Sapevamo che saremmo arri-VAR-ti qui.

Articolo di Alessandro Magno

 

Premessa : mi piacerebbe parlare della partita. Di una partita ben giocata dalla Juventus per 20 minuti in cui mette sotto di brutto il Cagliari, dove colpisce due pali clamorosi e segna anche un gol giustamente annullato per off Side. Di una partita dove il Cagliari ha un ottima reazione, soprattutto nel finire del primo tempo e ci deve salvare un grande Sczcesny su due interventi barra tre, che hanno del miracoloso. Mi piacerebbe parlare di un secondo tempo un poco sconclusionato dove un arbitro troppo permissivo applicando un metro discutibile consente un gioco indegno ai padroni di casa, vedi fallo su Khedira da dietro nell’occasione del mancato vantaggio a Bernardeschi, che se il mancato vantaggio ci puo’ stare (l’arbitro ha fischiato) ,non si comprende perchè il giocatore in questione non venga ammonito per fallo da dietro. Questi falli un bel momento sono la norma in questa partita. Mi piacerebbe parlare di, nonostante una prestazione non convincente, una Juve che è riuscita a portare a casa tre punti pesantissimi per la lotta scudetto , soffrendo il necessario e rischiando quasi nulla nel secondo tempo. Magari poi chiudere questo pezzo con qualche tirata di orecchie al nostro mister per il gioco non certo lineare, ma anche con qualche lode per il fatto di aver dovuto gestire 3 infortuni, Dybala, Khedira e lo stoico Chiellini. Mi piacerebbe parlare di tutto questo ma dovro’ parlare invece di Var perchè questo è l’argomento del giorno. Perchè questo è quello che piace agli Italiani.

Il gol della Juventus su cui i Cagliaritani hanno protestato. Detto come sopra che è merito del Cagliari se la partita è stata una rissa-controllata ovvero ogni intervento era sul filo del limite del fallo e a volte anche oltre, la sbracciata di Benatia su Pavoletti poteva esser fischiata, come questa, in questa partita, ce ne sono state 30, quasi tutte non fischiate, per cui in questo Calvarese è stato per lo meno coerente.  Va detto anche che la palla resta in possesso del Cagliari per cui l’arbitro non fischia e applica il vantaggio. Dal momento che non lo fischia, l’azione prosegue e dura pure diversi secondi. Direi che con il gol c’entra ben poco, tipo il pecorino sulle cozze. Il Cagliari dal canto suo prosegue il gioco. Già nel primo tempo con Farias a terra in area nostra, in situazione d’attacco, ha continuato a giocare e non ha buttato via la palla. Fermo restando che per regolamento decide l’arbitro se fermare il gioco e gli avversari al massimo possono usarti una delicatezza se lo fanno, se tu per primo continui quando i tuoi sono a terra non credo avanzi qualcosa in merito o sbaglio? Infatti il Cagliari con Pavoletti a terra continua, perde palla, e sull’azione seguente la Juve segna. Pavoletti che era nella nostra metà campo moribondo all’urlo del gol si alza e si fa 50-60 metri di corsa che pare Ussein Bolt, e va a protestare fino dall’arbitro quasi in area Cagliaritana. Poco prima stava morendo. Lazzaro. Miracolo! Ma una var per le simulazioni di merda evidentemente non c’è.

L’altro episodio , il mani di Bernardeschi. Detto che io durante la partita tutti questi replay non li ho visti e quando termina la partita mi fiondo a fare pagelle e articoli, quello che posso esprimere è una sensazione. Il mani c’è, la distanza è notevole, mi pare Bernardeschi cerchi di togliere il braccio ma non faccia in tempo. Si puo’ dare rigore. Potrebbe esser non rigore se eventualmente ci dovesse esser un tocco, sempre di Bernardeschi, con la coscia prima della mano. In quel caso se dovesse esser prima toccata di gamba  potrebbe esser valutato non volontario. Detto questo si è scatenato l’inferno come ampiamente previsto. Da tifosi Juventini ma anche addetti ai lavori, tipo Allegri, abbiamo segnalato da subito che questa Var stava nascondendo dei problemi di applicazione. Ci è stato detto che eravamo anti-var e nei casi in cui la suddetta ha penalizzato la Juve, ci è stato detto che erano normali problemi dovuti al rodaggio della cosa. In verità ci sono state moltissime decisioni arbitrali per lo meno discutibili. In favore di tutti ma soprattutto in favore di Inter, Roma e Napoli. Ricordo a memoria così velocemente il gol al 94mo della Roma sul Cagliari viziato anche esso da fallo di mano e ricordo sempre a proposito di falli di mano il famigerato bagher stile pallavolo di Mertens in Crotone Napoli. Un altro famoso mani che mi viene in mente è quello in Lazio Toro che non solo non viene fischiato un rigore solare per la Lazio, ma viene espulso Immobile, poi nella susseguente protesta, cosa che era capitata anche a Mandzukic contro l’Udinese anche lui senza rigore dato, e con un bel rosso sulle spalle.  Un altro mani clamoroso per restare in tema è mi pare in Sampdoria Sassuolo, una vera e propria parata a terra. Ce ne sarebbero ancora tante da dire ad esempio il rigore clamorosamente farlocco assegnato al Cagliari a Torino alla prima giornata contro la Juventus, per un tocco che se lo faccio al mio cane mentre dorme giuro neppure si sveglia o per il rigore assegnato al Genoa sempre contro la Juventus con il giocatore del Genoa in fuorigioco. Ovviamente non rilevato.

Insomma la VAR qualcosa ha aggiustato, ma gli errori continuano ad esserci come è normale che fossero in assenza di regole chiare e univoche e come ampiamente noi Juventini sottolineavamo e venivamo tacciati di anti-var. Il problema di fondo è che in Italia c’è totale assenza di cultura sportiva e una partita come quella di Coppa Italia con il Toro, strameritata dalla Juventus, è stata ridotta a un episodio var. La totale mancanza di cultura sportiva fa si che non si riconoscano i meriti a chi vince ma si cerchi sempre una giustificazione nel complottismo. Nessuno parla del probabile fallo di Koulibaly sul gol che sblocca la partita con il Verona. Ricordo a chi non lo sapesse che il portiere nell’area piccola semplicemente non puo’ esser toccato. Anche se questa partita il Napoli l’ha stra-dominata come la Juve con il Toro e lo dico per chiarezza anche questo, come quello di Bernardeschi non l’ho ancora visto e rivisto bene. Resta pero’ il fatto che non ha scandalizzato nessuno e nessuno ne parla.

Noi lo sapevamo da sempre che saremmo arrivati a questo. Il problema non è l’arbitro o la var. Il problema è fare le cose all’Italiana cioè a cavolo di cane. D’altronde prima ve la prendevate con la moviola ora ve la prendete con la var dopo averla benedetta. Facciamo una cosa togliamo qualsiasi discrezionalità all’arbitro. Stabiliamo dove interviene la var. In quali casi. E devono esser solo quelli e ben precisi. E devono esser su tutti i campi, non solo su quello della Juve. Ci facciano poi sentire gli audio delle discussioni che fanno gli arbitri quando si consultano e ci facciano anche vedere su quali immagini si basano le loro decisioni. Per chiarezza. E basta. Noi ci stiamo, non ci fa paura nessuna Var anzi, siamo sicuri che con una corretta applicazione oggi la Juve sarebbe in testa al campionato con 3-4 punti di vantaggio sul Napoli. Voi fateci invece almeno un favore. Indignatevi pure quando le cose a favore le hanno le squadre per cui simpatizzate. Ovvero le altre 19 della serie A.

  1. Per me il tocco di braccio di Bernardeschi era involontario, ed è quello che ha interpretato l’arbitro.

  2. Iuliana Giulia Bodnari

    Vero verissimo …cosi fan tutte …ma una sola indiziata …la Juventus ….abbatetela con tutti i mezzi ….bè io ho un sospetto che gli arbitri fanno apposta convalidare gol che sanno faranno discutere e tutti punteranno il dito accusatorio sulla Juve . Se ci negano l’evidente sono al riparo perché nessuno parlerà tanto tutti diranno che abbiamo avuto solo favori e dobbiamo stare zitti . Un giornale pensa solo al nome ” ROMA ” di Napoli il direttore ha scritto un titolone in prima pagina E fuga con la Rubentus ” che ho già segnalato, costui si deve dimmettere per incitamento alla violenza . Matuidi anche a Verona è stato bersagliato dai corri razzisti , a Cagliari pure poi chiedono scusa , ma non bastano più le scuse . Comincio da persona educata diventare una belva e non mi piace perché non voglio avere la mente offuscata che è quello che si aspettano da noi . Mai visto una partita cosi lunga , più lunga dei rotoloni Regina , con mani calpestate , falli bruttissimi , finta di essere travolti dai TGV . Sinceramente quando quello è rimasto steso nella nostra area ho urlato di non fermarsi per buttar palla fuori , di continuare e sono contenta di quel gol , perchè quello morto in area è resuscitato , un miracolo . Spero che la pausa servirà a riflettere e mettere a punto qualche mancanza , qualche ingranaggio per far funzionare al meglio sto aggeggio se no dichiarare fallito l’esperimento .

  3. Ottimo articolo.
    La penso uguale su tutto in modo particolare sull’azione che porta al gol della Juventus.

  4. Ragazzi, non facciamo il loro gioco.
    Non perdiamo tempo a scrivere di episodi a favore della Juve o contro ecc ecc.
    Impariamo da Allegri (almeno questo dobbiamo riconosceglierlo) che tratta con “eleganza” questi argomenti (?) che a turno scribacchini e ciarlatani vari gli sottopongono ogni qual volta la Juve beneficia di un presunto errore arbitrale.
    Saluti.

  5. Rissa a colpi di tweet in casa Rai. Un botta e risposta al vetriolo quello tra due volti noti del calcio di viale Mazzini: Enrico Varriale e Marco Mazzocchi. Il motivo? Le polemiche dopo il posticipo della Seria A nel giorno dell’Epifania. La Juventus vince contro il Cagliari grazie al Var. Anzi grazie al non utilizzo del Var che avrebbe fatto assegnare un ricore ai sardi a causa del mani in area di Federico Bernardeschi. La rete ovviamente si riempie di commenti velenosi contro i bianconeri. I tifosi delle altre squadre twittano feroci contro il presunto “aiutino” alla squadra di Massimiliano Allegri. E anche Varriale non la prende bene. “Stasera – scrive il giornalista Rai – #CagliariJuve è sembrata una partita del passato quando non c’era #Var, non usata inspiegabilmente sul mani in area di Bernardeschi da rigore.Assurdo anche non fischiare la gomitata su Pavoletti.X me Calvarese scandaloso.Curioso di leggere commenti dei tifosi @Juventusfc “
    Passano alcuni minuti ed ecco che arrivano addirittura due tweet di replica di Mazzocchi. “Sono costretto ancora a rispondere ai molti tweet che mi arrivano su ciò che viene scritto da colleghi. I social danno licenza di scrivere ciò che si vuole. Ognuno se ne assume la responsabilità ed è giudicato per quanto scrive. Io non ho potere né desiderio di censurare nessuno”, è il primo messaggio postato dal vicedirettore di Rai Sport.
    Che poi rincara la dose: “Sarò più chiaro. Non è nei poteri di un ViceDirettore (io) censura o sanzione di un collega per l’uso privato che fa di Twitter. Chiaro che sui contenuti che mi avete girato mi dissocio pubblicamente. E specifico che NON RAPPRESENTA LA LINEA DI RAISPORT”. Polemica chiusa? No, perché Varriale ci tiene a contro commentare: “Io – scrive sempre su twitter – so che la linea della RAI é raccontare sempre la verità. Che è più forte di tutto e tutti”.

  6. Scusa Benedetto, ma pensi che un Varriale qualsiasi, come riporta Melara, abbia visto che il fallo di mano di Mertens poteva essere paragonato al fallo di mano di Bernardeschi?!
    Gli occhi lo hanno visto, ma il suo cervello da “tifoso – ultras*” lo ha elaborato, Mertens chiaramente involontario – non rigore, Bernardeschi volontario – rigore.
    * senza mancare di rispetto agli utras.
    E siamo solo a metà stagione… vedremo prossimamente.
    Diceva bene Allegri, si vuole a tutti i costi fomentare la polemica, i “giornalisti tifosi ultras”, tipo Caressa, se la loro squadra perde…. sono delusi si sfogano.. ricerca degli alibi…. invece di cercare di capire perchè la sua Roma affonda…
    Non si accetta il risultato del campo, e questo avviene anche da parte di molti Juventini.
    Varriale, come indica Melara, scrive che la linea della Rai è raccontare la verità, ma in Italia la verità è sempre di parte.
    Ed in questo la VAR non c’entra.
    Diciamo che se gli arbitri a fine turno di campionato, i vertici, dopo aver sentito gli arbitri, facessero delle dichiarazioni ponderate su episodi contestati, si potrebbe migliorare la situazione.
    Ma anche questo poi a certi giornalisti potrebbe non andare più bene… ti ricordi tale Palombo che affossò la moviola dei designatori Bergamo e Pairetto, sulla “carta igienica rosa”, perchè non gli piaceva più??!!…
    Troppi “partigiani” e pochi sono obbiettivi.

  7. Forza Juve ed abbasso i non Juventini. Ottimo Benny, questo editoriale dice tutto. Lasciamoli rosicare e bere il loro brodo di fiele, perchè se tutto va come dovrebbe entro febbraio diranno “campionato finito” come in Inghilterra, Spagna, Germania e Francia e buonanotte ai suonatori. Un plauso ad Allegri che rispecchia nelle sue dichiarazioni pacate e serene il pensiero di un vero sportivo che deve pensare solo alla vittoria finale. Bello su sky il passaggio di quanto ha detto sulla rosa che ha disposizione e sul concetto di Dna juventus. Veramente da registrare e da far ascoltare a tutti i non estimatori di questa società.

  8. CALMA E GESSO ….

    Calma e gesso con i proclami. Questa prima parte del Campionato ci ha visti combattere all’arma bianca contro tutti e contro tutto (ora è arrivata anche la canea Varrista), ma non ci ha ancora visto -in tutti i sensi- primeggiare.
    Complici un assemblaggio della rosa un po’ farraginoso, e una lentezza congenita del guidatore (vedasi alla voce “partenze pregresse”), la macchina juventina da’ la sensazione di non essere ancora riuscita a scaricare a terra tutta la potenza dei suoi cavalli !

    Un’altra “complicità” si è aggiunta ai nostri casi sopra citati. La crescita esponenziale del Napoli, che -se non vado errato- viaggia con dieci punti in più rispetto all’annata 2016-2017. La crescita mentale (più che tecnica) dell’undici partenopeo, complica un po’ il ‘piano gare’ lento con brio, allegriano, col suo picco forma marzolino. I napolisti, volenti o nolenti, si sono sbarazzati di tutte le altre competizioni e correranno per un unico obiettivo : lo scudetto.
    Lo stesso Sarri lo ha praticamente ammesso nell’ultima intervista. La ritrovata compattezza difensiva, nonostante non sia ancora rientrato un pilastro come Ghoulam, fanno sorridere il tecnico toscano, che aspetta comunque qualche ulteriore rinforzo dal mercato di gennaio (oltre al rientro del succitato difensore e di Milik).

    Già a Gennaio queste due compagini hanno staccato di netto la concorrenza, vuol dire che hanno qualcosa in più delle altre. E non credo che -oggettivamente- il sorpasso juventino sia una cosa così facile quest’anno (vedasi il girone di ritorno napolista 2016-2017). Insomma, i voli pindarici del tifoso sono una cosa buona e giusta, ma è perfino facile prevedere che quest’anno sarà dura.

    Tutto il resto, Varristi et similia, scatenati negli ultimi giorni in canea, sono l’ultimo dei problemi.

    Buona vita a tutti.

  9. SBARAZZARSI DELLE COPPE

    Secondo qualcuno il Napoli non è uscito dalle coppe per sua incapacità o per la bravura degli avversari ma si è “sbarazzato”, dice lui, da tale fardello. Ciao Luigi.

    Complimenti, come scrivi tu del Napoli nemmeno Francesco Modugno da Castel Volturno saprebbe fare meglio.

    Detto questo, quello che scrivi del Napoli è vero…nun ce piove.

    Comunque, visto che se ne parla mi accodo:
    Il Var sta stravolgendo le menti dei tifosi: Il napoletano difende il goal di Fazio (Roma), l’interista difende il braccio di Mertens, gli altri, tutti nessuno escluso, felici se Mandzukic invece di un rigore a favore prende il rosso, con Lichtsteiner si torna indietro nel tempo poi, invece vi ritrovo tutti uguali e ugualmente frustrati e anche incazzati, di fronte al fallo di mano di Bernardeschi dopo 4 mesi e poco più di risatine alla faccia del popolo bianconero.

    Poi, qualcuno di noi vi prende pure sul serio quando vi incazzate (io non vi credo) per quei cori che noi per primi vorremmo che non ci fossero, quando poi un giocatore della Juve viene preso di mira con insulti razzisti e dobbiamo venirlo a sapere dall’Equipe, perché qui le prime pagine erano impegnate a discutere del Var e dell’arbitro per vedere se viene favorita la Juve.

    Avete la faccia come ar qlo se dice giù da me…siete senza vergogna… ridurvi così miserabilmente senza dignità.

    Azz, è vero, vi siete stancati di vedere la Juve sempre lassù in cima…e te credo…sono sei anni, 6 scudetti e tre Coppe Italia lasciando ad un paio di squadre solo le briciole…in Italia, all’estero un po’ de più.

    Però avete pure ragione, me so rotto pure io sempre a vince…immagino voi poverini come ve dovete da sentì…er fegato a palla.

    Eppure, costantemente, continuate a manifestare la vostra sofferenza invece di far migliorare le vostre squadre dandogli addosso per tutti gli errori che commettono e/o magari di suggerire di prendere come esempio la Squadra Bianconera.

    A parte i cori razzisti su Matuidi (cosa più grave di tutto) ma sghignazzare di un giocatore che esce dal campo con le lacrime agli occhi.

    Vai così…siete la mia forza.

  10. Preciso che quando qui sopra dico “I napolisti volenti o nolenti si sono sbarazzati di tutte le altre competizioni e correranno per un unico obiettivo …”, intendo anche/soprattutto riferirmi ad una precisa riflessione di Sarri. Il quale ha affermato testualmente davanti alle telecamere che … i giocatori del Napoli inconsciamente sentono il Campionato in modo diverso dalle altre competizioni (che è anche un modo per mettere le mani avanti rispetto alle prossime prestazioni in Europa League !).

    Cosa che può avere o meno un fondo di verità, ma comunque ora essi daranno il massimo solo per quell’obiettivo.
    Mentre noi saremo costretti a spendere energie fisiche e mentali anche nella Champions.
    E questo fatto assottiglierà inevitabilmente il vantaggio di avere una rosa più ampia della loro.

    Saluti a voi.

    • Saremo costretti?
      Ma magari tutti gli anni magari.
      Non cambierei la nostra situazione con la loro con niente.

    • La Champions: il piacere e l’onore di giocarla… l’onere delle energie da spendere …

      • “UNA GRANDE DEVE GIOCARE OGNI TRE GIORNI”

        Quello sopra è il pensiero di Massimiliano Allegri.

        Maurizio Sarri, invece, forse per il parco giocatori che ha a disposizione adopera un’altra strategia…quella di creare confusione tra gli addetti ai lavori.
        Il buon Maurizio dice addirittura che l’inter sta facendo un campionato a parte perché non ha impegni nelle coppe…forse per questo ha preferito uscire dalle competizioni della Coppa Italia e Champions ( io ritengo che giocare il giovedì sia molto peggio)…poi magari aggiunge anche il fatturato e l’opera è completata.

        Allenarsi per giocare una partita a settimana va e fa bene…ma se alla fine ti va male e non arrivi fino in fondo solo per quella competizione ti resta ben poco in mano se non la gioia di sentirti dire: però che bel calcio che giocava.

        Ciao.

      • Nel giocare la champions non considero l’onere ma solo l’onore.

      • No!, caro Luigi, in arte Trinty(da Trintignant, secondo nome che simpaticamente ti attribuii, e che tu di buon grado accettasti , vero..Trinty?😂): le competizioni (champions e coppa Italia)consumano energie…chi non le ha! Ergo Sarri. E ti deve ricordare il “nondum” sempre attuale in certi casi. E ben vengano da noi Juve il dispendio di energie (lo abbiamo da diversi anni..)

      • No!, caro Luigi, in arte Trinty(da Trintignant, secondo nome che simpaticamente ti attribuii, e che tu di buon grado accettasti , vero..Trinty?😂): le competizioni (champions e coppa Italia)consumano energie e rende logori…chi non le ha! Ergo Sarri. E ti deve ricordare il “nondum” sempre attuale in certi casi. E ben venga da noi Juve il dispendio di energie (lo abbiamo da diversi anni..)che mai ci hanno impedito di vincere scudetti con quella “parsimonia” che distingue Allegri, che tanti lutti inflisse…agli Achei, siano essi ciucci, lupi e – udite udite!- i cinesi di Milano..

        Ajo’!
        tomas41 semper indomitus anzicheno’😂🤣😂

  11. Quando la volpe non arriva all’uva dice che è acerba. Sarri ottimizza a seconda delle opportunità che gli sono rimaste, anche le parole. E’ uscito dalla champions ed ora dalla coppa Italia. Tra un paio di mesi riparlerà di fatturati che non gli permettono di poter competere con le altre. Lasciamolo al suo lamento e che continui a far giocare bene la sua squadra. Ho idea che pure gli allenatori delle piccole abbiano iniziato a prendergli le misure e che la favola stia per finire.

  12. Il Napoli non è uscito dalle coppe per sua volontà, ci mancherebbe anche questa panzana, il fatto è che è stato sbattuto fuori a pesci in faccia ed alla ripresa verrà anche superato dalla Juve senza ombra di dubbio. Finora solo una squadra ha mostrato la vera forza, rimanendo dentro ogni competizione, perché se sei vera squadra lotti per ogni obiettivo in palio e cedi solo di fronte ad un’altra squadra che si dimostra superiore. L’Atalanta in questo dimostra cosa significa saper lottare è passata in Europa League ed anche io n Coppa Tom e così lotterà finché riuscirà ad essere vincitrice, come la Juve.
    Il Var era scontato fintantoché tutto si ritorceva contro la Juve il sistema funzionava è bastata una deriva per far insorgere i lamentevoli. Che vadano a ramengo.

    • A Napoli i tanto bistrattati ultimi due allenatori,al momento,hanno vinto più di Sarri.
      Mazzarri 1 coppa Italia
      Benitez 1 coppa Italia e una super coppa.
      Così giusto per dire.

  13. Alessandro Magno

    Mercoledi 22-30 nuova puntata di Sesso Juve e Rock n Roll per parlare di schizzofrenia antijuventina ma anche no.

  14. Caro mio Ben, in arte Alessandro, buondi’ è ti condivido anche le virgole…

    Ma su una cosa ti contesto: il pecorino sulle…cozze! Che ne sai tu (di un campo di grano 😊)? Provalo, e sentirai il “sublime contrasto” che riduce il dolce naturale della cozza col mio(?)pecorino!🤑

    Ajo!
    FINO ALLA FINE!!!🏁💖🏁

  15. Alessandro Magno

    ‪Ho rivisto il fallo di mani di Bernardeschi per bene e sono quasi certo che al momento del tocco sia fuori area. Come mai nessuno ha messo in dubbio questo aspetto? Eppure la linea dell’area è li. https://youtu.be/d25eSbDMpAE‬

  16. Ieri sera quasi per caso ho visto su juventus chanel un servizio di Massimo Zampini con le baggianate più importanti che i media, negli ultimi mesi si sono inventato per poter buttare fango sulla Juve. Da vedere o andare su Juventibus dove credo lo stesso Zampini le ha riportate perchè oltre che ridere, sembrerebbe di stare su scherzia a parte.
    Avevo Benny l’idea che il fallo di mano di Bernardeschi non fosse dentro l’area, ma non sono andato oltre a controllare perchè, figurati se daranno mai ragione a qualche tifoso quando ormai è partita la carica mediatica antijuve per darci addosso. È come er gol de Turone, questo campionato sarà contrassegnato dall’errore dell’arbitro Cagliari Juve che non è andato a controllare tramite var.

    • Alessandro Magno

      io li per li quando ho scritto l’articolo non potevo sapere anche perchè come detto non vedo il dopo partita proprio per uscire in fretta con pagelle e scrivere il pezzo e anche per vivere un poco meglio altrimenti ti fanno venire la bile pero’ quelli in studio che non mettono nemmeno in dubbio che possa esser o meno visto che la linea dell’area è proprio li vuol dire che sono talmente presi dalla parte di attaccare la juve che non sono neppure piu’ lucidi

  17. E SE PER CASO…

    Il Barcellona in seria A e la Juve nella Liga…
    Anche se a me piace molto la Premier inglese…
    Non fateci caso mi è venuta così…tra un Pecoraro e un Zazzaroni che giocavano col Var.
    Saluti.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web