Juve Night Show s01 e11

Con BEN Leomina Francesco Musina Arco Lubrano Antonio corsa e Marcello Lo Russo

  1. Eppure questa squadra non è tutta da buttar via.
    Ed il lavoro di Pirlo si vede eccome.

    Contro il Benevento a parte qualche sbavatura, leggi palla persa a centrocampo, che ha causato dei contropiede sanguinosi, la squadra è stata diligente, ben messa in campo, ed ha creato qualche buona occasione.
    Subito il gol in modo raccapricciante, è vero, è poi sparita dal campo.

    Cosa mi fa riflettere è la lentezza mostrata e gli errori di misura, veramente troppi.

    E qui si possono trovare mille scuse, alibi e quant’altro.
    Oppure mille accuse e mille difetti.

    Quello però mi preme sottolineare è che questa Juve è una squadra, perchè quando gioca bene, poche volte per ora, tutti hanno giocato bene e si fatica a scegliere il migliore, quando gioca male, tutti hanno giocato male e si fatica a trovare il peggiore.

    Io mi auguro che sia un difetto di crescita che ci porterà ad essere come il Liverpool o come l’Ajax dei bei tempi.

    È un terreno per noi inesplorato, abituati ad una Juve tenuta su dai singoli, dalle furbizie, dalla grinta.

    Ecco mi auguro che la leggerezza e gli sbagli odierni siano dovuti alla troppa attenzione dei giocatori nel seguire le giuste posizioni in campo, perchè se così fosse tra un paio di mesi diventeremo una specie di arancia meccanica!

    • Luca, per me, la juve del secondo tempo di benevento mi sembrava una accozzaglia di gente presa in piazza a cui gli hanno detto di andare a giocare.
      Le ultime tre righe che hai scritto è un pensiero che mi era venuto in mente anche a me, ma non per la juve di pirlo bensì per quella di sarri. Anch’io credevo che quella juve avesse delle orribili prestazioni poiché troppo concentrati a seguire i dettami del mister.
      Poi però ho capito che se fosse così tutte le prestazioni dovevano essere brutte o meglio si doveva crescere per step cosa che invece non è avvenuta. Anche in questa juve ci sono delle buone gare che non sono continuative, anzi spesso nella partita successiva si regredisce come è avvenuto dopo cagliari.

  2. Chi dice che è da buttar via?

  3. UNA SIGNORA ARBITRERÀ UN’ALTRA SIGNORA

    Domani sera l’incontro tra Juve e Dinamo Kiev passerà alla storia(?): per la prima volta un arbitro donna dirigerà una partita di Champions.
    Sarà la francese Stephanie Frappart (pochettino più alta, 1-2 cm, di Lorenzo Insigne) a fischiare in Juventus-Dinamo Kiev.

    Buongiorno ☕

  4. I RICORDI MOLTO RECENTI DEL BARONE

    Il 17 gennaio ultimo scorso è venuto a mancare Pietro Anastasi…solo la Juve e l’inter lo hanno ricordato in campo con il minuto di silenzio e la Juve con il lutto al braccio, la federazione in quel caso dov’era…qui mi fermo perché non ne vale nemmeno la pena continuare…e arrivare fino a oggi, domani e dopodomani.

    Si vabbè, Barò, ma do cazzo või arivà?
    Subito detto: il blog, non ricordo se Cinzia o Benedetto hanno dedicato un topik a Anastasi.
    La coerenza è una cosa seria, di quelli che scrivono quassù la mantiene solo uno (non è ne un rimprovero e ne una critica per gli altri). Gioele.
    Lui non lo ha fatto con Anastasi non lo ha fatto con Maradona.

    Caro Gioele ti scrivo…la libertà di pensiero ognuno la esprime come vuole, mi riferisco al tuo post di “reclamo” sul fatto del contraddittorio, cioè il fatto di riportare pezzi di giornalisti che nemmeno si conoscono.
    Mi pare che i link per te vadano bene, ok, se uno vuole leggere li legge aprendoli oppure bypassa.
    Tornando a quella libertà, io sono abituato ad aprirli i link e mettere solo il contenuto senza le pubblicità, quindi puliti sul blog.
    Chi ha voglia di leggere lo legge oppure passa oltre.

    Questo è il mio libero pensiero.

    Saluti

    • Barone,
      credo che tu abbia frainteso il significato del mio post, non ho assolutamente parlato di libertà di pensiero, tutt’altro, il mio è stato un invito ad esprimere e confrontare liberamente le proprie idee ed opinioni con quelle degli altri partecipanti al blog, evitando per quanto possibile di riportare quelle con chiunque non vi partecipi attivamente e con i quali come ovvio non può attivarsi alcun contraddittorio. Ma se non s’è capito fa niente, non è obbligo per nessuno seguire il mio consiglio e tanto meno, come dici, non lo è leggere articoli o punti di vista di autori più o meno conosciuti con i quali non è possibile avviare un confronto di idee, nè quello per nessuno di leggere e scrivere qui.

  5. Dopo le scuse di Antonio Cabrini, ho pensato che la cosa fosse rientrata…evidentemente, loro, non sono abituati alle scuse.

    Ferlaino,ex presidente del Napoli, attacca: “Che ne penso? Che il gesto del giocatore della Juventus che si è suicidato non sarebbe mai successo a Napoli. Perché Napoli è una città bella, piena di vita”.

    Ovviamente si riferiva a Pessotto, il quale Pessotto è ancora in vita, magari avrebbe potuto dire tentato di suicidarsi e non si è suicidato…poi Napoli piena di vita…invece Torino…vabbè.

    Caro Ferlaino, però la Juventus ha fatto di tutto per salvarlo e ci è riuscita con Pessotto…

    Saluti.

  6. Ferlaino ha aperto bocca per dare aria ai denti.
    Se tutelare un giocatore significa fare quello che hanno fatto a Napoli con Diego,a Napoli, dove tutti sono felici (sic) , allora decade lo scopo di parlarne.

    Mistificare, questa è la loro capacità, poi stop. Infatti quale procura si è occupata di calciopoli, e perché?

  7. Buongiorno,
    Visto che Cabrini si era reso conto di aver detto cazzate, chiedendo anche scusa, Ferlaino poteva decisamente evitare di fare peggio.
    Potevano risparmiarci tanto squallore, soprattutto in un momento in cui si rende omaggio ad un grande campione.
    Non meritano nemmeno di essere trattate certe dichiarazioni che si qualificano da sole per la loro bassezza.

  8. NUOVO INFORTUNIO PER CHIELLINI

    Giorgi non tornerà a disposizione di Andrea Pirlo.
    Ha rimediato un nuovo infortunio alla coscia sinistra ed era “solo” in allenamento.

    Mah!

  9. Giorgio va avanti ad intermittenza, d’altronde lo stop dopo l’infortunio dovuto al covid non ha fatto altro che peggiorare le cose. Prima che riesca a recuperare i tre mesi di stop passerà tutto l’anno.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web