Eroi a Wembley

 

Articolo di Alessandro Magno

Una partita che fa perdere 10 anni di vita. La Juve si qualifica in Champions per la prima volta nella sua storia dopo un 2-2 in casa e vince per la prima volta a Londra dove non aveva mai vinto. Sono piccole statistiche ma rendono l’idea delll’impresa fatta. Aggiungiamo per completezza che in 30 occasioni che si è verificato un 2-2 in turni a eliminazioni diretta in questa competizione, questo è solo la sesta volta che la squadra che ha preso i 2 gol in casa poi si qualifica in trasferta e di queste sei volte è la seconda di un Italiana. L’unico precedente era un Milan – Bayern Monaco 2-2 e poi 2-0 a Monaco di Baviera. Che c’è da dire sulla partita? Un primo tempo giocato veramente male con i fumi del ”calcolatorismo italico” a offuscare le menti. Diciamolo chiaro la sensazione è stata quella che si era venuti per fare difesa e contropiede e segnare l’1-0 di rapina e difenderlo strenuamente. Niente di piu’ sbagliato in Coppa dei Campioni. Questo atteggiamento nel 2018 all’estero non premia piu’. Poteva andare bene negli anni 60 e c’è stata qualche eccezione in tempi moderni vedi Mourinho con l’Inter o Di Matteo con il Chelsea. Fra l’altro eccezioni appunto, ma coadiuvate da un “culo” incredibile in ogni possibile situazione immaginabile. Perdonatemi se mi lascio andare a qualche licenza poetica ma sono stremato neanche avessi giocato io. Ho perso 10 kg mi dovro’ rifare il guardaroba. Fra l’altro sullo 0-0 ci viene negato un rigore clamoroso da un arbitro indecente. Arbitro che nel finale al 90mo su un palo colpito dal Tottenham non vedrà un fuorigioco di un metro abbondante. Una terna arbitrale da quarta serie mandata ad arbitrare una partita difficilissima e per noi delicatissima. Abbiamo dovuto battere pure l’arbitro.

La reazione che si è avuta alla fine sembra quasi dovuta al fatto che il loro gol ci abbia tolto i fantasmi dalla testa e sbloccato definitivamente. Tanto a quel punto anche un loro eventuale 2-0 non cambiava di molto la situazione . Sia con l’1-0 che con il 2-0 noi si doveva fare 2 gol. E combinazione guarda subito dopo il loro gol mettiamo il naso fuori e abbiamo subito due occasioni una con Pjanic e l’altra con Sandro. Fino a quel momento pare che giocasse solo Douglas Costa. Nel secondo tempo è un altra Juve si è detto. Menomale. La Juve perso per perso attacca e il Tottenham si scopre per quello che effettivamente è una squadra di merda con 4 buoni attaccanti e tanta voglia, fra l’altro un Sudcoreano uno Svedese uno naturalizzato Nigeriano che voglio dire ma noi possiamo noi la Juve avere paura di questa gente? In ogni caso oltre a questi 4 davanti il Tottenham dal centrocampo in giù è il nulla assoluto e la difesa è forse leggermente migliore di quella del Benevento. In effetti come si attacca fioccano le azioni da gol tanto che si riesce a fare 2 gol in scioltezza in pochissimi minuti ma veramente quasi senza colpo ferire. Va detto che se Allegri ancora non riesce a dare una mentalità offensiva a questa squadra in Europa dove maggiormente serve, per lo meno le partite tatticamente le legge molto bene. La sostituzione di Matuidi e Benatia con lo spostamento in mezzo di Barzagli e l’ingresso dei 2 terzini Lichtsteiner e Asamoah stravolge i piani del Tottenham e cambia l’inerzia della partita.

Poi 2-1 per noi al solito invece di infierire perchè si puo’ fare tranquillamente il 3 e chiuderla definitivamente si sceglie nuovamente di amministrare e torna la sofferenza. Per fortuna a quel punto la squadra ci crede e tutti difendono bene. A quel punto vengono fuori gli eroi e ci puo’ anche stare anche se si soffre parecchio. Tra una cosa e un altra il gol del raddoppio lo facciamo al 67mo manca ancora 25 minuti che non sono poi pochisimi. Va detto che per il Tottenham che non si aspettava questo 1/2 la mazzata è tremenda e fra che si organizzano e fra che reagiscano il tempo scorre e di sofferenza vera e propria ci sono solo gli ultimi 6/7 minuti quando pero’ è davvero un assedio. Resta la bella impresa. Resta la goduria. Certo se la Juve vuol crescere a livello Europeo queste squadre come il Tottenham se le deve mangiare a colazione. Non esiste che la quarta/quinta in Inghilterra metta in così grande difficoltà la prima/seconda italiana. Non esiste che il Tottenham giochi contro di noi senza paura. Noi siamo la Juve e loro sono nessuno. In Europa non hanno mai vinto nulla e in Inghilterra non vincono nulla da trentanni. Su questo bisogna lavorare perchè io non mi accontento di godere di queste belle serate. Io la coppa la voglio rivencere.

  1. andrea (the original)

    Quoto, parola per parola.

  2. andrea (the original)

    O ragazzi, lo ha scritto anche Benedetto, so che la stessa Cinzia auspica qualcosa del genere.
    Dunque non sono o non siamo noi utenti gli unici folli, incontentabili, indegni di tifare Juve.

    La tifiamo, appunto e vorremmo vederla migliorare.

    • Alessandro Magno

      Cerco di esser obiettivo.
      Mi pare evidente che c’è una juve migliore in campionsto rispetto alla coppa.

      Al netto degli infortuni e della caratura degli avversari la sensazione mia è che ció che basta per il campionato per la coppa non è ancora sufficiente

  3. L ultima che hai detto…….io la coppa la voglio rivincere…e sarebbe anche arrivato il momento…

  4. Ieri sera è venuto mio padre a vederla a casa mia, appena ha segnato Dybala mi chiede di dargli un limoncello, lo guardo e gli dico: <>
    Poi sul palo di Keane mi sono trovato sdraiato a pelle di leone in salotto.
    …come Benedetto ho sofferto pesantemente, ma solo dal goal di Higuain in avanti.
    Serata strana, ma ce la siamo vissuta, goduta e ne avremo altre… noi che tifiamo Juventus!

  5. Alessandro non dimenticherei che nel girone di Champions, il Tottenham si è classificato primo relegando al secondo posto il Real Madrid dopo aver pareggiato 1-1 a Madrid e vinto 3-1a Londra.

    • Alessandro Magno

      Vero ma pure l anno scorso il Real passo secondo e poi vinse la champions. Il tottenham è una buona squadra ma devono esser loro a cacarsi sotto a pescare la Juve non viceversa. Il mostro rispetto che vale per tutte non deve scadere nella paura. Siamo o non siamo i vice campioni d Europa?

      • Certo ma molto incerottati e poco fortunati a Torino con la mezza papera di Buffon ed il rigore del 3-1 sbattuto sulla traversa che avrebbe dato un risvolto diverso alla ripresa.
        Il fatto della paura non esiste solo gli organi di informazione hanno speculato sul fatto della difficoltà del passaggio del turno citando dati statistici che sono tali per essere poi smentiti come è stato.

  6. INTANTO E’ ANDATA

    Massimiliano Allegri può tirare un sospiro di sollievo.
    Forse insperato, al 45esimo.
    La Juventus è ai quarti di finale di Champions League grazie all’1-2 in casa del Tottenham.
    “Dobbiamo fare i complimenti a tutti per quello che i ragazzi stanno facendo da anni.
    Vincere a Wembley non era semplice, anche per come si era messa la partita – ha esordito il tecnico bianconero ai microfoni di Premium Sport -.
    Ma la squadra è stata paziente, ha aspettato il momento buono e poi in dieci minuti ha ribaltato la gara.
    Credo che anche vedendo l’andata sia un qualificazione meritata.
    Non è stato semplice però, nel primo tempo abbiamo sofferto su palle perse dove loro erano micidiali nel ripartire.
    Dovevamo stare più corti ma ci sono anche gli avversari, il Tottenham ha grande qualità e credo che i ragazzi abbiano fatto una bella impresa.
    Sarà una coincidenza, ma la Juve ha ribaltato la gara subito dopo l’ingresso in campo di Lichtsteiner e Asamoah. “Hanno cambiato la gara?
    Ho cambiato perché avevamo bisogno di giocatori diversi e a sinistra ho alzato Alex Sandro con Asamoah dietro, che è un giocatore straordinario e sottovalutato per quello che ha fatto in carriera – ha spiegato Allegri -.
    Anche Lichtsteiner è stato bravo, ha fatto l’assist insieme a Khedira e la squadra ha avuto più ampiezza.
    Abbiamo fatto bene, Higuain era fermo da un po’, Dybala è rientrato sabato, ora dobbiamo recuperare gli altri perché le prossime tre gare varranno molto per il campionato.
    All’andata sono stato criticato, ora elogiato per i cambi? Le partite le vincono i giocatori che stanno facendo un’annata straordinaria e sono fiero di allenarli.

    Io faccio dei danni e ogni tanto cerco di rimediare”.

    Buona giornata.

  7. Secondo me è proprio completamente diverso il discorso.
    La Juve ha passato il turno, perchè ha rispettato il Thotteman.
    Il Thottenam non è un squadra di m…., ma un’ottima squadra, che sta facendo un percorso di crescita – erano 17 partite che non perdeva…. ha solo problemi difensivi… come la posizione del terzino destro sul goal di Dybala.
    Vedere a conferma risultati nel girone di qualificazione, come scrive Judoc.
    Il Thottenam se avesse avuto paura della Juve si sarebbe difeso basso e per noi sarebbe stato un problema grosso, il nostro vantaggio è stato che non avevano paura…
    Allegri ha già dato una mentalità europea alla squadra, da tempo, e sicuramente penso e credo meglio di come avrebbe potuto fare Conte.
    In Europa, specialmente nelle finali, quando hai l’occasione non puoi e non devi sbagliare.
    Real e Barcellona, nella partita secca attualmente ci sono superiori, ma se le affrontiamo prima, ce la giochiamo su andata e ritorno, per questo spero in quarti e semifinali con le due spagnole.
    Ma tutte le squadre vanno rispettate e temute, solo così, puoi ambire a certi traquardi.
    Poi tutte le partite vanno giocate sul campo, a parole si ottengono sempre migliori performance…
    Allegri the Top.

  8. PORCA MISERIA

    Amico mio, lungi da me e mai mi sentirai dire chi è più tifoso o meno gli uni dagli altri…io sono sempre l’ultimo dei tifosi Juventini, prima di me tutti gli altri.

    Soprassediamo ai precedenti di Allegri e/o alle partite disputate prima di ieri sera.

    Analizziamo con calma la partita e poi facciamo gli elogi o i rimproveri al tecnico…ai ragazzi no perché loro hanno dato l’anima come sempre…chi è più bravo e chi è meno bravo ma danno tutti l’anima.

    De Sciglio non si era ripreso (?), diciamo che non poteva essere della partita… Che avresti fatto: partivi con Linch subito e poi facevi entrare Barza ?

    La mossa fatta, per me è stata eccezionale…ha sistemato il centro con Barzagli ( ma stava bene anche prima con Benatia) e sistemato la destra con lo svizzero bello fresco e pimpante ( come di solito fa per un tempo ogni volta che parte dall’inizio)…Fuori Matuidi e dentro Asamoah (aiuto e mo che succede?)…sposta Alex Sandro più avanti e Asa a protezione…solo con queste due cambi ha mandato in tilt Pochettino ( non un pochettino ma tanto tanto).

    E chi ci dice che se fosse stato idoneo Cuadrado lo avrebbe messo a quattro dietro ?

    Se ci mettiamo che il Tottenham non perdeva da 17 partite, in Champions fino a ieri sera non aveva mai perso: Col Borussia ha vinto sia in Germania che in casa, con l’Apoel doppio tre a zero, con il mitico Real 1-1 a Madrid e 3-1 in casa…con la Juve ha pareggiato a Torino, a Wembey che mai prima di ieri sera avevamo mai vinto…insomma, un bravi a tutti i ragazzi e un Grazie Allegri…prima che va via, lo vogliamo dire o no ?

    No, perché leggo anche che, a parte del culo di cui tu parli …ed è questo quello che mi da maggiormente fastidio…dicevo che leggevo da qualche parte che i meriti sono stati dei portafortuna: vedi chi ha visto la partita allo specchio, chi in un club, chi insieme a tizio che porta bene…insomma, i meriti di tutti tranne che di Allegri.

    Un abbraccione.

    • Andrea (the original)

      Amico mio è difficile parlare della singola partita perché un alibi si trova sempre e perché se fosse 1 partita non sarebbe un problema.
      Comunque: io Licht dall’inizio e poi si vede; si attacca dal primo minuto o si riparte non bassi.
      Il Tottenham è una buona squadra, lo pensavo al momento del sorteggio. Vista nel doppio confronto concordo con Benny, 3/4 giocatori buoni..il resto lo fa il gioco ma complessivamente modesto, tanto da prendere 4 gol nei soli 15 minuti in cui la Juve fa qualcosa.
      Sì lo so che arrivava con il credito maturato nel girone ma ho idea che il Real ormai si impegni solo nelle partite che contano e quelle non lo erano. Tanto con i criteri del tabellone ormai se arrivi primo o secondo corri comunque il rischio di beccare uno squadrone.

      Un abbraccio a te.

  9. Non lo so come definire la partita di ieri sera.
    Primo tempo guardato con tanta rassegnazione. Stavo vedendo una delle più brutte partite della Juve.
    E al quel punto speravo finisse presto quell’agonia.
    Poi c ha pensato il Pipita. E da lì altro che 10 kg.
    Ecco una cosa chiederei ad Allegri e alla Juve. Fatemi soffrire meno.
    Sul palo di Kane ho rivisto i fantasmi di Monaco di Baviera.
    Ma su quel palo ,miei cari, è girata la storia della Juve in Champions.
    Su quel palo la Juve ha vinto la Champions quest’anno.
    Vi ricordate Milla all 87esimo di Juve Real Madrid del 96?
    Fino alla fine………….

  10. Benedetto

    ho visto la stessa partita.

    Sui voti alla luce della formazione errata nei primi 50 min ed ai cambi che portano ad un normalissimo, quanto efficace 442 ritengo che Allegri meriti la sufficienza.

    Chiudo con le parole di Chiellini

    Sicuramente dobbiamo giocare meglio per la squadra che siamo, non siamo ciechi e sappiamo che non ci basta solo il risultato. Però questo gruppo ha tanto e quando non ci arriva col gioco ci arriva in altri modi. Vogliamo continuare il nostro sogno e siamo tosti da battere per tutti».

    Direi che “la juve gioca male” sia ormai sdoganato.

    Ciao.

    • Ops…

      che Allegri non meriti la sufficienza

      naturalmente

    • Luigi (Sa)

      Le partite durano 90-95 minuti. Questa juve, soprattutto in campo Europeo, dura in media dai 10 minuti al quarto d’ora. Tutto il resto del tempo è difesa a spazzare l’area col coltello tra i denti. Per cui quando si vince si gioisce ovviamente, ma solo dopo che il cuore ha finito di ballonzolare nella cassa toracica! L’entusiasmo, invece,lasciamolo stare, perché è tutt’altra storia … e questa Juve -ormai è assodato- non ce lo può dare.

      Ciao.

      • JuiceKaboose

        Caro Luigi,
        l’aspetto atletico è allarmante, eppure ogni anno ci viene “venduta” la promessa che “correremo a marzo”… Sul gioco/emozioni (positive) abbiamo detto tutto ormai. Finché vinciamo, tutti contenti (chi più, chi meno). Io, meno 🙁

        Abbracci

        • JuiceKaboose

          per meglio sintetizzare il lato animico da tifoso da divano, questa la mia “heat-map” (ogni faccina rappresenta 10 minuti):

          😯 😳 😮 😕 😡 😥 😛 (gol) 😮 😕

      • Luigi (Sa)

        Belle le faccine umorali, Maurizio.
        Infatti : Minuto di silenzio (😗); Inizio 1^ tempo (😎); Dopo un quarto d’ora (😡); Al 30^(☹️); Fine tempo (😞); Inizio secondo tempo (🤤); Prosieguo (😭); I nostri famosi 5 minuti (😳); Fine gara (🙃); Fine gara dopo 10 minuti (😅)

  11. Giuseppe Però (Svizzera)

    Amici zebrati d’oltre Gottardo
    Credo sia una delle poche volte che la dea bendata si sia ricordata di noi vittime predestinate della Champions.
    Certo il Penalty non assegnatoci, i tanti infortuni, Higuain e Dybala non ancora al massimo, sono lo spettro inguardabile del primo tempo. Tutti danno merito ad Allegri per il cambio azzeccato…credo non avesse altre scelte. Ciò che mi lascia allibito è, che continua a preferire Buffon (ex numero 1) a Sczesny, uno dei più forti in circolazione. Da ex portiere, noto da sempre le uscite da brivido su palle alte ieri compreso. Sarebbe ora che la prassi dei meriti alla carriera venisse abolita e far posto ai migliori. Chi ancora consiglia a Buffon di continuare è un nostalgico e romantico. Resterà sempre uno dei più forti della storia, ma il tempo passa inesorabile anche per lui.
    Sempre e comunque Forza Juve!

    Un saluto BIANCONERO a voi tutti da oltre San Gottardo

    • Ciao Beppe, sempre un piacere leggerti e le tue chicche sempre molto illuminanti. Penso che questo sarà l’ultimo anno di Buffon e speriamo che possa finire, finalmente alla grande. Tutto sommato arrivano poche palle nello specchio della porta ed ancora la pezza riesce ancora a metterla. 😀 😀 un abbraccione dal tuo, nostro Salento che ha stravinto pure domenica scorsa

  12. Andrea (the original)

    Sentito Pochettino mi viene da pensare: alla faccia della cultura sportiva del calcio inglese.

    • Luigi (Sa)

      Boh, già il cognome sembra poco inglese … le parole seguono la radice genetica.

      • Andrea (the original)

        Gli avranno detto dall’Italia che quando si perde con la Juve si può dire di tutto e va bene sempre.

    • Ho ascoltato l’intervista in lingua originale, secondo me era più un attestato di stima per la società Juventus e un’indicazione verso la sua dirigenza. I tabloid inglesi non cavalcano minimamente la polemica, lo facciamo solo noi in Italia.

      • andrea (the original)

        In qualsiasi lingua gli attestati di stima si esprimono senza allusioni.

        • Secondo me davvero in questo caso la polemica è più nelle orecchie di chi vuole interpretarla così. Poi ovviamente resta un’opinione mia che rappresenta evidentemente una minoranza.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web