Il progetto di Pirlo non è quello di Sarri.

Articolo di Alessandro Magno

Devo confessare che alle vedove di Sarri non ero preparato. Pensavo che con Pirlo fosse chiaro e definitivo ormai che la diatriba Sarri e Allegri e l’annessa questione sul bel gioco fosse superata. Niente da fare evidentemente lo zoccolo duro di quelli del ”belgiochismo” (che alla Juve l’anno scorso non si è mai visto) non demordono e chiedono già oggi, più o meno insistentemente, la testa di Pirlo reo di aver già fatto peggio (dopo 5 giornate!) del suo predecessore. A questo punto mi sembra doveroso sottolineare come il progetto Pirlo non ha nulla a che vedere con il progetto dell’anno scorso. Nel 2019 Sarri arrivò caricato di responsabilità dovute a molti, forse troppi, fattori. Da una parte si era spinta la questione contro Allegri a dismisura e contro quello che veniva definito un non gioco e un allenatore addirittura deleterio. Dall’altra ci veniva “venduta” l’idea pro Sarri come la rivoluzione del gioco. L’allenatore, che con la squadra di Allegri (perché questo è il punto), avrebbe fatto decisamente meglio , non solo vincendo, ma addirittura vincendo bene e facendoci vedere una specie di Harlem Globetrotters in campo. Gli stessi sostenitori di Sarri consideravano le vittorie di Allegri il minimo sindacale vista la rosa (considerata fortissima) a disposizione. Sull’ onda emozionale di tutte queste aspettative, evidentemente mal riposte, Sarri ha fallito clamorosamente su tutti i fronti. Non solo il gioco non si è mai visto ma addirittura in parte è peggiorato (vedi fase difensiva imbarazzante) e lo scudetto, meritatamente, ma faticosamente vinto, non poteva essere una discriminante a suo favore visto che l’anno prima, con grosso modo gli stessi uomini, era considerato un qualcosa di scontato con ogni allenatore possibile.  Si può dire che Sarri è stato vittima di se stesso e dei suoi sostenitori e della grande considerazione che aveva e che di fatto lo ha portato alla Juve. Se fosse venuto solo per fare bene e vincere probabilmente a fine anno sarebbe stato confermato. Infine se sul piano tecnico il progetto Sarri è stato deludente, ma ha portato comunque il nono scudetto di fila, che non è mai scontato, sul piano economico è stato drammatico e disastroso per le casse della società. Per un anno abbiamo pagato due allenatori, Allegri e Sarri, fra i più cari in Italia e per ora , almeno finché Sarri non troverà, se troverà una sistemazione, la questione non è risolta con Sarri che ha ancora due anni di contratto. Dulcis in fundo il rapporto mai sbocciato (pare) con la società e con la squadra che ha infine fatto decidere per un cambio di guida tecnica.

Ora va da sé che Pirlo non rappresenta una continuità del progetto Sarri. Non rappresenta l’allenatore che porta il bel gioco (nessuno ne parla più) e non rappresenta nemmeno l’allenatore che resta indiscutibilmente legato al risultato. Il progetto è nuovo. Se con Sarri si era tentata la rivoluzione per non morire,  questa di Pirlo non è una restaurazione ma bensì una nuova rivoluzione forse ancora più profonda di quella dell’anno scorso, che lo era per metà. Per la terza volta in 40 anni la Juve punta su un mister costruito in casa dopo Trapattoni e Ferrara. A questo mister da una rosa di giovani, dove molto vecchi sono stato depennati e non gli si chiede la luna nel pozzo ma di costruire la Juve del futuro e costruirsi lui come allenatore per guidare la Juve del futuro. È proprio evidente che non c’entra nulla col ”belgiochismo” (almeno per ora). È evidente che ci vorrà forse oggi più tempo che prima. È evidente infine come oggi i giovani dentro il progetto siano molto di più di quelli che avevano i suoi predecessori. Alcuni è probabile non verranno confermati altri ne arriveranno. La Juve ha abbassato il monte ingaggi e inserito giovani in rosa che si spera daranno i propri frutti nei prossimi anni. Si è iniziato forse quel progetto Bayern Monaco che molti hanno in bocca ma pochi hanno la pazienza di aspettare che si realizzi. La Juve dopo 9 anni è inesorabilmente e irrimediabilmente invecchiata. Non si poteva aspettare oltre per iniziare a ringiovanire. Ora non ci resta che avere pazienza e vedere poi se i fatti ci daranno ragione.

  1. TAGLIO CONTROTAGLIO E PUNTA

    Ben, complimenti per il pezzo, sei come uno sciabolatore che colpisce di taglio controtaglio e punta.

    Dopo quello che ho fatto contro Allegri quando in 10 partite avevamo solo 12 punti e che dopo la vittoria contro il toro disse che avremmo vinto lo scudetto e così fu…nemmeno un pazzo…non mi permetto più di dire “vattene” a un allenatore.

    Figurati se lo dovessi dire ora ad Andrea Pirlo.
    Che poi, detto tra noi, non è che la Juve giochi male…con un pò di accortezza ci farà anche divertire.
    Buona serata

  2. Io sono per Pirlo come ero per Sarri lo scorso anno e per Allegri prima. Tifare Juve significa prima di tutto accettare le scelte della società. Poi se le cose vanno bene, bravi tutti sennó, asini tutti dal presidente all’ultimo magazziniere passando dai giocatori e allenatore.
    Sono sempre più fiducioso sulle potenzialità di Pirlo e come ha pure appena scritto Barone non mi sembra che questa Juve giochi male, anzi.

  3. Ora come ora anche i discorsi sugli allenatori rischiano di essere anacronistici.
    Salvo Ronaldo, la squadra è stata rivoltata come un calzino.

    Questa Juve è una farfalla appena uscita dalla crisalide, ed ha le ali ancora bagnate.
    Perciò il volo è ancora sincopato.
    La sua giovinezza è la vera speranza; speriamo di non essere troppo lontani dalla vetta quando ci sarà la volata di Primavera!

  4. Ben, l’ho cercato sul vocabolario ma non lo trovo…visto che lo citi più volte il termine volevo chiederti che vuol dire belgiochismo. Cosi poi posso commentare. Grazie😉

    • alessandro magno

      È virgolettato apposta. Dovresti comunque chiedere a sarri io come te non saprei 😉

      • È virgolettato nel senso che non esiste come termine? Però visto che in realtà viene usato, possiamo provare a dargli un’interpretazione.
        Io leggendo il termine penso automaticamente ad una proposta di calcio attraente.
        Ad esempio, se prendiamo come riferimento gli ultimi 10/15 anni vedo che le squadre che hanno dominato a livello europeo hanno offerto sempre “bel gioco”. Guardiola o Luis Enrique al Barcellona, Heynckes al Bayern, Zidane al Real, Klopp ecc… Ecco se questi sono i belgiochisti io sì che desidero che sia questa l’aspirazione di Pirlo!

        • alessandro magno

          La proposta di calcio diventa attraente qualora vinci infatti con il verona nonostante quei 15 20 minuti di buon calcio hai fatto 0-0 e nessuno ne parla. Gli allenatori che hai citato guarda caso hanno in comune che hanno vinto cose importanti se non avessero vinto non li avresti citati e infatti non hai citato nessun allenatore di belgiochista non vincente e non è un caso

          • Appunto Ben, ti ho citato i più importanti degli ultimi anni per sottolineare che a quei livelli si coniuga sempre il risultato con una proposta di gioco attraente, dominante, propositiva. Questo ci dice che se vuoi raggiungere quei traguardi non puoi prescindere da quello che i denigratori definiscono belgiochismo.

            • Sono d’accordo, Kris. Anche se ogni regola che di rispetti ha la sua eccezione: il Chelsea di Di Matteo, che vinse una Champions con un solo “gioco” DROGBA!

              • Alessandro Magno

                zidane ha vinto tre champions e non viene citato fra questi ma con tre champions di fila anche senza esser citato fra i belgiochisti vive lo stesso alla grande e non credo che il real si sia posto il problema della proposta di gioco attraente davanti a tre champions vinte

              • Si Ben, Zidane l’ho citato. Tra l’altro proprio il Real è un club che arrivò ad esonerare Capello nonostante i risultati e lo disse apertamente nel comunicato che il motivo era che cercavano una proposta di gioco più attraente.

  5. alessandro magno

    Come ho scritto nelle prime righe pensavo che questa cosa fosse superata e infatti non avrei pensato mai di doverne riscrivere tuttavia dopo 5 giornate sento e leggo in giro ancora “e ma allora sarri…” E poi il resto di tutto un po’ quindi ci tenevo a fare chiarezza. Chi pensa o pensava che Pirlo fosse un progetto in continuità con Sarri è fuori strada ed è ben spiegato nel pezzo e oltrettutto sarebbe anche una cosa abbastanza scontata che se si voleva continuare con quel progetto si continuava con quell’allenatore no?

    • Ben, è stata cambiata mezza squadra:
      l’unico progetto possibile e visibile infatti è “ringiovanimento”.

      D’altronde non si affida un “progetto di gioco” ad un allenatore esordiente, sarebbe un ossimoro.

      Ciao.

  6. Per fortuna,per grande fortuna, non si tratta di un processo continuativo. Meno male.. Ma pensavo fosse chiaro…

    Tutti tranquilli, Ben, gli uomini pensanti lo hanno capito. Una parentesi negativa, deleteria, basata su chiacchiere da strapazzo un grande imbroglio, un grosso errore.

    Lo sanno gli uomini pensanti, tranquillo.

    • Belgiochismo…
      Ma come, per mesi na capa tanta e ora si chiede che vuol dire?

      Non pervenuto. eppure Sarri sembrava fosse il profeta..
      Resuscitava i morti, camminava sulle acque e moltiplicava i pesci.
      E alla fine epilogo conveniente solo per lui. Un profeta per Caz.. Suoi.

  7. Bravo , hai scritto tutto e bene purtroppo il messaggio non arriverà nella testa ottusa dei contestatori. L unica soluzione sarà fargli una bella pernacchia come si fa al Bar quando dici una calzata. Bene ,bravo ,bis

  8. A PROPOSITO DI FARFALLA

    Bisogna che rimetta li colori.
    — aveva detto la Farfalla bianca
    mentre cercava de succhià li fiori —
    Me vojo fa’ un bell’abbito de moda
    coll’ale d’oro filettate lilla
    e un velo color celo su la coda.
    Chissà quante passioni
    farò tra li mosconi de la villa! —
    Un’Ape che girava tra le rose
    j’ agnede incontro e disse: — Amica mia,
    nun è er momento de pensà a ‘ste cose…
    Er sangue de li fiori che te piji
    lo levi a me, che sudo e che lavoro
    pe’ protegge li fiji
    ne le casette loro.
    Che te ne fai dell’ale tutte d’oro
    se poi l’ucelli barberi
    agguattati sull’arberi
    te s’affiareno addosso co’ l’artiji?
    Io sola, che ciò un ago sempre pronto
    pe’ vendicà un affronto,
    potrebbe ripijà le parte tue;
    ma se però me levi la maniera
    de rinforzamme l’arma, bona sera!
    Restamo buggerate tutt’e due!

    Buona serata

  9. Intanto Bartomeu ha rassegnato le dimissioni da presidente del Barcellona.

  10. Grande inter, inchioda a Kiev lo Shaktar sullo 0-0 e prenota un posto in Europa League…mica pizza e fichi!

  11. X me belgiochismo non ha alcun significato cos come non ha significato il Sacchismo, Sarrismo, Allegrismo, Lippismo, Contismo e chi più ne ha più ne metta.

    • Concordo Germano.
      Gli integralismi sono contrari al calcio e alla sua bellezza.

      • Ma sai Tino, non so chi degli allenatori da me come es (ne potevo fare anche altri…) siano o no integralisti. Non ho le conoscenze x definire chi lo è e chi no. Sono proprio i termini che x me non hanno alcun significato. Xrò evidentemente c’è chi la pensa diversamente visto che alcuni sono stati inseriti nel vocabolario italiano se non sbaglio. Ho scritto solo un mio pensiero a riguardo.

        • Infatti, intendevo che per me un buon tecnico sa adattarsi alla situazione della gara, senza dogma alcuno. Diciamo versatile. Proprio perché la partita è da leggere.

  12. A ME, ME PIACE

    È vero, 4 punti persi, in due partite tanto diverse, quella col Crotone oltre ad aver giocato così e così possiamo recriminare solo sull’espulsione e sul goal annullato.
    Contro il Verons, invece, oltre alla riflessione avuta dentro la metà del primo tempo possiamo recriminare su molti fattori negativi, il rigore non fischiato a Berna, il goal annullato a Alvaruccio, e molta, tanta sfortuna.
    Insomma 4 punti che alla fine possono pesare per il contributo finale.
    A me ‘sta Juve me piace.

    C’è ancora tanta strada da fare ma la rotta sembra giusta. Qualche problema in difesa da registrare, anche se andiamo a vedere non è che Codice Fiscale abbia dovuto fare parate in serie.
    Della partita contro il Verona
    Il primo tempo non è stato giocato con la giusta determinazione anche se i primi dieci minuti erano sembrati quelli che adesso li asfaltiamo.

    Nel secondo tempo, però, sono state create tante occasioni da rete, finalmente dominio del gioco e finalmente tanti tiri in porta.
    Come avevo preventivato poteva essere goleada, 22 tiri, un goal annullato, 2 traverse.

    Stasera sarà spartiacque?
    Certo qualsiasi squadra senza Ronaldo e Chiellini (quello di una volta ma anche quello dei 90 minuti), due fenomeni nel proprio ruolo, potrebbe pesare sulla prestazione di tutta la squadra, ma non possiamo piangerci addosso per le assenze…conta, quello si, e molto di più le curve vuote, quelle che danno ritmo alle gambe dei nostri giocatori…e Messi lo sa come andò a finire quando chi crede di sapere di calcio dava lo 0,01% di probabilità contro quel Barça…da lì capii che la testa non c’era più o era partito di testa.
    Inevitabilmente partito in altri lidi…e verso il nuovo branco.

    Eppure resto fiducioso…e non solo per la Juve.
    Buongiorno ☕

  13. AJAX COME LAVA!

    Parlami o Dea del Pelide Ajax che nel vaschetto ti ha fatto il bagnetto…

    Gli amanti #delbelgiochismo…
    Gasp, shok gulp…che succede?

    Purtroppo, come 2 anni fa…a prendere per il culo la Juve per colpa di lui.

    Buona giornata

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web