Qui nessuno molla.

Articoli di Alessandro Magno

La Domenica calcistica non ha portato le sorprese sperate. Un ottimo Napoli ha battuto in rimonta una Lazio che è durata solo un tempo. Gli ingredienti per il sorpasso c’erano tutti, la Juve vinceva a Firenze su un campo storicamente ostico, il Napoli dopo 3 minuti era sotto 1-0. Invece la Lazio si è spenta e il Napoli dopo il pareggio ha vinto in scioltezza. Se questo doveva esser un turno favorevole alla Juventus, visto che la viola di quest’anno è poca cosa, direi che è stato l’esatto contrario. Il Napoli ne esce sicuramente rafforzato sul piano della consapevolezza e del morale. In ogni caso in questa corsa serratissima la Juve tiene il passo. In ottica scudetto non saprei dire chi possa avere un vantaggio. La Juve ha lo scontro diretto in casa e il Napoli allo Stadium ha sempre perso. Il Napoli si è fatto buttare fuori dalla Coppa Italia e ancor prima dalla Champions per scelta strategica e credo presto si farà buttare fuori anche dall’Europa League per puntare tutto sul Campionato. Un impegno solo a settimana contro i 3 della Juventus potrebbe consentire ai partenopei di utilizzare sempre gli stessi giocatori come stanno facendo dall’inizio senza dover fare nessun turnover.

La Juve a Firenze ha giocato una partita bruttina (primo tempo orrendo) ma molto intelligente e proficua, cercando di limitare i danni creati dalle mosse tattiche di Pioli (marcature a uomo su Mandzukic e Pjanic). Certo gli amanti dello spettacolo avranno storto il naso ma la Juventus è rimasta in partita e ha colpito con cinismo da grande squadra nel secondo tempo. Allegri lo ha ribadito in conferenza stampa non c’è spazio in questa Juve , nella sua Juve, per inutili fronzoli. Ha parlato di play station, altre volte aveva parlato di circo. A chi non piace puo’ dedicarsi a un altra squadra. La Juve non è mai stata una squadra troppo amante dell’estetica, l’unico che alcune volte ha giocato un calcio spettacolare è stato Lippi nella sua prima gestione (le prime due annata), poi questa società ha sempre puntato tutto sui risultati. Ad oggi Allegri è l’allenatore con la piu’ alta percentuale di vittorie della storie del club cioè oltre il 70%, ripeto a chi non piace puo’ dedicarsi ad altro perchè questo è prendere o lasciare. I conti si faranno alla fine e si vedrà se il Napoli riuscirà ad arrivare prima della Juventus. Al momento la Juventus sta facendo qualcosa di incredibile e cioè per il quarto anno di fila a Febbraio è impegnata su tutti i fronti, nonostante stia viaggiando in campionato a una media punti altissima. Scusate se è poco.

Personalmente non invidio nulla al Napoli neanche il gioco, preferisco di gran lunga esser in Champions piuttosto che no. Qualcuno ha qualche complesso di inferiorità verso i partenopei è un problema suo, io se dovessimo perdere il Campionato non ne farei un dramma visto che credo, dopo 6 di fila potrebbe esser pure naturale che lo vinca qualcun altro. Discorsi sulla Var non mi interessano. Sull’episodio di Firenze si è consolata tutta la poca ”intellighenzia” antijuventina. Peccato persino i piani alti del calcio hanno assolto Guida e finanche giornali non proprio amici come la Gazzetta dello Sport hanno sentenziato che la decisione di non dare quel rigore sia stata corretta. E’ un campionato avvincente per molti aspetti, sarebbe bello si cercasse di non avvelenarlo con isterismi e dietrologia da quattro soldi. Capisco che per il Napoli giocarsi lo scudetto sia una rarità in ogni caso tutto questo veleno non è un buono spot per il calcio Italiano e per chi lo tiene a cuore.

La Juventus Martedì gioca in Coppa contro un avversario temibile e in buona forma , questo Tottenham. Sarà un banco di prova per chi dice che il calcio inglese è tanto avanti al nostro. Io sinceramente ogni partita che ho visto di questi d’oltremanica ho visto sempre obbrobri difensivi da terza categoria. Speriamo li facciano anche contro di noi. Certo a questi piace tenere un ritmo infernale e correre come matti su ogni pallone. Anche questo sarà da verificare, ovvero se la Juve accetterà quel ritmo o viceversa abbasserà i giri delle giocate per costringere gli avversari a un calcio piu’ lento e manovrato e meno dinamico tanto caro al vate della ”Halma”. Sono curioso ma anche fiducioso. L’unica cosa che temo è il braccino, ma con Allegri devo dire che, per lo meno nei turni a doppio confronto, non si è quasi mai visto. Chi vivrà vedrà.

  1. Andrea (the original)

    Due cose Benny;
    1- se si dice che la Juve pensa a vincere e non deve fregarsene di giocare, qualora non vincesse lo scudetto non sarebbe normale neanche dopo 6 scudetti. Cadrebbe anche l’ultimo baluardo di Allegri, per sua scelta, anche perché dopo un anno a dire che gli altri fanno il circo sarebbe difficile spiegare il successo di una squadra nettamente inferiore e per giunta dedita al circo.
    Per me resta che giocare bene aumenti le possibilità di vincere, che non sia un fatto estetico e che la Juve debba giocar meglio a prescindere dal risultato..ma questa è altra storia.

    2-io vorrei vedere una Juve ad alto ritmo almeno nei dentro/fuori di coppa, con tutti i giocatori tecnici disponibili in campo.

    Per il resto condivido.

    • Alessandro Magno

      io il punto di vista tua che giocare bene aiuta a vincere lo condivido e lo sottoscrivo e devo dirti la verità il primo tempo contro i viola è stato il ppeggior tempo della juve di allegri di quest’anno non ho paura a dirlo certo è stata molto importante la reazione.

      sul fatto che la juve se gioca male deve poi vincere per forza lo scudetto non concordo perchè sai quante possono esser le variabili e magari si perde per un punto. cioè la juve è impegnata su tutti i fronti alla fine puo’ vincerli tutti puo’ vincerne qualcuno puo’ non vincerne nessuno non credo dipenda solo dal gioco. oltretutto la chiave tua di lettura se la giriamo al napoli che dovremmo dire che se perde lo scudetto hanno fallito su tutta la linea visto che per scelta si sono lasciati solo il campionato? io credo che poi alla fine uno vince e gli altri no. amen

      • Andrea (the original)

        Si infatti credo che se il Napoli non vince quest’anno, ci sarà da rifondare.
        Detto questo vanno sempre considerati i potenziali in campo.

      • Tengo il punto sul fatto che giocar bene aiuti a vincere.

        Sul Napoli e sugli obbiettivi ci sono due discorsi da fare, la Juve è la Juve e deve giocare per vincere tutto, sempre, poi se ci riesce tutti contenti se non ci riesce onore agli avversari. Conte questo lo aveva dimenticato….

        Il Napoli ha di fatto rinunciato al resto, giocando per onor di firma, la cartina al tornasole è l’intervista di un suo giocatore che dice apertamente “è da luglio che ci alleniamo per lo scudetto”. In caso di sconfitta non vedo futuro per questa squadra, in caso di vittoria difficile che apra ad altri più ampi orizzonti. Il Napoli ha una rosa effettivamente ridotta in numero ed in qualità. Non condivido affatto il non onorare le competizioni per favorirne una soltanto. E’ in fondo una mancanza di rispetto.

  2. La Lazio qursta volta se n’è lavata le mani e non ha aiutato la Juve, peccato. Temo che il sorpasso se avverrà sara lo scontro diretto contro il Napoli.

    • Alessandro Magno

      abbastanza inspiegabile il crollo nel secondo tempo qualcuno mi dice che la lazio ha gia di queti alti e bassi da un poco di giornate tanto che ha perso pure contro il milan. certo con noi a inizio stagione erano belli pimpanti

      • Andrea (the original)

        Partite diverse: noi siamo andati un vantaggio e dominavamo ma poi ci siamo messi in gestione e mentalmente li abbiamo rianimati.

        Il Napoli stava soccombendo di brutto, ha trovato un pari casuale che ha minato le loro certezze.

        Credo che la Lazio sia ancora debole nella testa per quanto forte negli uomini. Se la spaventi la metti sotto, se la tieni in partita ti mette sotto.

    • Andrea (the original)

      Guardo il calendario e dico che sarà dura restare lì fino allo scontro diretto che d’altronde sin qui, nonostante lo abbiamo vinto non ha cambiato le cose.
      Per me si decide nelle prossime 3. Calendario tutto a loro favore: se restiamo a 1 punto allora si può fare.

  3. ALESSANDRO-ANDREA-LUNA

    Visto che si ripetono le stesse cose gia dette, ripeto anche le mie.

    La partita del San Paolo mi ha dato queste impressioni ( premetto che la vittoria napoletana è stata legittima): Nel primo tempo ho visto una Lazio pimpante (tranne Immobile, il suo cross per il vantaggio non era un cross ma un tiro velleitario in porta), va in vantaggio subito ma non si ferma, infatti poteva raddoppiare più volte, gestiva palloni su palloni e di conseguenza il gioco.

    Una punizione verso la fine del primo tempo con un sposta-pallone di cm tra Koulibaly e Luis Alberto ha dato il la al pareggio napoletano (Callejon in posizione dubbia e non vivisezionata come un dubbio juventino).

    Tutti a prendere un the caldo.

    Incomincia il secondo tempo e, pronti via, Wallace omaggia con una autorete la gia bravura del Napoli, subito dopo tiro di Rui da quasi 30 mt e deviazione involontaria di Zielinski danno il goal sicurezza al Napoli.

    Quindi, concludo, la bravura viene aiutata e grazie ar ca’ che in difficoltà, malamente in difficoltà ne esci fuori.

    Scusate se sono stato ripetitivo.

  4. Non voglio commentare sul campionato perché andrà come deve o come vogliono debba andare. Ne ho piene le tasche di tutte queste polemiche e quasi quasi spero lo vincano loro così per trent’anni saremo tranquilli. Per quanto riguarda martedì penso che l’errore più grosso che potrebbe fare la Juve è giocare al loro ritmo. Questa è la partita dove cercare di abbassare il ritmo può permettere alla Juve di avere chances concrete di passare il turno. Giocare sotto ritmo sia a Torino che a Wembley. Il Tottenham l’ho visto giocare e se ti prende in velocità diventa difficile arginarli.

    • Bravo.
      A meno che non riesci a schiacciarli nella loro area senza farli uscire ma non abbiamo i giocatori con queste caratteristiche e la forza di un allenatore come dice allegri è quella di far meno danni possibili.
      In conclusione provare a mettere in campo la squadra migliore con i giocatori con le caratteristiche più adatte sia per difendersi dall’avversario di turno che per fargli male in attacco.

  5. Alessandro condivido tutto tranne un punto.
    Non credo che il Napoli si sia fatto buttare fuori apposta da Champions e coppa Italia.
    Prima di tutto per il danno economico non da poco.
    Poi perché se lo fosse ti stai giocando tutto sul campionato dove la rivale numero uno è la Juventus e ho detto tutto.
    Se lo vinci bene na se non ci riesci vai poi a consolare i tifosi partenopei con il bel gioco che poi al napoli non vedo fare da almeno una quindicina di giornate ed è proprio per questo che è ancora in testa.
    Meno fronzoli e più sostanza.
    Per le eliminazioni credo semplicemente che quest’anno non erano all’altezza come non lo eravamo noi nell’ultimo anno di conte.

  6. JUVE A CONFRONTO

    Potrebbe succedere come il campionato 1975-76, campionato in mezzo a due scudetti, uno l’anno prima e l’altro l’anno successivo insieme alla prima Coppa Uefa vinta.

    Premetto che il campionato di cui sopra lo vinse il Toro…quest’anno il Napoli ?

    La stagione comincia con la Juve ormai condannata a vincere, che Parola guida come sa fare, sempre rincagnato spezza il pane del calcio con i cronisti, che a Torino accerchiano la Juventus di ogni attenzione, ma anche il Torino in questi momenti.

    Intanto la Juve, cioè Boniperti, ha continuato a lavorare , col suo alter ego Giuliano,in modo confacente ad una società di calcio che non fa pazzie, che ha archiviato il mecenatismo, che si amministra senza perdere di vistail bilancio…Boniperti ha il senso del risparmio, è il salvadanaio degli Agnelli.

    Per l’acquisto di Marco Tardelli ha un po’ penato, poi è riuscito a precedere il solito Ivanoe Fraizzoli, anche lui mai persuaso di dover spendere soldi, e lo ha ottenuto per 900 milioni.

    La stagione comincia ed è subito Coppa Campioni, la Juve non va oltre gli ottavi.
    La Juve è in grado di riscattarsi in campionato, che vive da protagonista…sembra destinata a rivincerlo.

    E’ fatta, 5 punti avanti, ma no che non è fatta.

    Intanto il Cesena, allenato da Maciste Bolchi, e la Juve, mancato il secondo goal con uno stranito Roberto Bettega, si lascia sorprendere da due reti di Bertarelli che infilzano prima Zoff che Spinosi.
    La verità è che la squadra aveva mollato, era cotta. Sette giorni dopo andava a perdere il derby anche per colpa di un petardo che dalla curva Filadelfia centrò Giaguaro Castellini e, ormai svuotata si lasciava sconfiggere a San Siro dall’inter.

    In tre domeniche il Torino, intanto sempre vittorioso, aveva operato il sorpasso.

    Primo Torino con 45 punti e seconda la Juve con 43 punti.

    Potrebbe esserci una similitudine con questo campionato ?

    Ovviamente tra Napoli e Juventus.

    Buona serata.

  7. E stasera?

    Mah! Tutta da vedere.

    Gli inglesi quest’anno ne hanno mandate 5 agli ottavi segno di un calcio non so se più o meno o quanto avanti, di sicuro efficace.
    Calcio efficace, ma anche spettacolare, e questo lo dicono i dati di ascolto e le cifre degli sponsor.

    Il Tottenham è una squadra inglese, abbastanza poco inglese, che ama ragionare più di altre, il confronto con loro non può che essere affascinante.

    Di loro non temo nulla, i nostri giocatori sono più forti. Purtroppo il più forte è infortunato, ma Bernardeschi e Douglas sapranno dire la loro.

    Il mio unico dubbio è Allegri.

    Come affronterà la gara?

    Con quale formazione?

    Vero che in questi anni come ben dice Benedetto, negli scontri diretti quasi mai ha sbagliato, ma nessuno mi leva dalla testa che il punto, l’anello debole della squadra è oggi secondo me il mister e di lui non mi fido.

    Mi immagino una Juve passiva, dedita a fermare ogni iniziativa dell’avversario, con un mediano in più ed un Higuain isolato in avanti a far da boa in quei rari momenti in cui gli inglesi prenderanno un po’ di respiro, nella speranza di fare quel gol che ci darebbe un percento in più di superare il turno.

    1 a 0 si non di più.

    Il resto sarà una resistenza alla Fort Apache

    • Ovvio che l’anello debole è il mister.
      Lo dice lui stesso quando afferma che deve cercare di far meno danni possibili ma questo vale per tutti i mister tranne Sarri Spalletti e guardiola mi pare ovvio.

      • Guarda che penso onestamente che il ruolo di un allenatore nel calcio d’oggi si sia evoluto e non credo sia più attuale la figura che l’allenatore più bravo è quello che fa meno danni.

        Abbiamo visto squadre completamente cambiate al cambio di allenatori. L’ultimo cambio incredibile in ordine di tempo quello tra Montella e Gattuso. Lo stesso Milan, gli stessi giocatori, due squadre completamente diverse.

        No no, su Allegri penso sia realmente il punto debole della squadra.

        Se vedo infatti la formazione titolare vedo Buffon, n°1 al mondo.
        Vedo Barzagli Chiellini Benathia ed AlexSandro in difesa, mica pizza e fichi, una delle migliori difese a livello europeo, quindi mondiale.
        A centrocampo c’è Pjanic con Khedira (campione del Mondo) mentre in attacco Higuain e Dybala con Duglas Costa e Bernardeschi in panchina.

        Insomma se penso ad un allenatore per una squadra di tal livello la mia mente vola a Guardiola, oppure fuor di rima a qualcuno che la coppa l’ha già vinta.

        In parole povere, abbiamo più di un fuoriclasse e molti campioni, serve un ultimo balzello in più, difficile a questo livello trovare il fuoriclasse capace di fartelo fare, si Messi però…..

        A questo punto punterei su un allenatore di livello che abbia già vinto la coppa in un recente passato.

        Lasciando stare Ancelotti e Mou naturalmente.

        Ciao

        PS
        poi so già che tu mi chiedi chi ed io ti potrei rispondere che due anni fa Guardiola era arruolabile, e forse tra un paio di mesi anche Zidane potrebbe esserlo.

        • Non ti chiedo chi.
          Non voglio metterti in difficoltà 😜
          Però sarà un caso ma il Milan è migliorato quando è passato da un allenatore che cercava solo il gioco estetico ad uno che cerca equilibrio e bada al sodo.
          Da juventino preferivo il Milan di prima 😜

  8. Andrea (the original)concordo pienamente con te e con Luca967 la ex Seri A se non arrivano gli spagnoli con 960 Ml di euro, oggi saremmo qui a piangere perché i ricavi TV si sarebbero dimezzati poi vediamo come trattieni i campioni!? Caro Alessandro quello che hai detto sul gioco della Juve è vero storicamente funziona così, io ci metterei pure la prima JUve di Conte.
    La proprietà Juve da sempre pensa solo a vincere in Italia, ma questo non basta più si pensi solo che le retrocesse Inglesi prendono più soldi della Juventus Campione D’Italia! Allegri dia uno straccio di gioco perché caro Alessandro se non vuoi che si diventi come l’Ajax in europa che per campare deve vendere sempre i suoi campioni bisogna cambiare ma di brutto, io credo di essermi spiegato bene, spero altresi che voi abbiate compreso che questo modo di ragionare porta dritti nella tomba mediatica ed economica.

    • Alessandro Magno

      Francesco ti sei spiegato ma il tuo ragionamento è in ogni caso sbagliato. Come abbiamo il napoli che gioca il piu bel calcio delm universo e nel mondo non frega lo stesso a nessuno di vederlo? E stai sereno che fra tutte le italiane quella che è piu seguita di tutte all estero è proprio la iuve. Scommettiamo che senza la juve non solo il pacchetto non satebbe arrivato a 960 milioni ma proprio il restante calcio italiano non interessava proprio? Quindi spesso vi lanciate in alchimie e congetture tutte da verificare.

      • Alessandro Magno

        Cioè in Cina dsnno 20 milioni l anno a Pellè per cui secondo questo ragionamento Pellè e un fenomeno e Higuain è una pippa.

    • Andrea (the original)

      Io fatico ad associare il gioco della Juve e l’appeal del nostro campionato, intanto perché il nostro campionato da un paio di stagioni vede squadre più coraggiose e portate al gioco (Napoli, Atalanta, Lazio in primis) e poi perché prima della Juve il nostro paese sconta un gap manageriale ai vertici.
      Guarda cosa succede in Lega..è questione di mentalità, quella stessa mentalità per cui le nostre Imprese sono anni luce indietro in tanti settori.
      Si guarda l’orticello, comandano i Lotito, buoni per i salotti di Roma, non per veicolare business.

      Diciamo che la Juve deve giocar bene per sfruttare le potenzialità, rispondere alla crescita dei competitors anche nazionali e continuare a crescere, perché nessuna posizione dominante è inscalfibile se ci si arrocca su posizioni precostituite.

  9. Caro Benny io penso che nel secondo tempo la Lazio ha mollato dopo quel 3-1 che non era assolutamente prevedibile. Ovviamente rimane una mia lettura della partita perché io penso non si possa stravolgere un gioco tra primo e secondo tempo. Anche la Juve di Cardiff crollò nel secondo tempo, in quel caso giocarono a nostro sfavore le due menomazioni e La Rosa ristretta che avevamo a disposizione.

  10. Caro Alessandro la Juve deve cominciare a giocare a calcio, senza se e senza ma! Perché la tua miopia, prende il Napoli come punto di rifirimento i miei sono Barca, Real, Bayer ecc. ecc. e con loro che noi ci confrontiamo io non tifo Napoli non mi piace il loro vittimismo, il loro odio ingiustificato verso di noi con Sarri come persona non prenderei nemmeno un caffé, ma detto ciò rimane che il Napoli con una rosa con pochi campioni e senza riserve vere grazie al suo gioco riesce a fare quello che fà.
    Anche l’Atletico Madrid di Simeone gioca da schifo o lo squadre di Mou ma nessuno si sogna di prenderle come modello, perché non insegnano calcio e non esaltano nessuno, in difesa di Allegri va detto che rispetto ai 2 da me citati, lui è corretto e simpatico. Io non sono contro nessuno vorrei che lo sport fosse sport tu credi che io dica stupidate? Bene tu sei ancora giovane quindi vedrai la super lega europea, allora solo allora capirai oggi godetvi l’orticello di casa che vale come la B inglese o spagnola, dove una domenica si e 1 no,scriveremo “la Juve più brutta della stagione”.
    La storia (NON IO) dice che la Juve in Coppa ha vinto 2* finali su 9 un motivo ci sarà?! Ho diventiamo come I Napoletani,Romani,Interisti e Fiorentini che la colpa è del palazzo, della sfiga, del tempo, della moglie dell’arbitro che l’ha fatto becco o altre amenità del genere.
    Chiudo dicendo che molto di quello che scrivi lo condivido, se ti metti a fare l’ultrà meno, anzi per niente. Buona Juve a tutti.

    • Alessandro Magno

      Francesco io non ho mai detto e mai mi sognerei di dirlo che tu scrivi stupidate. Ho detto che è inesatto dire che il calcio italiano si vende poco all estero perche la juve gioca male perche questa è una tua idea non suffragata da prove la juve poteebbe mettersi a giocare bene e il campionato italiano avere lo stesso poco fascino tutto qui. Lo stesso dicasi per il giocare bene in europa mourino ha vinto 2 champions facendo catenaccio nessuno ti assicura che la tua ricetta è quella giusta perche vincere dipende da molti fattori altrimenti city e psg avrebbero gia delle champions invece non le hanno. Guarda che io concordo con te che il nostro punto di riferimento devono esser le squadre che ci sono superiori ma sinceramente il napoli non lo invidio per mulla perche voi non vedete che quando il napoli ha giocato male ed è successo lo hanno buttato fuori dalla champion e dalla coppa italia

  11. I MIEI DUBBI

    “Eravamo in ritiro a Soccavo ma né il sabato né prima della partita si era visto Maradona. Ci chiedevamo tutti dove fosse. Era l’una, si giocava alle 14.30 e non sapevamo nulla. Si doveva dare la formazione e Bigon la fece senza Maradona. Diego si presentò alle 13.30, Bigon sbiancò. Fu sacrificato Zola e lui giocò… C’era un imbarazzo tremendo”.
    Lo ha raccontato, ieri sera al Club di Caressa, Andrea Carnevale di Monte San Biagio.

    Un giocatore, forte come Maradona o Messi e Ronaldo oggi…se non si allenassero o facessero bagordi fino a tarda notte e presentarsi allo stadio un’ora prima della partita dopo che era stato a letto fino a mezzogiorno…no ditemi voi se poteva fare quello che faceva in campo senza l’aiuto di droghe…no, perché, qualcuno dice che la cocaina non è dopante.

    Saluti.

  12. Ho sentito pure io quella storia di Carnevale Andrea ( metto pure io il nome perché in questo periodo si sarebbe potuto pensare fosse uno scherzo di carnevale) ma caro Barone non era la droga a far giocare meglio Maradona. Ho invece idea che la coca su uno sportivo sia più deleteria che utile. Non velocizza ed irrobustisce dando più tono ai muscoli del fisico ma eccita e scatena il sistema nervoso del cervello. In sostanza quel tipo di droga ti rende momentaneamente più geniale e magari ti dovrebbe permettere di essere più resistente agli sforzi fisici ma se sei scarso con il pallone rimani scarso, non diventi superman o Maradona nella fattispecie.

  13. Vorrei far presente che il Thottenam ha vinto il suo girone di Champions dove era presente il Real Madrid che si è classe ficato secondo, nei due confronti diretti l’andata a Madrid si è chiusa col risultato. di 1-1 ed il ritorno con la vittoria del Tottenham per 3-1. Quindi Voglio sottolineare che il confronto è difficile e bisogna considerare qualsiasi possibilità nel passaggio del turno.

    • Perchè Beppe pensi che qualcuno non si sia reso conto che la squadra inglese sia forte? In questi confronti la percentuale è sempre del 50% di passare il turno, percentuale che può salire o scendere dopo il primo incontro. Personalmente sono molto curioso di capire ( visto che non incontriamo da qualche anno squadre inglesi) quale sia il livello della Juve perchè in campo internazionale pur essendo arrivati 2 volte in finale negli ultimi 3 la nostra squadra si comporta in un modo altalenante. O partite strepitose o da farci cadere le braccia come il secondo tempo di Cardiff. Si parla molto di Allegri che pur essendo criticato è in competizione su tutti i fronti, ma il gioco della Juve non è a trazione anteriore con una difesa imperforabile, al contrario è a trazione posteriore e molto diesel ( per tenere un gergo automobilistico) , nel senso che è lentina nell’esprimere il proprio gioco. Vediamo un pò se vorrà essere camaleontica o se vorrà imporre la propria superiorità tecnica ( perchè credo che individualmente ci sia qualcosa in più) .

  14. andrea (the original)

    Io mi auguro, almeno per una volta (o a partire da questa volta) che la Juve scenda in campo per fare la partita.
    Le grandi squadre, aldilà dei risultati tipo scudetti vinti o finali perse che non aggiungono o tolgono alla forza oggettiva della squadra, incutono timore all’avversario, specie quelli privi di grande curriculum.

    Il Tottenham è fortissimo, sottovalutato rispetto al valore, ma una Juve che fa 2 finali in 3 anni dovrebbe essere la squadra che va in campo per impaurire l’avversario e far pesare i risultati ottenuti.
    Le grandi squadre, quelle che hanno ottenuto risultati, fanno questo: mettono dentro i giocatori tecnici e fanno la partita, senza peraltro prendere vagonate di reti..non mi risulta che Barcellona, Bayern ecc subiscano così tanti gol a causa dell’assetto offensivo. Lo stesso Napoli, che pure grande non è, subisce gli stessi gol della Juve.

    Diversamente, puoi anche fare 2 finali in 3 anni, ma per l’avversario resti una squadra battibile, che ha paura di tutti.

    • Sposo in pieno il tuo post, aggiungo un PS: per Alessandro io desidero che la Juve giochi a pallone per aumentare le finali vinte in coppa Campioni e avere un Brand forte a livello mondiale, altrimenti non possiamo aumentare il nostro fatturato al livello delle grandi d’europa concordo con te che la Serie A è la nostra zavorra e che la Juve che tutti attaccano tieni impiedi economicamente questo campionato. Il Real per ogni amichevole percepisce 2,5 milioni di euro oltre al merchandising, con le sole magliette vendute paga i calciatori più costosi., pensate che tutto questo lo fà con i soli tifosi in spagna? Non credo propio ma leggete anche articoli di finanza legata al calcio non solo tuttosport, buona Juve a tutti.

  15. Pochettino ha appena detto che il loro sogno è diventare come la Juventus.
    Pochettino ma perché vuoi far giocare male il tuo Tottenham come noi?🤣🤣🤣🤣🤩
    Mica scemo il tipo.

  16. No Pocchettino non è scemo ma opportunista e non ha bruciato i neuroni, non si sa mai che oggi domani, mi chiamano a Torino tanto anche se va al Real più di 2/3 anni max in panca nessuno li fa Zidane docet. Ma questo che vuol dire che la Juve gioca bene o raggiungerà a breve il monte ingaggi di Barca, Real, Manchester U. e City? cico69 vedrai che la sveglia suonerà anche per te.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia