Archivio Mensile: Ottobre 2014 - Pagina 3

Juventus 3 Squadramejoditaja corgiocomejoditaja cheancoraperonunhavintoncaz 2

bonucci-juventuscom

 

Articolo di Alessandro Magno

Non poteva che finire i rissa come al solito. Mai una volta che accettino un risultato. Ancora una volta hanno perso. Ancora una volta hanno giocato più per non perdere che per vincere. Ancora una volta l’han messa in caciara loro, poi si lamentano dell’arbitraggio. Unico che si salva Garcia che ancora non s’è romanizzato-italianizzato del tutto evidentemente. A precisa domanda (imbeccata) se con un altro arbitraggio avrebbero potuto fare meglio risponde che avrebbero dovuto fare meglio comunque perchè qualche azione da gol l’hanno avuta. Anche sull’espulsione sua e quella finale dice chiaramente che non devono fare così. Onore a Garcia se lo merita e devo dire qualche battuta da uno così io la posso anche accettare. Sono venuti qui con la nomea della squadra che gioca il calcio migliore d’Italia. Si sono fatte pure le pagelle che loro presi ad uno ad uno sono meglio di noi. Si è tirato fuori il Mercoledì di Coppa per dire pure che loro erano più in forma di noi perchè avevano pareggiato con il City mentre noi s’era perso con l’Atletico che poi ancora non mi spiego su che basi il Manchester City sia più forte dell’Atletico Madrid visto che il secondo è arrivato a un passo da vincere la Champione mentre il primo non mi risulta proprio. Ma in Italia la frangia antijuventina è molto consistente per cui ogni chiave di lettura è sempre a danno dei bianconeri. Ne riparlero’ di questo analizzando la moviola. Dicevo sulla partita io ho visto una sola squadra giocare per vincere: la Juve. Contro ho visto un altra squadra mediamente catenacciara improntata sulla difesa e contropiede costituita da giocatori di buona levatura e mediamente talentuosi che tuttavia ieri sera non riuscivano a fare 4 passaggi di fila. Schema unico palla in profondità a Gervinho che con la sua corsa cercava di metterci in di difficoltà e a volte ci riusciva. Mi pare pochino come squadra dal gioco migliore d’Italia. Totti non ha fatto un tiro, Naingollan nemmeno , Gervinho manco pe gnente, Pjanic uno. La Roma è tutta qua.

Da parte nostra tanto possesso palla e alcune azioni pericolose sventate da un muro giallorosso eretto in difesa della porta. Si sono dovuti immolare in diversi sui tiri di Tevez. Niente di trascendentale neanche noi sia chiaro, ma almeno abbiamo provato sempre a vincerla sia sullo 0-0 che sul 1-2 per loro che sul 2-2 quando Morata ha colpito una traversa e la Roma dava l’impressione di andargli benissimo il pareggio. La palla l’avevamo sempre noi e loro erano sempre schiacciati nella loro metà campo.

E veniamo all’arbitro. L’arbitro è stato sicuramente artefice di una brutta prestazione, non tanto per le decisioni che a me sembrano quasi tutte azzeccate ma nel fatto di apparire un poco sempre indeciso. Ho Mediaset Premium e devo dire che anche li danno sempre il meglio di loro. Sugli episodi stavolta non sono tutti d’accordo diciamo che Cesari è stato prudente, Corradi è stato per c’era tutto, Pistocchi per non c’era niente, Sacchi ha sentenziato che se non erano d’accordo loro in studio con i replay figuriamoci l’arbitro. Alla fine Cesari s’è schierato con Pistocchi per non c’era niente così la sagra degli antijuve s’è fatta riconoscere.

I mass-media, preparatevi, vi daranno la versione più comoda a loro, quella che gli fa vendere di più e che piace alla maggior parte degli Italiani che numericamente sappiamo essere gli antijuventini, per cui ogni lettura del singolo episodio ha favorito Juve e sfavorito la Roma. Questo darà modo ai romanisti e a tutti gli altri di poter piangere in assoluta libertà come d’altronde fanno da anni. E veniamo allo specifico. Questo è quello che passerà:

Rigore su Marchisio con espulsione del difendente romanista non c’è perché la mano sulla schiena spinge poco. Rigore per la Juve non c’è perché non è volontario (o la volontarietà la tirano fuori solo per i rigori per la Juve poi per anni e anni se ne dimenticano). Rigore per la Roma c’è perché (e qui andiamo nel sottile) è prima fallo di Totti su Lichtesteiner ma è a gioco fermo quindi l’arbitro deve andare lì e richiamarli, dopo invece a gioco avviato è fallo di Lichtsteiner. Nessuno ci spiegherà mai perché se l’arbitro fosse andato lì a redarguirli poi i due dovessero essere ancora abbracciati. Rigore su Pogba c’è ma è un micron fuori aria per cui anche questo non si dà. Gol di Bonucci c’è fuorigioco di VIdal per cui manco se discute, le due espulsioni sono reciproche scorrettezze amen andate a rosicare in pace.

Ora vi dico io come la penso. Rigore su Marchisio non sono sicuro che c’è ma se c’è una spinta, a un metro dalla porta, pure che è lieve, ti toglie sicuramente il tempo e l’equilibrio per calciare. A parti invertite per la stampa questo sarebbe stato rigore netto. Rigore per la Juve c’è ed è clamoroso ed è il 13654mo che fischiano così su una punizione e mai nessuno ha detto nulla contro, hanno sempre parlato di braccio largo che prende uno spazio che non dovrebbe prendere e questo c’è tutta la vita, si veda il braccio di Maicon ad angolo retto e non lungo il corpo e nemmeno davanti al viso. Polemica sul fatto che ha dato prima il fallo fuori area e poi avvisato dall’arbitro di linea ha dato il rigore 1- C’è lo spray che segna dove era la barriera (in area appunto) 2- L’arbitro si consulta e prende la decisione giusta per cui non si comprende perché avrebbe dovuto sbagliare per forza non cambiando la decisione ripeto sono giochi cervellotici per antijuventini. Rigore su Totti clamorosamente inventato. E’ tutta la vita una furbata di Totti che si prende Lichtsteiner e se lo tira addosso ci sono delle immagini dove l’arbitro va da loro due dicendogli che è rigore e Totti se la ride sotto i baffi che glie l’ha fatta. Rigore che a velocità normale si può anche fischiare ma alla moviola non ci sono caxxi si vede chiaramente che è fallo di Totti per cui chi dice diversamente è in evidente malafede. Rigore su Pogba mi pare ineccepibile il fallo di Pjanic è da fesso, Pogba ha un piede sulla linea dell’area l’altro è in alto il piede di Pjanic che colpisce Pogba appena dopo ricade dentro l’area, come si fa a dire che questo è più fuori che dentro è l’ennesima prova di parzialità. Veniamo al gol vittoria della Juve. Su questo io non sono convintissimo che Vidal non disturbi la visuale del portiere. Alla moviola hanno fatto vedere che non è sulla traiettoria del pallone, però è davanti al portiere e comunque potrebbe averlo in qualche modo imballato dal vedere tutto il tragitto della palla. Non so cosa dica in merito il regolamento se l’avessero annullato ci poteva stare. Noi non avremmo pianto sicuramente come loro. Ci hanno annullato un gol buono di Peluso contro di loro, che ci ha estromesso dalla Coppa Italia l’anno scorso, sceneggiate latino-americane da parte dei giocatori e dei tifosi della Juve io non ne ho viste. Le due espulsioni: Morata non fa veramente una mazza entra con i piedi a martello ma al romanista neppure lo prende sullo slancio gli arriva addosso e quello cade, Nainggolan durante la partita ne ha fatti almeno 3 di interventi così, Totti un paio. Qui è espulsione solo per il loro giocatore che prima spinge Morata poi cerca di rifilargli una testata. Il nostro a essere proprio fiscali gli si poteva dare un giallo ma il rosso è un clamoroso abbaglio.

Mi dite dove sono tutti questi aiuti per la Juve?

Io ho visto solo una squadra che voleva vincere e che ha vinto meritatamente. Dall’altra parte ho visto la solita Roma incompiuta alla ricerca di un alibi per ogni sconfitta. Se loro sono la squadra che gioca meglio d’Italia allora preferisco i nostri che non sanno giocare. Un ultima cosa la dedico a Bonucci. Grande bombazza Bonny te lo meriti. Sei un Gobbo di M. Non sei fra i miei idoli e spesso ti critico ma ieri sei stato Superman. Quello che è giusto è giusto.

 

Sfida all’ Ok Corrall

Juventus v AS Roma - Serie AScritto da Cinzia Fresia

Siamo alle solite!

La Roma è diventata peggio dell’Inter di una volta, vittimisti, oltraggiosi e anche violenti sul campo, la partita è stata come al solito un Far West, non certo per colpa della Juve, è odio .. e non c’è niente da fare, anche a fine partita dove vengono messe in scena le falsità, si vede.

E’ bruciato questo gol dell’ultimo minuto o quasi del viterbese ma Juventino Leonardo Bonucci, gliel’ha proprio fatta davanti al naso, un tiro rabbioso .. imprendibile, così bisognerebbe tirare sempre.

Queste partite non sono facili da esaminare, in quanto farcita di errori tra simulazioni e falli non fischiati,  perchè comunque  vada tutto finisce in una rissa collettiva,  i romanisti lo sanno, specialmente Francesco Totti che a Torino non sono proprio i benvenuti. Come sempre la fazione romanista ha fatto la solita figura di …

Che l’arbitro  abbia personalizzato la direzione della partita è possibile, in quanto al di là dei cm ed i rigori concessi, ha  voluto dirigere la gara a modo suo, facendo molta fatica, logicamente la tensione tra le  due fazioni che alla base si odiano, era da sfida da “ok corral”  e lo dimostra le parole di Totti, che pensa di essere  più una divinità che una persona, e si sente legittimato di esprimere giudizi non richiesti,  tre rigori concessi, di cui uno dopo l’altro e altri negati soprattutto alla Juve stanno facendo molto discutere e le dichiarazioni di Totti andrebbero sanzionate, insieme a tutto lo staff, Garcia compreso, e condivido Antonio Conte dell’anno scorso, il quale dichiarò che l’Italia stava bene anche senza di lui e condivido.

La partita è stata medio bella, un secondo tempo combattuto ma giocato bene da entrambe le squadre, la Juventus grazie a questa prova è prima in classifica, con un piccolo margine, ma pur sempre prima.

La squadra ha vinto perchè ha saputo, contrariamente quanto accaduto a Madrid, restare unita e a reagire con forza, tant’è che il terzo gol è arrivato da un difensore .. il viterbese Bonucci, che ha fatto un gran tiro, per il resto, tutto bene e si continui così.

 

 

 

Juventus – Roma 3-2. Sintesi.

http://www.dailymotion.com/video/x27bgoo

ricchiuti96

di Enzo Ricchiuti.

Atletico-Juventus

La cosa migliore l’ho letta su internet: tutti hanno visto lo stesso risultato ma chissà se tutti hanno visto la stessa partita. L’analisi corretta l’ha fatta Moggi, s’è cercato di fregare quelli rimanendo in partita. Non penso ci sia stata paura di attaccare: c’è stato cervello. Poi è chiaro che ci siano polemiche, perdere non va bene. Non so se si sia perso a calcio però.

Post partite Cannavaro e Sacchi.

Moggi ne capisce più di loro. Sacchi vuole il calcio senza gli avversari. Non ci serve ascoltarlo, non è utile.

Juve-Roma come negli anni 80?

Negli anni’80 un anno hanno vinto loro. Si può fare meglio.

Juventus – Roma presentazione.

imageScritto da Cinzia Fresia

la prima sfida-scudetto per la Juventus domani sera arriva dopo una sconfitta chiacchierata e molto discussa ancora oggi, la squadra dovra’ impegnarsi a tenere a bada l’altra prima della classe, aspirante al titolo.  Ancora orfani di Pirlo, la squadra dovra’ continuare a vincere se desidera mantenere il primato.

Il morale sara’ alto e il desiderio di riscatto altrettanto, va considerata la forza dell’avversario nell’approfittarsi  della battuta d’arresto degli juventini, i quali non dovranno cedere per nessun motivo.

La Juve puo’ vincere, se sapra’ essere matura e cinica al punto  giusto.

Atletico Madrid – Juventus 1-0. Sintesi.

http://www.dailymotion.com/video/x272b2t

Atletico Madrid-Juventus 1-0: sconfitti ma non abbattuti

editoriale-atletico-juve-600x333

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Atletico Madrid-Juventus 1-0. Sono completamente in disaccordo con molte disamine che ho sentito e letto fra ieri e oggi. Faccio una premessa, invito a leggere bene quanto scriverò perché gli aggettivi che userò saranno tutti “pesati” bene.

La Juve ieri ha giocato alla pari contro i vice campioni d’Europa in un campo ostico per tutti, ha giocato senza paura e con autorità cercando di fare la partita. Pur non riuscendo mai a tirare in porta, imbrigliata da una squadra che definirei anticalcio in quanto a provocazioni, lamentele, gioco duro e non gioco, la Juve ha provato e ha fatto la partita senza nessun timore reverenziale.

In questo ho visto un atteggiamento completamente diverso dalla Juventus di Coppa di Conte che spesso giocava con timore e che anche nelle poche partite vinte in Europa regalava sempre un tempo agli avversari.

Oggi leggo critiche eccessive da tifosi che non impareranno mai e che si lamentano a ogni sconfitta (per fortuna tifano una squadra che perde 4-5 volte l’anno), ma soprattutto dagli addetti ai lavori. Cannavaro e Sacchi ieri sono stati pessimi nel post partita. Il secondo addirittura affermando che la Juve fosse andata per il pari e bene ha fatto Allegri a difendere il suo operato coi denti.

La Juve ha giocato la sua partita per vincere cercando di non attaccare a testa bassa per non scoprirsi troppo e non ha avuto nessun atteggiamento rinunciatario. È chiaro che difronte aveva una squadra che riesce a far giocare male tutti. Il Real Madrid, che ha una rosa e una qualità che noi ci possiamo solo sognare, a momenti con questi ci perde una finale di Champions e ha dovuto sudare sette camice per pareggiare e ci è riuscita solo oltre il 90mo.

La Juve ieri meritava assolutamente il pari ed è stata sconfitta da un episodio quasi casuale. Un errore di un singolo: la mancata chiusura di Lichtsteiner su Arda Turan che fra l’altro ha pure ciccato il pallone ma per sua fortuna è finito in gol. Fra l’altro questa squadra pessima che è l ‘ Atletico di Madrid ha trovato man forte in un arbitro che ha arbitrato in modo sconcertante distribuendo cartellini gialli in modo sconcio, consentendo a loro ogni genere di provocazione e sopportando una serie infinita di “vaffanculi” che si è preso dai giocatori spagnoli a ogni fallo fischiato a loro. E menomale che poi in Europa su queste cose ci dovrebbe essere tolleranza zero.

Comunque la Juve ieri meritava ampiamente il pari e non ha per niente sfigurato. Il prosieguo in coppa lascia ben sperare. Non siamo in grado di vincere la Champions ma forse Allegri riesce a cambiarci una volta per tutte mentalità.

Stesi!

Allegri bruttoScritto da Cinzia Fresia

Allora, non cominciamo a trovare giustificazioni, l’unica che potrei tollerare, in quanto trattasi di verità, un arbitraggio indegno e spudoratamente di parte.

Purtroppo stasera è andata male, e questo è un segnale, che la champions league potrebbe restare appesa in camera ancora per qualche tempo. Al di là dell’andamento della partita, dobbiamo ammettere che, con  un avversario atleticamente più preparato   della media italiana ..  entriamo in confusione senza capire più niente.

E se n’è accorto anche Tevez, il quale si è reso conto che non avrebbe potuto fare molto, errori da tutte le parti, dai difensori, dai centrocampisti e infine anche dagli attaccanti, forse proprio Carlitos ha tentato di combinare  qualcosa di più, ma era in perenne marcatura e sempre solo come un cane, con dei colleghi in continua confusione.

E va beh ..peccato, certamente  un arbitro orribile come questo ha fatto molto, un po’ perchè noi italiani davvero non ci sopporta nessuno, i tedeschi soprattutto, magari è ancora un refuso della seconda guerra mondiale ma niente, ogni volta che incontriamo un arbitro di lingua germanica se può guastarci la festa lo fa.

Con questo la  possibilità di passare il turno sicuramente c’è ancora, ma se la Juve in Champions non volta pagina, dubito che possa andare troppo oltre.

E’ mancato un gruppo forte e soprattutto unito, è mancato Pirlo, perchè Marchisio è sicuramente bravo ma non all’altezza di una avversario così fisico e atleticamente superiore.  Non sono arrivate palle decenti agli attaccanti, ma non solo, Tevez era troppo solo, lo marcavano in tre e nonostante ogni tanto,  riuscisse a toglierseli di dosso mai  nessuno a supporto, anche Vidal, pessima partita, per non parlare di Llorente, no comment, gli altri hanno fatto come potevano, tanti errori dalla difesa, persino  Buffon non è stato eccellente.

A questo punto era una squadra talmente inadeguata che le sostituzioni effettuate con maggior anticipo non avrebbero cambiato la sorte della partita, forse l’errore è stato quello di puntare subito al pari, la Juventus ha tirato poco e male, si è fatta annientare subito dalla mandria imbizzarita con un allenatore fuori di testa.

Se Pirlo e Barzagli non si riprendono al più presto, non so come potrà andare con avversari di questa risma,  che utilizzano più la violenza e soprattutto una fisicità che possono avere casomai Vidal e Tevez, al massimo.

Tante ammonizioni ai nostri e  talune ridicole, ma siamo consapevoli della fragilità della squadra quando si sente presa ai fianchi.

A riguardo del campo, avrei delle osservazioni sui  sig.ri tifosi dell’Atletico, i quali  hanno continuato ad insultare la Juventus in “perfetto” italiano 90 minuti precisi, beh, complimenti a questi tifosi, bella gente! Una bella sospensione del campo non farebbe male, così imparano a tapparsi la bocca, o al massimo cantare l’inno della Spagna, che si fa bella figura.

 

 

 

mercoledì 1 ottobre Atletico Madrid – Juventus ore 20:45 stadio Vicente CalderonMadrid

imageScritto da,Cinzia Fresia

 

Puntuale l’appuntamento con la champions league per la Juventus domani alle 20.45 che incontrera’ a Madrid l’Atletico, e’ superfluo dire che per la Juventus si presenta un torneo diffcile, e che tutti gli occhi saranno per Tevez. Il tecnico Massimiliano Allegri ancora l’incertezza su chi affiancare a Tevez, Llorente o Morata.

Risultato a parte, la Juventus deve vincere, e tutto,sommato al momento attuale potrebbe anche succedere, considerato lo stato di grazia  ed il susseguirsi di cosi’ tante vittorie consecutive, Tevez e compagni sapranno farsi  valere.

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia