Archivio Mensile: ottobre 2016

Keep calm and Gonzalo Higuain

????????????????

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Ieri sera non è stata una bella partita. Molto tattica, poche occasioni. Era partita da vincere e si è vinta questo è importante. Questo è da Juve. Onore ai ragazzi e ad Higuain che ha segnato il gol vittoria. Della sua non esultanza francamente mi frega meno di zero. Non mi piacciono gli ex che esultano come degli invasati, ricordo Immobile che ci fece un gol con il Genoa, lo trovo poco elegante , allo stesso modo non mi piacciono i paraculi, cioè quelli che fanno finta di avere rispetto perchè non ci vogliono mettere la faccia. Pero’ apprezzo le persone che fanno cio’ che si sentono, che sono reali e nella faccia di Higuain io ci ho visto la lealtà verso una tifoseria che oggi lo odia ma che in passato gli ha dato tanto sostegno, così come ho visto nell’abbraccio a Sarri quella sincerità e riconoscenza che me lo fanno apprezzare come uomo. Higuain ha fatto una scelta professionale importante, la migliore che potesse fare in questo momento della sua carriera. Ha rinunciato a un ruolo effimero di Re di una città per cercare di vincere qualcosa, quei titoli per cui un calciatore sogna fin da bambino di poter fare questo mestiere, e sono sicuro che con la Juventus ci riuscirà. Ha rinunciato anche a un contratto piu’ vantaggioso che gli offriva il Napoli e questo gli fa onore oggi in cui molti giocatori scelgono i soldi (vedi Pogba). Higuain ha fatto una scelta impopolare e sicuramente difficile ma secondo me ha fatto molto bene. Verissimo c’è grande rivalità fra Napoli e Juve , ce n’è pochissima fra Juve e Napoli. Noi li pensiamo solo quando ci giochiamo e non sono la nostra ossessione. Loro sono in piedi dal 1926 se non erro e a Torino hanno vinto 7 volte in 90 anni, l’ultima quasi 10 anni fa nel 2009. Dov’è questa rivalità? 34 scudetti a 2. Ma di cosa parliamo? C’è la stessa rivalità che c’è fra il Real Madrid e che so io il Villareal. Sono sicuro che a differenza loro che hanno buttato benzina sul fuoco anche prima della partita con uscite fuori luogo di ex calciatori, mogli di calciatori, assessori e sindaci, qui a Torino a nessuno fregherà della mancata esultanza di Higuain. Noi Torinesi, i cattivi i razzisti, i nordisti i Savoia. Noi che puoi venire a Torino con la tua maglia del Napoli indosso e girare per tutta la città e nessuno ti diturberà minimamente mentre nella Napoli accogliente e multiculturale se fai lo stesso con addosso la maglia della Juve ti linciano. Gli accoglienti e i tolleranti. Non è razzismo questo? No e? E allora chiamiamola diversità nel vivere il calcio e lo sport. Per noi è calcio e basta per loro è un ossessione. D’altronde una squadra di calcio puo’ portare onori alla città come fa la Juventus per Torino ma puo’ ”difendere” la città? Che poi chi la dovrebbe difendere che c’è un napoletano ( e pure tifoso ex Juventino) su una rosa di tutti stranieri? Ma dai siate seri. Fatevi una cura buona.

E veniamo alla partita. A onore del vero il Napoli ha un identità migliore della Juventus va detto e infatti i giocatori del Napoli pur senza essere delle cime e senza creare moltissimo riescono a tenere spesso in mano il pallino del gioco e riescono a dare l’impressione di sapere sempre cosa fare. Riescono a fare tre – quattro passaggi di fila di prima cosa che per noi sembra roba scesa da Marte. In questo si vede la mano di Sarri che spesso ho preso in giro bonariamente perchè tutti dicono che ha un gran gioco e che Higuain segnava per questo. Un gran gioco Sarri non ce l’ha pero’ ne ha uno che non è poco, anche se pure lui non è esente da errori grossolani vedi togliere Insigne che era il piu’ vivace che aveva in quel momento. La Juventus oggi invece mi pare ancora una banda di singoli. Il nostro gioco è principalmente girare la palla dietro verso Bonucci se non addirittura Buffon e lanciare Alex Sandro che viva Dio è un titolare, mentre Cuadrado il suo alter ego sull’altra fascia spesso è una riserva. Anche qui capisco il non rischiare Marchisio che era appena rientrato ma puoi non mettere titolare Cuadrado che appunto con Sandro sono i due uomini piu’ in forma del momento? Da che mondo è mondo quando uno è in forma va sfruttato. Allegri invece è sempre iper prudente. Allegri finchè vince ha ragione lui in questo è incontestabile e inattaccabile certo pero’ io dico che questa rosa potrebbe fare di piu’. Vincere senza troppi patemi specie contro alcuni. Ieri secondo me si è vinto solo perchè la nostra rosa è migliore e questo se fosse vero, anche per lo stesso Allegri sarebbe riduttivo. In ogni caso ho fatto un gioco, fatelo anche voi, ho preso i nostri giocatori e penso che anche comprese molte riserve tipo Evra o Mandzukic o Sturaro o Hernanes quasi tutti i nostri al 99% sarebbero titolari nel Napoli. Non dico invece che al Napoli sono 4 scarsi pero’ parliamoci chiaro: Reina nella sua nazionale è una riserva, idem Mertens, lo stesso per Insigne, Callejon invece spesso proprio nemmeno lo chiamano, e questi sono i giocatori piu’ forti che hanno. L’unico di livello e Hamisk ma ieri è stato controllato bene. Il loro miglior difensore è Koulibaly che da noi farebbe tranquillamente panchina alla BBC e onestamente non so se sia piu’ buono di Benatia. Penso che senza ombra di possibili smentite dei loro da noi sarebbe titolare il solo Hamsik, forse. O sbaglio?

Con questo non voglio sminuire il valore della vittoria della Juventus che ha dimostrato di esser squadra quadrata e cazzuta. Che ha rischiato pochissimo e ha preso gol su un fuorigioco non fatto in maniera perfetta, voglio dire che è giusto pretendere di avere un identità. E’ giusto pretendere di piu’. Allegri ha delle giustificazioni non da poco, giocatori quasi tutti sempre impegnati con le proprie nazionali, e squadra che gioca ogni tre giorni su piu’ fronti e sempre con l’ossessione della vittoria come è giusto che sia per la Juve, tuttavia si sono visti qua e la lampi di bel gioco e citiamo sempre Sassuolo, Cagliari, Sampdoria per cui qualcosa da tirar fuori ancora c’è. La squadra ha un enorme potenziale anche se il centrocampo come diciamo spesso è un poco troppo lento. Speriamo prima o dopo di vedere una squadra che oltre a vincere, convince. Sette punti dal Napoli sono importanti ma sia Bonucci che Buffon ieri hanno detto che dobbiamo fare meglio. Mi associo a loro.

Ps. Vi confesso che ci sono occasioni come oggi in cui ci si sente quasi in colpa a parlare di calcio e mi riferisco alle popolazioni del centro Italia che ancora vivono quotidianamente la paura e i disastri del terremoto. Purtroppo non possiamo fare nulla se non unirci in un forte abbraccio a loro. Il nostro compito è parlare di calcio e lo facciamo anche quando non ne abbiamo troppa voglia. The show must go on.

Higuain non esulta, noi si.

marchisio-juve-samp-passaggio-2016-2017-750x450
Scritto da Cinzia Fresia
Potrebbe essere quella con il Napoli definita una partita “seccatura” qualsiasi, una delle tante, invece no.
Da quando il top dei top Gonzalo Higuain, detto il “pipita” ha scelto la Juventus anziche’ il Napoli, si respira una strana aria.
Il Napoli, ad Higuain e alla Juventus gliel’ha giurata, e ci aspettavamo il peggio delle azioni punitive, delle singolar tenzoni, invece no.
La partita e’ stata Nervosa e con ritmi veloci a parte qualche cartellino giallo l’arbitro ha preferito non intervenire mai troppo duramente lasciando che le due squadre regolassero i conti a modo loro.
La Juventus non ha cambiato di una virgola il suo modo di giocare, la mancanza di un centro campista come si deve si fa sentire ad ogni partita e in questa particolarmente. Primo tempo da bolla al naso, nel secondo finalmente i gol, il primo, splendido di Bonucci nato da un passaggio sbagliato, ha reagito con forza tirando una fucilata delle sue e ha segnato: esplosione dello Stadium e Felicita’ di breve durata, dopo soli 3 minuti Callejon pareggia, rimasto praticamente solo davanti alla porta.
Gelo sullo Stadium, ma possibile che la Juventus non abbia mantenuto il vantaggio non piu’ di 3 minuti?
La vittoria arrivera’ e sara’ firmata dall’uomo piu’ controverso di questo campionato, Gonzalo Higuain, che non esulta e che un po’ si dispiace chiedendo scusa.
Ha fatto bene Higuain a non esultare, sarebbe stata una provocazione inutile per un pubblico gia’ infuocato di suo, di contro lo hanno festeggiato i nostri dimostrandogli quanto sia amato e apprezzato qui a Torino.
La Juventus senza gioco continua a vincere, la prestazione con il Napoli la valuterei un pelo oltre la sufficienza, il centro campo e’ sterile di iniziative e se nonnfosse per Cuadrado anche i singoli farebbero fatica a realizzare.
Vedremo se il sistema funzionera’ mercoledi prossimo con il Lione.

Pagelle Juventus – Napoli 2-1

image

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Buffon 6 Forse sul gol poteva uscire basso ma non era detto che Callejon non avrebbe segnato ugualmente . Per il resto zero parate . Qualche apprensione su qualche tiro fuori e qualche mischia finale.

Barzagli 6,5 Contro Insigne ha il suo bel da fare visto che il napoletano sembra uno dei migliori dei suoi. Il buon veccho Barza in ogni caso non demerita mai.

Bonucci 7,5 Nel primo tempo è autore di ottime chiusure e ottimi interventi nell’uno contro uno. Nel secondo si permette di fare un grandissimo gol al volo di sinistro che non era facile in fatto di potenza e coordinazione.

Chiellini 6,5 Gioca una buona partita anche se prende un giallo evitale dopo appena 20 minuti per un fallo da dietro. Fermato per infortunio.

Lichtsteiner 5,5 Al ritorno non una buonissima prova. Corre molto e si impegna ma si fa notare quasi esclusivamente per le proteste. Con la difesa a quattro non spinge piu’ e la squadra se ne giova tuttavia è lui che tiene in gioco Callejon sul gol loro.

Khedira 6,5 Moldo piu’ dinamico delle ultime partite si propone spesso con inserimenti intelligenti ma è poco servito. Su una sua incursione riusciamo a liberare Higuain per il 2-1.

Hernanes 6,5 Fa una buonissima partita con passaggi riusciti filtranti e prova piu’ volte il tiro da fuori che invece non gli riesce molto bene. Subito beccato dal pubblico per due dormite sul finire del primo tempo si riprende alla grande nel secondo tempo quando continua a cercare di servire soprattutto Pjanic e Alex Sandro. Esce fra gli applausi. Non è un fenomeno ma diamo a Cesare cio’ che è di Cesare quasi nessun giocatore in una partita non commette neppure un errore.

Pjanic 6 Al solito a corrente alternata cerca in un paio di occasioni la giocata per le punte ma stasera gli riesce davvero poco. Inoltre fra lui Khedira ed Hernanes mi sembra la gara a chi è piu’ lento. Non mi sento di dargli insufficiente ma il sei è risicato.

Alex Sandro 7 Un mezzo mostro. Corre come un pazzo e mette cross su cross e riesce sempre a trovare lo spazio per crossare. Difficile da superare è fortissimo fisicamente e velocissimo. Abbiamo trovato un esterno sinistro coi contro fiocchi.

Mandzukic 6 Si sbatte veramente come un pazzo soprattutto in difesa è piu’ volte difensore aggiunto. Poco servito davanti è pur sempre assai prezioso.

Higuain 6,5 La prestazione non è esaltante ma ha due sole palle gol su una l’anticipa Ghoulam e sull’altra segna il gol vittoria. Cecchino.

 
Cuadrado 7 Quello che è Alex Sandro sull’altra fascia. Migliorato tantissimo sul piano difensivo e se ne accorge Giaccherini quando nel finale viene saltato da terra con un numero da circo, non si comprende come non sia il titolare inammovibile di questa formazione visto che al momento proprio con il brasiliano sono i due piu’ in forma.

Marchsio 6,5 Entra e fa scuola e numeri di alta classe. Andiamo a recuperare veramente un giocatore prezioso.

Sturaro sv

Allegri 6,5 Genio a metà devo ancora caprie perchè non 4-4-2 da subito e con Cuadrado titolare che dobbiamo aspettare che si fa male Chiellini. In ogni caso cambia il volto alla partita con le sue mosse anche se il mettersi a catenaccio dopo ogni gol onestamente non si può vedere. Bravo a non rischiare Marchisio che di tutto ha bisogno tranne che di una ricaduta. Purtroppo per sua stessa ammissione del bel gioco non gliene frega nulla per cui questo è e prendiamoci i risultati.

Juventus 7 Una vittoria piu’ che altro di carattere. Sul piano del gioco bisogna esser onesti il Napoli ha piu’ geometrie e si fa preferire. Noi abbiamo piu’ giocatori di qualità infatti rarissimamente regaliamo dei gol come quello che loro hanno regalato a noi. C’è da migliorare sul piano del gioco che è lento e spesso non si vedono due passaggi di prima ma oggi altri 3 punti molto importanti che allontanano di parecchio il Napoli da noi.

Arbitro Rocchi 6,5 Devo dire che in diretta non mi è piaciuto. Sempre molto fiscale . Ma i replay gli hanno sempre dato ragione.

Sabato 29 ottobre 2016 Juventus-Napoli ore 20.45 Juventus Stadium To

image
Scritto da Cinzia Fresia

Scontro diretto per la Juventus sabato sera, la squadra di Allegri incontrera’ allo stadium il Napoli post Higuain.
Per l’argentino, Il match si preannuncia ostico e complicato e Allegri non potra’ fare a meno di schierarlo, lo stesso Higuain vorra’ giocare per dimostrare di non avere paura.
Nel frattempo Allegri, in conferenza stampa minimizza la preoccupazione, e risponde a chi vuole vedere spettacolo, di recarsi altrove.
Tuttavia, la JUventus si è messa in una posizione in classifica tale da non potersi permettere di perdere punti. Quindi domani sera dovrà impegnarsi a vincere cercando di proteggere una delle sue risorse piu’ preziose.

Una buona Juve asfalta la Samp

marchisio-juve-samp-passaggio-2016-2017-750x450

Articolo di Alessandro Magno

 

Un’ottima vittoria contro la Samp, netta e senza particolari sofferenze. Il ritorno di Marchisio ha ridato dinamismo e qualità al centrocampo. Il Principino ha preso subito le redini della squadra dettando i tempi e quasi tutto ha funzionato per il meglio. Solo il gol regalato ai nostri avversari da un disimpegno scellerato di Chiellini, che si farà perdonare ampiamente realizzando una doppietta, fra le note particolarmente gravi.  C’è ancora da integrare maggiormente nel gioco Higuain e Pjanic. Il primo vive per il gol di conseguenza soffre quando non viene servito con continuità. Il secondo è sempre molto altalenante fra il genio e l’abulico, ieri alcuni palloni persi in malo modo poi il gol del 3-1 a chiudere la partita e alcuni lanci illuminanti di grande fattura. Che poi questo potrebbe esser un solo problema anziché due, ovvero se l’asse Pjanic-Higuain funzionasse un poco meglio se ne gioverebbero tutti. In fondo chi può lanciare a rete Gonzalo meglio di Miralem? Ci siamo permessi anche di far giocare Dani Alves difensore centrale. Esperimento curioso mentre Cuadrado invece ha dimostrato di poter esser più di una riserva di lusso. Idem Mandzukic.

Un’altra considerazione la vorrei fare sull’ atteggiamento iniziale. Quando la Juve spinge di brutto sull’acceleratore diventa difficile per tutti contenere questa grande forza d’urto e infatti generalmente quest’anno è successo che quando si è iniziato spingendo alla grande, la Juve ha segnato più gol nei primi 30 minuti. Sassuolo, Samp, Cagliari tanto per dire. Diversamente quanto si è iniziati compassati e attendisti come piace molto al nostro mister che per sua stessa ammissione predilige vincere con il minimo sforzo (e non è un reato), le cose non sempre hanno funzionato.

Forse è il caso di prendere in seria considerazione la natura di questa squadra che è composta da molti giocatori votati all’attacco: Khedira, Alves, Pjanic, Cuadrado, Sandro. Oltre agli attaccanti di ruolo. Con una potenza di fuoco così ampia, forse sarebbe bene attaccare molto sempre, anche se l’annata è lunga e capisco il mister che vorrebbe sempre risparmiare le forze a causa dei molteplici impegni.

In ogni caso ieri bella vittoria e gioco piacevole, e anche quel poco di turnover che non guasta. Restiamo in testa alla classifica dopo lo scivolone di San Siro e va bene così.

Stra – Juve!

CORRECTION - Sampdoria's midfielder Luca Cigarini (L) fights for the ball with Juventus' forward Gonzalo Higuain from Argentina during the Italian Serie A football match Juventus vs Sampdoria at the Juventus stadium in Turin on October 26, 2016. / AFP / MARCO BERTORELLO / The erroneous mention[s] appearing in the metadata of this photo by MARCO BERTORELLO has been modified in AFP systems in the following manner: [Juventus vs Sampdoria] instead of [Sassuolo vs AS Roma]. Please immediately remove the erroneous mention[s] from all your online services and delete it (them) from your servers. If you have been authorized by AFP to distribute it (them) to third parties, please ensure that the same actions are carried out by them. Failure to promptly comply with these instructions will entail liability on your part for any continued or post notification usage. Therefore we thank you very much for all your attention and prompt action. We are sorry for the inconvenience this notification may cause and remain at your disposal for any further information you may require. (Photo credit should read MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

)


scritto da Cinzia Fresia

Dopo le critiche, le chiacchiere, i sospetti e i mugugni, Massimiliano Allegri risponde con 4 gol alla Sampdoria, squadra non forte ma fastidiosa al punto giusto da diventare una guastafeste.
Il tecnico trovandosi in emergenza per l’assenza di Dybala, attuale “cervello” della Juventus, e la non disponibilità di Piaca, ripropone la coppia Mandzukic e Higuain, che finora non aveva entusiasmato.
E sarà proprio il croato a sbloccare “pronti via” nei primi minuti di partita segnando il primo gol, ma in realtà il protagonista di questa vittoria bianconera è Giorgio Chiellini autore di una doppietta importantissima, questi sono i giocatori della Juventus che sanno adattarsi a tutte le situazioni.
La Juventus ha dominato in entrambi i tempi, salvo un istante in cui forse convinta di avere già vinto ha concesso uno spazio di cui la Sampdoria si è improvvisamente aprofittata, riaprendo la partita.
Ma la superiorità di squadra e dei singoli della Juventus è prevalsa reagendo con altri 2 gol e chiudendo così il match.
Due fatti importanti: il ritorno di Marchisio il quale rientrava dal lungo infortunio che non ha minimamente offuscato le sue capacità e Cuadrado, che ha dimostrato di essere fondamentale per questo centro campo alquanto carente.
Ancora vagante è Miralem Pianic, nonostante il gol, il centrocampista fatica a trovare una posizione e questo influisce sul rendimento, momento no anche per Higuain, ora che è tornato in forma non riesce a segnare. Tutto sommato, buona prestazione anche di Neto, che non ha grosse responsabilità sul gol subito dovuto da un errore imputabile più alla difesa.
La Juventus quindi recupera, ma la Roma rincorre ed è lì a 2 punti, basta sbagliare una partita e in cima alla classifica non saremo più soli.
Il tour de force della Juventus continua sabato, il Napoli arriva a Torino con il coltello tra i denti e molto ferita dal passaggio di Higuain alla Juventus.
Per Allegri, sarà complicato gestire la situazione, dovrà proteggere quello che è la nostra punta di diamante: Higuain.

Pagelle Juventus Sampdoria 4-1

Juventus samp

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Neto 6 Incolpevole sul gol, unica nota ho l’impressione che sia un poco indeciso sulle uscite a terra. Sarà forse a causa del fatto che gioca poco.

Chiellini 7,5 Due gol da attaccante una chisura spettacolare e uno svarione grossolano sull’apertura da parte a parte che consente il 2-1 alla Sampdoria. In ogni caso una grande partita.

Bonucci 7 Una prestazione senza sbavature con alcune chiusure da fuoriclasse.

Dani Alves 6 In una posizione non sua alterna buone cose ad altre meno buone. Al solito qualche leggerezza di troppo per pressapochismo. Molto arrabbiato con il pubblico sul gol del 3-1 di Pjanic. Gli sconsiglio vivamente di continuare su questa linea se vuole farsi volere bene. Non è attualmente nelle condizioni di rimproverare il pubblico.

Cuadrado 7 Eccellente per quasi tutta la partita. Bellissimo il cross per il gol di Mandzukic e tante tante belle giocate. Alla fine un poco sulle gambe.

Khedira 6 Con Pjanic per un ora la nota dolente della squadra. A un certo punto Allegri li inverte e se ne giova piu’ che altro il Bosiniaco. Non sembra attraversare un periodo di particolare lucidità.

Marchisio 8 Un ritorno da Re. Non sbaglia nulla, detta i tempi. E’ autore di alcune uscite palla al piede da vero fuoriclasse. Top Player.

Pjanic 6,5 Come detto prima, per circa un ora a sinistra è piuttosto abulico. Alla fine quando Allegri lo inverte trova finalmente inserimenti e gol e subito dopo alcuni lanci degni del suo repertorio. Quando sembra finalmente in partita Allegri lo sostituisce. Comunque oggi decisivo con il gol del 3 a 1 che spegna definitivamente la Sampdoria. Lo vorrei pero’ piu’ presente nel gioco.

Evra 6,5 Attento e ordinato. Non spinge tantissimo ma si fa trovare sempre pronto. Al posto giusto nel momento giusto.

Mandzukic 7 Prestazione gagliarda. Galvanizzato dal gol è una spina nel fianco per tutta la difesa. Encomiabile nel recuperare palloni. Si sfianca fino a esaurimento.

Higuain 6 Periodaccio dove gli arrivano pochi palloni e quei pochi non riesce a buttarli dentro. E’ un indemoniato perchè vorrebbe sempre esser servito. Gioca piu’ largo in alcune circostanze per intercambiarsi con il Manzo e questo lo snatura un poco ma il pubblico gli tributa un grande applauso per l’impegno quando al 90mo ancora corre a recuperare una palla in attacco che si spegneva verso la bandierina.

 

Alex Sandro 6,5 Entra e diventa subito iperattivo sulla corsia di sinistra. Ottimi molti suoi cross e molte sue giocate. Alcune da funambolo vero. Se non si monta la testa puo’ diventare il miglior fluidifiicante di sinistra al mondo.

Lemina 6 Entrato a partita quasi finita mantiene la posizione e partecipa alla festa.

Asamoah sv Ben tornato.

Allegri 6,5 La Juventus scende in campo con un altro piglio rispetto all’ultima partita e infatti va subito in doppio vantaggio. Bravo a motivare la squadra dopo la sconfitta con il Milan. Non si capisce solo il perchè data l’attitudine di questi giocatori al gioco offensivo non si spinga sempe cosi sull’acceleratore ad ogni partita invece che a volte amministrare lo 0-0 in attesa di un evento. Curiosa la posizione di Dani Alvez a volte terzo centrale e a volte terzino destro. Non ho capito la sostituzione di Pjanic quando finalmente sembrava giocare bene.

Juventus 7 Oggi è andato tutto bene e anche il gioco è stato piacevole. Ci siamo permessi anche un discreto turnover per cui direi tutti promossi.

Arbitro 7,5 Partita facile da arbitrare, non sbaglia nulla. Siccome c’erano delle riserve in quando di Nola provincia di Napoli mandato ad arbitrare maldestramente la Juve prima di Juve Napoli, molto bravo.

26 ottobre 2016 Juventus – Sampdoria ore 20.45 – Juventus stadium Torino

img_0451 Scritto,da Cinzia Fresia

Prosegue la corsa accidentata in campionato della Juventus reduce dalla sconfitta contro il Milan. Sebbene non sia il caso di eccedere in allarmismi o preoccupazioni, non possiamo non ammettere che la situazione non sia molto buona.
Il centro campo non esiste e non riesce a servire Higuain e l’uomo piu’ in forma e versatile della squadra si è fatto male. Allegri sarà costretto a trovare una soluzione con quello che ha e affidarsi alle disgrazie altrui.

Milan Juventus analisi calma.

1953837-41072234-640-360

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Inizio con il dissociarmi ai pianti e alle lamentele e allo strapparsi i capelli ogni volta che c’è una battuta d’arresto. Come mi prefiggo da sempre di fare, cerco di estrapolare la prestazione dal risultato. Se dovessi limitarmi al si vince tutti bravi VS si perde tutte pippe, davvero smetterei di scrivere di Juve. Va da sè che se si fosse pareggiato ieri, o forse anche vinto, credo di poter dire, non ci sarebbe stato nulla da ridire. Il buon Milan di Montella ordinato e attanto non ha fatto quasi nulla per poter vincere massimizzando il calcio all’italiana che spesso viene criticato ad Allegri. Due tiri in porta uno nel primo tempo di Suso e il gol di Locatelli. Un Jolly come quello di Cuadrado a Lione. La Juventus invece ha cercato di fare la partita dal primo all’ultimo minuto arrivando addirittura nel secondo tempo a chiudere il Milan nella propria metà campo per lunghi tratti. Avevamo prodotto anche un gol buono sullo 0-0 che lo scellerato arbitro di linea ha annullato ingiustamente portando al’errore Rizzoli che invece lo aveva assegnato. Non mi lamento piu’ di tanto di questo episodio, solo lo sottolineo come è giusto, in quanto c’erano i presupposti per vincere, o per lo meno non perdere, anche con il gol annullato. La Juventus perde a Milano sostanzialmente immeritatamente anche senza aver fatto la partita piu’ bella della sua vita. Nell’articolo precedente sono stato anche un poco criticato per aver detto che la Juventus a Lione aveva vinto con un poco di fortuna , ieri a Milano si è perso invece con un pizzico di sfortuna. Il calcio è episodico in molte partite, ad esdempio l’anno scorso proprio nella finale di Coppa Italia il Milan giocò molto meglio della Juventus e noi soffrimmo terribilmente per tutto l’incontro salvo poi andarlo a vincere nel finale con un bel contropiede di Morata.

Un altra cosa che mi preme sottolineare è come noi a differenza del Milan, giochiamo ogni tre giorni, e le energie psicofisiche che si spendono in Champions lasciano spesso scorie. Anche negli altri campionati dopo la Coppa ci sono spesso risultati a sorpresa, è di ieri il pari del Arsenal in casa contro il Middlesbrough diciassettesimo in premier e la vittoria del Barcellona per 2-3 a Valencia solo grazie ai favori dell’arbitro. Nel turno prima ci fu uno 0-0 del Manchester in casa e anche del Real Madrid contro squadre di bassa classifica, nonchè del Bayern a Colonia e la sconfitta per 4-3 del Barcellona a Vigo contro il Celta. Dulcis in fundo ieri il Lione ha perso 1-3 in casa propria contro il Guincamp. Non è un caso che nè la Juventus nè il Milan negli anni in cui vinsero la Champions non abbiano mai vinto il Campionato. L’impresa è riuscita solo all’Inter che in campionato giocava contro nessuno visto che la piu’ forte era la Roma di Ranieri e, sia in Coppa che in Italia giocava sempre in 12 grazie ad arbitraggi scandalosi a proprio favore. Quindi 1 – iniziamo ad avere delle priorità che a parere mio deve esser la Champions, non che ad ogni partita persa in Campionato si piange al morto poi quando si esce dalla Coppa sento dire che il Campionato basta vincerlo che fa schifo ed è da provinciale, 2 – Cominciamo ad accettare le vittorie e le sconfitte per come sono poi certo si possono fare a mente fredda tutte le analisi del caso. Ad esempio con l’Inter si è giocato malissimo. Ieri non bene ma meglio delle vittorie con Udinese e Lione.

E veniamo alle nostre colpe e/o difetti, perchè non sarebbe correto ridurre tutto alla sorte e non lo faccio e neppure mi sottraggo alle critiche giuste che sono da volgere alla squadra e/o la scoietà. Critiche volte a migliorare. La colpa principale di questa squadra è non avere un gioco fluido e ben definito. Sono stati fatti un paio di errori in sede di mercato. Manca numericamente un centrocampista , tanto che siamo costretti a giocare con Lemina o Hernanes titolari, due ragazzi che a volte non fanno nemmeno male ma va da se che non sono Pogba o Pirlo o Vidal tanto per dire. Si è sottovalutato questo aspetto secondo me pensando che con Marchisio rientrante poi la cosa si potesse risolvere facilmente. Ora che Claudio tornerà disponibile vedremo ma secondo me uno numericamente manca ancora. L’altra colpa è sostanzialmente di Allegri che non riesce a dare una sua fisionomia alla squadra. Intanto in partite come quella di ieri non si riesce ad innescare Higuain, poi manca ancora un costruttore di gioco che in teoria doveva essere Pjanic ma che oggi forse ancora non è . Un poco certamente per demerito suo e forse anche perchè non lo si è riuscti a collocare ancora a dovere nello scacchiere della squadra. In ultimo, e lo sottolineai in estate, si è scelto male di vendere Zaza e di tenere Mandzukic, non perchè il primo sia piu’ forte del secondo, ma sostanzialmente perchè il buon Manzo a differenza di Simone è molto meno propenso ad entrare a partita in corso e anche a fare panchina, infatti secondo me non è un caso che stia patento moltissimo in questo inizio di stagione.

Questa è la mia analisi. Non mi sentirete suonare le campane a morto per questa sconfitta, nonostante mi spiacia perdere come a tutti noi. La partenza della Juventus quest’anno è molto migliore di quella dell’anno scorso. L’unica cosa che mi fa veramente ancora oggi arrabbiare sono il pari con il Siviglia in casa e la sconfitta con l’inter, quella si data da un atteggiamento e una prestazione inaccettabile. Ora calma e gesso che arrivare a Giugno la strada è ben lunga.

Pagelle Milan – Juventus 1-0

image

 

Pagelle Di Alessandro Magno

Buffon 6 Un solo intervento su un tiro a giro di Suso nel primo tempo. Questo è tutto quello che produce il Milan oltre all’eurogol di Locatelli su cui non puo’ nulla.

Barzagli 7 Gli capita il piu’ vivace dei loro ovvero NIang e deve faticare sette camice per contenerlo. Alla fine ci riesce e nel finale chiude un poco su tutti.

Bonucci 6 In difesa annulla Bacca agevolato anche dal fatto che il MIlan se ne sta sempre rintanato. In fase di impostazione potrebbe fare meglio.

Benatia 6,5 Chiude sempre bene dalle parti di Suso. Uno dei piu’ positivi. Sacrificato per cambiare modulo ma comunque bene.

Dani Alves 5,5 E’ uno di quelli che ha toccato piu’ palloni e sinceramente non ha neppure sbagliato molto ma anzi spesso ha fatto buone chiusure, purtroppo gli si chiede di essere piu’ concreto e di mettere cross migliori.

Khedira 6 Molto a corrente alternata ma quando si accende è uno dei piu’ pericolosi. Alla fine trova anche il tiro vincente dove Donnarumma si supera.

Hernanes 6,5 Non commette errori , smista buonissimi palloni, aiuta la difesa e cerca un paio di volte il tiro da fuori anche se non gli riesce bene ma comunque è uno dei piu’ vivaci.

Pjanic 5,5 Segna il gol buono che ci viene annullato ma pesa la mancata chiusura su Locatelli. Purtroppo credo che fosse proprio suo e se ne è dimenticato completamente. Poi quello trova un jolly ma comunque ci è costato almeno 1 punto.

Alex Sandro 6 Molto molto bene per circa 60 minuti. Poi finisce le batterie e cala fino a spegnersi. E’ il migliore di questo inizio di stagione forse deve rifiatare.

Higuain 5,5 Poco aiutato fa fatica a smarcarsi. Quando ci riesce fa buone cose . Purtroppo fondamentalmente viene imbrigliato nella ragnatela della difesa del Milan

Dybala 6 Sembrava in partita ed era anche abbastanza vivace. Sfortunato.

 

 

Cuadrado 6,5 Entra e prova a spaccare nuovamente la partita. Tira salta l’uomo prova dribbling e cross.Insomma fa quello che gli vieene chiesto.

Mandzukic 5 Non è l’uomo che entra e in 15 minuti trova il ritmo. Non è colpa sua ma è cosi.

Sturaro sv La sua prestazione non è buona ma gioca davvero troppo poco per potergli dare un voto.
Allegri 6 Giochiamo ogni tre giorni ed è difficile trovare sempre energie psicofisiche così come è difficile preparare le partite senza praticamente mai allenarsi. La prepara bene. La formazione funziona almeno il campo lo tiene a dovere e anche se non riusciamo a creare molto e la Juventus a far sempre la partita. Penalizzato questa volta dagli episodi.

Juvenuts 6 Sul piano del gioco meglio di Udinese e Lione anche se davanti non si riesce mai a innescare le punte. Il calcio è episodico con il Lione abbiamo vinto con un tiro Jolly oggi perdiamo con lo stesso tiro Jolly. Non farei drammi a Milano contro questo milan di Montella passeranno in pochi.

Rizzoli 4 Siamo sfortunati con questo arbitro quando arbitra Milan Juventus, l’ultima volta diede un rigore inesistente per fallo di ascella di Isla oggi annulla un gol buono. La sua prestazione personale sarebbe anche da 6 purtroppo l’arbitro di porta lo consiglia male per cui l’errore è comunque pesante .

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web