Venerdi’ 25 maggio 2018 Commemorazione a Cherasco 39 vittime dell’Heysel

Scritto da Cinzia Fresia

Venerdi 25 maggio, alle 19.30 ha avuto luogo la commemorazione dei 39 caduti dell’Heysel a Cherasco, presso il Monumento 39 vittime, situato dietro al Santuario del Santo Rosario, nel giardino della Madonnina. La celebrazione e’ un appuntamento sacro per noi juventini al quale non possiamo mancare. Una tiepida giornata di sole, ha fatto da cornice ad un evento breve ma dalle emozioni intense.
la serata organizzata dall’amministrazione comunale, dai gruppi e associazioni di tifosi, e’ stata profonda e commovente, 30 minuti bastano per ricordare quella terribile tragedia, che ogni singolo juventino si porta dentro.
Mi hanno colpita e sinceramente emozionata le parole di Gianluca Pessotto, come rappresentante della societa’ Juventus, il quale ricordando l’immane tragedia, ha sostenuto che il fatto non debba essere di pertinenza esclusiva dei tifosi della Juventus, ma di appartenenza collettiva assoluta.
Eppure, sempre a dire di Pessotto, si viene ancora derisi, e in certi stadi succede anche di peggio.
Toccante il discorso del dirigente della Juventus che ha esposto in modo pacato e sincero il nostro stato d’animo, che e’ anche il suo, e altrettanto della Societa’.
Importante l’oratoria di Beppe Franzo, leggendario presidente dell’associazione Quelli di Via Filadelfia 88, sempre in prima linea in difesa delle 39 vittime ha annunciato per martedi’ 21 maggio 2018 l’inaugurazione di una p.zza dedicata ai caduti Heysel finalmente a Torino.
Alle 20 la funzione finisce, e’ il tramonto, il cielo si tinge di riflessi dorati, uno sventolare di bandiere bianconere ci saluta dandoci appuntamento al prossimo anno, e con gli occhi lucidi ..io torno a casa.
Il blog di Alessandro Magno, ricorda la celebrazione al Monumento 39 vittime dell’Heysel a Reggio Emilia – Stadio Mirabello domani domenica 27 maggio 2018, organizzato dal Comitato “Per non dimenticare Heysel”.

  1. Altro granello nella collana dell’antisportività di Sergio Ramos svelata dal web …

    http://www.itasportpress.it/video/germania-karius-e-stato-stordito-da-sergio-ramos-prima-dei-suoi-errori-ecco-il-video/

    • andrea (the original)

      Karius è scarso e Sergio Ramos, lo avesse preso bene e costretto a uscire, non avrebbe vinto la Champions.

      • Senza entrare nel merito della vittoria del Real, le immagini evidenziano la slealtà sportiva di Ramos, specie quelle in occasione dell’episodio in cui provoca l’infortunio di Salah con un’entrata da “judoca”, che la stessa Federazione europea di Judo in un tweet giudica testualmente (e ironicamente): “Una tecnica della leva articolare proibita nel judo, ma nel calcio è sufficiente per vincere la Champions League”.

  2. Luca967

    Riporto qui quel post indirizzato a te nell’altro topic.

    Credo sia riduttivo esprimere un giudizio tecnico su questa stagione senza analizzare i motivi dell’involuzione di gioco che c’è stata rispetto a quella precedente. La partenza di Bonucci, che non ha avuto riflessi negativi sulla fase difensiva, ha inciso sulla costruzione del gioco, con la regia dal basso praticamente affidata a Pjanic insieme al doppio ruolo di schermo davanti alla difesa. Questa variante ha significato l’abbandono del 4-2-3-1, modulo che (con Khedira e Pjanic mediani di cc) Allegri aveva sperimentato nella 2a parte del campionato precedente con buoni risultati e trame di gioco.
    Il 3° di cc Matuidi strada facendo ha (purtroppo) mostrato i suoi limiti, tanta corsa e grinta, ma scarso nei fondamentali e aggiungo ora inadatto alla costruzione del gioco, con Khedira che ha perso dinamicità alternando buone prestazioni ad altre decisamente sotto tono. Ma non è tutto, sulle fasce è mancata a sx la spinta propulsiva di Alex Sandro, ombra di quello visto nel 2016-17, a dx di un Licht a fine corsa e un De Sciglio con qualche incertezza iniziale e pochi acuti che deve crescere sopratutto sotto l’aspetto mentale per essere un giocatore da Juve. Ecco tutto e se lo shakeri con le pause d’amore di Dybala a metà stagione dopo un avvio folgorante, gli acciacchi e gli sc@zzi di Mandzukic per le mancate “titolarità” di scelta e il periodo di incubazione di Costa e Berna, magari si riesce a capire perchè, fra qualche critica che ci sta, anche quest’anno andrebbe reso merito ad Allegri di esser riuscito a tenere in pugno la squadra e a differenza di Sarri di reggere l’enorme pressione di un campionato da vincere, giocato sul filo del rasoio fino all’ultimo respiro.

    Buona domenica.

  3. TUTTOJUVE

    Luciano Moggi, è tornato a parlare di Calciopoli in un’intervista rilasciata a Mohamed Hosny Almahmoudy, presentatore del programma “Il calcio” in onda sul canale egiziano “On Sport”.
    Ecco quanto ripreso da passioneinter.it: “E’ semplicissimo quello che è successo.
    E’ morto l’avvocato Agnelli, il dottor Agnelli e l’avvocato Chiusano.
    Con loro non sarebbe successo tutto quello che è accaduto in quell’anno.
    Avete mai visto un processo dove un avvocato difensore ti accusa di essere colpevole? Zaccone, difensore della Juventus in quel processo, ha chiesto la retrocessione in Serie B con penalizzazione dopo aver letto tutto il fascicolo in una settimana per evitare la Serie C.
    I miei avvocati ci hanno messo quattro anni e mezzo per capire e leggere tutto quello che era scritto. Purtroppo per Zaccone il processo sportivo si è concluso con la sentenza di campionato regolare senza partite alterate, il che era totalmente in disaccordo con quello che sosteneva l’avvocato.
    Quando l’avvocato si comporta così, direziona inevitabilmente il processo.

    Io parlavo con i disegnatori?

    Era permesso farlo.
    Ci parlavano tutti perché nelle 152 cartelle di Palazzi risulta che l’illecito sia stato commesso anche da altre squadre e non solo dalla Juventus.
    Mi dispiace per gli interisti ma non è stata data enfasi alla sentenza del processo tra me e Gian Felice Facchetti dove risulta che suo padre faceva lobbying con gli arbitri. Facchetti, prima della semifinale di Coppa Italia contro il Cagliari, andò da Bertini e gli chiese di fargli vincere la partita.

    Io queste cose non le ho mai fatte.
    Non avevo però in quel momento gente che mi proteggeva”.

    Per non dimenticare.

  4. Fanta(stic)mercato

    Milinkovic-Savic acquistato con i soldi della cessione di D.Costa (non meno di 100 mln) con Pjaca che torna alla base. Centrocampo da primi 4 posti Champions, con Emre Can dietro Pjanic e Savic, parte Mandzukic, attacco con scambio Higuain-Morata (attaccante esterno di sx)con Dybala punta centrale e Cuadrado-Berna esterni a dx. Rinnovo ad Alex Sandro, Pellegrini dalla Roma (con i soldi della cessione del croato + eventuale aggiunta), dal ricavato della cessione di Sturaro vanno aggiunti quelli per Perin e su un altro giovane di qualità come ulteriore cambio per il cc, insieme a Marchisio se decide di restare.

    • Sono quasi in sintonia, solo che non mi priverei di Costa ed i 100 sacchi anzi 150/180 li recupererei da Dybala

      • Ciao Antony, dovesse avvenire realmente lo scambio Higuain-Morata, sono del parere che con Morata attaccante esterno sx, Dybala centrale (con Savic e Pjanic alle spalle), Cuadrado-Berna attaccanti esterni a dx che spingono e difendono sul lato debole, la Juve avrebbe una prima linea e un cc di assoluto valore mondiale.

  5. MATTARELLA, TE VOLEVO DA DÌ:

    https://m.youtube.com/watch?v=pP-9GFMTFKg

    Buona giornata.

  6. +39 R.I.P.

  7. Non ci sarebbe da sorprendersi se dietro le voci del passaggio di Icardi alla Juve ci fosse l’ennesimo tentativo della sua procuratrice di alzare l’ingaggio di Maurito, in ogni caso credo che i soldi andrebbero spesi per prendere Savic e non Icardi, visto che in Europa le top hanno tutte un cc forte e la Juve dovrebbe costruirne uno da primi 4 posti in Champions per poter sperare di arrivare al 1°. Juve che con l’acquisto di Milinkovic completerebbe il ringiovanimento della rosa dopo gli arrivi di Caldara e Spina con il ritorno di Pjaca e l’eventuale scambio Higuain-Morata, con 2 alternative per ognuno dei 3 ruoli avanzati, Morata-Pjaca esterni a sx, Dybala-Mandzukic centrali e Cuadrado-Berna a dx che spingono e difendono sul lato debole. A cc con Emre Can (o Pjanic) metodista, Pjanic (o Emre Can) e Milinkovic dietro il trio Morata-Dybala-Cuadrado, Allegri potrebbe sviluppare un gioco più brillante in fase di transizione attiva, l’eventuale presenza di Icardi finirebbe invece per togliere spazio a Dybala, oltre a rendere la manovra meno fluida e imprevedibile.

    • GIOELE

      Condivido, anche perché: hai voglia a prendere Messi e Cristiano Ronaldo, senza centrocampo non vai da nessuna parte.
      A noi, oltre il centrocampo servirebbero un paio in difesa.
      Ciao.

      • Barone

        Ritengo che ancora per un anno Chiellini e Benatia (se resta) siano ancora ottimi centrali, con Caldara pronto a subentrare dopo un opportuno rodaggio e Rugani se non dovessere essere usato come pedina di scambio con qualcuno che da maggiori garanzie per la Champions, De Sciglio e (come dicono) Darmian sulle fasce. L’unico interrogativo resta Alex Sandro che considerato l’infortunio di Spina credo dovrebbe restare, ovviamente dopo il rinnovo del contratto ad una cifra adeguata al suo valore di mercato.
        Ciao.

  8. +39! Sarete sempre nei nostri cuori. Noi non vi dimenticheremo MAI!🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏

  9. Gioele,

    non ho visto questo, provo a dirti la mia.

    Quest’anno la squadra non ha mai corso, gambe dure all’inizio, e gambe molli alla fine.

    Preparazione atletica completamente sbagliata.

    Il buon Allegri ha avuto l’ardire di dire che “correremo a marzo”, purtroppo questo non si è verificato, e la juve è rimasta li.

    Con il 4231 se non corri hai poco da disquisire di questioni tattiche.

    All’inizio la squadra infatti giocava anche bene, ma, prendeva parecchi gol, e questo ci ha allontanati dal Napoli in classifica.

    Proprio la lentezza in tutte le sue forme, ci ha fatto giocare male e soffrire in CL. Anche e soprattutto sul giro palla che se è lento non produce effetti.

    Da qui l’allegri è corso ai ripari fuori a turno una punta o Cuadrado e dentro Matuidi.

    433

    E qui contesto l’allenatore.

    Pjanic sostanzialmente non è un centrale, è rapido dovrebbe giocare alla Modric.

    D’altro canto, Matuidi, è scarso. Il suo ingresso è coinciso con l’impossibilità di sviluppare la manovra negli spazi stretti, e da li la difficoltà ad uscire dalla fase difensiva. Che non è dovuta alla mancanza dei lanci di Bonucci, ma all’incapacità cronica di gestire la palla sulla mediana.

    Capisci che con questo problema è fin troppo facile pressarci e mandarci in crisi.

    Proprio il Real fa da spunto ad una riflessione,

    Casemiro, il meno dotato tecnicamente centro basso
    Modric il più dotato tecnicamente a ridosso delle punte
    Kroos a tutto campo

    se vedi nella juve, Khedira nel ruolo di Kroos, ma Pjanic e Matuidi a ruoli invertiti.

    La soluzione viene naturale arretrando Dybala, e da li nascono però due problemi, Dybala non segna più ed Higuain ne soffre. Scompare del tutto Mandzukic che gioca sulla fascia di Mautidi.

    Tutto viene parzialmente risolto dal leone Higuain, che gioca da centrocampista aggiunto nella parte centrale della stagione risolvendo parecchi problemi.

    Ma la squadra non segna.

    Riprende a segnare con il rientro della Joya, altro che vita da atleta, l’infortunio muscolare, l’ennesimo in una stagione da dimenticare sotto il punto di vista atletico, è il campanello d’allarme che i carichi di lavoro sono allucinanti e la Joya non ne aveva più.

    La squadra riprende a segnare proprio con la coppia argentina, che ci permette di recuperare sul Napoli e passare il turno a Londra.

    Ma i giocatori non ce la fanno più.

    Entra Costa, un farfallino che ridà verve alla squadra.

    Usciamo dalla coppa, serve altro contro il Real di una Juve che non corre, non illudiamoci, a Madrid un po’ di fortuna ed un Real che si sentiva sicuro ci hanno aiutato, ma i numeri della partita dicono altro. Se poi guardiamo il doppio incontro poteva andare peggio.

    Alla fine una Juve granitica ha avuto ragione di un Napoli che crolla, regalandoci lo scudetto.

    I due passi più importanti sono secondo me il gol di Dybala a Roma ed i gol di San Siro Cuadrado – Higuain con regia di Dybala.

    E si quest’anno la stagione ha vissuto sui momenti dei singoli e su una Juve che non muore mai, nonostante gli errori di Allegri.

    1- preparazione atletica scadente
    2- gioco inesistente, zero movimenti senza palla
    3- scelte tecniche sbagliate o discutibili.

    Ciao. Luca

    • Scusa se mi intrometto.

      Quindi mi pare di aver capito e concordo pure che il centrocampo della Juve non andava…concordo che Matuidi è scarso, lo hai detto sin dall’inizio, e ti do ragione.

      Purtroppo Allegri, per forza di cose, Allegri, è dovuto ricorrere allo scarso Matuidi per quanto riguarda le geometrie, ma mettere un cagnaccio a mordere le caviglie avversarie e contenere.

      Gli infortuni, a parte Chiellini sempre zoppo, io metterei anche le troppe botte…l’unico che le resiste, ma anche perché le da, è Higuain…Dybala viene massacrato ad ogni partita…così come qualche altro ( vedi Pjanic), poi ci mettiamo anche i preparatori se vogliamo.

      Non sono d’accordo assolutamente quando parli di culo, anche tu come Andrea sminuite la settima e la quarta vittoria della Juve.

      Se la Juve ha avuto culo, il Real ?
      Ciao.

  10. Barone,

    sul centrocampo, potrei anche dare ragione al tecnico, non corriamo, prendiamo un sacco di gol metto un cagnaccio. Ok.

    Però il cagnaccio da che mondo è mondo giostra davanti alla difesa e poi passa il pallone, lo faceva Davids che era un fuoriclasse assoluto, può farlo a maggior ragione Matuidi.
    Cioè dove Allegri ha sbagliato è stato Pjanic davanti alla difesa e Matuidi davanti ad inserirsi.

    Sul culo…..

    Non ne ho minimamente parlato, ho parlato di una Juve granitica e di un crollo del Napoli.

    A proposito, pare che il Pipa se ne voglia andare perchè anche lui avrebbe avuto da dire con il tecnico…

    Ciao. Luca

  11. Luca967

    Sei fra coloro che hanno sempre puntato il dito sul “non gioco” attribuendone la causa all’assenza di un progetto tattico di Allegri, di contro ti ho ricordato che l’assenza di Bonucci (non solo dei suoi lanci) s’è avvertita sopratutto in quella che gli addetti ai lavori chiamano transizione attiva, fase in cui dopo il recupero palla l’ex centrale di difesa si trasformava in cc aggiunto per far ripartire l’azione. Un ruolo come detto affidato quest’anno a Pjanic, variante che ha costretto all’abbandono del 4-2-3-1, un “progetto tattico” inventato e sperimentato da Allegri nella seconda parte del campionato 2016-17 per mettere in campo tutti i migliori e apprezzato da tutti sia per gli ottimi risultati conseguiti che le buone trame di gioco messe in mostra.
    Permettimi di dire poi che fa sorridere quanto affermi sulla preparazione sbagliata di Allegri che avrebbe reso “dure” all’inizio e “molli” alla fine le gambe dei giocatori, con il suo staff assisitito quotidianamente da un’équipe di specialisti dotata di apparati e strutture di eccellenza mondiale come quelle messe a disposzione dalla società. Un dubbio che qualora dovesse persistere avrebbe credo la quasi certezza di sparire di fronte ad un Matuidi che corre tanto e anche troppo ma che ha dimostrato di essere scarso nei fondamentali e non adatto alla costruzione del gioco, un Khedira che col cambio modulo ha perso il suo punto di riferimento (Pjanic) alternando buone prestazioni ad altre decisamente insufficienti, ad Alex Sandro javascript:grin(‘:evil:’) perché percepisce un ingaggio poco più alto di quello di Sturaro, al calo di rendimento invernale di Dybala, a Mandzukic che… va bè, il resto l’ho già scritto sopra e ripeterlo sarebbe inutile.

    Ciao. .

    • javascript:grin(‘:evil:’ 😈 = 👿 😉

    • Gioele,

      insisto, quest’anno la juve non corre.

      Sarà la preparazione, guarda ai moltissimi infortuni uscolari, ben sopra la media europea.
      Sara la volontà di Allegri che li vuole lenti, e che si riposano.

      Ma questo è un dato.

      Non ne avranno voglia….

      Ciao.

      • ps non l’ha ordinato il dottore di far giocare un brocco in serie A.

      • Tanto per fare qualche nome, gli infortuni muscolari a ripetizione di Bale, quelli di Carvajal, Marcelo e Varane in stagione al Real, di Robben e Boateng al Bayern, di Neymar al Psg, sono stati provocati dalla preparazione “sbagliata” dei rispettivi allenatori?.. E se alla Juve la media euorpea più alta che è sopratutto quella dell’età media motivo per cui giocatori abbondantemente oltre la trentina come Chiellini, Barzagli, Lichsteiner, Marchisio hanno tempi di fermo dilatati per infortuni muscolari, la colpa è sempre di Allegri?.. e quelli traumatici di Mandzukic e Berna, la pubalgia di Cuadrado, sono infortuni provocati da Allegri perchè non li ha fatti correre abbastanza o perchè i giocatori non hanno voglia di correre?.. Luca dai su, almeno in questo siamo seri 🙂 e al resto penserà Marotta con lo scambio Matuidi-Savic 🙂

        Ciao.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia