La maestrina dalla penna rossa

scritto da Cinzia Fresia

Questa volta inizio la mia disamina dalla fine: la nota commentatrice di Sky, sig.ra Ilaria D’Amico ha l’ansia della lingua italiana, ricordo, che ci lascio’ basiti un commento da parte sua in riferimento al Tevez, il quale si senti’ dire dopo aver segnato tre gol, ” che e’ cosi bravo … mannaggia sapesse l’italiano” un incubo per noi tifosi, e oggi, volendo essere simpatica a tutti i costi, cosa che le riesce raramente, “esprime una battuta su una parola che Dybala ha usato in spagnolo la sua lingua, perche’ probabilmente in italiano non gli veniva: “companjerismo” Significa senso di cameratismo tra un gruppo, durante la spiegazione sul perche’ ha concesso la possibilita’ ad Higuain di tirare il rigore, poi fallito.
Mai perdere l’occasione di fare “la sig.ra Maestra”, e riservare una bella bacchettata sulledita, ma stasera Paulo poteva parlare in turco, aramaico o altro, che non scalfisce minimamente una prestazione straordinaria, rientrato a pieno titolo dall’infortunio, sta attraversando un autentico stato di grazia.

La protagonista della partita e’ stata la Juventus, dominante in entrambi i tempi, e con Dybala presente e lucido, vero trascinatore della squadra, un gol segnato su punizione un altro su azione e un quasi terzo, incoronano Paulo re di questa giornata di campionato, ancora un po’ coinvolta dal lutto per la morte di Astori.
L’Udinese, a parte il ruolo di rompiscatole, non e’ stato un gran che, solo fisicita’ e tentativi di chiudere gli spazi, i nostri nonostante le recenti prestazioni dure e molto complicate non si sono fatti intimidire e hanno risposto con il talento dei singoli, Dybala e Higuain.

Pochi errori per la Juventus, se non qualcosa da parte di De Sciglio in alcuni passaggi, ma l’unico autentico errore e’ stato il fallimento del rigore.
Quest’anno, per stessa ammissione di Allegri, se ne sono sbagliati un po’, e’ vero che non casca il mondo e che non e’ giusto puntare solo su quello, ma saperli tirare potrebbe diventare utile a togliersi da impicci.

Percio’ Allegri organizzi corsi di recupero su come si tirano i rigori, un po’ di ripasso non fa mai male.
Direi che stasera ci siano stati problemi di comunicazione tra giocatore e allenatore, il “misunderstanding” Dybala e Higuain – Allegri, e sull’uscita di Gonzalo, che pare non fosse intenzione di Allegri cambiarlo in quell’istante.

Tutto sommato anche Mandzukic ha fatto la sua parte, la coppia in attacco principe quando entrambi stanno bene sono i due argentini, ma se Dybala e’ in giornata armonizza con tutti, aiutando la’ dove c’e’ bisogno.
Un problema alla volta, questa Juventus procede con un calendario fitto, gia’ il 14 si svolgera’ il recupero con l’Atalanta, quella partita che potrebbe accompagnarci in vetta al campionato.
L’impresa quasi impossibile, in Champions, ha acceso una lampadina e dato vigore al gruppo, un po’ perso senza i punti di riferimento abituali, e mi riferisco a Dybala e Higuain, il giovane argentino ha dimostrato quanto il suo talento possa essere importante e risolutiva anche di fronte ad una prestazione non delle migliori.
Forza ragazzi .. andiamo avanti cosi.

  1. Andrea (the original)

    Verissimo, la D’Amico è talmente priva di argomenti che il suo egocentrismo è insopportabile.

    Ottima Juve Cinzia, specie perché con il calendario da cui si arrivava e la mentalità al risparmio di Allegri si poteva pensare a un trascinamento lento sperando nel golletto.

    Invece no, la squadra ha proposto gioco, magari al passo a centrocampo ma sempre in modo costruttivo fino a quando la palla arriva davanti e cambia la marcia.
    Anche in vantaggio mai difesa passiva, sarà per questo che non abbiamo mai rischiato?

    A proposito: credo di essere in nutritissima compagnia nel vedere, da inizio anno, la Juve potenzialmemte migliore con il 4-4-2, senza il tappo Mandzukic e con Dybala vicino al Pipita. Proviamo a vederci anche Cuadrado e secondo me ci divertiamo anche in Europa senza perdere consistenza dietro.
    Ti pare?

    I rigori: Higuain come Batistuta e Trezeguet è negato e, visto che non ci possiamo permettere cortesie tra compagni, magari da domani sarà il caso che Allegri rifaccia la gerarchia e indichi Pjanic come rigorista se gioca?

    • La D’Amico da quando,sta con Buffon e’ pure peggiorata, perche siccome non e’ il calcio proprio la sua passione, e per distinguersi dagli altri casca in banalita’ da sbadiglio.
      Detto questo, chi decide nel bene o nel male di tirare i rigori e’ Allegri, il compagneros li facciamo un’altra volta,
      Non siamo all’asilo ..

  2. COMPAGNERISMO

    La D’Amico ha cercato a tutti i costi di mettere in difficoltà Dybala che vistosi incalzato ha spiegato quello che voleva dire con il suo vocabolo in spagnolo…non va per il sottile Condò contro Inzaghi che reclamava il rigore oggi e sabato contro la Juve…il giornalista gli ha fatto notare che sullo 0-0 c’era rigore su Dybala sabato scorso.

    Bella Juve, oggi come ieri e da un po’ di tempo a questa parte , peccato per il rigore sbagliato da Higuain.

    Eppure contro la Juve fu lui a segnare quello decisivo in coppa.
    Insomma, rigorista cercasi, alla Juve capita spesso.
    Non fosse capitato contro il Tottenham si sarebbe sofferto meno.

    Buona serata.

  3. Alessandro Magno

    Conferenza stampa e interviste post partita a Sarri da incubo. Ma dove lo han preso questo troglodita?

    • Benny
      il nervosismo in casa Napoli è alle stelle.
      Dopo aver fatto l all-in sul campionato,adesso stanno rischiando di perderlo già a marzo.

    • Alessandro,

      Sarri è quello che è. Direi che nomostante il bel calcio, ha mostrato limiti tecnici e caratteriali notevoli.

      Dal punto di vista tecnico, quelli bravi lo hanno preso in braccio abbastanza agevolmente, perchè ideologo di un calcio monocorde. Incapace di cambiare va incontro al suo destino senza spunti e senza ingegno.

      Già l’ingegno. È persona di indubbia cultura ma non ha capacità di stare al mondo. Certe uscite si dicono al bar con gli amici di gioventù.
      Dove la cafonaggine diventa un motivo per ridere e svoltare la giornata, magari dopo il lavoro.

      Ma lui è così si è eretto a paladino di una rivoluzione che ha esaurito da mò la sua forza ed il suo senso.
      È rimasto agli anni 70 più o meno. Quel mondo li. Siamo come l’olanda…

      Ma poi, è criticabile come tecnico e leader di una squadra. Ha giocato l’all in ben sapendo che la Juve è comunque più forte del Napoli, ma non di poco.
      Avrebbe avuto più probabilità in coppa italia, finale secca contro allegri, uno che le finali le sbaglia in percentuale altissima.
      Avrebbe avuto più probabilità in EL dove seriamente aveva la possibilità di vincere e dare un di più alla mentalità del Napoli.
      Ma lui voleva battere i ricchi del nord, i padroni, la fiat….

      Povero Sarri, si dovrà accontentare per il momento di averci regalato un bel napoli ed aver fatto sognare Napoli per qualche mese. Niente ale direi.

      Ma bisogna amettere che per una grande c’è bisogno di ben altro.

      Ciao. Luca

  4. La D’Amico come Virna Lisi con quella bocca può dire ciò che vuole.
    Io la trovo bella (dal vivo più che in tv) e anche brava nel suo mestiere.

  5. A proposito … io preferisco Dybala …

  6. La D’Amico naturalmente non è mai stata in uno spogliatoio di una squadra di calcio…, però adesso avrà a disposizione notizie di “prima mano”…

  7. La D’Amico avra’ notizie di prima mano che non puo’ assolutamente rivelare. Pena licenziamento Di entrambi.

    • Sulla Damico….

      è a mio parere un’ottima professionista e una giornalista seria.

      L’ho apprezzata moltissimo su la7 in un talk show incentrato sul dibattito politico. Ha la figura aggressiva, associata ad una bellezza poco appariscente ma efficace tipiche delle giornaliste americane.

      Buttata in mezzo al circo calcistico ha sbranato televisivamente parlando il collega di Sky ed oggi ha una trasmissione tutta sua.

      È però sprecata. Risulta superficiale. Ha preso, è vero, il ruolo della maestrina. Forse per darsi un tono o un ruolo perche si percepisce che parla di qualcosa di cui non gliene può fregar de meno e che rifiuta di approfondire dal punto di vista tecnico.

      Ciao. Luca

      • La tua analisi è più approfondita del mio semplice apprezzamento.
        Tra l’altro non so se concordi che sia tipico sparare contro chi ha successo, senza perdonare nulla. Guai se è bravo e se poi è pure bello allora apriti cielo.
        Quante volte la gente dà buoni consigli se non può più dare cattivo esempio.

        • Basta vedere la Juve!

          È la migliore, piuttosto che imitarla e prenderla ad esempio, viene attaccata in ogni occasione ed in ogni modo.

          Ciao. Luca

        • andrea (the original)

          Ma no dai, non mettiamola su questo piano.
          Tanti hanno successo e mica sono necessariamente sgradevoli come la D’Amico in quella trasmissione.

  8. Mah, in realtà, io quando vedo la D’Amico, cambio canale, perchè le manca una dote importantissima per chi fa televisione: la voce.
    Dopo un po’ non la sopporto. Sinceramente, non la trovo così brava, come dite voi. Tutto sommato credo dietro abbia degli estimatori che credono in lei, poi io la televisione non la guardo se non quella satellitare a canali tematici, che riguardano altri argomenti non trattati.
    Io seguo solo un personaggio oggi diventato televisivo: Alex Del Piero, che gli uomini di questo blog mi consentano, il migliore.

    • E meno male che non hai mai sentito la mia voce da vaso scassato allora.😬😬 Senza infamia e senza lode ritengo la bell’Ilaria ( perchè almeno bella lo è) lo specchio di quanto circoli in tv a livello mediatico in questo tempo, con i suoi pregi e difetti.

    • Concordo
      Alex Del Piero il migliore di tutti in senso assoluto…lo fu da calciatore lo è adesso anche come commentatore in tv.

    • andrea (the original)

      Verissimo, non si si può sentire quella voce.
      Sì Del Piero piace anche a me; io ascolto volentieri anche Vialli e Adani e mi manca Zvone Boban.

  9. Sì Vialli non è male, ma è troppo narciso, cioè, dice quello che gli conviene dire, mentre Alex .. è diverso, per me dice la verità.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web