Archivio Mensile: dicembre 2014

ricchiuti106

Di Enzo Ricchiuti

Si chiude un anno come è stato questo 2014 per la Juventus, anno diviso a metà fra Conte e Allegri?

Ottimo direi. Non si poteva fare meglio. La sconfitta col Benfica non era evitabile, il divario che crea l’esperienza lo colmi col tempo non in 90 minuti. Riguardo l’addio di Conte, alla fine si possono dire solo banalità. Come per le storie d’amore. Non c’è molto d’intelligente da dire di una storia d’amore. E’ tutto un pucci pucci fino al vaffa finale.

Propositi della Juventus per il 2015 i tifosi attendono sempre un salto di qualità. .

Fanno bene, è il loro mestiere. Io mi attendo una conferma in Italia. L’attendo ferocemente come sempre.

Intanto il primo trofeo è stato perso abbastanza scioccamente.

S’è perso perché ci sono elementi che non sono all’altezza. Per riscattare in parte l’insuccesso bisogna vincere la Coppa Italia. Fossi Agnelli metterei un premio apposito ma non sono Agnelli. Se lo fossi la Juve non si occuperebbe di edilizia degli altri ma si prenderebbe tutto facendo terra bruciata per gli altri. Non chiederebbe pubblicamente di costruire per gli altri. Chiederebbe segretamente di distruggere gli altri.

 

Sondaggio Natalizio .. 10 domande per Voi

th_013Scritto da Cinzia Fresia

E’ finita la prima parte del campionato che sta osservando una giusta pausa per far rifiatare i giocatori. La Juventus si è congedata perdendo la super coppa a Doha in Qatar, perdendo ai rigori contro il Napoli.

Ed è ora per noi di tirare le somme e dire la nostra, approfittando della pausa natalizia, analizziamo insieme  su cosa è stato fatto fino adesso e  se questa Juve ci convince o ci lascia perplessi sul proseguo di questo campionato sempre più interlocutorio.

1) La Juventus prima in classifica, è perchè .. è la più forte? Più fortunata?

 Gli altri sono scarsi? oppure …?

 

2) Conte-Allegri: differenze negative e positive

3) Pensi che Allegri abbia portato novità?

4) Ritieni che Allegri allo stato attuale possa vincere lo scudetto?

5) Champions .. miraggio o obiettivo fattibile?

6) Cosa manca alla Juve?

Giocatori, mentalità, o spirito di sacrificio?

 

7) Meglio un difensore o un altro attaccante a rinforzare la rosa?

8) Sei convinto di questa dirigenza?

9)  Ipotesi Nedved Presidente .. ti piacerebbe?

10) Con la Roma super aiutata da tutti, arbitri, federazione ecc. ecc., la Juventus potrà imporsi ugualmente in campionato?

 

Buon Natale a tutti.

buon-natale

Juventus-Napoli: una Supercoppa persa da fessi

supercoppa-editoriale

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Supercoppa regalata al Napoli in modo veramente sciocco. Credo che per chiunque abbia visto la partita sia saltato subito all’occhio che fra le due contendenti la Juventus sia la squadra più forte. Credo di poter pronosticare che loro arriveranno decisamente staccati dalla Juve in Campionato. Loro hanno un attacco notevole ma in mezzo e dietro hanno diversi problemi. Noi siamo assemblati meglio coperti bene in tutti i reparti.

Avremmo potuto fare solo un errore ieri, lasciare l’iniziativa ai loro attaccanti. Puntualmente lo abbiamo fatto. Sull’1-0 e sull’2-1. Non sono un fanatico del calcio ultra offensivo certo si può difendere decisamente meglio un risultato. Si fa possesso palla, si addormentata il gioco. Noi invece in entrambi i casi ci siamo arroccati in area e abbiamo iniziato a buttare palle in tribuna. Tutto questo senza una reale motivazione visto che a parità di risultato la Juventus faceva tranquillamente la partita e il Napoli aveva grandissime difficoltà.

Anche Allegri ci ha messo del suo togliendo Pirlo e non Vidal particolarmente impreciso e confusionario. Dulcis in fundo con Buffon che para tre rigori riusciamo a sbagliare ben due rigori decisivi. Ma d’altronde quale folle farebbe mai calciare un rigore a Chiellini? Noi abbiamo fatto pure questo.

Allora quando sprechi tutte le chance che il destino ti da (loro hanno preso anche due pali nei 90), allora non puoi dirti sfortunato. Puoi dirti solo fesso. Spero serva di lezione per un’altra volta. Le partite vanno sempre giocate dall’inizio alla fine e non solo quando si è in risultato di parità. Spiace sempre perdere quando poi dai l’impressione di essere più forte, a me spiace di più. La Supercoppa non è di per sé un trofeo estremamente importante, tuttavia poteva essere il primo per Allegri. Peccato.

 

 

Juventus – Napoli lunedì 22 dicembre 2014 – 18:30 Al Sadd – Jassim Bin Hamad Stadium- Doha

supercoppaScritto da Cinzia Fresia

Poco il riposo per la Juventus, che dopo Cagliari è volata a Doha in Katar,  ad  affrontare il Napoli per la finale della super Coppa.

Le due squadre italiane si ritrovano per il medesimo obiettivo: vincere la super coppa, traguardo ambitissimo da Massimiliano Allegri, per lui sarebbe la prima vittoria in bianco nero. Giocare contro il Napoli anche su campo non italiano darà adito alle solite polemiche, la Juventus dovrà restare impassibile e concentrarsi sull’obiettivo da raggiungere.

Allegri schiererà con maggiore probabilitià la formazione che lui ritiene titolare, Tevez e Llorente la coppia consolidata in attacco.

Oltre a vincere, che fa sempre piacere, ci auguriamo che questo incontro non crei problemi a i nostri e rientrino a casa senza danni.

 

 

Venti di guerra

3-1Scritto da Cinzia Fresia

Ha avuto ragione Allegri nel chiedere “Garcia ..chi è?” e ci ricorderemo anche quando Conte affermò, che il calcio italiano stava benissimo anche senza di lui. La risposta all’anatema è arrivata stasera con un bel 3-1 prendi e porta a casa. Siamo d’accordo che il Cagliari sia stato ben poca cosa, e che la Juve si sia in parte molto divertita ed allenata in vista del super match di lunedi contro il Napoli, ma tre gol e’ la risposta sul campo che fa tacere tutti.  Per la Juve e’ stata una passeggiata, con svista difensiva, ma che dire .. Un errore ci puo’ stare, il Cagliari mai pervenuto, a parte una presa di posizione con calci e pugni, subito calmata dall’arbitro che ha ammonito meta’ squadra,

A parte i tre punti, la partita e’ stata terapeutica per alcuni dei nostri in ombra da settimane, considerando che non ci sia stato niente di diffcile, ho rivisto un po’ piu in forma Arturo Vidal, autore di un gran gol confezionato da Pirlo, Tevez, meno stanco e piu’ lucido Evra, e strano ma vero un ottimo Ogbonna. Per Morata ancora no, una prestazione non convincente da parte dello spagnolo che dimostra di essere in defaillance e fa sorgere dubbi circa La sua permanenza in squadra.

A riguardo di Zeman, dico solo una cosa, che e’ datato e che probabilmente non e’ piu’ adeguato per la serie   A, resta comunque  sicuramente un personaggio folkloristico  che colora il campionato ma le squadre che allena falliscono miseramente.

Tornando alla Juventus, la pausa natalizia dovrebbe portare consiglio, in attesa dei recuperi e chissa’ di nuovi arrivi, un po’ di rigenerazione non fara’ male per rimettersi in corsa per lo scudetto e champions league.

 

 

Cagliari – Juventus. Zemanfrana.

LLORENTE

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Tutto persino più facile del previsto. Partita messa in discesa dopo 3 minuti e in cassaforte dopo 15. Non so se sia stato un buon allenamento forse no, sicuramente è stato un allenamento. Non immagino se poi in Supercoppa si tornerà vincitori anche se me lo auguro ma questa di Cagliari è la partita che vorrei prima di ogni incontro difficile. Zero problemi, zero patemi, zero ammoniti , zero infortuni. Insomma una specie di amichevole estiva forse anche meno. E dire che il signor Zeman dichiarava di avere sempre grandi motivazioni contro la Juve. Credo che il pubblico più che altro si sia addormentato. Più o meno come alle sue interviste.

E’ difficile persino da commentare una partita senza storia di sifatte dimensioni. Loro con una specie di catenaccio (altro che calcio champagne), noi a prenderli a schiaffoni fin da subito. Buffon con una parata degna di nota su Ekdal giusto per mettere il voto al fantacalcio e un Vidal redivivo anche se la pochezza dell’avversario non ne fa un test attendibile. Il resto, come diceva Califano, è noia. Se Zeman ci avesse avvertito prima che erano così poca cosa forse ci venivamo con la squadra primavera. La prossima volta teniamolo in considerazione.

Con questa partita si chiude un anno con un altro piccolo record, 95 punti nell’anno solare , battuto il precedente di 94 sempre della Juve. Un anno dove oltretutto si è stati sempre in testa alla classifica, ed è un privilegio davvero per pochi. Dall’altro lato è difficile capire come un allenatore come Zeman abbia ancora credito. E’ evidente come in Italia fare il personaggio paga più che allenare bene. Parlare male della Juve poi, aiuta moltissimo in questo senso. Tranquillo signor Zeman oggi ancora una volta ha fatto vedere come si fa giocare una squadra in modo disastroso. Ma ancora una volta ci sarà chi avrà voglia di credere che in carriera non ha allenato ad alti livelli per colpa di qualcuno. Pensi che peccato il Barcellona poteva prendere lei e invece ha preso Guardiola. Pensi che peccato davvero. Pensi come si sarebbero divertiti….. quelli del Real Madrid.

Giovedì 18 dicembre 2014 Cagliari-Juventus ore 19 Stadio Sant’Elia – Cagliari

cagliari juventusScritto da Cinzia Fresia

 

Dopo l’accoglienza al ricorso circa la  squalifica di Massimiliano Allegri, reo di aver “inveito” contro gli arbitri alla fine della partita di domenica scorsa, l’allenatore della Juventus sarà in panchina al Sant’Elia,  il tecnico toscano se l’è cavata con un’ammenda ed una diffida. Il Cagliari di Zeman apre le porte alla odiatissima Juventus, la quale dovrà vincere se ha piacere di restare prima in classifica.

Le provocazioni non  mancano, dal giudice sportivo piovono sentenze, tra cui una che ha riguardato il sig. Garcia che respinge l’accusa di aggressione nei confronti di uno stewart, e promette querela, non contento lancia l’anatema alla Juve sostenendo che “gli arbitri a Torino perdono la dignità”. No comment.

In occasione del Natale, dove dovremmo essere tutti più buoni, il sig. Garcia esibisce uno dei suoi peggiori repertori, gli insulti alla Juve.

 

 

La Roma ride

allegri-juventus-sampdoria-660x330Scritto da Cinzia Fresia

E non puo’ andare sempre bene, abbiamo avuto la grazia la settimana scorsa, sarebbe un po’ pretenzioso sperare in un altro errore di una squadra non di geni ma certamente piu’ determinata a conquistare il campionato, avvelenata dallo scarto in champions League e subdolamente aiutata dagli arbitri. Io vorrei solo dire una cosa ai nostri, solo una e spero sia efficace: con questo andazzo, il rischio di vincere niente e’ molto alto, la Champions sicuramente non la vinciamo, l’unica possibilita’ e’ il campionato, se continuiamo a perdere punti, glielo regaliamo alla Roma, la quale puo’ vincere tutto, Campionato ed Europa League, che sara’ anche  la coppa “dei poveri” noi non siamo riusciti a vincere nemmeno quella. Percio’ sarebbe meglio darsi una regolata e smettere di fare regali. La partita di oggi, e’ stata giocata benissimo, niente da eccepire, mi chiedo perche’ non siano in grado di finalizzare in gol. Sono stupita da tutti, anche da Tevez, che si e’ mosso nel migliore dei modi, niente da fare, occasioni sprecate quindi buttate.

La Roma si e’ avvicinata ed e’ ad un punto, siamo sempre primi ma non sappiamo ancora per quanto. Bisognera’ darsi una svegliata.

 

Juventus – Sampdoria. Un pari da accettare.

juvesamp-300x200

 

Articolo di Alessandro Magno

Si poteva vincere si è rischiato pure di perdere. Sostanzialemnte un pari che ci stà anche se la Juve ha tirato molto di più. Certo le ha tirate tutte in bocca a Romero mentre loro con due tiri a momenti fanno due gol . Soprattutto se non ci mette una pezza Buffon.
I primi 30 minuti sono stati un vero tiro al bersaglio. Non so se Allegri l’avessa preparata così apposta in previsione di un calo nel secondo tempo visto che avevamo giocato in settimana per la Champions. Certo con 30 minuti giocati a ritmo infernale e in cui li abbiamo letteralmente presi a pallonate è lecito aspettarsi almeno un paio di gol di margine. Questo non è stato e loro sono stati bravissimi a venire fuori nella ripresa dove la partita è stata senz’altro più equilibrata. Questo è il calcio. Alla fine loro sono andati vicini anche al 1-2.

Dopo 25 partite vinte di seguito in casa, un pari lo si deve accettare per forza. Se non altro doveva capitare. La Samp è un ottima squadra e se continua così e non si priva di Gabbiadini potrà entrare nelle coppe e darà filo da torcere a tutti. A proposito di Gabbiadini , visto che GIovinco è così poco considerato da Allegri non capisco perchè non si piazzi lui sul mercato di Gennaio e invece si riporti a casa il sampdoriano. Venderlo per 6-8 milioni di euro ( la nostra metà) mi pare una cazzata di proporzioni giganti. Per quella cifra davvero sarebbe opportuno portarlo a Torino e dargli un opportunità. E’ bravo, è duttile e segna. Mi pare che uno così possa proprio servire.

Della partita non mi è piaciuto il recupero. Detto che l’arbitro ha graziato Vidal da una possibile espulsione, si sono concessi solo 3 minuti di recupero nonostante le ripetute perdite di tempo dei genovesi e tutte le sostituzioni operate da entrambe le squadre. Durante il reucpero addirittura Romero è stato ammonito per perdita di tempo e l’arbitro nonostante questo ha fischiato la fine con 5 secondi di anticipo mentre guarda un poco, attaccavamo noi con Lichtsteiner. Questo mi è sembrato proprio un non volere problemi da parte dell’arbitro nel caso in cui potessimo segnare noi sul filo di lana.

A Genova non è stato invece così, anzi, mi pare l’ennesima partita accomodata dall’arbitro per favorire la Roma con un gol per lo meno dubbio annullato al Genoa al 93mo. Non contesto la decisione dell’arbitro e del guardalinee. Se l’hanno visto in fuorigioco giusto così. Pero’ mi chiedo se fosse capitato alla Juve invece che alla Roma cosa avrebbe detto Garcia o cosa avrebbero titolato i giornaletti sportivi di Roma? Fra Sassuolo e Genoa mi pare proprio che Garcia non ha nulla di che lamentarsi a proposito di arbitraggi.
C

hiudo dicendo che mi fanno ridere certi commenti che leggo di romanisti. Roba tipo che noi si rosica perchè loro sono a -1. Questa è la palese differenza fra noi e i tifosi di una squadra che non vince mai nulla. Io non rosicherei nemmeno se noi fossimo a -5, e non per un fatto di presunzione, ma perchè per esperienza so che il campionato si deciderà molto probabilmente verso la fine, dove vincerà la squadra che è stata più costante e si troverà maggiormente in forma nello spunto finale. Oggi un punto in più un punto in meno non cambia davvero nulla. Senza poi dimenticare che preferisco loro a -1 fuori dalla Champions con noi dentro piuttosto che avere un qualche margine in più in Campionato e magari ora andare a disputare l’Europa League che per carità non la schifo mica, ma preferisco la coppa più importante. E se non rosicherei neppure stessi sotto di loro, figuratevi se rosico che siamo noi primi e loro secondi.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia