Archivio Autore: Alessandro Magno - Pagina 5

Sesso Juve e Rock n’Roll s02 e16

La nuova puntata di sesso juve e rock n ‘roll con Ben Frank Toto Mik Fusco Superfly e Antonio Corsa

Solite modalità cliccando nella foto qui in basso verso le 22 si parte

Immagine anteprima YouTube

la versione audio

 

Impressioni dallo Stadium 04

 

Prima volta allo Stadium

Articolo di Stefano Croce

Oggi è un giorno speciale, per la prima volta porterò la mia compagna allo stadio . È dalla presentazione di  Ronaldo che è nato questo desiderio. C’è il sole a Torino, un sole caldo a Dicembre come capita di rado . Buon segno, mi dico, l’ultima che avevo visto Juventus -Genoa 1-1 non vi dico. Arriviamo allo stadio tutto perfetto, nessun intoppo, si entra le squadre sono in campo per il riscaldamento. Musica a palla sembra di essere ad un concerto. Il colpo d’occhio è sempre da brivido. Io ci sono un pò abituato ma il brivido è sempre lo stesso, Francesca invece ha gli occhi che brillano sembra entrata nel paese dei balocchi. Anche se giocheremo solo contro la Sampdoria la tensione sale. Balliamo al ritmo di musiche scatenanti. Poi l’inno ”Juve storia di un grande amore” cantato a squarcia gola. Comincia la partita e subito si va sul 1-0 Ronaldo quale miglior battesimo per una persona che non ha mai visto una partita. Il ”siuuuuuuuuuu” di tutto lo stadio è impressionante. Le gradinate sembrano tremare. I minuti passano fino a quando l’arbitro, con un colpo di teatro assegna un rigore alla Samp, proprio sotto la Sud … e 1-1 … beh da lì in poi comincia un altra partita. La preoccupazione di una beffa prende il posto della felicità perché la palla non ne vuol sapere di entrare. Un tiro incredibile di CR7 si stampa sulla traversa. Così altro colpo di scena l’arbitro assegna un rigore sacrosanto, dalla curva si era visto chiaramente il braccio largo 2-1. Un altro ”siuuuu” e un abbracciarsi felici sugli spalti. Tutto sembra essere tornato in ordine, come  i pianeti nello spazio fino a pochi minuti dalla fine il Saponara non tira fuori dal cilindro un gol alla Ibrahimovic..per fortuna al VAR decidono per il giusto. Francesca uscendo dallo Stadium manda un messaggio whatsapp : ”Comunque oggi ho visto coi miei occhi quanto è veramente forte la Juve…ti da un emozione incredibile…poi per me era la prima volta e vi giuro che sono veramente felice e ringrazio Stefano che mi ha fatto questo regalo”. Niente altro da aggiungere.

Tanti auguri dal Blog di Alessandro Magno Territorio Juventino Libero.

Una felice fine e un grande principio a tutti voi e un 2019 che sia ricco di soddisfazioni da Cinzia e Ben.

 

 

 

 

 

 

Canzone: Vivere la Vita. ( Mannarino)

Immagine anteprima YouTube

 

 

.

Sesso Juve e Rock n’Roll stagione02 episodio15

Questa sera nuova puntata di Sesso Juve e Rock n’Roll per salutare l’anno nuovo e l’anno vecchio. Puntata soft dedicata tutta a LE PERLE DEI PIRLA DELL’ANNO. Al solito si parte alle 22 cliccando nella foto sotto.

Immagine anteprima YouTube

Nell’immagine di copertina potete vedere invece un Allegri pensieroso che spiega a un Ronaldo incredulo quanti pirla ci sono in Italia.

 

Io non sono Koulibaly, CR7 l’Immenso, Allegri e Manzo sulla bocca di tutti.

Articolo di Alessandro Magno

E’ finito il girone di andata con una buona vittoria. La Juventus ha vinto con merito sulla Sampdoria. , direi una buonissima Sampdoria. A memoria ricordo le vittorie sudate e tirate con Chievo, Parma, Empoli, Inter, il pareggio con l’Atalanta. Tutte partite in cui i nostri avversari si sono avvantaggiati del fatto di giocare nel proprio stadio. Credo di poter dire che la Sampdoria è stata la squadra più gagliarda vista allo Stadium. La partita è stata dominata dalla Juventus con una parte finale del primo tempo, dopo l’1-1 doriano, con qualche difficoltà, tuttavia gestita nella normalità. Mi è piaciuta moltissimo la nostra squadra nella ripresa dove ha mostrato tutta la sua potenza tornando in vantaggio, colpendo una traversa, e impegnando severamente Audero in più di un intervento miracoloso. Dei rigori francamente secondo me non erano rigori nessuno dei due, come è stato sacrosanto annullare il gol di Saponara che era in fuorigioco di molti metri. Non è stata una bella partita dal punto di vista del Var perchè ci sono state troppe interruzioni e come detto 2 rigori che per me non ci sono entrambi. La partita a causa di queste interruzioni è finita al 99mo con ben 9 minuti di recupero. Quasi un tempo supplementare. Questo è il calcio televisivo che hanno voluto. Questo è il calcio di chi voleva il var perchè con il var utilizzato ad hoc si sarebbe fermata la Juve, perchè è chiaro che per molti questo è uno strumento da usare contro qualcuno per indirizzare i campionati e non per vedere di migliorare. Oggi non vincendo neanche con il var siamo passati da ”con il var non vincerete” a ”senza il var non vincete” insomma come la giri la giri è sempre colpa della Juve. Sono schifato da tutto questo modo di raccontare calcio. Ci sono direttori di reti e di giornali che ormai sono diventati capi ultras sui social network. Non li nomino perchè mi fa schifo solo pronunciarne il nome. Mi solleva vederli schiattare questo si. Spero che il fegato gli si spappoli. Da gobbo ogni loro rosicamento è per me una medaglia. E’ Natale dovrei esser più buono? Anche no. Anzi rincaro la dose. Oggi mi dissocio completamente dalle moine pro-Koulibaly che sono venute fuori puntualmente dopo una sconfitta nella più consueta delle tradizioni del chiaggni e fotti napoletano. Nella stessa giornata a Bergamo gli atalantini hanno fatto i ”bu” a Douglas Costa e Alex Sandro non è fregato nulla a nessuno. Nella stessa giornata alcuni tifosi del Napoli hanno ucciso un interista in scontri fuori dallo stadio, anche questo non interessa. Non si può parlare male dei tifosi del Napoli, sono protetti più dei panda in Cina. E’ morto da solo quell’uomo a Milano evidentemente. Di queste cose non si parla, pensate fosse accaduto a Torino? Il problema invece è il povero miliardario Koulibaly che gli hanno fatto il ”bu” e il Napoli ha perso, perchè è chiaro che il problema è che il Napoli ha perso, perchè se avessero vinto erano loro stessi che avrebbero detto a Koulibaly di non scocciare. Di conseguenza non ce la vengano a raccontare che non siamo nati ieri. No io non sono Koulibaly, io sono Cuadrado, Matuidi, Costa, Sandro ma non sono Koulibaly.

Riepilogando è finito il girone di andata con una bella partita Juventus Sampdoria. La Juve già campione d’Inverno ha girato la boa delle 19 partite giocate con uno score quasi perfetto. 19 giocate 17 vinte 2 pareggi 0 sconfitte. Lasciati sul campo 4 punti soli sui 57 disponibili. 2 dei quali, quelli con il Genoa, in modo assolutamente casuale. Restano ben poche critiche da fare alla squadra e al mister. Imbattuti, miglior attacco, miglior difesa, record di punti per un girone di andata (53), ma ovviamente c’è sempre qualcosa di migliorabile. La squadra è mentalmente e anche fisicamente molto forte, molte partite sono state vinte nel finale, segno di una forza notevole, vista la consuetudine di giocare ogni 3 giorni. Gli infortuni, più o meno fisiologici, in un arco così impegnativo di partite , non hanno minato il cammino e i risultati, anche grazie alla larghezza della rosa quasi tutta utilizzata, chi più chi meno, dal mister ad eccezione del giovane Kean. Ad Allegri e anche alla squadra vengono richieste e anche rimproverate fondamentalmente due cose:un gioco più ”arioso” che non sempre si è visto, e dei risultati più sicuri. Per quanto riguarda il gioco va detto che Allegri non è un amante delle cose estetiche, inoltre sia Costa che Bernardeschi sono stati frenati da qualche acciacco di troppo che ne hanno limitato la prima parte della stagione, anche se per Federico le prime giornate erano stata veramente buone. Per quanto riguarda l’ampiezza dei risultati la Juventus ha vinto diverse partite segnando 3 gol ma effettivamente nell’ultima parte del girone i risultati sono stati un poco più risicati dovuti a sfortuna (pali, traverse, gol annullati) e a un poco troppa imprecisione degli attaccanti che spesso hanno sprecato molto. Sicuramente promossi a pieni voti in questo primo girone CR7 trascinatore e sempre decisivo con assist e gol. Fra l’altro capocannoniere del torneo con 14 gol in 19 partite. Promosso anche a pieni voti Chiellini e Cancelo fino a quando lo abbiamo avuto. Rivedibili sicuramente Pjanic autore di una prima parte della stagione timida e Bonucci che spesso ci ha fatto prendere gol anche se qualcuno lo ha anche realizzato o propiziato con i suoi lanci. In ascesa De Sciglio, Dybala e Alex Sandro. In discesa Douglas Costa. Sempre criticato da alcuni ma spesso decisivo Mario Mandzukic che ha segnato in tutti gli scontri diretti. Il giocatore che forse più di tutti ha tratto vantaggio e si è valorizzato vicino a l’immenso Ronaldo.

Pagelle Juventus – Sampdoria 2-1

Pagelle di Alessandro Magno

Perin 6 Una partita abbastanza ordinaria, una bella parata a terra nel secondo tempo su un tiro ravvicinato,commette una piccola leggerezza nel primo tempo e un altra nel finale quando rinvia male, tuttavia su questa darei un poco di colpa a Rugani. Poco prima aveva salvato in uscita tempestiva facendosi male alla schiena, Forse non era il caso di dargli subito una palla da giocare con i piedi.

De Sciglio 6,5 Continua lo stato di grazia di De Sciglio. Preciso , puntuale, dinamico. Essenziale. Se spingesse un poco di pi sarebbe eccellente tuttavia non si pu; pretendere troppo.

Chiellini 7 Il solito muro. A differenza di altre volte forse data l’assenza di Bonucci , si prende l’impegno di impostare e lo fa anche con buona precisione. Pare abbia imparato a lanciare?

Rugani 6 La sua partita per un ora è ottima e da 7, poi prende un giallo per eccesso di confidenza e secondo me sbaglia a dare la palla indietro a Perin che si doveva ancora riprendere dall’infortunio alla schiena. Se limerà queste leggerezza potrà esser anche un titolare.

Sandro 6 E’ abbastanza in riserva e si vede. Ha l’intelligenza di giocare a folate per cui a volte spinge molto altre no, ma questo gli permette una buona amministrazione di se stesso nell’arco della partita.

Emre Can 6 Mi è piaciuto abbastanza. Mi piace perchè ha piedi educati senso della posizione e fisicità. Lo trovo ancora molto frenato. Non so se non è ancora al top o se ancora si deve abituare al nostro calcio.

Pjanic 6 Con Can fanno una bella coppia di playmaker e potrebbero in futuro giocare anche in 2, peccato Miralem è sempre abbastanza intermittente, perchè data l’assenza di Bonucci avrei voluto vederlo più protagonista in impostazione.

Matuidi 6,5 L’uomo utile per ogni stagione. Il centrocampista che ogni mister vorrebbe avere. Gioca per la squadra macinando chilometri fino allo sfinimento. Contro questa Samp tosta, utilissimo.

Mandzukic 6,5 A me è piaciuto abbastanza. Anche se non ha giocato molti palloni si è fiondato spesso su palle che ha mancato per questione di centimetri.

Dybala 7,5 Bella bella bella partita. Finalmente calato nel ruolo di trequartista. Se gioca sempre con questa grinta il posto non glielo toglie nessuno e diventa veramente quel giocatore che tutti sogniamo. Ancora nel finale un gioco di prestigio con tunnel di tacco all’avversario, merita il prezzo del biglietto. Gli è mancato solo il gol.

Ronaldo 8 Che ve lo dico a fare? Immenso. Un trascinatore e uomo squadra. Segna due gol e va in testa alla classifica dei marcatori ed è da pochi mesi che è qui in Italia. Impresa che non credo sia riuscita a moltissimi in passato. Su un tiro che Audero devia non si sa come a momenti spacca la traversa.

Bernardeschi 6 Entra e da il suo contributo.

Douglas Costa sv

Juventus 7 Io ho visto una bellissima Juve al cospetto di una bella Sampdoria. Partita bella e avvincente che e quasi sempre stata condotta se non nel finale del primo tempo dove tuttavia Perin non ha fatto parate difficilissime.

Allegri 6,5 Una partita amministrata bene come al solito. Certo avere in campo oggi un Dybala e un Ronaldo così ispirati fa tutte le differenze del mondo.

Arbitro 7 Devo dire che per conto mio i rigori non ci sono nessuno dei due nè dal vivo e nè al var, però lui adotta lo stesso metro e allora ok. Coraggioso ad annullare il gol del pari che è in fuorigioco di un km, ma che davvero nessuno, nè in campo nè in tv, aveva visto.

Un punto guadagnato

Partita difficilissima come sempre accade a Bergamo. Di tutte le trasferte questa ultimamente è la trasferta più dura. Sarà perchè lo juventino Gasperini ha qualche conto in sospeso con la sua squadra del cuore, fatto sta che ogni volta a Bergamo è una guerra. Alla faccia di quelli che dicono che contro di noi le avversarie si scansano. E’ così da un poco di anni a questa parte dove puntualmente su questo campo si svolgono partite fin troppo combattute. Quando poi a una squadra di invasati come erano oggi gli atalantini, dai il vantaggio di avere un arbitro impreparato che si fa condizionare da uno stadio e dalle proteste dei giocatori bergamaschi, il tutto è molto più semplice. In primis va detto che siamo stati picchiati dall’inizio alla fine impunemente. Non credo che Real e Barca abbiano arbitraggi così in Spagna. In Italia invece ogni tanto capita l’arbitro che vuol far vedere a tutti i costi che non è bianconero. E’ successo alla penultima con Massa ora è capitato con Banti. La gestione dei cartellini in questa partita è stata sciagurata e surreale con gli atalantini sempre graziati da un secondo giallo come N’Zonzi nella partita con la Roma, con Mandzukic e Chiellini ammoniti per falli non commessi, come assai rivedibile è il primo giallo a Bentancur. Fra l’altro l’unico ammonito per aver fermato una ripartenza quando gli atalantini fanno questo fallo in modo sistematico. Va ben detto dell’arbitraggio eccessivamente casalingo che a volte capita nella vita, la Juve ha giocato tutto sommato una partita gagliarda. Non so quante squadre escono imbattute da Bergamo giocando un intero secondo tempo in inferiorità numerica nel mentre sono sotto di un gol. La Juve invece dimostra ancora una volta di esser una squadra molto solida e dopo qualche aggiustamento tattico, gioca la partita a viso aperto quasi senza rischiare di capitolare, ma anzi non solo pareggia, ma va addirittura a vincerla con gol che poi verrà annullato per fuorigioco.

Dovevano riposare Ronaldo e Pjanic ma dato gli eventi sono dovuti scendere in campo. Douglas Costa titolare, così come Emre Can, sono stati buoni in alcuni momenti ma rivedibili in altri, Khedira è parso invece molto indietro. Ronaldo al solito ha fatto vedere perchè lui gioca sempre ed è imprescindibile. Entra e trova quel guizzo vincente in mezzo a tutti gli altri perchè lui è dove arriva la palla e la palla arriva dove lui sa che arriva. I due si amano alla follia è scritto nel destino. Sono attitudini dei grandi bomber. Servirebbe una mano un poco da tutti ora che la squadra è stanca delle molte partite disputate, invece si sono fermati Matuidi e Kean oltre che Bernardeschi nell’ultima settimana, indi per cui giocano sempre più o meno gli stessi. Concludo con le ingenuità varie. Sicuramente quella di Bentancur è la più giustificabile visto che il ragazzo è giovane e spesso è fin troppo maturo per la sua età. Certamente ha calcolato male e pensava di arrivare sula palla, certo da ammonito devi pensare che a volte la gamba è meglio non metterla. Quelle di Bonucci invece sono un poco troppo consuete e danno noia per questo motivo. A Bonny un anno di Milan ha fatto malissimo. Non è mai stato un fenomeno come marcatore certo che farsi ”perculare” così da Zapata insomma è troppo. Chiudiamo con quella di Allegri. Questa volta non è stato tempestivo nel cambio. Espulso Bentancur doveva chiamare subito il cambio e togliere una punta per metter Pjanic. L’ha ritardata ed han fatto 2-1.L’Atalanta ha capitalizzato subito la superiorità numerica. Per fortuna la Juve non ha sbandato ma invece è riuscita a riordinare le idee. Per fortuna che in panca c’era ancora da giocarsi la carta CR7. A proposito gli atalantini spavaldi volevano Ronaldo in campo. L’hanno avuto.

Atalanta – Juventus 2-2 Pagelle

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 5,5 E’ sempre molto attento anche sui calci piazzati. Poco prima del loro 2-1 effettua un uscita bassa molto buon con tempistica efficace. Mi trova un poco interdetto sul secondo gol atalantino quando prende gol praticamente dall’area piccola. Forse un uscita di pugni sarebbe stata auspicabile.

De Sciglio 6,5 Uno dei migliori, in un periodo di forma eccellente. Senza sbavature una prova attenta. Sempre sul pezzo per tutti i 90.

Bonucci 4,5 Molto male in fase difensiva. Patisce la fisicità di Zapata in modo incredibile. Sul primo gol tenta un anticipo che non gli riesce anche per un poco di sfortuna. Sul secondo si perde il giocatore di testa che è diventata una pessima costante. Gli ho alzato il voto per il gol della vittoria nel finale annullato.

Chiellini 6 Fatica anche lui questa sera dove ci sono da fare gli straordinari. Gasperini opta per Zapata dalla parte di Bonucci e Gomes da quella di Chiello. Fabuona guardia il nostro ma a volte la differenza di passo evidenzia qualche affanno.

Alex Sandro 6 Nel primo tempo è uno dei più brillanti , nel secondo tempo va pian piano spegnendosi anche se intelligentemente cerca di spingere meno e aiutare più dietro.

Bentancur 5 La sua ingenuità probabilmente costa due punti alla squadra ed è grave, A parziale scusante mi pare che il primo giallo non ci fosse anche se il secondo invece è molto netto e lui sapendo di esser già ammonito avrebbe dovuto desistere dall’intervenire. Peccato perchè la sua prova non era male e coglie anche una traversa che poteva esser il 2-0.

Emre Can 5,5 Ci metto tantissimo fisico in ogni contrasto e questo sul piano difensivo risulta positivo. Non risulta però equivalente sul piano propositivo dove la carente preparazione mette in luce ancora qualche limite. Ovviamente deve giocare per poter acquisire la necessaria ”gamba”.

Khedira 5 Impalpabile, evanescente. Corre quasi sempre a vuoto a differenza di Emre Can con cui condivide una preparazione atletica ancora deficitaria non riesce a rendersi utile.

Douglas Costa 6 Gioca un buon primo tempo saltando gli uomini per proporsi al cross o al tiro. La Juventus finchè lui ne ha, attacca prevalentemente sulla catena di sinistra dove sia lui che Alex Sandro si dimostrano vogliosi di fare. Nel secondo tempo inizia a calare (anche lui non ha i 90 nelle gambe come diversi oggi) e alla fine Allegri in 10 Allegri sceglie di sacrificare giustamente lui in quanto gli altri due sacrificabili Dybala e o Mandzukic garantiscono qualcosa di più sul piano realizzativo.

Mandzukic 6 Lotta corre prende botte e le da. Si sacrifica su ogni pallone soprattutto quando si resta in 10. Non è la sua migliore partita ma se la squadra non patisce troppo l’inferiorità numerica è per merito di chi come lui si sacrifica dando il 110%.

Dybala 6 Anche lui ha disputato una partita un poco in calando. Bene all’inizio e via via spegnendosi. Di positivo c’è però che in queste partite oltremodo fisiche lui prima tendeva a sparire. Oggi invece resta in campo fino al 90mo combattendo con gli altri. Il prossimo step è esser decisivo in questi frangenti.

Pjanic 6 Allegri ha un unico centrocampista in panchina che è lui quindi il cambio appena espulso Bentancur è obbligato. Entra per cercare di dare un poco di ordine in parte ci riesce in una partita molto disordinata.

Ronaldo 6,5 Qualcuno si chiedeva perchè non riposasse mai oggi lo sa. e’ un giocatore imprescindibile che ha il go nel sangue. Pure quando la partita si mette male può tirare fuori il coniglio dal cilindro.

Juventus 6,5 Nell’insieme è un punto guadagnato. L’Atalanta in casa propria è uno dei maggiori scogli del campionato. Oggi come era già capitato l’anno scorso coadiuvati da un arbitraggio indecente. Se una squadra che randella come non ci fosse un domani dai anche l’apporto dell’arbitro venire fuori con un pari in svantaggio e in inferiorità numerica è un miracolo. Per come si era messa un punto assolutamente guadagnato.

Allegri 5,5 Con il senno di poi forse Bonucci avrebbe dovuto lasciare il campo a un più fisico Benatia. Zapata al nostro lo ha veramente ridicolizzato. Forse a parziale scusante c’era che riposava Pjanic per cui senza Miralem nè Bonucci sarebbe mancata totalmente la regia. Sull’espulsione di Bentancur deve fare il cambio immediatamente per dare nuovo equilibrio tattico alla squadra non aspetta 5 minuti anche se qui temo che il cambio sia stato ritardato dal quarto uomo che non ha chiamato l’arbitro ecco il gesto di Max di buttare il cappotto dopo il 2-1 subito.

Arbitro 0 Una vera schifezza. Sbaglia tutto. Delle prime tre ammonizioni ai nostri non ce n’è una. Non fanno fallo nè Benta nè Chielllo nè Manzo. Arbitra in simbiosi con gli ululati dello stadio. Noi restiamo in 10 e a loro grazia più volte da un secondo giallo sia Mancini che Pasalic che Freuler. Un disastro cosmico. Due punizioni dal limite per loro entrambe inventate per giocatori atalantini che svengono in procinto di entrare in area. Le uniche due cose che piglia sono il secondo giallo a Benta ( ma anche quello se lo fa prima ”consigliare” dal pubblico) e il gol annullato nel finale che forse lui aveva pure convalidato. Arbitro veramente ottimo per portare le pecore a pascolare. Per fortuna abbiamo pareggiato e posso scriverlo senza sensi di colpe. Per colpa sua si è giocata una partita di wrestling.

Una Juve carro armato.

Articolo di Alessandro Magno


E arriva l’ennesima vittoria, questa volta con un poco di sofferenza, al cospetto di una Roma che nel primo tempo doveva capitolare, ma che invece nella ripresa ha conquistato campo e reso più complicata la serata ai nostri giocatori. Nel primo tempo come detto c’è solo la Juve. Pronti via i nostri conquistano subito campo e mettono in seria difficoltà i giallorossi che spesso sono costretti a buttare la palla fuori per paura di giocarla sotto la pressione bianconera. E’ un primo tempo di grande dispendio di energie che meriterebbe sicuramente un risultato più rotondo se non fosse che i nostri trovano difronte un Olsen davvero bravo in alcune occasioni e miracoloso per lo meno su un tiro a tu per tu di Alex Sandro. Nella Juve sono positivi un poco tutti. Dybala a tutto campo come piace al mister, Ronaldo, Alex Sandro volitivo, si vede galvanizzato dal fresco rinnovo. Un poco più in ombra Bentancur, che ha da lottare con Zaniolo che è il migliore dei loro, e Mario Mandzukic che trova davvero pochi palloni giocabili con i romanisti tutti dietro. Come spesso accade però da un iniziativa di un davvero ottimo De Sciglio, Marione nostro viene fuori alla grande saltando quel attimo prima e rubando il tempo a Santon. Un gol alla Trezeguet che spesso si assentava dal gioco di squadra per poi mettere segno la zampata decisiva. Il primo tempo si chiude con un risultato meritato ma assai stretto.

E anche questo copione lo conosciamo bene- Come spesso accade quando non chiudi la partita, complice un poco di stanchezza nei nostri e qualche aggiustatura tattica di Di Francesco la Roma prende, nel secondo tempo, campo e coraggio. La Juve si difende bene e non rischia mai nulla. C’è quasi mai la sensazione del peggio, anzi si vede solidità. Szczesny farà una sola parata, più coreografica che difficile al 90mo, tuttavia ci sarà molto da lavorare per la difesa. Per lo meno dal punto di vista della concentrazione. Per fortuna Chiellini e Bonucci si esaltano. Allegri mette muscoli in campo con Emre Can e toglie a 10 minuti dalla fine Dybala preferendolo a un quasi ormai spento Ronaldo. In questo periodo salgono in cattedra in 2: Mandzukic , che come spesso accade quando segna, diventa giocatore in ogni dove e di fatto te lo trovi dappertutto pure in porta e l’arbitro Massa. La giacchetta gialla per due volte grazia N’Zonzi per un più che probabile secondo giallo. In un occasione, il fallo su Dybala al limite dell’area, non concede neanche il fallo per dare un vantaggio inesistente a Ronaldo. Sempre Massa annulla un gol per fallo sul portiere che nessuno vede e non si prende neppure la briga di andare a controllare al Var dove probabilmente si sarebbe accorto che è una papera di Olsen che va a farfalle da solo, mentre annulla un gol a Douglas Costa per un contatto veniale avvenuto 10 minuti prima a centrocampo. Ad oggi sono stati annullati due soli gol per falli avvenuti parecchi secondi prima a centrocampo: uno in Juve Roma e un altro in un Atalanta – Juve per un presunto fallo di Lichtsteiner a Gomes. Evidentemente esiste una var speciale per i falli a centrocampo che però funziona solo con la Juventus.

Alla fine la sfanga la Juve con grinta e con merito. La Roma è stata a due volti, troppo timida nel primo tempo, troppo poco pungente nel secondo tempo. Gli resta l’esser usciti dallo Stadium a testa alta. La Juve aldilà dei 3 gol segnati, spreca troppe occasioni e questo è un costante; ha trovato però una solidità difensiva che sicuramente in Italia paga. 16 vittorie su 17 partite e un solo pareggio avvenuto più che altro per disgrazia. Io una roba così non me la ricordo da quando sono nato. A parere mio Allegri, seppure capisco che voglia mantenere il bel distacco accumulato dal il Napoli, dovrà rischiare di fare un poco di turn over con Atalanta e Sampdoria. Ci sono alcuni giocatori logori che hanno giocato troppe partite di seguito come Bentancur , Ronaldo e Pjanic. Ci sono altri, che seppure ora non hanno di questi sintomi, potrebbero averli a breve Alex Sandro, De Sciglio , Matuidi ,Mandzukic. Dobbiamo correre il rischio e far giocare necessariamente il resto della squadra altrimenti rischiamo che qualcuno si fermi e poi dover giocare con gli altri per forza di cose.

Top Planet Ben e Cinzia

Mercoledì 19-12-2018 A Top Planet Ben e Cinzia .

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia