Archivio Autore: Alessandro Magno

Una Juve non lucida.


Articolo di Alessandro Magno

Credo ci sia poco da aggiungere a questo titolo. Una Juve che appare sofferente di ansia che si fa colpire alla prima azione con un gollonzo degno della Gialappa’s band, che reagisce e pareggia con un colpo del Campione che nel momento in cui può ragionare e vincere facile si fa prendere dalla frenesia e alla fine produce uno spettacolo poco edificante. Vince poi grazie a una fiammata quasi nel momento migliore dello Sporting, quando erano 10 minuti che i nostri avversari tenevano palla e noi non si riusciva a riconquistarla.

Probabilmente una delle più brutte Juventus della stagione. Sicuramente peggio che con la Lazio dove però si era perso. Curioso come anche i momenti sfortunati continuino a imperversare. È vero si prende gol in modo troppo semplice ma può lo Sporting Clube de Portugal passare in vantaggio nell’unica occasione che crea e su autogol? Insomma la squadra non gira ma nemmeno la sorte. E menomale si è vinto perché con un pareggio sarebbero ancor più gravi i processi. Strambo anche il tabellino: 13 angoli a 0 8 tiri a 1. A leggerli parrebbe che ci sia stata una sola squadra in campo. In verità è stato un dominio molto sterile. Di questi tiri in porta almeno la metà sono stati passaggi al portiere.

Non c’è molto da salvare. Sicuramente i 3 punti. Sicuramente il secondo posto nel girone. Bisogna tuttavia migliorare e in fretta perché onestamente non credo che con questo atteggiamento si possa andare a Lisbona a vincere. Men che meno, Dio ce ne scampi, andare lì a giocare per il pari. Non è un buon momento, bisogna venirne fuori. Fortunatamente i risultati non sono poi così brutti in termini di punti. Allegri è chiamato a fare qualcosa a dare una scossa. Lui è pagato per risolvere i problemi. Ad oggi sembra abbastanza confuso anche lui. Ma altre soluzioni non ce ne sono. Guai a pensare di cambiare mister in corsa. Sarebbe perdere un anno e non credo sia la scelta piu’ salutare. Cosa cambia ad oggi rispetto alla partita con la Lazio? In campionato mancano 30 partite e c’è tutto il tempo per recuperare, nel girone di Champions ne mancano 3 ogni errore potrebbe esser fatale.

Pagelle Juventus Sporting Lisbona 2-1

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 6 Fa un solo intervento ma eccellente sul gol loro. Purtroppo vanificato dal rimpallo su Alex Sandro. Un grosso brivido su un retropassaggio killer di Sturaro e una risposta da Capitano vero con il pollice alzato verso il colpevole terzino.

Sturaro 5 nel primo tempo è ordinato poi all’inizio del secondo tempo inizia una serie di errori che ne compromettono la prestazione. Peccato venga preso di mira da una parte del pubblico. Si sta applicando in un ruolo non suo con il massimo dell’impegno infatti esce con i crampi. Andrebbe sostenuto.

Benatia 4,5 Un occasione sprecata malamente poi esce per infortunio ma nel primo tempo alcuni anticipi sbagliati in malo modo. Quando ha una chanse la deve cogliere al volo non cosi’.

Chiellini 6 Ha colpa sul gol in quanto è lui a stringere troppo verso destra e a costringere Alex Sandro a fare una diagonale assurda, ma nel prosieguo della gara è uno dei migliori per grinta corsa e anticipi in difesa.

Alex Sandro 4 Sbaglia tantissimo e non solo sul gol. E’ spesso in ritardo sul proprio uomo e altre volte lo lascia andare senza contrastarlo e anche sui cross questa sera non combina molto. Raramente l’ho visto così male. Questo dovrebbe far riflettere qualcuno che poi non si spiegava perchè ha gioca Asamoah contro la Lazio.

Khedira 5 L’inizio è volitivo. Corre si cerca i palloni e cerca piu’ volte l’inserimento vincente senza palla. Piano piano si spegne ed esce arrabbiato ma ci stava perchè il centrocampo iniziava a fare acqua da tutte le parti e ad esser in sofferenza.

Pjanic 6 La punizione con cui pareggiamo è un capolavoro di arte moderna. Solo quello meriterebbe un 10, poi anche lui non corre tantissimo e sbaglia un gran numero di passaggi che non sono da lui, tuttavia era al rientro e gioca 90 minuti. E’ scusato.

Cuadrado 6,5 Per lunghi tratti è quasi solo lui che corre, spesso corre pure piu’ della palla che gli arriva quasi sempre alla spalle. Nella confusione che fa pero’ è apprezzabile perchè ci mette davvero tutto se stesso. Nel finale 10 minuti da terzino come in tanti lo vediamo. Un beniamino.

Dybala 5 Fa in alcuni momenti buone cose e gioca palloni interessanti tuttavia a volte si estranea dal gioco per svariati minuti e soprattutto ha proprio le polveri bagnate. A lui capitano 2 o 3 tiri e li tira tutti a pappa molle. Forse meritava la sostituzione.

Mandzukic 6 L’impegno c’è sempre. Combatte su tutti i palloni spesso commettendo anche falli inutili ma cerca sempre di metter ordine con palloni ripuliti. Si fa trovare pronto pero’ sul cross di Douglas Costa e segna da bomber di razza.

Higuain 7 Per me il migliore in campo. Si danna l’anima e lotta come un leone su ogni pallone. Il portiere gli nega due volte la gioia del gol ma lui corre come non mai. Ottimo. Meritava il gol.

 

Barzagli 6 Non c’è Immobile dall’altra parte per cui qui puo’ giocare con la classe e l’esperienza che lo contraddistingue. Gli avversari ne hanno un paio veloci ma lui gioca d’anticipo o si appoggia a Chiellini se serve. A partita in corsa puo’ ancora esser utile.

Matuidi 6 Entra pronto e si mette a disposizione della squadra. Non ha paura di fare contrasti e dare calci in mezzo al campo dove questi dello Sporting volevano fare un poco i padroni.

Douglas Costa sv Entra credo a sette dalla fine appena in tempo per smarcarsi e metter un gran cross. Oggi è come una Ferrari in garage. Ha un potenziale enorme di tecnica e velocità ma se non si decide lui a metterlo in pista resterà sempre una bella cosa che non serve.

 

Juventus 5 Partita giocata male. Sfortunata nel prender gol ma raddrizzata quasi subito. Nel secondo tempo quando si tratta poi di fare la partita ci si perde man mano che il tempo passa e a 20 minuti dalla fine addirittura si subisce il torello degli avversari. Fortunatamente la grinta e il cuore dei ragazzi li spinge oltre l ‘ostacolo ma non potrà sempre esser così. Bisogna migliorare. Ottimi comunque i 3 punti.

Allegri 5 La Juventus ha dei problemi nel costruire gioco, lui mette quasi la formazione di cui si fida di piu’, ma i risultati non sono soddisfacenti. Il cambio poi che decide la partita pare sia avvenuto su richiesta di Sturaro che aveva i crampi. Fortuna ? Chissà.

Arbitro 6 La partita è dura ma corretta . Si potrebbe sanzionare qualche furbata dei portoghesi tipo lunghe perdite di tempo o simulazioni varie ma tutto sommato nella norma.

Io sono sempre tranquillo, tranquillissimo.

Articolo di Alessandro Magno

La Juventus ha perso contro la Lazio una partita NON giocata bene, ma che NON meritava di perdere. Ho voluto sottolineare da subito questi due aspetti con delle lettere maiuscole affinché sia chiara la premessa prima di analizzare la partita. La Juventus non ha giocato bene perché mancando Pjanic e Marchisio, che sono i due dotati di piu’ fosforo, ha palesato una mancanza di idee nel gioco abbastanza evidente. Allegri molto intelligentemente, checché ne dicano i suoi detrattori, ha impostato la squadra con un 4-3-3 infoltendo il centrocampo con Khedira, e accantonando per una partita il centrocampo a 2 che aveva mostrato qualche perplessità con l’Atalanta. Questo ha dato i suoi frutti infatti, pur in una non particolare brillantezza, la Juventus è riuscita a passare in vantaggio, ha sfiorato il raddoppio e nel primo tempo non ha consentito alla Lazio di far nulla di nulla. La Lazio altresì squadra molto volitiva e pronta e anche moltissimo fortunata , ha sfoderato un uno/due nei minuti iniziali del secondo tempo che hanno fatto saltare i piani del mister. Infatti io credo che il 4-3-3 stesse rendendo molto bene, e se la Juve fosse andata sul 2-0, Khedira (che aveva nelle gambe solo un tempo) sarebbe stato sostituito da Sturaro a metà campo nel ruolo di mezzala e si sarebbe rimasti con questo modulo fino a fine partita. 4-3-3 che dava maggior ossigeno a Matuidi e Bentancur entrambi reduci il primo da 180 minuti con la Francia il secondo da 140 con l’Uruguay.

Qualcuno nei commenti post partita un po’ incazzati, un poco psicoalluccinati, un poco postdrammatici, ha obiettato del mancato utilizzo di Cuadrado, Alex Sandro o di Rugani. Allora io non sono Allegri e credo che lui non faccia le sue scelte tirando la monetina a testa o croce, pero’ dico che sia Cuadrado che Alex Sandro avevano giocato entrambe le partite delle loro nazionali così come Chiellini, Lichtsteiner, Matuidi, Mandzukic, Buffon e Szczesny. 8 giocatori. Ora non so se fossero tutti pronti per far un’altra partita, magari si e magari no, inoltre i sudamericani per cui Cuadrado, Alex Sandro, Dybala e Bentancur pare che fossero tornati a Torino Venerdì mattina. Si è giocato Sabato alle 18 meno di 24 ore dopo.  Di questi sudamericani solo Bentancur è partito titolare, ricordando che a metà campo c’erano 2 indisponibili e un rientrante. Questa non è una giustificazione, secondo me la Juventus ha una rosa competitiva per ogni evento e in grado di sopportare tutte le chiamate dei nazionali tuttavia deve esser per forza un qualcosa da prendere in considerazione almeno per valutare le scelte che fa il mister, perché se Allegri tiene fuori uno che s’è fatto 2 partite in nazionale, un volo transoceanico con problemi di fuso orario , e magari non sappiamo se ha pure qualche acciacco che si porta dietro dalle due partite, e ci tiriamo lo stesso su uno psicodramma non va bene.

Capitolo Rugani. Al netto delle prestazioni all’8va di Campionato, Rugani, come Benatia e Barzagli non ha convinto pienamente. Devo dire che anche io fino a Sabato pensavo che la coppia piu’ affidabile fosse Barzagli-Chiellini. Oggi mi rendo conto che Barza è arrivato. La facilità con cui Immobile gli è andato via in occasione dei 2 gol non lascia scuse. Barza è un grandissimo, è stato un grandissimo e come uomo e come Campione. Ha tutto il mio rispetto, ma l’età è un giudice impietoso. Ad oggi va bene per subentrare o per far partite piu’ semplici. Per il ruolo da titolare ripeto mi pare arrivato. D’altronde Rugani ha 13 anni di meno, è un 1994 mentre Barza è un 1981. La Juventus ha deciso in estate di non comprare un centrale per sostituire Bonucci perché evidentemente pensava di puntare su Rugani e Benatia (anche lui visto che è stato riscattato a un prezzo importante). A questo punto bisogna dimostrare di crederci veramente e dare a Rugani e a Beantia piu’ continuità. Questa estate quando arriverà anche Caldara probabilmente si salutarà Barzagli, nel frattempo vederemo se Howedes tornerà quello che è stato. Non vedo altre alternative fino a Giugno.

Tornando alla partita, detto che se avesse giocato Rugani e fatto male molti filosofi del pallone si sarebbero lamentati del mancato impiego di Barzagli, perché in Italia sono tutti allenatori del poi, a risultato acquisito, dicevo tornado alla partita, quel demente di Allegri che non capisce una mazza, perso per perso sull’1-2 mette la squadra con il 4-2-3-1 fa entrare Bernardeschi (uno dei pochi che corre e che si procurerà l’ultimo rigore), fa entrare Dybala che prenderà un palo clamoroso e giocherà anche discretamente bene fino a sbagliare il rigore che evidentemente non poteva tirare Allegri medesimo, fa entrare Sturaro al posto del solito eccessivamente nervoso Lichtsteiner che magari rischiava pure di farsi buttare fuori, anche lui, Lichtsteiner autore di 180 minuti con la Svizzera, no quando poi uno dice ma perché fa uscire Lichtsteiner? E già. Per qualcuno il problema è stato perché è entrato Sturaro terzino. Ora ok Sturaro non è un fulmine di guerra e nemmeno un terzino. Sturaro è entrato al 73mo, ha giocato 17 minuti piu’ recupero. Non credo possiamo imputargli di aver perso per colpa sua. In panchina comunque ci stavano due difensori centrali Rugani e Benatia e nessun terzino. Si poteva far entrare un centrale e spostare Barzagli a terzino che non è mai stata una grande mossa, specie ultimamente, si poteva far entrare Cuadrado dice qualcuno. Allora, Cuadrado anche per me potrebbe giocare terzino, ma in verità non è mai stato provato tale. Qualcuno dice Cuadrado per spingere. In una partita dove ci sono 11 giocatori Laziali nella propria area a difendere il vantaggio, noi abbiamo già dentro 4 punte Higuain, Dybala, Bernardeschi e Mandzukic abbiamo davvero bisogno di un’alta punta? Perché ad oggi Cuadrado fa ancora parte delle punte. Gli spazi erano intasati con Cuadrado probabilmente si sarebbero ancora piu’ intasati. Non lo so per certo, ma è assai probabile. Se Cuadrado qualcuno lo voleva in campo allora doveva forse entrare per Bernardeschi non credo per Lichtsteiner. E con il 4-2-3-1 Cuadrado entrava a fare il terzino nei 4 oppure cambiavamo il terzo modulo nella stessa partita no così per sapere?

In ogni caso la Juve sebbene molto confusionaria ha schiacciato la Lazio nella propria metà campo per tutta la partita, nel finale addirittura è diventato un arrembaggio. Le occasioni per lo meno per pareggiare ci sono state, non tante, ma molto chiare, Higuain ha sbagliato un rigore in movimento e preso una traversa clamorosa sul 1-0, Dybala ha preso un palo infine ha sbagliato il rigore del possibile 2-2. La Lazio ha vinto meritatamente (perché vince sempre chi fa un gol in piu’) ma molto fortunosamente. Qualcuno ha parlato di lezione di calcio. Curioso perché quando vince Allegri così, cioè all’Italiana, colpendo e difendendo il risultato fino alla fine, leggo cose tipo: ”vergogna ci hanno preso a pallonate”. Faccio fatica davvero a coniugare le due cose. Il calcio è questo e gli Juventini non sono abituati a perdere. Altra frase che sento spesso è: ”ok perdere, ma non così” giuro devo ancora riuscire a capire come è lecito perdere. Ieri nel gioco poco lucido, nel ritmo blando, nella pochezza di idee, nel tutto quello che volete, ho visto una squadra lottare con grinta e cuore 97 minuti. NOVANTASETTE. La Lazio ha finito nel fortino tutti a difendere. Noi cercavamo di metter cross e trovare la zampata su mischia. Ci siamo procurati un rigore a tempo scaduto. Per procurarselo bisogna avere la forza, la voglia, il cuore di continuare ad attaccare fino all’ultimo minuto. E lo abbiamo avuto. Se non avete visto il cuore che ci hanno messo i ragazzi giuro è un problema vostro. Forse nel tempo vi siete abituati troppo bene. A vincere troppo spesso. Abbiamo vinto 6 scudetti di fila 3 coppe Italia di fila e siamo all’8va di campionato e già si parla di fallimento? Ma pensavate di vincere 27 scudetti di fila, o forse prima o poi dovevamo metter in conto che potevamo non vincerne uno? E all’ottava di Campionato vi date già per battuti che mancano 30 giornate, perché davvero siete sicuri che il Napoli tenga questo ritmo 38 giornate? La Roma di Garcia mi pare ne vinse 10 o 11 di fila non ricordo bene quante, ma poi lo scudetto lo vinse la Juve, e questo me lo ricordo bene. Non imparate mai. E se qualcuno lo vincerà perché sarà piu’ bravo gli batteremo le mani. Ieri dopo 41 partite senza sconfitte la Juve ha perso in casa. QUARANTUNO. Ripeto per chI non sente e non vede, 41. Piu’ di due Campionati di fila. E vi sentite persi perché la Juve perde una partita? Ma state sereni che Giugno è lontano.

Pagelle Juventus Lazio 1-2

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 6 Sui 2 gol non puo’ nulla il primo è un calcio di rigore in movimento il secondo è un calcio di rigore ben tirato. Altre cose se pure la Lazio fa poco lui c’è.

Lichtsteiner 5,5 fra i meno peggio il suo apporto c’è e dalle sue parti i laziali trovano vita dura. Sostituito forse perchè al solito troppo nervoso?

Barzagli 4 Mi spiace dare questi voti a un monumento come lui ma i 2 gol sono colpa sua di Chiellini e della coppia centrale di centrocampo.

Chiellini 4,5 Colpevole sui 2 gol come Barzagli ha per lo meno dei sussulti di orgoglio che lo portano a spingere e a non mollare mai.

Asamoah 5 Un voto un poco piu’ alto per il cross sul primo gol ma per il resto è inguardabile , o gioca la palla dietro o centra il difensore davanti. Non riesce mai a crossare.

Bentancur 5 In fase di recupero è buono come sempre ma sbaglia tanti passaggi e alla fine credo non avesse piu’ benzina. Ci si aspetta troppo da lui alla fine è sempre un ragazzo del 97.

Matuidi 5 Fra i meno peggio e al solito fra quelli che molla per ultimo ma l’ordine non è il suo forte e giocare a fianco di un giocatore mediano come lui non lo aiuta. Anche lui come Bentancur colpevole del filtro nullo sui 2 gol Laziali.

Khedira 5,5 Un tempo fatto anche benino, partecipa al primo gol, era al rientro non aveva piu’ di un tempo.

Douglas Costa 5,5 Bravo nel farsi trovare pronto sul gol si coordina egregiamente. Anche i suoi spunti sono in parte belli ma spesso sono inutili o fini a se stessi. SI spegne troppo in fretta. Cominciano ad esser troppi 40 milioni per il suo riscatto se non si da una mossa ad ambientarsi.

Higuain 4 Fa una grande prova soprattutto nei primi 60 minuti, sfortunato sul rimpallo traversa no gol con il portiere, ma sbaglia 2 occasioni d’oro una veramente clamorosa a tu per tu con il portiere. alla fine pesa molto sul risultato.

Mandzukic 5 Qualche bel colpo di tacco nel primo tempo, tanto impegno ma zero occasioni zero cose da ricordare.

Bernardeschi 6 Entra e corre subito piu’ degli altri. Non che ha molti palloni giocabili e nemmeno gli altri che lo aiutino . Alla fine il suo impegno paga procurandosi il rigore del possibile pari.

Dybala 4 La sua prova è sicuramente sufficiente. Fa delle buone cose negli spazi intasatissimi della difesa avversaria. Centra un palo dal limite. Purtroppo il rigore decisivo sbagliato ed è il secondo di fila pesa sul suo voto e sulla classifica della squadra.

Sturaro sv

Allegri 6 Cerca di metter la squadra migliore possibile al netto degli infortuni. Prendiamo 2 gol su errori tecnici dei giocatori non imputabili a lui idem sbagliamo i gol per errori dei giocatori. Non saprei cosa rimproverargli se non la sfortuna.

Juventus 5 La squadra mi è piaciuta per la voglia e l’impegno. Ha cercato di raddrizzare la partita fino alla fine e c’era quasi riuscita. Purtroppo troppi errori banali ci sono costati i gol presi e i gol sbagliati. Il calcio è questo se sbagli gol e gli altri no giusto che vincano gli altri.

Arbitro Mazzolini 7 Non avrei scommesso un centesimo sul rigore dato a noi al 97mo invece ha il coraggio di darlo. In questo caso un perfetto esempio su come si dovrebbe usare la Var. E mi riferisco a tutto gol di Douglas Costa rigore pro Lazio gol/no gol di Higuain. Peccato che questo strumento pare viaggi solo di pari passo con le partite della Juventus ma questo non è colpa dell’arbitro di questa sera che non c’entra.

Mio intervento oggi a Top Planet con l’amico Marco Edoardo Sanfelici

Immagine anteprima YouTube

Juve la cavia della Var

Articolo di Alessandro Magno

 

Obiettivamente ieri è stata una partita meno brutta di quello che si sente raccontare, la Juventus non ha giocato affatto male secondo me, ha fatto 30 minuti veramente bene e anche nel finale ha chiuso all’attacco contro una Atalanta cazzutissima. Anche troppo. Purtroppo, ci sono stati una serie di episodi che sono venuti contro, errori tecnici di nostri giocatori, che possono capitare anche ai migliori come il rigore sbagliato o gli infortuni occorsi a Buffon sui gol quando ha mancato di rinviare la palla che è stata riconquistata dagli avversari, ed errori dell’arbitro e della Var interpretata con logica pilatesca. Nel mezzo c’è stata anche una protezione eccessiva dei giocatori dell’Atalanta che sono stati sempre graziati da falli da ammonizione su tutte le nostre ripartenze e hanno giocato un calcio molto vicino al killeraggio. La partita si poteva vincere visto che l’Atalanta ha tirato due sole volte in porta, certo negli episodi decisivi bisognava essere un attimino più attenti. Il rigore di Dybala ad esempio, che non ha comunque disputato una brutta partita, pesa evidentemente come un macigno. Sarebbe bastato quello per avere i 3 punti. Così come c’è un rigore netto su Higuain nel finale dove l’arbitro si rifiuta di guardare la Var.

È incredibile come a volte il calcio sia episodico. Se metto sul piatto le ultime 2 prestazioni è evidente come si sia giocato decisamente peggio contro l’Olympiakos. Forse l’Atalanta è così più forte dei greci? Ed è strano come a volte si facciano i conti senza l’oste, sul 2-0 la partita sembrava morta ed era impossibile prevedere una reazione dell’Atalanta in rimonta in quanto le 2 squadre erano state impegnate in coppa, loro avevano riposato meno e avrebbero dovuto essere quelli meno abituati di noi a giocare ogni 3 giorni, come sulla carta avrebbero dovuto avere a disposizione un turnover più limitato. Eppure Papu Gomez pareva Maradona per quanto scattava come un grillo. Ieri, tuttavia, invece tutto è girato un poco storto e forse alla fine in una partita così bisogna pensare anche al punto guadagnato, perché quando le cose vanno male si può anche perdere. Il campionato tuttavia è lungo e l’Atalanta è una squadra ostica di questi tempi soprattutto contro di noi, alla faccia di quelli che dicono che i nostri avversari si scansano.

C’è da riflettere ancora sul gol annullato a Mandzukic. Secondo me l’arbitro ha preso una cantonata in quanto da inizio anno questa è la prima volta che si annulla un’azione per un fallo a metà campo. Io avevo sentito dire che si applicava solo per i falli da rosso, quindi dal momento che Lichtsteiner non era da rosso non vedo come possa annullare il gol. E poi nel caso fosse stato da rosso è normale annullare un’azione che è durata oltre un minuto? È francamente illogico. Fischiava subito e se non c’era fallo si ricominciava con una palla contesa. Ho l’impressione che: 1- la Var l’hanno messa per penalizzare la Juve; 2- in ogni caso usano la Juve come cavia per far giurisprudenza. Peccato perché se Dybala fa gol glielo mettevamo in quel posto a tutti anche questa volta.

Atalanta – Juventus 2-2 pagelle.

pagelle di Alessandro Magno

Buffon 5 Purtroppo ha sulla coscienza entrambi i gol dell’Atalanta che nascono da due suoi mancati rinvii e palle giocate sulla linea di fondo con pressing avversario. So che Allegri vuole che iniziamo palla a terra ma in questo caso in entrambe le volte è la scelta sbagliata in quanto prendiamo il gol.Sul primo poi c’è anche una non corretta respinta anche se il tiro era forte e la palla leggermente deviata dalla barriera.

Lichtsteiner 5,5 Gioca una partita abbastanza attenta e nella norma salvo poi farsi prendere eccessivamente dal nervosissimo sul gol annullato a Mandzukic. Ha ragione perchè non è prevista la var per un fallo a centrocampo a meno che non sia da rosso tuttavia ha protestato talmente tanto che Allegri lo ha dovuto togliere.

Benatia 6 Partita ordinata dove non sbaglia quasi nulla. Ruvido quando ci vuole e sempre primo ad iniziare l’azione.

Chiellini 5,5 Spesso fra i migliori questa sera si perde la marcatura di Cristante sul secondo gol ed è un errore pesante purtroppo.

Asamoah 6 Molto molto bene nel primo tempo cerca di dare il suo apporto anche nel secondo ma non ha molta autonomia quindi alla fine è fra i piu’ confusionari.

Bentancur 6,5 Ordinato è un grandissimo recuperatore di palloni, e quando ne ha il possesso sa difenderli dagli attacchi avversari. Anche nel posizionamento si fa sempre trovare pronto all’appoggio per i compagni e gioca la palla sempre abbastanza veloce. Peccato sbagli le linee di passaggio appena questi è un poco piu lungo di 10/15 metri. Tuttavia nell’economia della squadra è molto efficace.

Matuidi 6 Fra i piu’ meritevoli. Non fosse altro per l’enormità di chilometri che percorre quasi andando in pressing da solo. E’ anche fra gli ultimi a mollare.

Bernardeschi 6 Ha giocato i primi 25 minuti alla grande segnando un gol di rapina e soprattutto fornendo un assist notevole a Higuain fingendo il tiro e mettendo la palla nello spazio. Poi si perde molto velocemente e alla fine finisce per farsi vedere solo per i falli fatti. Sul primo gol dell’Atalanta pero’ non commette alcun fallo. E’ Gomes che gli sbatte contro e si prende fallo con mestiere. Come Costa non è ancora entrato al 100% nella squadra.

Dybala 5,5 Non mi è piaciuto il suo primo tempo, marcato a uomo si incaponito in azioni solitarie. Molto bene invece nella ripresa dove giocando piu’ con i compagni e soprattutto con Higuain riesce a fare delle buone giocate. Si conquista il rigore che poi purtroppo sbaglia in malo modo. Tuttavia ho sempre stima per chi si presenta sul dischetto anche se questo errore costa 2 punti.

Mandzukic 5 Completamente fuori partita. Si vede per molti palloni portati indietro e qualcuno perso. Segna un bel gol quello si, purtroppo l’arbitro annulla ingiustamente.

Higuain 6 Segna un bel gol e lotta veramente co spirito indomito. E’ ancora un poco pesante ma si sta sbloccando partita dopo partita. C’è nel finale un rigore su di lui ma la var mi sa che si applica solo contro la Juve.

 

Barzagli 6 Entra per sostituire Lichtsteiner troppo nervoso e non è che riesca ad esser subito del match. poi esce fuori come al solito con l’esperienza.

Cuadrado 6 Vivace. Permette alla Juventus di terminare all’attacco dopo il 2-2. Certo è obbiettivamente difficile in quel momento ma almeno ci prova.

Douglas Costa sv Pochi minuti ma l’impatto è giusto.

 

Juventus 5,5 La nostra squadra non gioca una brutta partita, tuttavia alcuni errori dei singoli che altre volte sono stati decisivi la penalizzano. L’arbitro poi ci mette del suo pasticciando di suo e con la var. Certo quando sei in vantaggio 2-0 non puoi pareggiare.

Allegri 5,5 Ci ha capito poco questa sera ma stavolta al contrario di altre è girato tutto storto. Forse Bernardeschi doveva uscire prima oppure invitare i compagni a cercarlo di piu’. Certo se Dybala segna il rigore o l’arbitro non si inventa cose sul gol di Mandzo … Molto bravo a portare serenità nelle interviste dopo partita.

Arbitro 4 Fa solo un gran casino e tollera un gioco al limite dell’invalidante. Mancano non so quanti cartellini ai bergamaschi. Applica la var in modo pilatesco. Credo che sul gol annullato alla juve prenda una cantonata clamorosa in quanto non è prevista var per falli a centrocampo se non sono da rosso e alla fine manca un rigore alla Juve per una trattenuta clamorosa su Higuain. se c’è la var la si applica sempre altrimenti è solo un altra farsa.

Juventus-Olympiacos: un passo indietro nel gioco, uno in avanti nel girone.

Articolo di Alessandro Magno

La Juventus non ha giocato bene contro l’Olympiakos soprattutto rispetto alla prestazione contro il Torino. L’approccio non è stato dei migliori, distratti, lenti a tratti confusionari. C’è voluto molto tempo per venire a capo della situazione. In coppa ci può stare di avere qualche difficoltà, le insidie sono sempre molte, tuttavia non ci sta di patire così tanto una squadra mediocre come l’Olympiakos. Sembrava che noi perdessimo tempo a studiare chissà che cosa, mentre loro sapevano benissimo quello che dovevano fare. Nella prima mezz’ora, per assurdo, mentre noi cercavamo di capire il da farsi, loro sono stati 2 o 3 volte molto pericolosi con dei contropiedi soprattutto dal lato di Sturaro. Si può accettare di non esser sempre al Top giocando ogni 3 giorni, tuttavia si è rischiato troppo. Allegri ha dovuto sopperire all’assenza dell’ultima ora di Pjanic che si è verificata essere alquanto pesante, in quanto Bentancur seppure valido in interdizione non ha le giocate di Miralem. Alla fine mancava proprio un po’ di luce in campo.

La partita è andata avanti per circa un’ora stanca mente qualche colpo di testa di Mario Mandzukic ha cercato di destarla e tenere impegnato il portiere avversario che è stato bravo in qualche occasione. Il primo tempo è scivolato via quasi inguardabile si è salvato solo 10-15 minuti finali. Fortunatamente nel secondo tempo la Juve ha alzato i ritmi in modo che i difensori dell’Olympiakos potessero essere messi in difficoltà. Le chiavi di volta sono state la sostituzione di Cuadrado al solito volenteroso ma poco incisivo, con Higuain. Il Pipita è entrato in partita con la grinta giusta e a contribuito a schiacciare l’Olympiakos nella propria metà campo. Su una delle tante mischie che si sono create a causa dei cross di Costa e di Sandro l’ha sbloccata lui, da lì in poi la Juve ha trovato un più ampio respiro e l’ha gestita meglio. Anche Douglas Costa si è giovato del cambio del colombiano. Infatti cambiando di fascia a destra ha trovato più costantemente i suoi scatti e i suoi cross. Credo potesse essere la partita di Bernardeschi per molti motivi. Avremmo potuto metterci a tre a centrocampo ma avrebbe potuto anche sostituire Manzo in fascia che un bel momento appariva veramente stanco. Tuttavia su una delle tante percussioni proprio Mandzukic raddoppiava e chiudeva la partita.

In definitiva, è stata una Juve nel primo tempo insufficiente, nel secondo tempo migliore ma ancora non bellissima, certo con un’altra mentalità che si poteva avere fin da subito considerando la poca caratura dell’avversario. La Juve vince ma non convince. Un poco una costante di questo inizio di stagione. Peccato perché col Toro si erano viste belle trame. Ottimo risultato e benissimo il non aver preso gol. Tuttavia resta da migliorare il gioco soprattutto contro squadre che si chiudono a riccio e non giocano a calcio. In questo bisogna fare veramente un passo avanti perché vedere un primo tempo giocato sotto ritmo senza idee con passaggetti all’indietro che non portano a niente è veramente un brutto spettacolo. Bene, molto bene il ritorno al gol del Pipita a cui un poco di riposo evidentemente ha fatto bene.

 

Pagelle Juventus Olympiakos 2-0

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 6,5 Sperava forse in una serata tranquilla invece c’è il suo da fare.

Sturaro 5 In grande difficoltà sul suo uomo che spesso gli scappa. Credo che abbia dei limiti in marcatura che fanno si che questo esperimento forse dovrà esser abbandonato.

Barzagli 6,5 Spesso la sbroglia con il grande senso della posizione che ha e con degli anticipi di classe e furbizia.

Chiellini 7 Insuperabile e stoico. In difesa un muro. Spesso si propone in avanti non sempre con bei risultati ma almeno sprona alla carica.

Alex Sandro 7 Già nel primo tempo quando la squadra arranca è il piu’ vivace. Nel secondo tempo continua a mettere cross su cross e a farsi sempre trovare pronto. Si distingue anche per qualche chiusura difensiva.

Bentancur 6 Se la sua partita dovesse esser giudicata sui palloni recuperati sarebbe da 8. In quella fase è veramente un mostro. Tuttavia col passare dei minuti pesano i tanti passaggi sbagliati.

Matuidi 6 Anche lui nel primo tempo è fra i piu’ volenterosi. Col passare dei minuti finisce ingabbiato anche lui nella ragnatela avversaria e dimostra, ma si sapeva , di mancare di quel colpo che illumina le punte.

Cuadrado 6,5 Volenteroso anche se acciaccato. A volte perde tempo e rallenta l’azione ma spesso si fa trovare pronto in zona tiro. A volte eccessivamente altruista. Su di lui c’è un rigore non fischiato.

Dybala 6 Non in una grande serata prova a illuminarsi di tanto in tanto con alterni risultati. Nel finale si guadagna la sufficienza quando dopo l1-0 la partita diventa piu’ aperta.

Dougla Costa 6 A corrente alternata. Inizia ad esser un abitudine. Quando esce Cuadrado pero’ in pochi minuti riesce a metter dalla fascia destra una serie incredibile di cross. Comunque in miglioramento sul piano della continuità.

Mandzukic 7 Nel primo tempo è l’unico a impegnare seriamente il portiere avversario. Nel secondo tempo pare spegnersi un poco ma rinviene in partita dopo il gol dell’1-0 e la chiude alla Mandzukic. Di generosità.

Higuain 7 Entra e la sblocca di prepotenza e rabbia. Ottimo impatto sulla partita. Quando si dice rispondere sul campo.

Benatia sv Entra a partita ormai conclusa.

Bernardeschi sv Come Benatia.

Juventus 6 La Juventus nel suo complesso ha giocato una brutta partita. Soprattutto la prima mezz’ora dove oltre a non produrre nulla si è prestato il fianco ai contropiedi avversari. L’approccio è stato sbagliato e il gioco troppo lento e compassato. Mancava la luce che spesso da Pjanic ma si poteva fare meglio. Con il passare dei minuti invece si è riusciti a sbrogliare la matassa e alla fine il 2-0 è un risultato corretto.

Allegri 6 Manda una formazione in campo con Sturaro terzino e non va bene ma quello che manca è una certa grinta. Fortunatamente i nostri difensori centrali sono in partita e non si va sotto in qualche scorribanda greca. Bravo o fortunato o entrambi nel cambio Cuadrado Higuain che gli consente di sbloccarla. Poi dopo l1-0 la partita è semplice.

Arbitro 5 Tollera troppa ruvidità nei Greci. Non è partita da 0 ammoniti. Non vede un rigore su Cuadrado.

Juventus Torino. Presi a pallonate.

Articolo di Alessandro Magno

Il Derby andato in scena ieri sera è stato uno dei derby meglio giocati dalla Juventus negli ultimi anni. Credo soprattutto grazie al fatto che è arrivato molto presto nel calendario così che la Juve lo ha potuto preparare senza troppi assilli di classifica e di gironi di Champions. Il turnover fatto dal nostro Mister con la Fiorentina è stato eccellente, è arrivata una squadra a questo appuntamento molto molto tonica. La Juventus subito concentrata. Il Toro sembrava in partita. I giocatori del Torino sono già poca cosa a livello tecnico ma sono veramente pochissima a livello umorale. Credo rovinati da un ambiente sempre caricato a mille. Sbagliano i tifosi granata a caricare questa partita di significati, sbaglia il loro Mister a rincarare la dose. I suoi discorsi nel pre partita su padroni e operai su poveri e ricchi non hanno senso visto che al Toro tutti i giocatori compreso Mihajlovic sono ricchi rispetto alla media della popolazione e men che meno si possono paragonare agli operai. Comunque da questo frutto marcio nasce l’espulsione di Baselli, uno che qui a Torino sento dire da un pezzo che è un mezzo fenomeno. Ma sono abituato. I Granata così come i tifosi del Napoli sono maestri a decantare i propri giocatori. Erano fenomeni Cristallini, Mezzano, Sommese, Semioli, Cerci , Sordo e potrei fare una serie infinita, così come oggi sono fenomeni Baselli, Rincon ovviamente che da noi era considerato una pippa. Non si sa dove inizia l’arte di metter in mostra i propri prodotti e la pochezza di farsi piacere quello che si ha. La verità è che il Toro è una buona squadra di ragazzi volenterosi con qualche buona individualità tipo Sirigu e Belotti e niente piu’, e la Juventus è uno squadrone. Basterebbe prepararla così e si mirerebbe a fare buona figura invece di mettersi alla pari , invece di giocare a fare i piangina e le vittime del sistema. D’altronde non c’è partita neanche come storia. Il Toro va ricordato semplicemente per la squadra del grande Torino, una squadra formidabile tuttavia in un calcio semi-dilettantistico , costruita pezzo per pezzo proprio come la Juventus oggi, tanto è vero che non avevano quasi nessun giocatore del vivaio , tanto è vero che giocatori come ad esempio Gabetto erano stati acquistati dalla Juventus a suon di milioni. Questo mentre gli altri giocavano magari con i calzolai o con gli operai in squadra per davvero. Mio non caro Miahjlovic. Tolto il Grande Torino la storia del Toro è veramente poca roba rispetto a quella della Juve. Non è presunzione è pura constatazione. Fra la Juve e il Toro non c’è quell’equilibrio che ci puo’ esser nel derby Genovese o di Milano o di Roma dove si affrontano squadre che spesso si equivalgono. Il derby della mole è piu’ paragonabile al derby di Monaco di Baviera fra Bayern Monaco e Monaco 1860 o a quello di Barcellona fra Barca ed Espayol oppure fra Liverpool ed Everton. C’è una squadra che fa la storia del calcio è un altra squadra. La seconda squadra della città . Punto. Bisogna che se ne facciano una ragione. Sono la seconda squadra di Torino e null’altro.

E torniamo alla partita. L’espulsione di Baselli è sacrosanta. Viva Dio se ne è accorto pure lui e a fine partita ha chiesto scusa. Purtroppo se sei già ammonito e la prima ammonizione regolamento alla mano è giusta non puoi entrare a Karate in mezzo al campo. Lo insegnano già nelle scuole calcio che se hai preso un giallo ti devi limitare. E’ vero Baselli nel suo salto folle si ricorda in volo che sta facendo una cazzata e ritrarre le gambe, tuttavia con le ginocchia finisce sulla schiena di Pjanic. se non avesse ritratto le gambe sarebbe stato da rosso diretto e probabilmente avrebbe steso il nostro. Da li il Toro è scomparso dal campo. 3 considerazioni: prima – La Juve era già passata in vantaggio e sembrava già poter agevolarsi di questo vantaggio. Seconda – IL Toro aveva già subito un contraccolpo psicologico da questo vantaggio arrivato solo al 16mo ed era 10 minuti (l’espulsione arriva al 25mo) che non vedeva boccia e l’espulsione è proprio sintomo di questo disagio. Terza considerazione. Non è scritto da nessuna parte che una squadra in 10 prenda un imbarcata, proprio alcuni giorni fa la Fiorentina è rimasta in 10 ed è rimasta in partita fino al 95mo. Quindi zero scuse avete perso meritatamente.

Comunque dopo l’espulsione il Toro si è completamente squagliato. Il loro pessimo Mister invece di tenere unita la squadra ha iniziato un personalissimo squallido spettacolo contro la terna arbitrale probabilmente volto a farsi espellere anche lui in modo da aver la scusa di fare la vittima in sala stampa. La Juventus invece ha continuato a giocare a pallone così come Sirigu che è stato il migliore in campo del Torino e con 3-4 parate strepitose ha evitato che arrivasse un risultato epico. SI perchè il risultato giusto ieri sarebbe stato per lo meno 6-0 ma anche 8. Ottimi tutti i nostri Dybala, Pjanic su tutti ma anche Mandzukic, Alex Sandro, Cuadrado, Chiellini, Matuidi. Mi è piaciuto Bernardeschi quando è entrato così come Costa in alcune giocate, anche se si vede che entrambi non sono ancora ben amalgamati al sistema di squadra. C’è un potenziale tecnico notevolissimo come ha sottolineato a fine gara Pjanic e soprattutto ancora quasi totalmente inespresso perchè di difficile gestione. C’è tantissimo talento calcistico in questa squadra. Speriamo prima o poi di vederlo a pieno regime. Ieri se ne è avuto un assaggio e diciamocelo è stata una goduria.

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web