Archivio Mensile: ottobre 2015

Pagelle Juventus Torino

 

juventus-torinoDi Alessandro Magno

Buffon 7 Onestamente sul gol non ci arriva per un pelo e mi sembra piu’ che altro una dormita della barriera che sulla prima respinta nessuno si fionda sulla palla. Ottimo su Glik, su Vives e in altri interventi.

Padoin 6,5 Fa quello che deve fare spinge quando deve spingere e copre quando deve coprire. Senza infamia e senza lode ma con grandissimo impegno come sempre e questo lo fa il migliore della difesa di questa sera.

Barzagli 5,5 Mi dispiace perchè lui è un grandissimo ma stasera Quagliarella e Maxi Lopez fanno un figurone nemmeno fossero Messi e Neymar. Fanno decismente troppo per le potenzialità della nostra coppia centrale che stasera non ha funzionato a dovere.

Bonucci 6 Meriterebbe 5 per la fase difensiva. E’ praticamente un pericolo costante per lui e per Barzagli con cui non riesce quasi mai a stare in linea. Devo dargli la sufficienza per un salvataggio quasi a porta vuota e per la traversa. Sulla punizione gol del Toro non commette alcun fallo.

Evra 5 A me le prestazioni da compitino non mi piacciono. E’ una brava persona. Ha esperienza. Bene . Fatelo dirigente. Mi aspetto che in campo si faccia piu’ del minimo. Nel secondo tempo marca Zappacosta a 15 metri di distanza e non lo chiude mai quando crossa. L’ala granata mette dentro un numero di cross esagerato che neanche Garrincha. Non ci siamo proprio.

Hernanes 6 In verità la prova non è il massimo ma cerca di impostare e fare ordine e cerca anche la conclusione vincente. Non è il suo ruolo davanti alla difesa ma si adatta. Comunque migliorato. Manca in fase di copertura.

Marchisio 6,5 Le statistiche dicono che con lui in campo raramente la Juve perde. Molto preoccupato di coprire le spalle a Hernanes resta parecchio dietro e alla fine la Juve sembra giocare con un doppio playmaker. Peccato anche lui difetti un poco in fase di copertura questa sera. Nell’insieme comunque fra i meno peggio.

Khedira sv S’infortuna dopo pochi minuti. Da solo. Lo sapevamo tutti che è un giocatore fragile fisicamente altrimenti il Real non ce l’avrebbe regalato. Spero lo sapesse pure Marotta.

Pogba 7,5 Per un ora assoluto mattatore. Si prende la Juve in mano e sono quasi tutte sue le azioni pericolose oltre che un grandissimo gol di classe e intelligenza. Cala alla distanza ma mantiene la lucidità necessaria nel finale per evitare di tirare nel mucchio e servire invece Alex Sandro.

Cuadrado 7,5 Match Winner. Un costante pericolo per il Toro. Salta sempre l ‘avversario, fa ammonire diversi granata. Si conquista punizioni. Torna a recuperare su un paio di contropiedi avversari. E alla fine si fa trovare al posto giusto al momento giusto. Migliore in campo anche per il gol vittoria.

Morata 5,5 Detto che io li invertirei con Dybala facendo giocare esterno l’argentino e centrale lo spagnolo, il primo tempo è estremamente positivo risultando fra i migliori. Partecipa alla manovra e arriva persino a difendere sulla linea dei terzini. Si spegne nella ripresa e sparisce dal campo in modo così evidente che la sua sostituzione mi è sembrata addirittura tardiva.

Dybala 5,5 La prova è positiva. Combatte , corre , prova il tiro a giro, prova a far giocare la squadra cercando il fraseggio con i compagni. Purtroppo i cross sugli angoli e sulle punizioni sono proprio tutti sbagliati per cui il voto è abbassato.

Mandzukic sv Anche se gioca poco entra subito nel clima partita e si mette al servizio della squadra giocando di sportellate e di sponde. Alla fine il suo ingresso risulterà positivo.

Alex Sandro sv Anche se gioca una manciata di minuti riesce a mettere dentro e bene la palla del gol vittoria.

Arbitro 6,5 La prova in generale è positiva. Riesce a tenere con i cartellini una partita che anche se maschia è corretta. Bene che la Juventus abbia vinto visto che la punizione del gol di Bovo pare proprio non esserci. Altri errori meno gravi un giallo non dato a Maxi Lopez per fallo su Padoin un altro giallo risparmiato allo stesso Padoin per fallo su Glik e forse il doppio giallo che poteva prendere Acquah per un calcio volontario a Buffon in uscita in presa bassa anche se difficile da individuare. Per il resto le piglia tutte.

Allegri 6 Croce e delizia. Non si capisce perchè cambi ancora formazione partendo col trequartista. Credo che i giocatori debbano avere un modulo fisso e uno alternativo non cambiarne uno ad ogni partita. La sostituzione di Khedira lo mette subito in difficoltà e fa entrare Cuadrado che in teoria gli sbilancia e di molto la squadra sull’offensivo. Tuttavia è una scelta che paga visto che Cuadrado gioca veramente bene. Azzecca anche le sostituzioni di Mandzukic e Alex Sandro. Alla fine la squadra anche questa sera non fa vedere un bel calcio e le azioni pericolose pare nascano da iniziative soliste. Sul piano del gioco non si è fatto alcun passo avanti e per una volta la fortuna ha girato per noi altrimenti anche stasera finiva in un pareggio. Pero’ ha vinto. E vincere un derby è sempre una grande iniezione di fiducia.

Sabato 31 ottobre 2015 Juventus-Torino ore 18 Juventus Stadium Torino

image
Scritto da Cinzia Fresia

Aria da derby a Torino, domani sera alle 18 allo Juventus stadium si affronteranno le due grandi rivali nel primo derby della mole della stagione 2015-16. Ancora con le ossa rote, la Juventus dovra’ riordinare le idee per un risultato favorevole. Con il Toro piuttosto in forma se non si parte con il ritmo giusto rischiamo di portare a casa la sconfitta bis.
Anche se pare brutto dirlo e’ cosi.
Non e’ un buon momento per il tecnico della Juve completamente in balia degli eventi, senza piu’ parole e spiegazioni, auguriamoci tutti che vada nel migliore dei modi.

ricchiuti144

Di Enzo Ricchiuti

Le ultime uscite della Juve: Inter , Borussia M. , Atalanta, Sassuolo.

Con Inter e Borussia s’è bloccato l’avversario non prendendole. Solo che con l’Inter s’è creato occasioni, col Borussia no per un problema che abbiamo di rifinitura dovuto ad egoismo e mancanza di affiatamento. In sostanza l’ultimo passaggio è difficile e questo non dipende dalla tattica bensì dalla caratura del singolo. Con l’Atalanta s’è riusciti sull’asse Pogba-Dybala a risolvere il problema conservando le qualità positive degli incontri precedenti. Purtroppo a Sassuolo c’è stato un episodio negativo. Il centrocampo titolare è saltato per motivi contingenti, salute e turn over. Tuttavia ciò non è sufficiente a giustificare una gara velleitaria e nervosa tra l’altro falsata dall’arbitraggio.

La promozione a vice presidente di Pavel Nedved: cosa cambia per Nedved , cosa cambia per la Juvetus?

Per Nedved credo cambi in meglio. Se un uomo ha ambizioni, le sfide sono meglio del divano. Non che il divano sia una pregiudiziale in assoluto al progresso dei singoli e dell’umanità. Però non ce lo vedo Nedved come eminenza grigia tutta dietro le quinte. Pavel è uno che impara solo stando nel punto più in vista dell’esercito: in prima fila, a cavallo. Per la Juve ? Il miglioramento estetico o romantico è evidente. Dicevano dei parvenu, dei debuttanti una volta, sono una merchant bank che non parla inglese. Pavel non sarà una merchant bank riconosciuta. Però ne conosce bene una e parla se vuole inglese.

Non so se ti appassioni di MotoGP ma la polemica del momento è la querelle Rossi-Marquez-Lorenzo.

Le moto non mi appassionano. Come scrisse la mia amica Maria Rosa Famà seguo le due ruote per sadismo. Per vedere gli altri sudare, soffrire. Nella querelle in questione sto con Rossi. Ma non nel senso che non debba essere punito. Penso che per una questione d’equilibrio interno tutti noi possiamo fare una cazzata ogni tanto. Alla fine non è morto nessuno e dieci o nove titoli mondiali non fa tanta differenza. Certo, ha sbagliato. Fossi stato al posto suo, sarei sceso dalla moto e l’avrei aiutato a rimanere coi piedi per terra.

Sassuolo-Juve 1-0: che rabbia!

acerbi-dybala-gomitata-660x330

 

Articolodi Alessandro Magno

 

Sassuolo-Juve 1-0. Predicavo prudenza dopo la buona vittoria con l’Atalanta. Auspicavo due vittorie contro Sassuolo e Torino per fare un primo bilancio. Siamo subito caduti al primo ostacolo. A questa Juventus va detto che non va bene nulla. Un arbitro sconsiderato ha contribuito non poco a mettere in difficoltà la Juve. Chiellini espulso con due gialli eccessivi Acerbi, Berardi e soprattutto Peluso pluri-graziati. Due rigori per la Juventus da rivedere di cui uno abbastanza evidente su Sturaro nei primi minuti. Va detto anche che il Sassuolo segna con l ‘unico tiro in porta prendendo un Jolly che nemmeno Sansone sa come ha fatto. Una palla che si insacca veramente dove crescono le ragnatele. In ultimo va detto che la Juventus in 10 ha schiacciato il Sassuolo e nonostante tutto avrebbe meritato il pari. Ma con i se e i ma non si scalano le classifiche.

I ragazzi si impegnano. Danno tutto. Purtroppo questa Juve è fragile. È una squadra senza un’anima che prende troppi gol e segna poco. È una squadra in cui giocatori che sembravano mediocri come Bonucci e nel corso degli anni sono migliorati fino a sembrare Campioni oggi pare siano tornati mediocri. E in tutto questo si perdono anche i nuovi che alternano prestazioni buone ad altre molto meno. E in tutto questo si perde in primis Allegri che ha una gestione cervellotica della squadra. Le colpe del mister sono tante ancora a Novembre non ci ha capito nulla. La Juventus di quest’anno è solo un giro palla ultrapalloso. Una manovra lenta. Si gioca a due all’ora e tiri da lontano il più delle volte sulla luna. E Khedira che in questo momento pare indispensabile, invece di toglierlo magari mezz’ora dalla fine con l’Atalanta lo fa rifiatare in trasferta quando già manca Marchisio. Ed Hernanes ha sbagliato una partita con il Napoli, fra l’altro in un ruolo non suo ed è già stato accantonato. Continua ad insistere con Mandzukic che onestamente non dà quello che da Morata. Anche a livello psicologico non mi pare una cima. Ha fatto crescere a dismisura l’attesa per questo Alex Sandro che il giocatore stesso gioca col freno a mano tirato sapendo di avere mille occhi addosso.

Le colpe, lo sappiamo, sono ancor maggiori quelle della società, che ha comprato 3-4 giocatori negli ultimi giorni di mercato come se non fosse ovvio che avrebbero necessitato di tempo per amalgamarsi. E in ultimo Marotta a cui davvero non bisognerebbe mettere un microfono sotto il naso vedi ultime dichiarazioni su Hernanes. Ad ogni modo qua bisogna reagire: abbiamo una classifica da zona retrocessione che come ha detto il presidente Agnelli è semplicemente inaccettabile. Io lo avevo scritto già qualche settimana fa ma avevo deciso di dare ancora tempo a una squadra che è ampiamente nuova. Ora il tempo però è alla fine. Serriamo i ranghi e vediamo di vincere sto derby.

Cantiamo una canzone triste, triste come la Juventus

image
Scritto da Cinzia Fresia

Una squadra di dilettanti e’ la Juventus attualmente gestita, che vince una volta e ne pareggia 2 e quando ne incontra una piu’ indigesta perde.
A parte la difesa, il resto della squadra e’ una banderuola, che gioca una partita bene e 5 male, non saprei dire chi e’ stato il meno peggio. Un vero disastro, un autentico insuccesso per l’allenatore Allegri che rema in acque agitate. Con una pseudo squadra cosi, vedo difficile la Champions, tra infortuni continui, insofferenze e ribellioni, fa temere una debacle della panchina abbastanza imminente.
Una partita quella con il Sassuolo noiosa, Juventus demotivata, arbitraggio scandaloso e inadeguato.
Juventus senza gioco e senza attaccanti, non e’ possibile con 11 calci d’angolo non riuscire a segnare nemmeno una volta, contro una squadra la cui fortuna e’ stata di centrare una punizione.
Sicuramente la sorte avversa ha fatto il suo, ma non e’accettabile che 11 giocatori da Champions, siano vittime di un gruppo di provincia da bassa classifica.
Indubbiamente il tecnico dimostra di non essere in grado di tenere insieme dei ragazzini troppo “ormonati” e con probabili eccessivi problemi personali. Sempre lo stesso tecnico sbaglia di frequente la tempistica dei cambi, introdurre Hernanes 10 minuti dalla fine non e’ servito assolutamente a niente.
In ultimo, Sono contenta delle parole di Gian Luigi Buffon, l’unico che dimostra di avere lucidita’e coraggio a dichiarare che da capitano della squadra e a 38 anni, non abbia voglia di fare brutte figure.
E fra qualche giorno ci sara’ il derby e non oso pensare le botte che prenderemo.

pagelle Sassuolo Juventus

sassuolo

Di Alessandro Magno

Buffon 6 Non deve effettuare neppure una parata importante . Sul gol non puo’ nulla.

Barzagli 6 Positivo sia da terzino che da centrale.

Bonucci 5 Inizia con due colpi di tacco volanti mancati prosegue con lanci quasi sempre sbagliati.

Chiellini 4 Sembrava in una buona serata . Riesce a prendere due gialli in un tempo e anche se il secondo pare abbastanza gratuito bisognerebbe evitare di entrare in scivolata a centrocampo spcecie se si è già ammoniti. Lascia la squadra in inferiorità numerica e sotto di un gol.

Alex Sandro 6 Spinge a fasi alterne non sempre preciso nei cross. Comunque attento .

Lemina 5 Molti passaggi sbagliati e soprattutto l’errore grave del fallo dal limite da dove scaturisce il gol. In quei casi bisogna imparare a controllarsi.

Pogba 6,5 Per un ora è assolutamente il migliore. Cala un poco alla fine ma questa volta ci ha messo l’anima.

Sturaro 4,5 Non è che sbaglia granchè ma è assolutamente timido. Sia nel primo tempo che nel secondo.

Cuadrado 6,5 Come Pogba da veramente tutto.

Mandzukic 5,5 Non pare particolarmente brillante e Allegri continua a metterlo in campo

Dybala 5,5 Molto piu’ vivo di Mandzukic ma stasera sbaglia veramente moltissimi passaggi.

Morata 6,5 Entra subito si da un gran da fare. Peccato perchè sembra piu’ vivace di Mandzukic

Hernanes, Zaza sv Hernanes visto il campo viscido e il tiro che ha andava rischiato prima. Zaza comunque pare stare meglio di Mandzukic.

Allegri 5,5 Non fa errori di formazione Marchisio sta male Khedira mi pareva anche a me in riserva e comunque resta uno che facile agli infortuni. Perde una partita che francamente meriterebbe almeno di pareggiare visto che il Sassuolo fa solo un tiro in porta. Pero’ questo giro palla sterile lento e noioso che fa la Juventus è veramente qualcosa di inguardabile.

Arbitro 0 A parte l’espulsione severa di Chiellini riesce a non ammonire nessuno del Sassuolo consentendogli un gioco ruvido oltre il lecito e una perdita di tempo eccessiva. Regolamento alla mano dovevano prendere doppio giallo sia Peluso che Berardi. Doveva essere espulso per rosso diretto Acerbi. Riesce addirittura a fischiare la fine con 10 secondi di anticipo quando si è perso tempo per tutta la partita. Assolutamente il peggiore in campo.

mercoledì 28 ottobre 2015 Sassuolo-Juventus ore 20.45 Stadio Mapei – Reggio Emilia

sassuoloscritto da Cinzia Fresia

Continua la scalata della Juventus, che incontrerà il Sassuolo domani sera, partita che si preannuncia complicata un po’ come tutte ultimamente per la Juventus.

Continuano le frecciate al tecnico toscano in continua necessità di giustificarsi ogni qual volta che si presenti un infortunio, è toccato a Pereyra e Asamoha. Eppure Massimiliano Allegri non si scoraggia, e nemmeno lo staff Juventino. Nonostante qualche boutade ufficiale, dove il D.S. sostiene di essere consapevole di non aver acquistato “un fenomeno” ma  la Juve resiste continuando a fornire scuse e quant’altro su questo e quello. Però una domanda me la pongo, ma se Pereyra ed Asamoha erano a rischio infortunio, perchè li ha messi in campo?

Attualmente non è fattibile fare previsioni, ma sulla carta la vittoria sarebbe quella della Juve, ma per essere scaramantici non pronunciamoci, speriamo di vedere una squadra attiva senza isterismi che si impegna per vincere.

Per il momento ci accontetiamo così, poi vediamo.

 

 

 

Juventus – Atalanta. Sintesi.

Immagine anteprima YouTube

Juve-Atalanta: stiamo calmi e lavoriamo.

Mandzukic.Dybala.Juventus.Atalanta.esultanza.2015.16.356x237

 

Articolo di Alessandro Magno.

 

Juve-Atalanta 2-0. C’è stato parecchio entusiasmo fra i tifosi per quanto riguarda la partita Juventus – Atalanta. La Juve ha condotto la gara dall’inizio alla fine senza sbagliare nulla. L’Atalanta non è mai esistita. A detta di molti è stata una dellle prestazioni migliori della squadra quest’anno al pari di quelle con Siviglia, Manchester e Lazio. Io ieri ho visto una buona Juventus. Devo dire non è che mi abbia entusiasmato. Ma ho visto buone trame. Buona lena. Ho visto i gol che non è poco. Fra le cose sicuramente positive un Pogba in crescita, un Marchisio sempre più padrone del centrocampo e soprattutto un Dybala eccellente. Ora, io sono uno di quelli che considera questo ragazzo un talento puro e che ne ho difeso l’acquisto e caldeggiato il posto in squadra. Sono fra i pochi che ha insistito sul fatto che potesse esser impiegato in ruoli da rifinitore (non necessariamente trequartista) e soprattutto che alla Juve dovesse esser impiegato da seconda punta. Ieri finalmente ci è arrivato anche Allegri e me ne compiaccio. Il mister ha detto chiaramente nel post gara che Dybala deve imparare a fare la seconda punta. Bene. Secondo me il ragazzo per caratteristiche tecniche e fisiche è già una seconda punta come lo era Del Piero alla sua età e il fatto che fino ad oggi sia stato impiegato come centravanti in squadre di medio livello è solo un fatto di pura e semplice necessità.

Ognuno di noi in una squadra dove il livello non è alto, metterebbe quello che vede meglio la porta e ha la tecnica per segnare, nel ruolo di prima punta. Ora appurato che Dybala deve giocare sempre, riposando solo di tanto in tanto, mi auguro che siano gli altri tre Morata, Manduzukic e Zaza che hanno caratteristiche da prima punta, ad alternarsi. Con Morata che mi pare in questo momento il migliore a patto che passi la palla e non brontoli ad ogni sostituzione perché è un bravo giocatore ma ancora non se lo può permettere. E se Marotta ne ha presi tre di centravanti non è né colpa mia né colpa di Dybala.

Altra considerazione: spero vivamente che Allegri non crei un dualismo Cuadrado – Dybala che francamente non ha ragione di esistere. Anzi spero che lavori e riesca a trovare la quadra per farli giocare entrambi, in modo da avere più frecce al nostro arco. D’altronde una delle soluzione che paventavo io a inizio anno era un attacco a tre con Dybala e Cuadrado esterni invertiti con il destro a sinistra e il mancino a destra alla Robben – Ribery. Mi si fece notare che esterno sinistro Cuadrado lo si era provato a Firenze con non buoni risultati. Va detto che riprovarlo da noi potrebbe non necessariamente avere gli stessi risultati avuti a Firenze. Va anche detto che Cuadrado con Barzagli alla spalle si è adattato anche bene a fare il ruolo di ala destra. E si può giocare tranquillamente con un ala destra che non difende tantissimo e una mezza punta. Camoranesi giocava con Del Piero e non è che il Gaucho si ammazzava in ripiegature difensive.

Ora per quanto riguarda ieri, francamente non so dirvi quanto la Juventus sia stata brava a ridimensionare l’Atalanta che comunque ci precedeva in classifica e quanto invece sia stata l’Atalanta a rimanere con la testa a Bergamo. Le nostre prestazioni di quest’anno sono state decisamente altalenanti. Mi piacerebbe, visto anche quello che succede davanti, con squadre che si alternano in testa alla classifica di volta in volta, che la Juventus avesse un rendimento più costante come è da tradizione. Mi piacerebbe avere un filotto di vittorie che ci riporti nelle parti alte della classifica in modo che il mister possa anche lavorare più serenamente. Perché vincere aiuta a vincere e noi non possiamo proprio permetterci in questo campionato di non arrivare almeno fra le prime tre.

La rincorsa e cominciata. Spero di vedere la Juventus vincente a Sassuolo, in Germania in Coppa e nel derby di Torino. Se riuscissimo in questo e non credo non sia alla portata, guardando anche quanto sono distanti gli altri, potremo fare un primo bilancio e ritengo che potrebbe esser già abbastanza positivo.

La giusta reazione

image

Di Cinzia Fresia

La giusta reazione dopo una settimana piena di rimproveri provenienti da tutte le parti compreso il Presidente Agnelli il quale ha espresso un certo rammarico in riferimento alla posizione della Juventus in classifica attuale.
Finalmente una bella partita giocata al 100%, e senza freno a mano.
Massimiliano Allegri ha risposto con una vittoria di 2-0, di cui il primo gol segnato da Paulo Dybala, replica dura a chi lo accusava di voler rovinare Uno dei migliori talenti e intestimenti della Juventus.
Un primo tempo con un po’ di sprechi ed errori sempre in fase realizzativa, ma con Pogba e Dybala in partita, l’Atalanta non ha avuto scampo, bloccata dal primo gol, annientata al secondo realizzato da Mandzukic, e quasi rasa al suolo al rigore parato dal bravo Sportiello.
Non c’e’ molto da aggiungere su un’ ottima partita contro un avversario modesto ma sempre ostico per la Juventus.

Anche la difesa, a parte un paio di sviste per fortuna rimediabili, ha svolto la sua parte.
La Juventus deve continuare cosi’, ad essere e reagire da squadra, evitando comportamenti da “galli da pollaio”, compreso il nostro allenatore.
Certo la classifica non sorride ancora, ma risolvendo un problema alla volta si puo’ credere ad un recupero, rimettendo in discussione il campionato.
Ottima prestazione anche di Pogba, il quale ha dimostrato lucidita’ nella confezione del gioco.
Ottima chance anche il croato Mandzukic, primo gol per lui in questo campionato.
Una Juventus nella globalita’ soddisfacente, anche se dovra’ migliorare in vista di partite con avversari maggiormente impegnativi.
Per la Juventus non e’ finita qui, mercoledi c’e’ l’anticipo di campionato contro il Sassuolo, e successivamente il derby, insomma una settimanetta di quelle da ricordare.
Bravi ragazzi, fatevi valere.

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web