Archivio Mensile: luglio 2014

ricchiuti87

di Enzo Ricchiuti

Prima uscita sconfitta 2-3 contro i dilettanti del Lucento.

C’è bisogno di tempo per assimilare la difesa a 4. S’è colpito un paio di legni a quanto pare. Quindi poteva andare meglio. Chiaro che fa più notizia la Juve che perde che quella che vince, saranno stati contenti i giornalisti. Pure perché senza immagini han potuto romanzare bene, come si faceva una volta. Se abolissero le immagini, non le tv, solo le immagini potrei pensare di riprendere il tesserino da giornalista perché il giornalista ritornerebbe una figura di potere. Non solo quello di supporto al potere ma di potere vero e proprio: quello sui fatti.

Si aspettavano top player arriva Pereyra in prestito.

L’han paragonato a Camoranesi. Gli auguro di scordarsi questo paragone anche perché accostamenti del genere sembrano complimenti ma possono diventare dei boomerang. La Juve di quest’anno Pereyra compreso ha tutto da perdere e poco da guadagnare. Se vincerà sarà normale, se non stravincerà sarà crisi. Ha troppi termini di paragone. Fondamentale sarà supportare la gestione tecnica. Ma non da parte dei tifosi. Da parte della dirigenza. Se non è in grado da sola, agisca in modo pragmatico e si rivolga all’esterno.

Nibali ha vinto il Tour, considerazioni.

C’è gente che crea il vuoto. Con la propria abilità. E c’è gente che è creata dal vuoto.

 

 

Juve – Lucento 2-3. Chi ben comincia …evita di essere preso per il cu.. al bar.

smil

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Ok è calcio di Agosto, non frega a nessuno, ma questo c’è e di questo dobbiamo parlare. Ora Allegri bello, la situazione già non è delle più serene, potresti evitare di perdere contro una squadra che fà il campionato di Eccellenza? Non è successo niente , capita. Ma se non capita è meglio. È calcio d’estate ok, come detto non conta, ma se ti chiami Juve è sempre una brutta figura. È come il campione del mondo dei pesi massimi che viene messo a tappeto dallo sparring partner. Ok non c’era in palio niente ma sempre di figura di emme si tratta. Mi viene in mente una storiella che si racconta a proposito di Rocky Marciano, uno dei pochissimi pugili che è riuscito a ritirarsi imbattuto.

Una volta camminando per strada si fece convincere a fare un esibizione improvvisata contro uno. Accettò la sfida e dopo un pò di scazzottata la cosa si fece assai seria. Marciano era veramente in difficoltà e si rese conto che il suo avversario, che non conosceva, lo stava per battere. Ora c’è chi dice che gli diede una testata o addirittura una ginocchiata nel basso ventre, fatto sta che Marciano scatenò una rissa per cui tutto venne sospeso. Quando calmati gli animi si trovò a commentare l’accaduto Marciano disse: ”Io sono Rocky Marciano il Campione del Mondo dei Massimi e non posso perdere contro un dilettante. Se proprio qualcuno mi deve battere deve farlo su un vero Ring. Da ora in poi non combattero mai più un incontro senza essermi prima preparato a dovere. Questa è stata la prima e ultima volta”. Ci teneva al suo nome Marciano e difatti si ritirò imbattuto.

Ok il calcio non è il pugilato e ci sono molte più partite. Capisco ,….capisco tutto. Ok è la prima e non si era pronti. Pero’ dai. Se non sei pronto non uscire. Fai la partitella di allenamento Juve A e Juve B e chi si è visto si è visto. Stiamo calmi ma siamo sinceri. Noi tifosi poi ci si mette la faccia. Come posso presentarmi io al Bar, dopo aver preso per i fondelli i milanisti che hanno preso scoppoloni dall’Olimpiakos e i granata che le han prese dal Rubin Kazan, se poi tu mi perdi nientepopodimeno che col Lucento?

Allegri? No preoccupati.

allegri-juve-300x225

Articolo di Alessandro Magno

Sono giorni che aspetto in silenzio per capire meglio quello che è successo. Non me la contano giusta nè il Presindente Angelli, nè Conte. Non credo per niente alla storia dello ”stanco e svuotato” come ha raccontato Nedved e non credo neppure alla pagliacciata, spacciata oggi per notizia, per cui Conte avrebbe un accordo con il Paris Saint Germain. Fermo restando che tutto può succedere e prova ne è che avevamo un mister e in un giorno ne abbiamo un altro, la notizia è stata lanciata dal Corriere dello Sport, un giornale che per quanto mi riguarda ha un attendibilità pari a sottozero. Probabilmente dovremo aspettare la fine del mercato per capirci qualcosa. Le condizioni per comprendere sono poi sostanizalmente due sole: Dove andrà Conte, se eventualmente andrà da qualche parte e dove andranno Pogba e Vidal, se si muoveranno. Se Conte ha un accordo con qualcuno potrebbe essere una questione di soldi ma anche solo di stimoli, la nazionale notoriamente non paga come i Club. Lo stesso dicasi per le cessioni illustri. Se ci saranno capiremo tante cose e soprattutto se ci saranno , bisognerà vedere quando avverranno, perchè se avverranno negli ultimi giorni di mercato, difficilmente quei soldi potranno essere reinvestiti.

Ad oggi abbiamo tre certezze. La prima è che il mercato (fino ad ora) è stato piuttosto scadente. Evrà , Morata e Coman sono al momento tre ottimi rincalzi. Nulla fà pensare che possano a breve insidiare i titolari. La seconda certezza è una conseguenza della prima e cioè che la formazione titolare attuale della Juventus è esattamente quella dell’anno scorso, quindi non c’è alcun miglioramento (e per ora neppure peggioramento se non un anno in più di età per tutti). La terza ed ultima certezza è il nuovo mister ovvero Massimiliano Allegri.

La cosa che mi ha lasciato interdetto è la velocità con cui si è scelto Allegri. Praticamente la sera a ora di cena Conte si è dimesso, il giorno dopo per ora di pranzo c’era già il nuovo mister. Non c’è stato bisogno neppure di una riunione veloce fra i vertici. E’ bastato un giro di telefonate e Allegri nel pomeriggio si presentava. Ora è difficile anche con tutta la buona volontà di questo mondo, non immaginare neppure per un secondo, che con il nuovo mister ci fosse già un accordo da prima. Probabilmente Allegri era stato messo in stand by già da Maggio, cioè da quando Conte aveva già avuto da dire con la Dirigenza.

Ora che profilo ha Allegri. E’ sicuramente un aziendalista, uno yes-man alla Ranieri. E’ uno che è vero che ha vinto uno scudetto con il MIlan (fra l’altro impresa riuscita a tantissimi altri), ma è soprattutto una persona che ha permesso alla dirigenza del MIlan di smantellargli la squadra vendendo nel corso degli anni tutti i pezzi pregiati, senza mai lamentarsi. Almeno pubblicamente. Si è preso anche la colpa della cessione di PIrlo e i giornali hanno sempre battuto il tasto su quella ma sono andati via negli anni di Allegri anche Ibra , Thiago SIlva, Boateng e altri. Sempre rimpiazzati alla bene e meglio. Anzi alla fine quando il Milan non era più quello dello scudetto ma era una specie di succursale di giocatori medio deboli , si è preso pure la colpa delle stagioni non più all’altezza della fama del Club.

Questo è Allegri e questo è il sospetto che mi viene del perchè lo hanno preso. Costa poco e non rompe il caxxo.

Spero ovviamente di sbagliarmi. Ma al momento sono preoccupato.

ricchiuti86

Finito il mondiale Germania campione poi Argentina Olanda e Brasile. E per non farsi mancare nulla
lo scandaloso pallone d’oro del mondiale dato a Messi. Considerazioni.

Germania e Argentina erano alla pari. Poi ha prevalso chi è riuscito a metterla dentro. Non penso sia scandaloso il premio di Messi, ha fatto un buon Mondiale.

Dimissioni Conte. Che è successo. Ma davvero ci tocca Allegri?

Non so cosa sia successo. Non stavo neanche vedendo la tv, m’ha avvisato mio suocero delle dimissioni. Allegri ? L’ho sempre rispettato. Non è un leader ma dovrà diventarlo perché non avrà il supporto tecnico della società di cui avrebbe bisogno. Bisognerà aspettarlo, è un diesel. Se dovessero confermargli i big avrebbe e avremmo meno difficoltà.

Nibali ce la fa a vincere il tour de France?

Può perderlo solo lui. L’anno scorso in Spagna ci è riuscito.

 

Ci è caduta addosso una montagna

urlo di munchScritto da Cinzia Fresia

Una tristezza profonda non mi ha lasciata da ieri sera, le dimissioni di Antonio Conte e l’ingaggio ad Allegri ci hanno messi noi tifosi della Juve in profonda prostrazione. Tutti meno lui … Allegri, il nemico numero 1 della Juve, il nemico di Conte, il nemico di tutti gli juventini, è diventato il tecnico della Juventus, lasciando nella disperazione più totale i tifosi. Abbiamo smesso di vincere .. il neo tecnico ci porterà in rovina.

Purtroppo non c’è nulla da fare e da dire, vi erano alternative anche buone, per esempio Di Matteo che è libero poteva essere una possibilità di pari livello Conte, poteva andare bene anche Carrera, ma nulla, hanno voluto un nemico della Juve, che ha profondi problemi soprattutto con Pirlo, con Buffon e applica un gioco che non appartiene alla Juve di oggi.

Non so cosa dire d’altro e temo che per un po’ di anni vivremo di ricordi, l’oblio della Juventus sembrava finito, finalmente un allenatore vero, preparato e soprattutto Juventino.

La dichiarazione di Conte il giorno dopo la vittoria dello scudetto, non mi aveva convinta del tutto, in effetti, la dichiarazione “io resto”, ha distolto l’attenzione dei media da ciò che stava accadendo veramente, dopo la messa in scena del calcio mercato, ecco la notizia, eppure, dovevamo capirlo prima, troppi segnali.

Allegri che all’esonero della panchina del milan, viene magnificato da Antonio Conte, boh! Con tutto quello che gli ha detto davanti e dietro, era più corretto un no comment, poi … Milan – Juve risate sugli spalti e pacche sulle spalle .. bah! E adesso ..Allegri in Juventus, e Conte dove? In nazionale? oppure .. ? Mi spiace dirlo, ma non so cos’ha visto la dirigenza e proprietà bianconera e sarà durissima per tutti, primo perchè Allegri non è all’altezza della Juve .. e soprattutto non se la merita. Mi spiace di essere lapidaria e sputa sentenze, lo ammetto, però non credo nella buona fede di questo tecnico e ho timore che sia venuto in questa squadra esclusivamente per fare danni.

Mi spiace molto per Andrea Agnelli, e spero non sia stata per causa sua.

Un fulmine a ciel sereno.

Antonio Conte, the Juventus manager, has been banned for 10 months

 

Articolo di Alessandro Magno

 

E’ arrivata la notizia delle dimissioni di Conte come un fulmine a ciel sereno. Le motivazioni di questa scelta di Conte e della società (che ha accettato subito le dimissioni) non sono state chiare . Nei due messaggi di Conte e del Presidente Agnelli nessuno dei due ha spiegato cosa è successo ed entrambi si sono limitati ai reciproci ringraziamenti. Poco male perchè per quanto riguarda questo, le prossime mosse della società e di Conte ci faranno capire che cosa è accaduto veramente. Ormai non mi stupisco più di nulla quindi ci potrebbe essere dietro questa scelta la proposta allettante di una Nazionale (magari quella italiana), oppure, come penso io, è venuta a mancare quella parola data su Vidal e Pogba che dovevano essere incedibili e forse ora non lo sono più (entrambi o anche solo uno dei due). Oppure ancora Iturbe e Morata, ammesso che si riescano a prendere, non stuzzicano più di tanto l’appetito di Conte che forse il secondo neppure lo voleva. O forse ancora il mancato arrivo di Sanchez e di Cuadrado fanno venire meno l’auspicio che questa squadra possa competere seriamente anche in Europa. Una di queste o anche tutte queste, presto lo sapremo perchè non è normale quello che è accaduto, non lo è nei tempi ( fra 40 giorni inizia il campionato) non lo è per una squadra come la Juve che non è abituata a queste cose.

Se per quanto riguarda le motivazioni il tempo come detto ci aiuterà a capire, per quanto riguarda il successore di Conte invece il mistero si fa abbastanza fitto. A questo punto della stagione gli allenatori papabili sono davvero pochi. Escludendo scelte clamorose tipo il ritorno di Ferrara o Ranieri o la panchina a Nedved che non so neppure se ha il patentino, esistono aperte e libere le piste tuttaltro che ”simpatiche” di Allegri e Mancini, o il più simpatico Spalletti ( che sono liberi), l’altra più complicata di Deschamps che non è libero ma potrebbe liberarsi. Guidolin ha appena smesso e accettato un ruolo dirigenziale all’Udinese ma magari per la Juve tornerebbe anche in pista. Oppure la Juve potrebbe dare clamorosamente la panchina ad Alessio o Carrera. Tutte le altre piste sono chiuse o tremendamente complicate.

Alla Juve è caduto un fulmine a ciel sereno e al 16 Luglio è un tremendo …..tremendissimo pasticcio.

Germania ..Campione del mondo.

pastore-tedesco-cashscritto da Cinzia Fresia

Ebbene sì ..Germania sul tetto del mondo, in punta di piedi, in silenzio, approfittando di scivoloni qua e là l’inaspettata Germania si è conquistata il titolo, lasciando sgomenti una delle super favorite, l’Argentina.

La finale Germania-Argentina ha rischiato seriamente di finire ai calci di rigore, tanto le due fazioni si equivalevano, e addirittura la squadra di Messi and Company ha giocato un pelo meglio nel secondo tempo.

Tanto impegno e voglia di riuscire ha contraddistinto entrambe le squadre che volevano vincere a tutti i costi, ma stranamente il caso, la sfortuna o l’emozione del momento, nessun tiro è entrato in porta.

Già ai supplementari la Germania cominciava ad accusare qualche colpo e molta stanchezza, mentre gli argentini sembravano tenere di più,  però, come spesso accade se il talento del singolo non viene fuori, emerge quello  di squadra, ed è stata la Germania ad essere unita e a lottare per lo stesso obiettivo, non era solo la  Germania di Schweinsteiger o Lahm, ma anche quella di Podolsky, Ozil e Khedira. L’Argentina con dei giocatori da 90 ha fallito, perchè alla fine, hanno fatto come noi, ognuno ha guardato il suo “giardino” e ne è uscita una brutta sconfitta, lo stesso Messi ha rivelato profondi limiti rispetto la sua posizione molto diversa nel Barcellona.

Alla fine del match, mentre osservavo la Germania alzare il trofeo, ho pensato che all’Argentina sia mancato proprio Carlitos Tevez, sarà paradossale e qualcuno ha detto che il centravanti argentino non era utile a Sabella,  sarebbe proprio servito invece in  quella occasione, reduce da una stagione super, molto sicuro di sè, poteva essere  il valore aggiunto ad un’Argentina eccessivamente individualista e poco credibile nelle recriminazioni, osservazione messa in evidenza dalla stampa proprio oggi.

Il fastidio è che ha vinto un’ europea in casa del Sud America, un fatto davvero insolito, la padrona di casa, il Brasile si è rivelato un vero bluff, rimasto a bocca asciutta  senza conquistare il terzo posto che ha  lasciato ad un’altra Europea, l’Olanda.

Come si dice .. prendi e porta a casa Brasile, sono contenta di come si è evoluto il mondiale, felice di avere in Europa la coppa del mondo,  spiacevole  l’inqualificabile comportamento dei nostri, ma tutto sommato è giusto così, ha vinto la migliore.

Voltiamo pagina, il mondiale è archiviato, a parte le due ultime partite che hanno sentenziato l’inadeguatezza delle sudamericane, non è stato un gran che tra competizioni e  e da ora in avanti possiamo dedicarci alla nostra di squadra del cuore, che attualmente si trova a dover affrontare la delicata  questione calcio mercato, chi arriva e chi parte, con l’intento di produrre una squadra che si distingua in Europa.

 

 

 

 

ricchiuti85

Polemica Prandelli Balotellii Rossi non ti chiedo chi ha ragione ti chiedo me la spieghi?

Prandelli ha bisogno di riconquistare il favore del pubblico. Quindi attacca Balotelli. Rossi non conta niente come al solito.

Come mai c è stato questo attacco pesante ad Andrea Agnelli riguardo al cambio dei vertici in Figc e perché

Agnelli si è arrabbiato fra l altro con Prandelli? Ok Abete ma che gli frega ad Agnelli di Prandelli?
Agnelli penso abbia stigmatizzato il vuoto istituzionale che hanno creato. E’stata una abile mossa da consumato politico quindi gliel’hanno suggerita. Ovviamente il vuoto istituzionale non preoccupa nessuno perché in Italia si governa col vuoto spesso. Macalli ha fatto una grillata,

Sarà finale Argentina Germania. Giusto così? Il tonfo del Brasile è roba pesante. 7 gol sul groppone in una semifinale …..

Ne ho viste già due di Argentina-Germania. Sono squadre che si equivalgono. L’Argentina però ha una difesa migliore. Potrebbero andare ai rigori. Il Brasile ? Gli auguro il podio.

Eleven little indians ..(11 piccoli indiani) e non ne rimase nessuno.

ritmo tropicalScritto da Cinzia Fresia

Brasile in lutto, e chi l’avrebbe detto che la Germania gli rifilasse 7 gol quasi tutti nel primo tempo? Germania spietata, vendicatrice ed implacabile, ha “ucciso” il sogno che vedeva il Brasile in finale e a casa sua. La tanto sognata finale sudamericana si tinge di colori europei, la Grande Germania è viva, e vuole essere campione del mondo.

Io casualmente la partita l’ho vista, non mi interessa nè il Brasile nè la Germania, ma trattandosi di una gara  dal risvolto interessante ho detto perchè no? Ero convinta che la Seleçao,  si esprimesse ai massimi livelli, e annientasse gli europei  ridendo e sbambettando alla grande al  “ritmo tropical”, altro che samba,  .. la Germania è arrivata con i carri armati come se dovesse invadere “l’Austria” radendo al  suolo anche la spiaggia di Copacabana.

7 gol, non li fa neanche la Juventus quando incontra il Cuneo, i poveri cariocas sembravano dei bambini in cerca della mamma, e i tedeschi, ridevano, ridevano ..ma quante risate si sono fatti in campo e fuori. Mentre  l’allenatore il sig. Joachim Low rimaneva serio abbozzando  un mezzo sorriso quando l’esecuzione è terminata,  l’obiettivo è stato raggiunto arrivare in finale, i soldi sono  stati incassati .. ora tocca ai giocatori se vogliono portare la Germania sul tetto del mondo, e non deludere la loro fantastica cancelliera Merkel, la quale recrimina tuttora  a Rosetti un calcio di rigore, e qui si fa difficile, perchè ieri una pessima Argentina ha superato un Olanda mediocre ai rigori, ma con uno come Messi in campo mettendolo  nella posizione giusta non si sa mai che cosa gli può venire in mente.

Quindi adesso viene il bello,  perchè l’Argentina non sarà come il Brasile, si difenderà dagli attacchi, provandoci a sua volta, perciò è davvero complicato  fare un pronostico, è probabile che la Germania parta sul serio favorita perchè è la più in forma con i giocatori migliori.  Per chi  tifare?   noi italiani forse siamo mentalmente più vicino all’Argentina, molti dei loro giocatori sono di origine italiana, ma la Germania fa parte dell’Europa e per coerenza territoriale dovremmo tifare per lei.

Nonostante la volontà politica di aiutare il Brasile, non c’è stato verso, la Germania sinceramente troppo forte nessuna idea avrebbe potuto salvare la squadra più deludente del mondiale, a parte noi naturalmente, che abbiamo risolto prima non superando  il turno,  mentre il Brasile convinto di vincere ha fatto una figuraccia, umiliando il proprio pubblico che incredulo, con gli occhi spalancati, non poteva che piangere.

Il calcio è così, spietato, ti fa vedere la realtà sbattendola in faccia. Un bel mondiale? ma anche no, forse qualche  partita interessante..ma la competizione più charmant del calcio  sta perdendo colpi e interesse.

Comunque la finale è alle porte, e si scontrano gli antipodi del mondo! Auguri!

 

 

 

 

 

Incoerenza

gianluigi-buffon-portiere-juventus_12215Scritto da Cinzia Fresia

Siamo in piena-quasi-forse estate, i mondiali stanno volgendo al termine, per l’Italia,  pseudo archiviati, e calcisticamente parlando noi Juventini  ne abbiamo passate tante, considerata  la vittoria dello scudetto come  unica nota positiva dell’anno, il resto sono stati  mugugni circa le prestazioni scarse in Europa,  ansie per il   rinnovo di Conte, e anche un mondiale disastroso, nonostante  i nostri siano  stati i meno peggio, in questa annata non ci siamo fatti mancare nulla,  siamo stati anche perseguitati dai gossip riguardanti i matrimoni dei due giocatori attuali più importanti e rappresentativi della Juve, Buffon e Pirlo che sono finiti.

Gian Luigi Buffon e Andrea Pirlo  hanno scaricato le ex mogli e rimpiazzate con altre signore più o meno note.   Di per sè oserei dire che le notizie non abbiano una chissà quale rilevanza, in fondo la vita privata di costoro .. non dovrebbe importare a nessuno o quasi.

Proprio per quel “quasi” che i giornali scandalistici specializzati in gossip ed anticipazioni sono andati a nozze facendo un toto scommesse, circa la liason Buffon e Damico fosse vera o no, rompendoci le scatole tutti i giorni con notizie e fotografie sui giornali e sul web,  bene, non che la cosa mi interessi un gran che, però, devo dire che questa storia mi ha scocciata alquanto, e non capisco le prese di posizione, elogi o altro su questi tre personaggi, i quali improvvisamente diventano tutti e tre maestri di bon ton mettendosi pure ad insegnare  la morale agli altri.

A questo proposito mi vengono in mente i calciatori del passato, pensiamo ad un Morini, Anastasi, Bettega? Sebbene fossi piuttosto piccola di età, non ricordo che nessun giornale si chiedesse come andasse il loro matrimonio e se avessero  amanti o relazioni extra, erano davvero professionisti, e poco importava il resto.

Intanto quei calciatori erano persone diverse, non erano personaggi mediatici, e non ostentavano il loro potenziale economico e vita privata,  andavano ad Alassio ai bagni “pinco-pallo” e non a Dubai nei resort più esclusivi, sposavano le ragazze della porta accanto e non le soubrette, ci piaceva vederli solo  giocare a pallone, non era necessaria nessuna informazione extra,  perchè non serviva.

Adesso invece no, e devo dire che da Buffon non me lo aspettavo, non che ponesse fine al suo matrimonio perchè quelli sono davvero affari suoi, ma per come si sia costruito un meccanismo il cui scopo è il lucrare su tutto anche sui sentimenti, foto, scoop, dichiarazioni, bugie e ammissioni, ha fatto stravendere i giornali.

Altro particolare, ma chi vogliamo prendere in giro? Ha negato l’inverosimile e l’evidenza, per poi un mese dopo dire ” E’ tutto vero mi separo ecc. ecc. ” Un giro di menzogne una dopo l’altra, un gioco retto sia dalla moglie che dall’amante per poi ammettere si è tutto vero. Devo dire che Pirlo è stato più signore, nessuno ha recitato,  per evitare di mentire  o dire cose che non sono quando l’evidenza era palese. Mi chiedo se fosse così necessario per un personaggio ricco come lui doversi prestare a delle messe in scene sinceramente poco realistiche, per poi lamentarsi dicendo che la vita privata è solo affar suo? Se parliamo di Alex Del Piero, circa il suo matrimonio, è stato telegrafico “Annuncio che mi sposo con la sig.na xyz, alle ore … nella chiesa X il giorno y” sobrietà totale, non abbiamo visto castelli, super ricevimenti, mega feste per poi divorziare dopo “10 minuti”.

Ma poi, ne avevamo così bisogno? Ci serviva sapere che Buffon e Seredova non erano la coppia da favola che ci si aspettava? La mia risposta sincera è no, anche perchè, al posto di Buffon non me la sarei sentita di recitare  il ruolo della famiglia allargata dove ci si vuole tutti bene perchè  non è reale e soprattutto non ci crede nessuno. Lascerei stare i commenti su questi tre che insegnano a stare al mondo alla gente, ma quando mai?

In ultimo il Buffon furioso, tuona sentenziando che l’Italia è un paese bigotto .. Ah ci voleva Buffon che ce lo facesse sapere? caspita che scoperta .. intanto il paese bigotto l’ha riempito di soldi appena uscito di casa, quindi ci andrei piano con gli sdegni, e gli consiglierei la prossima volta di coltivare la  sua vita privata tenendosela per sè, come facevano i colleghi del passato, di cui non si sa assolutamente nulla, e nessuno sente il bisogno di sapere.

C’era un’alternativa? Si, c’era, bastava dire la verità subito.

Visto che s’è n’è parlato, qualcuno potrà essersi fatto l’opinione che meglio voleva, chi pensa sia stata una storia di corna dove una donna è stata umiliata o magari no, sicuramente da questa vicenda, l’immagine ne esce un po’ appannata.

 

 

  • Page 1 of 2
  • 1
  • 2
  • >
Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia