1 agosto 2020 Juventus- Roma: la fine di un supplizio

Scritto da Cinzia Fresia

La Juventus chiude il Campionato stasera con la premiazione ufficiale e può mettere la parola fine ad un Campionato conquistato faticosamente.
Maurizio Sarri sale sul podio ma senza il consenso dei tifosi, in contestazione con le scelte della Società.
Definito un anti-Juventino il pubblico non crede in nessuna conversione  riconoscendo la vittoria esclusivamente  ai giocatori.
La Società ha baciato nella sua carriera tanti “ranocchi” trasformandoli in principi, ma pare  non sia riuscita a trasformare Sarri,  il quale non più in tenera età rimane  quello che è.

Maurizio Sarri arriva alla Juventus lasciando i tifosi sbigottiti e senza parole, il tecnico è goffo e ha un’immagine difficile da assimilare ed un passato da anti-Juventino dichiarato, forse perché  ne era sempre innamorato senza speranza ?

“ perché ditemi chi non si è mai innamorato di quella del “primo banco” .. la più carina, la più cretina .. cretino  lui, cretina lei .. cretini tutti …” che rideva sempre .. “

E quando si è innamorati senza speranza ..l’unico modo per sopravvivere è di trasformare il proprio amore in odio, fino a quando “la cretina” così come spesso succede nella vita reale alla piu bella e alla più brava, posa  le sue labbra proprio su di lui .. ecco che Sarri .. arriva a Torino, ma senza atteggiamenti da spaccone, adottando un basso profilo: si ammala e la Juventus lo coccola gli sta vicino,  cerca di dargli uno stile e sorvola le dita nel naso, insomma nasce un amore.

Ma con i tifosi no, non funziona .. a parte il recupero di Dybala, la squadra funziona poco e male, eppure in qualche maniera la Juventus tra botte e spintoni, va avanti anche in champions.
Sarri entra in Juventus nell’anno del Covid, non bastano le avversità del nuovo ambiente ci si mette la sfortuna, insomma tutto contro .. eppure la Juventus come tutte le prime della classe è sicura di vincere,  non  si arrende e  difende la sua scelta,  infatti per il rotto della cuffia vince battendo la terribile  e assatanata Atalanta e l’Inter con sete di vendetta  di Antonio Conte.

Sarri è commosso poiché corona il sogno di una vita con la maglia della partner improbabile, ma non è finita,  c’è la Champions e la squadra è ridotta al limite della sopravvivenza, se la Juventus dovesse in ipotesi arrivare in finale, forse potremmo credere a  che questo amore impossibile e improbabile .. sia autentico,

 

 

 

 

  1. michelleroi

    Sapete perché Ilicic non gioca più?
    Pare che il tradimento della moglie lo abbia turbato a tal punto da metterlo ko psicologicamente.

  2. Succede nelle migliori famiglie

  3. Luna23,
    qualunque cosa pensino i suoi più fantasiosi estimatori, quanto ad innovazione questo allenatore credo non abbia finora convinto la gran parte dei tifosi juventini e degli addetti ai lavori. Tutti loro credo si aspettassero una svolta sotto l’aspetto del gioco rispetto all’ultimo anno di Allegri, ma credo che quella vista finora sia stata l’immagine di una Juve che (salvo eccezioni) ha balbettato calcio dall’inizio alla fine del lunghissimo torneo, con un’idea di gioco rivelatasi alla lunga priva di equilibrio tattico così come è stata concepita da uno degli allenatori forse più modesti della storia della Juventus.

    • Gioele, posso dirti?
      Sicuramente hai ragione, però nessuno ha la bacchetta magica, si è trovato una squadra con tre giocatori e il resto totalmente devastato. In realtà il tifoso è deluso dal pensiero di Agnelli che non tiene conto dei sentimenti e del fatto che Sarri la Juve l’ha odiata sul serio fino a quando non ha mangiato la “ torta” anche lui. Con Gianni Agnelli queste cose non succedevano, ma con Umberto si. Il calcio non è solo un brand, il calcio sono persone, e se le offendi te la fanno pagare.

      • Luna23,
        a prescindere dal suoi comportamenti pregressi che come giustamente sottolinei, in passato non sarebbero stati affatto graditi, il mio è giudizio è relativo solo all’allenatore e ti dico francamente che nell’arco dell’intero campionato (salvo eccezioni dovute più alle prodezze dei singoli) questa Juve non ha scuscitato in me entusiasmo ed emozioni più di quanto abbia fatto l’ultima Juve di Allegri.

        • Certo, ma credo che più di così non potesse fare. In ultimo una problematica caratteriale sua non ha aiutato. D’altronde lo sapeva anche prima che la squadra era ridotta non benissimo, e che non lo avrebbero accontentato nelle richieste. Ad un certo punto sembrava un poveretto.. in balia degli eventi per sua stessa ammissione, la Società si è mossa per tutelarne gli interessi

          • Infatti il punto è proprio quello, sapendo che non l’avrebbero accontentato e conoscendo le caratteristiche tecniche e fisiche della rosa a disposizione, per supportare l’azione del tridente offensivo avrebbe dovuto pensare ad un maggior equilibrio di gioco fra le 2 fasi, perchè non basta il possesso nella metà campo avversaria se non disponi di centrocampisti altrettando abili nell’aggredire e difendere con continuità in fase di non possesso e con una linea arretrata di giocatori più abili ad attaccare che a difendere il rischio di subire contropiedi letali (come accaduto non di raro) è troppo alto per una squadra che ha ancora nella superiore qualità tecnica dei singoli rispetto alle altre la sua arma migliore.

            • Gioele
              Ok tutto quello da te scritto, ma se solo avesse pensato a sminuire tutte le offese fatte quando era al Napoli, poteva almeno addolcire ora che è passato al nemico…invece ha rincasato la dose con se dovevo perdere meglio aver perso con il Napoli…e poi le maglie a strisce..min ultimo orari, partite ravvicinate e i rigori.
              Ciao

            • Gioele, gli uomini a disposizione non sono da Juve, compresi i parametri 0 .. tanto cari a Paratici,

              • Non credo vista la contingenza che quest’anno le prospettive di mercato saranno diverse, vedremo, ma molto dipenderà da quanta strada riuscirà a fare in CL la Juve dal 7 agosto p.v.

  4. Luna
    Sicuramente ne sarai più informata di me sulle vicende amorose dei calciatori…
    Mi pare di aver letto, da qualche parte, che Dybala aveva avuto una storia amorosa tribolata con la sua ex…la Joya non sprizzava gioia lo scorso anno come invece quest’anno con la nuova ragazza…convivono molto d’amore e d’accordo al contrario con la ex lo scorso anno.
    Ricordo il Dybala anche capitano quella sera allo Stadium contro l’Ajax quando lui stesso chiese la sostituzione…pare che fisicamente non avesse nulla.

    Ti dico anche un’altra cosa successa in seno alla Juve: Boniperti quasi “obbligò” Tardelli a sposarsi per fargli avere una vita più regolare…la donna di cui Marco si era invaghito era di molti anni più grande di lui.

    Solo per dire che Sarri con Dybala c’entra come i cavoli a merenda.
    Ciao

  5. IO STO CON MARCELLO CHIRICO

    Nel suo consueto editoriale per IlBianconero.com, Marcello Chirico ha parlato della situazione relativa al futuro di Maurizio Sarri e della guida tecnica della Juventus: “L’esperimento si chiama Pirlo e alla Juve sono convinti possa avere buone possibilità di riuscita. […] Non credo infatti che Pirlo abbia accettato la proposta juventina di allenare la Under 23 soltanto per iniziare a fare un po’ d’esperienza e poi, eventualmente, decidere sul futuro.
    Il Maestro, d’accordo con la società, sa già cosa vuole fare da grande, così come la Juventus non sta puntando a caso su di lui.
    Sembra tutto ben pianificato e studiato e le parole sue e di Agnelli lo confermano clamorosamente“.
    Andrea Pirlo dunque sarebbe la scelta della società per il dopo Sarri, che però rimane ancora in bilico. “Da quel che sono riuscito a carpire, agli Elkann (ovvero, la proprietà) non piace granché.

    Questo significa che la conquista del più scialbo scudetto degli ultimi 9, quello vinto per inerzia e autodistruzione degli inseguitori, potrebbe anche non bastare per salvargli la panchina.

    […] Un titolo vinto grazie ai 31 gol di CR7 e gli 11 di Dybala, non di certo per l’abilità dell’ex bancario di Figline, che riscuote scarso appeal pure all’interno dello spogliatoio. […] Circola voce che se la Juve dovesse uscire in Champions già col Lione, oppure dopo una brutta figura nei quarti contro City o Real, qualcosa in panchina potrebbe anche succedere.
    Perché uscire subito dalla UCL significa tanti soldi in meno nelle casse societarie, dove il portafoglio conta tanto quanto la sala trofei del JMuseum. […] Perché se c’è una cosa che Sarri ha palesato in modo evidente è quella di essere un corpo estraneo alla Juventus, voluto solo nel miraggio di un bel gioco, di un sarrismo modaiolo che non esiste se non nella testa di chi lo ha inventato”.

    Come vi abbiamo già ripetuto in questi giorni dunque, la situazione relativa alla panchina bianconera è da tenere sott’occhio e da questo punto di vista la Champions League sarà uno spartiacque decisivo, in attesa magari di vedere Andrea Pirlo alla guida della Juventus nel prossimo futuro.

    Ma non è ancora tutto.

    Buon pomeriggio

  6. NON C’È SCUDETTO CHE TENGA

    Juventus-Roma per me vale più di ogni altra partita pur importante che sia.

    Prima di ogni Juve-Roma o Roma-Juve per ammazzare la tensione…

    Si parlava di vicende amorose, Ilicic, Dybala, Tardelli…leggendo un post di Luigi dove nominava Plutarco…
    Plutarco a proposito della passione: “contro la passione è difficile combattere: qualsiasi cosa pretende, l’uomo è disposto a pagarla con l’anima”.

    Al proposito mi viene in mente un film: per comprendere fino a che punto siamo disposti a venderci l’anima, basta ricordarsi del professor Unrat che, nel film, “Angelo Azzurro”, pur di non perdere la bella Marlene Dietrich, si traveste da gallo.
    Chi nella vita non ha mai fatto “chicchirichì” può scagliare la prima pietra.

    Il carattere di un uomo è anche il suo demone…li mortacci sua!

    Saluti

    • Barone, sì, la passione amorosa in effetti è una febbre che dopo una certa età può produrre danni; e il professore Rath è la maschera grottesca di molti maschi.

      Permettimi infine di chiosare l’argomento con una lirica:

      PASSIONE

      Ogni sera attendo
      che il buio accenda visioni.
      E invento silenzi,
      come un barbagianni,
      per attraversare la notte.
      Ma anche in essa m’insegue
      il profumo del fiore di ginestra
      che penetra nel tramonto
      come un pungiglione.
      Perché nulla di te
      si è perduto nella dimenticanza,
      ma ogni istante è cantato
      dalle arpe dei venti.
      E il buio della notte
      è ancora rischiarato dal pallore
      del tuo corpo,
      laddove si posò la luna;
      e non ho bisogno di occhi
      per vedere il tuo ventre
      bianco di terra fertile,
      ove lasciammo
      il mio seme di corallo.

      Ramingo è il mio cuore inquieto,
      e come il Solengo
      cerca un’ignota lestra.
      Conosco il mio destino:
      come un aquilotto affamato
      mi staccherò infine dalla rupe
      della mia inquietudine,
      e mi getterò nel cielo profondo,
      ove m’attende il volo o la rovina.
      Come un poeta disilluso
      scriverò, per sfidare il fato,
      versi da bruciare.

      Ma se anche declamassi
      tutti i canti di Neruda;
      e avessi la forza
      di gridarli nel vento,
      con tutte le liriche della terra,
      neanche allora placherei
      la mia passione.
      Perché essa lacera
      inesausta la mia anima,
      e con vorace impeto
      m’incalza in ogni anfratto…
      E la sua sconfitta o la sua vittoria,
      sarà infine inchiodata,
      con la mia carne e il mio sangue,
      su una croce di mirto
      alla deriva nel tempo…

  7. Il problema di sarri non credo siano i suoi atteggiamenti e le sue dichiarazioni, anzi ad essere sincero a me questo suo anticonformismo che cozza contro l’aplomb sabaudo piace anche. Piace anche questo suo linguaggio sgraziato, lo pone fuori dall’ordinario e da quei noiosissimi canoni a cui tutti si uniformano.
    Il problema è la sua incapacità di incidere sulla squadra e pur avendo vinto lo scudetto lo ha fatto battendo tutti i record negativi che hanno reso la juve non uguale alle precedenti ma addirittura peggiore.

    • @luigis

      Figurati, con me sfondi un portone…il linguaggio sgraziato…io mi pongo qua su spesso e volentieri come se fossi al bar.
      Non mi da il fastidio di come si pone, lo hanno scelto e lo conoscevano anche per come si poteva e presentava alle conferenze…forse non hanno calcolato le sue dichiarazioni.

      No, per questo io lo boccio.
      Ciao

    • Luigi, il problema di Sarri è che non si mette mai,in discussione, nella sua posizione sarebbe logico porsi dei dubbi.

  8. Un rigore ben al di là del senso comune condanna la Juve a fine primo tempo contro la Roma: 1-2.

    Il solito Bernardeschi vanesio e strampalato. Ma qualcuno sicuramente dirà che era fuori ruolo🤣.
    Buono invece Rabiot autore dell’assist per Higuain.

  9. Le maglie bellissime…Bernardeschi come manichino da vetrina insuperabile.
    Rabiot molto propositivo…manca la profondità.
    Rigore no e prima c’era fallo dall’altra parte su Zanimacchia.

    Forse è giunta l’ora per Massimo Zampini di fare una poesia per la prima vittoria della riomma allo Stadium.
    Sigh!

  10. michelleroi

    Hortissimo muso… 😂😂😂

    • Quando la Juve ha vinto il campionato il distacco era di sette punti … Non fare il Pistocchi della situazione.
      Perché anche Moratti domani dirà che gli hanno rubato il campionato per un punto.
      Ma lui lo perdoniamo 😅.

      • michelleroi

        Avevo messo le faccine apposta per te, Luigi… eddai… io sorrido ma tu stai proprio coi nervi a fior di pelle!!

        • Ho capito bene infatti: tu fai le battutine sull’ennesima sconfitta della Juve. Amen.

          • michelleroi

            @Luigi
            Certo che faccio le battutine… lo scudetto è in saccoccia, dovrei disperarmi per una sconfitta che non conta nulla e con mezza Under23 in campo?? Non vale la pena farsi il sangue amaro, mi pare…
            E c’è una bella differenza tra il fare la battutina in queste condizioni ed invece augurarsi un’eliminazione in Champions o uno scudetto perso pur di veder cacciato il proprio allenatore, non credi…?
            Va a finire che, prima di ogni mio intervento, mi costringerai a fare un disclaimer apposta per te… basta col sangue agli occhi, Giggì, please… non è cosa.

  11. Non ricordo sconfitta in casa nella gara di premiazione scudetto.
    Nemmeno due sconfitte dopo aver vinto lo scudetto e in questo modo.

    Non c’è vergogna,non c’è dignità.
    E non ditemi della gara di cl certe cose non si possono fare.

    Inaccettabile. Stiamo infangando la storia

  12. Certo,ste cose danno fastidio ad uno juventino, brancaleone che sta in panchina che ne sa,soprattutto che cavolo gli frega.
    Anzi …
    Non se ne può più.

    • Infatti, la coppa regalata al suo Napoli, la partita a Cagliari prima di ieri sera uno schifo almeno chiudere allo Stadium e con la Roma che mai aveva vinto in quello stadio con dignità.
      Intanto, parlo per me, fino a non so come finirà la partita con il Lione mi dovrò sorbire gli sfottò dei lupacchiotti…per fortuna(spero) che giorno 7 è vicino.
      Ciao

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia