Ormai questa Juve è così.

 

Articolo di Alessandro Magno

Ogni volta che questa Juve è chiamata a una prova di maturità fallisce miseramente. Per l’ennesima volta una squadra media o a esser cattivi mediocre come può esser oggi l’Udinese , con un poco d’ordine e di impegno ha fatto non solo un figurone ma ci ha tolto dei punti. Questa volta tre. Sono ben 18 i punti persi dalla Juve in momenti in cui era in vantaggio. Le rimonte subite non le voglio contare ma sono uno strazio. Con l’Udinese ci possiamo trastullare con 600 passaggi riusciti contro i 300 loro, con il 56% di possesso palla contro il loro 44 e raccontarci che il calcio è questo, ma la verità è che nel calcio contano i gol e conta farne uno in più degli avversari. Ma ormai sono problemi atavici e irrisolti. Nelle ultime 6 giornate la Juventus ha subito ben 13 gol peggio han fatto solo Brescia (16) e Spal (20). Nessuno ormai si stupisce più di questo esser rimontati , anzi qualche volta ci si stupisce del contrario ovvero come contro la Lazio ci si stupisce che si sia tenuto il risultato. E questo è veramente grave perchè non solo manca la fiducia in campo dei giocatori ma manca la fiducia del tifo in questa squadra. Fiducia che il mister e la squadra non si sono evidentemente guadagnati. L’anno scorso a un certo punto con Allegri ci si chiudeva e si aveva la sensazione che prima o poi il gol lo si prendesse. Oggi non ci si chiude più ma la sensazione è diventata una certezza.

Ora è bene metterci concentrazione e fare questi tre punti con la Samp. Non voglio pensare ad altri scenari perchè tre punti in tre partite li farebbe anche la Spal facendo catenaccio. Quindi lo scudetto si vince senza se e senza ma. Fra l’altro potrebbero arrivare ulteriori regali dalle altre visto che già in questo turno ci sono Milan Atalanta e Genoa Inter e poi a seguire Inter Napoli e ancora all’ultima Atalanta Inter. Certo giocarsi all’ultimo sangue un campionato così livellato verso il basso non è che sia una grande nota di merito. Ieri mi chiedevo se Conte non abbia dei rimpianti a non averci conteso questo campionato dove alla fine ci dividono quasi solo gli scontri diretti e dove credo di poter dire sarebbe stato alla sua portata? Sembra il campionato dei ciapa no. Il campionato delle occasioni perse. Anche questo scenario è cambiato. Una volta sembrava tanto facile vincere in Italia oggi sembra quasi un parto. Il livello si è alzato? Con l’Atalanta che può arrivare massimo a 83 punti, l’Inter a 82 e la Lazio a 81, direi proprio di no. Ricordo che il peggior punteggio per esser Campione d’Italia nei campionati a 20 squadre lo realizzò il Milan di Allegri con 82 punti quindi siamo a livello dei risultati peggiori di sempre.

Le domande che dobbiamo farci oggi sono queste : Quanto è colpa del mister e quanto è colpa della rosa e di altri fattori in questa situazione? Quanto è possibile migliorare la gestione di queste situazioni oggi? Secondo me la colpa del mister è tanta. Non sembra capirci molto e soprattutto Sarri sembra propenso a restare sempre sulle proprie idee. Dopo un primo periodo di stagione dove si è provato il modulo con il trequartista si è andato avanti con il 433 e poi con Bernardeschi in una specie di 433 che a volte diventa 442. A centrocampo oggi esce Pjanic che è stato considerato il capro espiatorio, la ragione principale di tutti i nostri mali, ma senza Miralem la squadra gioca obiettivamente peggio con Bentancur, che è un bravo interdittore ma lo vedono anche i più orbi che non è giocatore da giocare in regia. Contro l’Udinese per sua stessa ammissione Sarri ha dichiarato che abbiamo perso perchè abbiamo provato a vincere. Ma un mister dovrebbe anche capire quando la squadra è stanca e non portarla allo sfinimento specie in una corsa a tappe come uno scudetto. Udinese Juventus non era una finale. Inoltre si gioca ogni 3 giorni a 35 gradi e lo sa, per cui le energie non si recuperano così in fretta, quindi stancarli a dismisura per provare a vincere contro l’Udinese porterà ulteriori strascichi fisici anche su Juve Sampdoria.

Per quanto riguarda la pochezza della rosa certamente non è colpa di Sarri avere giocatori inadatti al suo credo ed esser particolarmente limitato in certi ruoli come i terzini ad esempio dove quelli sono e due devono giocare, tuttavia questa è una questione che non potrà esser risolta prima della nuova sessione di mercato e quindi bisogna fare con quello che si ha. Lui ha provato qualche esperimento come Matuidi terzino ma poi non gli ha dato ulteriore corso. Per quanto riguarda invece il termine della stagione e la Champions lo dico non sono ottimista. Servirebbe un miracolo e soprattutto credo che dovremo votarci a San Ronaldo. Se il portoghese riuscisse a fare un finale di Champions come ha fatto spesso nel Real con tanti gol tutti concentrati in poche partite , forse potremmo avere qualche speranza, diversamente con questa fragilità difensiva la vedo durissima contro le corazzate d’Europa. Non so a questo punto cosa pensare per l’anno venturo ma io tutta questa serenità che vedo nell’ambiente con questi bei sorrisi di Sarri e Paratici che ostentano tranquillità come se tutto ciò sia una cosa normale non mi piacciono. Una volta pure Allegri che era famoso per la ”Halma” a Carpi si tolse la giacca e la buttò per terra.

  1. Intanto, visto che si parla dell’anno prossimo e visto che l’attuale stagione l’ha terminata iniziamo ad impacchettare Costa. Il primo di una lunga serie di elementi che danno l’illusione di una rosa stratosferica e poi non sono in grado di fare, non dico 90′, ma neanche 45′. Se non migliora il materiale umano è inutile parlare di allenatori.

    • Per creare il contorno ai campioni che abbiamo ci vuole gente sana, affamata e che si metta a disposizione. Basta rottami e gente a fine carriera.

    • Allora kris
      Allegri era superato e Sarri invece una vittima perché ha una squadra cotta?

      Sono certo che sono io a non aver capito..

  2. Ben, la Juve ha provato a vincere contro l’Udinese e proverà a vincere contro la Sampdoria.
    Quindi non è che non ci si doveva stancare contro l’Udinese per vincere la prossima …
    Francamente mi sembra un discorso da … gatto che si morde la coda😅.

    Sarri ha sicuramente le sue colpe, ma gli uomini questi sono, lo stiamo vedendo ogni tre giorni il loro penare.
    Alcuni sono arrivati, altri inseguono traguardi personali, altri sono pietre senza sangue.
    Resta il blasone, ma se dentro non ci metti la carne e il sangue il blasone da solo non basta per vincere!

    • Alessandro Magno

      Forse non mi sono spiegato bene intendo quando sei stanco e non puoi vincere siamo al 92mo porti a casa il pari che è un altro punto verso lo scudetto e non ti ammazzi di fatica che appunto dopo tre giorni hai un altra partita. sarebbe amministrare le forze che la vedo come una cosa normale e non come una follia

  3. COSTA COSTA DOVE POTREBBE APPRODARE?

    Douglas Costa è stato sottoposto questa mattina, presso il J|Medical, a risonanza magnetica che ha evidenziato una lesione di secondo grado a carico del muscolo adduttore lungo della coscia destra.

    Tra 15 giorni verrà nuovamente rivalutato.

    E quel coglione non lo faceva giocare…Sarri pensaci tu.

    Buonasera

  4. I DUBBI DI BARONE50

    Contro ogni previsione e contro la sua volontà, la sua di Lotito,
    La Lazio è approdata in Champions.
    Per due anni consecutivi, il presidente aquilotto, era riuscito nel suo intento favorendo a sua insaputa(?) l’inter.

    Purtroppo, per lui, quest’anno dovrà chiedere un mutuo per pagare i premi ai suoi giocatori per l’avvenuta qualificazione.

    Intanto sta per iniziare il secondo tempo di Milan/Atalanta.
    Uno a uno il risultato.
    In vantaggio il Milan, poi Donnarumma para un rigore e dopo un pò c’è il pareggio della Dea con Zapata.

    Buona notte

  5. Credi che Conte non abbia provato a contendere lo scudetto alla Juve?
    Ricordo la partita dell’ andata. Mai, mai…ho letto e ascoltato delle dichiarazioni di rassegnazione dopo Inter Juve (a Milano eh !? con 70000 persone) di amici interisti. Manifesta superiorità, commentavano.
    Al ritorno idem. Lukaku un fantasma. Dybala un marziano!
    Lo puoi dire forte Alessandro. La differenza tra noi e loro si trova negli scontri diretti. Hai detto cotiche.

    • Alessandro Magno

      Per me è un demerito che contro questa Inter ci sia di differenza solo gli scontri diretti

    • Ti quoto alla grande Enea.
      Abbiamo zittito l’Inter col suo egocentrico allenatore, e i suoi allucinanti tifosi.
      Sia all’andata che al ritorno abbiamo dimostrato chi è il più forte.
      Caro Ben, se questo è un “demerito”, me lo prendo tutti gli anni. Scudetto compreso nel pacchetto ovviamente 🤣.

  6. @ Ben
    Quoto 100%
    Rigo per rigo.

  7. La rosa non è il top e lo sappiamo.

    Ma quando stai vincendo e ti fai ribeccare in maniera ridicola non ci sono scusanti.

    Il calcio e’ tattica e si devono usare tutti e tre i reparti. Le altre supposizioni sono inapplicabili e frutto di fantasie fanciullesche.

    Allora bastava Zeman.
    Normale che ci sono giocatori da cambiare. Lo diceva anche Allegri ma l’allenatore può scegliere e se il materiale non è all’altezza,non accettare.

    Ma sai… Tre anni di ingaggio (pazzesco) sono tre anni. Per uno che manco sai di cosa si parla quando si dice sarrismo, è grasso che cola.

    Non cadiamo nel favolesco con giustificazioni che sono solo arrampicate ripetitive.

  8. La rosa non è il top e lo sappiamo.

    Ma quando stai vincendo e ti fai ribeccare in maniera ridicola non ci sono scusanti.

    Il calcio e’ tattica e si devono usare tutti e tre i reparti. Le altre supposizioni sono inapplicabili e frutto di fantasie fanciullesche.

    Allora bastava Zeman.
    Normale che ci sono giocatori da cambiare. Lo diceva anche Allegri ma l’allenatore può scegliere e se il materiale non è all’altezza,non accettare.

    Ma sai… Tre anni di ingaggio (pazzesco) sono tre anni. Per uno che manco sai di cosa si parla quando si dice sarrismo, è grasso che cola.

    Non cadiamo nel favolesco con giustificazioni che sono solo arrampicate ripetitive.

  9. Mi spiegate cosa è il sarrismo. Per favore?

    Se quello che dal 16 luglio 2019 predica contro sono io,

    grazie. Per me è un encomio.

  10. A COSA SERVIVA IL PAREGGIO…A VOLTE SERVE

    Che ne so, visto il risultato di ieri sera tra Milan e Atalanta a noi domani sera contro la Samp con un pari potevamo chiudere il discorso…solo per la matematica, perché in effetti il discorso scudetto è stato chiuso da un pezzo…invece?

    Invece va a finire che stasera il Genoa pareggiando o addirittura battere quelli di nerobleau vestiti togliere la soddisfazione, unica direi rimasta, al nostro presunto allenatore.

    Con quel pareggio contro l’Udinese, che non serviva ho letto, domani sera bastava un risultato su tre, il pareggio appunto, per vincere il torneo estivo ricco di tanti premi e cotillon.

    Buongiorno ☕ buon sabato blog

    • Ma, scusa, se il Genoa vince o pareggia coi nerobleau non ti basta comunque un pareggio contro la Samp?

      • e grazie al cà…ora si.
        Vabbè, a volte vorrei rinunciare e farmi i cazzi miei…perché controbatti a catzum
        Ma se l’inter vince bastava anche quel pareggio con l’udinese e l’eventuale pareggio con la Samp nostro.

        Quindi, ho sottolineato che molto probabilmente il Genoa non darà manco la soddisfazione a Sarri di vincere o pareggiare domani sera.
        Ciao

  11. Tino,
    No non sei tu quello del 16/6. Non si riferisce ad una persona in concreto ma ad una parte di tifosi che non ha mai accettato la scelta della società e critica l’allenatore da prima che arrivasse. L’ho scritto dopo aver letto Bosco comunque, pensandoci, ci rientri anche tu nel gruppo😜
    La squadra cotta l’aveva anche Allegri, ma la critica su di lui era per altre cose dette già tante volte.
    Il sarrisno non so cos’è e non me ne frega, si tratta di folklore napoletano che mi interessa poco. Solo do fiducia ad un allenatore al primo anno che cerca di portare idee di gioco che condivido e considero più consone ad una grande squadra come la Juve.
    Tre anni di contratto, che li faccia o meno, mi sembrano normali visto che non hai preso in traghettatore.
    Ciao

    • michelleroi

      @Kris
      Che anche Allegri avesse una “squadra cotta” lo scrivi tu oggi, e lo scrivono oggi alcuni (ma non tutti) degli “Allegri out”.
      Ma col senno di poi è facile… nei due anni passati, viceversa, ce ne fosse stato uno che avesse ipotizzato questa scusante per un cammino obiettivamente peggiorato…
      E invece, era sempre e soltanto un florilegio di “abbiamo un gruppo di campioni con Ronaldo in aggiunta, siamo talmente superiori che vincere non può nemmeno essere motivo di vanto”.

      Dici che le critiche ad Allegri nascevano dal fatto che il tecnico si fosse adagiato ad una deriva troppo conservativa e difensivista… ma non è ipotizzabile (tanto più potendo giudicare oggi, con una stagione in più di esperienza) che proprio Allegri si fosse reso conto dei limiti fisici e delle caratteristiche degli uomini e avesse maturato il convincimento che quel genere di calcio e di approccio alle partite fosse il migliore per portare a casa i risultati?
      Chiedo eh….

      • Michel,
        Ora non saprei differenziarti utente per utente però già dal 2018 un po’tutti mugugnavano per un centrocampo mai completamente rimpiazzato dopo Vidal Pogba, per giocatori troppo in là con l’età o troppo soggetti ad infortuni e per un gruppo che si andava via via adagiando sempre di più sugli allori.
        Allegri ha fatto esattamente quello che tu dici nella seconda parte del post. Ma se il gruppo s’ammoscia e l’allenatore della mosceria cerca di farne un arma non ne usciamo più. Ciò che si vedeva in campo era sempre più deprimente ed andava esattamente in direzione opposta al cammino che invece seguono i grandi club europei.

    • Scusa Kris, e parlo in generale non riferito a Sarri. X me un allenatore da grande squadra è colui che riesce a lasciare all’avversario poco p niente. Può farlo anche con la difesa altissima, non mi interessa. L’importante che persa la palla la si riconquista subito, altrimenti meglio chiudersi dietro e ripartire. Il problema è che, mentre l’anno scorso spesso l’avversario ci castiga se non nell’unica occasione cmq nelle 2 massimo 3 che concedevano, quest’anno ne lasciamo 7/8 a partita e quindi i gol subiti non sono dovuti soprattutto alla sfortuna come negli anni passati. Sfortuna ovviamente nel senso che lo beccò nell’unica occasione; poi c’è anche la qualità dell’avversario. Quest’anno invece il gol da subire è sempre nell’aria mentre quello da fare non sempre eh.

      • Scusa Germano, mi era sfuggito il tuo post.
        L’ho scritto prima, passiamo dal fare una grande partita a trasformarci in una Spal qualsiasi. Ed in quel momento diamo l’impressione di poterle beccare da tutti. Ma succedeva anche l’anno scorso a partire dal girone di ritorno, se ne abbiamo beccato qualcuno in meno è perché ci mettevamo tutti in area. Per questo parlo di gruppo arrivato.
        Ora qualcuno mi dirà che lo scudo era già vinto, ma la coppa Italia no e li ne prendemmo tre uscendo malamente. La Champions neanche era già vinta e fummo sottomessi in tre partite su quattro uscendo anche lì con una figuraccia (qualcuno uso’ come alibi l’assenza di Chiellini!).
        Insomma per me non è l’allenatore la questione, semplicemente se si vuole cercare di fare un certo tipo di calcio come fanno tutte le big europee bisogna intervenire su buona parte di un gruppo alla frutta.
        Ciao

        • Gruppo arrivato certo. Ed è x questo che l’allenatore ne voleva cambiare 5/6. Ed io (ma questa è una mia interpretazione personale) se ho un allenatore vincente cerco di accontentarlo 8n tutto e x tutto e di trattenerlo. Stesso discorso con Sarri. Lo voglio tenere ancora?o accontento, con la speranza cmq che sia alla squadra un equilibrio. Tutto qui.

          • Sono d’accordo, e non è neanche questione di accontentare Sarri o Allegri ma di prendere atto di una situazione.

            • Si ok. Ma la situazione da capire secondo me era che si doveva cambiare 5/6 giocatori e non allenatore ma come ho già scritto, se dopo il primo anno si cambia ancora sarebbe un errore ancora più grave di quello di aver mandato via Allegri, di per sé già gravissimo. Sarri merita un altro anno, x me ovviamente.

  12. Alessandro Magno

    La rosa non è il top ma il Milan senza mezza difesa ha fermato l Atlanta dei 100 gol in campionato e senza subire quello che abbiamo subito noi con in difesa
    Calabria Kjiar Gabbia Laxalt
    Dai che se è diventata una squadra di calcio il Milan di Pioli abbiamo speranza anche noi dai. 😁

  13. COSTAFLOP LA NUOVA NAVE DI COSTA CROCIERE

    Costa-to 46 milioni con 36 milioni lordi di ingaggio per aver saltato 43 partite per infortunio(a proposito, il sottoscritto quando sbaglia chiede scusa) invece per molti, lo scorso anno e anche quello prima, era Allegri che non lo utilizzava.
    A proposito è di nuovo infortunato…eventualmente potrebbe rientrare per spaccare la finale.
    Giocatore inutile più del presunto attuale allenatore.
    E c’è chi ne tesse le lodi per il progetto.
    Quale progetto?
    Quello di reclamare dei 12 rigori subiti…e credo sia proprio questa ultima dichiarazione a far pensare ad Andrea Agnelli del progetto triennale fallito.

    A dopo…

    • L’anno scorso mi pare 30 gol subiti con 4 rigori. Quest’anno 38 gol con 12 rigori…
      Più che altro perché poi dite che è come Zeman.

      • Se vuoi ti presto le mie ventose…tanto a me non servono più …Allegri l’ho bello che “sepolto”.

      • michelleroi

        @Kris
        …però, però… le cifre vanno riportate correttamente…
        Lo scorso anno la Juve ha subito 30 gol in 38 partite, quest’anno siamo a 38 in 35…
        Ma soprattutto, nella stagione passata abbiamo vinto lo scudo con 5 giornate di anticipo… e nelle ultime partite se non sbaglio ne abbiamo perse 2 e pareggiate 3, subendo ben 7 di quei 30 gol… a babbo morto, ossia quando non contava più nulla..
        La differenza rispetto a quest’anno mi sembra notevole.

        • Anche qualora ci fosse alla fine qualche gol di differenza non mi sembrano cifre così abominevoli. Al netto dei rigori e del gran numero di gol che si stanno segnando in generale in un torneo di fine luglio 5,6 o 7 gol sarebbero la differenza tra il mago delle difese ed il novello Zeman?

  14. alessandro magno

    Facciamo un piccolo sondaggino secondo voi oggi giochiamo meglio o peggio dell’anno scorso?
    Io dico peggio

    • L’anno scorso era principalmente non far giocare l’avversario e poi sfruttare l’occasione. Quest’anno andiamo a corrente alternata, ma offriamo spezzoni di ottimo calcio, poi di colpo ci trasformiamo nella Spal…ma finché ci siamo con gambe e testa io preferisco questo calcio a costo di correre più rischi sul risultato.

      • Quoto Kris. La Juve, come detto da tanti anche qui, gioca bene a sprazzi. Poi (secondo me) la carente condizione atletica non
        permette di esprimere alla squadra ciò che dovrebbe fare.
        Ho in mente ancora Juve Napoli 0-1 con gol di Koulibaly.
        Interpretazione della partita della Juve da OFFESA al calcio.
        Per favore.

        • E ce ne sarebbero tante. Ma la memoria di molti è corta. Oltretutto di colpo il gioco è diventato la cosa fondamentale per molti che fino all’anno scorso esaltavano le vittorie cortomuso.

        • Veramente quella fu offesa del calcio anche da parte del Napoli che fece un pochino meno peggio di noi. Diciamo che a loro noi giocammoda 0 (zero) e loro da 0,5.

    • Benedetto, bisogna sempre prima capire cosa significa sto benedetto (scusa il giro di parole…) giocar bene. A livello personale gioca bene una squadra che subisce pochissimo o niente e porta a casa il risultato. Quindi se devo guardare tutte e 2le cose stiamo facendo schifo come non mai. Se elimino la prima stiamo Giocando bene xché cmq siamo primi, x quello che può contare una stagione anomala come questa.

    • Molto peggio!!

    • Ben, il calcio è uno sport “emozionale”: a livello di emozioni, nel bene e nel male, questo è un campionato che mette anni luce di distanza con gli sbadigli degli ultimi due anni.
      Certo, si spende qualcosa di più in appuntamenti col cardiologo💔, ma il gioco vale la candela🤣.

    • michelleroi

      @Ben

      Non è tanto giocar meglio o peggio il punto, perché la visione può essere soggettiva.
      La questione vera è che l’anno passato eravamo comunque una SQUADRA, con pregi e difetti, ma SQUADRA.
      In questa stagione, invece, non lo siamo mai stati e non lo siamo tutt’ora, siamo un’entità ancora amorfa, dalla quale non sai cosa attenderti di partita in partita.

  15. Alessandro, al di là del gioco credo che come avrebbe detto l’Avvocato quest’anno s’è vista sicuramente una difesa della Juve “emozionante”, col risultato delle partite mai scontato e un phatos che a differenza di quella di Allegri ci ha quasi sempre tenuti tutti col fiato sospeso fino all’ultimo secondo dell’ultimo minuto di recupero.

  16. alessandro magno

    Lunedì che faccio Sesso Juve e Rock n roll proporrò lo stesso sondaggio chiedendo magari se era meglio prima o adesso oppure se piaceva piu prima o adesso visto che “bel gioco” è un po’ troppo interpretativo

    • Però bisogna anche tenere in conto che questo è il primo anno col nuovo allenatore (anche una stagione anomala) e l’altro era il quinto anno.

      • e basta Kris ti prego, stai diventando patetico.

      • Kris,
        no dai, basta per favore con gli alibi, con una Juve che Conte disse era da rifondare Allegri il primo anno vinse il campionato col miglior attacco a la miglior difesa e arrivò in finale di Champions, persa per un clamoroso rigore non concesso per fallo su Pogba sull’1 a 1.

        • E certo, mo’andiamo appresso agli isterismi di Conte. Quella squadra non era proprio da rifondare, infatti cacciarono lui. Ma se volete dire che è la stessa cosa lavorare per qualche mese su una squadra o per 5 anni fate pure. Io mica devo convincere nessuno, solo dico la mia opinione che peraltro pare infastidisca molto anche al Barone che si permette di giudicarla patetica.
          Espressione che viene ad aggiungersi ai vari “faccia da culo” “puttanate” “coglione” ecc…che normalmente usa nei miei confronti per controbattere argomenti😊
          Ma se non mi scandalizzo delle conferenze di Sarri figurati se me la posso prendere col Barone. Sicuramente neanche a lui darebbe fastidio se gli si parlasse in questi termini🤗

          • scusa, ma tu istighi e io rispondo.

          • Kris perdonami ma sei stato tu a parlare di primo anno di Sarri, il confronto dunque è solo sul 1°anno di Juve di entrambi (che c’entrano i 4 successivi di Allegri?) e sotto ogni aspetto credo di poter dire che il giudizio su quello di Allegri sia nettammente migliore rispetto a Sarri.

            • Io non ho confrontato i primi anni, ho detto che una cosa è un percorso nuovo iniziato quest’anno e spezzato a metà ed un’altra un percorso che era già al suo quinto anno. Più che opinioni sono fatti.

              • Hai scritto: “Però bisogna anche tenere in conto che questo è il primo anno col nuovo allenatore (anche una stagione anomala) e l’altro era il quinto anno.”
                Dovresti allora spiegare qual è la ratio nel paragonare la 1a stagione di Sarri con la 5a di Allegri, caratterizzate entrambe da situazioni e contigenze diverse ed in quanto tali oggettivamente non confrontabili.

                • La ratio è che Ben sta comparando l’ultimo di Allegri col primo di Sarri. Gli unici un po’comparabili essendo la squadra quasi la stessa.

  17. Nè meglio nè peggio, ha ragione Germano subiamo più goal ed i risultati non sono adeguati alle prestazioni che non sono le cose che contano.
    Piuttosto quest’anno con Sarri vinceremo lo scudetto con un altro record. Quello dei minori punti conquistati onde riuscire a vincere uno scudetto da quando ci sono i 3 punti e 20 squadre.
    80 saranno sufficienti le avversarie più vicine fanno harakiri già da un pezzo.

  18. Ben
    Rispetto l’anno scorso giochiamo peggio…e per giocare peggio solo uno scienziato come Sarri poteva riuscirci.

  19. Ben ci sono state delle buone partite anche se si contano sulle dita di una mano, e bruttissime partite dove oltre ad essermi annoiato non abbiamo portato a casa neanche il risultato e quindi mi sono anche incazzato. C’è chi gode nel vedere miriadi di passaggi che non portano a niente o ad avere sempre la palla tra i piedi ma non avanzare di un metro e non tirare quasi mai in porta e chi invece ama la verticalizzazione ed arrivare con tre passaggi in porta o magari al tiro. Io faccio parte della seconda categoria.

  20. LUCIANO MOGGI

    Al termine di Udinese-Juve la notizia della sconfitta dei bianconeri si è sparsa come il tam-tam nella giungla.
    Perché era inaspettata, visto che da nove anni a questa parte la Juve aveva abituato tutti a commentare le vittorie, anziché le sconfitte, concedendo al massimo la possibilità di chiedersi se avesse giocato bene o male.
    Quasi fosse un fatto scontato il successo, come se la Juve fosse una squadra perfetta, come se l’Udinese fosse una vittima predestinata.
    Insomma, per tutti il 23 luglio 2020 doveva equivalere al #5maggio2002 quando, sempre ad Udine, un’altra Juve vinse inaspettatamente il campionato spodestando l’inter.
    Non essendo successo niente di tutto questo, la Juve dovrà ancora sudare per mettere al sicuro un torneo che non dovrebbe sfuggirle, ma più per demerito degli avversari che per meriti propri.
    Secondo noi la partita di Udine dovrebbe essere servita agli amanti del “sarrismo” per capire una volta per tutte come Sarri (intelligentemente adeguatosi alle caratteristiche dei suoi) e anche la squadra stessa siano stati trainati dalle qualità balistiche di Dybala e Ronaldo. Ce lo dimostra la gara di giovedì: venute a mancare le loro invenzioni, i loro gol, la Juve ha pagato le conseguenze. Perdendo.
    E adesso dovrà rimboccarsi le maniche per recuperare all’Allianz contro la Sampdoria.

    Bona pennica

    • L’unica cosa a cui si è adeguato Sarri sembra essere il pauroso deficit negativo dei gol subiti e questo trend sta a dire una sola cosa, è un allenatore inadatto a guidare grandi squadre che hanno obiettivi ambiziosi come la Juve.

  21. Peggio tenendo anche il conto delle rimonte e dei risultati.

  22. Dice bene Enea:

    “Juve Napoli 0-1 con gol di Koulibaly.
    Interpretazione della partita della Juve da OFFESA al calcio.”

    Sintesi perfetta di una “filosofia” che aveva rotto ampiamente le balle.
    Perché la domenica successiva la Juve fu capace di offenderci ancora peggio: sullo 0-1 e con un uomo in più contro l’Inter, il Vate della panchina ordinò col dito il giro palla ad libitum. Risultato: andammo inopinatamente sotto 2-1.
    E la vincemmo di culo nel recupero.

    Niente, preferisco arrabbiarmi per gli attuali cadaveri che muoiono in campo, piuttosto che essere offeso da una filosofia che si rifiuta di giocare a calcio, orripilandolo in nome del risultato!

    • PS Una filosofia che 11 ragazzi olandesi buttarono nel cesso tirando lo sciacquone, l’anno successivo. Costringendo Agnelli ad affibbiare un calcio nel di dietro al mago dei gestori.

  23. 25 LUGLIO 2006 #IONONDIMENTICO

    Oggi, 14 anni fa, nella Sentenza di Appello, la Corte Federale (presieduta dall’avv. Piero Sandulli) emetteva la Sentenza di Secondo Grado del Processo Sportivo di Calciopoli o meglio FARSOPOLI e distruggeva la Juventus!

    Ometto quello che gli è stato comminato alla nostra amatissima Signora.
    Buon pomeriggio

  24. …E POI C’È CHI LA METTE SUL PERSONALE… ORA

    Certo, di puttanate ne ho scritte qualcuna, tante anche io e riconosciute tali ho il coraggio e l’onore di scusarmi.

    Questo di seguito è un porpora di idee passate…

    (…)Cercate di liberare il vostro ottimismo, anche la Juve, come le migliori squadre europee, ha deciso di giocare a calcio. Quello vero, quello che dona gioia a chi lo gioca e a chi lo guarda.

    (…)ma le premesse per migliorare un gioco estremamente asfittico ci sono tutte (anche con gli innesti a centrocampo).
    Sarri, questo è certo, è un lavoratore indefesso sul campo. Quello è il suo luogo elettivo in cui da’ il meglio. Sarebbe veramente incredibile non riuscisse a darlo alla Juve.
    Questa è la fiducia che deve avere il tifoso che ama i propri colori.
    I timori in genere nascono dalla paura del nuovo che forse l’età in qualcuno di noi accresce(…)

    (…)Le mie “paturnie” sul gioco evidentemente sono state anche le paturnie di Agnelli-Nedved-Paratici.
    Se è vero -come è vero- che nonostante gli ipertrofici “risultati”, il “tuo” Allegri è stato congedato con disonore. Perché è disonore non essersi dimesso alla Gattuso, e fottersi ancora uno stipendio mentre se ne sta al mare a masticare bile.

    Noialtri infatti ci chiedevamo se anche i plenipotenziari juventini guardassero le partite dal nostro punto di vista.
    Se già lo scorso anno -come pare- essi contattarono Sarri- e quest’anno lo hanno preso, evidentemente anch’essi guardavano le partite senza occhiali a culo di bottiglia!(…)

    (…)così come non saranno solo di Sarri i prossimi eventuali trofei.
    Auguriamo al nuovo di fare meglio a livello di risultati e di fare giocare la Juve come una grande squadra per più di un paio di partite all’anno.

    E poi ci si offende se parlo di puttanate.
    Buon pomeriggio

  25. oggi 14 anni fa ci tolsero due scudetti, invece oggi c’è chi dice che lo abbiamo, noi, tolto al Napoli perché nel Napoli c’era chi è ora.
    Saluti

    • 1- Sai bene che tra un’aula di tribunale e il campo ci passa un abisso di differenza;

      2- La Juve vinse quello scudetto per il rotto della cuffia (è solo onestà dirlo), dopo che -bada bene-, in estate aveva comprato il capocannoniere con 36 gol di quella squadra(guidata dal fesso che abbiamo noi ora);

      3- Esercitare la memoria a 360°, è un bene per il corpo e per lo spirito.

      • Luigi mi sa tanto che il campionato a cui ti riferisci è il 2017-2018 e Higuain è arrivato nel 2016. Giusto x la precisazione.

        • Vero Germano, Higuain è arrivato a Luglio 2016.
          Ma ciò non sposta di un millimetro il concetto che ho espresso.

          Ciao.

      • Alessandro Magno

        vinto per il rotto della cuffia verissimo però contro un napoli che ha fatto il suo record storico di punti credo sui 90 (cito a memoria) quindi vinto a pelo ma non certo facilmente

      • Scrivere della coppa vinta dal Chelsea è cosa buona e giusta, come pure sputare sopra a un nostro scudetto è onestà dirlo…parlare delle nostre vittorie passate è solo storia e non vanno menzionate…al contrario le sconfitte subite in passato solo decisioni quelle attuali scuse su scuse e arrampicate sugli specchi…colpa di tizio giocatore e di caio giocatore…dell’allenatore mai una osservazione contraria…si è colpa sua…mica sempre ma una volta sola.
        Ciao

        • Baro’, ti ha risposto Benedetto in vece mia qui sopra.

          Ciao.

          • Noi vinciamo a Roma contro la Lazio con Dybala e due ore dopo ‘o Napule di Sarri ne piglia 4 dalla Roma…noi vinciamo a culo(?) lo dici tu, contro l’inter e lui il tuo allenatore perde in albergo a Firenze.
            Che cosa mi ha detto Benedetto in vece tua(questa mo me la segno) non l’ho capito.

            Parla di Juve e non di Allegri-Sarri.
            Ciao

  26. Io squadre senza centravanti e che entrano così poco in area, non ne ricordo.
    Il calcio che mi piace non è di questa Juve.
    Non abbiamo una squadra titolare, e la quadratura non è stata trovata.
    Agnelli ha congedato Allegri con una conferenza stampa dedicata… Vedremo quando andrà via Sarri… Io penso e spero ad agosto.

    • Anch’io sono per niente soddisfatto di ciò che stiamo vedendo: un gioco decollato solo a sprazzi a primavera, e totalmente asfittico in questa stranissima estate. Attendiamo gli eventi,Ivano.
      D’altronde noi da semplici fruitori ed appassionati, saremo solidali con ogni sua decisione ovviamente.
      Le barricate ideologiche le lasciamo ad altri.

  27. Alessandro Magno

    Ho proposto il mio sondaggio sul mio twitter e il mio facebook la percentuale oscilla piu” o meno fra il 60 65% con preferenza la juve dell’anno scorso.
    la domanda è stata secca quindi c’erano solo due possibilità.
    preferite la juve ultima di Allegri quindi quella del 2019 o questa.
    Questo stanno dicendo ora i tifosi poi vedremo più avanti con altri sondaggi o riproponendo questo se l ‘indice di gradimento cambia

    • Ben, il risultato sarebbe stato forse più “sincero” dopo la conquista matematica dello scudetto.
      Con l’attuale fibrillazione fobica di alcuni, onestamente mi sembra un risultato inficiato 🥴.

      Ciao.

      • Alessandro Magno

        e ti piace vincere facile?
        i sondaggi si fanno i più equi possibili dando il più possibile le strsse possibilità a tutte le risposte
        se no sono furbeschi
        dopo la conquista dello scudetto sarebbe stato artefatto come lo sarebbe stato dopo un eventuale sconfitta con la samp o un uscita champions invece l ho fatto di proposito ora che comunque la sconfitta con l’Udiense è stata superata e l’Atalanta ha pareggiato e prima che vincesse semmai l ‘inter questa sera e potesse dare uteriore pressione.
        fammi fare a me il blogger che lo so fare 😉 :mrgreen:

        • Furbetti de che Ben!?
          Lo scudetto lo scorso anno è stato vinto.
          Parità vorrebbe che si aspetti la conquista quest’anno e poi si voti.

  28. Ecsu alcune cose con Sarri vado non d’accordo ma d’accordissimo tipo questa in conferenza stampa: ” – «La Champions è affascinante, ma il campionato è la competizione più indicativa per valutare il lavoro di una squadra.” Ecco xché preferisco il campionato e noi, forse, vinceremo il nono consecutivo. Se non siamo la squadra migliore di tutti (e non parlo solo d’Italia) “dimmelo tu cos’è…” cantava Venditti.

  29. Questa invece è una cosa che non mi trova d’accordo : “Abbiamo perso ordine in eccesso, se vuoi questo è anche un segnale positivo. Abbiamo perso ordine per la volontà di difendere sempre in avanti anche se non c’era la possibilità di poterlo fare.” Xché se tu (in ogni ambito della vita) hai la percezione o certezza che eei impossibilitato a fare una cosa, semplicemente non la fai. E questo x me è sintomo di intelligenza. Al contrario di stoltezza se vuoi fare una cosa che sai in quel momento non è nelle tue corde.

    • Lì secondo me lo definisce segnale positivo perché indica che la squadra sta assimilando quella mentalità, però è allo stesso tempo uno sbaglio perché non andava fatto non essendoci le basi in quel momento ed era preferibile restare ordinati piùttosto che andare alla disperata perdendo le misure e finendo per beccare gol.

  30. Alessandro Magno

    a me la conferenza stampami è piaciuta molto finalmente l’hosentito dire delle cose da Juve tipo che è lui che deve trovare la quadra e non le scuse o che a udine si è sbagliato a scoprirsi. L’unica cosa che ho trovato fuori luogo è quella battuta sul quanto abbiamo corso noi e quanto l’uinese che onestamente l’ho trovata una di quelle cagate per fare bella figura che poteva fare solo bella figura a napoli infatti qui non ha riso nessuno. Cioè noi abbiamo corso 11, 7 km e l’udinese 11,5 . stupidaggine che non serve se non al limite a noi per vedere quanto stiamo bene. ma davvero quanto ha corso l’udiense a noi serve meno di zero. aldilà di questo l ho trovata una conferenza molto buona mi sembra sereno e determinato quindi sono fiducioso con la samp

    • Che poi l’importante non è se corri di più ma se corri meglio e te lo dice uno che correva…correva…correva…che manco Forrest Gump.

      • alessandro magno

        Esatto. E allora da corridore saprai come correre i 100 metri o i 5000 o lamaratona siano gare totalmente differenti fra loro

      • Germa’, allora tu correvi come vorrei corre Bernardeschi?

        • No Luigi. Io ero il classico portatore d’acqua spostato sulla fascia. Me la facevo tutta, difensiva e non e facevo anche i miei 6/7 gol a campionato e anche alcuni assist. Ci mettevo l’anima xché giocavo x la maglia e x la passione. I puefiberano quelli che erano ma la voglia mi faceva fare a volte cose che non ne avevo le capacità.

  31. Kris

    Il gioco non è qualcosa di comparabile in cifre, sono i numeri a certificare la bontà del lavoro degli allenatori, la Juve di Allegri l’anno scorso ha vinto il campionato a marzo totalizzando 90 punti, il miglior attacco e la miglior difesa, quella di Sarri a 3 turni dalla fine è prima ma lo scudetto non l’ha ancora vinto, finora ha fatto 8 punti in meno rispetto alla stessa giornata dell’anno scorso, ha il 3° attacco e la 2a difesa del campionato e non saranno alibi come i 12 rigori contro, il covid, la condizione fisica e quella mentale a rendere meno severo il giudizio finale su questo allenatore.

    • Alessandro Magno

      Io su questo sono per il corto muso nel senso che poi quando vinci un campionato nessuno si ricorda di quanto lo vinci ma se lo vinci anche di 1 vale poi come quelli che vinci anche di 20. poi è chiaro se devo fare un analisi al momento non posso non dire che questo campionato è stato senza dubbio il piu sofferto degli ultimi 9 forse solo il primo è stato cosi sofferto

      • Certo quel che conta è vincere, farlo con un buon margine di punti di vantaggio sulle altre è sicuramente un merito da ascrivere ai grandi allenatori che hanno fra le altre qualità la capacità di gestire al massimo nel migliore dei modi le risorse a disposizione e la sensazione è che Sarri non sia fra questi, anche se come ovvio da tifoso mi auguro vivamente che alla fine la Juve possa finalmente conquistare il suo 38°scudetto anche con un solo punto di vantaggio.

  32. CONFERENZA DI VIGILIA

    Maurizio Sarri parla in conferenza stampa alla vigilia della partita contro la Sampdoria, gara che può garantire lo scudetto ai bianconeri con due giornate di anticipo: “Vediamo in tutte le partite la possibilità di portare a casa i punti, abbiamo fino al 2 agosto per arrivare all’obiettivo, domani è una possibilità, dobbiamo affrontarlo, come ho già detto, andarci vicino costa zero”.

    PREPARAZIONE – “Non stiamo facendo nessuna preparazione, stiamo giocando ogni 72 ore, la partita di domani la prepariamo domattina, oggi ancora qualcuno avrà bisogno di recupero, non c’è nessuno che sta lavorando da un punto di vista fisico se non dal punto di vista individuale, calciatori che sicuro staranno fuori. Con 72 ore di tempo non puoi andare a fare lavori specifici”.

    MENTALE – “L’aspetto fisico è uguale per tutti, poi caricare una partita dal punto di vista nervoso, caricarla e ricaricarla dopo 3 giorni non è automatico né semplice, abbiamo perso ordine in eccesso e questo è anche un segnale positivo, abbiamo difeso in avanti anche quando non c’era la necessità di farlo. A volte abbiamo perso ordine per passività, stavolta siamo andati in eccesso”.

    PJANIC – “Ha fatto 46 partite, mi sembra che si sia visto, nelle ultime due partite abbiamo fatto scelte diverse, contro squadre che fanno della fisicità la loro arma, Pjanic ha giocato tantissimo, in questo momento ha un piccolo acciacco come tutti quelli che hanno fatto oltre 40 partite, oggi rientra in gruppo vediamo se domani sarà della partita o meno”.

    INFORTUNI – “Preoccupato? No, tutte le stagioni sono diverse, la Juve ha tanti infortunati da qualche anno ma è difficile trovare una causa comune, ci sono stati anche infortuni tramuatici, Chiellini è tornato a correre ieri, Higuain ieri si è allenato a parte e oggi proviamo a rimetterlo in gruppo, De Sciglio dalla prossima settimana. La situazione è tipica di una squadra che ha fatto tante partite ma non drammatica, siamo pronti ad ovviare”.

    RIMONTE – “In questo momento bisogna avere riferimenti molto diversi rispetto a un periodo normale della stagione, sono all’ordine del giorno in quasi tutte le partite, ci sono componenti che rendono campionato e risultati atipici. Ci si gioca la stagione a luglio, non era mai successo nei passati 100 anni. Noi possiamo e dobbiamo essere più solidi, in questo momento non c’è modo di lavorare molto, dobbiamo tenere la testa libera con grande determinazione, non credo la squadra abbia mollato, a Udine abbiamo fatto un errore di voglia, non di mancanza di voglia. Momento difficile ma dobbiamo trovare la forza di andare all’obiettivo”.

    ANCORA PJANIC – “Non so la situazione di Arthur e non mi interessa, Mire è dentro al gruppo, non ho dubbi sulla sua professionalità e se ho fatto scelte diverse è per le partite che abbiamo affrontato”.

    SAMPDORIA – “Squadra che ha trovato il suo modo di giocare e la sua dimensione, riesce a rimanere ordinata per lughi tratti di partita, è una squadra che in questo momento non è semplice da affrontare, può dare idea di non avere grandi motivazioni, però hanno perso il derby e questo mi lascia pensare che avranno motivazioni ma noi abbiamo il nostro obiettivo e non può esserci nessuno che ci supera a livelli di motivazioni”.

    CENTROCAMPO – “Devo essere io ad adattarmi alle caratteristiche dei giocatori. Non puoi arrivare una squadra e comprare 25 giocatori, devo adattare il mio modo di giocare alle caratteristiche dei giocatori, sennò allenerei me stesso”.

    PROBLEMI – “Pensare alla Champions? Non penso, non lo voglio, la Champions è una competizione affascinante ma una squadra di valuta sul campionato secondo me, è la competizione più indicativa. Abbiamo 7-8 giorni da dedicare solo al campionato senza nessun secondo pensiero”.

    EQUILIBRIO – “Atteggiamento? Deve essere di equilibrio, leggere le situazioni, a volte in campo c’è la situazione per poter andare in avanti, altre volte no e bisogna stare ad attendere gli avversari. A Udine ci siamo scomposti e allungati per andare sempre in avanti, cosa che a me piace anche. Poi bisogna leggere meglio azione e situazione ma questo tipo di mentalità mi piace”.

    VOTO – “Do un buon voto, è il campionato più difficile della storia del calcio italiano trovarsi, c’è un capovolgimento delle graduatorie, ci sono difficoltà enormi per tutte le squadre, essendo dentro a un campionato di così difficile interpretazione credo la squadra abbia fatto bene, poi ci sono margini di miglioramento sempre e comunque”.

    Buona serata

  33. michelleroi

    @Kris
    A proposito dei gol subiti.
    Se il confronto lo fai (e lo devi fare) sino al momento in cui la Juve lo scorso anno ha vinto lo scudetto, ossia alla 33ma giornata (da quel momento è stato “garbage time” che nulla conta) vedi che la Juve di Allegri aveva subito 23 reti, quella di Sarri 35. Non si tratta di “qualche gol in più”, la differenza è del 50% in più…

    • Falla giocare a luglio ogni tre giorni quella Juve e vedi se fa gli stessi numeri. Mi pare che in generale si stia segnando molto di più del normale per la serie A.

      • michelleroi

        @Kris
        Eh ma non spostare ogni volta il nocciolo della questione… il discorso era sull’aumento dei gol subiti… che è indubitabilmente considerevole…
        adesso mi dici che l’incremento è dovuto al fatto che si gioca a luglio ogni tre giorni… potrei dirti che in compenso quest’anno non ci sono i turni Champions, ma alzo le mani…
        Io vedo che la Juve è ancora un abbozzo di squadra, assolutamente incompiuta a differenza di quelle di Allegri (anche quella del primo anno di Allegri eh!) e l’andamento schizofrenico delle partite oltre che i risultati ne sono conferma.
        Facciamo tre punti stasera e poi speriamo che in Champions si cambi registro.

        • La questione dei gol è partita dopo che qualcuno stigmatizzava Sarri per essersi lamentato dei 12 rigori. Ora manco quello può fare. Mi pare fino a una decina di giorni fa fosse comunque la miglior difesa del torneo.
          Visto che non smettere di esaltare Allegri sareste contenti se per la prossima stagione riprendesse la squadra senza fare nessuna operazione di mercato? Esattamente la stessa.

          • Pensa invece che quest’anno con De Ligt e Higuain al posto di Benatia e Mandzukic ha fatto 9 punti in meno di quella dell’anno scorso.

            • Non risponde alla mia domanda.
              Comunque quest’anno hai recuperato una coppia di campioni definita incompatibile.

  34. alessandro magno

    Per Andrea rispondo qui perché da cellulare non riesco a ritrovare la discussione in cui dicevi che un punto non serviva allora coppa e campionato sono due tornei diversi con regole differenti. In coppa ad esempio contano i gol in trasferta e si va ai rigori in campionato no. Le competizioni sono anche differenti come interpretazione in una sono un 12 partite e occorre avere buoni soet gginw trovarsi bene nei momenti decisivi l altra è una corsa a tappe dove si vince mettendo insieme i punti uno per volta. Non c’è un metodo buono per entrambe a meno di esser bravi in entrambe le cose un po come il ciclista che è scalatore e w pure cronomen o sprinter per dire.

    • alessandro magno

      Sorteggi*

      • alessandro magno

        Se avessi preso un punto a Udine oggi con la Samp mancava un punto un punto da fare in tre partite invecene mancano due che sono due da fare in tre partite
        Chiaro che fa differenza

        • Ben, pure tu con i se e con i ma e col punto a Udine?
          Bene: l’Inter solo per un caso fortuito non ha preso mercoledì i tre punti con la Fiorentina.
          Ed ora sarebbe a due punti invece che a quattro.
          Come vedi le variabili che cominciano con “SE” non finirebbero mai.
          Guardiamo al presente.

    • andrea (the original)

      Si Ben non serviva perché tanto lo scudetto lo vince lo stesso, non era punto a punto, mica si vorrà gestire pure ora.
      Vincendo si chiudeva a Udine, diversamente comunque si chiude in altra partita, il gioco valeva la candela
      Resta che poi, anche se fosse andata pure Sczeszny ad attaccare, è stata l’unica palla sui piedi di quella sciagura che è Rugani altrimenti il gol non si prende mai.

  35. AVANTI MIEI PRODI

    L’ordine scriteriato che da ai suoi a ogni partita…per fortuna non tutti lo seguono.

    L’inter ieri sera ha vinto, alla Juve quel pareggio a Udine forse serviva… quando vedi che sei in riserva ti fermi a fare benzina…anche a San Siro sarebbe stato utile il pareggio, stai avanti di due ti si accende la spia della riserva e non ti fermi a fare rifornimento?
    Cazzo ti chiamano benzinaro saresti pure del mestiere…

    Bastavano quei due pareggi e stasera scendevi in campo a fare passerella per i tuoi tifosi che ti guardavano in TV.

    Invece ancora una volta tutti in piedi sul divano come degli ossessi carichi di tensione.

    Fallo in coppa, è li che il pareggio non serve se non per andare alla lotteria.

    Buongiorno al blog

    • Bastava questo …
      Bastava quest’altro …
      Bastava che l’Inter avesse vinto contro la Fiore (il pallone solo per un puro caso non è entrato) mercoledì, e stasera saremmo scesi in campo con il pannolone🤣.

      Quindi quello che è successo è bastato così 😉.

      Buona domenica.

  36. 61 ANNI COMPIUTI A GENNAIO

    Mauritio potrebbe diventare l’allenatore più “vecchio” a vincere il Campionato italiano ( o torneo estivo) battendo così il record di Liedholm.

    Potrebbe entrare a far parte degli 11 allenatori ad aver vinto lo scudo al primo anno di Juve anche se con 5 pareggi e 5 sconfitte…tre anni di contratto e fiducia fino alla Champions(sta cazzo de cosa che per qualcuno non conta)…concludo, questo allenatore(?) fin’ora ha vinto un SOLO trofeo.

    Ps
    Voci di spogliatoio: contro l’Udinese esortava De Ligt a spingere di più…vai, spingi spingi gli diceva…e il povero olandesi o con la lingua di fuori e con un rantolo di voce gli rispondeva in lingua olandese: kxwxxyyxxzzwwkkykx?
    Traduco, io che ho studiato l’olandese: mister che vuole che spinga ancora se sono entrate pure le pa..e!
    Buona domenica

  37. Cerca di stare al passo, ogni tanto, da chi ne sa più di te(ovviamente di campo di calcio).
    Ciao

    • Qui l’unico che ne sa di più di calcio, ed è autocertificato, è Pier. Ha portato i diplomi di calciopedia.
      Quindi andiamo avanti in ordine di altezza per due. Tu sei secondo a prescindere 🤪.

      Passando alla Juve: le rivoluzioni non si fanno in 10 mesi, con mercenari col fiatone e le pance piene!
      Questi mercenari erano abituati a giocare 10 minuti a partita.
      Ora sì pretende che a Luglio giochino 90 minuti?
      Impossibile!

      E visto che siamo in discorso: come gestore Allegri era il top, ma come “allenatore di campo” competente e studioso di certi movimenti nel calcio, deve solo attaccare gli scarpini a Sarri.
      Ed ora … Apriti cielo che la terra è arida ahahahahah

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia