Archivio Categoria: Il Blog

Una sconfitta annunciata.

Scritto da Cinzia Fresia

La Juventus perde punti sull’Inter e fa una figuraccia di quelle da segnare sul calendario, al San Paolo, una partita non importante .. di più, ma no .. ma la Juventus non è nemmeno scesa in campo, non ci ha neanche provato ..ed è impensabile commentare una “non partita”, è impossibile credere che una squadra con il giocatore più forte al mondo che sa giocare un calcio vincente, si arrenda a dei mediocri.
Allora questa volta, si beccano tutti dei due compreso il portiere, l’unica sufficienza la do a Ronaldo per il gol e per averci creduto.

Sarri mi spiace le do 0 .. la capisco che la sua era una posizione difficile, ma sapeva che prima o poi a Napoli doveva andare, e giustificarsi con la sbagliata mentalità, non è accettabile.

Mi deve anche spiegare Sarri, per quale motivo ha sostituito Paulo al posto di Bernardeschi che da mesi non combina niente, me lo spieghi grazie perché non l’ho capito, è stato l’unico ad aver servito degli assist decenti a Ronaldo .. magari rischiavamo di fare gol per primi.
Ringrazio anche l’arbitro per aver ammonito ingiustamente mezza squadra, e aver fatto finta di niente sui falli su Dybala.
Perciò per far finta di giocare, era meglio non andare in campo, magari dargliela vinta a tavolino, ci saremmo risparmiati l’infortunio a Pianic, sperando non sia niente di grave.

Sono dispiaciuta per i tifosi della Juventus presenti al San Paolo, i quali avrebbero diritto al rimborso del biglietto.
Non era l’occasione giusta per essere in vena di regali.

Ovviamente l’evitabile sconfitta della Juventus, è nulla, in confronto alla morte improvvisa e terribile di Kobe Bryant, perito in un incidente nel suo elicottero, le notizie non sono ancora confermate, ma pare ci fosse anche la figlia tredicenne Gianna.
Il Campione NBA, era cresciuto in Italia e amava particolarmente il nostro paese a cui è rimasto profondamente legato.
Una preghiera per le vittime.

Pagelle Napoli Juventus 2-1

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 5 Una sola parata quella su Insigne su cui però si catapulta Zielinski per l’1-0. L’impressione è che potesse fare di più deviandola maggiormente di lato.

Cuadrado 5 E’ uno dei più volenterosi spesso si distingue in chiusure e cross ( anche nel finale) ma quanti errori nei passaggi.

De Ligt 6 Non so è una partita difficile per tutti giocata a un ritmo inadeguato, lui sembra esser uno dei pochi a salvarsi.

Bonucci 5,5 Nessuna grande responsabilità sui gol e spesso marca anche discretamente bene Milik tuttavia con i lanci questa sera davvero non ci siamo.

Alex Sandro 6 Forse anche lui oggi si salva. Per lo meno è stato sempre ordinato e dal suo lato il Napoli non è passato mai. Non sappiamo se per scelta o per sua bravura.

Bentancur 4,5 Poco vivace sulla destra addirittura deleterio al centro. Sul primo gol non chiude in tempo. Prestazione molto negativa rispetto ad altre.

Pjanic 5,5 Sembrava abbastanza in vena questa sera , prendeva palla e alzava la testa cercando corridoi. Il pestone che prende però lo limita moltissimo fino a costringerlo all’uscita.

Matuidi 4 Una partita senza senso. Non riesce mai a recuperare palloni e spesso sbaglia passaggio. A volte nel tentativo di saltare l’uomo fa fallo lui mentre siamo in possesso palla. Fra ‘altro con un cross arretrato innesca il contropiede da cui nasce il loro gol. Una prova molto negativa.

Dybala 5,5 Ci mette moltissimo tempo a capire che deve uscire dalla marcatura a uomo di Demme ma quando lo fa devo dire che degli avanti nostri è il più vivace, Non ho capito questa volta la sua sostituzione ormai la partita la poteva salvare solo il colpo di un campione e lui lo toglie.

Higuain 5 Grande impegno quasi in pressing solitario. E’ encomiabile ma anche lui poco lucido e sbaglia un sacco di passaggi. Manca l’unica occasione che abbiamo anche se almeno tira ed èsfortunato sulla rovesciata finale che colpisce la palla troppo bene e va centrale. Certo se avesse segnato salvava capra e cavoli.

Ronaldo 5 Anche lui prestazione scialba . Il gol che fa ci ridà un poco di speranza ma anche lui questa sera ha fatto molto poco.

Rabiot 5 Quando entra lui inizia la disfatta. Non per colpa sua ma perchè un centrocampo Rabiot Bentancur Matuidi è veramente una cosa inguardabile. Cerca di fare il suo, vince qualche contrasto, prende qualche fallo, ma non è ancora o forse mai sarà un giocatore che ti fa svoltare una partita.

Benrardeschi 5 Anche lui tanta voglia, tanto casino, poco costrutto.

Douglas Costa 5,5 Da vivacità con alcune giocate solitarie che sono le uniche che potrebbero esser vincenti questa sera, tuttavia al dunque anche lui è più fumo che arrosto.

Juventus 4 Una delle più brutte Juve della stagione con pochissima voglia, zero gamba e in balia di un Napoli decisamente scadente. Sarebbe stato un miracolo prender un punto. Squadra che se ha sottovalutato l’impegno è veramente protagonista in negativo. Malissimo.

Sarri 3 Quando una squadra fa molto bene come con la Roma sono applausi per il conducente, quando fa male sono fischi. Non è riuscito in nessun modo a cambiare l’inerzia di una partita che la sua squadra giocava svogliatamente. Malissimo nel giorno in cui l’Inter pareggiava contro il Calgiari in casa non aver sfruttato la chanse di portarsi a più 6 e metter una seria ipoteca sul campionato.

Arbitro 6 Non mi è piaciuto solo in continuo perdonare Demme che poteva prender almeno 5 gialli tanto è vero che persino Gattuso se ne rende conto che sta rischiando ad ogni intervento e lo cambia. Tolto questo a parte fischiare qualche fallo che non c’è non ha fatto danni.

Domenica 26 gennaio 2020 Napoli-Juventus ore 20.45 Stadio San Paolo -Napoli

scritto da Cinzia Fresia

La resa dei conti.
Maurizio Sarri torna a Napoli da Juventino, doveva succedere e non sarà un “well come back” Sarri, una partita che considerare difficile e’ un eufemismo, anche perché va vinta.
Il Napoli ora guidato da Gennaro Gattuso, darà’ il 1000 per cento per dare fastidio alla Juve, e per dare una lezione a Maurizio Sarri.
Già l’autobus della squadra è stato aggredito con i fatti e con le parole e Domani sarà peggio.
Fischi a tutti, che la squadra si prepari a sopportare con le orecchie tappate, e reagisca alla carica di un nemico giurato,che non vuole perdere.

24 Gennaio 2003 ci lasciava “L’avvocato”.

#AccaddeOggi 24-01-2003 veniva a mancare “L’avvocato” #GianniAgnelli imprenditore di successo icona di #stile amante dell’arte e dello #sport legó il suo nome al mondo dell’ #automobile con la #Fiat a #Torino e alla #Juventus di cui era sinceramente innamorato http://www.megliodiniente.com/24-geannaio-2003-muore-lavvocato-gianni-agnelli/

Cercasi terzini disperatamente

Scritto da Cinzia Fresia

Un’insolita Roma, scende in campo arresa ai bianconeri praticamente da subito, Ronaldo e compagni, parliamo di Higuain e Costa come trio in attacco, travolgono la squadra giallo rossa.
3 gol in un tempo: Ronaldo, Bentancur e Bonucci, e si pensava fosse finita lì.

Roma inesistente, che subiva l’assedio e che non poteva assolutamente resistere ad un “ciclone” chiamato Cristiano Ronaldo, che si sta letteralmente scatenando ad ogni partita.
Nelle file giallo rosse nel frattempo il gelo, quasi paralizzati dal “dolore” ma con l’orgoglio di voler continuare e sperare di avere la possiblità di riaprire la partita.

Se la speranza è l’ultima a morire, la Juventus spesso permette questa possibilità, è vero che la stanchezza per aver tenuto un ritmo così alto c’era e che prima di ricarburare alla stessa velocità ci vuole un po’, sta di fatto che i bianconeri ad un certo punto e per alcuni minuti entrano in narcolessia.
Cos’è la narcolessia? alla lettera è un disturbo del sonno, il narcolettico si addormenta improvvisamente al di là di cosa stia facendo, ed è quello che è capitato alla stra-dominatrice Juventus, è appunto entrata in narcolessia, e zac! Ecco un gol ..3-1, peraltro si dice che sia stato un auto-gol di Buffon, forse .. ma che sia un errore del portiere o della difesa, la partita si riapre, ecco che questo episodio dà una boccata di ossigeno ai romanisti i quali ci provano .. e noi questo film lo abbiamo visto spesso.
Sarri reagisce visibilmente irritato, non può accettare una rimonta dopo un primo tempo di quel genere.

E anche noi come pubblico .. ci aspettavamo il 4to gol, magari di Higuain o di nuovo di Ronaldo, la Juve comunque si ripiglia dalla narcolessia e riprende il suo ritmo, cercando di difendere il risultato, d’altronde era in ballo la semifinale, se perdi sei fuori.
Fortunatamente finisce così, 3-1 nel tripudio dello Juventus stadium e con la felicità anche di chi è rimasto in panchina.

L’assenza di Paulo Dybala ci ha sorpreso, ma evidentemente Sarri in previsione del big match contro il Napoli, ha voluto preservarlo per quella occasione, facendolo riposare, anche se durante la partita non ha escluso l’ipotesi di utilizzarlo.
Molto bene Bentancur che ha trovato il gol, ma anche Daniele Rugani alla seconda partita dell’anno non è stato niente male.

Detto questo brava Juve ..bravi tutti.
C’è solo un problema, l’ennesimo infortunio a Danilo, ed è emergenza terzini. Maurizio Sarri, cerca in tutte le maniere di non chiedere e di sfruttare ciò che ha, ma in una fase in cui tra non molto inizia la Champions e con un difensore come Demiral fuori dai giochi, la situazione può diventare critica.

Andando avanti le difficoltà aumenteranno , e ci si potrebbe trovare sguarniti, l’idea di un ritorno anticipato di Chiellini non è una soluzione affidabile.

Detto questo godiamoci il successo ma con un piede già a Napoli, per affrontare una delle tante partite seccatura che ci aspettano in attesa della Champions.

Bella Juve in Coppa Italia

articolo di alessandro magno

Una bella Juve ha avuto ragione di una buona Roma. È bastato un tempo alla Juventus per chiudere la partita. Il primo tempo infatti è stato dominato con una Roma incapace di reagire. La Juventus non ha creato tantissimo ma è stata molto cinica sotto porta. Ronaldo ha aperto le danze. Segna ormai da molte partite di fila. La sua marcia è inarrestabile. Seppure a volte pecca di qualche eccesso di egoismo la sua incidenza sotto porta è straordinaria. Fra l’altro segna in coppa Italia dove non aveva ancora segnato. Ha funzionato bene il tridente questa volta con Higuain un paio di volte vicino al gol ma costantemente presente nelle azioni. Fra l’altro sfiancandosi in operazioni di raccordo e copertura encomiabili. Gli è mancata un poco di fortuna e di lucidità. Ottimo anche Costa seppure a sprazzi ed evidentemente non calato appieno nei meccanismi, è stato capace di confezionare 2 assist decisivi per Bentancur e Bonucci. Ottima la prova di questi 2 elementi. Benta soprattutto nel primo tempo è stato sontuoso, giocatore a tutto campo capace di difendere palloni con i denti e di sradicarne dai piedi degli avversari. Il gol è un azione di potenza e prepotenza. Non male anche il tocco di punta. Un intuizione da attaccante. A centrocampo sono andati ottimamente sia Rabiot che Pjanic. Entrambi hanno sbagliato a chiudere tardi su Under ma aldilà di questo errore la prestazione è stata ottima. Incoraggiante quella di Rabiot che diventa giorno per giorno più decisivo. Bene anche Pjanic che evidentemente con due mezzeali che corrono e san giocare a calcio si trova decisamente meglio.  Non è un caso secondo me che con Rabiot Pjanic e Bentancur si sia potuto riproporre con successo il tridente.

Ieri è andata anche molto bene la difesa. Lucido Bonucci ma soprattutto sugli scudi Rugani il giocatore che forse fino ad oggi è stato più bistrattato e invece adesso è indispensabile. È sicuramente meglio averlo ritrovato ora che con Demiral e Chiellini fuori i centrali di difesa sono solo 3. Ieri Rugani è stato promosso a pieni voti. Deciso e sicuro come non mai. Spesso elogiato in campo da tutti i compagni non ultimo Buffon. Gigi ha fatto alcuni interventi che non han permesso alla Roma di riaprire il match. Questo giovanotto di 40 e passa anni è ancora un ottimo portiere e quasi un lusso come secondo. Dimenticata in fretta la papera con il Sassuolo è tornato a difendere efficacemente i pali della Juve quando chiamato in causa. 3 parate hanno fatto stropicciare gli occhi: quella di piedi su Florenzi, istinto e riflessi, quella a terra con la mano aperta su cui poi Kalinic prenderà il palo, e l’ultima su colpo di testa a botta sicura di Kolarov, una parata ormai inutile ai fini del risultato (la partita era finita) ma che denota ancora che straordinari riflessi ha questo Buffon.

Ha da esser contento Sarri e noi con lui. La Juve, anche se a fasi alterne, gira. I punti ne arrivano come mai prima d’ora. Se si escludono i due tonfi contro l’ottima Lazio la Juve sta facendo un cammino oltre le più rosee aspettative, visto il cambio di mister e di mentalità. Non è tutto risolto, ci sono problemi grossi alla voce terzini, tuttavia per ora quanto visto è incoraggiante. La Juve si sta adattando a Sarri e Sarri alla Juve. Se poi dovesse ritornare a casa quel francese di cui si parla tanto …

Pagelle Juventus Roma 3-1

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 8 La sua partita è da 7 fino al 94mo , una bellissima parata di piede e un altra in tuffo dove poi Kalinic prende il palo. Sul gol non può nulla. Ma la parata al 94mo seppure inutile ai fini del risultato è una parata di classe e di mentalità. Esempio.

Danilo 6 Giornata diligente. Meglio se non pressato. Alla fine quando sembrava iniziasse a spinger un poco si infortuna.

Rugani 7 Gran partita con grinta, tempismo e senza quell’apprensione che spesso lo attanaglia. Ottima quell’anticipo di testa. Non facile. Occasione sfruttata.

Bonucci 7,5 La coppia centrale mi è piaciuta lui ha gestito la situazione sempre con calma olimpica dando grande tranquillità a tutto il reparto. Era importantissimo. Poi va be un gol da centravanti.

Alex Sandro 6 Non sta benissimo ma il suo lo fa. Le discese sono limitate ma dal suo lato oggi ha un Rabiot davvero molto efficace.

Bentancur 7 La prima palla la sbaglia nel recupero. Basta dire questo. E’ uno bel martello sulla mediana ed è difficile da affrontare per gli altri perchè abbina buona tecnica a grande grinta. Finalmente trova il gol in bianconero.

Pjanic 6,5 Oggi mi è piaciuto. Ha corso molto e spesso ha cercato ti trovare gli attaccanti con lanci a scavalcare la difesa. Una tirata di orecchie per un concorso di colpa con Rabiot nel gol della Roma. Entrambi ritardano a chiudere su Under.

Rabiot 6,5 Una grande partita. Difficile strappargli la palla. Anche il suo passo non propriamente veloce inizia, data l’altezza, ad esser una falcata. Peccato per la mancata chiusura su Under ma questa sera sono buono. Però vi vuol più attenzione.

Douglas Costa 7 Due assist di grande scuola. Qua e la sprazzi di gran classe. Se solo avesse la salute.

Higuain 6,5 Grande sacrificio per i compagni fino alla fine della partita. Sfiora il gol con un grande stacco di testa che si infrange sulla traversa e su un tap in si supera il portiere della Roma ma lui c’è.

Ronaldo 7 La apre con un gol chirurgico e segna per l’ennesima volta, poi è una bella spina nel fianco per la difesa della Roma.

 

 

Cuadrado 6,5 Appena entra ci mette un poco a trovare la posizione tanto che da una sua amnesia nasce un azione pericolosissima di Florenzi. Poi trovate le distanze gioca proprio bene e da una grande mano

Ramsey 6 Si da un gran da fare ma spesso le sue decisioni sono sbagliate. Sembra ancora un pesce fuor d’acqua.

Matuidi sv

Juventus 7 Non tanto per le occasioni ma per la caratura dell’avversario. Il primo tempo è stato un monologo e la Roma è stata dominata in lungo e in largo. Nel secondo tempo s’è amministrato il vantaggio cercando il quarto gol, mi sembra senza particolare apprensione, anche dovuta ai due gol di vantaggio.

Sarri 7 A questo punto Emre Can è sul mercato e forse anche Bernardeschi. Le scelte sul turnover le condivido compreso Rugani che deve sentirsi parte del progetto. La sua Juve mi pare avere problemi con le squadre che fanno catenaccio mentre con chi se la gioca mi sembra di poter dire che vanno in scioltezza.

Arbitro 6 Mi pare abbia arbitrato bene anche se forse con Cristante è stato un poco permissivo, uno già ammonito non può prender un altro giocatore per la maglia e trascinarlo a terra è una cosa troppo evidente.

SJR stagione 03 puntata 13

Torna questa sera sesso juve e rock n’roll il programma juventino satirico e di intrattenimento con BEN alla conduzione e Antonio Corsa – Leomina – Benny Nico – Toto – Francesco Musina e Arco Lubrano. Buon divertimento.

Una vittoria di misura in ricordo di Anastasi.

Articolo di Alessandro Magno

Dopo la coppa Italia la Juventus sembrava finalmente essersi liberata di questa sindrome da risultato striminzito e invece con il Parma è stato ancora un 2-1 ”di corto muso” con annessa sofferenza finale. Personalmente la squadra mi è piaciuta decisamente meno che a Roma perchè se a Roma si era sofferto, dando però sempre l’impressione di poterla chiudere in contropiede, con il Parma si sono avuti 20 minuti finali davvero sulle gambe. Una specie di blackout. Sarà solo stanchezza dovuta al fatto di giocare ogni 3 giorni oppure c’è dell’altro? Sarri mi è sembrato fra l’altro per la prima volta un poco abbattuto in conferenza stampa quasi fosse ormai consapevole che ci sono alcuni giocatori che tengono troppo la palla fra i piedi, per caratteristiche proprie, e quindi poco adatti al gioco di prima e o di seconda che vuole il mister. In primi il grande indicato è proprio CR7, capace di crearsi occasioni da solo e di segnare a raffica ma totalmente indisposto a cedere una palla di prima a un compagno. Con lui sicuramente Bonucci. Fra gli altri Matuidi, Rabiot, Pjanic e Ramsey, anche se almeno pare che questi 4 si sforzino di seguire i dettami del mister. E’ una situazione surreale per certi versi dove il miglior giocatore che abbiamo è anche un cannibale più o meno volontario, sia rispetto al gioco che rispetto ai suoi compagni di squadra. Higuain è uscito dal campo furioso dopo che Ronaldo non gli ha passato due palloni nel finale andando al tiro da solo. A nulla sono valsi i richiami a stare in campo e andare a salutare la curva proprio di Cristiano Ronaldo. Sono filati sotto la doccia imbronciati Higuain e Pjanic e Cuadrado che però oggi abbiamo saputo che stava male. Dybala che è il più in forma di tutti deve fare l’assistman, e menomale lo fa bene, deve accettare questa continua staffetta che diciamolo alla fine può esser anche un poco deprimente dal punto di vista emotivo. Certo Sarri non ha un compito facile nel cercare di spiegare il suo gioco al miglior giocatore del mondo. Per fortuna oggi i risultati aiutano tenendo lontane le polemiche che sono sempre sul chi va la dietro l’angolo.

Chiudo con una chiosa sul grande Pietro Anastasi. Un grande Campione che ha dato fra l’altro all’Italia l’unico campionato Europeo che abbiamo, quello vinto nel 1968, segnando fra l’altro un grandissimo gol, quello del definitivo 2-0 che chiuse la partita, dopo il vantaggio siglato da Riva. Quello che è successo ha semplicemente del vergognoso. Non è possibile che ci sia bisogno di organizzarsi per fare un minuto di silenzio. Alla fine della fiera se la mettiamo su questo piano significa che non si è nemmeno più ”liberi” di morire di Sabato o di Domenica perchè bisogna morire per tempo. Non diciamo eresie. Per ”organizzare” un minuto di silenzio bastava un comunicato ufficiale sul sito della Lega, un comunicato di una riga: ” Su tutti i campi verrà rispettato un minuto di silenzio in onore del compianto Pietro Anastasi”, una riga che tutti gli addetti ai lavori avrebbero letto in mezzo secondo e fatto rispettare sui campi. Una porcheria di questo genere meriterebbe delle dimissioni, ma siccome c’è la Juventus di mezzo, l’odiata Juventus, sicuramente finirà a taralucci e vino. Sono sicuro altresì che fosse successo ad altre squadre i giornali avrebbero montato giustamente un caso nazionale. Voglio ringraziare Ciccio Graziani che ha militato sempre in ambienti antiuventini (Torino, Firenze, Roma) eppure ha sottolineato questo scandalo con l’onestà che lo ha sempre contraddistinto. E voglio ringraziare anche la società Inter che, seppure Anastasi da loro ha giocato solo 2 anni senza lasciare particolarmente il segno, ha fatto fare un minuto di silenzio e ha giocato con il lutto al braccio a Lecce. I defunti non hanno colore e non c’è rivalità davanti alla morte.

Stanchezza

Scritto da Cinzia Fresia

Vincere non è mai scontato, nemmeno contro le squadre dal corredo modesto, si soffre e si prova, poi .. un giocatore come Cristiano Ronaldo anche con la sinusite, si inventa qualcosa come 2 gol chiudendola così.
Vittoria assolutamente fondamentale, l’ aver approfittato dello scivolone imterista, è tanta roba, tuttavia la Juventus non brilla, non riuscendo a sottomettere il Parma, soffre troppo la marcatura ad uomo che ha bloccato i nostri in tutti gli spazi.
Solo un paio di genialate di Ronaldo tirerà fuori la Juventus dal probabile pareggio.

La Juventus non ne esce benissimo ma comunque pur sempre vittoriosa, che in casi del genere e’ l’unica cosa che conta.
Diversi gli errori, soprattutto in difesa, l’essersi dimenticati di Cornelius ha provocato un gol evitabile.
La Juventus accusa stanchezza, anche Dybala comunque sempre presente, fatica ad entrare in partita nel primo tempo, ma si renderà partecipe alla realizzazione del secondo assist che farà andare in gol Ronaldo, un vero capolavoro.

La nota positiva e’ la progressiva crescita di Rabiot, lentamente, ma va avanti mentre preoccupa Ramsey, il quale dimostra di non sentirsi ancora a proprio agio in questo Campionato, non bene Cuadrado ..troppi errori.
L’osservato speciale Kulusevski come prevedibile, non ha inciso più di tanto.
Va menzionato un arbitraggio Che definire terribile e’ un complimento, nessun fischio ai falli dei parmensi, ma ai nostri si, lungi da me nel pensare alla teoria complottistica ..ma se non è quello, ditemi voi cos’è? Incompetenza?

Comunque, la Juve: brava .. ce la fa, anche se non soddisfa in pieno Maurizio Sarri,
Sostituzione Ramsey sicuramente sì, con Higuain la squadra avrebbe dovuto essere più offensiva. Sostituzione Dybala, il grande classico non so .. Paulo nel primo tempo non è entrato in partita e questo è vero, ma nel secondo tempo si e’ ripreso benissimo, e tutte le volte viviamo un quarto d’ora di paura, perché gli avversari cominciano a caricarci di botte con il rischio di prendere gol, e mi chiedo anche cosa abbia fatto Douglas Costa, a meno che fosse un pretesto per farlo giocare.
Arriva il triplice fischio come la manna dal cielo, tre punti da parte preziosi.

Si conclude una serata triste per gli Juventini, a cui è stato concesso di ricordare l’amatissimo Pietro Anastasi, in un minuto di silenzio, un atto commovente che ha coinvolto le due squadre sinceramente emozionate.
Secondo il figlio dell’ex Bomber, Anastasi ha chiesto la sedazione assistita, per evitare le atroci sofferenze che il male gli stava affliggendo.
Pietro riposa in pace ..non ti dimenticheremo mai.

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia