Archivio Mensile: novembre 2015

Una Juventus in cerca d’autore

image
Non si arresta la serie di vittorie consecutive della Juventus che supera il Palermo al Barbera. Risultato netto sui palermitani, di 3 gol a 0.
Il procedimento e’ sempre lo stesso, la Juventus gioca male, sbaglia moltissimo ma ce la fa mettendo a segno tre gol.
La Squadra esprime se stessa nel secondo tempo, con Mandzukic, che senza annientare nessun difensore, riesce dopo un cross effettuato da Dybala a metterla in rete ed ha il merito di sbloccare il risultato.
La seconda rete arrivera’ da Sturaro, giocatore traballante che finalmente prende coraggio effettuando il raddoppio, il terzo gol arrivera’ da Zaza nella fase di recupero.
Nulla da eccepire con tre gol segnati, mi assale però il dubbio che vi sia in parte anche un demerito della difesa palermitana andata subito in crisi dopo il primo gol, ed immediatamente rinunciataria.
I nostri fanno fatica a costruire le azioni, la totale assenza di fantasia fa sì che la palla venga rispedita di frequente indietro ai difensori, sperando in un’idea.
Continua a crescere il talento dei singoli invece, che lasciati liberi si dimostrano pericolosi.
Intanto e’ successo un fatto, che la Roma con la sconfitta inflitta dal Barcellona sullo stomaco, e’ precipitata contro l’Atalanta, quale migliore occasione per la Juventus di approfittare per recuperare dei punti, occasione pienamente sfruttata.
La Juve sta cercando di conquistare i punti perduti, e con stupore ci sta riuscendo, l’unica cosa non comprensibile è come faccia, se ripenso agli anni appena passati, mi ricordo le tante azioni finalizzate in gol, costruite anche da un errore, ora noto un continuo giro di palla portata in avanti che molto spesso viene intercettata, soprattutto da Pogba che ultimamente di palloni ne sta perdendo tanti.
Allegri comunque persevera con le sue idee, di formare una squadra fissa non ne vuole sentire parlare, in confenza stampa quasi ridendo spiega ai giornalisti che ogni tanto gioca “quello” o “questo” a seconda di chi starebbe meglio, peccato che un giocatore come Cuadrado lo si metta a far flanella per un bel pezzo e poi si pretenda da lui miracoli in 9 minuti.
E’ un punto di vista e l’allenatore attualmente avrebbe anche la ragione dalla sua, visto che vince in Europa e attualmente anche in campionato, vedremo quanto durerà.
Nel frattempo con la Lazio ce la vedremo senza Pogba, squalificato per doppia ammonizione.

Palermo-Juventus: alla fine è un 3-0 da non credere

222034633-fe25c522-0d25-43f3-9bd4-0f64e346196f

 

Articolo di Alessandro Magno

Per chi ha visto la partita sa con questo titolo cosa voglio dire. La Juventus è stata tutt’altro che bella. Un primo tempo veramente pessimo giocato al limite dell’ordinario. Ritmi blandi, idee nulle. Continuo a dire che questa Juventus ha pochissimi occhi della tigre e questo a me personalmente non sta bene. Fortunatamente nel secondo tempo un poco sale in cattedra Pogba, un poco forse il Palermo cala in attenzione e così la partita finalmente si sblocca.

Come poi spesso capita nel calcio italiano, fatto un gol viene fuori un’altra partita con le squadre che finalmente si affrontano a viso aperto. È anche per questo che la Juve di Allegri riesce ad esprimersi meglio in Europa rispetto al nostro campionato. All’estero amano giocare non chiudersi a riccio.

Dunque il Palermo, che è bene dire quest’anno è veramente poca cosa, con giocatori semi sconosciuti più un portiere, esce allo scoperto. Questo favorisce il gioco di ripartenza della Juventus che seppure non velocissimo, complice anche il fatto di aver tolto Cuadrado quando forse le condizioni tattiche del match erano a lui più congeniali, risulta comunque preciso e quanto meno efficace. Arriva prima il 2-0 di Sturaro nell’unica vera azione corale e bella della partita. Poi il 3-0 di Zaza.

Il risultato è bene dirlo, è eccessivo. Seppure il Palermo non è che abbia fatto niente di che, rinunciando praticamente a giocare per almeno un’ora, la Juve non è stata né bella né efficace, per lo meno fino all’1-0. Poche idee come detto, poco gioco. Cross sbagliati. Lanci inutili nel vuoto. Fortunatamente Dybala ha messo un cross come si deve a Mandzukic e questa è stata la svolta. Andiamo avanti giorno per giorno, abbiamo recuperato altri tre punti alla Roma in attesa di Sassulo – Fiorentina e Napoli – Inter. Sono molto contento per il risultato e per il fatto che almeno in difesa abbiamo rischiato pochissimo. Ancora non lo sono per quanto riguarda il gioco. Io voglio una Juve padrona del campo.

Pagelle Palermo – Juventus

image

 

Di Alessandro Magno

 
Buffon 6 Non credo abbia dovuto effettuare nessuna parata. Si limita a partecipare al giro palla della difesa. Davvero una serata tranquilla.

Barzagli 6,5 Cicca e perde la prima palla della partita, poi ritorna in se e al solito da quel lato non si passa.

Bonucci 6 Meriterebbe un insufficineza per tutti i lanci lunghi completamente sbbagliati che fa. Comunque nel prino tempo da un suo colpo di testa su angolo quasi passiamo in vantaggio. E nel nulla della prima frazione è l’azione piu’ pericolosa.

Chiellini 6,5 Al solito parte che pare la solita giornata da incubo poi piano piano si riprende e sia in fase di impostazione che di interdizione fa bene. Un passo avanti incoraggiante

Cuadrado 6 Alterna cose buone a cose meno buone , dribbling belli a palle perse in malo modo. Si da un gran da fare ma la sua prova è altalenante.

Sturaro 6,5 Primo tempo nell’anonimato poi cresce nella ripresa come era già avvenuto con il City. Alla lunga a furia di metterci cuore e polmoni trova pure il gol della tranquillità.

Marchisio 6,5 Anche lui come tutto il centrocampo cresce alla distanza. Un primo tempo abulico anche nel cercare di mettere ordine e nel provare ad avere idee. Meglio nella ripresa.

Pogba 6,5 Primo tempo da desaparecidos anche per lui. Nel secondo è suo il vero cambio di marcia della squadra. Con le sue leve e la sua tecnica trova finalmente il modo di realizzarsi negli spazi piu’ ampi che il Palermo gli lascia, nel tentativo di cercare di pareggiare.

Evra 6 Il giocatore ordinario per una Juve ordinaria. Fa quello che deve fare senza infamia e senza lode sempre senza riuscire a dare quel colpo di reni in piu’ alla sua prestazione. Evidentemente ha una certa età che in quel ruolo ha il suo peso.

Dybala 6,5 E’ il piu’ vivace del primo tempo. Forse l’unico che si da veramente da fare. Cala dopo aver dato tanto e soprattutto un assist al bacio a Mandzukic.

Mandzukic. 6,5 Gol che sblocca una partita che si stava complicando maledettamente. Centravanti vecchia maniera per una Juve vecchia maniera.

Morata 6,5 Entra subito in partita e si da un gran da fare. Altruista sul gol di Zaza.

Lichtsteiner sv Un cambio che io non avrei fatto. Comunque lo svizzero da il suo contributo.

Zaza sv Giusto 8 minuti. Pochissimi per far gol. Lui ci riesce, Bravo.

Juventus 6 Sul piano del gioco siamo al 5 – 5,5 . Un deciso passo indietro rispetto alla Juve di coppa. Bene comunque la fase difensiva e la mira. Sul gioco c’è tantissimo da lavorare.

Allegri 6 Si prende l’enneisma vittoria di fila con una prestazione ”all’italiana”. Questa Juve per ora non mi piace e non mi diverte. Io continuo a non vedere alcun tipo di gioco.Tuttavia il risultato è ottimo e siccome non siamo al cinema ma parliamo di sport, conta in primis, vincere.

Arbitro 5,5 Non mi è piaciuta nè la gestione dei cartellini nè tutti i falli assolutamente inventati fischiati al Palermo per tutta la prima ora quando erano piu’ per terra che in piedi. Per fortuna non ci sono stati episodi dubbi altrimenti con un arbitro cosi non so dove andavamo a parare.

Domenica 29 novembre 2015 Palermo-Juventus ore 20.45 stadio Barbera – Palermo

image
Scritto da Cinzia Fresia

Dopo il terzo successo consecutivo, la Juventus si prepara ad affrontare l’insidiosa trasferta a Palermo, presentandosi senza Lemina, ennesimo infortunato di una ormai lunga serie.
In attesa di Morata, Allegri dichiara di avere necessita’ di Mandzukic. E’ superfluo dire che la Juventus non possa permettersi passi falsi in questa fase di risalita verso la vetta della classifica, quindi deve vincere, ignorando le provocazioni di Zamparini circa un’ipotetica e supposta lievitazione circa la massa muscolare di Dybala.
Tuttavia la squadra siciliana sembra andare meglio dopo l’arrivo del tecnico Ballardini, conquistando 4 punti nelle due ultime partite.
Per ottenere la vittoria la Juventus dovra’ impegnarsi dimostrando concretezza e continuita’.
9.Sports Apparel and NFL Shop and NFL Jerseys and Jerseys online wholesale – College Fan Gear, NBA Jerseys – Everything for the Fan.

Buona Juve, ottimo primo posto

alex-sandro-juventus_b8j6ludoyqqi1n49wo02n8s8u

 

 

Articolo Di Alessandro Magno

 

 

 

Juventus-Manchester City 1-0. Finalmente un raggio di luce. Col City ci sono stati buoni miglioramenti anche se non mi trovo d’accordo con i titoli trionfalistici dei giornali. Ottimo l’approccio mentale dei giocatori. Molto meno quello di squadra e dell’allenatore. Molto bene alcuni come Buffon, Sturaro, Pogba, Mandzukic e soprattutto Alex Sandro. Decisamente male altri tipo Marchisio e Chiellini. Certo se paragonata alla Juve vista con il Milan è stato un passo decisamente avanti. Visto quello che si è visto in campo, invece, è bene dire soltanto “buona Juve”; che comunque è sempre meglio di niente. I miglioramenti a parere mio sono dovuti principalmente a tre fattori: il modulo supercollaudato del 352, la stessa formazione del secondo tempo del Milan, la presenza di Alex Sandro, assolutamente migliore in campo.

Sul modulo c’è poco da dire. A me non piace e men che meno in Europa; e ancora meno come lo utilizza Allegri per cui mi pare, sia un modulo superdifensivo. Tuttavia è l’unico modulo che questa squadra conosce veramente a memoria avendolo adottato negli ultimi tre anni e mezzo. Il mandare in campo poi la stessa formazione di tre giorni fa, anche se ha escluso nuovamente Morata e Cuadrado, ha dato chiaramente un poco più di intesa e automatismi. Infine Alex Sandro: il brasiliano è stato nuovamente assist-man e assoluto mattatore. Sul piano difensivo poi è stato eccellente, annullando completamente Jesus Navas che non è l’ultimo arrivato e invece ha ritrovato un poco di vitalità quando è entrato Evra. A proposito: cambio sconsiderato e scellerato pro City a dieci minuti dal termine. Bella mossa di emme. Dannosa e inutile. Oltre questo cambio, davvero senza un perché visto che Alex Sandro era ancora bello pimpante, non è andato bene l’atteggiamento di squadra, tutti a difendere l’1-0 dopo il gol, atteggiamento che senza San Buffon ci sarebbe costato il primo posto nel girone. Davvero non si comprende il motivo di tutto questo di fronte a un City che era palesemente in difficoltà a livello difensivo e su cui si poteva infierire. In ultimo è andato molto male Morata autore di una prova bella ed egoista. Entra sfiora il gol un paio di volte peccato decida di non passare la palla a nessuno. Dovrebbero fargli vedere i gol che ha fatto il Barcellona alla Roma cosi da imparare.

A proposito di Barcellona. Io non capisco come sia possibile che da quando esiste il calcio, ogni novità vincente è stata presto adottata da tutto il mondo. Mi riferisco alla zona, la tattica del fuorigioco, i terzini fluidificanti, il pressing, il calcio totale eccetera. Questo ha fatto sì che il calcio nel tempo si sia evoluto. Bene sono ormai dieci anni che il Barcellona pratica il tiki taka e salvo loro, Bayern, Spagna e ultimamente Germania, tutto il mondo continua a giocare bellamente come quindici anni fa. Compreso la Juve. Ora salvo i tre davanti, Iniesta e a suo tempo, Xavi Hernandez e Ronaldinho il Barca pratica e ha praticato questo gioco con giocatori bravi ma non marziani. Non tutti per lo meno. Allora perché tutte le altre squadre che si onorano di avere in rosa 3-4 campioni e tanti altri bravi giocatori, continuano ancora a giocare come negli anni 90? Mistero. Mi appello a tanti allenatori di squadre giovanili che conosco. Studiate il Barcellona e il Bayern. Studiate la Spagna e la Germania. Studiate soprattutto Guardiola. È quello il calcio del futuro.

Juventus ..Lapo ti vuole così ..

lapo come star wars

Quanti salti avete fatto dalla sedia ieri sera? Io non li ho contati, tanta è stata la tensione e l’aspettativa del secondo gol che non è mai arrivato.
Finalmente una serata senza sbadigli, incollati alla tele sperando nella vittoria ma altrettanto temendo il peggio.
E’ strana e incomprensibile questa Juve così brutta, poco precisa eppure, ce la fa .. va avanti, raggiungendo la qualificazione un turno in anticipo e candidandosi per il primo posto del girone.
Il match è stato bello, la dinamicità ha fatto dimenticare la valanga di occasioni fallite, una vera battaglia per la vittoria da parte di entrambe.
Però, la fortuna e la bravura dei singoli ha detto di nuovo Juventus con Mandzukic, che atterrato un difensore, riesce a segnare l’unico gol della serata, e alla fine conta questo il risultato.
Non cessano però le perplessità, perchè esaminando la gara di cose che non vanno ce ne sono tante, come una valanga di gol e passaggi sbagliati non si sa perchè, tant’è che Buffon si improvvisa difensore per mettere una pezza sopra alla “svista” del collega Chiellini che poteva costarci carissima.
Non riesce la squadra a concepire un gioco che funzioni, perchè il regista non c’è, Allegri ci prova con Marchisio ma niente, questa caratteristica non rientra tra le sue peculiarità e ne compromette la prestazione, facendolo giocare male.
Pogba ha giocato bene, ma è troppo umorale e spesso si defila perdendo il controllo della partita.
Ma ieri è stata la serata di Alex Sandro che si è distinto tra assist e giocate d’altissimo livello, spero basti ad Allegri a schierarlo da titolare.
La difesa coadiuvata da Buffon, sta funzionando, infatti sono 2 partite che non prendiamo gol, resta sempre problematica la finalizzazione un po’ per tutti gli attaccanti che sbagliano troppo anche ciò che all’apparenza sembra facile.
Comunque la carenza dell’allenatore si percepisce soprattutto da quei giocatori che non riescono a trovare la quadra, per citarne uno parlerei di Sturaro, che non si sa bene cosa voglia fare e come, ritengo sia un giocatore con un ottimo potenziale e ben dotato, peccato che sia in preda all’emotività, come se volesse tenersi in disparte e lontano dalle grane, mentre dovrebbe buttarsi a pesce e dimostrare le sue capacità.
Al tecnico è andata bene anche questa volta, però ci penserei ad inserire Cuadrado 9 minuti prima della fine, azione praticamente inutile, in ultimo: Allegri per favore .. si costruisca una squadra che vada bene, con questi giochi di prestigio di prendi, metti e togli i giocatori, non portano a niente se non musi lunghi e sbuffate al momento delle sostituzioni, la squadra continua a non esserci ma il talento dei singoli sì, peccato non aprofittarne.

Pagelle Juventus – Manchester City.

 

Juventus-manchester

Di Alessandro Magno

 

Buffon 7 Una sola parata che ha del miracoloso e ricorda quella famosissima Mundial di Zoff contro il Brasile. Eccezionale.

Barzagli 6,5 La solita roccia . Giocatore dalla media-rendimento altissima.

Bonucci 6 Nessun problema in disimpegno qualcosina da rivedere sui cross provenienti dalla fasce dove spesso non è puntuale sul pallone

Chiellini 5,5 In ripresa ma pesano quei 2-3 passaggi ad Aguero del primo tempo.

Lichtsteiner 6,5 In crescita. Aiuta molto. Non spinge tantissimo e sbaglia un gol fatto ma nel complesso molto positivo.

Marchisio 5,5 Un primo tempo gravemente insufficiente. Si riprende nel secondo sbagliando meno ma nel complesso la prova è negativa soprattutto si pretende di piu’ da uno come lui che in genere è sempre buono per tutte le occasioni.

Pogba 6,5 Alcuni colpi d’alta scuola inframezzati da tante troppe pause. Va meglio ma deve dare piu’ continuità alle sue partite.

Sturaro 7 Il meno dotato del centrocampo probabilmente il piu’ positivo per quantità e continuità. Una partita di grande corsa , sacrificio e interdizione. Sfiora anche il gol.

Alex Sandro 7,5 Migliore in campo in assoluto. Se questo non sa difendere allora Jesus Navas è un broccazzone. Da sinistra non passano mai almeno fino a quando non entra Evra. In avanti è un terzino-ala moderno di quelli che tanto invidiamo a squadre come il Barcellona e che da noi chissà per quale motivo non giocano.

Dybala 6 Lotta come pochi e si conquista molti falli. Si allunga un po troppo spesso la palla e quindi molti dribbling non gli riescono. Volenteroso ma in altre occasioni ha fatto meglio.

Mandzukic 6,5 Dategli i cross e questo i gol li fa. Non bellissimo da vedere rispetto ai tempi del Bayern lo trovo anche un poco involuto sul piano tecnico e fisico . Forse deve perdere un poco di peso. Pero’ oggi positivo.

Morata 5 Io lo preferisco a Mandzukic e a Zaza e lo vedrei in campo titolare insieme a Dybala pero’ stasera fa una cosa clamorosamente sbagliata. Per due volte cerca lo spazio per andare al tiro e non lo trova, finisce di tirare su un difensore quando alla sua sinistra c’era Dybala libero che poteva segnare a porta vuota. Sulla ripartenza Sterlyng sbaglia un gol da un metro. Poteva essere il gol che ci costava il primo posto. Lo inviterei a guardarsi i gol che fa il Barcellona e gli farei a questo punto fare per lo meno un altra panchina.

Evra sv Entra e fa resusicitare Jesus Navas che fino a quel momento non aveva combinato niente.

Cuadrado sv Il tempo di tentare un paio di tiri. Comunque vivace.

Juventus 6 L’atteggiamento di difendere l’1-0 non mi piace e non ne vedevo il nesso visto che il City dietro ha moltissimi problemi tuttavia si è visto del meglioramento nel gioco di insieme non so se dovuto al modulo collaudato o meno.

Allegri 6 Riesce a vincere e a qualificarsi con una giornata di anticipo. Ora se non combiniamo cavolate possiamo anche passare primi. L’atteggiamento della squadra poco propositivo non mi piace. La sostituzione di Alex Sandro con Evra ad agevolare il Manchester su quella fascia è clamorosamente sbagliata e inutile . Ad ogni modo vince e ha ragione lui.

Arbitro 6,5 Arbitra discretamente bene. Qualche fallo di troppo fischiato in favore dei difensori Inglesi ma decisamente un buon arbitraggio.

mercoledì 25 novembre 2015 – Champions League Juventus-Manchester City ore 20.45 Juventus Stadium Torino

Juventus-manchester
Scritto da Cinzia Fresia

Riprende il cammino della Juventus in Champions domani sera a Torino allo Juventus Stadium, dove incontrerà il Manchester City. Per Allegri un altra partita in salita a causa dei numerosi infortuni di sabato scorso contro il Milan.
Nonostante il Manchester sia reduce da una brutta sconfitta per la Juventus un avversario temibile dal quale dovrà guardarsi.
Sebbene la Juventus sia uscita vittoriosa contro il Milan, restano ancora molti dubbi che non convincono i tifosi, mentre Allegri crede in questa sostenendo che andrà avanti in Campionato che in Champions.
Nel frattempo il tecnico toscano dovrà fare a meno di diversi uomini come Khedira, Evra e molto probabilmente del contestatissimo Hernanes.

Tre punti senza lode ma troppe critiche ad Hernanes.

 

 

hernanes-juventus-milan-serie-a_6b4f6ywkx3l71lap5qiimb931

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Siamo alle solite, ormai è una costante. Juve che gioca male a tratti malissimo, partita risolta da una giocata, tre punti e via. Infelici e contenti. Si salva solo il risultato. Per fortuna almeno la difesa non prende gol e così abbiamo raggranellato la terza vittoria consecutiva. Stiamo facendo la rimontina. D’altronde trovare continuità con un mister che pare si diverta a fare turnover e a cambiare modulo ogni volta , non è semplice. Ieri abbiamo provato il 4-1-2-1-2 con regista davanti alla difesa e trequartista. Giusto per non farsi mancare niente. Alla fine per vincerla e giocare piu’ o meno discretamente si è dovuti tornare al 3-5-2 di contiana memoria, inserire un difensore al posto di un trequartista, e si è dovuto fare male l’unico,l’isostituibile, l’imprescindibile Evra. Che nemmeno a Manchester nei tempi d’oro aveva avuto mai tutta questa importanza che secondo me la partita se non c’è Evra Allegri non la comincia. Ad ogni modo abbiamo segnato grazie a un azione di tre a cui la classe non manca e si vede. Di corale s’è visto poco. Di gioco frammentato e disordinato se n’è visto parecchio. Ora prendiamo al solito i tre punti e tiramm ‘nanz ma onestamente è giusto pretendere di piu’. Non mi dilungo oltre sulla partita perchè tanto è dall’inizio di quest’anno che scrivo sempre delle medesime cose e mi sono anche un poco stufato. Diciamo che di miglioramento al momento pare ci siano solo i risultati. Attacchiamoci a questi.

Visto dunque che sulla partita c’è poco da dire, ne approfitto dunque per dire due cose su Hernanes, perchè mi sembra iniziata contro di lui una campagna d’odio come ai tempi di Krasic e lo trovo assolutamente ingiusto. Prima di tutto è bene dire che ieri il brasiliano a giocato abbastanza male. Questo lo diciamo per dovere di cronaca e per correttezza. Analizzando la prestazione ha giocato male nella media di uno che non gioca bene non è stato certo una catastrofe come piu’ di qualcuno ha voluto rimarcare. Hernanes ha giocato un solo tempo e da trequartista, posizione che a lui dovrebbe esser congeniale. In un primo tempo dove a parte Dybala e Barzagli sono tutti, ma proprio tutti, gravemente insufficienti e dove non si è costruita nessuna azione da gol se non su qualche percussione solitaria dell’argentino, Hernanes cosa ha fatto di buono ( se lo ha fatto ) e cosa di ”profondamente” sbagliato?

Allora, intanto è bene dire che a differenza di altri che nel primo tempo non sono proprio pervenuti, Hernanes almeno era presente, e cercava di fare qualcosa. Se non dimentico nulla Hernanes si è visto per un paio di cose buone, un paio sbagliate e una diciamo a metà. Veniamo alla sbagliate. Le due cosce veramente sbagliate e brutte sono due palle perse a centrocampo (una davanti alla difesa), diciamo perse perchè ci si è addormentato sopra e da cui abbiamo subito due ripartenze del Milan che fortunatamente non sono sfociate assolutamente in nulla se non in un minimo di onesta apprensione. Palle così evidentemente non si devono perdere questo è chiaro, ma ahinoi capitano. Spece quando comunque un intera squadra sta giocando di merda e nessuno fa movimento. Due palle perse sono un errore grave soprattutto se si concretizzano in gol subiti e non è questo il nostro caso. Se per due palle perse devo criminalizzare un giocatore mi chiedo quante palle ha perso Pirlo nell’ultimo anno e anche prima, oppure a Felipe Melo che è il recordman di palle perse con annesso gol subito che cosa gli dovevamo fare a suo tempo? Oppure ancora ultimo ma non ultimo Vucinic: quello che per un anno fatto bene ha campato di rendita altri due con i tifosi che lo chiamavano ”Mirkolino mio” che era irritante all’ennesima potenza per tutti i palloni che perdeva sistematicamente.

Le due cose buone fatte da Henranes invece sono due tiri uno dopo un doppio passo di sinistro alto di poco, l’altro su una punizione battuta velocemente che anche grazie a una deviazione fortuita di un difensore milanista, costringe Donnarumma a un mezzo miracolo ed è stata senza se e sena ma, l’azione da gol piu’ pericolosa ( ma anche forse l’unica degna di nota) del primo tempo. L’ha fatta Hernanes non l’han fatta altri.

L’altra cosa metà e metà è la svirgolata di sinistro in area quando cicca un pallone dopo una bella azione di Pogba. Intanto Hernanes inizia questa azione con il polpo e poi giustamente la va a chiudere andando a farsi trovare al posto giusto nel momento giusto con i tempi giusti come deve fare un trequartista. Ora sfortuna o scarponaggine vuole che cicchi la palla di sinistro che fra l’altro non è neppure il suo primo piede, ma a onore del vero di recente ho visto ciccare palle in area sia a Dybala che a Mandzukic e in passato sia a Morata che a Zaza e persino a Tevez e non mi risulta si siano alzate crociate contro questi giocatori.

Ora veniamo al dunque: Hernanes non è un fenomeno e lo si sapeva. E’ stato preso per ripiego perchè non si è riusciti a prendere Draxler, e anche questo si sapeva. Hernanes è una scommessa, probabilmente fin qui persa, di Marotta è anche questo si sapeva, perchè non credo nessun Juventino ad Agosto (neppure io) aveva il desiderio di prendere questo giocatore. Hernanes inoltre è il trequartista che Allegri chiedeva a tutti i costi per giocare con il trequartista in una squadra che per lo meno negli ultimi quattro anni (tutti e tre gli anni di Conte piu’ il primo di Allegri) ha giocato sempre senza questo ruolo. Hernanes ci è stato dato dall’Inter perchè non era ritenuto uno dei migliori dei loro quindi va da se che se non era un fenomeno li non è che in quattro e quattr’otto lo diventava da noi. In definitiva non è colpa di Hernanes se la Juve ha preso Hernanes cosi come non è colpa sua se Allegri lo utilizza quando probabilmente ora come ora ci sono in rosa giocatori, non dico tecnicamente migliori, ma sicuramente piu’ incisivi. Dunque io trovo ingiusto che lo si becchi a ogni passaggio sbagliato quando altri sbagliano come lui e piu’ di lui (faccio un esempio Sturaro) . Forse qualcuno ce l’ha sul naso per le dichiarazioni su calciopoli o perchè proviene dall’Inter e per carità tutto ci sta. Ognuno ha le sue simpatie. Quello che non ci stà è mettere in difficoltà uno che è già in difficoltà di suo. Soprattutto quello che non ci stà è pensare che questa Juventus giochi male per colpa di Hernanes oppure che il problema di questa Juve sia Hernanes. Lui è uno dei tanti enigmi di questa Juve certamente si. Non è l’unico e non è neppure il piu’ grave.

Brutta a tratti bruttissima questa Juventus .. ma ce la fa.

Cattura

Scritto da Cinzia Fresia

 

 

 

Dybala salvaci tu! E’ stato il grido dello stadium che ha accompagnato le orecchie dell’attaccante argentino fino a quando dopo un dai che ti ridai finalmente ha sorpreso il Donnarumma in partitissima.
Prestazione poco esaltante e partita al limite dello sbadiglio, benedetto il gol di Dybala che ha suonato come un ceffone a 5 dita alla difesa milanista, riconducendo entrambe le squadre nel presente, ricominciando a correre e dall’invano tentativo di recupero da parte dei rossoneri.
La Juventus ha condotto la partita creando molto, il Milan decisamente no, possiamo ammettere che la Juve poteva vincere 10 a 0, se: non perdeva una miriade di palloni, non sbagliavano decine di passaggi, non “zampettavano” sul pallone, si guardavano in faccia invece che in aria, e se l’allenatore la smettesse di fare troppi esperimenti inutili.
Il destino ha voluto che Alex Sandro entrasse in campo, e confezionasse finalmente un assist come si deve e che “rifinalmente” Dybala tirasse una fucilata contro un mega portiere che stasera voleva proprio farsi notare riuscendoci.

Da li’ non e’ accaduto piu’ niente se non quel minimo di reazione per finire la partita. Anche stavolta la differenza l’hanno fatta i singoli e non la squadra.
Comunque la ragione parteggia per Allegri che nonostante un calcio penoso, una preparazione atletica che miete vittime ogni settimana, ce la fa, l’allenatore toscano non si lascia impressionare da niente e da nessuno, ne’ dai rumors di un’eventuale sostituzione, e’ impavido, ogni settimana si butta nella speranza di un miracolo che puntualmente accade. Non mi meraviglierei di vederlo un giorno in nazionale.
Come voto alla prestazione darei a tutti un’insufficienza tranne ad Alex Sandro e Dybala per il gol, ma vorrei dire 2 parole su Hernanes: che e’ il giocatore che poveretto comprato a buon prezzo, perche’ non si sa mai, non sa cosa fare e Allegri altrettanto non sa come utilizzarlo, e in ultimo non gli passano mai una palla decente e quando raramente accade purtroppo la perde o sbaglia, pero’ anche se ha fatto parte degli insufficienti ha dimostrato che potrebbe anche avere anche delle idee, e fossi in Allegri ci penserei su.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web