Pagellone di fine stagione

Scritto da Cinzia Fresia

Portieri

1 – Wojciech Szczesny

31- Carlo Pinsoglio

77- Gianluigi Buffon

 

Difensori

2-Mattia De Sciglio

3- Giorgio Chiellini

4-Matthijs De Ligt

12- Alex Sandro

13-Luiz Da Silva Danilo

19-Leonardo Bonucci

24- Daniele Rugani

25-Merih Demiral

 

Centrocampisti

5- Miralem Pianic

6-Sami Khedira

7-Aaron Ramsey

14-Blaise Matuidi

25- Adrien Rabiot

30 – Rodrigo Bentancur

 

Attaccanti

7-Cristiano Ronaldo

10 Paulo Dybala

11-Douglas Costa

16- Juan Cuadrado

21- Gonzalo Higuain

33-Federico Bernardeschi

 

Allenatore Maurizio Sarri

allenatore in seconda Giovanni Martusciello

Juventus squadra

Andrea Agnelli

Pavel Nedved

Fabio Paratici

 

 

 

  1. L’ESONERATO

    Carissimo Ben, ho scritto anche di Carcano, forse qualcuno l’ha letto, ad altri frega una cippa.

    Per l’esattezza Carcano si accingeva a vincerebil suo quinto scudetto consecutivo…fu esonerato prima…per questo ho scritto che Allegri ha battuto un record difficilmente ripetibile o superabile a breve scadenza ma anche a lunga.

    Carcano fu sostituito dal duo Bigatto-Gola causa maldicenze nello spogliatoio…pare che Edoardo Agnelli scopra una tresca amorosa tra Carcano e i suoi giocatori…una licenza dell’allenatore verso alcuni calciatori.
    Agli chiamò a rapporto alcuni calciatori per sapere la verità e la conferma la dietero Mazzonis, Levi, Montanari, Gola e Tapparone.
    Signori, chiede Edoardo Agnelli ai giocatori chiamati a rapporto, cosa c’è di vero?
    Risposero: “purtroppo, signore, qualcosa c’è di vero”.

    Carcano venne esonerato e il 2 giugno 1935 la Juventus a Firenze vince il suo settimo scudetto, il quinto consecutivo.

    Saluti

    • alessandro magno

      queste sono le dicerie o maldicenze la verità è che Carcano ha continuato ad allenare fino al 1953 allenando fra l’altro in serie A Genoa Inter e Atalanta per cui …

      • Ho capito, non vedo il nesso con il mio post.
        Qui si parlava di esoneri…chi per un motivo chi per altro.

        Poi se dovevo elencare tutti i passaggi di Carcano lo potevo fare ma non c’entravano nulla con gli esoneri.
        Ciao

  2. alessandro magno

    Portieri

    1 – Wojciech Szczesny 8 uno dei migliori

    31- Carlo Pinsoglio 10 un grande un vero uomo spogliatoio

    77- Gianluigi Buffon 6,5 a parte sassuolo bene quando ha giocato

    Difensori

    2-Mattia De Sciglio 3 quasi sempre indisponibile

    3- Giorgio Chiellini sv sempre indisponibile

    4-Matthijs De Ligt 8 una delle piu belle sorprese dopo un inizio duro

    12- Alex Sandro 5,5 ha pagato il non aver un sostituto ma alla fine piu attributi di altri

    13-Luiz Da Silva Danilo 4 uno stipendio da top senza esserlo

    19-Leonardo Bonucci 6 benissimo la prima parte male la seconda pessimo nelle dichiarazioni

    24- Daniele Rugani 3 quasi mai impiegato quando chiamato fa disastri

    25-Merih Demiral sv quasi mai visto

    Centrocampisti

    5- Miralem Pianic 6 mi sono accorto della sua bravura quando mancava l’unico capae di fare dei passaggi decenti

    6-Sami Khedira 2 mai visto forse da 0

    7-Aaron Ramsey 4 acquisto sbagliatissimo mai giocato una partita intera in un anno

    14-Blaise Matuidi 5,5 logoro ma più indomito di altri

    25- Adrien Rabiot 6 malissimo la prima parte bene la seconda

    30 – Rodrigo Bentancur 6,5 un buon mediano ma è un mediano

    Attaccanti

    7-Cristiano Ronaldo 10 di un altro livello rispetto a tutti

    10 Paulo Dybala 10 l’unico che tiene botta al livello di Ronaldo

    11-Douglas Costa 2 un giocatore inutile quasi mai decisivo quest’anno

    16- Juan Cuadrado 6 fra i migliori anche fra alti e bassi

    21- Gonzalo Higuain 4 insufficiente

    33-Federico Bernardeschi 4 basta

    Allenatore Maurizio Sarri 5 Non tutte colpe sue ma squadra regredita pesantemente

    allenatore in seconda Giovanni Martusciello sv

    Juventus squadra 5,5 Doveva giocare meglio dell’anno scorso non è accaduto una sola volta nemmeno una.

    Andrea Agnelli 7 Ha ascoltato i suoi generali e ha preso un bell’abbaglio pure lui ma ha riportato il manico del comando sotto di lui quindi bene cosi. solo chi non fa non sbaglia.

    Pavel Nedved 2 Grandissimo giocatore dirigente inutile che fa solo danni

    Fabio Paratici 2 la scielta sbagliata di sarri è stata la sua e di questo non lo biasimo per come detto di Agenlli solo chi non fa non sbaglia ma tutti i rami sechci da Khedira a Costa ad altri che non servono come Danilo eccetera sono roba sua e qui gli errori fatti sono davvero troppi.

  3. FUORI BLAISE

    Blaise Matuidi saluta la Juventus dopo 3 stagioni riempite da 133 presenze, 8 reti ma soprattutto 5 trofei in bacheca. Un anno di ritardo secondo molti, ma il francese ha saputo ritagliarsi un ruolo di rilievo anche nella squadra pensata da Maurizio Sarri grazie ai limiti di letture tattiche palesati, soprattutto nella prima parte di stagione, dagli altri centrocampisti. Nel suo futuro gli Stati Uniti d’America, la MLS, nel progetto Inter Miami con alle spalle un altro ex PSG come David Beckham con la Juventus che non incasserà niente dalla sua cessione andando però ad alleggerire il monte ingaggi.

    IL RETROSCENA – Didier Deschamps è da sempre un grande estimatore di Matuidi e proprio i dialoghi con il commissario tecnico della Nazionale transalpina sono stati ripetuti e continui nelle ultime settimane. Il c.t. della Francia avrebbe infatti preferito che l’ormai ex numero 14 bianconero rimanesse nel vecchio continente almeno fino a Euro2021 in modo da non perdere troppo l’abitudine con un calcio maggiormente competitivo.

    L’IDEA LIONE PRIMA DELL’INTER MIAMI – Non è un segreto l’interesse di quel Lione che solo qualche giorno fa ha eliminato proprio Matuidi e compagni dalla Champions League. La proposta economica, aggiunta anche all’improbabile partecipazione alla competizione europea del prossimo anno, della società di Aulas non ha mai però soddisfatto la richiesta dell’assistito di Raiola che ha deciso così di sposare il progetto Inter Miami che potrebbe annoverarlo tra i 3 calciatori che possono sfondare il tetto del salary cap imposto dalla MLS.
    (Tuttojuve.com)

    In bocca al lupo per la mia nuova avventura Blaise!

  4. andrea (the original)

    A parte Dybala e Ronaldo, credo che gli altri siano ingiudicabili.
    Per quello che hanno reso sarebbero insufficienti ma quello che hanno reso non è valutabile in una stagione così alterata da fattori esterni.
    Sicuramente posso augurarmi, non per quello che han fatto quest’anno ma in generale, che dopo Mandzukic ci si liberi di altri pesi morti, cioè Khedira, Bernardeschi, Rugani, Danilo e che si potenzi la rosa con giocatori tecnici e veloci.
    Matuidi via è un sollievo.

    • Appunto Andrea. I pesi morti sono chiari a tutti.
      Perciò sono abbastanza tranquillo, sono evidenti soprattutto a Pirlo.

  5. LUCIANO MOGGI

    “Adesso i tifosi si domandano il perché sia stato scelto Pirlo che non ha mai allenato, preso per la Juve U23 e traslocato direttamente alla prima squadra . Si è trattata di una scelta per passare dalle teorie di uno che, non avendo mai giocato ( Sarri ), aveva poco ascendente sui giocatori, alla pratica di chi può dire a chiunque il suo parere ( Pirlo ) essendo stato un campione conclamato.
    Sarà compito della società supportarlo , almeno nei primi tempi.
    E certamente una scommessa coraggiosa che merita rispetto”.

    Come dargli torto?

  6. – Wojciech Szczesnyun il suo lo fa sempre 7,5

    31- Carlo Pinsoglio di compagnia 7

    77- Gianluigi Buffon presente 7

    Difensori

    2-Mattia De Sciglio mattia chi?4

    3- Giorgio Chiellininon pervenuto s/v

    4-Matthijs De Ligt molto bene 8

    12- Alex Sandro..azzz è così bravo….quando si impegna 6

    13-Luiz Da Silva Danilo..da un brasiliano si aspetta altro 4

    19-Leonardo Bonucci alti e bassi ma c’è 6,5

    24- Daniele Rugani…oh mamma si è perso 2

    25-Merih Demiral…s/v

    Centrocampisti

    5- Miralem Pianic….involuto in peggio 5

    6-Sami Khediracosa vuoi che dica s/v

    7-Aaron Ramsey…avrei giurato che ……..5

    14-Blaise Matuidi…lo chiamo don cammillo,nella corsa è uguale …impegno 9,,piedi 2

    25- Adrien Rabiot….quale sarà quello giusto?5,5

    30 – Rodrigo Bentancur è già sbocciato? sboccerà?….6,5

    Attaccanti

    7-Cristiano Ronaldo..10

    10 Paulo Dybala…9

    11-Douglas Costa…questo è un enigma,lo vorresti sempre titolare …e poi lo sostituirei subito dopo…5

    16- Juan Cuadrado bene, se la cava quasi sempre 6,5

    21- Gonzalo Higuain…..poca sostanza…tanta panza 4

    33-Federico Bernardeschi…non ho capito come si sia ridotto così….colpa sua ? mah 4

    Allenatore Maurizio Sarri no comment 0

    allenatore in seconda Giovanni Martusciello..e che ne so ?0

    Juventus squadra mmmh un 6 per lo scudo

    Andrea Agnelli 9

    Pavel Nedved…lui e paratici li accomuno se è vero che sono gli artefici dell’arrivo di sarri3

    Fabio Paratici3

  7. FINALMENTE HO CAPITO PER COSA ERA QUESTA LISTA

    1 – Wojciech Szczesny 8

    31- Carlo Pinsoglio ng

    77- Gianluigi Buffon 6,5

    2-Mattia De Sciglio 5

    3- Giorgio Chiellini ng

    4-Matthijs De Ligt 7,5

    12- Alex Sandro 6

    13-Luiz Da Silva Danilo 4,5

    19-Leonardo Bonucci 6,5

    24- Daniele Rugani 4,5

    25-Merih Demiral ng

    5- Miralem Pianic 5,5

    6-Sami Khedira ng

    7-Aaron Ramsey 5

    14-Blaise Matuidi 6,5

    25- Adrien Rabiot 6,5

    30 – Rodrigo Bentancur 7

    7-Cristiano Ronaldo 8

    10 Paulo Dybala 8

    11-Douglas Costa 5

    16- Juan Cuadrado 7,5

    21- Gonzalo Higuain 6

    33-Federico Bernardeschi 4

    Allenatore Maurizio Sarri 3

    allenatore in seconda Giovanni Martusciello

    Juventus squadra 5

    Andrea Agnelli 10

    Pavel Nedved 3

    Fabio Paratici 3

  8. 1- Wojciech Szczesny 6%

    31- Carlo Pinsoglio Sv

    77- Gianluigi Buffon 6

    2-Mattia De Sciglio 6

    3- Giorgio Chiellini Sv

    4-Matthijs De Ligt 7

    12- Alex Sandro 6

    13-Luiz Da Silva Danilo 4

    19-Leonardo Bonucci 6

    24- Daniele Rugani 4

    25-Merih Demiral 6%

    5- Miralem Pianic 6

    6-Sami Khedira 4%

    7-Aaron Ramsey 4%

    14-Blaise Matuidi 5

    25- Adrien Rabiot 6

    30 – Rodrigo Bentancur 7

    7-Cristiano Ronaldo 7%

    10 Paulo Dybala 8

    11-Douglas Costa 5

    16- Juan Cuadrado 6%

    21- Gonzalo Higuain 4

    33-Federico Bernardeschi 5

    Allenatore Maurizio Sarri 2

    allenatore in seconda Giovanni Martusciello Sv

    Andrea Agnelli 6%

    Pavel Nedved 6

    Fabio Paratici 6

  9. Le percentuali sostituiscono il mezzo voto

  10. Dybala e Ronaldo 8
    De Ligt e Cuadrado 7,5
    Benta e portiere 7
    Il resto mediocrità.
    Kedhira, De Sciglio, Ramsey, Costa, Chiellini, Demiral S.V.
    Allenatore 5 Non ha trovato le condizioni giuste per poter incidere. Nonostante le difficoltà non fa mancare il minimo sindacale dello scudetto.
    Società 5. Ha voluto fare la rivoluzione a metà con tutte le conseguenze del caso.

  11. Wojciech Szczesny. 7.5

    31- Carlo Pinsoglio. Sv

    77- Gianluigi Buffon. 6.5

    Difensori

    2-Mattia De Sciglio. Sv

    3- Giorgio Chiellini sv

    4-Matthijs De Ligt 7.5

    12- Alex Sandro. 6

    13-Luiz Da Silva Danilo.4

    19-Leonardo Bonucci.6

    24- Daniele Rugani 5.5

    25-Merih Demiral sv

    Centrocampisti

    5- Miralem Pianic 5.5

    6-Sami Khedira sv

    7-Aaron Ramsey 5

    14-Blaise Matuidi 6.5

    25- Adrien Rabiot 6

    30 – Rodrigo Bentancur 7

    Attaccanti

    7-Cristiano Ronaldo 10

    10 Paulo Dybala 10

    11-Douglas Costa 6-

    16- Juan Cuadrado 7

    21- Gonzalo Higuain 5

    33-Federico Bernardeschi 3

    Allenatore Maurizio Sarri 2

    allenatore in seconda Giovanni Martusciello

    Juventus squadra 5

    Andrea Agnelli 8

    Pavel Nedved 3

    Fabio Paratici 3

  12. Errata corrige
    Douglas costa 4-

  13. Vedo che al momento il pagellone decreta una bocciatura della squadra in generale.

    Eppure ha vinto lo scudetto.
    Ma è giusto se guardiamo i traguardi alla portata non raggiunti e l’uscita dalla CL.

    Ma soprattutto lo spettacolo indegno rappresentato nella quasi totalità del percorso.

    Credo doveroso porre un quesito che, se non è indicativo, resta influente sui voti:

    Le insufficienze ai giocatori sono da attribuire esclusivamente a loro?
    Il mercato si apre…

  14. LA JUVENTUS NON ESONERA MAI DURANTE IL CAMPIONATO

    Era questa la discussione sopra al blog per cui intervenni specificando che era una falsa diceria…appunto portai l’esempio di Carcano…

    Non è dato a sapersi altri risultati riguardanti quell’esonero…perché era un diverso?
    La storia calcistica dice quello, Edoardo Agnelli indagò chiedendo lumi ai suoi giocatori…perché?

    Forse perché la Juve era imbattuta dal 10 dicembre del 1933 perse con il Milan 3-1, o magari il presidente fu spinto dal pareggio 1-1 con il Torino e la settimana dopo la sconfitta con la Lazio come accennato ieri?

    Comunque, alla Juve non si guarda in faccia nessuno: né a Carcano con 4 scudetti consecutivi vinti e il quinto quasi, né si è guardato in faccia a chi ne ha vinti 5 di fila e tutti i contorni…figuriamoci se si sarebbe guardato in faccia chi ha sabotato la squadra più vincente di sempre lasciando dietro di sé, oltre alle macerie, mine vaganti sparse per tutta la Continassa.

    Buongiorno

  15. michelleroi

    Dybala e Ronaldo 8,5
    De Ligt 8
    Cuadrado e Bentancur 7,5
    Bonucci, Alex Sandro e Szczesny 7
    Gli altri sotto.

  16. michelleroi

    Torno a parlare della figura dell’allenatore, tema caldo del momento.
    Mi pare che nelle discussioni sia molto sottovalutato l’aspetto psicologico-motivazionale.

    Qualche tempo fa ascoltavo Michelangelo Rampulla raccontare della sua esperienza da allenatore in seconda di Ciro Ferrara nella sfortunata stagione 2009-2010. Nella sua chiacchierata in libertà e senza troppi peli sulla lingua, Rampulla descrive la maggior parte dei calciatori come ragazzi viziati, spesso più attenti alle fortune personali che a quelle della squadra e talvolta addirittura invidiosi dei successi dei loro stessi compagni.

    Questo per dire che non dev’essere per nulla facile, per un allenatore, entrare in uno spogliatoio e costruire un gruppo davvero solido.
    Anzi, a me sembra che sia questa la parte decisamente più complicata del lavoro di un mister.
    Perché si può anche essere dei maestri di calcio ed avere idee di gioco mirabolanti, ma se non si possiedono il carisma, l’appeal e pure la giusta dose di diplomazia per far presa su tutti i giocatori, quelle idee resteranno sempre e solo sul taccuino degli appunti senza mai tradursi in qualcosa di concreto sul campo.
    Questo mi veniva in mente quando vedevo Sarri col suo bloc notes in panchina.

    E arrivo a scrivere: per dar corpo ad una squadra non dico vincente, ma quanto meno compatta, con tutti che remano dalla stessa parte, meglio avere un tecnico con tre principi di gioco, anche elementari, ma capace di stimolare come si deve la testa dei giocatori, piuttosto che un genio che non sa farsi ascoltare e seguire dai suoi calciatori.

    Di allenatori che oggi posseggono entrambe le qualità (attenzione: parlo degli spogliatoi delle big, pieni di grandi giocatori, perché farsi ascoltare da Zapata, Palomino e Gosens è uno sport diverso), in giro ce ne sono molto pochi. Guardiola, per distacco, poi Klopp.
    Per il resto, i risultati migliori li ottengono i grandi “motivatori”: vedi Simeone, lo stesso Zidane, il Mourinho vecchia maniera, Conte -sia pure con le sue paturnie-.

    • andrea (the original)

      Vero, la leadership è un fattore e si può crescere in tal senso non è che si nasca (a meno che non si confonda l’essere leader con l’essere imbonitore).
      Tuttavia, tutti gli esempi da te menzionati sono stati scelti e poi supportati in toto dalla Società, ad esempio Mourinho e Conte con le loro paturnie, quando non hanno avuto Società quasi “sposate” con loro e votate a loro, hanno fatto disastri e terra bruciata.
      Quindi è anche evidente che la scelta di Sarri senza supportare Sarri è un autogol tipico di chi sente di doversi evolvere ma le cui resistenze conservatrici battono pure l’esigenza.

      • michelleroi

        @Andrea, Kris

        Rispondo ad entrambi.
        1) La leadership è una dote piuttosto naturale, difficile impararla. Con gli anni puoi acquistare fiducia in te stesso, certo, imparare a gestire meglio i rapporti… Ma il carattere è quello, soprattutto quando di anni ne hai 60. 20 esoneri e passa in 30 anni di carriera sono tanti, segnale di una persona che fatica a smussare gli angoli. Quando lo si definisce “ruspante” o “schietto” gli si vuole fare un complimento, il problema è che se sei sempre schietto fai fatica a gestire i rapporti con chi ti sta intorno.
        2) Sinceramente: non vedo in che modo, durante quest’anno, la società si sia smarcata da Sarri o non lo abbia protetto. Se intendete che avrebbe dovuto confermarlo nonostante tutto, allora è altra cosa.
        3) Questa cosa per cui Guardiola pretende, sempre, di cambiare mezza rosa è una leggenda. Ogni nuovo allenatore ha preferenze e richieste. Così come ha giocatori che non gradisce. Sarri ha tagliato fuori Mandzukic ed Emre Can. Ha migliorato il rendimento di Dybala, ma in compenso ha perso alla causa Bernardeschi, secondo me anche uno come Ramsey non ha reso per quello che avrebbe potuto…
        E alla Juve l’allenatore non ha mai dettato legge sul mercato. Certo, se la richiesta te la fa un Guardiola, anziché un Sarri, diciamo che un Presidente è più disposto a prenderla in considerazione. Ma anche questo fa parte del “pacchetto rispetto” che consegue al pedigree ed alla carriera di un tecnico. C’è chi può e chi non può, si diceva una volta…

        • Michel,
          Questo si leggeva tre anni fa sul corsport “998 milioni di euro e spicci. E’ questa l’incredibile quantità di denaro che Pep Guardiola ha fatto spendere ai suoi club negli anni alla guida del Barça, Bayern e Manchester City. Una montagna di soldi per un allenatore che ha sempre curato anche i vivai lanciando molti giovani in prima squadra. Eppure questo non è bastato a Guardiola che alle proprietà dei suoi club ha sempre chiesto imponenti sacrifici economici sul mercato non sempre ripagati con trofei e successi.”
          Per questa sessione di mercato pare abbia a disposizione oltre 300mil per un mercato spaziale. Già ti ho scritto prima le condizioni imposte al Barcellona rispetto a Deco e Ronaldinho, due protagonisti assoluti che avevano portato la Champions e l’anno dopo forzò il fallimentare scambio Eto’o Ibra. Insomma uno che chiede e spesso viene accontentato. Dici giustamente che “c’è chi può” ed infatti pare che “chi può” non venga alla Juve.
          Ora non pretendo che facciano mercati simili per uno che alcuni definiscono scatarro d’uomo, ma da qualche giorno a questa parte mi pare che assolutamente tutti si stiano affannando a dire che la rosa va ritoccata profondamente…

          • PS. Nelle squadre dove va Guardiola quando silurano un Mamdzukic poi lo sostituiscono…

            • michelleroi

              @Kris
              Guarda che anche noi abbiamo sostituito Mandzukic… è tornato Higuain. Quello che (pluricit.) era il compagno di reparto ideale per Ronaldo e che Sarri (sempre pluricit.) avrebbe riportato agli splendori di Napoli.
              (Per parte mia, avevo approvato la decisione della Juve di cederlo al Milan: aveva fatto gli ultimi 4 mesi da noi da giocatore bolso: la successiva parabola di Gonzalo adesso -e sottolineo adesso- è chiara a tutti).

              • Oddio, io ingenuamente mi aspettavo sostituissero Mandzukic al di là del ritorno di Higuain. Peraltro l’argentino ce lo siamo ritrovati sul groppone, mi pare che non giocasse neanche titolare nel Chelsea con Sarri.
                Marione avrebbe dato di più forse in termini numerici ma dubito che avrebbe migliorato la situazione. Dopotutto la coppia di attaccanti è delle poche cose che hanno funzionato.

    • Concordo Michel,
      Quando parlo di rivoluzione a metà mi riferisco anche a questo aspetto. Perché è vero che l’allenatore deve avere la capacità di fare presa ma ci sono anche diversi gradi di “penetrabilità” di uno spogliatoio ed il gruppo di cui dispone ora la Juve è veramente poco propenso in questo senso.
      Un Guardiola con grandissime capacità comunque fa delle richieste importanti quando assume un incarico, Klopp non lavora con tante primedonne.
      Gli stessi “gestori motivatori” vanno anche loro in grande difficoltà quando nello spogliatoio gli aspetti di cui dici rendono l’aria troppo viziata.
      Nel caso di allenatori come Sarri è necessaria una speciale disponibilità da parte del gruppo. Non era difficile intuirlo, quindi se lo prendi devi anche fare in modo di facilitare il suo compito di fare presa ritoccando la squadra con gente funzionale. Non necessariamente più forte ma con maggiore disponibilità.
      Quando Pep arrivò in prima squadra al Barcellona la sua prima richiesta fu l’esclusione di tre giocatori importantissimi ma che considerava deleteri per lo spogliatoio come Ronaldinho, Decò ed Eto’o. Con quest’ultimo si arrivò ad un compromesso.
      Nel nostro caso, se si prende un allenatore che richiede disponibilità e sacrificio per un calcio con certe caratteristiche non puoi lasciargli un mano un gruppo che pare ti faccia il favore a scendere in campo. Con questa squadra faceva già difficoltà Allegri da questo punto di vista, era impensabile che Sarri potesse da solo trasformare tutto.
      Io lo consideravo un allenatore-ponte che potesse iniziare a reimpostare la squadra e preparare il terreno per il futuro prossimo, ma bisognava dargli qualche giocatore in più con caratteristiche di un De Ligt, un Benta, gente che desse un margine su cui lavorare piuttosto che una squadra formata da giocatori per lo più arrivati.
      Poi sicuramente il carattere spigoloso del mister ha fatto il resto.
      Ora pare che il club abbia capito che c’è da lavorare sotto quest’aspetto. Pirlo ha migliori armi per ottenere l’appoggio da parte dello zoccolo duro, ma difficilmente potrà costruire qualcosa solo con quello.

  17. STAFF

    Libero stamane si sofferma sulla composizione dello staff del neo allenatore della Juventus Andrea Pirlo. Il “Maestro” dovrebbe portare con sé Roberto Baronio e Antonio Gagliardi per la match analysis (già scelti per l’U23).

    Andrea Barzagli 😎😎😁😁
    potrebbe tornare ad affiancare l’ex compagno in una restaurazione dello spogliatoio – si legge sul quotidiano.

    Si fa poi il nome di
    Paolo Bertelli —
    come preparatore atletico. Viene dalla Samp che ha finito in crescendo con l’ottima salvezza ed alla Juve c’è già stato proprio con Pirlo giocatore: in bianconero il Maestro ha vissuto una seconda giovinezza grazie agli allenamenti specifici e quindi si fida molto, benché poi al Chelsea Bertelli (dove è stato con Conte e poi Sarri) sia finito nel mirino per molti ko muscolari.)

    Confermato quanto pensavo. Se torna Barza vuol dire che il suo abbandono mesi fa, fu causato dal profeta senza Barba e senza popolo napoltoscano. Quanto mi fa incazzare!!!! Ma si restaurazione….

  18. La combinazione fra assenza di gioco e mancanza di risultati è stata la miscela esplosiva che ha posto fine all’esperienza di Sarri, i voti insufficienti assegnati alla maggior parte dei giocatori la dicono lunga sul degrado di prestazioni di una squadra che in certi momenti della stagione ha mostrato un gioco persino peggiore dell’ultima Juve di Allegri, il resto l’hanno fatto i flop pesanti in Supercoppa, Coppa Italia e soprattutto Champions, risultati inammissibili in un club dove “vincere è l’unica cosa che conta”, col corollario di 43 gol al passivo in campionato, un’enormità considerando che la Juventus non si dimostrava così vulnerabile dal 2010-11 con Del Neri in panchina. Una squadra che soprattutto dopo il lockdown ha dato la sensazione di poter subire gol in qualsiasi momento della partita e un attacco che nonostante la presenza di fuoriclasse come Ronaldo e Dybala non ha certo brillato per efficacia realizzativa, il peggiore tra le prime 5 in classifica, sintomi evidenti di una mancanza di empatia fra allenatore e squadra, di idee di gioco che non hanno mai attecchito all’interno di uno spogliatoio che Sarri ha diviso con le sue prese di posizione autoritarie, come quella di lamentarsi sin dall’arrivo per una rosa troppo numerosa con la rottura con Emre Can e Mandzukic, con la conseguenza di ritrovarsi a giocare la gara decisiva contro il Lione con i giocatori contati e spremuti fino all’osso, con gli Under23 in campo.
    Tutta colpa di chi organizza tornei estivi, con la società Juventus che dopo una strenua resistenza al cambiamento ha ceduto all’esigenza di abortire un progetto naufragato nel mare di agosto.

    • Insomma, checché se ne dica,
      Un successo.

      Da una prima analisi le famose “macerie” tanto volentieri evocate da luglio 2019, riferendosi allo status bianconero. sembrano che si siano moltiplicate.

      Così eh.. Da una prima lettura..

      Pirlo no ha allenato, ma ho una buona sensazione. Ci voglio credere.

      • Vedremo, come si muoverà la società sul mercato, intanto fiducia e un augurio di buon lavoro a Pirlo e al suo staff.

  19. Sono veramente carino i voti altissimi ad Agnelli e le gravi insufficienze per paratici e Nedved sui quali ha riposto piena fiducia a suo tempo esaltandone i meriti anche qualche giorno fa. Forse il chi non fa non sbaglia dovrebbe valere anche per loro due…
    Agnelli a suo tempo si defilò dall’operazione Sarri, disse ok, facciamo la rivoluzione “armiamoci e partite!”. Ma di fatto, dando la percezione di essere estraneo alla stessa operazione è stato il primo , come presidente, a delegittimarla.
    Ora con il fantastico tempismo del cambio Sarri/Pirlo ne esce come eroe coraggioso. Vero uomo forte della Juve. Atteggiamento geniale dal punto di vista dell’immagine e dell’entusiasmo recuperato dopo una grave uscita dalla coppa, ma che forse lascia perplessi sotto altri punti di vista.
    Per la nuova stagione invece si è esposto in prima persona, gli auguro che la sua leadership tra qualche mese ne esca ulteriormente rinforzata perché vorrà dire che Pirlo è stata la scelta giusta.

    • andrea (the original)

      Si beh effettivamente vedo letture estremamente competenti in termini di guida aziendale.
      Il voto più basso in realtà è proprio per Agnelli a questo giro, per i motivi che hai menzionato e per le modalità, aspetti che prescindono dalla scelta di Pirlo. Ma pare che la calciologia sia una scienza a se stante, tanto che si può dire ” quando si sbaglia paga sempre l’allenatore in quanto capo del gruppo” e allo stesso tempo “quando si sbaglia devono pagare i subalterni del capo della struttura”
      A proposito di Pirlo, non avevo visto niente ma ora che è in prima ho visto la sua precedente presentazione per l’under 23 e ha detto che vuole che la sua squadra giochi bene con padronanza del campo perché a lui è sempre piaciuto giocare bene e che sa bene quello che odiava in campo e non vuole la sua squadra lo ripeta.
      Insomma anche per Pirlo questo giocare bene non è da perditempo.

    • Kris
      Da cosa ricavi che all’epoca si defilo’?
      Armiamoci e partite? Doveva andarlo a prendere in UK?
      Nedved consigliere. Paratici dg responsabile del mercato. Se mai la pirlata l’ha fatta assecondando i due.

      Non è che ci si deve sovrapporre per forza nelle decisioni dal ruolo più alto a quello inferiore, altrimenti ci sarebbe solo il presidente in azienda.

      Poi, visto il cataclisma provocato da Sarri è intervenuto logicamente come deve essere.

      Non vedo tutto il giallo che hai voluto tirare su.

      Poi, ti informo di una cosa indicativa. Non ricordo le cifre esatte, ma AA ha un emolumento molto più basso di Paratici, questo per rimarcare che non fa il sciur padrun da le belle braghe bianche.

      Chiaro che essendo il primo responsabile poi interviene e non lo ha fatto nemmeno pesantemente. Anzi ha rinnovato l’unità con i suoi collaboratori nell’intervista post gara della CL.

      AA è giovane ma ho apprezzato molto la sua maniera di presentarsi e di parlare, senza arroganza e presunzione, con padronanza dialettica.
      Vattela a sentire/vedere.

      Ho una cosa, se mai, che gli addebito e che della quale forse anche lui se ne pente, il trattamento riservato a Del Piero.
      Mi sta ancora sullo stomaco per il modo.

      Per il resto caro kris non far prevalere il tuo dolore per la fuoriuscita di Sarri. È stata l’unica
      cosa ragguardevole che abbiamo raggiunto negli ultimi mesi, pur considerando lo scudetto.

      Se vuoi per simpatia, faccio una colletta per i fazzoletti e la novalgina.

      • Mah, Tino, se pensi sia addolorato per Sarri evidentemente non mi hai mai letto con attenzione, ma sono stanco di ripetere sempre le stesse cose. Forse interessa di più creare fazioni.
        L’entusiasmo che avevo per Sarri l’ho già trasferito su Pirlo per i motivi che dice Andrea.
        Ma l’oggetto del post era un altro, non l’allenatore. Mi chiedi da dove deduco che si defilò Agnelli? Basta vedere la percezione dei tifosi. Tutti accusano Nedved e Paratici per Sarri e premiano Agnelli per l’esonero. Mi pare chiaro che l’idea che si è voluta dare è che Agnelli non centrasse niente ed ora deve sistemare i danni fatti dai due disgraziati.
        Ma non lo sto criticando, ho definito geniale da un certo punto di vista il suo atteggiamento. Se Sarri avesse avuto successo Agnelli ne avrebbe avuto meriti, ed ora nonostante il fallimento ne esce comunque come eroe.
        Vero quello che dici che il più alto non deve necessariamente sovrapporsi, ma dove interessava i “veti” mi pare siano stati posti.

      • Tranquillo Tino, a proposito dei fazzolettini pro Sarri😭. Kris è un amico, ed approfittando che è in Italia, gli ho già mandato una delle tre ballette che gentilmente mi aveva spedito il Barone.
        Saranno 5.000 pezzi. Credo che basteranno almeno per il prossimo campionato. Usabili anche pro Pirlo, alla bisogna😭.

        Ciao.

        • Azzzz Lui’,ti ringrazio! Non pensavo ne fossero avanzati dopo tutta quest’annata di pianti 😅
          Sei un amico🤗

          • Per un amico i sacrifici non sono mai dolorosi, Kris.
            La Balletta ti dovrebbe arrivare in settimana.
            E se hai qualche altro amico “piangente sarriano” nella tua regione, largheggia pure.

            Ciaoooooo

            • No no, credo che li userò tutti io…i veri sarriani si soffiano il naso con le dita!🤣

              • Weeeeeere …
                Passi per la strizzata di narice a mani nude, che in fondo è un gesto pascente in campagna.

                Mi dicevi che ultimamente guardavi su YouTube interviste di Sarri: non mi prendere il vizio della scaccolata, mi raccomando!🙃

  20. DOVREBBE INIZIARE LA RIVOLUZIONE

    La Juve non potrà continuare a essere quella vista fino a poco tempo fa guidata da uno scatarro d’omo.

    Servirà un tesoretto di un bel pò di milioni di euri per far fronte al cambiamento.

    L’addio prematuro alla Champions ha accelerato il cambiamento: il primo, inevitabile, passaggio è stato l’esonero di Maurizio Sarri che ha portato al lancio a sorpresa di Andrea Pirlo.
    Ora si parte con il rinnovamento del parco giocatori: Pjanic è già un ex da fine giugno e ha giocato l’ultima parte della stagione da giocatore del Barcellona, pur con la divisa bianconera ancora addosso.
    Adesso si metterà mano al resto del gruppo, con l’obiettivo di svecchiare la rosa e abbassare soprattutto il monte stipendi.

    La partenza di Matuidi dà il via al restyling della nuova Juve di Pirlo.
    A ruota ci saranno altri sacrifici eccellenti, perché l’imperativo della casa è prima fare cassa per poi passare all’azione con nuovi acquisti.
    Lo impone la congiuntura attuale, con l’impatto economico del Covid sui conti delle società, ci si uniscono i mancati ricavi della Champions a causa dell’eliminazione con il Lione…ringraziamenti dovuti a Sarri anche per qualche euro lasciato per strada…vedi supercoppa e coppa Italia…
    L’obiettivo è di realizzare un tesoretto da 200 milioni per finanziare la campagna acquisti, riducendo anche il peso degli stipendi.

    Ecco la super lista di Pirlo per il mercato: I casi più spinosi riguardano Higuain e Khedira, entrambi sotto contratto fino al 2021 con ingaggi onerosi.
    Il Pipita ha ancora un valore residuo in bilancio di 18,3 milioni e la Juve vorrebbe evitare una minusvalenza ma ci sono difficoltà a trovare acquirenti (per Gonzalo, Mls o ritorno al River Plate in Argentina?). Con un risparmio di un’annualità di stipendio: 7,5 milioni netti per Higuain, 6,5 per Khedira.

    Più redditizie, negli auspici del club bianconero, dovrebbero essere le cessioni di Douglas Costa, valutato 40 milioni, e Bernardeschi, che potrebbe garantire 30 milioni o essere una pedina di scambio.
    Per il brasiliano c’era stato in passato l’interesse di Psg, Manchester United e Bayern Monaco ma sul suo conto pesano ora le incertezze sulla sua tenuta fisica. Per l’azzurro si era parlato di Barcellona e di Napoli (nell’ambito dell’affare Milik) ma per ora nessuna pista è decollata.

    In bilico ci sono anche Ramsey, Rugani (quotazione attorno ai 25 milioni) e De Sciglio.
    Il terzino è stato a gennaio a un passo dal Psg, poi a fine lockdown è stato proposto al Barcellona nell’affare Pjanic-Arthur, e al Chelsea senza però riscontrare apprezzamento.
    La sua valutazione ruota attorno ai 10 milioni.
    A sorpresa, pure Alex Sandro potrebbe finire sul mercato: con un’offerta attorno ai 40 milioni, la Juve ci penserebbe. Stesso discorso per Danilo.

    Inoltre si risparmiersnno anche i milioni da pagare all’esonerato…il che non è poco.
    Buon pomeriggio

    • Barone. Vediamo quanto si riuscirà ad incassare dalle vendite di quelle che definire zavorre non è blasfemo.
      Intanto il buon Matuidi ha rescisso, quindi a fronte dei 30 milioni spesi a suo tempo non si incassa niente, ma si risparmia almeno lo stipendio.

      Su De Sciglio dobbiamo ringraziare ancora Paratici che si rifiutò di barattarlo a gennaio con un pari ruolo sano del PSG.

      Bernardeschi: tre indizi (anni) fanno una prova (di inefficienza). Magari lo si infila in qualche scambio!😅

      Khedira-Higuain? …senza commento.

      Per il resto siamo in mano a Sant’Andrea!
      Ciao.

  21. Credo che per il bene della Juve, Andrea Pirlo nel suo inedito ruolo di allenatore dovrebbe attingere più all’esperienza acquisita al Milan, rispetto a quella degli ultimi anni alla Juve😅.

    Perché è necessario che lui sia il Campionissimo carismatico. Punto. Non l’amico degli amici con cui ha giocato. Queste pelose amiconerie, sarebbero solo un limite nel suo ruolo attuale.
    Ma essendo un ragazzo intelligente, credo che queste cose lui le sappia già.

  22. Mauro the Original

    Nell’esonero di Sarri bisogna conteggiare che la Juve doveva cedere almeno 6 giocatori che non volevano più niente. Higuain non lo voleva nessuno, Dybala non si riusciva a scambiarlo, Costa come Bernardeschi erano una scommessa e tutto il resto.

    Demiral cominciato bene si è infortunato, non parliamo di Khedira ecc ecc

    Altra cosa, Allegri non è che abbia fatto questo gran campionato, e comunque è stato lui a dettare legge chiedendo molti nuovi giocatori. Proposta che non è stata accettata.

    Vedremo se rimangono gli stessi giocatori cosa farà Pirlo, non l’ho mai visto camminare sull’acqua.

    • Mauro the Original

      Che non valevano più niente

    • Dici cose abbastanza ovvie Mauro.
      Che però forse tanto ovvie non sono per gli ubriachi fideisti del tifo🤣.
      Un Olivieri ha infatti dimostrato che i milioni che siedono in panchina sono soldi buttati nel cesso!

      Vediamo se al secondo tentativo il reprobo Paratici riesce a sbarazzarsi dei pesi morti.

      E comunque, in mezzo ad alcuni errori, mi sento di fare un plauso a Paratici per una sua scelta in cui ha avuto ragione …
      Tanto perché il “bidone” Lukaku che ha segnato finora 31 gol in tutte competizioni alla sua prima stagione in serie A, lui lo aveva comprato … poi sappiamo com’è andata. Ma quella era stata una scelta giusta!

  23. Tranfaglia

    A proposito di macerie, quelli che ancora piangono per la sua cacciata non ricordano le sue picconate alla rosa ad inizio stagione, quando definì una grana la sua eccessiva abbondanza, con giocatori di navigata esperienza internazionale come Mandzukic ed Emre Can emarginati, elementi che avrebbero fatto comodo sia per un più ampio turn-over in campionato che per una partita delicata come quella contro il Lione, gara in cui per far fronte alle emergenze è stato costretto a buttare nella mischia Olivieri, un U23 con tutto il rispetto sicuramente acerbo per un palcoscenico come quello della Champions. Un errore di valutazione e di prospettiva che si può fare come tifosi ma che è inammissibile per un allenatore, anche in virtù dell’esperienza dell’anno scorso quando contro l’Ajax la Juve non poté contare su uan serie di giocatori infortunati per la sfida di ritorno, e non è che bisogna chiamarsi Guardiola per capirlo. Ma tant’è e ora gli stessi col senno di poi scrivono che bisognava dargli qualche giocatore giovane in più sui quali lavorare per inserirli, ma di che parlano?..se dopo aver tagliato un 24enne ormai integrato non è stato capace di far crescere giovani come Rabiot e Bernardeschi?.. e come se non bastasse gridano all’ignominia perchè non gli è stata concessa un’altra possibilità, quella di poter disintegrare anche il prossimo spogliatoio.

    • 😭😭😭😭😭😭😭 krisss stai attento a fazzoletti🤣

    • Mauro the Original

      Gioele

      Bernardeschi partito bene con Allegri ma dopo l’infortunio era diventato un peso morto. Non è che Sarri possa trasformare l’acqua in vino.
      Analizziamo la situazione post Allegri, era terrificante con tanti giocatori ormai arrivati alla fine e che Allegri voleva sostituire in caso di conferma.

      E ribadisco, Allegri voleva almeno 6 nuovi giocatori come condizione per rimanere.

      Ora hai ragione che la Juve è disastrata, ma lo era anche un anno fa.

      Ok a Sarri si può imputare di non aver sfruttato Can ma Allegri avrebbe recuperato Dybala?

      E vogliamo dire che Higuain è stato rovinato da Sarri? Sarri ha provato a recuperarlo ma non ci è riuscito, la cosa è diversa.

      Allora a Sarri diamo anche la colpa del coronavirus e siamo a posto.

      • Mauro, non ha recuperato nessuno e col suo carattere fumantino ha spaccato lo spogliatoio, l’hanno fermato prima che facesse altri danni.

    • Ciao Gioele
      Meno male. Aveva chiari atteggiamenti per nulla aderenti alla normale conduzione. Non può dire “come ho fatto a perdere due Scudetti contro di voi. Pirla uno lo hai ceffato in albergo e l’altro era una masturbazione mentale.

      Il suo programma era di annichilire la Juve. Gli è andata bene a metà.
      Una sensazione? Non solo…. Vox populi e non di basso livello.
      La Juve è stata più forte di lui senza saperlo.

    • Malafede anche palesatasenza ritegno
      Gio

  24. Mah, io spero che la Juventus di Pirlo conceda e subisca pochissimo dagli avversari. Se poi lo farà stando corta in 30mt.in avanti e bloccando immediatamente ogni tentativo di ripartenza avversario o stando corta in 30mt.indietro e ripartendo x attaccare importa poco o niente.

  25. IL REPULISTI DI A.A.

    Andrea Agnelli ha dato il via a un’autentica rivoluzione interna alla Juve.
    Via Maurizio Sarri, ecco che la scelta di Andrea Pirlo è tutta sua, nemmeno particolarmente condivisa.
    Anche le linee guida del mercato partono dai suoi aut aut: svecchiare e abbattere monte ingaggi, tenendo sempre presente l’obiettivo di migliorare il livello della rosa.
    E poi qualcosa sta cambiando a livello dirigenziale.
    Se la staffetta tra Marco Re e Stefano Bertola riguarda un’area molto importante ma decisamente meno appariscente come quella dei servizi e dei conti, è in ambito sportivo che sta per avvenire il “sorpasso” di Federico Cherubini a Fabio Paratici: l’ormai ex vice del capo dell’area sportiva bianconera è destinato infatti ad assumere un ruolo del tutto simile a quello del direttore generale, di fatto un sorpasso in piena regola, appunto.

    Paratici per ora resta, ma la Roma fa sul serio: la prima mossa Juve è la promozione di Cherubini

    Ma chi è Cherubini, l’uomo che nelle ultime settimane è stato celebrato insieme a Paratici e Nedved da Agnelli, chiamato semplicemente “Fede” dal numero uno bianconero? È un dirigente di quelli che piacciono da sempre in casa Juve, che lavora tanto, magari nell’ombra, parlando il giusto: quindi poco o niente. Arrivato nel 2012 su suggerimento dello stesso Paratici con cui aveva già condiviso diversi anni in precedenza, dal ruolo di direttore generale al Foligno è cresciuto pure lui sotto l’ala di Beppe Marotta: prima settore giovanile, poi la crescita graduale al seguito di Primavera e Under 23 infine la promozione a vice-ds prima e responsabile di tutta l’area tecnica al di sotto della prima squadra poi.
    Negli anni poi ha saputo resistere anche ad alti e bassi interni, come spesso capita lavorando nello stesso club (il più grande) per otto anni: contatti con l’inter per un ruolo del tutto simile, ma anche con Udinese, Sassuolo e Milan da ds, posizione proposta recentemente anche dal Parma.
    Niente da fare, Cherubini ha sempre respinto al mittente continuando a lavorare alla Juve, guadagnandosi nell’ultimo biennio la fiducia via via maggiore proprio di Agnelli.
    Che ora ha deciso di promuoverlo, questione solo di tempo per l’ufficialità, sarà lui l’uomo delle trattative come una volta era Marotta.
    Aspettando di capire il futuro di Paratici, tutt’altro che certo: ma questa è un’altra storia.

    Dal web

  26. Mauro the Original

    Tino

    Scusa ma non mi pare giusto lapidare Sarri. Che sia pieno di difetti lo ammetto, che non sia adatto alla Juve lo confermo dopo averlo provato alla Juve.

    Ma alla fine uno scudetto l’ha portato a casa, con una squadra che non era meglio di quella precedente, ma contro un Inter molto più forte.

    A mio avviso la squadra è cotta, lo era un anno fa ed è peggio adesso.

    Se non ci saranno degli inserimenti importanti non so cosa possa fare Pirlo. Se ti ricordi, Mister Ferrara pieno di buone intenzioni si è bruciato subito.

    Credo che il club debba fare un grande sforzo finanziario e fornire a Pirlo una rosa giocatori più giovane fresca e motivata, altrimenti fra un anno saremo punto a capo e probabilmente senza scudetto.

    • Mauro carissimo
      Ho visto una delle Juventus peggiori della mia vita. La mia opinione non vuole essere una difesa di Allegri ma una levata di scudi contro uno che, se vado a rimestare bene, non mi sembra manco in buona fede, non per la CL ma per la conduzione fuori e dentro dal campo.

      Atteggiamenti volti ad avvilire i giocatori e non ad incentivarli.
      Inspiegabilmente refrattario ed assente alle modalità più ovvie, anche su scelte e liste. munito di frasi e argomenti deleteri e fuori norma. Un disastro comportamentale. Una mina vagante che tutto era fuorché naturale esplosa nello spogliatoio e quindi in campo.
      Ha coventrizzato la Juve

      E con un excursus catastrofico.
      Non riesco a giustificarlo.

    • michelleroi

      @Mauro
      L’Inter non era “molto più forte” dell’anno prima per aver acquistato fenomeni sul mercato. Ha avuto finalmente un allenatore serio che migliora sempre le sue squadre, soprattutto al primo anno. Diamo a Conte ciò che è di Conte.

  27. Vabbe ora parliamo di Letture.
    Io parlo di esperienze dirette e svolte con successo.
    Senza teorie fantasiose munite di paracadute come esterno o a millantare.
    Mo’ basta eh…

  28. alessandro magno

    Pirlo è stato un certo tipo di giocatore un giocatore di fantasia e classe non mi sorprenderebbe se attuasse un calcio particolarmente propositivo.

  29. alessandro magno

    COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

    Vi ho già pregato una volta vi prego una seconda volta vediamo quando mi date retta.
    Ci sono dei messaggi che sembrano criptati che vi mandate fra di voi. Non si capisce di cosa parlate in maniera palese ma se uno fa due piu due non bisogna essere sherlock holmes per capire che parlate di cose avvenute, scritti o di persone che non sono qui ma in un altro blog.

    POTETE FARMI LA CORTESIA CHE LA SMETTETE? GRAZIE MILLE

    • Alessandro Magno

      Non mi è arrivata nessuna lamentela questa volta però dai basta con sti messaggi in codice

      • Non c’è nessun messaggio in codice, o almeno io non ne vedo. Si discute animatamente ma non c’è alcuna acredine Ben. Purtroppo “l’ego di qualcuno “ non vuole accettare un passo indietro , ma non importa sul carro ci stiamo tutti sia nella buona che nella cattiva sorte 😉!

      • Alessandro il problema è che in quel blog c’è il lockdown, non possiamo entrare chi è dentro invece può uscire liberamente 🙂

        • alessandro magno

          Gioele non lo sapevo comunque spero che di li non parlino di voi nel caso fosse io in ogni caso non posso farci nulla non frequentando dall altro lato. metteteci una pietra sopra non andate più li anche perché sta cosa ormai dura da anni dovreste tagliare col passato e basta. Anche perchè continuando con questa ”faida” si rischia di intossicare anche questo luogo e rovinare anche questo blog che non c’entra nulla.
          io spero possiate prendere in seria considerazione il fatto di darci un taglio non andare piu di li aleggere cosa scrivono eventualmente di voi non commentare qui di loro e basta fine di questa storia infinita. Tanto guarda non c’è da essere scenziati a capire che non arriverete mai a nulla continuando. Le posizioni sono quelle sono inconciliabili. Basta. Ognuno per la propria strada. Il mondo è grande.

          • Alessandro la questione è più generale e per chiuderla manca un passaggio, il comportamento di chi partecipa a questo blog e nell’altro inveisce contro i tifosi juventini che su sarri esprimono opinioni o pareri diversi dal suo, una critica sia pur velenosa a colleghi di tifo e come tale va presa, ma non ha poi alcun senso prenderla a pretesto per attaccare ancora una volta la Società Juventus e giustificare anche le accuse di sarri del passato alla stessa Juventus. Dal momento che non è giustamente possibile rispondere qui ai post scritti in un altro blog per controbattere argomentazioni di cattivo gusto come queste, capisci anche tu che non si può però continuare a far finta di niente senza poter scrivere una parola di replica perchè censurati.

            • Alessandro Magno

              Guarda rispondo per come la penso io su questo blog e come deve essere per me la cosa
              criticare la Juve Agnelli il mister paratici nedved sarri allegri o pirlo pacione o platini o chi si vuole è assolutamente lecito purchè si rispettino le regole della buona educazione.
              CRITICARE I COMPAGNI DI TIFO PERCHè NON LA PENSANO UGUALE no questo non si può fare, nessuno puo’ criticare un altro per le opinioni che ha. Nessuno nel mio blog può dare patenti di tifo o di juventinità finche scherzate fra di voi ok ma se poi la cosa si fa seria no non si può e non è concesso. Nessuno nel mio blog può dire sei juventino se ti piace questo o non lo sei se non ti piace quest’altro. Nessuno qui può dare patenti di juventinità a nessuno. Lo dico a tutte le fazioni in causa. VALE PER TUTTI STAFF COMPRESO.

              CONCLUDO DICENDO E VI CHIEDO ANCORA UNA VOLTA PER FAVORE E PER CORTESIA di pensare a finire questa cosa perchè SICURAMENTE SIETE TUTTI IN BUONA FEDE E PENSATE TUTTI DI AVER RAGIONE e che gli altri invece sbagliano questo non lo metto in dubbio, ma se continuate su questa strada IL RISCHIO DI ROVINARE QUESTO BLOG è altissimo. Non mi permetto di giudicare cose che non ho vissuto in prima persona e non so, tuttavia davvero vi invito a riflettere visto che pare che queste storie sono successe già in diversi altri blog e più o meno si sono spostate di blog in blog con tutti voi e non dico a te Gioele dico a tutti voi dico TUTTI DI TUTTE LE FAZIONI. E’ necessario rischiare di rovinare anche questo spazio? Fate una riunione fra di voi e parlatene . Ordine del giorno ” continuiamo la nostra battaglia e se salta pure il blog di Alessandro Magno chi se ne frega troveremo un altro spazio oppure sto povero cristo che ci mette l’anima lui e Cinzia poi forse non se lo merita e pure certe guerre alla fine vanno concluse soprattutto quando le posizioni sono inconciliabili?”

              GRAZIE PER L’ATTENZIONE E LA CONSIDERAZIONE

            • Raga, non ho capito molto della questione né conosco l’oggetto della contesa. Ma, per chi fosse interessato, vi avviso che ora che ha del tempo libero pare che Sarri abbia deciso di aprire un blog dove saranno permesse bestemmie, parolacce e pure insulti (mamme comprese).🤣🤣🤣
              Uno spazio ideale dove poter chiarire qualsiasi controversia salvaguardando la pace mentale di Benedetto😅😂

  30. Roberto Chiancone e Antonio Capone, con cui sono ancora in piacevole compagnia in una Villa di Salerno, salutano tutti i componenti di questo blog amanti del calcio!

    In separata sede ho detto al Barone, cosa pensa Chiancone di Sarri 🥴.

  31. Mauro the Original

    A mio parere ora bisognerebbe guardare al futuro dando a Pirlo la possibilità di integrarsi, il campionato è alle porte e non sarà facile.

    Leggo che Paratici potrebbe andar via, credo sia un’ottima notizia in quanto non mi convince.

    Preferisco sia Agnelli a prendere le decisioni sugli acquisti.

  32. Quanta semplicità e chiarezza nelle parole di Allegri. Dedicato a tanti professorini, assistenti, analisti che non capiscono l’essenza della competenza. Che è sempre quella della “scelta” e non quella dei “numeri”.

    “Abbiamo seguito per vent’anni Guardiola: il Barcellona storico nasce con tre grandi giocatori che pressano alti e spingono le difese avversarie dentro la loro area. Così a sua volta i centrocampisti salgono e si inseriscono e la tua difesa può arrivare a metà campo. Ma devi avere Iniesta, Xavi e Messi. Noi abbiamo preso come lezione comune un argomento che riguardava solo loro.
    Quando sento Sacchi che parla di tenere il pallone e avere atteggiamenti propositivi non capisco cosa dica e mi arrabbio. Perché non dovrebbe essere propositivo giocare in verticale, perché dovrebbe esserlo fare venti passaggi di un metro?
    Sul calcio di Klopp la base è la stessa del vero calcio moderno, avere tre attaccanti che pressino continuamente la difesa, la tengano chiusa dentro l’area. Se hai Mané, Salah e Firmino devi andare per forza per linee verticali.
    Oggi giro, vedo il calcio dei ragazzi, dei dilettanti, parlo con i loro allenatori e sento cose che mi spaventano, parlano come libri stampati, come le televisioni. Tutti filosofi che non ottengono risultati. Tutti concentrati sulla tecnologia, ma non serve un tablet, serve l’occhio dell’allenatore che deve fare scelte giuste.
    Io a casa non ho nemmeno un computer, uso l’iPhone come un telefono e basta. Ma se guardo calcio so cosa vedo. E mi nascono mille idee. Siamo ancora più forti noi della tecnologia”.

    Fonte: Corriere della Sera

    Buongiorno ☕

  33. @Luigi
    Sicuramente a Roberto Chiancone la certezza che Sarri non sapesse leggere la partita gliel’ha data Juve-Lazio di campionato…stessi e identici errori fatti pochissimi giorni prima nella partita di Supercoppa.
    Se aveva qualche dubbio, sicuramente, quella partita gli ha dato la conferma di quello che ti ha detto ieri sera.
    Ciao

    • Alessandro Magno

      Concordo. Sempre gli stessi errori ma da anni

    • Beh, lui parlava soprattutto del pregresso … Se non ricordo male mi ha detto che lo ha incrociato quando allenava il Sorrento.
      Chiancone era orgoglioso perché ha vinto quattro play aut con squadre diverse, chiamato in corso dei campionati.

  34. Alessandro Magno

    Quale centravanti fra questi accostati alla Juve secondo voi potrebbe essere un buon acquisto?
    1- Milik
    2 – Morata
    3 – Jimenez
    4 – Nessuno di questi

  35. Morata

  36. Ci vuole un centravanti che sia anche in grado di passare il pallone. Tra quelli citati direi Milik.

  37. PIRLO HA CHIAMATO … Ma ha trovato occupato.

    Il giornalista Maurizio Pistocchi, attraverso il proprio profilo Twitter, ha parlato di alcuni retroscena di mercato in casa Juventus soffermandosi sulle chiamate ai giocatori della rosa fatte dal nuovo allenatore bianconero:

    “Pirlo ha chiamato De Sciglio, Khedira, Higuain, Douglas Costa, Aaron Ramsey e… Paulo Dybala. Sono tutti in lista di trasferimento”.

    Poi ha aggiunto: “La Juve che sogna Pirlo: Difesa a 3: De Ligt (Romero), Bonucci, Chiellini (Demiral). Centrocampo con Cuadrado, Locatelli (Thomas Partey), Bentancur (Arthur), Alex Sandro; Kulusevski (Pogba) dietro le punte Dzeko, CR7 (Griezmann) Disposizione 3-4-1-2”.

    Forse Pirlo ha chiamato, o forse no. Ma una cosa è certa: Dybala partirà solo se arrivasse un vero big, che nella formazione non c’è 🧐

    • Beh se lo dice pistacchio ce ne faremo una ragione . D’estate va forte il gelato con questo gusto

    • Boh. Pare che Pirlo prediliga il 4-3-3. Se fosse vero ci sarebbe un errore già in partenza…

    • Credo che Pirlo deciderà come giocare a seconda di cosa gli mettano a disposizione e di come veda le cose una volta iniziato il campionato. Non è detto che ciò che abbia in testa debba mantenerlo tra due, tre o quattro mesi.
      Spendere per un griezmann per fargli fare panchina dietro la coppia che sarebbe la più vecchia del pianeta non mi sembra una bella idea…meno ancora se comportasse la rinuncia a Dybala. Non ci vedo molta logica…

  38. Ciarlatano frustrato

  39. Mai saputo che tale Maurizio Pistocchi fosse un giornalista che si occupa di calcio.

  40. Due indizi non fanno una prova ma …

    Anche un’altra campana pone interrogativi su Dybala. E il contratto in standby è una conferma che la Juve ha preso tempo.

    La sensazione netta è che di fronte ad un’offerta che superi i 100 milioni di euro di una grande, la Juve si sieda per ragionare.

    Peserà anche il parere di Pirlo ovviamente …
    L’attesa sarà breve comunque, perché i tempi sono ristretti per tutti.

    • PS … l’eventuale partenza di Dybala è legata a doppio filo alla qualità del centravanti in arrivo.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web