Archivio Mensile: settembre 2011

Krasic ..ma Conte ..davvero non lo vuole?

E’ il tormentone del momento, non c’è giornalista che non faccia le “pulci” a Krasic e puntualizzi tutti gli errori che fa anche quelli più irrilevanti, insomma di Krasic non sfugge nulla neanche quando si tira indietro i capelli, peccato che si minimizzi il buon lavoro e un gol che ha permesso un pareggio evitando una fastidiosa sconfitta.

Mai come oggi la carta stampata è profondamente efferata con questo ragazzo dagli occhioni malinconici, sollevando più di una volta il dubbio che Conte non lo voglia e stia facendo di tutto per disfarsene solo perchè non viene più utilizzato tutte le volte i due tempi, si direbbe un vero e proprio mobbing mediatico.

Beh, non mi piace l’atteggiamento dei giornalisti nei confronti di questo ragazzo, che prima viene osannato per’altro senza che lui l’abbia chiesto, e subito dopo buttato nella pattumiera alle prime difficoltà incontrate, chiaro che dopo averlo sfruttato  buttandolo in campo così senza logica di gioco, ridotto ai minimi termini, il giocatore abbia subito un calo drastico di rendimento, la cosa buffa è che i giornalisti si siano permessi di chiedere a Conte, perchè a Catania non lo ha fatto uscire visto che giocava così male? E lui, ridendo gli ha risposto “meno male .. perchè ha segnato” ..roba da matti ..fossi stato in lui avrei consigliato al reporter di comprarsi un paio di occhiali.

Che Krasic abbia difficoltà ce ne siamo accorti tutti, ma che sia un incapace non sono d’accordo, e Conte invece sta cercando di recuperarlo e di fornirgli altre informazioni e supporto.

Non dimentichiamo che l’allenatore sta facendo delle prove, e lui rientra in questo progetto.

Cosa è successo a Krasic e perchè?

Io penso che la risposta giusta l’ha data Jugovic, che si deve adattare al calcio italiano, le sue doti sono indiscutibili, velocità, potenza e precisione, ha però dei cali di rendimento repentini, dovuti a non si capisce bene cosa, se fisici di esaurimento energetico o psicologico, o tutti e due, con questa premessa non lo manderei al patibolio ma darei a Conte il tempo di capire e sperare di rimetterlo attivo nell’organico, è probabile che Krasic non si sia ambientato nel migliore dei modi nel gruppo, la nostra lingua non riesce ad assimilarla e problemi di comunicazione lo avranno isolato, e forse i suoi compagni non gli sono stati di particolarmente supporto, una serie di concause che pone una personalità del genere a chiudersi ancora di più, indipendentemente da questo Conte ci lavorerà, e se le cose non andranno a malincuore si prenderà una decisone, la legge è uguale per tutti ..se non va ..non va.

Luna23

“La strada è ancora lunga” hai ragione Antonio Conte

Ha ragione Antonio Conte a dire così, lo condivido in pieno e non solo io, sapevamo che due vittorie consecutive potevano dire tutto e niente, il cambiamento c’è stato certo, ma il miracolo è ancora lontano, la Juventus che ieri ha pareggiato ha mostrato tutti i soliti limiti difensivi con un Chiellini per noi irriconoscibile, ora non si vuole fare un processo ad un   giocatore solo, in campo si scende sempre in 11 e se ognuno fa il proprio dovere magari si vince, ma alcuni rendimenti non sono passati inosservati.

Senz’altro Conte non nè cieco e tantomeno sordo, e ammette che mancano ancora  tante cose: la Juventus del dopo B, non riesce a cementare i propri progressi, progredisce ..va avanti,  ma basta una giornata per tornare indietro di 4 caselle, come nel gioco dell’oca, ora però, trovare scuse è diffiicile, abbiamo un nuovo allenatore, giovane, abile e juventino,( scusate se è poco)  lo staff è completamente rinnovato, innesti nuovi, le “mele marce” sono state eliminate ..sì ..mancano 1 o 2 giocatori di rilievo ma anche così tutto sommato si potrebbe funzionare, la cosa certa è che in questa squadra geni del pallone  non ne vedo e non ce ne sono, Pirlo un po’ di differenza la fa, ma non lo si può caricare di tutta questa responsabilità, supporre che un giocatore all’alba dei suoi 32 anni, bravo ..non c’è che dire, ribalti una situazione incancrenita è da ingenui, ed io non ci ho mai creduto molto, rimanendo positivi, l’affidabilità del nostro allenatore non è certo in discussione e al momento non abbiamo ancora perso, forse si potrebbe pensare che i pareggi siano mezze sconfite, ma in fondo non lo sono perchè la rimonta questa volta è stata nostra, altro prolbema forse più urgente, è che abbiamo avuto due espulsi subito dopo le prime giornate di inizio, e non c’è male ..che ne dite?  Cosa succederà andando avanti? Sarebbe bene calmare gli animi, siamo solo all’inzio e   le espulsioni non vanno mai bene, oltre a restare in 10 c’è il turno di squafica, noi Juventus, non ce lo possiamo permettere, i buoni sono davvero pochi, ed io sto con le dita incrociate tutte le domeniche sperando che nessuno si faccia male ..  detto ciò andiamo avanti con Antonio, sono fiduciosa che cresceremo insieme a lui e vedremo in futuro una squadra diversa, nel frattempo accontentiamoci. E’ l’unica soluzione.

Luna23

Conte 1 – certi tifosi 0

Una Juve pallida nel primo tempo e coraggiosa nel secondo non va aldilà del pari al Massimino di Catania. Solite amnesie difensive (gravi quelle di Chiellini soprattutto sul gol e su Suazo nel finale) e solito cuore e carattere con Vidal e Del Piero che sprecano malamente le palle per la possibile vittoria. Un Krasic in crescita e un Pirlo un po’ in tono minore, marcato in modo estenuante da Del Vecchio. A complicare il tutto anche il tempo non ci da una mano. Un grosso temporale si abbatte sullo stadio per tutta la durate del secondo tempo, sfavorendo sicuramente la Juve che doveva recuperare un gol, ed era anche più interessata alla vittoria finale rispetto al Catania che giocava di rimessa. Si poteva perdere o vincere ma soprattutto ancora una volta, fatto non trascurabile,  si è provato a vincere. Dette queste poche considerazioni  sulla partita, la cosa che mi ha dato più fastidio è leggere considerazioni ‘’pesanti ‘’ durante tutto l ‘incontro sui vari Facebook, Forums e siti vari Juventini. Ho letto commenti di tifosi (anche amici miei) sul quanto saremmo ridicoli, sul campionato del cavolo che ci aspetta sul fatto che questa Juve fa schifo, che siamo come l’anno sorso ecc ecc… Ora neppure a me è piaciuto il primo tempo e nemmeno le amnesie difensive del secondo, ma non mi aspetto neppure che dopo solo quattro partite di campionato tutto fili liscio. Conte non ha la bacchetta magica e ha ereditato una Juve piena di giocatori nuovi e di altri che l’anno scorso son arrivati settimi. Un solo Campione nuovo, Pirlo. Oltretutto il Mister non ha fatto alcun tipo di proclama, anzi ha sempre predicato prudenza e lavoro fin da inizio ‘’mandato’’. Ora chiedo a questi tifosi ipercritici se si son accorti che siamo primi in classifica? Sapete a volte sfugge. E vorrei anche chiedergli se a inizio campionato l’idea di  andarsi a giocare il primo scontro diretto contro il Milan da primi in classifica li avesse mai sfiorati? Quindi c’è da migliorare, ma non è il caso di stracciarsi le vesti per due pareggi. Se oggi Conte ha una colpa è quella invece di aver ascoltato tanti ‘’rumors’’ esterni , anche quelli di molti tifosi che ora criticano la squadra. Quanti di questi è da Agosto che dicono che il modulo è sbagliato e che Conte debba giocare con il 4-3-3 o con il 4-2-3-1? Quanti di questi è da Agosto che dicono che Vidal , Marchisio e Pirlo debbano giocare contemporaneamente? Quanti di questi è dall’inizio del campionato che rompono i maroni che debba giocare questo o quello o quest’altro, magari Elia?  Perché è giovane forte ed è costato tanto. Eccovi accontentati , il mister ha cambiato modulo nel primo tempo e fatto giocare l’olandese dall’inizio e i tre centrocampisti tutti insieme come volevate. Bel risultato vero?  A Catania nel primo tempo si è vista la peggiore Juve di questo nuovo corso . Un minimo di autocritica la dovrebbero fare questi tifosi invece di criticare la Juventus per un pari a Catania che ci può stare. Lasciamo a Conte certe scelte, lui allena la squadra ogni giorno e sa chi è più pronto e chi meno, come sa che il 4-4-2 è il modulo che tutti conoscono meglio. Che poi lo si voglia chiamare 4-4-2 o 4-2-4 perché agli esterni è richiesta più propulsione offensiva, sinceramente me ne frega poco. I numeri che mi interessano sono solo quelli dei punti in classifica.

Alessandro Magno per Juvemania.it

Catania – Juventus 1-1

Immagine anteprima YouTube

La lunga strada di Antonio Conte.

Sono tante le cose che devo dire riguardo a ieri sera che non so se ho spazio e capacità di sintesi per dirle tutte in un articolo.

Innanzitutto lo stadio. Ieri ho avuto il mio battesimo nel nuovo impianto. E’ una cosa senza senso. Uno spettacolo nello spettacolo. E’ un colpo d’occhio degno delle aspettative di chi ci entra dentro per la prima volta come è capitato a me ieri sera. Un ‘’acustica’’ da cattedrale. Per la prima volta sento tutto uno stadio cantare e sostenere la squadra, non accadeva ne al Delle Alpi ne al Comunale, dove lo ‘’show’’ era peculiaritàdelle curve . Ieri ho visto uno stadio che è tutto una curva e sono sicuro che l’assedio all’arma bianca in inferiorità numerica è stato dettato soprattutto da noi tifosi dagli spalti. Penso sia un piacere per i giocatori avere un pubblico cosi vicino e caloroso.

Veniamo all’arbitro. Dire che è stato un disastro è un eufemismo. Non amo fare della ‘’piangina’’ e non amo lamentarmi dell’arbitro ma ieri Gava ne ha fatte di tutti i colori. Se potete vedere la sintesi della partita si vede chiaramente come l’arbitro ieri  è stato in totale confusione mentale oltretutto in una partita facilissima da arbitrare. Due episodi si vedono bene in tv. Sul nostro gol si avvicina a Pirlo per dirgli che fischia lui quando nessuno gli ha chiesto nulla , roba da arbitro di quarta categoria , mente sull’espulsione di Vucinic prima gli si avvicina con mano ”minacciosa” al taschino , poi cambia opinione facendo un gesto plateale con le mani come a dire ‘’questo è l’ultimo che fai non ne fare più ‘’ dopo cambia idea ancora (su richiesta della squadra bolognese) ed espelle Vucinic tra l’altro con un rosso diretto, roba da schizofrenia allo stato pure. Oltretutto il signor Gava ha dispensato per tutto l’incontro ammonizioni a senso unico consentendo però a Gillet di perdere un paio di minuti per ogni rimessa dal fondo, roba che solo il portiere bolognese da se ha perso 10 minuti. Per lui nemmeno un richiamo verbale.

La Juventus.

Ieri ho rivisto finalmente una Juve arrabbiata . Ho rivisto finalmente lo spirito di chi vuole emergere dalla mediocrità. Ho visto non buttare via la palla al novantaquattressimo minuto per l’ennesima perdita di tempo bolognese e ho visto Bonucci partire dalla panchina per andare a difendere i suoi compagni di squadra mentre si accendeva una rissa. Nonostante per giornali e televisioni Bonucci dovrebbe esser uno di quelli che si lamenta. Ho visto Pepe andare a saltare sull’ultimo pallone utile all’ultimo minuto e farsi male, come ho visto Pirlo dare lezioni di calcio e spettacolo, giocare come in una bolla d’aria, contro avversari e arbitro che non lo tutelava per niente. Ho visto Pirlo andare a battere i  calci d’angolo e raccogliere l’ovazione dei tifosi. Ho visto lo stesso Pirlo chiedere l’aiuto dei tifosi. A Milano lo stanno già rimpiangendo . Dio salvi Andrea Pirlo.

I singoli.

De Ceglie deve darsi una svegliata, ogni pallone fra i suoi piedi è un attacco di panico per lui e per tutto lo stadio. Abbiamo subito due gol uno dal Parma e uno ieri e in entrambi c’è il suo zampino. Non basta esser un bravo ragazzo volenteroso per esser il terzino della Juve. Cheillini gioca abbastanza bene ed è anche propositivo ma non può perdersi Portanova su un calcio d’angolo, proprio lui che del corpo a corpo è capo scuola e proprio Portanova che con tutto rispetto non è Rooney. Krasic ieri ha dato segni di risveglio e un paio di volte ha messo in difficoltà Gillet ma deve imparare al più presto quanto misura un campo di calcio perché non può portarsi sempre la palla oltre il fondo e oltretutto certi gol vanno segnati se no poi gli avversari trovano il gol e siamo qui a parlare di un pari invece che di una vittoria. La palla che gli ha servito Pirlo da solo davanti al portiere andava buttata in rete senza ‘’se’’ e senza ‘’ma’’.

Vucinic! Vucinic è genio e sregolatezza e la bella e la cattiva notizia di ieri sera . E’ evidente che ha un potenziale incredibile . Il gol è da centravanti di razza . C’è fiuto , cattiveria , prontezza e precisione, potenza balistica. Se avesse la testa di Klose sarebbe uno degli attaccanti più forti del mondo , ma non è tedesco purtroppo. Spero vivamente che la società lo multi per fargli capire che un campione deve anche sapersi controllare . Ieri in undici contro dieci vincevamo facile e invece.…

Mi chiedo :’’ dopo aver preso già un ammonizione per proteste è il caso di andare a fare un intervento da dietro in scivolata e a metà campo nei minuti di recupero del primo tempo?’’. Vorrei che Contegli facesse questa domanda e mi piacerebbe sentire la risposta di Mirko.

Chiudo raccontandovi un aneddoto. Ieri sera sono andato a vedere la partita con due miei amici rispettivamente di Rimini e di Riccione. Io ho la fortuna di abitare a meno di 20 km dallo stadio. Un po di coda in tangenziale e tutto passa , ma questi ragazzi si son fatti ( e si fanno) 900 km andata e ritorno per andarsi a vedere la Juve . Non male ! E c’è pure chi ne fa di più. Tutto questo amore , per andare a vedere la Juve giocare come ieri sera e magari pareggiare ma avendoci provato fino all’ultimo respiro. Perché può capitare pure di non vincere però bisogna imparare a onorare la maglia che si porta.  Sempre . Nedved diceva :’’ Non tutti hanno gli attributi per portare la maglia della Juventus”. Direi che i ragazzi visti ieri sera in campo, stanno imparando

Ieri i miei amici non erano contenti del risultato come non lo ero io ma della Juve vista si .

Per concludere , la squadra cresce e con lei lo spirito combattivo. Ci sono ancora molti errori dei singoli che vanno sistemati. Contepredica lavoro e prudenza e ha dichiarato che la strada è ancora lunga.  Non importa , aspetteremo.  L’importante è che finalmente , dopo tanto, si ha la sensazione di esser sulla strada giusta.

 

IL walzer di Pirlo

Immagine anteprima YouTube

 

Alessandro Magno per  Juvemania.it

Juventus – Bologna 1-1

Immagine anteprima YouTube

La vittoria che ci voleva.

Ieri non e’ stata una bella Juve e nemmeno una bella partita da vedere. La Juve di una settimana prima sembrava ben altra cosa a fronte di un Siena che non e’ meglio del Parma. Il gioco non e’ stato spumeggiante e alcune scelte di Conte, come l’insistere sulle fasce con Giaccherini e Pepe , lasciando ancora Elia e Krasic in panchina mi son apparse inopportune o quantomeno discutibili. Questo occorre dirlo per non farsi condizionare dal risultato ed e’ facile immagginare il giudizio dell’opinione pubblica (ma anche di molti tifosi) in caso di zero a zero.
Vucinic ieri  poi e’ stato cosi’ irritante da lasciar senza fiato.Un giocatore di tanta classe non puo giocare con quella sufficienza con cui ha giocato ieri, caraccollando per il campo e sbagliando passaggi che nemmeno nella Juve Allievi sbagliano. Torino non e’ Roma e gli Juventini non sono i Romanisti, lo impari presto. Fortuna vuole che proprio lui si  risvegli dal torpore, con un bel colpo di biliardo proprio sull’azione del gol, riscattando cosi almeno in parte  una prestazione da peggiore in campo. Il tutto proprio alcuni secondi prima che il mister lo sostituisca. Segni di un destino amico di Conte? Puo essere ce lo auguriamo tutti.
Contro il Siena non si e’ vinto con il gioco come vuole mister Conte ma comunque si e’ vinto che e’ l’unica cosa che conta.Fatta questa premessa devo dire che bisogna esser molto contenti di questa vittoria. Come detto nonostante il gioco ancora non c’e’ la ricerca di questo e’ evidente. Finche’ le gambe reggono la juve cerca di operare un pressing molto alto in fase dIfensiva cosi come la ricerca del possesso palla diventa per Conte e la squadra la priorita’ assoluta. Ho l’impressione che a Conte prema tenere molto lontani dalla nostra meta’ campo gli avversari,  un concetto non male secondo me.
Gli anni scorsi, in un passato recente, con altri mister, un idea cosi evidente di “sistema di gioco” non si era mai vista.
Matri (complimenti a lui per la zampata degna del miglior Trezeguet) ha dichiarato che partite come quella di ieri l’anno scorso si perdevano. Forse è presto per questo tipo di similitudini perche’ anche l’anno scorso partimmo anche bene. Sicuramente La Juve a Siena e’ apparsa piu compatta rischiando davvero pochissimo se non su qualche tiro da lontano e con la prima contro il Parma sono due partite che si rischia cosi poco.
Ecco , questa e’ una piacevole abitudune che vorremmmo si perpetrasse.
La vittoria risicata per certi versi puo esser un toccasana. Ci costringe a volare basso. Tutti. tifosi e giocatori.Le facili esaltazioni, i momenti di facile gloria lasciamoli agli altri, Napoletani in primis. Restiamo sereni e concentrati ,ricordiamoci che fummo noi l’anno scorso a vincere 2-1 (a Milano) contro i futuri campioni d’italia.
Sappiamo come e’ finita.
Peggio molto peggio sarebbe stato vincere di nuovo a mani basse, con il grande rischio di montarsi la testa e credersi fenomeni.
Son due anni che arriviamo settimi e i peggiori casini son arrivati, in entrambe le annate, quando si e’ iniziato a parlare di scudetto.
C’e’ una “freddura” che si racconta a proposito di Conte da quando e’ arrivato a Torino , si dice che il mister sia cosi’ ossessionato dal lavoro che risponde “bisogna lavorare” a qualsiasi domanda. Pure se gli si chiede l’ora. Bene. Continuiamo cosi. Questa e’ la strada giusta.

Alessandro Magno per Juvemania.it

Siena – Juventus 0-1

Immagine anteprima YouTube

I tifosi nel nuovo Stadio

Immagine anteprima YouTube

 

Immagine anteprima YouTube

Juventus – Parma 4-1

 

Immagine anteprima YouTube
  • Page 1 of 2
  • 1
  • 2
  • >
Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web