Archivio Autore: Alessandro Magno - Pagina 9

Sesso Juve e Rock n’Roll s02 e07

Immagine anteprima YouTube

 

Nuova puntata di Sesso Juve e Rock n’Roll questa sera ore 22 come sempre. Metteremo qui il link per seguirci intorno alle 21-30. Parleremo di:

Empoli Juventus Rigori e gollazzi
Striscioni Superga e non solo.
Conte Real forse

Albachiara di Vasco Rossi
Chitarre che meritano di menzione.

Bella Hadid
Oriana Sabatini
Gloria Taglioli

Tre punti sudatissimi

 

Articolo di Alessandro Magno

La peggiore Juventus di questo inizio di stagione ha trovato enormi difficoltà ad Empoli. I nostri avversari, che ci hanno messo sotto sul piano del ritmo, sono prima passati giustamente in vantaggio e poi nel finale ci hanno costretto a difendere il 2-1 con i denti e nella nostra metà campo. Non so bene cosa possa esser successo alla Juventus, se è stato un calo fisico, vista la partita veramente bella disputata a Manchester pochi giorni prima. Certo questa di Empoli mi è piaciuta ancora meno di quella che ha pareggiato contro il Genoa. Infatti se in quel caso il gol del Genoa è stato un episodio abbastanza estemporaneo e poi la Juventus ha condotto il gioco per tutto il resto della partita, in questa gara invece la squadra è parsa abulica. A tratti presuntuosa. Spero vivamente che questo non sia un problema per noi. Siamo decisamente forti e lo dimostra il fatto che l’abbiamo vinta nonostante tutto, tuttavia la troppa convinzione, il sottovalutare le nostre avversarie, potrebbe diventare il nostro più grande nemico. È un errore assolutamente da non commettere anche perché i margini di miglioramento sono ancora molti.

In questa partita è venuta meno la teoria del pullman davanti alla porta. L’Empoli è innegabile che se la sia giocata a viso aperto, e a tratti ha mostrato anche ottime trame. Da noi è mancato il centrocampo e in parte l’attacco. Anche la teoria degli attaccanti veloci e bravi con i piedi
va rivista. Ronaldo , Dybala e Bernardeschi prima, non si sono mai trovati. Con Cuadrado nel secondo tempo è andata meglio. Forse questa era la partita giusta per Mandzukic. Un terminale alto e abile sulle palle alte nonché dotato di grande prestanza fisica ci avrebbe dato più profondità e probabilmente avrebbe agito di sponda per qualche inserimento da dietro. Questo è segno evidente che esistono molti modi di giocare a spesso gli avversari sono diversi fra loro. Ad esempio è molto raro trovare una squadra mediamente piccola che pratichi un gioco aperto come l’Empoli.

È mancato Cancelo che in questo inizio di stagione si era distinto ed è mancato anche Chiellini. Con il capitano in campo non credo che gli empolesi avrebbero mostrato tanto in attacco. Purtroppo i giocatori devono riposare e le cosiddette riserve, che poi da noi riserve non sono, devono farsi trovare pronte. Si è distinto Bonucci per una volta che in questa prima parte di stagione è stato un po’ una spina nel fianco ma la nota lieta anzi lietissima è stata Ronaldo. Il rigore è stato trasformato con maestria e freddezza come da manuale del calcio, palla da una parte portiere dall’altra. Il secondo gol è qualcosa di eccezionale e veramente straordinario. Un tiro di rara bellezza. Ronaldo è giocatore che anche in una serata in cui non ha brillato particolarmente, mette a segno una doppietta e ti consente di portare a casa tre punti molto sudati. È un giocatore che fa la differenza, c’è poco da dire. Il suo secondo gol è un coniglio tirato fuori dal cilindro. Non so se la Juve senza quel gol avrebbe vinto. So che Ronaldo è sicuramente meglio avercelo, piuttosto che averlo contro.

Pagelle Empoli Juventus 1-2

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6,5 Portiere molto sicuro che da grande tranquillità, nonostante la difesa non è che oggi sia impeccabile. Non sbaglia una presa nonostante il vento. Sul gol ci arriva quasi.

De Sciglio 5,5 Primo tempo molto timido. Nel secondo viene fuori un poco di più e mette 3/4 cross alcuni anche discreti tuttavia, anche se non giocava da molto, la differenza con Cancelo si sente eccome.

Bonucci 6,5 Forse una delle sue migliori prestazioni da quando è tornato. Impeccabile su molte chiusure, sia di testa che di piede. Molto bene su una di queste davanti a Szczesny quando intercetta una palla deviata che poteva diventare pericolosissima.

Rugani 5,5 Non che abbia particolari colpe tuttavia patisce molto la verve dell’Empoli dal suo lato e il poco aiuto di Alex Sandro.

Alex Sandro 6 Nel primo tempo è uno dei più presenti tuttavia manca lo spunto veloce e il dribbling è quasi sempre da fermo, con il risultato che spesso non riesce, o si è bloccati sullo sfondare a sinistra come da ogni mancino che si rispetti. Il dover rientrare costantemente sul destro a questo punto lo limita parecchio.

Bentancur 5 Uno dei migliori in campo a Manchester oggi incappa veramente in una giornata no. Il centrocampo non funziona ed è principalmente colpa sua visto che Matuidi è straripante e Pjanic non demerita.

Pjanic 6 Nel primo tempo è uno dei meno peggio nel marasma generale. Nel secondo, pronti via, prende una traversa e poi va spegnendosi forse a causa di un infortunio. Pesante l’errore sul gol empolese quando non segue Caputo che è libero di tirare quasi prendendo la mira.

Matuidi 7 L’unico presente dal primo all’ultimo minuto. Da sempre la sovrapposizione ad Alex Sandro, si infila in ogni corridoio in avanti e sradica un numero infinito di palloni. Nel finale di partita non gli toglie la palla più nessuno. Un energia infinita. Fra le altre cose serve la palla a Ronaldo per il 2-1.

Dybala 6,5 Lo premio principalmente per il rigore che si è procurato con astuzia tuttavia una prestazione sufficiente ma non certo sfavillante.

Ronaldo 7 Anche lui questa sera ha avuto momenti non buoni soprattutto perdendo palle per eccesso di ghirgori inutili, tuttavia se oggi si è vinto, è praticamente merito suo. Il rigore è battuto da manuale ma  il secondo gol è da cineteca. Forza, potenza, effetto. Un tiro imprendibile.

Bernardeschi 5 Come Bentancur e forse peggio, questa sera veramente male. Non so se la sua gestione sia stata corretta. Nel momento in cui meritava una maglia da titolare perchè era il migliore di tutti è stato tenuto fuori da Allegri per recuperare Dybala. Non sono sicuro che sia stata una scelta corretta.

Cuadrado 6 Decisamente meglio di Bernardeschi ma questa sera ci voleva veramente poco. Bella una sua percussione che ci da l’impressione di poter fare il terzo. Forse avrebbe dovuto tirare.

Douglas Costa sv

Barzagli sv

Juventus 5,5 La Juventus peggiore della stagione, alcuni giorni dopo la migliore; che era quella vista a Manchester. Non saprei se è stanchezza o altro. Mi preoccuperei fosse presunzione. Certo l’Empoli ci ha messo decisamente in difficoltà.

Allegri 5 Questa sera la squadra non ha giocato bene è apparsa molle e senza idee. Si è recuperata la partita e poi sul 2-1 per noi, si è rischiato di nuovo di pareggiarla perchè si è lasciata totalmente l’iniziativa all’Empoli. L’ho visto arrabbiatissimo come non mai quindi anche lui non ha gradito questo tipo di prestazione, tuttavia la sua arrabbiatura evidentemente non è bastata a cambiare l’inerzia del match. Buonissimo questo risultato.

Arbitro 6,5 Non ha arbitrato male un poco non mi è piaciuto per aver consentito troppe perdite di tempo all’Empoli , perdite di tempo che poi sono magicamente finite sul 2-1 per noi. Il rigore a termini di regolamento mi pare ineccepibile. Molto ingenuo il difensore dell’Empoli a non frenarsi sullo slancio , molto furbo Dybala a frapporsi fra il difensore e la palla. Sul fatto che Dybala non faccia nulla per restare in piedi, se questa fosse una discrezione per non fischiare un rigore, credo che non andrebbero fischiati almeno un 60% dei rigori che si danno. Per la cronaca siamo alla decima giornata ed è il primo rigore assegnato alla Juve che non è difficile immaginare esser, fra le grandi, quella che ne ha avuti di meno.

Sesso Juve e Rock n Roll s02 e06

Immagine anteprima YouTube

Questa sera come al solito ore 22 Sesso Juve e Rock n Roll parleremo di

Report
Manchester Juventus
Marotta Inter?

Fender Stratocaster
Daft Punk introduzione alla musica elettronica (forse)

Elisabetta galimi
Paige spiranac
ines trocchia

Notte da giganti all’Old Trafford

Articolo di Alessandro Magno

Una grande grandissima Juventus ha avuto ragione del Manchester United e si è assicurata il passaggio del turno. La prova della squadra, soprattutto nel primo tempo, è stata stupefacente. Il Manchester è stato schiacciato nella propria metà campo, non tanto per un atteggiamento tattico tanto caro a Mourinho, quanto per la difficoltà dei propri giocatori a venire fuori, a tenere palla, a cercare di abbozzare una qualsiasi azione offensiva. La Juventus ha dato grande prova di tecnica e di mentalità. Il palleggio e il possesso palla ha rasentato la perfezione, con tantissimi giocatori coinvolti nelle azioni, e allo United è stato concesso davvero nulla. Il neo di questo grandissimo primo tempo è stato non aver affondato il colpo. Dopo la prima frazione e dopo un dominio così totale i gol alla casella Juventus dovevano esser minimo un paio inoltre al cospetto di una mole di gioco notevole non si è prodotto moltissimi tiri in porta. E’ sembrato il primo tempo contro il Genoa ovviamente con le dovute differenze visto che il Manchester in ogni caso campioni ne ha eccome. Pogba non è pervenuto, imbrigliato nella ragnatela dei nostri centrocampisti. Dietro Bonucci e Chiellini soprattutto hanno giganteggiato e raccolto il plauso finale anche dell’allenatore avversario. Martial e Lukaku ridimensionati.Poi Dybala ispirato fa gol e Ronaldo fa Ronaldo. C’è poco da dire su Cr7. Ho l’impressione che tutti gli altri si sentano sotto esame vicino a lui e facciano qualcosa in più quasi per non deluderlo. Questo è stato evidente in giocatori come Bernardeschi nella prima parte della stagione e oggi nello stesso Dybala. Ieri mi ha dato questa impressione Alex Sandro, completamente trasformato rispetto alla passata stagione. Non che Ronaldo stia sempre in partita ci mancherebbe, anche lui non è ancora perfetto, ma il carisma che ha, basta e avanza per far dare a tutti quel qualcosa in più.

Nel secondo tempo per almeno altri 20 minuti la Juventus non ha patito nulla e ha continuato a dominare. Fra il 65mo e il 75mo è venuto fuori un poco il nostro avversario. Hanno preso un palo su un azione estemporanea frutto di una palla persa da Bentancur che fino a quel frangente si era particolarmente distinto. Niente di particolarmente eccezionale se non lo spavento. Allegri ha ridisegnato la squadra con Barzagli e gli altri 2 cambi che non hanno dato in verità molto ma almeno ha tolto gente stanca dal campo e tanto è bastato. Barzaglione ha contributio con l’esperienza a portare a casa l’1-0 e i tre punti. E’ stata una gran bella serata. Il risultato è stretto e lo è soprattutto per merito di De Gea molto bravo un paio di volte su Ronaldo e una su Matuidi. Szczesny ha fatto qualche parata molto molto tranquilla. Ripeto a parte il palo il Manchester non ha fatto niente di che. La Juventus così stacca gli inglesi in classifica e si porta a 9 punti nel girone a una vittoria dal primo posto matematico. Erano anni che non accadeva che facessimo 3 vittorie su 3 nelle prime tre partite del girone. La Juve, che era già forte prima, oggi pare avere una mentalità più europea e una maggiore convinzione dei propri mezzi. La panchina poi è molto forte. Ieri sono entrati tre giocatori che sarebbero titolari ovunque ed erano fuori Khedira, Emre Can e Mandzukic per infortunio, diciamo non proprio gli ultimi arrivati. Nonostante questo la Juventus ha vinto di misura ma con grandissima personalità. Ecco questa qualità è quella che dovrà esser maggiormente messa in risalto in questa partita. Restano abbastanza evidente i grandissimi margini di miglioramento che ancora possiede questa squadra. Intanto ne ha dato un assaggio in questa bella serata. Una serata speciale. Una serata da gladiatori nell’arena dei leoni.

Pagelle Manchester United Juventus 0-1

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 7 Sempre molto attento e molto sicuro. Anche con i piedi molto bravo. Fortunato sul palo di Pogba.

Cancelo 7,5 Primo tempo da migliore in campo secondo tempo cala in modo vistoso forse deve recuperare un poco di forze visto che è stato molto sfruttato.

Bonucci 7 Una grande partita. Oggi molto concentrato sui cross perde una palla nel finale ma poi recupera e si prende fallo. Ottimo un anticipo in area in scivolata su Lukaku. Molto prosositivo anche su alcuni sganciamenti.

Chiellini 8 Probabilmente il migliore in campo per forza, audacia, grinta. Non trovo nulla di sbagliato in tutti i suoi interventi. Dominatore assoluto dell’area di rigore. Avversari annullati.

Alex Sandro 7 Trovo che nel primo tempo è stato molto attento sulla difensiva e poco propositivo. Nel lungo termine invece a differenza di tutti gli altri è venuto fuori e ha iniziato un bel duello con il loro capitano e spesso lo ha vinto.

Bentancur 7,5 Mi è piaciuto moltissimo nel primo tempo. Corsa e tanta qualità. Inserimenti. E spesso una posizione da mezzo trequartista. Nel secondo tempo cala vistosamente e regala lui la palla a Pogba in cui rischiamo di prendere il gol. Ma lo voglio premiare lo stesso con un voto alto. E poi chissà che questa palla che sbatte sul palo e poi su Szczesny e poi va fuori, non sia un segnale.

Pjanic 7 Una grande partita. Non gli ho visto sbagliare passaggi e probabilmente è l’unico che nel secondo tempo non commette gravi errori. Concede a Bentancur e Matuidi la facoltà di inserirsi e lui resta a presidiare la parte alta della difesa con grande acume tattico. Mi mancano pero’ i suoi tiri dal limite.

Matuidi 7 Corsa corsa corsa sacrificio e tanti inserimenti. Una rottura di scatole costante per tutti gli avversari. La lucidità non è il suo forte ma praticamente annienta Pogba che se non fa una grande partita è merito di Blaise.

Dybala 7,5 Un ottimo primo tempo un gol meritato e tante belle azioni in duo con Ronaldo. A volte si cercano anche troppo ma è un piacere per gli occhi vederli. Oggi bene bene anche in mezzo al campo quando viene a prendersi palloni e resiste a molte cariche.

Ronaldo 8 La sua presenza mi pare di poter dire, che da una grande sicurezza a tutta la squadra e probabilmente anche mentalità. Mi piace molto come si è calato nel gruppo , non da star ma come un condottiero. Ecco se Chiellini è il Capitano vero Ronaldo mi pare il Capitano in pectore.

Cuadrado 6 Ha corso come un matto e si è sacrificato anche a difendere ma questa sera non mi è piaciuto per niente. Quasi tutti i palloni che ha toccato li ha persi. Su alcuni contropiedi ha perso i tempi di gioco nel fare il passaggio. Spesso era troppo avanti o troppo dietro al passaggio dei compagni , pure sul gol si inciampa. Lo premio per l’impegno ma lo avrei tolto a fine primo tempo.

Barzagli sv
Bernardeschi sv
Douglas Costa sv

Juventus 8 La Juventus del primo tempo è da 9,5 , 10 se avesse fatto almeno 2 gol. Poi ok un poco di equilibrio nel secondo tempo qualche rischio pure per noi ma fondamentalmente la Juventus è venuta qui e ha dominato. Il risultato è anche un po’ stretto per merito di De Gea. Migliore in campo questa sera lo do alla squadra.

Allegri 7,5 Tutto perfetto tutto preciso applausi per lui grande vittoria e gioco molto bello soprattutto nella prima frazione. Risultato giusto e meritato. Qualcosina da obiettare su Cuadrado tenuto in campo per 75 minuti e i cambi fatti troppo tardi secondo me.

Arbitro 6,5 Ha diretto senza fare danni ma secondo me ha concesso a loro troppi falli. Credo che la Juventus abbia subito almeno una decina di falli tattici su ripartenza e nessuno di questi è stato sanzionato con il giallo. Trattamento casalingo eccessivamente di comodo.

 

Mourinho 0 Onestamente la sua squadra gioca da cani. Pogba nonostante qualche giocatina a vederlo altro che 100 milioni, 30 sono pure troppi. E questo grazie alla cura del portoghese. Il nostro pubblico si diverte a prenderlo per i fondelli ma lui che risponde francamente fa cadere le braccia. Un far finta di non sentire sarebbe stato piu’ dignitoso.

Impressioni dallo Stadium E02

Juventus Genoa

Articolo di Iuliana ”Giulia” Bodnari

Vorrei raccontarvi qualcosina di diverso ecco . Dunque sapendo che la Sud sarebbe stata chiusa e tanti miei amici penalizzati dal comportamento altrui, tifosi come me sostenitori della Juve iscritti a club Doc . Anch’io iscritta al club Juve di Bologna e quando si può andiamo e quest’ anno siamo molto fortunati con gli orari e il gioco al sabato orario decente. Cosi sapevamo che sarebbe stato difficile andarci col Genoa ed ero gia preparata mentalmente quando mercoledì mattina arriva la telefonata di Febbo mitico Presidente che mi dice : Iuliana si va . Vengono a prenderci all’uscita autostradale verso le13. Curva N secondo anello stiamo arrivando!!! Comincio in fretta e furia messaggiare miei amici per l’orario di arrivo. Avverto soprattutto mio amico Stefano Croce che conoscevo solo virtualmente grazie alla trasmissione radiofonica del fratello Ben “SJR” da subito c’è stato feeling l’intesa , come se ci conoscevamo da tantissimi anni. Una piacevole sensazione e stavo gia sorridendo solo al pensiero di come sarebbe stato il nostro primo incontro visto che noi non ci siamo mai visti. Informato dell’orario d’arrivo ci avviciniamo , si entra sulla bretella della tangenziale di Torino quando cominciammo a vedere il Pennone dello Stadium da lontano. Stefano mi dice che lui è gia lì e aumento il passo.mi spiega che aspetta nella piazzuola della curva N Ok avanti tutta . Quando ci si arriva chiamo Stefano chiede dove siamo ? Davanti al parcheggio dei pullman . Guarda Iuliana lui mi dice c’è un bus giallo ed io sono quello che ti sta salutando e ti fa cenno con la mano e ti dice Ciaoooooo
Hey Stefano sei uguale tale quale al tuo fratello Benny aaahhhaaa e ci abbracciamo ci stringiamo la mano fortemente . Parliamo tutti insieme le parole s’incrociano ed i sorrisi spuntano agli angoli delle labbra. Stefano prende delle sciarpe che ho portato con me lui sapendo del mio impegno per la memoria Heysel , la cura del monumento unico che esiste nel mondo alla memoria della tragedia ,unico nel suo genere opera dello scultore fiammingo Gido Vanlessen. Stefano mi dice che farà tutto quello che in suo potere per spargere la voce sulla nostra realtà perché secondo lui si sa poco del Comitato di RE, molta gente non sa e nemmeno sa la storia di Heysel. Passo parola Iuliana promesso e ci salutiamo augurandoci buona partita FinoAllaFine . Che lo spettacolo abbia inizio . Cordiali saluti a tutto lo staff dello SJR. E del Blog.

Iuliana Bodnari Presidente comitato Heysel Reggio Emilia

Un pari che secondo me ci farà bene.

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Ogni anno come fosse ormai una tradizione consolidata, accade questo tipo di partita. Alcune le pareggiammo, altre le perdemmo. Ricordo Juve Lecce 1-1 in casa che a momenti ci costa il primo scudetto, ma anche Fiorentina Juventus 4-2 dopo esser stati in vantaggio 2-0 a mezz’ora dalla fine. Ricordo un pari con il Frosinone all’ultimo respiro su un angolo, un pari con il Catania in casa se non erro (sempre primo anno), una sconfitta con il Parma già retrocesso e fallito dopo un lunghissimo filotto di vittorie consecutive, stessa cosa uno 0-0 a Bologna anche li dopo molte vittorie e, l’anno scorso, il pareggio 1-1 a Crotone prima della sconfitta in casa con il Napoli che ci fece prendere grande spavento per il quasi aggancio da parte dei nostri avversari. Cosa hanno in comune tutte queste battute d’arresto, fondamentalmente tre cose: 1 – il fatto che capitano ogni anno nonostante siamo forti e nonostante ci rafforziamo, segno che evidentemente anche se proviamo ad esser extraterrestri restiamo umani. 2 – I tifosi che perdono la testa e si abbandonano e pianti smodati e ad affermazioni pesantemente negative quando non a veri e propri insulti, contro giocatori e soprattutto l’allenatore, segno che sono molto abituati bene e quindi viziati e che non comprendono che questo tipo di partite evidentemente e umanamente capitano. 3 – Che prontamente la Juve essendo una squadra preparata e forte sia mentalmente che tecnicamente ha sempre reagito alla grande dopo diciamo questo calo fisiologico.

Veniamo alla partita con il Genoa. Ho sentito parlare da tifosi che ne capiscono di questa sconfitta in termini sia di lezione di Juric ad Allegri sia di ”vergogna” per come i giocatori della Juventus avrebbero affrontato l’avversario. Le 2 cose non mi trovano per niente d’accordo. La prima, la lezione non c’è proprio stata, in nessun frangente. Juric ha fatto esattamente come tutti gli altri che fino a qui ci hanno affrontato e hanno perso. Ha messo il pullman davanti alla porta e ha cercato di non prendere gol. Preso il gol ha continuato a cercare di non prendere altri gol e ha sperato, quasi pregando, che gli capitasse il colpo a sorpresa. Il bingo. Il superenalotto. Il Genoa ha segnato in modo del tutto insperato e inaspettato pure per se stesso. Il gol preso da noi è qualcosa da portare a ”Mai dire gol” alla voce gollonzi. Lasciamo perdere non c’è alcun tipo di lezione. Piuttosto è come il ragazzo che non ha studiato e si presenta all’interrogazione e prega che il buon Dio gliela mandi buona e succede che il Prof gli chieda giusto le 4 cose che sa e la ”sfanga ”con un 6 insperato. Ecco questa è la partita di Juric e del Genoa. Ha fatto esattamente quello che han fatto tutti gli è capitata solo la giornata fortunata.

Sul vergognoso, a parte che non sono d’accordo, ma non trovo veramente il contesto per vergognarmi di questa squadra. Non mi vergognavo quando facevamo 3-3 col Siena in casa o venivamo presi a pallonate dal Fulham o battuti sempre in casa dal Catania 2-1 e ne avrei avuto ben donde, non capisco come si possa considerare la vergogna per una squadra che vince quasi sempre da 7 anni di fila, che migliora di anno in anno e che ultimamente spesso, non solo vince, ma domina l’avversario. E’ un concetto questo che non solo non mi entra nella testa ma rifiuto. Qualcuno ha provato a spiegarmi che la Juve ha pareggiato per un eccesso di superiorità che a un certo punto è scaduto nella presunzione. E’ vero la Juve aveva così in pugno la partita e il controllo del gioco che ha peccato di presunzione arrivando a credere che il Genoa non potesse mai segnare. Questo è un errore che una squadra non deve mai fare. Tuttavia quando sei forte succede. Tuttavia se non corri pericoli viene spontaneo non stare sempre sul chi va là. Inoltre in questo eccesso di presunzione io non ho visto arroganza. Non ho visto la Juve prendersi gioco del Genoa o i nostri giocatori dileggiare gli avversari. Piuttosto ho visto un eccesso di sicurezza ma non certo poco rispetto per gli altri. Allora di cosa stiamo parlando? E’ vero che la Juve è condannata a vincerle tutte. E’ anche vero che è umanamente impossibile riuscirci. Quindi calma e gesso che la squadra è forte. E’ veramente forte.

Pagelle Juventus Genoa 1-1

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szczesny 6,5 Molto bravo su un tiro insidioso di Piatek dalla distanza che devia in angolo con prontezza. Sul gol non mi pare di potergli dare colpe.

Cancelo 7,5 Devastante per un ora si sfianca in lungo e in largo cercando di imbeccare i compagni che non sempre lo seguono. Migliore in campo per distacco. Nel finale è veramente esausto anche se ancora avanza.

Bonucci 5 Gioca una buona partita e forse anche qualcosa in piu’ ma l’errore sul gol è troppo grave.

Benatia 5 Anche la sua partita era buona ma vale lo stesso discorso per Bonucci non puo’ tutta la difesa pensare che la palla sia uscita e inizare a chiacchierare fra loro. Errore da terza categoria.

Alex Sandro 5 Stesso discorso per Benatia e Bonucci sono loro tre che dormono e fanno fare un gol al Genoa che probabilmente non avrebbe mai fatto.

Benatancur 6 Partita ordinata. Non brilla ma nemmeno demerita.

Pjanic 5,5 Gioca da regista vecchia maniera girando la palla da una parte e dall’altra cercando sempre la semplicità. Una volta sola cerca un imbeccata per ronaldo ma è forzata e il campo è finito. Sarà che ha tanta classe ma mi aspetto molto di piu’ da lui.

Matuidi 6,5 Il suo lo fa sempre ed è un grandissimo recuperatore di palloni. Se per un ora il Genoa non riesce mai a ripartire è merito del suo pressing. Sacrificato per fare entrare gli attaccanti.

Cuadrado 6 E’ sempre tentato di strafare finendo per fare la cosa sbagliata, tuttavia il suo impegno, la sua corsa, e il suo volersi proporre aiuta molto la squadra che dal lato suo e di Cancelo non ha grossi problemi.

Ronaldo 6,5 Segna un gol di opportunismo, prima prende un palo clamoroso. Sull’1-1 cerca quasi di vincerla da solo ma non è serata.

Mandzukic 4,5 Non mi è piaciuto. Forse sacrificato al pressing arriva sempre un attimo dopo sui vari cross dei compagni.

Dybala 6,5 Entra molto bene in campo e tira molte volte in porta. Peccato avere un poco la mira sbagliata. Nonostante questo è uno dei migliori in campo.

Douglas Costa 5 Se doveva giocare per Mandzukic dall’inizio ed è questo visto sinceramente uno vale l’altro. Sbaglia troppi palloni e si incarta troppe volte da solo.

Bernardeschi sv.

 

Juventus 5 Due punti buttati per eccesso di sicurezza quando si era in totale controllo della partita. Si regala un gol in modo sconcio. Un pari che serve da monito a tutti. Non si deve mollare sull’1-0 anche se si è nettamente superiori all’avversario perchè puo’ sempre capitare di prendere un gol stupido.

Allegri 5 Ovviamente si prende la sua parte di responsabilità, la squadra entra troppo rilassata nel secondo tempo andando a un passo piu’ lento di un allenamento. Forse era il caso di fare qualche cambio prima. Inoltre oggi Mandzukic non ha ripagato proprio la sua fiducia.

Arbitro 6,5 Ha arbitrato all’inglese lasciando secondo me troppo picchiare i genoani, e mi stupisco come Romulo riesca a non esser ammonito per tutta la partita. Mi piacerebbe rivedere tanto se la palla rimbalza tutta fuori o in parte sulla linea nel gol del Genoa visto che quando capita una cosa per noi la fanno vedere in 340 inquadrature diverse e questa non ho avuto modo di rivederla bene, perchè ho l’impressione che la palla fosse tutta fuori. In ogni caso non si è pareggiato nè per l’arbitro e nè per il guardalinee nel caso avesse sbagliato, ma per eccesso di sicurezza.

Io non amo la nazionale.

Articolo di Alessandro Magno

Finalmente è finita questa agonia. Grazie a Dio Sabato torna il campionato. Non amo la nazionale lo dico senza mezze misure. La amavo moltissimo. Sono stato bambino e ho vissuto con entusiasmo la vittoria della Coppa del Mondo del 1982 uno dei primi eventi calcistici mediatici internzionali cui ho assistito. Avevo persino completato l’album panini e fatto ancora una fisarmonica di figurine con tutti i giocatori che han vinto il Mondiale. Saprei ancora elencare la rosa uno per uno compreso i Galli, Baresi, Selvaggi, Massaro che non giocarono neppure un minuto. Ho seguito nel corso degli anni sempre con passione le gesta della nazionale italiana ( non è un caso che non dica nostra nazionale). Ricordo bene il Mondiale sognato con Vicini, quello sfiorato con Baggio e anche qualche delusione tipo la disfatta contro la Corea per colpa di quel farabutto e delinquente di Byron Moreno. Ricordo con delusione e rimpianto il secondo posto all’Europeo con Zoff, immeritato perchè si meritava il primo, ma la Francia fu molto fortunata. E ricordo oggi con amarezza e un leggero affetto il Mondiali del 2006 dove la solita banda di gobbi, piu’ qualche altro, ha portato l’Italia alla conquista del Mondiale, con grande piacere e festa di tutta la nazione e di tutti gli italiani. Rammento io e lo rammento ad altri il pallone d’oro scippato da Cannavaro appena passato al Real Madrid (sempre prodigo in scippi di premi) al nostro Buffon con comunque due bianconeri sul podio ai primi due posti. La finale poi con tantissimi bianconeri ed ex bianconeri e futuri bianconeri da ambo le parti. Credo che mai una squadra contribuì in maniera così sostanziosa a una finale Mondiale. E ricordo soprattutto come l’Italia e gli italiani trattarono la Juventus e solo la Juventus dopo quel Mondiale. La Juve in B penalizzata costretta a vendere quasi tutti i suoi titolari e tutte le altre squadre coinvolte salvate o con punizioni blande, o addirittura premiate al posto dei bianconeri.

Oggi sono passati svariati anni ma io ho smesso di amare la nazionale italiana quella sera a Berlino. Una nazione intera colta dall’odio e dalla sete di vendetta consumò il suo omicidio sportivo. Io e alcuni altri, pochi o tanti che siano stati, ci ritrovammo a seguire la nostra squadra in B dimezzata. Pochi o tanti ma non tutti. Da quel giorno, quel giorno a Rimini la mia nazionale è diventata a strisce bianconere. Non mi importa chi mi giudica rancoroso. Non mi importa che qualcuno mi segua. Non ho proselitismi in questione da fare. Ho 2 figli che quando gioca la nazionale la seguono con trasporto e aimè li ho visti soffrire molto per l’eliminazione dal Mondiale contro la Svezia. A me invece, che non avevo mai visto in vita mia un’Italia dover rinunciare a un Mondiale, non ha fatto nè caldo e nè freddo. Così come non mi appassionano Chiesa, Insigne, Verratti, Florenzi e chi piu’ ne ha piu’ ne metta. Non tifo contro. Assolutamente no. Il gufare mi demoralizza. Lo considero arte dei perdenti.Non tifo contro nemmeno le avversarie della Juve figuriamoci se tifo contro la nazionale. Tuttavia la maglia azzurra non mi da nessun trasporto. Mi emoziona vedere di piu’ la nazionale di pallavolo o una qualche tennista o nuotatrice nostrana. Per me oggi esiste la Juve e la squadra della Figc. Quando quest’ultima gioca ho solo due pensieri: che nessuno dei nostri giocatori si faccia male; e che questa pausa termini prima possibile per rivedere i miei ragazzi giocare a calcio. E i miei ragazzi sono quelli con la maglia bianconera.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web