Archivio Mensile: ottobre 2014

Sabato 1 novembre 2014 ore 15 Empoli-Juventus Stadio Castellani Empoli

Anche la sconfitta di mercoledi scorso brucia ancora, la Juventus non ha tempo per deprimersi, dovra’ al contrario tentare di reagire domani pomeriggio alle 15 contro l’Empoli, pa

L’Empoli e’ una squadra, come tutte quelle da bassa classifica che non ha nulla da perdere e gioca la partita della vita, percio’ ragazzi occhio, e svegliatevi, piu di cosi non possiamo dirvi.

 

 

Genoa – Juventus 1-0.

http://www.dailymotion.com/video/x28wn39

Genoa-Juve: non prendetevela (troppo) col timoniere, ma con l’armatore

juventus-cda-agnelli

Articolo di Alessandro Magno

Genoa-Juve. Una sconfitta con molti padri e una sola madre: la Fc Juventus. I padri sono la sfortuna, Perin, Allegri, Mazzoleni. La sfortuna c’è perché quando prendi due pali e crei tanto e gli altri fanno gol con mezza occasione non puoi certo parlare di sconfitta giusta. La sfortuna è anche trovare per l’ennesima volta un portiere (Perin) in stato di grazia. Capitano tutti a noi.

Allegri ha le sue colpe anche lui troppo molle, troppo indeciso. Continuiamo a regalare primi tempi agli avversari e continua a fare sempre le stesse sostituzioni. Mai un colpo di genio. Che dire poi di rinunciare sistematicamente a un Morata in queste condizioni? E veniamo all’arbitro.

Mazzoleni ha arbitrato in modo scientificamente indegno contro la Juve. Ai Genoani è stato concesso di tutto, dovrebbero già essere in 10 al 7mo minuto quando Rosi entra a karate sulle parti basse di Tevez. Neppure ammonito. La prima ammonizione è per loro all’72mo quando l’arbitro ha già condizionato col giallo la partita di tre dei nostri. Addirittura Ogbonna sul giallo prende netto la palla così Chiellini a cui viene fischiato un fallo di mano inesistente. Mazzoleni è così in malafede che verso fine gara quando ferma Pogba lanciato in area si prende una serie di vaffanculi da record, ingoia il rospo e fa finta di non sentire perché sa di aver esasperato tutti i bianconeri, compreso Paul con questo arbitraggio indecente. A Tevez e Llorente vengono fischiati contro 4-5 falli che subiscono. Pinilla non solo è libero di picchiare (verrà ammonito solo al 87mo) ma gli si fischia qualsiasi cosa ad ogni svenimento. Ma non è colpa di Mazzoleni lui arbitra come vogliono che arbitri. Tiene famiglia. Rocchi è stato fermato per due turni perché ha avuto la colpa che la Juve ha vinto con la Roma. Mazzoleni viene da due prestazioni disastrose con l’Inter in cui ha regalato un rigore e con noi. L’Inter anche ieri con la Samp ha avuto un altro regalone due rigori 6 punti ma va bene così. Non è la Juve non frega a nessuno. Sul gol di Antonini non mi hanno fatto neppure vedere 1 dei 16 mila replay che in genere fanno quando c’è un gol dubbio per noi. Leggo che è regolare mi devo fidare di questi giornaletti sporchivi italiani. Ma mettetevi nei panni di Mazzoleni, ma perché dovrebbe arbitrare come si deve e non come si vuole? Chi glielo fa fare? Per rischiare di essere fermato per due turni e aggredito da tutti? Meglio vivere tranquillo.

La colpa di tutto questo è della Juventus e del Presidente Andrea Agnelli. Non è ammissibile che la Juve subisca tutto quello che ha subito dopo Juve-Roma e resti in silenzio. Chi tace acconsente quindi se tutti dicono che la Juve ha rubato e taci vuol dire che è vero. Il basso profilo in Italia non paga. Restare inermi vuol dire poi ritrovarsi i Mazzoleni. All’assemblea degli azionisti diversi hanno fatto notare che siamo nuovamente sotto un attacco mediatico indecente. Agnelli ha risposto: “Siamo antipatici”. Una risposta francamente inadeguata. Non vorrei si volesse perdere questo scudetto così a buon mercato magari giusto per investire in simpatia.

LA JUVE SCAPPI DALL’ITALIA E VADA A GIOCARE ALL’ESTERO: FIRMA LA PETIZIONE

Corsi di recupero

Ammettiamolo che abbiamo perso come dei deficenti?lo so che era nell’aria e che prima o poi doveva accadere, e che Perin farebbe carte false per venire alla Juve, ma perdere ad un minuto dalla fine, e’ da squadra da bassa classifica.

Non siamo in forma e’ un dato di fatto, che abbiamo un allenatore che non sa quel che si fa anche, ma regalare la vittoria agli avversari ad un secondo dalla fine, ci rimanda tutti a settembre.

E Conte se la ridera’ sotto i baffi, lui che ormai e’ fuori, che porta via tutti i giocatori in nazionale con la scusa che li conosce bene.

Non posso che suggerire alla dirigenza Juve di organizzare i corsi di recupero su come e auando si segna.

Questa sera sinceramente una pena, attaccanti persi .. Imprecisioni, squadra che vagola disorientata, che sbaglia, sbaglia e sbaglia. A qesto punto un fuoriclasse come Tevez e un candidato al pallone d’oro come Pogba, in questa Juve non servono piu’ a niente.

Tevez ha provato a portarsi in avanti ben 2 volte saltando 3 uomini, nessuno in area a dargli una mano, un altro che non passa la palla a Pogba, solo davanti alla porta, ragazzi che succede? Siete regrediti?

Sara! Bene che si organizzino, il rischio di appendere lo scudetto in cameretta e’ un altro rischio.

 

 

mercoledì 29 ottobre 2014 ore 20.45 Genoa-Juventus – Stadio Marassi Genova

genjuvScritto da Cinzia Fresia

Torna in campo la Juventus contro una squadra tra le più complicate e dalla tifoseria di molto difficile gestione, il Genoa.

Conosciamo la fazione ligure, che aggredirà e picchierà, i nostri lo sanno e mi auguro siano preparati.

Oltre ai giocatori usurati e stanchi, per Allegri un’altra preoccupazione, il campo alluvionato che penalizzerà sicuramente il gioco. Per non perdere punti, serve reagire, correre e giocarsela, reazione ai massimi livelli, ben poco importa chi segnerà, l’importante è farlo.

Perciò, ragazzi sveglia ..se non vogliamo farci raggiungere dalla Roma.

 

Juventus-Palermo: bene solo il risultato ma giochi chi merita

pirlo-rinnovo-juventus-2016

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Juventus-Palermo. Chi mi segue spesso sarà abituato a questi miei articoli contro corrente. Ogni tanto capitano. E’ una mia prerogativa di cui vado fiero, quella di non farmi influenzare dal risultato. Quest’anno è capitato contro l’Atletico Madrid in cui io ho parlato di buona prova della Juve nonostante la sconfitta. Capiterà oggi per Juve-Palermo dove non sono affatto contento della prestazione. La Juventus Domenica non mi è piaciuta a iniziare dal modulo che non si capiva bene se fosse un 3-5-2 o un 4-4-2 con Bonucci che a un certo punto me lo sono visto terzino destro. La Juve ha giocato male per lunghi tratti. In alcuni frangenti ha giocato malissimo. Il primo tempo è stato regalato all’avversario che riusciva ad arrivare in zona tiro con 2-3 tocchi, mentre noi ci si accontentava di un soporifero giro palla. Se non ci fosse stato il Palermo ieri, squadra onestamente modestissima, non credo si sarebbe vinto. La manovra è stata di una lentezza disarmante e il vantaggio è scaturito da un intuizione di Pereyra che praticamente facendo pressing da solo ha rubato palla e ha velocizzato la manovra andandosene in percussione solista. Li ha trovato un Tevez in appoggio e pronto alla rifinitura e un Vidal che aveva seguito la manovra viva Dio, ma se Pereyra avesse conquistato palla e l’avesse data all’indietro verso Bonucci o Pirlo saremmo ancora qui ad aspettare che la Juve fa gol.

Pirlo ancora deludentissimo. Gioca a un ritmo imbarazzante e a differenza di tempi migliori, continua a sbagliare un infinità di passaggi. Non è casuale che dopo la sua uscita e l’ingresso di Pogba si sia velocizzata di brutto la manovra e la Juve ha fatto 25 minuti finali come Dio comanda. Vidal, Tevez, Llorente non mi sono sembrati in una condizione ottimale nonostante due di loro siano andati in gol. Nando è poco mobile anche se soprattutto è mal servito (ha fatto gol di testa guarda un poco e crossare un po’ di più magari?), Vidal non è in forma e spesso finisce per strafare visto che la condizione non l’accompagna. Uguale Tevez che troppe volte cerca dribbling avventurosi. Mi viene strano in tutto questo pensare che Allegri faccia riposare Pogba che in verità mi sembra più in condizione degli altri, come lo stesso Marchisio. E’ strano da pensare ma forse ha ragione il mister. Forse, visto che l’avversario era il Palermo, meglio fare ritrovare la condizione a questi giocatori in questa partita. Io non sono nello spogliatoio tuttavia in questo momento, mi pare che Morata e lo stesso Giovinco meritino un attimo più di considerazione.

Siamo all’ottava di campionato e ci può stare un calo di prestazioni visto che veniamo da un tour de force fra campionato, coppe e nazionali, tuttavia Allegri secondo me dovrebbe considerare di fare un maggiore turnover se vogliamo arrivare a fine stagione senza la lingua per terra.

L’ho scritto già nell’articolo passato giochi chi merita. Punto.

LA JVE LASCI L’ITALIA E VADA A GIOCARE ALL’ESTERO: FIRMA LA PETIZIONE

Soldato Tevez ..Agli ordini!

Vidal e LlorenteScritto da Cinzia Fresia

Come in ogni Azienda che si rispetti  dove tutti si sentono in famiglia,  ci si ricompatta nei momenti  di difficoltà, ecco che oggi, è accaduto proprio questo. La Juventus ha ritrovato se stessa, cercando di far emergere i più deboli, profondamente criticati e rei del pareggio più sconfitta europea.

Di elementi affaticati  in questa Juve ce ne sono, ma come in tutte le migliori famiglie c’è un fratello maggiore che interviene a mettere le cose a posto, a mediare e a far funzionare tutto, è proprio il caso di dirlo ed ammetterlo, Tevez ha sbloccato  servendo una palla gol che Vidal ha sfruttato nel migliore dei modi cioè segnando,  anche Llorente, dopo dai, che ti ridai, che ti ridai, che ti ridai e ancora che ti ridai ..Gol anche lui, evviva .. i tre punti sono l’unica cosa che conta, ma anche le quotazioni dei due giocatori fino ad oggi in ribasso stanno per risalire.

Ma questa è la Juventus, sa come gestire le sue forze ma soprattutto conosce i metodi per rimettersi in carreggiata.

La partita: diciamo senza infamia e senza lode, con un giocatore come il Tevez che spesso riesce a divincolarsi da tre difensori, (a volte anche  4) contro  un avversario dignitoso ma scarso, vincere non è stato difficile, nel primo tempo i palermitani comunque si sono fatti sentire cercando di contrastare al massimo la Juve, il seconto tempo è stato obiettivamente dei bianconeri, come gioco la Juve poteva fare meglio, forse Pirlo andava tenuto a riposo, considerata la modestia avversaria, io avrei buttato nella mischia Giovinco dietro alle punte, il ruolo a lui  più congeniale, dove riesce ad esprimersi meglio, chissà che non trovasse  il gol anche lui, maluccio Pereyra ..

La Juventus di Allegri, è ancora in cerca di autore, lo stesso Allenatore è pieno di dubbi amletici, sempre  con i riflettori puntati in attesa che commetta errori, non sa mai che pesci pigliare, perchè se tiene Pirlo in panchina, lo accusano di volerlo silurare, come accadde al Milan, però se lo tiene in campo  lo criticano perchè non lo toglie, insomma un pasticcio tale da portare l’insuccesso. Oltre al “Pirlo o non Pirlo”, Allegri dimostra di non sapere come gestire sti uomini allo stremo, certo gli hanno consegnato una “bella gatta da pelare”, questa non è la Juve che Conte concepì anni or sono, questa è la Juve ridotta ai minimi termini, dov’è Barzagli? Dov’è Pirlo? Vidal ecc. ecc. non penserete che Ogbonna regga in Europa .. avremmo necessità di rinforzi. Anche il gioco di questa Juve non è ancora chiaro, le lacune  emerse con il Sassuolo, che poi era solo il Sassuolo, ma sappiamo quanto queste secondarie siano così spietate quando c’è una partita della vita da disputare, non è altro che il disorientamento dei centro campisti i quali non riescono a trovare la via maestra, negli anni precedenti, Pirlo diceva a tutti cosa dovevano fare, proprio a tutti, muoveva i colleghi come fossero pedine, “tu stai qui, tu fai quello, tu fai quell’altro..” d’altronde se lo chiamano il regista ci sarà un perchè, ora che non lo fa, si perdono come mosche impazzite, ecco che la superiorità tecnica e  fisica di Tevez salva capra e cavoli ma non può sempre funzionare.

Sarebbe ora che Allegri ci mettesse un po’ del suo, tanto ormai non ci possiamo fare niente, lo dobbiamo digerire e quindi tanto vale che faccia qualcosa e che individui una strategia che preservi il centro campo.

Comunque, un passo alla volta, aver recuperato tre punti su quegli sciagurati è un bella conquista e sensazione, che bello aver vinto senza sproloqui, anatemi e farneticazioni giornalistiche, nessuno ha detto niente, forse io avrei qualcosa da dire all’arbitro dal cartellino facile comunque va beh c’è di peggio.

Il riposo dura poco, il turno di campionato arriva già mercoledì, e la Juventus come tutte le altre squadre dovrà riprendersi per disputare al meglio la prossima partita.

 

 

 

 

 

Juventus – Palermo 2-0. Sintesi.

http://www.dailymotion.com/video/x28o5fp

Domenica 26 ottobre 2014 Juventus-Palermo ore 15 Juventus Stadium -Torino

Juventus palermoScritto da Cinzia Fresia

Ammaccati, intristiti e con il muso lungo, aspettiamo il Palermo,e dopo la l’arresto momentaneo della Roma, che bella idea sarebbe aprofittarsene.

La caduta ad Atene ha indicato quanta fatica hanno addosso i nostri giocatori, e di come bisognerebbe non concedere Troppo alla nazionale.

Ovviamente la partita andrebbe vinta, perche’ vorrebbe dire recuperare un po’ di distacco e mettere a tacere tutti quanti..

 

ricchiuti99

Di Enzo Ricchiuti

 

Olympiakos Juventus.

S’è perso. Poteva andare meglio, si sono avute diverse occasioni. Lo stesso goal preso è stato un autogoal, tra palle perdute e mancati rientri. Andrà sicuramente meglio al ritorno, la Juve è più forte di quella in Grecia.

Bayern-Roma.

I tedeschi giocano bene e stanno con continuità ai vertici da anni. La Roma ha preso molti goal in modo scolastico. Penso che le lezioni non siano i 7 goal o le dissertazioni post gara: penso che in generale ci sia da imparare solo osservando i nomi di chi sta spesso al vertice. Però sono lezioni noiose, alla gente piace il potere sguaiato o fare la vittima di chissà chi. Non c’è la voglia di stare ai vertici perché ti piace, c’è la voglia di stare ai vertici per fare dispetti.

Conclusioni

Nulla in particolare. Non credo alle crisi del calcio italiano, credo alle crisi di risultati. Per quelle non ci vogliono facce pulite, conferenze e neanche soldi. Ci vuole un po’ di campo.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web