma quando si accende è bello e utile da vedere. Un gol di pregevolissima fattura. Subito dopo avrebbe l’occasione per chiuderla ma con il destro non è altrettanto bravo. Ancora una prova positiva.

Ronaldo 6 Un gol su rigore che sblocca la partita, un altro annullato per fuorigioco di Costa e in mezzo molte boiate per il pubblico che non c’è … ma almeno lui tirare tira. Può fare di più.

 

Danilo 2 Già doveva esser espulso sul primo fallo è così idiota da farne un altro. Adesso a sinistra la prossima volta dovrà giocare Matuidi.

Matuidi 6 Entra bene e si rende utile.

Douglas Costa 6 Mi pare entri meno bene di Matuidi e ci metta un po’ a toccare palloni ma poi tutto sommato se la cava.

 

Juventus 6,5 Primi 20 minuti come al solito di dominio sterile (solo un tiro di Ronaldo fra l’altro su azione personale), poi la partita si sblocca sul rigore e dopo l’1-0 la Juve devo dire gioca bene raddoppia e meriterebbe anche un terzo gol.

Sarri 6,5 Benissimo la scelta di Bernardeschi che lo ripaga con una grande prestazione e anche la scelta di De Sciglio. Meno bene va con Rabiot ma tutto sommato oggi vince bene e dorme sereno.

Rocchi 3 Il peggiore della partita dopo Danilo. Io non so ma andrebbe rivista tutta la partita per vedere  tutti i falli non visti e non fischiati e quelli fischiati inesistenti. Il rigore non lo vede e fischia fallo su Rabiot che subisce fallo. Soriano riesce a fare decine di falli prendendoseli tutti lui ed è ammonito. Sull’ultimo si tocca il picco praticamente prima di esser sostituito si sgambetta da solo davanti a Matuidi che lo guarda e Rocchi fischia pure quello. Il fallo da rigore c’è e meno male che lo vede il Var. Danilo a 7 minuti dal termine è da espulsione e lo ammonisce soltanto salvo dargli un altro giallo dopo per un fallo normale (probabilmente di compensazione) . Riesce a dare 7 minuti e mezzo di recupero invece di 5 di una partita che è 2-0. Menomale che è stata una partita corretta. Un arbitraggio veramente pessimo.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia