Archivio Mensile: Novembre 2020

Juve Night Show s01 e11

Con BEN Leomina Francesco Musina Arco Lubrano Antonio corsa e Marcello Lo Russo

Ci vorrà tanta pazienza ma per ora ci vuole stomaco

 

 

Articolo di Alessandro Magno

Davvero sono rimasto molto deluso dalla prova contro il Benevento. Il nostro mister aveva dichiarato che il tempo della ricreazione era finito e ora veniva la parte in cui non c’erano più scuse. Ne sono seguite due partite di una bruttezza disarmante: Ferencvaros e Benevento, solo la prima vinta fra l’altro con un colpo di fortuna finale. La squadra inizia a non avere molte scuse. Ronaldo non c’era ma gli altri dovrebbero esser in grado di battere il Benevento anche senza. La squadra è giovane ma non è proprio a zero esperienza, sicuramente è una squadra con più esperienza del Benevento. Eccetto Frabotta ieri sono andati in campo tutti nazionali compreso i subentrati dalla panchina. Di quelli impegnati alcuni come Danilo, Cuadrado Dybala, Ramsey, Morata, De Ligt, hanno più di 50 presenze nelle coppe europee, alcuni le han anche vinte o han disputato le finali. Non credo in nessun caso che sia una squadra più inesperta del Benevento. La nota poi dolente è che in questo inizio di Campionato la Juventus ha avuto anche un calendario molto benevolo. Di fatto un big match era contro il Napoli che non abbiamo potuto affrontare per colpa della loro dabbenaggine e ci ha regalato 3 punti, l’altro con la Roma, dove si è preso un pareggio in maniera molto sofferta e l’altro ancora, con la Lazio, dove ne è uscito l’ennesimo pareggio. La Juventus deve affrontare ancora il Milan e l’Inter e l’Atalanta che sicuramente da diverso tempo a questa parte dobbiamo necessariamente considerare fra le big d’Italia. Sono stati letteralmente bruciati punti preziosissimi contro Verona, Crotone e Benevento, soprattutto è sconcertante come senza Ronaldo si segni veramente poco contro squadre che hanno uno score difensivo da pallottoliere. Altra cosa che mi fa arrabbiare è come nonostante siamo la migliore difesa del campionato con il Verona riusciamo sempre a prendere un gol da tutti puntuali come un orologio svizzero. Inoltre resto dispiaciuto della mancanza di voglia e ferocia agonistica che dimostra la squadra. Si gioca in surplace con una certa aria di arroganza mista a supponenza che non si capisce da dove sia arrivata, visto che della gente che ha vinto tanti scudetti negli ultimi anni, in campo ieri forse erano in due o tre, vista anche l’assenza di Bonucci. Attacchiamoci a quelle poche note positive tipo che in questo momento tutte le squadre che han giocato in coppa han vinto solo una delle due fra coppa e campionato, oppure che senza preparazione è un anno anomalo per tutti, oppure che in campionato, salvo il Milan, la classifica è ancora piuttosto corta, tuttavia ragazzi  bisogna necessariamente darsi una svegliata, cambiare marcia, anche perchè lo spettacolo è talmente desolante alcune volte che per la prima volta dopo tanti anni diventa davvero pesante seguire le partite.

11 pesci fuor d’acqua

Scritto da Cinzia Fresia

In questo giro non possiamo dare la colpa a Ronaldo  perché non c’era.

Quindi non c’era Ronaldo l’accentratore, l’egoista, l’anarchico, che pretende che tutti giochino per lui. L’inseguitore dei record, il menefreghista ..  Perciò spazio a Paulo, Alvaro, I due Federico  insomma la nostra migliore gioventù, ne è uscito un gruppo di confusionari totalmente slegati tra loro, e in confusione totale.


11 pesci fuor d’acqua senza controllo, ne’ capo né coda .. Se la Juventus ha veramente bisogno di Ronaldo per vincere contro il Benevento, qualcosa non funziona:  o sono i giocatori o è l’allenatore perché il risultato  non quadra.

La squadra di Pirlo letteralmente crollata  non ha perso per grazia ricevuta e ha avuto Morata espulso, un bilancio pesante se pensiamo che lo spagnolo  con Ronaldo è l’unico a segnare,
Nessun promosso  nemmeno il portiere.
Andrea Pirlo spolvera il repertorio delle giustificazioni: sono giovani, ovvio che Ronaldo  manca perché è importante, ovvio che sono stanchi, non si possono giocare tutte le partite, c’è bisogno di riposo e la palla è rotonda e non rompete le …Questo l’ho aggiunto io  lui non lo ha detto, ma lo ha sicuramente pensato mentre liquidava Giovanni Guardala ai microfoni  sky.

“Non riusciamo a capire i momenti della partita” e “Dobbiamo crescere e capire in che stato siamo e capire il tipo livello di partita

Farei attenzione a dire certe cose:  sono questi, giocatori  professionisti i quali il capire il livello della partita dovrebbe essere l’obiettivo primario del lavoro, il secondo obiettivo è di impegnarsi e seguire le direttive dell’allenatore, ma soprattutto rendersi conto di essere alla Juventus,  una Società che non va in campo solo per partecipare.

Anche i cambi effettuati non hanno raddrizzato il risultato, sembravano 11 estranei capitati lì per caso. Troppe giustificazioni mezze vere e mezze inventate non fanno bene, occorre severità, caratteristica che evidentemente Pirlo non ha,  l’ennesima perdita di punti non è colpa solo dei giocatori ma l’attribuirei al 50 per cento anche all’inesperienza del tecnico che fa fatica ad imporsi o forse a creare una squadra che sia tale che si aiuta e che guardi nella stessa direzione., e per fare questo trovare una miriade di paraventi  vuol dire fargli del male  se ancora devono crescere,  ma l’assenza evidente e’ quella della Società troppo concentrata a vendere magliette e automobili che non si accorge che sta compromettendo un percorso difficile lungo e doloroso, quella risalita che dal dopo B ci ha visto disputare due finali di Champions.  Ai giovani va insegnato che la Juventus non è un punto di arrivo e che i soldi i benefit, le auto in uso, i premi  non sono gratis te li devi guadagnare., una volta ai giocatori si faceva fare un giretto agli stabilimenti di produzione così da fargli vedere cosa vuol dire essere operai alla catena di montaggio.

Risulta che l’adattamento sia finito, altresi comprensione   e giustificazioni  .. volete la Juve? Dimostratelo con i fatti.

 

Pagella Benevento – Juventus 1-1

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Sczcesny 6 Due parata una abbastanza facile nel primo tempo e una abbastanza miracolosa proprio poco prima di prendere il gol. Sul gol non puo’ nulla perchè la palla veramente va all’angolino. Un mezzo voto in meno perchè nel finale si mette a fare i dribbling in area e personalmente non mi piacciono.

Cuadrado 4,5 Molto molto molto confusionario. Non riesce quasi mai a saltare l’uomo è molto nervoso e spesso anche in difesa non è attento come al solito. Probabilmente dovrebbe riposare visto che ha fatto gli straordinari.

De Ligt 6 Attento e tempestivo nelle chiusure. Insuperabile negli uno contro uno il Benenvento lo sa e preferisce attaccarci dalle fasce. Nessun acuto ma uno dei meno peggio. Una delle poche garanzie con Danilo.

Danilo 6 Come De Ligt molto attento su Lapadula e in generale sui loro attaccanti. Spesso e lui che va in anticipo ( anche di testa) mentre De Ligt resta dietro la cosa funziona particolarmente bene e il Benevento è spesso chiuso al centro dai nostri due.

Frabotta 5 In fase difensiva neanche male. Quando chiude sa non farsi saltare. In propensione offensiva praticamente inesistente. Spesso sbaglia anche appoggi facili. L’impressione generale è che al momento la Juve è troppo per lui.

Chiesa 5,5 Molto bella l’apertura che manda in gol Morata e un altro paio di azioni in percussione. Purtroppo si esaurisce un po’ in queste cose risultando poi al netto dei minuti giocati un po’ poco. Uno dei pochi comunque ad avere cazzimma.

Arthur 5 Pronti via è assoluto padrone del gioco e imbuca spesso gli altri anche con ottime trovate poi sbaglia due volte nell’azione del gol quando non rinvia e nell’azione prima quando si fa metter fuori causa da una finta, e scompare dalla partita. Io comunque non l’avrei tolto perchè era l’unico con un poco di idee nel centrocampo.

Rabiot 4,5 Su e giu per il campo nella più totale inutilità. Il bello è che non sbaglia neanche cose clamorose ma davvero non riesce mai a rendersi utile. e non ci fosse stato sarebbe stato uguale.

Ramsey 4 Forse anche 3 .Un giocatore ormai sparito dai nostri monitor con l’utilità del ghiaccio al polo nord e la grinta di un bradipo narcotizzato. Pirlo gli da 62 minuti mah.

Dybala 5 Come Chiesa ha qualche lampo. Un quasi gol del vantaggio nel finale, dove si supera il portiere del Benevento, e un bel tiro a botta sicura dove pero’ non trova la porta (errore o sfortuna ?). Nell’insieme più male di Chiesa perchè lui dovrebbe esser oggi il giocatore più importante in campo.

Morata 6 Un gran bel gol fatto con caparbietà e alcuni altri tiri uno di testa molto sfortunato l’altro di piede con ottima coordinazione e forza. Un mezzo voto in meno per l’espulsione perchè adesso con il Toro non ci sarà. Lo comprendo ma doveva evitarla.

 

Bentancur 4,5 Non l’avrei fatto entrare in quel ruolo. C’è la ”fissa” che Benta può fare il regista davanti alla difesa ma per me non è così. Rodrigo è una mazzala di quantità , davanti alla difesa è talmente scolastico che mettere lui e mettere qualsiasi altro basta che non perda palla è la stessa cosa.

Kulusevski 4,5 Appena più vivo di Ramsey ma anche lui entra senza combinare nulla.

Bernardeschi 5,5 Almeno lui ha due o tre scatti sulla fascia in cui riesce a metter interessanti palloni in mezzo anche se io mi aspetto da giocatori pagati cosi tanto e con stipendi cosi alti, che dovrebbero asfaltare certi avversari.

Juventus 3 La peggiore Juventus della stagione senza nerbo, senza grinta, senza idee con il peggio dell’anno scorso ovvero quel possesso palla lento e sterile e infinito e la voglia matta sempre di passare per in mezzo senza usare ne fasce ne cross ne tiri da lontano. L’aggravante poi di non andare mai sulle seconde palle e la presunzione di esser più forti non si sa in base a cosa forse in base alle maglie?

Pirlo 4 Altri punti buttati nel cesso. Non si riesce a metter insieme 2 o 3 partite decenti in questo continuo cambiare interpreti come se l squadra fosse già collaudata e inizia a mostrare un calma olimpica anche dopo queste brutte prestazioni che inizia a darmi sui nervi.

Questione Ronaldo 5 Detto che anche a me chiaramente non piace che Ronaldo non vada neppure in panchina quando non gioca dall’inizio, trovo davvero pessimo che senza Ronaldo non si riesca a battere neppure in Benevento. Secondo me abbiamo preso Ronaldo per vedere se riuscivamo a fare meglio in Champions visto che gli scudetti li vincevamo anche senza di lui. Se devo pagare uno 30 milioni l’anno per farmi vincere con il Benevento siamo messi malissimo.

Questione ritiro maglia numero dieci da tutte le squadre 0 Ma vedete di non rompere le palle. La togliessero le squadre dove ha giocato Maradona la Juve non ha mai tolto un numero fino ad oggi e spero che non faccia mai di queste americanate.

Arbitro 0 Questo Pasqua ha rotto veramente le scatole ogni volta che ci arbitra è la solita storia. Fischiato ogni svenimento come da prassi. Anche oggi un rigore che manca al 90mo su Morata. Ammonizioni che mancano a iosa ai giallorossi per le più svariate perdite di tempo (praticamente nel secondo tempo non si è giocato), addirittura riesce a far curare tutti i beneventani sul campo senza mai farli uscire una cosa che non vedevo dagli anni 80. Un arbitro che farà carriera come Collina.

Sabato 28 novembre 2020 Benevento-Juventus ore 18 stadio Ciro Vigorito – Benevento

Scritto da Cinzia Fresia

Colpo di scena: Cristiano Ronaldo  a riposo, gioca Dybala con Morata. Un turno di riposo al portoghese concordato in precedenza. Il Benevento e’ reduce da una vittoria contro la Fiorentina ed e’ dodicesima in classifica, ed è allenata da un grande amico di Andrea Pirlo, e una vecchia conoscenza della Juventus, Filippo Inzaghi, nonché fratello di Simone.

Quasi un match  “tutto in famiglia”   ma sul campo resta la rivalità e Pirlo vuole vincere. Le squadre tornano in campo dopo lo schock della morte di Maradona. Un evento inaspettato che ha suscitato varie emozioni nei calciatori  che lo hanno conosciuto vivendo il lutto come una grave perdita.

la Juventus è consapevole di non potersi permettere di sottovalutare  l’avversario  quindi di non perdere punti, tenendo conto dell’assenza di Ronaldo. il  tridente in attacco sarà costituito  da Dybala e Morata e dietro Kulusevski  In difesa ritorna Bonucci con Danilo e De Ligt.

 

 

Prendiamo il buono.

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

 

Inutile nasconderci la partita con il Ferencvaros è stata a tratti veramente brutta. Soprattutto l’abbiamo messa male da noi facendo segnare gli ungheresi al primo contropiede utile. Non comprendo perchè tanti giovani, che devono dimostrare tantissimo, non riescano a trovare la fame giusta per affrontare una squadra così debole. Questo mi sorprende. Già il fatto di indossare la maglia della Juventus e meritarsi una riconferma dovrebbe far scendere sempre con la giusta concentrazione. La Juventus è stata molto lenta e compassata. Poche idee e ha continuato con un giro palla noioso e inconcludente che in parte mi ha riportato alla mente ricordi poco piacevoli. E’ un periodo dove non riusciamo a mettere insieme due partite di fila giocate bene e questo non è buona cosa. Detto cio’ non tutto quello che si è visto è stato tutto da buttare e alcune critiche le ho trovate eccessive e ingenerose.

Di buono c’è stato sicuramente il risultato e anche il fatto di averlo acciuffato in extremis. Questo significa che la squadra ha cercato di vincere fino alla fine, non accontentandosi di un pari, che poi con la Dinamo Kiev da affrontare in casa alla prossima e a un solo punto in classifica, di fatto avrebbe solo rimandato la qualificazione (con il pareggio sarebbe bastato con la Dinamo Kiev un punto). Di buono c’è stato anche l’impiego di Dybala per una buona ora, Dybala che è stato criticato in modo eccessivo. Chiariamo un punto: non è che abbia fatto una prova trascendentale ma non è stato neppure fra i peggiori in campo. Un bel tiro di destro di controbalzo nel primo tempo su cross dell’ ”egoista” Ronaldo, che per poco non si tramutava in un gran gol, è stato uno dei pochi tiri della Juventus nella prima mezz’ora. Dybala che poi ha ricambiato il favore a Ronaldo mandandolo in gol, gol che è stato poi annullato per un giusto fuorigioco. Di buono c’è stata anche la prova di De Ligt anche lui criticato ingiustamente per una palla non presa di testa a metà campo. Non è un errore e non può esser definito tale se due saltano e la prende l’avversario e il fatto che De Ligt abbia detto che ”forse ho sbagliato” , in un eccesso di modestia, non significa che quello sia un errore che ti fa prendere un gol e che dobbiamo credergli.

Per concludere ho letto dei nuovi fans di Morata quelli del ”Morata deve giocare sempre” o del  ”con Morata dall’inizio l’avremmo vinta” eccetera, che in buona parte scommetto sono fra quelli che Morata non lo volevano ed era l’ultima scelta dopo Suarez, Dzeko, Benzema, Giurud e cazzimperio. Un allenatore intelligente punta a recuperare i suoi giocatori anche perchè un domani quelli che oggi sono titolari potrebbero avere qualche defezione e allora dovrà puntare sugli altri, e se non li ha portati nel frattempo nelle condizioni ottimali poi non se li trova. Un allenatore intelligente a fronte di un giocatore che ha giocato 10 partite in 30 giorni (Morata) non rischia di romperlo contro il Ferencvaros, ma lo fa appunto rifiatare. Sono propenso anche a credere che se la partita si fosse messa subito bene Dybala avrebbe fatto probabilmente tutti i 90 minuti e magari Pirlo avrebbe fatto rifiatare Ronaldo o provato chissà a giocare con tutti e 3, ma il fatto di rimanere per 90 minuti sull’1-1 ha cambiato i piani. Infine un allenatore bravo deve coinvolgere tutti nel suo un progetto quindi mi aspetto che Pirlo punti a recuperare Dybala, poi è chiaro che ora la coppia più funzionale è Morata Ronaldo ma la stagione è lunga e noi abbiamo solo 4 punte di cui la quarta è il giovane Portanova che è un 2000. Altrochè se ci sarà bisogno di Dybala.

 

Ps. Mentre rileggevo questo articolo prima di pubblicarlo è arrivata la notizia della morte di Maradona. Umanamente mi dispiace. Riposa in Pace.

Mistero Buffo

Scritto da Cinzia Fresia

Avete presente quando una partita sulla carta facile anzi facilissima si trasforma in un incubo  dove nessuna soluzione  funziona? e nel frattempo passano i minuti senza che succeda niente e improvvisamente ti rendi conto che  si è fatta “una certa” e la tua squadra è bloccata sull’1-1?

Non vorrei essere stata al posto di Andrea mentre rovistava nel “Kit il piccolo allenatore”, senza trovare un’idea  allo scandire inesorabile del tempo in cui si affacciava sempre di più  l’ipotesi rovinosa del pareggio, la  fortuna ha voluto che dal Kit qualche cosa sia uscito  e si chiama Morata.

Vi ricordate la partita contro il Cagliari, beh dimentichiamocela: la Juve è tornata a tre caselle precedenti, la goleada in quel di Budapest è diventata un ricordo, e ciò che si evidenzia è lo spreco immane di energia in partite con avversari di semplice amministrazione per la qualità dei giocatori che abbiamo.   I ragazzi  non sono in forma,  nemmeno Sczezny, responsabile di  una grave leggerezza sul gol subito che ha fatto rivivere   un “Lazio 2 la vendetta”.

Pirlo però ha detto una cosa giusta sul Ferencvaros:  si tratta  di quel genere di squadra che la sua partita la fa senza farsi intimidire da chi si trova davanti, e se può tira e fa gol, il tecnico è stato si comprensivo ma altresì critico parlando di superficialità nell’approccio.  La motivazione di una prestazione così strana non si sa, lapidari i commenti negli studi di Sky il cui Fabio Capello da vecchio Ex non ha risparmiato nessuno  dicendone  di tutti i colori e condannando il gruppo senza appello,

Ora ci chiediamo ma che succede? Dal di fuori, la Juventus si rende sempre più attaccabile nei suoi punti deboli, non c’è giornata in cui non si parli  del rinnovo di Dybala o di Ronaldo che se ne vorrebbe andare,  invenzioni  giornalistiche per provocare il club più titolato d’Italia? Forse ..ma non è normale che tutti i giorni si parli solo ed esclusivamente di Dybala del suo rinnovo e del rendimento. Ieri sera Pirlo ha rimosso comtemporaneamente i due attaccanti  Dybala e Bernardeschi .. tuttavia la loro uscita non ha modificato un gran che, la Juventus ha continuato a giocare male anche dopo, e la vittoria è stata una genialata fortunata di Cuadrado finalizzata da Morata con un pizzico di complicità  del portiere.

Alla fine conta  la soddisfazione dell’obiettivo raggiunto cioè la qualificazione,  Pirlo un po’ a denti stretti festeggia  il primo step da  neo allenatore, non sottraendosi  alle critiche da Studio, e chiede più tempo per i nuovi che a quanto pare stanno facendo fatica ad adattarsi.

 

Pagelle Juventus Ferencvaros 2-1

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szczesny 4,5 Sul gol non ho capito come mai non la prende e già per quello è insufficiente ma nel recupero sul 2-1 ci fa venire un infarto cincischiando in area con il pallone. Fino ad oggi non aveva sbagliato nulla ma il gol di questa sera mi pare una papera. Oltretutto complica la partita in modo esponenziale.

Cuadrado 6 La sua prova era insufficiente non un cross giusto tante volte poi falloso, tuttavia si riscatta finalmente nel finale quando stacca l’avversario sulla corsa e mette un cross al bacio per Morata.

Danilo 5,5 Bello il lancio per Cuadrado (finalmente dopo 90 minuti di attesa) ma non ne riscatta in toto la prestazione. Sul gol loro cade e non recupera per tempo altre volte deve mettergli una pezza De Ligt.

De Ligt 6,5 Gioca molte volte in anticipo sugli avversari. Spesso l’arbitro gli fischia falli che non ci sono. Mi pare una buona prova in una serata negativa per tutti. Prendiamo gol nell’unica volta in cui va a saltare di testa in anticipo e non è posizionato dietro.

Alex Sandro 5,5 Fra i meno peggio  se no altro perchè non commette errori grossolani anche se spesso pare carracollare per il campo come fosse capitato per caso.

McKennie 5 Fatica a trovare la posizione in campo. Recupera alcuni palloni ma spesso è fuori dalla manovra. Ha vissuto serate migliori. Forse la posizione di esterno non è nelle sue corde.

Arthur 5,5 Cerca di proporsi sempre e non sempre viene servito. Al solito prova a dare i tempi alla squadra ma questa sera questi tempi (sia i suoi che degli altri) sono lentissimi. Questa sera serviva come il pane il lancio lungo o il cambio veloce di gioco e lui proprio non ce li ha.

Bentancur 5 Come McKennie recupera alcuni buoni palloni e forse è un poco più presente nella manovra ma contro il Ferencavors mi aspettavo che i nostri centrocampisti arassero gli avversari. Invece aravano il campo. Non so da cosa deve recuperare ma è l’ombra di se stesso. Prima di uscire impegna il portiere con un tiro da fuori. L’unico sussulto.

Bernardeschi 5,5 Una prova non tanto buona neppure la sua. Con questi avversari davvero bisogna fare mille volte di più. Un poco più combattivo e presente nelle azioni rispetto agli altri. Si riscatta in modo parziale con quel bel palo colpito sul finale che meritava maggiore fortuna.

Dybala 5,5 Volenteroso cerca di prendersi la palla e creare qualche iniziativa tuttavia non riesce ad incidere come vorrebbe. Comunque mette minuti nelle gambe e soprattutto l’unica azione pericolosa della prima mezz’ora è un suo tiro di controbalzo di destro dove per sfortuna non sorprende il portiere in contro tempo.

Ronaldo 6,5 Un gran gol dei suoi. Un altro mangiato forse per eccessiva fiducia quando a tu per tu col portiere si fa portare via la palla. Ha il pregio sicuramente di aver fatto il gol del pareggio con un azione delle sue. Se non avessimo già pareggiato nel primo tempo dubito avremmo vinto.

 

Morata 7,5 Entra è dá subito la profondità alla squadra che fino a quel momento era mancata. Serve un assist al bacio a Ronaldo prende un palo, segna il gol partita. Direi migliore in campo. Pirlo gli da del riposo perchè finora aveva giocato 10 partite in 30 giorni ma a me sembra il meno bisognoso di riposo rispetto a tutti. Il gol che segna è anche fortunoso, in quanto il portiere se la butta dentro da solo, ma la frustata che dà di testa favorisce l’errore. La fortuna premia gli audaci.

Chiesa 5,5 Entra abbastanza peggio rispetto a chi sostituisce. Una bella palla di esterno a Morata. Tanta grinta ma poco costrutto.

Kulisevski 5 Anche lui non riesce a trovare la posizione in campo e neppure a d incidere.

Ramsey Sv

Rabiot Sv

Juventus 4 Non ha proprio funzionato la squadra oggi più che i singoli. E’ stata sbagliata dall’inizio l’idea di entrare per vie centrali contri una squadra che schierava 9 uomini davanti alla porta. Servivano lanci lunghi sopra la loro difesa e il nostro attacco ne ha chiesti tutta la partita e non sono mai arrivati. Servivano cross dalle fasce, e anche quelli non sono arrivati. Servivano tiri da fuori che sono arrivati con il contagocce. Sembrava la Juve dell’anno scorso dove si faceva la mosca contro il vetro senza tirare mai. Si salva solo il risultato e i 3 punti e qualche giocatore.

Pirlo 5 E’ mancato proprio il mister forse di più di tutti questa sera. Deve riuscire a trasmettere più fame a questi giocatori. D’altronde metà della rosa di quest’anno non è che sia composta da giocatori che hanno vinto chissà cosa e quindi possano ritenersi appagati. La squadra poi ha suonato tutta la gara lo stesso spartito non riuscendo a combinare nulla e si è vinto finalmente quando si è fatto un lancio lungo ( Danilo per Cuadrado) che ha scavalcato il muro che gli ungheresi avevano eretto davanti a noi , ed è arrivato un benedetto cross dal fondo.

Arbitro 5 Il solito arbitro pasticcione che la Uefa manda così ad arbitrare e a fischiare un po’ di falli a caso. Per fortuna non ci sono episodi clamorosamente dubbi anche se un rigorino su Morata si poteva dare.

Martedì 24 novembre 2020 Juventus-Ferencvaros Champions League – ore 21 Allianz Stadium Torino

scritto da Cinzia Fresia

Una partita in discesa  così si presenta il match contro il Ferencvaros di Budapest,  la cui vittoria consentirebbe alla Juventus di qualificarsi per il turno successivo e di raggiungere la  tranquillità per potersi dedicare al Campionato.

Comunque  Andrea Pirlo in conferenza stampa non sottovaluta l’avversario e  pretende dai suoi la massima concentrazione  sebbene si tratti di  un match che non presenta  nulla di difficile per la squadra  considerato il risultato ottenuto a Budapest.

Tuttavia, non c’è limite alla sfortuna, Demiral starà fermo per una decina di giorni,  quindi  senza opzioni  giocherà Alex Sandro.  il tecnico rassicura che Paulo Dybala sta bene e pare abbia superato i suoi problemi fisici e per questo potrebbe essere schierato in coppia con Ronaldo si vedrà se già dal primo minuto di gioco.

Reduci da una vittoria in campionato  la Juventus affronterà l’avversario ungherese con serenità, a parte lo stop di Demiral,  Pirlo può contare su una buona parte di organico.

 

 

Juve Night Show come ogni Lunedi alle 22 su youtube

 

 

 

Con Ben, Antonio Corsa, Francesco Musina, Frank , Arco Lubrano e Paco Marino

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web