Timidi segnali di risveglio

 

Articolo di Alessandro Magno

Bene ma non benissimo con il Lecce. Juve bruttissima per quasi un ora anche in 11 contro 10, anche in 11 contro 9 per tre minuti scarsi in cui Rossettini era fuori sanguinante e comunque non si è riusciti a fare un tiro in porta. Bane invece il finale bene i tre punti benissimo i +7 che dovrebbero invece metter un poco di sale sulla coda alla Lazio.  La Juve personalmente mi da l’idea di esser una squadra molto facilmente ”imbrigliabile”, soprattutto sullo 0-0, con poche idee ma soprattutto con poche alternative. Dopo il primo gol invece le cose sono cambiate, il Lecce ha dovuto leggermente metter il naso fuori per provare a rimediare alla sconfitta annunciata e la Juvetus, nei nuovi e più ampi spazi, è andata a nozze.
Oggi leggo pareri discordanti fra i tifosi fra eccessivi trionfalismi per il 4-0, che è vero poteva poi esser anche più rotondo, ed eccessivi disfattismi per quella prima ora al solito giocata all’inconcludente palleggio. Diciamo che la verità sta in mezzo. Probabilmente c’è stata anche una strigliata del mister nell’intervallo,almeno credo, visto che il passo è stato già diverso alla ripresa del gioco. Purtroppo una delle caratteristiche che rende prevedibile la Juventus è proprio la lentezza della manovra. Velocizzata questa è diventato difficile per il Lecce andare a chiudere laddove la Juve trovava l’uomo in più.

Non sono d’accordo invece su chi dice di cambio tattico di Sarri principalmente per la sostituzione Costa/Rabiot. Il Lecce senza che noi applicassimo cambi tattici di nessun genere con l’uomo in meno ha iniziato a sragionare, cosa che faceva in difesa già in parità numerica ma con l’uomo in meno si è palesemente aggravata, e gli errori individuali loro sono stati plurimi e non tutti sfruttati a dovere. Su un calcio d’angolo ad esempio si sono completamente scordati di marcare Ronaldo che forse finanche sorpreso di godere di tanta libertà ha colpito tirando alto. Nel loro giro palla hanno sbagliato molte volte passando la palla a noi già in un paio di occasioni prima del gol, tanto che in una siamo ripartiti tre contro due, sempre con Ronaldo in possesso di palla ma non siamo riusciti ad eser lucidi ed andare al tiro. La pressione individuale e sottolineo non totale di squadra, di Bentancur ad esempio, ha creato i presupposti per l’espulsione di Lucioni che si è letteralmente ”imbranato ” da solo, idem il primo gol della Juventus è avvenuto sull’ennesimo passaggio errato di un leccese che dandola indietro ha servito Ronaldo che a sua volta ha servito Dybala per il gol. Quindi nessun gioco di squadra particolare per sbloccare la partita ma semplicemente i nostri avversari erano troppo deboli per resistere ai nostri campioni e probabilmente finiranno a giocare il prossimo anno in serie b e chiaramente se regali tante opportunità ai giocatori della Juventus è chiaro che qualche volta ti perdonano altre invece ti castigano.Inoltre il cambio Rabiot /Costa è avvenuto al 52mo e la Juve è andata subito in gol un minuto dopo senza che Costa avesse ancora toccato nemmeno un pallone.

Detto questo Rabiot, a parte un bel tiro, è stato bocciato anche questa volta. L’ennesima. Spiace ma se non si è nemmeno determinati contro il Lecce in 10 dubito che lo si possa esser con altri avversari più di livello. Bene invece Ramsey per quel poco che si è potuto vedere. Forse è il caso di provare lui alla mezz’ala sinistra visto che sembra avere la classe per poter giocare anche in quella posizione. Certamente gli manca la salute. D’altronde a noi sani non ci piacciono. E arriviamo a Costa anche lui positivo. Passando da uno che di salute non brilla a un altro che invece gioca ogni morta di Papa. Anche qui al netto di molti che lo vorrebbero sempre in campo perchè sarebbe un fenomeno assoluto, ribadisco vedendolo ieri, che ci sono due Douglas Costa, uno normale che è quello che parte dal primo minuto e che raramente se non mai quando gioca dall’inizio, riesce ad esser determinante, e uno devastante che è quello che entra diciamo l’ultima mezz’ora, quando gli altri sono stanchi e meno brillanti. Costa in quest’ultima applicazione risulta veramente un arma in più d’altronde qualcuno lo aveva definito a ragione ”spacca partita” e mi pare evidente come tutte le partite più belle da lui interpretate siano sempre state assolutamente da subentrato. Ma proprio sempre.

Chiudo con la difesa. Nonostante dei terzini improvvisati come Matuidi e altre volte imbarazzanti come Danilo, è più di qualche partita che non prendiamo gol. Questa è sicuramente una nota positiva e migliorativa della prima Juve sarriana che prendeva gol piuttosto facilmente a volte anche alla prima occasione. La coppia De Ligt/Bonucci va alla grande, pare essersi assestata con il cambio avvenuto qualche mese fa con Bonny a sinistra e l’olandese a destra e i due sono a dir poco affidabili. Certo il Lecce senza punte non è che fosse questa arma di distruzione di massa e nemmeno Napoli e Milan lo erano, tuttavia è sempre piacevole secondo me avere una solidità difensiva che assicura per lo meno lo zero a zero di partenza. Poi chiaramente dove non arrivano i fantomatici schemi tattici che ancora non si sono così fortemente palesati, si spera arrivino i nostri fuoriclasse. Ronaldo sta andando alla grande nonostante non sembri brillantissimo ha già 27 gol segnati quest’anno in 36 partite giocate, quando l’anno scorso ne segnò 28 in 43. Dybala pare esser tornato in fiducia dopo i malumori dell’anno scorso e segna con discreta frequenza ma noto la fiducia dal fatto che soprattutto tira con discreta frequenza. A questo si aggiunge un Higuain che al primo impiego dopo i problemi avuti con la malattia della madre ha subito timbrato il cartellino e pare vederlo molto motivato,quindi se i nostri attaccanti han le polveri cariche dovremmo poter stare tranquilli che i gol arriveranno. Se non sono ancora molto convinto del bel gioco e il Lecce non era affatto un test attendibile da buon juventino dico che le vittorie e i tre punti e il primato in classifica fanno sempre morale.

  1. Disamina onesta Ben.
    Anche se non ho letto, qui e altrove “eccessivi trionfalismi”, anche/soprattutto a causa di un primo tempo assolutamente inguardabile.
    Quando perfino il Lecce “ha giocato meglio di noi”, perché ha giocato di “squadra”.
    Cosa che noi non abbiamo fatto né nel primo né nel secondo tempo.

    Perciò ribadisco: Sarri ha abdicato per l’80% al suo ruolo di “insegnante” di calcio, anche perché i senatori (alcuni parrebbe siano andati perfino a fare gne gne dal presidente 😒) gli hanno detto che “socraticamente” loro sapevano già tutto😉.

    Per inciso: ieri sera a mio parere il migliore in campo è stato De Ligt.

    Buona serata.

  2. Più che imbrigliarci loro mi pare che nel primo tempo ci siamo imbrigliati noi con un atteggiamento moscio di gamba e di testa.
    Nel secondo siamo partiti con altro piglio e l’errore loro l’abbiamo provocato noi con la pressione. Come capitato nell’occasione di Ronaldo col Napoli nei pochi minuti giocati decentemente o qualche mese fa col Cagliari quando, se non ricordo male, l’andamento fu poi simile a quello di ieri.
    Nella prima parte era solo Bernardeschi a portare un pressing inutile mentre nella ripresa non li abbiamo fatti respirare. Non hanno dovuto mettere il naso fuori, hanno solo subito.
    Niente esaltazioni, alla fine dei 90′ abbiamo fatto il nostro ma l’attenzione dovrà centrarsi all’approccio svagato e molle per evitare che si ripeta contro squadre più pericolose.

  3. Alessandro Magno

    Qui da noi assolutamente no in giro per il web invece si qualcuno pensava avessi vinto 4-0 col Barcellona

  4. Alessandro Magno

    Non saprei se per colpa nostra o loro ma mi sembrava il vecchio copione per cui noi attaccavamo senza far nulla e quelli ci ripartivano e ci spaventavano. Che poi sono arrivati due o tre volte al tiro menomale che han sempre tirato sulla luna.

  5. Infatti. Nel primo tempo non c’è stata differenza col Lecce…

  6. Ieri sera ho visto finalmente alcuni movimenti diversi in attacco,anche se agevolati dagli avversari.
    Finalmente Sarri ha capito quale sia il ruolo di Costa, ha impiegato solo un anno.
    Quando c’era Allegri nessuno andava a piangere dal Presidente, qualcuno si sedeva sullo sgabello… il famoso ‘gioco’ è anche questo…

  7. Caro Ben mi trovi d’accordo sul tuo pezzo…infatti abbiamo giocato solo con una squadra che ha gli stessi colori del Barça…comunque quando si vince va sempre bene.
    Lo spostamento invertito dei due centrali…evidentemente qualcuno della Juve ha letto il post di Gioele, se vai a ritroso sul blog lo puoi leggere anche tu se non lo hai già fatto, dove, appunto, diceva che De Ligt gioca meglio a dx che a sx.

    E hai ragione da vendere, e ti ringrazio che, in effetti, avvalora quello da me scritto su Costa…quello di fare lo spaccapartite.

    Dovessi sentire Sarri dire che Costa potrebbe dare di più a sx sarebbe per me una bella soddisfazione e se mai dovesse pure giocarci vorrà dire che Sarri ha qualcosa da dire ancora.

    Buona serata

    PS
    La Lazio ha raggiunto pochi minuti fa il pareggio…a sky24 fino a che la Laziobera sotto piangevano…ora dicono mancano 24 minuti per la Lazio a ribaltarenil risultato…piangevano per il semplice fatto che la Juve aveva allungato di brutto sugli aquilotti.

  8. LA COPPA ITALIA ALLA JUVENTUS UNDER 23

    La Juventus Under 23 batte la Ternana e si aggiudica la Coppa Italia di Serie C: decisiva la rete di Rafia allo scadere del primo tempo.

    Primo titolo della sua storia per la Juventus Under 23: battuta la Ternana nella finale di Coppa Italia di Serie C, successo che permette ai ragazzi allenati da Fabio Pecchia di accedere direttamente alla fase nazionale dei playoff per la promozione in Serie B.
    Risultato che va benissimo all’Alessandria, che passa automaticamente al secondo turno.

    Notte

  9. IL CSMPIONATO È SWLVO

    Il grido della RAI…senza contare il calcio di rigorebinventatonin favore di Lotito.
    Tutto ok…va bene così

  10. 👍🏻

  11. I 15 calci di rigore (compreso quello di stasera) guadagnati dalla Lazio nel campionato in corso sono record di tiri dal dischetto all’interno di una singola competizione, da quando Opta raccoglie questo dato.

    Credo sia inutile ogni commento.

  12. L’hai fatta lunga ed abbondante per dirla tutta, Ben. Mi sta bene così così come questo calendario che ci dovrebbe consentire di fare un altro strappo alla prossima.
    Ma quando è che giocheremo dopo di chi insegue? Anche per par condicio non vorrei tra poco sentire polemiche sterili del vantaggio di essere avanti e quindi in grado di “spezzare le reni psicologiche” di chi è costretto a inseguire .😂😂😂

  13. Arthur è a torino per le visite mediche. L’operazione vista così potrebbe essere anche buona visto che vendi un 31enne e prendi un 23enne e risparmi anche sull’ingaggio. Il dubbio però rimane: perché il barcellona tua rivale in champions rinforza una diretta concorrente con un giovane a detta di messi il nuovo xavi? Insomma visti gli ultimi acquisti dove si è scoperto che gli altri non sono più scemi di noi poiché i giocatori che vendono o sono condizionati fisicamente o sono delle teste calde o hanno procuratori particolari spero che paratici, questa volta, abbia più volte soppesato l’affare e non si sia solo fatto condizionare dalla sola plusvalenza, poiché se acquisti un giocatore a 60mln con un ingaggio a 5.5 e fallisce te lo ritrovi sul groppone diventando un problema non di poco.

  14. Tranfagĺìa

    Tre buoni punti e basta,visto un primo tempo con i soliti problemi e un secondo con un Lecce in 10.

  15. La giovane età dovrebbe ridurre questo rischio, in teoria resterebbe rivendibile.
    Comunque a Barcellona non è che abbiano sparato i mortaretti per la sua partenza, anzi, l’operazione di Bartomeu ha suscitato diversi malumori perché molti consideravano Arthur come un tassello importante, con grandi margini di crescita. Speriamo cresca da noi😅

  16. Per l’esattezza Pjanic che di anni ne ha 30 sarà sostituito da Arthur 24 anni ad agosto, credo più una mezzala che un regista basso. Preso anche il portoghese Correia dal City un esterno dx di 19 anni e con De Ligt, Demiral, Bentancur e Kulusevsky, tutti poco più che ventenni, l’anno prossimo la Juve avrà finalmente una rosa più giovane.

  17. Giusto per curiosità:
    Sul rigore della Lazio scrive la gazzetta “Caicedo trova infatti la gamba del portiere viola e l’arbitro Fabbri indica il dischetto. Caicedo sembra già in caduta, ma l’arbitro è certo e ripete: “L’ha preso, l’ha preso”, nulla può quindi il Var davanti a una valutazione chiara.”
    Quindi se l’arbitro sbaglia chiaramente il var non può nulla!?!😐
    Allora che cazzo serve?🤔

  18. Devono rivedere il protocollo…invece che a righe lo faranno a quadretti.

  19. scusatemi ma ero senza occhiali…come al solito credo di vederci ma non è così…tutte lettere vicine a quelle giuste…dovrebbero fare la tastiera del telefonino un pò come una Olivetti.

  20. Alessandro Magno

    arthur non mi convince affatto non è untitolare del barca e non è un regista e alla fine non è nemmeno sano sano. bo credo che sia per fare unagrossa plusvalenza tutto qua. al momento se il centrocampo del prossimo anno è arthur bentancur e non so ramsey per dire è un centrocampo abbastanza inadeguato pure questo. andrebbe innestato un pogba. allora artuhr benta pogba sarebbe già meglio

  21. LA JUVE È DIVERSA DA TUTTE

    Forse a Sarri gli mancano ancora certe finezze…ecco perché, credo, faccia ancora certi errori di comunicazione.

    Un ex Juventus va all’attacco di Maurizio Sarri sulla gestione di Cristiano Ronaldo e critica in maniera pesante le dichiarazioni dell’allenatore bianconero

    Sembrava ci fossero strascichi di polemica la sera di Juventus-Lecce prima di scendere in campo, visto il primo tempo sembrava proprio di sì.

    Un ex bianconero in una intervista ha attaccato il tecnico di Figline per la gestione del “caso” Ronaldo.

    “Sarri non aveva bisogno di parlare con Cristiano Ronaldo per capire che lui preferisce giocare da esterno invece che da punta centrale.
    Il portoghese ha fatto le sue stagioni in quel ruolo e con campo davanti”.
    Ma sono le dichiarazioni arrivate in conferenza a non essere andate giù all’ex juventino: “I panni sporchi si lavano in casa – ha affermato – . Sarri deve star zitto è dire che Ronaldo è un giocatore importante, che ha fatto vincere tante partite e lo farà ancora.
    Le sue parole, invece, fanno passare un messaggio sbagliato, si può pensare che Sarri sia un debole, che non sia considerato nello spogliatoio, che la formazione la fa Cristiano ed è lui che decide”.
    Ecco il motivo per cui, l’ex difensore ritiene che il tecnico “non può fare certe dichiarazioni” perché altrimenti “si fa del male”.

    Boh, qui ognuno dice la sua, mo la dico pur’io: Forza Juve!

  22. Poche volte Arthur è riuscito a completare i 90′ minuti nel Barcellona. Tanto Valverde quanto Setien, pur apprezzandone le qualità, hanno ritenuto il giocatore spesso non all’altezza dal punto di vista fisico e della resistenza sui 90′. Ricorrenti problemi di pubalgia hanno contribuito.
    In qualche occasione è stato richiamato dal punto di vista disciplinare. Per un compleanno di Neymar (ne sappiamo qualcosa) e per essere andato a praticare snowboard quando era convalescente dalla pubalgia….
    Diciamo che dal punto di vista fisico il profilo si adegua al tipo di centrocampista che può essere l’erede dei Pjanic, Kedhira, Ramsey, Rabiot e compagnia. Almeno non va per la trentina…😅

  23. Mah…al Real questo tema si è discusso anche pubblicamente e non c’è stato nessun problema, solo trionfi con Ronaldo più accentrato.
    Quindi discussione sterile, mi associo alla tua opinione, forza Juve!

  24. E’ il primo rigore dato con “distanziamento sociale”.

  25. Allora ai voglia a rinnovi prima che compia i 30 anni 🙂 🙂

  26. Ma sicuri che questo kulusesky sia giocatore da juve? Ha toccato finora 4 palle due stop mandati a 5 metri. Un tiro inguardabile e un dribling dove è caduto da solo. Se fossi paratici quei 35 milioni li avrei spesi per gervihno.

  27. No dai, ha fatto anche una bella giocata a rientrare anche se dopo ha sparato a cazzo😅
    Comunque la difesa dell’Inter da brividi stasera, il Parma con niente ha creato occasioni ghiottissime…

  28. ARTHUR MELO
    da fonte SKY

    Anche Arthur parla di Iniesta come del suo idolo, il giocatore con cui è cresciuto guardandone le giocate, ma sembra modellato dal gioco di Xavi.
    Nel modo di vedere il calcio è incredibilmente xavista, basta prendere una sua risposta e notare come sembri uscire dalla testa del regista catalano: “Nel calcio, per quanto si dica, è molto più importante la testa che i piedi. Devi pensare molto rapidamente e qui in Europa, devi eseguire anche molto rapidamente. La cosa più importante è osservare cosa succede in campo per prendere la decisione giusta. Puoi essere molto forte, molto rapido, molto aggressivo, però se la testa non pensa non ti servono a niente quelle qualità”.

    Somiglia a Xavi anche per la muscolatura ben strutturata, soprattutto sulle gambe, e il baricentro basso, perfetto per chi deve proteggere il pallone utilizzando anche l’equilibrio. Da Xavi, poi, sembra aver preso il repertorio di finte a protezione del pallone, come il giro a 360 gradi.

    A me piace, non piace il Melo.
    Lo chiamerò solo Arthur!

  29. DA GHERVINHO A UNA SOLA BELLA GIOCATA

    Da eurosport
    Dejan KULUSEVSKI 7 – Ispirato, volenteroso, creativo, in quello che per lui diventerá il “derby d’Italia”. Quando parte palla al piede diventa un treno.
    Gran controllo e gran potenza.

    Buongiorno

  30. Gol del Parma nato da un suo lancio di 40 metri in diagonale col contagiri che ha messo Gervinho in condizione di segnare molto dinamico e un paio di tiri tiri in porta insidiosi, che altro avrebbe dovuto fare?

  31. Barone,
    ieri Kulusevski credo sia stato il migliore in campo del Parma, non so che partita ha visto chi lo critica.
    Ciao.

  32. Hai ragione Gioele, alla fine è stato dei migliori. E si fa anche il mazzo…

  33. Gianluca Di Marzio lo definisce un ibrido perfetto, parla di Arthur che secondo lui si adatta a più sistemi di gioco, nel Gremio giocava nella mediana a 2 nel 4-2-3-1, nel Barca con Busquets centrale, le rotazioni con Vidal e De Jong (oltre alla pubalgia come dice Kris) non gli hanno lasciato molto spazio da titolare, ma quando ha giocato ha svolto bene il ruolo di mezzala dx, un ruolo che con Bentancur ad occupare la posizione che era di Pjanic potrebbe ricoprire anche nel centrocampo della Juve. Con l’attuale conformazione nei 3 mancherebbe però la mezzala sx e visto che sarà molto improbabile o quasi impossibile per ragioni economiche il ritorno di Pogba, dovranno cercarne uno al posto di Matuidi, non è detto che non possa essere proprio Kulusevski per (ri)creare come piacerebbe a Sarri un reparto di centrocampo agile e dinamico come aveva al Napoli.

  34. Gioele ho visto solo il primo tempo e sinceramente per quello che ha fatto, tolto il lancio di 40 metri che non giustifica sicuramente una spesa di 35mln, ho visto un mediocre giocatore. se nel secondo tempo si è riscattato alzo le mani.

  35. Comunque alla fine non era caduto da solo nel dribbling di tacco…pare che lo sgambettino ed il contatto ci fossero.

  36. luigis

    Il mio può essere un giudizio di parte ma leggendo i quotidiani sportivi sono tutti concordi nella valutazione della prestazione di Kulusevski, dopo quello riportato da Barone50 anche il CorSera gli da 7 con questa motivazione: “Non si riesce a tenere. Forza fisica e tecnica. Fa impazzire gli avversari: tuttocampista di classe.”

  37. michelleroi

    Buon lunedì a tutti.

    Sulla nostra partita avete già detto praticamente tutto.
    Ho visto una Juve davvero pessima per 45. Con le solite pecche derivanti da un giro palla lentissimo e scarsi smarcamenti individuali. Risultato, zero tiri in porta contro un Lecce che deteneva il record dei gol subiti, in dieci negli ultimi 17 minuti.
    Nella ripresa, dopo la prima rete (nata però da uno svarione difensivo, non farina del nostro sacco), la strada è stata in discesa, come ci si poteva aspettare visto il divario di valori e la superiorità numerica.
    Il malato ha preso un brodino, come si dice in gergo. Ma siamo ancora lontani dal poterci dire guariti. Laddove per “guariti” intendo “efficaci”. Il bel calcio che molti invocavano è un’altra cosa.

    Lo scambio Pjanic-Arthur è un colpo perfetto dal punto di vista economico-finanziario. Si vende ad una cifra superiore al suo valore un calciatore di 30 anni, ancora molto buono ma che ormai aveva bisogno di nuovi stimoli altrove e, con un conguaglio di 10 milioni si prende un giocatore di qualità indiscusse (ma ancora in crescita), cui si darà uno stipendio un po’ inferiore e che tra 2-3 anni, ove non sfondasse da noi, sarà comodamente rivendibile senza minusvalenze.
    Dal punto di vista strettamente tecnico, è un tipo di centrocampista che non avevamo in rosa. Secondo me assomiglia a Verratti come modo di stare in campo, per le sue qualità tecniche e l’abilità di smarcarsi per ricevere la palla e redistribuirla.
    Vedremo in quale ruolo verrà impiegato, se da vertice basso del centrocampo a tre o da mezzala, presumo destra. In questo secondo caso, peraltro, penso che l’altra mezzala la debba fare uno “alla Pogba”, fisicamente e per capacità di inserimenti offensivi.

  38. POGBA ALLA JUVE

    A parte il costo, uno dice vabbè una volta comprato…ma è il mantenerlo con il suo stipendio di 15,08 milioni che la Juve, in questo momento, non può permettersi.

    Arthur ha firmato un quinquennio di 5 milioni più bonus annui, ha 23 anni e pare che i tifosi catalani sono inferociti con la società per lo scambio con un trentenne.

    Kulusevski, a parte quello scritto stamane, pare che tutti i media, all’unanimità, ne parlano bene…almeno in riferimento alla partita di ieri.
    Tuttosport: Gara di grande livello. Quando il Parma attacca è la terza punta larga a dx, quando difende fa il quinto di dx per coprire su Biraghi.
    Il futuro juventino dimostra maturità, oltre alla solita qualità.

    Visto che Chiellini e Buffon hanno rinnovato per un altro anno(e questa sinceramente non l’ho capita)…i giovani serviranno soprattutto per abbassare la media dell’età troppo avanzata.

    Buon pomeriggio

  39. Io però direi che la pressione che li porta a sbagliare sul primo gol è farina del nostro sacco. Siamo andati a strappargli la palla praticamente in area loro con grande determinazione, cosa che non avevamo fatto nella prima parte.
    Sul gol c’è mezza Juve a ridosso dell’area avversaria, avessimo atteso più dietro lo svarione non ci sarebbe stato o non avrebbe portato a nulla.

  40. Concordo Kris, errore procurato anche in occasione dell’espulsione di Luccioni, attaccato da Bentancur non può scaricare sugli esterni con Berna e Dybala che si alzano in pressing su di loro.

  41. Vero, forse l’unica cosa positiva del primo tempo mel quale tra l’altro credo che Benta sia stato l’unico a distinguersi.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web