Archivio Mensile: marzo 2015

ricchiuti116

Di Enzo Ricchiuti

Convocazioni nazionale e polemiche oriundi.

Eder è molto migliorato. Merita la nazionale. Non esiste un problema oriundi: esiste un problema di oriundi bravi. Spesso si fa il paragone col passato, quando nonostante in nazionale andassero i Sivori non si combinasse niente. I paragoni li fanno ed i problemi li creano i giornalisti, che quando c’erano i Sivori facevano loro convocazioni e formazione.

Sentenza calciopoli.
Moggi innocente, De Santis come se lo fosse. Il resto è miserie dei giudici e parcelle di avvocati.

Cosa aspettarsi ora dal processo.

Che mi addormenti stamane. Mi ha fatto fare tardi stanotte.

 

E se il Boca lo facessimo attendere?

67ee7be138bed93a54b262881bb3949f_40668_immagine_obig

 

Articolo di Alessandro Magno

Un altro passettino è stato fatto. Sul piano dei punti, sul piano del gioco ma anche dello stato di forma. Fra Palermo, Dortmund e Genoa la Juventus non solo ha vinto ma pare aver superato il periodo di appannamento che l’aveva caratterizzata da Udine fino al Sassuolo. Ieri la Juventus ha vinto in scioltezza senza rischiare praticamente mai nulla e potendo chiudere la partita con un bottino sicuramente piu’ ampio. Buffon è stato inoperoso e la difesa a parte i 10 minuti iniziali di Bonucci veramente da capelli dritti, ha contenuto senza problemi gli attaccanti avversari. A tal proposito il rientro di Barzagli ha avuto un impatto devastante sull’economia difensiva della squadra. Non per niente siamo passati da prendere gol ogni partita a non prenderne per niente nelle ultime 4 (tre da titolare di Andrea). Barza è il difensore piu’ forte che abbiamo, l’unico che non sbaglia quasi mai e quando sbaglia ha subito una soluzione alternativa pronta. A differenza di Bonucci, Chiello, Caceres, Ogbonna, Evra e Lichtsteiner Barzagli non concede mai nulla all’avversario. Per il finale di stagione è un recupero determinante. Sarebbe bene poter recuperare anche Asamoah. Quando sento parlare gli altri delle assenze che hanno avuto non puo’ che non venirmi in mente l’assenza di questi due. Non è esattamente lo stesso giocare con Chiellini e Bonucci centrali nonostante quanto gli voglia bene a entrambi, così come con Evra e Padoin laterali.

Tornando alla partita ho avuto l’impressione di un ritrovato Vidal (anche questa sarebbe una notizia se fosse confermata nelle prossime partite) e soprattutto della ritrovata vena di Marchisio dopo un paio di battute a vuoto fra Roma e Fiorentina. Anche Claudio sta disputando una stagione superlativa. Giocatore sempre poco pubblicizzato. Senza Pirlo, con un Vidal e un Pogba spesso per vari motivi a intermittenza, Marchisio si è preso sempre di piu’ il centrocampo della Juve sulle spalle, risultando sempre molto poco appariscente e sempre assai determinante. E se sono venuti a mancare la sua parte di gol rispetto agli anni passati dovuti al fatto di giocare abbastanza lontano dalla porta, non è venuto a mancare né il dinamismo in mezzo al campo, né la corsa e la voglia di sacrificio. Ultimamente inizio ad apprezzarne anche i lanci e le geometrie che pur non potendo per forza di cose, essere quelle di Pirlo, sono sempre ben fatte, semplici e risolutive.

Un capitolo a parte va fatto per Tevez. Per Carlitos sono finiti i termini e i paragoni. Il giocatore è in uno stato di grazia che neanche lui ha mai vissuto in carriera. La squadra pare disegnata per lui. E’ calato nella parte di leader come se fosse qui da sempre. La numero 10 è portata con furore e maestria. Anche ieri un gol da antologia frutto di dribbling, controllo, potenza e precisione. Io credo che la Juve non possa permettersi di perdere un giocatore così. Se fossi Marotta inizierei a fare proposte allettanti di rinnovo a lui e al suo staff. E’ vero, Carlos si è promesso al Boca Juniors. Ma il Boca quanto gli offre? Perché siamo sicuri che Tevez a fronte di una proposta di ingaggio onerosa e allettante, in un posto dove si trova così bene da affermare lui stesso che così non è stato mai, siamo sicuri che al Boca se proprio non si possa rinunciare almeno non si possa rimandare?

 

Soldato Tevez! Agli ordini …

imageScritto da Cinzia Fresia

Ha tutto, gli manca solo la bellezza, ma ha davvero tutto, ed ha ragione Allegri a sperare che qualcuno ce lo preservi. Anche questa volta, l’Apache ha traghettato la squadra verso la vittoria, con un gol che ha lasciato tutti senza parole, anche Allegri.

Allora .. La partita e’ stata bella, e giocata a  ritmi  altissimi,  il Genoa memore della vittoria precedente, l’ha messa sulla velocita’, la Juventus ha retto abbastanza bene il ritmo forsennato, grazie alla super difesa, Chiellini, Barzagli e Bonucci precisi ed attenti alle incursioni avversarie.

Nuovamente ha fatto tutto Tevez, persino sbagliare un rigore. A questo proposito  mi viene da pensare che i rigori non siano la ns specialita’, troppi errori, e mi e’ sembrato strano che nessuno ne abbia parlato, ci vorrebbe un rigorista, la prossima volta proverei con Marchisio. Oppure Allegri potrebbe organizzare corsi di recupero per aspiranti rigoristi.

La partita l’ ha fatta comunque la Juventus, la quale ha concesso raramemte aperture e solo  quando Il Genoa tentava gli assalti. Niente da fare, il muro della difesa ha respinto tutte le incursini nemiche.

Anche oggi Tevez si e’ distinto calciando  un gran gol, ma non solo, ha trascinato la squadra verso il raddoppio e Piu’ di una volta Il caso e,un po’ di sfortuma ha voluto che la Juventus non ci riuscisse. Va bene anche cosi. Per come si e’ stanchi e da qualche condizione un po’ fuori forma, dobbiamo essere piu che contenti di una piu che ottima prestazione.

Quindi la Juve prosegue, sempre con un po’ di  ansia, quando qualcuno dei nostri va per terra, ma si va.

Allegri spera di recuperare una aprte centro campo e fa gli scongiuri per il resto.

E noi ci stiamo divertendo moltissimo vedere la Juventus giocare cosi bene, come ha sentenziato il nostro allenatore, non abbiamo vinto nulla ancora,quindi tenere i piedi per terra. Dortmund e Genoa sono un ricordo ormai  dobbiamo guardare avanti cercando di dare il massimo.

Domenica 22 marzo 2015 Juventus-Genoa ore 15 -juventus Stadium-Torino

Galvanizzati dalla qualificazione ai quarti di Champions la Juventus non ha  tempo per riposare, riceve un Genoa ostico e sempre molto complicato da gestire. La perdita di Pogba e’ una complicazione in piu per Allegri. che perde uno degli uomini  piu significativi e di valore dellla Juventus.

Speriamo che gli uomini della Juve freschi di entusiasmo possano condurre la squadra all’ennesimo successo.

 

 

ricchiuti115

Di Enzo Ricchiuti

Borussia Juventus

La Juve è più matura del Dortmund, che ha fatto la figura della vecchia che indossa ancora le minigonne.

Klopp

A molti piace. Dovresti chiedere a loro. Somiglia a Simeone come capacità di costruire il consenso. Se proprio devo guardare bel calcio preferisco Zeman o Wenger.

Monaco

Avevo detto andiamo in Francia. Non capisco chi parla oggi di culo per Allegri o chi vuole andare a vedersela allo stadio. La Juve ad alti livelli in Europa non dovrebbe entusiasmare gli juventini: la nostra storia è fatta da tante cose belle fuori dai confini. Riguardo Allegri, uno che ha preso tante volte il Barca al sorteggio non ha culo.

 

Juventus 3 Borussia 0: cialtroni italiani sotto zero.

11054297_793068847442445_6042911021688680873_n

 

(Nella foto il comunicato sul sito del Borussia Dortmund . Da notare la somiglianza con i comunicati sui siti delle squadre italiane quando perdono contro la Juve)

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Borussia – Juventus 0-3. Metà degli italiani dovrebbero andare a scuola da Klopp e dai Tedeschi ma anche buona parte degli Juventini. Loro hanno perso 3-0 e hanno finito sotto la curva fra gli applausi dei tifosi. Klopp a complimentarsi con i nostri e ad ammettere in sala stampa di essere usciti meritatamente. Addirittura la moviola di Cesari, che si affretta a fare notare all’allenatore tedesco che il secondo gol della Juve è regolare, completamente snobbata. In Germania non c’è la cultura dell’alibi. Non gli frega una mazza della moviola. Non sono malati come gli Italiani. Non sono così cialtroni. Perdi solo per due motivi: o perché l’avversario è più forte o perché non sei stato all’altezza. Niente scuse. Niente presidenti che twittano stupidaggini e frustrazioni, niente allenatori che fanno ironie o accusano chi fa loro le domande o peggio non rispondono, niente squadre che si complimentano solo quando vincono e neppure allenatori che si fregiano di titoli a Ottobre senza neppure averli vinti. Niente giocatori che alimentano dubbi e polemiche per coprire le proprie magagne. Neppure amministratori delegati che polemizzano sulle prospettive o siti ufficiali di squadre che taroccano immagini con photoshop o tifosi che per avvalorare tesi sconce sul fuorigioco tracciano righe col righello sulla televisione.

Niente di tutto questo, niente piangine. All’estero non se la prendono con gli arbitri. Gli arbitri italiani poi che quando arbitrano partite di Coppa (ieri Barcellona-City) sono lodati incredibilmente da tutti. Come sarei felice di non giocare nel campionato italiano. Ieri al solito, soli contro tutti, la Juve ha giocato una partita autorevole e perfetta. Nonostante mancasse Pirlo e Pogba esca dopo 25 minuti. Nonostante Barzagli non giochi da una vita. Nonostante 10 minuti di sbandamento nella fase centrale del primo tempo. Nonostante tutto si è vinto alla grande con pieno merito. Alla faccia dei gufi. Alla faccia di quelli che dicono che la Juve ruba. Alla faccia di quelli che dicono che la Juventus in Europa non conta omettendo per ignoranza o per stupidità che abbiamo 11 Coppe Internazionali. Che siamo fra le squadre più titolate del mondo e quindi dell’Europa.

Non ci sono squadre italiane in Champions, sappiatelo. C’è solo la Juventus. E la Juve rappresenta solo se stessa. Fegati marci e spappolati che il giorno dopo fanno gli sportivi non ne vogliamo. Qualcuno dirà che questo Borussia non era poi così forte. Sempre col senno di poi mentre il giorno prima diceva che uscivamo. Chissà quanti soldi hanno perso alle scommesse. Cercate di capirli povera gente. Il treno che gli è entrato nel deretano ieri sera fa male. Ahi se fa male. Cercate di capirli speravano che Tevez fosse un bidone e gli è andata male, speravano che la Juve fosse Conte e gli è andata male. Speravano che senza Pirlo non fosse uguale, che Pogba non valesse poi quello che vale, che Morata fosse un pacco, che Allegri fosse un pacco anche lui. Speravano infine che fossimo appagati e invece non lo siamo. Non vinceremo la Coppa ne siamo consapevoli. Non siamo Garcia noi non parliamo prima. Se dovesse capitare al limite festeggeremo poi. È difficile davvero perché altri oggi sono più forti di noi. Ma comunque vada noi ci stiamo divertendo e voi no. Comunque vada noi siamo la Juve… e voi non siete un caz..

E Tevez grido’ … Juventus!!!

borussia-dortmund-juventus-03scritto da Cinzia Fresia

Risultato stellare, imprevisto ed imprevedibile per la Juventus fresca qualificata ai quarti di finale della Champions League. I tedeschi ammutoliti e bloccati dai cori dei 5000 tifosi bianconeri, accorsi per stare vicino  ai ragazzi,  i quali  hanno combattuto fino alla fine senza prendere goal.  Grandissimi .. Ma soprattutto un immenso Carlos Tevez, che al solito ha preso per mano la squadra e l’ha portata fino alla vittoria.

E chi non ha tremato dopo l’uscita di Pogba? Invece la Juventus non si e’ persa  ed e’ andata dritto all’obiettivo, conquistando la gara e la qualificazione. Per noi il cammino in Europa non e’ ancora finito.

E’ stata una bella partita, molto combattuta, e gestita al meglio dalla Juve che a soli 2 minuti dopo il fischio di inizio passa in vantaggio con uno splendido gol di Tevez il quale  gela la porta tedesca.

Ma il Borussia non si arrende, ci crede e vuole farcela, ma la Juventus stasera non sbaglia, tutta la difesa intercetta le azioni avversarie, provando e riprovando a fare il secondo gol, per scongiurare i supplementari.

Il primo tempo si conclude in vantaggio,un po’ di sofferenza senza Pogba, ha indotto la Juventus ad entrare in confusione per alcuni minuti,  passata subito dopo il gol targato Tevez-Morata. A questo punto  il Borussia sebbene i cambi comincia a calare, psicologicamente e’ devastato, ma da tedeschi non mollano.

Sara’ una maratona senza fine per la Juve che trovera’ il terzo gol sempre con Tevez, ormai e’ fatta, anche il tempo di recupero sara’ minimo. Il Borussia e’ fuori.

Se devo dirla tutta, non pensavo giocassero cosi bene, magari non sempre  perfetti con il possesso palla, ma  altrettanto efficaci ma soprattutto lucidi e uniti verso l’ obiettivo comune. Tanto che l’uscita di Pogba non ha scalfitto minimamente il gruppo  rendenolo ancora piu’  forte.

E Adesso?

Adesso speriamo in un sorteggio fortunato che ci consenta di sognare un po’ perche’  occorre essere realisti, ma possiamo sperare che la Juventus possa andare  il  piu’ in la’  possibile senza fare tanti progetti, anzi, meglio non farli proprio, e ragionare solo al presente.

Ennesima prova positiva di Barzagli che dimostra la sua presenza per questa Juve e’ importante.

Per il resto, tutti ben al di sopra della sufficienza.

Bravi ragazzi, continuate cosi’

 

 

 

pp

Borussia Dortmund – Juventus 0-3 . Sintesi.

http://www.dailymotion.com/video/x2k0nlq

mercoledì 18 marzo 2015 Borussia Dortmund – Juventus – Champions League Signal Iduna Stadium- Dortmund

borussia_juventusScritto da Cinzia Fresia

Conto alla rovescia: domani alle 20.45 sarà l’ora della verità, la Juventus incontrerà il Borussia Dortmund e questa volta sarà definitivo, dentro o fuori.

La tensione è alle stelle la Juventus ci crede.

Anche senza Pirlo la Juventus di Tevez e ora anche di Barzagli, può farcela, con la lucidità necessaria potrà superare una squadra che proprio in casa sua  potrebbe diventare un ostacolo di difficile interpretazione.

Ragazzi il mondo vi guarda …mettetecela tutta! Comunque vada sarà un successo!

Palermo – Juventus 0-1. Sintesi.

http://www.dailymotion.com/video/x2jj9dm
Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web