Archivio Mensile: marzo 2018

Una Juve chirurgicamente cinica

 

Articolo di Alessandro Magno

Juventus Milan è iniziata nel pomeriggio. Il Sassuolo come qualcuno aveva predetto è, insieme al Chievo, la bestia nera del Napoli, e lo ha dimostrato anche questa volta. E’ arrivato un pari a sorpresa come fu a sorpresa quello nostro con la Spal. Devo dire che mi ha sorpreso pensavo più a Di Francesco come problema Napoli che al Sassuolo. E invece il calcio è strano. Napoli e Juve in ogni caso stanno procedendo a velocità altissime per questo per lo meno era facile prevedere un calo di una o di entrambe. Sarebbe stato impensabile due squadre che a fine campionato avessero totalizzato entrambe più di 100 punti e infatti così è stato. Ora il Napoli non ci può arrivare più, ma cosa più importante, la Juve con il pareggio dei partenopei del pomeriggio e un eventuale vittoria sul Milan avrebbe avuto nuovamente l’occasione per allungare. Il Milan altresì veniva da 10 risultati utili consecutivi e aveva grande voglia di misurarsi contro di noi. C’erano belle premesse. La partita non è stata semplice. Combattuta il giusto soprattutto nel primo tempo.

La Juve è partita meglio creando subito due occasioni e andando in vantaggio con Dybala. Il Milan non si è scoraggiato ma l’ha messa sulla grande corsa e la grande grinta ed è pervenuto al pareggio. La partita avrà in seguito vari volti. Alti e bassi. Il Milan si è fatto preferire per tutta la parte centrale del primo tempo. La Juve troppo sorniona e troppo compassata è stata eccessivamente lenta forse a cercare di spezzare il ritmo indiavolato degli avversari. Nel secondo tempo con il cambio Douglas Costa si è vista da subito una Juve migliore è più padrona del campo, anche se il Milan ha fatto due ripartenze importanti una in cui ha colpito una traversa con un gran tiro da lontano, e l’altra in cui Bonaventura ha tirato alto. Nei tiri che sono arrivati nello specchio sia nel primo tempo che nel secondo invece Buffon si è fatto trovare pronto. La Juventus altresì ha continuato a crescere come un Diesel mentre il Milan ha iniziato inesorabilmente a calare. La differenza l’han fatta i cambi. Noi con Costa e Cuadrado abbiamo spaccato la partita oltre ad aver scompaginato le carte arrivando nella stessa partita ad usare 3 moduli diversi e mettendo in grossa difficoltà il Milan nel pervenire alle marcature. L’altra grossa differenza l’ha fatta la diversa esperienza fra Allegri e Gattuso. Ringhio l’ha messa tutta sulla grinta e sull’intensità e finchè han tenuto han giocato alla pari. Allegri l’ha interpretata a piacimento accelerando e rallentando quando doveva e quando voleva. Il capolavoro è stato tenere in campo Khedira che lo ripagherà con un gol e un assist. Va detto a onore degli avversari che la nostra rosa con tutti gli infortunati del caso è nettamente migliore della loro. Se Suso è forte , Douglas Costa e Cuadrado a confronto sono Maradona e Pelè tanto per dire.

Un ultima considerazione la voglio fare sul 442. In tempi non sospetti ho detto che questa squadra con Costa ben inserito nei maccansmi e Cuadrado guarito, ha una spiccata vocazione per il 442. Con 2 centrocampisti di cui uno Pjanic e l’altro un interdittore, 2 attaccanti veri che pensano a fare gol, e 2 ali come Cuadrado a destra e Costa a sinistra, si puo’ esser davvero equilibrati e fantasiosi allo stesso tempo. Oggi Allegri lo ha potuto provare per la prima volta e mi pare che le cose siano andate discretamente bene. Ultima per dovere di cronaca il sig. Bonucci che ha segnato ed ha esultato. Francamente me ne infischio di lui. E’ venuto a farci vedere il suo nuovo corso che è un corso peggiore del nostro quindi è andato a peggiorarsi salvo il lato economico. L’anno prossimo difficilmente farà la Champions e se così sarà saranno 2 anni di fila. Auguri. Forse la sua squadra fallirà e allora si dovrà trovare un altra squadra che lo accolga per fare il capitano chissà. Intanto potrà forse dire si esser stato l’ultimo capitano del Milan. Di una squadra fallita. Intanto questa sera dopo i fischi è uscito battuto e soprattutto fra gli olè dei nostri tifosi durante la melina dei minuti finali. Al momento non mi pare abbia spostato tanti equilibri nè i suoi nè i nostri. Ci si vede in finale di Coppa Italia genio.

Pagelle Juventus – Milan 3-1

 

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 6,5 Molto bravo a farsi trovare pronto sui tiri da lontano dei milanisti. Un incertezza sul calcio d’angolo che procura il gol del 1-1. Non ci puo’ arrivare sulla traversa. Nell’insieme ritrova una serata dove è abbastanza impegnato.

Barzagli 5,5 Riproposto in una difesa a tre se la cava abbastanza male fino al gol di Bonucci e per tutto il primo tempo. Decisamente meglio da terzino (stranamente) nella ripresa , forse anche aiutato dal calo fisico del Milan.

Benatia 6 Uno dei migliori in difesa fino all’errore clamoroso di posizionamento quando tiene in gioca il solissimo Bonaventura che ci grazia. Si salva nell’insieme con qualche ruvidezza.

Chiellini 5,5 Purtroppo si fa sorprendere sullo stacco di Bonucci. Serata di grande sofferenza. Primo tempo non bene, meglio nel secondo tempo quando diventa anche piu’ intraprendente.

Lichtsteiner 6 Non era uno dei meno peggio ma viene sacrificato sull’altare del cambio di modulo. Senza infamia senza lode.

Khedira 6,5 Oh Dio. Una prova assolutamente deludente per tutta un ora tanto che lo stadio lo fischia sonoramente. Allegri con grande intuito lo lascia in campo e toglie altri. Nell’ultima mezz’ora volenti o nolenti fa la differenza con un grande assist di sinistro per Cuadrado e la chiude di destro di giustezza. Ha ragione lui.

Pjanic 6,5 A differenza di altre volte è stato molto presente nelle azioni dandosi un gran da fare sia in fase difensiva che in quella propositiva. Peccato la punizione calciata alta da una sua zolla, tuttavia oggi una prova solida.

Matuidi 6 Oggi partita di grande sacrificio a limitare Suso. Se ne giova Asamoah ma ne risente la manovra offensiva dove entrambi sfondano poco nel primo tempo da quella parte.

Asamoah 5,5 Posizione ibrida piu’ da terzino in una difesa a 5 che esterno in un centrocampo a 5, non mi è piaciuto tanto anche se aveva iniziato bene. Ha sofferto molto dal suo lato anche se l’avversario migliore da controbattere era il suo. Migliora anche lui nel finale.

Higuain 5,5 Pronti via scalda le mani a Donnarumma con un gran tiro poi veramente poco anche se si danna nel cercare spazi che non trova. A volte troppo complicate certe soluzioni di triangolo stretto in mezzo a tutti.

Dybala 6,5 A corrente alternata. Segna un gran gol poi si spegne. Poi nel secondo tempo si riaccende. Serve l’assist per Khedira. In chiaro scuro ma restano le giocate decisive per il risultato.

Douglas Costa 7 Credo che Allegri lo volesse preservare per la Champions ma l’1-1 richiede subito il suo ingresso in campo che è devastante prima a destra poi a sinistra. Il Milan non trova mai le contromosse. Perde la palla solo se sbaglia lui il controllo per eccessiva velocità, diversamente non sono proprio mai in grado di togliergliela.

Cuadrado 7 Come Costa entra e spacca. Un gol bellissimo in tuffo e anche lui da tanto filo da torcere ai difensori avversari. Quanto è bello ritrovare i suoi gol e il suo sorriso. Un ragazzo adorabile.

Bentancur 6,5 Il ragazzo ci sa fare. Ha buone geometrie, piedi educati e la cattiveria giusta che ci vuole. In piu’ ha 20 anni per cui ha in mano il futuro. Diventerà un gran bel giocatore se resta con i piedi per terra. E’ già pronto per giocare in serie A.

 

Juventus 6,5 La Juventus dopo esser passata in vantaggio con un tiro velenoso di Dybala secondo me si abbassa troppo e le ripartenze nel primo tempo non sono buone. Si cerca di far calare il ritmo al Milan ma non ci si riesce. Alla fine si prende un gol su calcio piazzato che puo’ sempre capitare. Nel secondo tempo con i cambi ho visto una Juve migliore. Alla fine dopo un ora di gioco il Milan è cotto e la Juve può dilagare. Strategicamente siamo stati chirurgici certo un tantinello di fortuna sulla traversa c’è stata.

Allegri 6,5 Vorrei dargli un voto piu’ alto perchè al solito l’ha gestita alla grande quasi a suo piacimento. Mi tengo stretto perchè veramente nel primo tempo si è lasciato troppo campo a un Milan che fin da subito faceva presagire che pressato sarebbe andato in bambola. Ok la strategia, pero’ forse si poteva soffrire un poco meno chissà.

Arbitro Mazzoleni 6,5 Mi pare prenda decisioni nella media corrette. Risparmia un secondo giallo a Biglia che diciamo ci poteva stare e anche uno a Kessiè ma direi nell’insieme ok. Non capisco perchè nell’episodio in cui viene richiamato dal Var per vedere se c’è un fallo di mano di Bonucci che non c’è perchè il pallone gli batte sul braccio in modo fortuito, poi pero’ non dia il calcio d’angolo visto che è evidente che la palla ha battuto su Bonucci e poi è andata fuori. Ci poteva stare un rigore su Benatia ma doveva richiamarlo il quarto uomo.

Sabato 31 marzo 2018 Juventus-Milan ore 20.45 Allianz Stadium – Torino

Scritto da Cinzia Fresia
In concomitanza con la Pasqua riapre il Campionato, bloccato dagli impegni delle nazionali. Per la Juventus continua la lotta scudetto, e l’uovo di Pasqua potrebbe riservare una brutta sorpresa.
Vedremo, come sara’ accolto il “traditore” Bonucci, vedremo altresi se la pausa ha portato “consiglio” dimenticando lo spreco con la Spal.
Per la Juventus inizia un mese di personale passione, farcito di incontri-scontri che senza la concentrazione necessaria si potrebbe scivolare nell’incubo del perdere tutto, una cartina di tornasole che indichera’ chi e’ un campione e chi no.
Scudetto e Champions per noi non e’ uno scherzo, ogni errore o flessione sara’ pagato caro.
Nel frattempo, qualche domanda tendenziosa in riferimento alle vacanze di Dibala in quel di Madrid, ospitato a pranzo da Simeone, il bomber Argentino non ha mai fatto mistero di volersene andare in squadre piu’ consone al suo talento, dispiacerà a tutti, in quanto i tifosi e il calcio italiano gli sono sinceramente affezionati, ma ce ne faremo una ragione.

Sesso Juve e Rock n’Roll No.18

Questa sera ore 22-30 una nuova puntata di SJRNR alle 22 QUI il link per seguirci.

 

Immagine anteprima YouTube

 

La scaletta degli argomenti più varie ed eventuali:

CALCIO
0:00 Panchina d’oro Allegri
15:50 Juventus Real Madrid
28:49Juventus Milan
32:40 Interviene Enzo Ricchiuti
34:50 Saluti a Iuliana Bodnari
35:37 Bonucci
47:34 Mondonico

51:22 Auguri ad Antonella moglie di Antonio Corsa per il compleanno e saluti a Nicoletta Borusso

53:27 SESSO
La gnocca della settimana
MILF (seconda parte).
Salma Hayek, Catherine Zeta Jones, Elizabeth Hurley, Pamela Prati, Rossella Brescia, Paola Barale, Sharon Stone, Violante Placido, Jennifer Lopez, Valentina Lodovini, Luisa Corna,Valeria Mazza.

1:10:23 ROCK N ROLL
Compleanno per:
Elton John, Mina, Aretha Franklin, Diana Ross, Steven Tyler (Aerosmith),Tony Banks (Genesis),Bobby Kimball (Toto),Perry Farrell (Jane’s Addiction),Eric Clapton.
ELP Keith Emerson – Carl Palmer
Inaugurata in Inghilterra una statua a David Bowie
28 Marzo 1964 Beatles nel museo delle cere di Londra

1:32:05 Consigli disinteressati per disadattati

 

Sesso Juve e Rock n’Roll No.17


Immagine anteprima YouTube

Di seguito la

Calcio:
00:00 Spal Juventus
13:10 Napoli Genoa dopo l’allungo “l’accorcio”.
19:30 Alex Sandro
21:30 Arriva Enzo Auguri a Lui di buon compleanno. Nazionale.
25:00 Raiola su Italia e Balotelli.
35:18 Infortuni Khedira – Sturaro.
46:20 Presidenza di Lega Micchicè
52:57 Gossip
La gnocca della settimana
1:00:50 MILF (prima parte)

Lola Ponce, Jannifer Aniston, Luisa Ranieri, Monica Bellucci, Charlize theron, Claudia Gerini, Nathalie Caldonazzo, Manuela Arcuri, Elisabetta Canalis, Alessia Marcuzzi, Federica Fontana, Fergie.

Sul Rock e sulla musica in genere:
1:26:20 Anniversario Morte Chuck Berry
Compleanno Pino Daniele, Wilson Pickett, Alex Kapranos (Franz Ferdinand), Chester Bennington (Linkin Park), Carl Palmer (ELeP), Roger Hodgson (Supertramp), Franco Mussida (Pfm), Luigi Tenco, Paolo Belli, Franco Battiato, Damon Albarn (Blur Gorillaz)

Novità:
1:54:42 Consigli disinteressati per disadattati.
Frank – Musica Hip Hop. Black Moon album War Zone
Toto – Primo disco Pino Daniele Terra Mia primo disco di Noel Gallagher solista.
Cinzia – Visitare Lubiana e la Slovenia.
Benny – Greta Van Fleet Album di esordio
Enzo – Film Cadillac Records con Byoncè.
Antonio – Tribe called quest – Check the rhime. Canzone Hip Hop.

scaletta

 

Spal Juve un analisi franca.

 

 

Articolo di Alessandro Magno

Voglio esser onesto e lucido fino in fondo e voglio togliere ogni ombra di dubbio sulla prestazione di ieri e sul risultato. Questo perché non sono io certo quello che vuole cercare scuse. La Juventus ha perso 2 punti importanti su un campo che doveva esser facile, e li ha persi meritatamente in quanto non è riuscita ad esprimere tutto il suo potenziale. Questo va detto, vedremo più in la come per me non sia un dramma, ma andava subito sottolineato. Il risultato del campo per quanto dimostrato dai nostri è giusto e lo accettiamo. Non saprei dire cosa è accaduto e perché ci sia stato un contemporaneo calo di lucidità di molti che sembravano in forma smagliante come ad esempio Higuain e Dybala, certo non ha aiutato qualche errore dell’allenatore che a mio modesto parere, questa volta non ha letto la partita come da par suo. In più ci metto un arbitraggio sconcio, come molti quest’anno (molte volte li ho sottolineati anche quando si è vinto), che ha consentito ai giocatori della Spal di praticare un gioco sporco e ostruzionistico e di effettuare una serie infinita di falli a metà campo su quasi tutte le nostre ripartenze. Diciamo più che un gioco un sistematico killeraggio. In parte è anche giusto che loro lo facessero, visto che sono la Spal e incontravano la Juventus, e che hanno bisogno di punti per salvarsi. Assolutamente ingiustificato che l’arbitro lo tollerasse e su molti interventi facesse finta di niente senza fischiare nulla. Se c’è un regolamento-Massa ce lo dicono prima perché a me non mi risulta. Un arbitraggio veramente aberrante, mancano cartellini a iosa ai ferraresi. Un dato che mi è arrivato sottomano in queste ore, tra Atalanta e Spal la Juventus ha subito 57 falli. Mi pare una cosa fuori dal mondo, quasi 30 falli a partita. Questo è bene che lo denunciamo come ripeto io facevo già quando si è vinto perché, se dobbiamo giocare a calci invece che a calcio, noi certo ne veniamo fuori penalizzati.

Veniamo agli errori che a mio pare sono stati commessi da Allegri. In primis da 2 partite il mister, dopo tanto 433 è tornato al 4231, e devo dire non mi era piaciuto già contro l’Atalanta dove all’inizio si era patito. Anche contro la Spal, soprattutto il centrocampo a 2 Matuidi-Pjanic, nel primo tempo ha sofferto moltissimo. Mi sarei aspettato un repentino cambio nel secondo tempo, con centrocampo a 3 mettendo magari Alex Sandro terzino e Asamoah mezzala e Douglas Costa a sx in attacco. Certo il fatto che ieri ci fossero ben 6 mancini in campo (Chiello, Sandro, Asa, Matuidi, Costa, Dybala) con tutto quello che ne consegue sul piano tattico, non ha aiutato il cambio di modulo in tal senso. Anche se questo è un problema di calcio mercato visto che con Bernardeschi abbiamo ben 7 mancini in rosa. Si sarebbe potuto per lo meno migliorare la situazione con un cambio che credo fosse auspicato da tutti, ovvero la sostituzione di Alex Sandro che ieri è stato disastroso. Togliendo il brasiliano per un centrocampista (Marchisio o Bentancur) si sarebbe potuti passare a un 433 più consono. Certo le assenze di Cuadrado e Bernardeschi in una partita così, si sono fatte sentire parecchio. 2 giocatori che saltano l’uomo e hanno sia il tiro che il cross potevano servire come il pane. L’altra mossa che avrei fatto, e Allegri ha fatto ma non nel senso che io avevo previsto, è l’ingresso in campo di Mandzukic, l’unico veramente bravo che abbiamo nel gioco aereo. Infatti anche con l’ingresso del croato il modulo non è cambiato e Manzo invece di andare in area a prender qualche pallone alto si è andato a mettere a sinistra, di fatto in posizione buona per crossare lui ad altri. Insensato.

Questa partita dopo 12 vittorie di fila non deve rappresentare un dramma, ci può stare un passo falso e infatti è successo. Fra l’altro un mezzo passo falso visto che in ogni caso ha portato un punto. Sono umani anche i nostri giocatori, hanno giocato 6 partite in 18 giorni, 15 in 40 giorni ( il Napoli nello stesso periodo ne ha giocate 9) , ripeto a costo di esser ripetitivo, sono impegnati a Marzo su tutti i fronti e stanno cercando di andare a mille. Non gli si può chiedere molto di più. Questa partita mi ha ricordato Juventus Lecce 1-1 quello della famosa papera di Buffon quando eravamo testa a testa contro il Milan, e anche Parma Juventus 1-0, quando dopo un filotto di partite vinte consecutivamente andammo a perdere contro l’ultima in classifica e di fatto già fallita. Molti hanno criticato poi il gioco di Allegri fatto di di colpi dei giocatori e di saper aspettare l’occasione buona che di fatto ieri non è arrivata. Allegri appartiene a quella scuola di allenatori diciamo più pratici che belli, come Capello e Ancelotti ad esempio, gente che ha vinto molto senza per questo sviluppare un gioco che possa esser riconosciuto come un marchio di fabbrica ma di fatto adattandosi di volta in volta alla squadra e i giocatori che allenavano. Allenatori più gestori di uomini che allenatori di campo. In questo ci metto anche il tanto decantato e per certi versi desiderato Zidane, in quanto non mi pare il Real abbia un gioco immediatamente riconoscibile come invece può esser il Barca. Ripeto questo è Allegri piaccia o no. Questo tipo di gestione ha prodotto 3 scudetti e 3 coppe Italia di fila, una supercoppa Italiana e 2 finali di Champions conquistate ricordiamolo da outsider. Questo sta producendo a Marzo 2018 che la Juventus può ancora vincere tutto in quanto è avanti in tutte e 3 le competizioni cui partecipa. Questo ha prodotto nel Campionato Italiano, a fronte di un grande Napoli che sta facendo il Campionato migliore della propria storia e che potrebbe concludersi con un vincitore fra i 95 e i 100 punti (cioè tanta roba),che la Juventus in questo momento sia in testa con il miglior attacco e la migliore difesa. Certo si può fare di più. Come diceva l’avvocato Gianni Agnelli: ”Cosa ben fatta si può fare meglio”, pero’ piagnistei da bambini piccoli che se non vincono si portano il pallone a casa no per favore.

Peccato …


Scritto da Cinzia Fresia

Okay, okay .. Come non detto, abbiamo cantato vittoria troppo presto, la Spal ha parzialmente mantenuto la promessa, ha aiutato il Napoli, Togliendoci 2 punti che su -4 non e’ niente male.
Ho letto da qualche parte che il Real e le altre del girone stanno ridendo, e come dar loro torto, perdere punti da’ fastidio, in quel modo e con quel tipo di squadra ancora di piu’.
Cosa e’ successo?
Sostanzialmente, da come ho visto la partita, i nostri hanno puntato sulla défaillance avversaria, e’ la strategia di Allegri, lasciateli sfogare che poi un passo falso lo faranno, e noi Zac! Facciamo girare la palla, o sfera .. a seconda del cronista, qualcosa succedera’, invece no, questo non ha affatto funzionato e si vedeva da subito, che l’umile Spal aveva una “birra” sufficiente per reggere i due tempi, ci hanno fatto ballare fino alla fine e c’e’ mancato poco che segnassero.
Partita e strategia male interpretata da parte del tecnico, semplicistica e superficiale, si vedeva, che i nostri erano privi di idee e che non sapessero cosa fare, tant’e’ che ad un certo punto si sono persi, ripiegando a difendere lo 0-0.
Sebbene non me la prenda mai con l’arbitro, va ammesso che in questa istanza la conduzione della gara ha fatto desiderare, la continua interruzione di gioco tra falli fischiati e distribuzione di cartellini gialli, ha influito sul nostro rendimento, spesso le azioni non sono andate a compimento per causa sua.
Con questo non voglio dire che fosse in combutta con un sistema, ma inadeguato al ruolo si.
E’ mancato il centro campo, in altre parole la creativita’, palloni da gol pochi.
Percio’ Allegri, anche se siamo sempre primi, meglio pensarci su, un pareggio con la Spal, non e’ sicuro un dramma, ma non e’ cosa di cui vantarsi, e bisognerebbe capire il perche’ con una squadra come l’Atalanta ne siamo usciti alla grande e con la Spal, seppur motivata per la salvezza e il piacere promesso al Napoli, abbiamo stiracchiato un pareggio.
Misteri del calcio.
Bene, adesso arriva la pausa per le nazionali, il tempo per pensare ci sara’, auguro ai nostri di recuperare al piu’ presto e prepararsi ad una primavera di fuoco, tanto ricco e’ il calendario.
Ho la sensazione, che questa Juventus sbagli le cose facili, intendiamoci, che non mi aspettavo una goleada da 6, ma non uno 0-0, e finendo la partita sfiniti di stanchezza.

Pagelle Spal Juventus 0-0

Articolo di Alessandro Magno

Buffon 6 Mi pare che faccia quasi lo spettatore non pagante anche questa sera anche se nel primo tempo la Spal capita spesso nella nostra metà campo.

De Sciglio 6 Uno dei piu’ lucidi. Non butta mai via la palla e cerca di ragionare. Forse dovrebbe spingere un poco di piu’ ma si deve guardare anche dalle ripartenze.

Rugani 6 Poco lavoro anche per lui anche se la Spal nel primo tempo qualche cosa attacca.

Chiellini 6,5 Attento dietro e propositivo in avanti. Su una sua sortita a momenti Dybala va in gol. L’unico questa sera con gli occhi della tigre. Gli altri dovrebbero prenderlo come esempio.

Asamoah 5,5 Ha giocato moltissimo di questi tempi e alla fine oggi ha pagato il conto anche se non è proprio fra i peggiori.

Pjanic 5 Mi aspetto molto da lui non il compitino. Capisco che gioca quasi sempre ma questa è la Juve. Oggi male. Per me che lo adoro male male. Non gli metto 4,5 per amore. Lui deve accendere la luce altrimenti per noi è buio. Ed era già un periodo che non mi convinceva appieno.

Matuidi 5 Anche lui non mi è piaciuto. Molto confusionario e soprattutto nel primo tempo sempre abbastanza fuori posizione. Lo aiuta la grinta.

Douglas Costa 6 Dalle sue azioni si ha sempre l’impressione che possa nascere qualcosa anche se oggi mi pare tenga troppo palla. Penalizzato come tutti i nostri da un arbitro sconsiderato. Ha sbagliato molto ma almeno rispetto agli altri era reattivo.

Dybala 5,5 Sfiora il gol su punizione e va un paio di altre volte al tiro. Si danna pero’ fino alla fine andandosi a prendere calcioni per tutto il campo e gli va riconosciuto ma anche per lui poche luci.

Alex Sandro 4 Un disastro su tutta la linea. Sarebbe dovuto uscire ma forse Asa non ne aveva piu’. Sbaglia tutto lo sbagliabile.

Higuain 5 Anche lui molto sulle gambe. Nel secondo tempo ha perso ogni pallone e non aveva piu’ la forza di fare pressing. Forse deve rifiatare.

Mandzukic 5,5 Entra e almeno ha un occasione anche se arriva con un pizzico di ritardo. Non ho capito perchè nel finale è spesso esterno invece di trovarsi in area. Alla fine riesce a fare pochino pure lui.

Barzagli sv

Bentancur sv

Juventus 5 Oggi troppo compassata, stanca e priva di idee. E’ una partita che si sarebbe potuta vincere anche con un pizzico di inerzia ma nessuno è stato bravo li davanti a trovare il lampo risolutivo e alla fine la Spal si è chiusa a catenccio e senza velocità è stato impossibile.

Allegri 5 Dopo tante vittorie e tanti punti arriva il conto salato della fortuna. Una partita storta ci puo’ stare ma oggi anche lui non mi pare avesse in mente soluzioni adatte. Non capisco perchè non sia uscito Alex Sandro che è stato un vero disastro così come non capisco perchè nel finale Mandzukic ovvero l’unico saltatore di ruolo che abbiamo non si sia messo in area a prendere i cross. Ora deve esser bravo a rivitalizzare la squadra.

Arbitro Massa 4 Non si è pareggiato per colpa sua ma ha distribuito i falli e le ammonizioni veramente a casaccio . Ha tollerato e non fischiato falli contro i nostri veramente indecenti. Inadeguato.

Molti tifosi della Juve 0 Sentire il piagnisteo di alcuni dei nostri per un pari in una giornata storta, dopo tante vittorie consecutive e soddisfazioni vedi Tottenham e vedi sorpasso in Campionato, mi fa esser orgoglioso che io non sia come questi. Irriconoscenti. Anche i nostri giocatori sono di carne ed ossa. Minchia vincere sempre vi fa davvero male.

Sabato 17 marzo 2018 Spal- Juventus ore 20.45 Stadio Paolo Mazza Ferrara

scritto da Cinzia Fresia

Match pre pausa nazionali di campionato, molto interlocutorio, incontrare una squadra di bassa classifica, comporta sempre qualche rischio, la Spal non spaventa certo la Juventus ma incontrare la prima della classe non è da tutti i giorni, ecco che anche una squadra come la Spal puo’ diventare un fastidio.
Attenzione massima per questo match, prudenza in vista dei prossimi impegni di coppa e campionato.
Il sorteggio di Champions non e’ stato benevolo per i nostri che si troveranno diversi clienti impegnativi, la Juventus se non perde uomini puo’ farcela.

Sesso Juve e Rock N Roll No.16

Immagine anteprima YouTube

– Calcio

00:00 Sorteggio Juventus Real Madrid

15:10 Le altre in Coppa

23:15 Mercato allenatori

24:34 Assenze Benatia e Pjanic

31:45 Ci viene a trovare Antonio Corsa

36:15 Possibile impatto Champions sul Campionato

37:58 Di tutto un po Sarri Conte Morata Pogba

57:40 Luigi Necco

– La gnocca della settimana

1:00:36 Le Rosse

– Rock

1:23:00 Un poco di Rock Ma pure di Rap

 

 

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web