Archivio Categoria: Il Blog

Domenica 23 Aprile 2018 Juventus-Napoli ore 20.45 Allianz Stadium – Torino


Scritto da Cinzia Fresia
Tutta l’Italia in trepidazione per il super match di domani sera, tra la Juventus e il Napoli, una partita che non ha bisogno di troppe parole, il NapolI vuole vincere a tutti i costi per riaprire il campionato, la Juventus caduta in trappola in quel di Crotone, deve vincere a tutti costi.
Non sara’ una passeggiata per Massimiliano Allegri, il quale ufficialmente non si sbilancia sulla formazione e modulo, l’allenatore della Juventus sostiene di avere, a parte Sturaro, la rosa a disposizione e in salute, quindi ci pensera’.
Alla domanda riguardante Dybala, il tecnico risponde che sta bene e di rimandare a domani l’intenzione se schierarlo da subito oppure no.
E’ evidente che Allegri desideri la maggiore riservatezza in questo momento alquanto delicato per la squadra che ha perso 2 punti mercoledi’ scorso, la sconfitta sarebbe per noi una catastrofe.
La Juventus negli scontri diretti, soprattutto con il Napoli, ha sempre reagito e disputato grandi prestazioni, e noi ci auguriamo che sia cosi’ anche domani, la Juventus dovra’ essere forte fisicamente e psicologicamente, piu’ forte degli arbitri.

Sesso Juve e Rock n’Roll No.21. Questa sera ci viene a trovare Cinzia.

 

Immagine anteprima YouTube

 

Questa sera nuova puntata da SJRnR come al solito ON AIR alle 22-30 circa il LINK

 

La scaletta:

 

 

Calcio
Crotone Juventus
Crozza vs Benatia
Juventus Napoli

Donne – Le piemontesi.
Cristina Chiabotto
Elisa Isoardi
Alessia Ventura
Carla bruni
Stefania Rocca
Alba Parietti

Rock n’Roll

Rush

Compleanni
Ritchie Blackmore, Hanry Mancini, Freak Antoni (Skiantos), Afrika Baambaata, Mike Portoney (batterista Dream Theater)

Anniversari morti
Guru (Rapper), Joey Ramone, Eddie Cochran

I Bon Jovi inseriti nella RnRHF

Consigli disinteressati per disadattati

 

2 punti buttati dalla finestra.

Articolo di Alessandro Magno

Una delle Juventus più brutte della stagione pareggia in malo modo contro il Cortone s si complica un poco la vita nella lotta scudetto. Certamente a questo punto della stagione avere 4 punti di vantaggio non è cosa da poco ma arivare allo scontro diretto con un bonus di 6 punti era veramente una grande cosa invece oggi contro il Napoli non bisognerà assolutamente perdere. Speriamo solo che questo pareggio avvenuto fra l’altro con un altra beffa in rovesciata scateni almeno nel gruppo quella rabbia agonistica che gli ha permesso di reagire sempre nei momenti di difficoltà.

Oggi troppi giocatori sono stati abulici come Marchisio Dybala lo stesso Alex Sandro che dopo il gol è tornato a dormire come suo solito, altri si sono dimostrati grandemente non all’altezza Rugani e soprattutto Sturaro e me ne dispiaccio perchè sono tutti ragazzi a cui voglio bene. Tuttavia giocare nella Juventus significa non mollare mai e a Crotone si va per vincere sempre.

Non esente da colpe questa volte il mister con le sue scelte. Come detto lui che è un mago del turnover questa volta non ha avuto le risposte sperate da chi è stato chiamato in causa dopo tanto. Tardiva molto tardiva la sostituzione di uno spento Dybala. Altre volte ci aveva pensato con dei cambi di modulo a scompigliare le carte avversarie. Questa volta si è preferito continuare con il 433 con la calma che prima o poi il gol sarebbe arrivato e invece non è arrivato.

A parziale discolpa ci sono stati 2 interventi prodigiosi di Corda su Matuidi e su Higuain però davvero è stata troppo poca la propulsione offensiva della Juventus. Anche l’innesto di Bentancur questa volta non ha prodotto il cambio di marcia sperato. Il ragazzone è volenteroso ma tante volte è acerbo e questa volte ha fatto più danni che altro perdendo palloni pericolosi sulla trequarti che potevano causare ripartenze fatali. Per fortuna avevamo contro il Crotone e non una squadra più forte perchè almeno si è preso un punto.
Domenica sera contro il Napoli bisognerà veramente usare un altro registro. Certo che brucia davvero il sedere perdere 2 punti così.

Pareggio annunciato

Quest’anno la Juventus sembra due squadre, la prima fanstastica, eccellente, che rifila tre gol al Real Madrid, l’altra a stento pareggia con Crotone e Spal come due gemelli diversi, Qual’e’ percio’ la vera Juve?
Non quella di stasera, che miseramente regala 2 punti al Napoli, ‘ perche’ sarebbe stato troppo bello arrivare a domenica con 6 di vantaggio.
Allora, le due gemelle diverse, non hanno nulla a che spartire l’una con l’altra, se non il colore della maglia.
E’ l’unica spiegazione plausibile al match allo Scida, di cui confesso temevo .. il risultato, e posso dire che il pari considerata la qualita’ della prestazione, va ancora bene.
L’unica conferma e’ il Douglas Costa, un assist: un gol, continua il periodo di forma strepitosa del Brasiliano, migliore im campo, al contrario di Higuain e Dybala che considerarli latitanti e’ un complimento.
Soprattutto Dybala pare essersi staccato dal suo ruolo di bomber, raramente tira in porta e se lo fa e’impreciso, per non parlare di Higuain, che succede ai nostri Argentini?
Una volta le squadre di bassa classifica quasi non osavano contrastare la prime, nemmeno per scherzo, e soprattutto la Juve, di cui si aveva un rispetto assoluto, oggi e’ cambiato tutto, le secondarie si battono senza complessi e con chiunque, in particolare se in ballo c’e’ la salvezza, diventa piu’ preoccupante la Spal del Milan.
Diciamo che la Juventus si e’ nuovamente fatta soprendere, in sostanza, pareva fosse finito li’ al termine del primo tempo, i nostri troppo sicuri di vincere avevano abbassato il ritmo, il Crotone invece non c’e’ stato, tant’e’ che hanno cominciato a correre come dei forsennati, che dai che ti ridai e’ saltato fuori un gol.
I nostri ci hanno provato in tutte le maniere ma nulla da fare, grande delusione dell’allenatore, il quale ha definito la partita dei suoi “brutta”.
Appuntamento a domenica per la super sfida scudetto contro la terribile seconda, che stasera da perdente ha reagito rimontando e segnando ben 4 gol. Arrivera’ il Napoli con il coltello tra i denti, e non possiamo che sperare nella Juventus del Bernabeu.

Pagelle Crotone Juventus 1-1

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6 Molto reattivo sui pochi tiri che il Crotone effettua. Bravo sulla punizione in area. Sul gol la tocca ma non ci arriva.

Lichtsteiner 6 E’ uno dei più propositivi anche nel finale. Anche se non sempre preciso.

Rugani 5 Molto timido sul gol. Non contrasta l’attaccante crotonese che è libero di coordinarsi e colpire al meglio.

Benatia 6 Nel primo tempo è uno dei migliori in campo poi qualche piccolo sbandamento. Sulla rovesciata di Simi è lui più lontano che tenta l’intervento in spaccata invece d Rugani.

Alex Sandro 5,5 Quasi solo il gol. E’ vero che Douglas Costa davanti a lui fa quasi tutto da solo pero’ quasi mai una sovrapposizione quasi mai un cross.

Sturaro 4,5 Volenteroso ma praticamente inutile. MI dispiace perchè non sono uno dei detrattori di Stefano però quando ti fanno giocare bisogna fare la differenza . Per lo meno contro il Crotone.

Marchisio 5 Un bel lancio per Higuain poi quasi nulla. Passaggi lenti e prevedibili il più delle volte all’indietro, passo cadenzato da amichevole estiva. Anche per lui vale il discorso di Sturaro, quando hai un opportunità devi mangiare la terra.

Matuidi 6 Molto casinista come al solito però per lo meno è uno dei più volenterosi nel finale a voler trovare il gol.

Dybala 4 Nel primo tempo irritante. Nel secondo tempo un poco meglio ma nell’insieme quasi nulla di produttivo e una miriade di palle perse. Almeno gli altri un poco di voglia in campo ce l’hanno messa.

Higuain 5 Innegabile l’impegno pure per lui ma polveri bagnate e un tiro a colpo sicuro che finisce nei piedi del portiere.

Douglas Costa 6 Ancora una volta il migliore anche in una partita mediocre. Il solito assist per il gol e molte serpentine riuscite. Predica nel vuoto.

Benatancur 5 Produce una buona percussione in area che libera Higuain a colpo sicuro ma tante troppe palle perse in mezzo al campo che creano pericolo per la nostra difesa.

Cuadrado 6 Volenteroso come Douglas Costa. Mette una serie di cross non tutti perfetti va a saltare per colpi di testa nella speranza di trovare la soluzione vincente.

Bernardeschi sv. Entra troppo tardi.

Juventus 4 Un ora e 20 giocato sotto ritmo poi un forcing finale inutile che andava fatto prima. Sfortunati su 2 conclusioni in cui Cordaz si esalta ma troppo poco per battere un Crotone che si deve salvare con il sudore e il sangue. Lo scudetto si è certamente complicato.

Allegri 4 Evidentemente non riesce a motivare la squadra. Il suo turnover questa sera gli si rivolta contro. Sturaro e Marchisio fra i peggiori. Dybala da sostituire molto prima.

Arbitro 6 Il solito che vuol fare bella figura. Comunque non incide sul risultato.

Crotone – Juventus Mercoledì 18 Aprile ore 20-45.


Scritto da Cinzia Fresia
Juventus: prossimo obiettivo Crotone, vietato sbagliare parola di allenatore. Massimiliano Allegri vuole presentarsi al big match contro il Napoli, mantenendo il vantaggio inalterato, per il tecnico domani sara’ la vera partita scudetto,
la Juventus ha pero’ dimostrato di soffrire con le ultime in classifica, quindi dovra’ saper imporre il suo gioco praticamente da subito, evitando di concedere troppo spazio alla squadra calabrese.
Dall’altra parte il tecnico avversario Walter Zenga riconosce la qualita’ della Juve, pur non temendola, giurando che i suoi si impegneranno al massimo per ottenere il miglior risultato possibile.
Masssimiliano Allegri concedera’ un turno di riposo a Buffon e Chiellini, e fa sapere di non voler piu’ sentire domande circa sul il rigore concesso al Real, e su cio’ che ha pubblicamente sostenuto Buffon al termine di Real-Madrid- Juventus, Idem per l’affaire Benatia-Crozza.

Il riallungo.

Articolo di Alessandro Magno

Qualche settimana addietro parlammo0 di allungo e poi dopo il pari contro la Spal , simpaticamente di ”riaccorcio” ora come già previsto da me la scorsa settimana quando nell’articolo definii insidiosa la trasferta del Napoli a Milano possiamo riparlare di riallungo. Ovviamente sperando che a Crotone non si butti qualche punto importante per strada, ma sono quasi sicuro che non si farà questo errore. La Juventus come tutti a questo mondo, a volte inciampa o sbaglia, ma difficilmente questa Juve lo fa 2 volte di seguito.

Contro la Samp è stata abbastanza dura. Direi più dura di quanto il risultato finale poi racconti. Soprattutto nel primo tempo loro hanno bloccato tutte le nostre linee di passaggio e fatto un calcio di grande intensità venendo a pressarci alti fino a ridosso di Buffon e costringendoci di fatto a giocare orizzontalmente. Noi abbiamo più volte provato a cambiare fronte di gioco con lunghi lanci da una parte e dall’altra, ma la manovra troppo lenta è prevedibile ha quasi sempre fatto si che non si guadagnassero metri. Cuadrado e Dybala quasi mai hanno saltato l’uomo e creato superiorità numerica, Pjanic è stato ben controllato e sopraffatto poi da un infortunio. Fortunatamente Allegri dispone di molte frecce al suo arco e la prima tolta dalla faretra, ovvero Douglas Costa è risultata decisiva. Splendida prova la sua. Serviva uno che saltasse l’uomo e facesse saltare gli schemi ai nostri avversari e il brasiliano in questo si è rivelato ottimo. 3 assist, uno addirittura al primo pallone toccato, un quasi gol di destro. Prova superlativa.Encomiabile e da apprezzare anche la prova di Howedes, questo oggetto misterioso si è fatto vedere per quello che si conosceva, un ottimo difensore con piedi buoni e propensione al gioco, bravo di testa e molto arcigno fisicamente. Resto scettico sul fatto che possa tornare utile nel lungo termine, davvero troppi gli infortuni per uno che ha saltato quasi tutta la stagione, però almeno si giustifica il fatto di averci provato a recuperarlo. E poi alla fine chissà.

Per quanto riguarda il campionato la Juve non è che brilli moltissimo ma il Napoli pare stare peggio. Soprattutto pare siano in riserva fissa e segnino abbastanza poco, anche se oggi uno buono potevano farlo e li ha fermati Donnarumma. Sarebbe veramente importante arrivare allo scontro diretto con questo vantaggio, anche perchè con 6 punti di vantaggio qualora dovessimo vincere contro il Napoli, 9 punti a 4 giornate dalla fine sarebbero una manna. Tuttavia è presto per fare di questi calcoli. Ormai i punti iniziano ad esser pochi e tutti decisivi. Abbiamo 3 scontri importanti, Inter e Roma in trasferta e Napoli in casa. Mancano 6 giornate che fanno 18 punti. Il Napoli deve farli tutti mentre al momento a noi ne basterebbero 13. Iniziamo a vincere a Crotone.

Vai Benedikt …


Una vittoria piu’ che meritata mette un cerotto momentaneo alla delusione cocente circa la Champions, Il Napoli ha perso punti, un’occasione da non perdere per allungare il vantaggio a piu’6 e presentarsi alla sfida contro i partenopei, con un vantaggio piu’ rassicurante.
Un super- decisivo Douglas Costa ha acceso la luce e confermandosi uomo chiave del centrocampo, autore di tre splendidi assist trasformati in gol: Momento d’oro per Mario Mandzukic gia’autore della splendida doppietta a Madrid che ha avuto il merito di sbloccare la partita, che non decollava.
Un esordio con il gol per Benedikt Howedes, finalmente in campo, ottima prestazione per lui nonostante giocasse la prima partita completa dopo un lunghissimo stop.
Insomma tutto bene, la Juventus non si abbatte alla sfortuna anzi reagisce, la maratona in campionato prosegue gia’ mercoledi’ contro il Crotone e poi Domenica lo scontro-scudetto, con il Napoli.
Un passo alla volta la Juve consolida il suo obiettivo, la conquista dello scudetto diventa necessario per rimarginare la ferita che restera’ aperta per un po’.
Ma stasera la squadra sembrava serena, il nostro portiere Buffon appariva rilassato e propositivo, eppure, sembra che sara’ proprio lui a pagare le conseguenze in quanto potrebbe subire una squalifica lunga che comprometterebbe anche il campionato.
Ci sono tanti pensieri sul futuro della panchina della Juventus, attualmente, e’ comunque ancora troppo presto per fare previsioni e Massimiliano Allegri sostiene di non aver ancora incontrato la societa’ quindi deciso nulla a suo riguardo.
Noi tifosi forse siamo ancora vulnerabili per esprimere cosa ci piacerebbe, cio’ che abbiamo assistito al Bernabeu ci indica che esistono ambienti che comandano
E decidono a scapito del buon senso. Per fare una giusta analisi, bisognerebbe valutare l’andamento dall’inizio alla fine, non ci spiegheremo mai per esempio, come mai Cuadrado non entro’ in tempo utile per poter segnare evitando i supplementari .. Come una sliding doors, mi piacerebbe tornare indietro nel tempo e farglielo effettuare il cambio prima del rigore indotto da Benatia, chissa’ cosa sarebbe accaduto?

Pagelle Juventus Sampdoria 3-0

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Buffon 7 Non troppo impegnato ma pronto e reattivo su due colpi di testa insidiosi di Quagliarella e Zapata.

Howedes 7 Comincia un poco timido ma piano piano prende coraggio sovrapponendosi a volte a Cuadrado o a volte crossando e pure bene. Su un azione che inizia lui va a chiuderla con un gran gol. Le qualità non erano un mistero. Speriamo lo assista la salute.

Rugani 6 Una vitaccia contro Zapata che lo sovrasta anche con la fisicità. Lo patisce molto ma alla fine gli concede solo un tiro.

Chiellini 5,5 Più impreciso del solito è veramente terribile l’errore che commette sull’1-0 quando perde palla davanti alla nostra area per un dribbling assurdo.

Asamoah 6,5 Spinge più di Howedes e Cuadrado e sbaglia veramente poche cose. Oltre questa gara una stagione veramente positiva la sua.

Khedira 6,5 Solita intelligenza tattica. Più di una volta si inserisce con tempi giusti nel tentativo di realizzare. Alla fine ci riesce.

Pjanic 5 Inizia molto bene, nei primi 15 minuti tocca e smista molti palloni. Poi sparisce. Da capire se infortunato.

Matuidi 6 Nel 433 o 442 del primo tempo è molto confusionario e anche se lotta spesso va fuori giri. Meglio nel 4231 e nel 433 della ripresa con Bentancur, quando fa quello che deve fare ovvero l’incontrista.

Cuadrado 6 L’osservato speciale per via del fatto che sarebbe dovuto entrare a Madrid. Buoni cross e tanto impegno difensivo ma anche neppure un dribbling riuscito sul proprio uomo e palla quasi sempre giocata all’indietro.

Mandzukic 6,5 Tanto impegno anche se non ha ancora un grande stato di forma. Segna un bel gol e poco prima ne aveva rischiato un altro. Non fa moltissimo ma incide sul risultato.

Dybala 5,5 Un paio di strappi ma una prova generalmente anonima. Esce sapendo che poteva fare meglio.

 

 

Douglas Costa 9 Mattatore. Entra primo pallone assist perfetto. Poi altri 2 assist magistrali. L’azione del terzo poi fantastica. Sfiora anche il gol di destro.

Bentancur 6,5 Sempre bello pronto il ragazzo . Allegri fa e disfa i moduli lui entra e da equilibrio al centrocampo.

Sturaro Sv.

 

Juventus 6,5 Era importante vincere per allungare e ci siamo riusciti. Il primo tempo non è stato privo di difficoltà quando la Samp riusciva a intercettare quasi tutte le linee di passaggio e ha concesso davvero poco. Decisivo il cambio Costa/Pjanic

Allegri 6,5 Disegna e ridisegna la squadra su vari moduli trovando la chiave di volta per scardinare una Samp molto attenta. Certo con un Costa così è più semplice. Avrei fatto entrare Higuain diffidato per prendersi un giallo.

Arbitro 7 La partita è corretta, non fa il protagonista, non dispensa ammonizioni a caso ma si limita a fischiare i falli. Come dovrebbe arbitrare un arbitro.

Domenica 15 Aprile 2018 Juventus- Sampdoria ore 18 Juventus Stadium Torino

scritto da Cinzia Fresia
All fine di questa lunga e pesante settimana, la Juventus deve ritrovare l’entusiasmo per tornare in campo a difendere il primato in Campionato.
Massimiliano Allegri, vorrebbe chiudere il capitolo Real e dedicarsi ad altri obiettivi, il tecnico, ha avuto comunque parole di elogio e stima per tutta la squadra e umana comprensione per Gigi Buffon.
I ragazzi ora piu’ che mai, hanno bisogno del sostegno di noi tifosi e del pubblico allo Stadium, l’umiliazione al Bernabeu non puo’ e non deve cancellare l’opportunita ‘ del settimo scudetto consecutivo.
Allegri ricorda ai suoi la difficolta’ nell’affrontare la Sampdoria, avversario puntuto e fastidioso, per tutte le squadre di alta classifica.
La Juventus e’ consapevole che il Napoli, non e’ancora sconfitto ed e’ pronto a sfruttare tutte le occasioni per poter recuperare il risultato.

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia