Archivio Autore: Alessandro Magno

State calmi perchè sarà un mese di fuoco.

Articolo di Alessandro Magno

Non c’è ragione di esser arrabbiati per il pari preso all’89mo dall’Atalanta. Certo dispiaciuti si, 3 punti erano meglio di 1, ma arrabbiati no. La Juventus con oggi è a 84 punti , ha raggiunto già un punteggio con cui a volte si vincono i campionati. Conte il suo primo scudetto con noi lo vinse con questo punteggio e Allegri se non erro l’anno prima con il Milan a 82. Questo vuol dire che i ragazzi stanno facendo un Campionato ottimo in linea con la vittoria finale visto che mancano 5 giornate. Se la Roma dovesse vincer il Derby contro la Lazio e lo scontro diretto contro di noi mancherebbero in ogni caso , 7 punti alla vittoria finale. Non credo sia facile neppure per la Roma fare 6 punti fra noi e la Lazio. L’Atalanta poi si è dimostrata, come già dicevo all’andata , una delle squadre migliori del campionato. Io la definii , e non mi sbagliavo, la migliore dopo di noi. Ora mi chiedo i tanto espertoni di calcio , quelli che decantano tanto il gioco del Napoli dove stanno quando giocano i Bergamaschi? Cosa guardano l’isola dei famosi? Perchè il primo tempo dell’Atalanta per impegno e intensità è stato veramente strepitoso. E anche all’andata se non erro rintuzzarono ai nostri attacchi colpo su colpo e furono una delle squadre migliori viste allo Stadium. Merito quindi a loro per averci messo sotto e per esser andati in vantaggio. La Juventus è inevitabilmente scesa in campo con parte della testa a Monaco e guai se non fosse così. Ci mancherebbe che qualcuno non pensasse che quella non sia la partita piu’ importante fra oggi e allora. Nel campionato ci sono ancora diversi Match Point, c’è uno scontro diretto in cui ci vanno bene 2 risultati su 3, e ci sono ancora 12 punti in palio. La partita di Monaco sarà un prendere o lasciare fra quella e il ritorno, per cui non ci saranno molti calcoli da fare.

Per fortuna la Juventus questa sera ha dimostrato ancora una volta di piu’ tutta la sua forza, prima pareggiando e poi schiacciando completamente l’avversario nella sua metà campo fino a ribaltare il risultato. La Juventus del secondo tempo è stata una squadra nettamente forte ed è un peccato che l’Atalanta sia pervenuta al pareggio con un gol rocambolesco dove per 3-4 volte non si è riusciti a buttare via quella palla. La partita era vinta e ci si era già fatti la bocca buona ma non possiamo biasimare questi ragazzi nè il mister. Allegri ha messo in campo tutti i titolari senza turnover sapendo quando fosse dura a Bergamo, dove l’Atalanta quest’anno mi pare sia ancora imbattuta. Ha fatto i cambi nel finale cercando di spezzare il ritmo e facendo entrare difensori come Barzagli, che sono garanzia per squadra e difesa. Il Barza è entrato anche a Barcellona e non ha fatto segnare nessuno di quei mostri, ora come si fa a criticare questo cambio senza rischiare di esser irriconoscenti e anche un poco stronzi? I ragazzi stanno dando tutto, oggi sono stati penalizzati da un arbitro che ha tollerato inspiegabilmente il gioco duro. Fra l’altro solo in Italia accade questo , con una squadra Italiana in semifinale di Champions che puo’ dare lustro a tutto il movimento calcistico nazionale bisogna guardarsi le caviglie da avversari e da un arbitro mandato li a fare lo splendido invece che ad arbitrare secondo regolamento. Oltretutto che ci ha prima dato e poi tolto , sbagliando, un rigore clamorso. Penso che giocatori come Dybala che sono un patrimonio per tutto il calcio mondiale non possano esser arbitrati da un arbitro così sprovveduto. Adesso magari con un errore così grossolano è sicuro che gli danno pure voti lusinghieri. Perchè l’errore non è suo poverino ma dell’arbitro di porta. E chiedere chi è in fuorigoco tra Bonucci e Mandzukic? Detto che non abbiamo pareggiato per l’arbitro e che c’era ancora tempo per vincere come dice Allegri perchè purtroppo ci siamo rilassati un poco in quell’azione finale.

Detto questo siamo solo all’inizio di un mese di fuoco. Abbiamo messo un altro mattoncino verso qualcosa di importante. Stiamo tutti calmi altrimenti non ne usciamo vivi.

Pagelle Atalanta Juventus 2-2

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 7 Autore di parate pregevolissime anche sull’azione del 2-2 ci mette una grande pezza , purtroppo nel batti e ribatti la palla va dentro.

Dani Alves 7,5 Ha da guardarsi Gomez che spesso lascia la posizione centrale per defilarsi da quel lato ed è il cliente piu’ rognoso dei nostri avversari e spesso lo contiene bene poi cresce nel corso della partita fino a diventare nel secondo tempo una vera spina nel fianco e a realizzare il gol del sorpasso da attaccante vero.

Bonucci 6,5 L’Atalanta è veramente assatanata soprattutto nel primo tempo e non è facile contenere tutti gli assalti ma lui non sembra perdere mai la bussola. Causa con il suo inserimento anche l’autorete di Spinazzola.

Chiellini 6 Abbastanza in difficoltà questa sera se la cava con molto mestiere ma l’arbitro non lo aiuta molto. E’ curiosamente uno di quelli che subisce piu’ falli non fischiati. Alla fine Guida ammonisce Gomez per somma di falli forse nell’unica volte dove a Chiellini non lo prende bene.

Alex Sandro 6,5 Non molto bene nel primo tempo nel secondo si rivede ed è uno di quelli che spinge di piu’. Questa sera non particolarmente coadiuvato da Mandzukic.

Pjanic 6,5 Gioca una partita egregia soprattutto nella ripresa quando smista palloni buoni per tutti. Peccato sia forse la causa principale del patatrac finale quando riporta il pallone in area con un controllo errato.

Khedira 6,5 Tanta fatica anche per lui questa sera con l’Atalanta che gira a mille poi anche lui prende le misure e contribuisce a schiacciare i nostri avversari nella loro metà campo nel finale. Peccato alcune palle gol non fortunate.

Cuadrado 6 Ha alternato buone cose e buoni dribbling a cose molto meno buone. Ha coperto meno del solito questa sera dal suo lato e sprecato qualche gol. Nell’insieme è sempre uno dei piu’ vivaci ma altre volte è stato pi’ incisivo e meno pasticcione.

Dybala 6 Un primo tempo a togliere la gamba per paura di farsi male e un secondo tempo veramente ben fatto. Alla fine il voto è una media dei due tempi. Assolutamente e vergognosamente non protetto dall’arbitro.

Mandzukic 6 Gli do 6 per l’impegno e perchè è sempre uno dei migliori ma questa sera l’ho visto un poco giù forse anche lui avrebbe bisogno di rifiatare.

Higuain 6,5 Si impegna ha poche occasioni di tiro e quando le ha ci prova senza pensarci, quando è chiuso smista per gli altri e cerca di far pressing da solo. Non è nel suo periodo migliore ma è utile alla squadra.

Lichtsteiner sv
Barzagli sv
Lemina sv

Juventus 6,5 La Juventus è scesa male in campo nel primo tempo e pur concedendo molto campo non ha concesso tantissime azioni gol all’Atalanta che è un ottima squadra. Su uno dei pochi svarioni fatti abbiamo preso il gol. Nel secondo tempo è scesa in campo un altra Juve che ha prima pareggiato e poi ribaltato il risultato prima di prender il pareggio su un batti e ribatti rocambolesco. Da noia perder 2 punti all’89mo ma diciamo che con 84 punti fatti in semifinale di Champions e in finale di Coppa Italia non è che si puo’ chiedere molto di piu’ a questi ragazzi.

Allegri 6,5 Mette in campo la formazione super titolare senza fare alcun turnover conscio del pericolo che è l’Atalanta quest’anno. Riesce nonostante una partenza contratta e un arbitro tollerante al gioco duro , a ribaltare la situazione. Alla fine cerca di spezzare il ritmo con delle naturali sostituzioni mettendo Barzagli e Lichtseiner che in teoria dovrebbero blindare il risultato. Una carambola ci fa prendere il pari. Accusarlo di un qualcosa mi pare veramente scorretto.

Arbitro 4 Non mi è piaciuto fin dall’inizio. Aldilà dell’errore grave di darci un rigore solare e poi togliercelo per furigioco inesistente o al massimo di Mandzukic che pero’ è successivo al mani e quindi non poteva esser in fuorigioco non mi è piaciuto per la gestione del gioco duro. Abbiamo una squadra nelle semifinali di Champions che puo’ andare avanti e sarebbe un ottima cosa per tutto il calcio italiano e ci mandano un arbitro che non tutela le gambe di giocatori come Dybala. Solo in Italia.

La marcia prosegue

Articolo di Alessandro Magno

Juventus-Genoa è stata una partita quasi perfetta. È mancato praticamente solo il gol di Higuain. La Juve ha dominato in lungo e in largo, ha vinto 4-0 con un risultato oltremodo stretto avendo colpito 3 pali e creato moltissime occasioni da gol infine Allegri ha potuto fare un ampio turnover facendo riposare Buffon, Alves, Sandro, Pjanic, Chiellini e Cuadrado. Si è rivisto un ottimo Marchisio ed è tornato al gol Mario Iron Mandzukic. Tutto ottimo tutto perfetto tutto come da copione.

Due-tre note a margine di questa prestazione. Il Genoa che ci aveva segnato 3 gol nell’andata in un solo tempo è stato ripagato con la stessa moneta, con i tre pali colpiti la Juventus raggiunge la Roma anche in questa graduatoria fittizia e elimina un altro alibi alle nostre inseguitrici quello del “se tutti i pali presi erano gol sai dov’era la Roma?”. Era seconda uguale. Alla graduatoria rigori a favore, invece, restiamo terribilmente ultimi fra le grandi, conduce sempre la Roma con 12 a fronte dei nostri 3. A riguardo voglio dire che sono ben contento dell’esordio della Var nel nostro campionato, a iniziare dall’anno prossimo. Finalmente potremo iniziare ad avere rigori come tutti gli altri. Altra considerazione la dedico a Real Madrid – Barcellona 2-3. Curioso come il Barcellona più scarso degli ultimi 127 anni sia andato a vincere in casa del Real migliore di tutti i tempi e senza Neymar. Forse qualcuno che racconta calcio (magari a Napoli) dovrebbe dedicarsi a pizza e sfogliatelle che magari di quelle ne capisce. Ora come glielo spieghiamo che il Barcellona è per lo meno allo stesso livello del Real con cui dicevano di esser usciti a testa alta mentre il Barca eliminato da noi era alla fine di un ciclo?

In conclusione non potevo dimenticarmi di Zeman. Quindicesima retrocessione in carriera. “Hey Teacher, leave them kids alone! All in all it’s just another “retrocession” in the world. Hey, professore lascia stare i ragazzi. Tutto sommato è solo un’altra retrocessione nel mondo”. Pink Floyd “ad capocchiam” ma rende l’idea. Cosa vuoi insegnare? Maestro di cosa? Pensa a salvare le tue squadre se ne sei capace. Uno dei peggiori allenatori mai visti sui campi con l’aggravante di essersi costruito una carriera sull’antijuventinità nonostante la Juventus lo avesse salvato da una vita nella Cecoslovacchia comunista , grazie a suo zio allenatore ed ex giocatore bianconero. È un vero scandalo che ci siano ancora presidenti che gli danno da allenare squadre dopo tutti questi fallimenti.

Concludendo mancano 8 punti per il 6° scudetto consecutivo, la squadra ora gioca bene, è in semifinale di Champions e in finale di Coppa Italia. Solo una grande sfiga o una grande presunzione ci può fermare ma con i piedi per terra si può sognare. Certo, ci manca il calcio spettacolo di Sarri che a momenti perde col Sassuolo, ma ci accontentiamo.

Pagelle Juventus Genoa 4-0

Pagelle di Alessandro Magno

Neto 6 Al limite del senza voto. Giro palla quasi sempre senza pressione avversaria, qualche parata semplice semplice. Serata tranquilla.

Barzagli 6,5 Non è piu’ tempo di giocare partite intere. E’ sempre molto efficace ma appare un poco’ confusionario rispetto ai suoi standard abituali.

Bonucci 7,5 Due gol di cui uno annullato in modo strambo e l’altro da cineteca con percussione solitaria e dribbling vari in piu’ difesa impeccabile.

Benatia 7 Mi è piaciuto molto sarà che la serata si mette in discesa ma non ha fatto nessuna Benatiata e questo è importante. Se alza il livello di attenzione che non sempre è ottimale e torna sano e quindi sempre arruolabile, di difensori bravi così in giro non ce n’è molti.

Lichtesteiner 6,5 Corre tantissimo e non si risparmia negli interventi. Al solito non sempre precisissimo. Non so se per scelta tecnica di Allegri è veramente alto in campo.

Marchisio 7 Parte a spronbattutto e infatti è lui a sbloccarla, poi gioca un poco a folate ma facendo sempre ottime cose. Anche per lui un palo clamoroso.

Khedira 6,5 Troppo intelligente il tedesco per rischiare di farsi male in una partita così. Gioca al piccolo trotto limitandosi allo stretto necessario.

Asamoah 7 Ha fatto un ottima partita colpendo anche un palo. Nella sua nuova vita di terzino sinistro e vice Alex Sandro un giocatore ritrovato.

Dybala 7,5 Libero da compiti precisi messo un poco esterno un poco fra le linee da veramente fondo a parecchio del suo repertorio. E che repertorio. Bellissimo il suo gol bellissime le sue piroette a scartare l’avversario e le sue percussioni palla al piede.

Mandzukic 8 Difficile dover scegliere fra lui Bonny e Dybala oggi per il migliore in campo ma voglio premiare lui perchè nell’azione del suo gol c’è tutta l’essenza di Mario Mandzukic. Recupera la palla dal terzino scambia con un compagno e discesa in posizione di ala,  cross ripresa sulla respinta della difesa tiro al volo a giro e gol. Scusate se è poco. Iron Man-dzukic.

Higuain 6,5 Se non segna soffre e si vede eppure oggi ha giocato una partita veramente buona al servizio della squadra e ha dispensato buoni assist. Sfortunato anche lui a prendere un palo.

Rincon 6 Entra in una partita chiusa ma si mette a giostrare in mezzo al campo con profitto e senza sbagliare.

Mandragora sv Un ottima prova in quei pochi minuti.

Sturaro sv Come Mandragora.

Juventus 8 Asfalta il Genoa con un risultato che alla fine è pure stretto. Non rischia nulla . Tutto in scioltezza. Alla fine agguanta pure il record di pali della Roma e sono 18 per noi come per loro così non ci sono alibi.

Allegri 7 Un altra vittoria verso il sesto titolo nazionale e ora mancano 8 punti se la Roma le vince tutte compreso contro di noi. Direi bene . Avrei fatto a un certo punto sul 4-0 piu’ turnover credo che Sturaro e Mandragora potevano entrare prima.

Arbitro 6,5 La partita è veramente semplice da arbitrare con due squadre corrette in campo. Non ho capito l’annullamento del gol di Bonucci che pare in realtà in quella confusione che non ci sia veramente nulla da fischiare.

La grande muraglia

Articolo di Alessandro Magno

……..comunque un gol lo fa il Barcellona, l’altro lo fa il Camp Nou, il terzo vien da se, il quarto la figlia del Re, il quinto San Gennaro, il sesto lo fa Cavour, poi casca la terra e tutti giù per terra.

Intanto vorrei cominciare dicendo che è stata eliminata una delle squadre più forti e più scorrette di sempre. La Juventus ha fatto una grande impresa e forse oggi è tornata a esser una squadra veramente matura anche in Europa. Non dico grande anche qui, perché per esser veramente grandi bisogna iniziare ad alzare nuovamente questa Coppa non dico spesso, ma almeno qualche volta. La Juventus ha fatto un’impresa e disputato due partite maiuscole. Contro l’attacco atomico del Barca che vantava numeri straordinari, 21 gol in casa in questa Champions, 15 vittorie in casa in coppa sempre in gol con Luis Enrique con 50 gol fatti, la Juventus in due partite non ha subito un solo gol. Devo dire che complice l’apprensione messa a loro dalla nostra difesa, Buffon nelle due partite non ha dovuto fare nemmeno lavori particolarmente straordinari. Una sola parata difficile a Barcellona e un paio a Torino. Di contro noi abbiamo segnato 3 gol in casa nostra, anzi 4 se non avessero annullato un gol buono a Cuadrado.

La partita del ritorno è stata amministrata dalla squadra in modo veramente eccellente. Per tutto il primo tempo abbiamo controbattuto colpo su colpo tanto che Higuain ha avuto anche le palle buone per segnare, così come Cuadrado. Nel secondo tempo più loro diventavano irruenti e nervosi quasi nevrastenici, più noi cercavamo di rallentare il ritmo e amministrare e di conseguenza i contropiedi si sono avuti solo nel finale, tuttavia la Juventus non ha rischiato moltissimo. Messi è stato sistematicamente tenuto lontano dall’area di rigore mentre a Suarez e Neymar si è cercato di metter il guinzaglio come meglio si poteva. D’altronde abbiamo difeso con due esterni brasiliani che notoriamente sono più votati all’attacco che alla difesa e ciononostante l’ottima velocità nel breve, sia di Dani Alves che di Alex Sandro, ha dato modo di contenere bene gli attaccanti esterni loro.

La pressione del Barca è stata costante, ma alla fine mi pare che sia stata oltremodo sterile con 18 tiri verso la porta di cui 17 fuori dallo specchio. La partita credo sia stata più di sofferenza per noi che guardavamo con un occhio al campo e con l’altro al cronometro, piuttosto che per i giocatori. Va da se che prima segnavano un gol e più si sarebbero potute alimentare le loro speranze. I nostri li ho visti tutti molto molto determinati e concentrati e per nulla spaventati da loro. Spiace che già dal 20mo del primo tempo quando i nostri avversari hanno visto che non c’era trippa per gatti e che con noi sarebbe stata un’altra storia rispetto al PSG, si siano messi a protestare e simulare all’impazzata. Spiace che non abbiano fermato il gioco con Manzo infortunato a terra e che non abbiano poi restituito la palla messa fuori da Dybala. Spiace perché hanno fatto una figura di cacca in mondo visione e tutti si sono accorti di quanto questi del Barcellona siano scorretti. L’arbitro è stato bravo a non farsi sopraffare, pero’ a termini di regolamento doveva buttare fuori Neymar che fa il cacchio che vuole così come doveva ammonire Busquets, Suarez, Rakitic, Piquè. Alla fine Neymar è uscito piangendo, lo avrei preso a calci nel sedere. Una bruttissima persona. Lui, Suarez, Piquè, Busquets davvero un esempio negativo per tutto il calcio mondiale. Le loro sceneggiate andrebbero fermate, non dimenticate. Per fortuna questa sera ci abbiamo pensato noi. Quando si vince molto bisognerebbe esser più signori anche nella sconfitta. In questo si è distinto solo Luis Enrique che ci ha dato i giusti meriti in conferenza stampa sul comportamento del resto del Barcellona meglio stendere un velo pietoso.

Per concludere la Juve è forte e lo sta diventando sempre di più, ora abbiamo 3 squadre secondo me alla portata: Monaco, Atletico e Real. Dobbiamo provarci. Se facciamo 3 partite uguali a queste che abbiamo fatto col Barca ce la possiamo fare, ma piedi per terra, lo sappiamo tutti quanto è stronza questa Coppa.

Pagelle Barcellona – Juventus 0-0

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 7 Un solo intervento ma ultra decisivo. Massima sicurezza su ogni pallone.

Dani Alves 7 Parte male perdendosi in paio di volte Neymar poi richiamato all’ordine da Cuadrado e da Allegri gioca una buonissima partita.

Bonucci 8 Granito allo stato puro. Insuperabile negli uno contro uno il Barca a un certo punto tira da fuori perchè in mezzo con lui e Chiello non si passa.

Chiellini 8 In questo momento con Bonucci la coppia di centrali piu’ forti del mondo. Non far segnare un gol ai tre del Barcellona che in casa ne avevano fatti 21 in Champions non è roba da poco.

Alex Sandro 6,5 Disputa una brillante partita macchiata da un errore banale che pero’ spesso commette quando molla un poco con la testa e che purtroppo costa un giallo importante a Khedira.

Pjanic 7 Si adopera al meglio nella marcatura purtroppo Messi ha un altro passo pero’ si rivela importante nella gestione della palla come sempre da par suo.

Khedira 7,5 Una prova a tutto campo. Difende attacca rilancia. Peccato alla fine perde di lucidità pero’ è sempre lui che va ad attaccare la difesa avversaria nonostante la stanchezza.

Cuadrado 9 Va anche vicino al gol ed è dal suo lato che crea spesso scompiglio nonostante questa volta abbia Jordi Alba a marcarlo. Esce esausto dopo aver dato davvero tutto.

Dybala 6,5 E’ acciaccato e si vede gioca una partita intelligente non impegnandosi troppo nel pressing che lascia a Higuain ma cerca di attivare il meccanismo delle ripartenze. Prova nel finale un tiro a giro dei suoi fra un nugolo di avversari.

Mandzukic 7 Una prova al solito di grande sacrificio. Difende molti palloni ed aiuta tanto Alex Sandro. Non si risparmia neppure negli affondi in attacco che come Khedira continua nonostante la grande stanchezza.

Higuain 6,5 Ha due palloni dei suoi uno lo tiro fuori l’altro lo tira fiacco. Diciamo che ci ha abituato meglio e in queste due partite è forse quello che è mancato di piu’. Comunque ha tenuto in apprensione la difesa del Barca facendo reparto da solo specie nel secondo tempo e gliene va dato atto.

Barzagli sv Entra a un quarto d’ora dalla fine e contribuisce a blindare la difesa.
Lemina sv
Asamoah sv

Juventus 10 Eliminata una delle squadre piu’ forti se non la piu’ forte ma soprattutto piu’ scorrette d’Europa e del mondo. Questa è un impresa. L’impresa di tutto il gruppo alla faccia di molti italiani.

Allegri 10 E’ il capolavoro tattico del tecnico la squadra rischia come rischierebbe chiunque a Barcellona ma controbatte e ha anche le occasioni per far gol. Alla fine contiene quello che si dice l’attacco piu’ forte del mondo con l’uomo piu’ forte del mondo, a Torino ha vinto 3-0 direi che è da aplausi.

Arbitro 6,5 Con tutte le riserve del caso resta un arbitro con cui la Juve ancora non ha mai vinto. Ha la bravura di non cadere nelle provocazioni pero’ lascia troppo protestare e troppo simulare i giocatori del Barcellona che meriterebbero qualche giallo in piu’.

Quasi una pietra tombale sullo scudetto.

Articolo di Alessandro Magno

Con la vittoria a Pescara non difficile ma nemmeno scontata, e il relativo passo falso in casa delle Roma contro l’Atalanta, si è avvicinato tantissimo il sesto scudetto consecutivo. In questo momento, con la Roma a 8 punti e mancando 6 partite al termine, alla Juve potrebbero bastare 11 punti se la Roma le vincesse tutte. Addirittura 8 se la Juventus a Roma pareggiasse, finanche 7 se la Juventus passasse a Roma. Ultima ma non ultima, allungando di 2 punti un margine che era già di 6 sulla seconda, a 6 giornate dalla fine, vengono minate in maniera considerevole le ambizioni e la fiducia romaniste. D’altronde se la Juventus non demorde nemmeno dopo aver sprecato grandissime energie psicofisiche in una quarto di Champions contro il Barcellona sfido chiunque secondo a rimanere ottimista. Con il Pescara poteva sembrare facile e in realtà in parte lo è diventata giocandola, ma il calcio ci dice che mai nessuna partita è vinta in partenza e la storia è piena di scudetti persi contro ultime in classifica a volte anche già retrocesse, vedasi Roma – Lecce oppure Milan -Verona o Perugia – Juventus.

La partita è sta ben giocata dalla Juventus soprattutto nel primo tempo dove dopo una partenza un poco titubante ha preso le redini della situazione ed è passata in doppio vantaggio senza consentire al Pescara nulla. Il tutto attuando un massiccio turnover con 6 giocatori nuovi rispetto alla partita di Champions, diventati poi nel secondo tempo 7 , con l’entrata di Rincon al posto di Pjanic. Il match poteva esser morto e sepolto se l’arbitro non avesse tenuto in campo in modo artificioso sia Coulibaly che soprattutto Muntari autore di almeno 4 falli da giallo di cui almeno uno da rosso diretto, infatti lo stesso Zeman lo sostituirà dopo che per l’ennesima volta l’arbitro lo ha graziato. Lo stesso arbitro Di Bello nega un vistosissimo rigore con annesso fallo da ultimo uomo su Sturaro, insomma una prova dell’arbitro veramente sconcia. Sarebbe bastato forse ridurre in 10 il Pescara come meritavano e dare quel rigore che la partita sarebbe stata conclusa. Purtroppo questo atteggiamento intimidatorio avvallato dall’arbitro ci ha regalato l’infortunio di Dybala che pero’ pare, almeno così si dice, non sia nulla di grave.

Lo scudetto ora è quasi vinto anche se non è matematico. Bisognerà intanto vincere Domenica prossima in casa contro il Genoa per minare ulteriormente le speranze della Roma e ridurre ancora quei punti che mancano alla vittoria finale. Poi ci sarà un trittico dove probabilmente si deciderà lo scudetto noi avremo Atalanta e Roma in trasferta e il Torino in casa, la Roma avrà la Lazio il Milan a Milano e noi. Probabilmente dopo queste tre si sarà deciso il Campionato. So benissimo da me che tutti noi bruceremmo volentieri sull’altare della Champions, sia lo scudetto che la Coppa Italia, tuttavia bisogna esser ragionevoli e non c’è alcuna certezza che perdendo scudetto e Coppa nazionale poi si vinca la Champions; di conseguenza ora bisogna esser forti e coraggiosi e bisogna provare a vincere tutto. Saranno giorni per cuori forti. Forza Juventus facciamoci coraggio.

Pagelle Pescara Juventus 0-2

Pagelle di Alessandro Magno

Neto 6 Fa correre qualche brivido ai tifosi con controlli di piedi ma questa volta non sbaglia. Puntuale in quelle poche volte che è chiamato in causa.

Lichtsteiner 6 Parte un poco con il freno tirato poi cresce con passare dei minuti.

Barzagli 6 Pochi fronzoli tanta concretezza è anziano ma è sempre utile.

Rugani 6,5 Qualche passaggio sbagliato per colpa della ruggine poi eleganza e tempestività da fuoriclasse. Ha un grande futuro davanti a se.

Asamoah 6,5 Parte spinge e poi finisce controllando. Un ottima prestazione anche se il Pescara non è che sia un fulmine di guerra.

Pjanic 5 Stranamente fuori dal contesto quasi svogliato. Allegri dopo averlo richiamato molte volte preferisce lasciarlo negli spogliatoi.

Marchisio 6,5 Un buon allenamento sulla fase del recupero. Smista con ordine aiuta a chiudere non concede nulla di piu’ di quello che non è essenziale. Peccato aver sprecato un bel tiro dal limite.

Cuadrado 7 Ancora un altra grande prestazione della Vespa. Per tutta la partita un pericolo costante. Eccellente l’assista Higuain.

Dybala 6 Si vede poco e non pare molto calato nel match fortunatamente non commette tutti gli errori di Pjanic. Esce per un infortunio che speriamo non sia grave.

Mandzukic 6,5 Assist chirurgico per il gol del Pipita poi molta grinta come sempre. Un poco troppa precipitazione e imprecisione in fase conclusiva.

Higuain 8 Ok il Pescara non è il Barcellona ma questa vittoria ci porta ancora 2 punti davanti alla Roma. ” gol da rapace di area segno che bisogna servirlo quanto piu’ vicino alla porta.

Rincon 6,5 Entra in partita con la testa giusta e aiuta la squadra a non rischiare nulla.ù

Sturaro 6,5 Come Rincon. Ottimo approccio. L’arbitro gli nega vergognosamente un rigore.

Lemina sv

Juventus 6,5 La partita è semplice e la Juve , eccetto Pjanic la prende con il piglio giusto. Peccato dover rimandare in B la squadra di una terra che sempre ci ama nonostante cio’ è sempre un piacere prendere a calci nel deretano Zeman.

Allegri 6,5 Gestisce al meglio la partita facendo ampio turnover in difesa e qualcosa a centrocampo. Purtroppo davanti non si puo’ cambiare piu’ di tanto visto che gli uomini sono contati e certo non puo’ sapere che Muntari farà il cretino su Dybala. Ci portiamo a 11 punti dallo scudetto.

Arbitro 3 Ci vuol davvero coraggio a esser il peggiore in campo in uno scontro fra la prima e l’ultima della classe tuttavia lui ci riesce e pure bene. Non vedere il secondo giallo a Muntari e il rigore su Sturaro è da killer del fischietto. Costringe la Juventus a rimanere in guardia fino alla fine che se si fosse 3-0 e 10 contro 11 la partita sarebbe morta e sepolta.

Juventus-Barcellona 3-0: solo grazie Juve

Articolo di Alessandro Magno

Juventus-Barcellona 3-0. E’ stata la serata perfetta. E’ stato tutto quello che sognavamo potesse essere. Sono stati tutti bravi i giocatori. E’ stato bravo Allegri ad affrontare il Barca come va affrontato: senza paura. Tutti i migliori loro in campo, tutti i migliori nostri in campo. E’ stata una fantastica serata di calcio che ha dato ragione a noi che pensavamo che la Juventus fosse una squadra realmente forte. Non voglio perdere tempo a parlare di antijuventini in questa serata perché non lo meritano. Dico solo che dopo cinque scudetti di fila (quasi 6), dopo 2 coppe Italia di fila (quasi 3), dopo una finale di Champions fatta bene e persa contro questi qua che non sono propriamente quattro scarponi, bisogna veramente esser dei dementi a livelli inimmaginabili per dire che questa Juventus di questo quinquennio non è forte.
Io non so veramente cosa dire di questa sera. Dico che ho perso 10 kg in sudore per la tensione. Mi sono piaciuti veramente tutti da Alex Sandro a Dani Alves, da Cuadrado a Mandzukic ai due di metà campo. Sono stati strepitosi Buffon e i due centrali di difesa, è stato superlativo Dybala che al cospetto del Re Messi ha fatto meglio, molto meglio del Re.

E’ mancato forse un poco Higuain ma i suoi gol magari ci serviranno al ritorno. E’ mancato molto l’arbitro autore di una prova disastrosa. Non dà un rigore su Khedira e gli fischia fallo contro, ci ferma l’azione del 4-0 per un fuorigioco che non c’è, ammonisce Khedira e Mandzukic per falli che subiscono e grazie sempre Mascherano e Piquè. Una vera sciagura di arbitro che per fortuna non è riuscito a rovinare la nostra grande prestazione.

Sono stanco e soddisfatto mentre scrivo e ora mi sento soddisfatto e svuotato nemmeno avessi giocato io, davvero non ho parole per descrivere la felicità che provo. Non mi frega nulla di analizzare tatticamente la partita forse questo lo faremo poi d’altronde c’è poco da dire quando tutti i duelli uno contro uno sono stati puntualmente vinti dai nostri. Questo è il momento di godere. Poi penseremo al ritorno quando ci sarà in ogni caso da soffrire e il Psg insegna. Ma noi non siamo il Psg la nostra difesa è molto meglio. Sarà ovviamente dura, durissima. Nessuno si faccia illusione che sarà facile. Ma se dovessimo passare e la fortuna ci conserva tutti sani da qui alla fine… beh non è vietato sognare.

Pagelle Juventus Barcellona 3-0

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 8 Due super parate una per tempo una sul 1-0. Importantissima. Poi tanta sostanza in uscite basse ed alte. Se la vogliamo vincere se vogliamo passare ci serve il nostro grande Capitano.

Dani Alves 7 Mi è piaciuto molto ma gli darei mezzo voto in meno perchè ha avuto la palla del 4-0 e ha cincischiato. Certo fra lui e Neymar la sfida la vince lui e Neymar non è proprio uno che si puo’ definire un pischello.

Bonucci 8 Monumentale. Lui e Chiellini fanno la gara tipo. Da far vedere questa grande prestazioni a tutti i ragazzi che vogliono fare i difensori centrali.

Chiellini 8 Come Bonucci ma con gol. Toglie un infinità di palloni a Messi nell 1 contro 1 e si cura di Suarez con le cattive. Professore in difesa.

Alex Sandro 7 Un primo tempo da migliore in campo dove svernicia praticamente sempre un certo signor Messi. Poi piano piano rifiata e lascia sempre un poco di spazio in piu’ agli avanti loro. Alla fine si adopera molto in difesa aiutando a sbrogliare diverse situazioni.

Pjanic 7 Non è abituato a queste partite e non sempre è della partita. Alterna buone cose a momenti di stanca ma nell’insieme positivo. Molte bene le sue aperture a lunga gittata.

Khedira 7 Eccellente. L’arbitro lo penalizza fischiandogli molto contro ma è autore di una prova superba.

Cuadrado 7 In veste di uomo assist e di aiuto a Dani Alves peccato pare spesso avere il colpo del Ko ma rallenta un poco sempre l’azione forse non al meglio fisicamente.

Dybala 10 Al cospetto di uno dei due giocatori piu’ forti del mondo ovvero Messi segna una doppietta di grande fattura e recupera e gioca una serie di palloni veramente da grande campione Chapeau.

Mandzikic 7 Grande prestazione , grande sacrifico. Come Khedira anche lui particolarmente bersagliato dall’arbitro.

Higuain 6,5 Oggi è mancato un poco lui, ha avuto due palloni da buttare dentro uno di testa e l’altro tutto solo davanti a Der Stegen e non li ha capitalizzati. Speriamo che i suoi gol li abbia tenuti per il ritorno.

Lemina sv Entra e perde subito un pallone da fesso forse non aveva ben presente che stavamo giocando contro il Barcellona.
Rincon sv
Barzagli sv

Juventus 8 Partita quasi perefetta che poteva finire anche con un margine maggiore bravi tutti.

Allegri 8 La prepara alla grande schierando la miglior formazione possibile senza tante paranoie , e la vince anche bene.

Arbitro 4 Ammonisce Mandzukic e Khedira che subiscono dei falli, non ammonisce praticamente mai Piquè e Mascherano che godono di un trattamento di particolare favore. Non fischia un rigore su Khedira clamoroso e nella stessa azione c’è rigore anche su Chiellini ma fischia fallo in attacco al tedesco, infine ci si mette pure il guardalinee ad annullare per fuorigioco inesistente l’azione che porta al 4-0 di CUadrado. Un disastro totale.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web