Colpo gobbo!


Scritto da Cinzia Fresia

E succede che, in un anonimo, assolato, sonnacchioso e umido martedì di un 10 di luglio di un anno qualunque, all’approssimarsi dell’ora di cena, tutto si ferma .. ciò che pensavamo ad uno scherzo, ad una bufala per far vendere i giornali, è realtà: il mitico Cristiano Ronaldo, Cr7 come lo si vuole chiamare, è un giocatore della Juventus, ad annunciarlo un comunicato ufficiale da parte della Società Real Madrid, che ringrazia sentitamente il giocatore per aver contribuito a rendere grande il club grazie a successi di squadra e personali, e facendo gli auguri per il prossimo futuro.
Un divorzio quello tra Ronaldo e il Real consensuale, senza litigi e ricatti, una scelta quella del Campione che lascia non pochi interrogativi.
E chi se lo aspettava che una super star come lui, perchè va detto che è una Star a tutto tondo forse l’unica insieme a Messi, e che vive come tale, scelga l’Italia per chiudere la carriera, in un Campionato in cui c’è proprio poco.
La scelta sulla Juventus è senza dubbio obbligata, potrebbe esserci stato un accordo tra gentiluomini con Andrea Agnelli, ma Cristiano oggi, non avrebbe potuto certo optare per il Milan o l’Inter.
Il talento portoghese per noi è tanta “roba”, finalmente la Juventus manifesta la volontà oggettiva di voler vincere seriamente la Champions League, un calciatore di questo calibro, aumenterà le quotazioni del campionato e farà crescere di riflesso anche le altre squadre le quali dovranno oltremodo atrezzarsi, almeno per far bella figura.
Ma vi immaginate, il Frosinone o il Sassuolo abituati a vedere Ronaldo appeso in cameretta, se lo trovano lì .. pure da marcare ..un’occasione nuova e una grande emozione.

Eppure non tutti sono contenti, alcuni mostrano scetticismo dovuto all’età del giocatore e avrebbero preferito altri come Cavani per esempio, in realtà Cristiano è un professionista serio, che si avvale di un’ èquipe mirata, volta a mantenere i suoi altissimi livelli, e per il nostro campionato basta e avanza.

L’arrivo di Ronaldo a Torino, indica un cambiamento di mentalità, la Juventus insieme alla famiglia Agnelli-Elkann cambia mentalità, si emancipa dall’understatement sabaudo e punta in alto, dove siano stati reperiti i fondi per pagare l’ingaggio a Ronaldo inoltre ai 100 milioni versati al Real e 120 milioni in quattro anni al giocatore, euro più, euro meno, non si sa.
Detto questo, ora, tocca a Massimiliano Allegri che attualmente è il tecnico italiano più invidiato al mondo e aggiungo anche molto fortunato: allena la Juve e ora un “mostro sacro” come Cristiano Ronaldo, se penso ad Antonio Conte, poveretto, come si sentirà male, lui che al massimo chiedeva Cuadrado, ma questa è acqua passata, Massimiliano Allegri dovrà altrettanto adeguarsi al Campione cambiando, ci auguriamo, mentalità e non proporre la solita mentalità difensiva, a lui molto cara.

E ora .. non vediamo l’ora che inizi la stagione, e vedere un sogno diventato realta’: CR7 in bianco e nero.

  1. Devo scusami con Barone 50. Avevo salutato l’amico Massimo, compagno di battaglie decennali, ma il post evidentemente non mi e’ partito. Scusa Max. Sono dispiaciuto.
    A presto!

  2. IL COLPO DEL SECOLO

    3/4/2018
    E tutto lo stadio in piedi ad applaudire.

  3. Mauro the Original

    Una cosa da considerare e molto sottovalutata.

    Tutta la rosa della Juve verrà valutata al rialzo in maniera considerevole, quindi altro segnale positivo. Una buona stagione di Bentancur ad esempio potrebbe portare il suo valore ad oltre 50 milioni. Per non parlare di Bernardeschi o Emre Can.

  4. EFFETTO RONALDO

    Il ciclone Ronaldo ha già prodotto i primi effetti positivi sul mondo Juventus. Altri arriveranno nel corso delle prossime settimane e dei prossimi mesi perché l’avvento del portoghese è destinato a trasformare (in meglio) la società sia sul campo sia fuori. Anche la Juve come tutti gli altri club a luglio inoltrato ha rinnovato molti contratti e ne ha siglati di nuov. Ed è scontato che le aziende che si legheranno alla Juve saranno più globali che legate al mercato italiano. Perché il fuoriclasse di Funchal attira i grandi marchi. La Juventus insomma è destinata a entrare in un mercato ancora più mondiale e le porte gliele spalancherà Cristiano

    L’impennata nell’acquisto delle maglie sarà notevole. La Juventus potrà contare su una percentuale su quelle che l’Adidas venderà in tutto il mondo, mentre per quelle che il club venderà on line e nei propri negozi a Torino (3) e a Milano (1) incasserà l’intero ricavato, fatto salvo per la quota d’acquisto che spetta all’azienda tedesca per la maglia in questione. Dall’Adidas non filtrano i numeri delle vendite in questi primi 4 giorni, ma stimano di vendere nella stagione alcune centinaia di miglia di “pezzi”. E siccome il quantitativo negli store torinesi e on line negli scorsi giorni è andato in fumo, è facile immaginare che un maxi ordine sia in arrivo per soddisfare tutte le richieste. I prezzi degli abbonamenti sono già stati aumentati e saliranno anche i prezzi dei biglietti per le singole gare. Anche gli introiti all’Allianz, dunque, cresceranno e CR7 influirà. Ultimo capitolo i social: da martedì gli account bianconeri su Instagram, Twitter e Facebook sono cresciuti di quasi 4 milioni di followers, mentre quelli del Real Madrid ne hanno persi oltre un milione.

    Fonte: Il Corriere dello Sport

  5. ADL: “Il campionato di quest’anno è stato falsato e scippato: noi apparteniamo a quella che Totò chiamava la ‘banda degli onesti'”.

  6. michelleroi

    Scusate se mi permetto, ragazzi…
    E mi rivolgo ad Andrea, Luigi e Luca, per essere chiari, con quella confidenza che deriva dall’avervi conosciuti tutti, di persona. Confidenza e stima, aggiungo.
    Dovrebbero essere giorni in cui la felicità è allo zenit, per noi tifosi bianconeri.
    Veniamo da quattro doblete di fila, abbiamo appena comprato Emre Can a parametro zero, Perin, Cancelo e soprattutto CR7, con un investimento senza precedenti nella storia.
    Il più grande giocatore al mondo ha scelto la NOSTRA squadra per giocarci nei prossimi quattro anni e questa è di per sè un riconoscimento incredibile per l’operato di tutti quelli che hanno lavorato da noi in questi anni. Tutti, pure per Allegri. Perché è anche grazie a lui se siamo dove siamo e se Ronaldo oggi è qui.
    Nei messaggi che postate qui, invece, comunicate un sentimento differente. Il tema è Ronaldo e voi scrivete “speriamo che Allegri cambi”… Date l’impressione (non solo a me, credo) di non riuscire mai a godervi completamente la nostra -per nostra intendo quella “degli altri”, che “si accontentano” di avere Allegri in panchina- felicità.
    La felicità di chi vince senza sosta da quattro anni e che quest’estate ha visto coronato un sogno. Il vostro, invece, è sempre un “Sì, MA….”, a far intendere che quel qualcosa che proprio non vi aggrada vi impedisce di essere partecipi della nostra stessa gioia.
    E, credetemi, questo pensiero mi provoca un dispiacere.

    Un abbraccio a tutti voi.

    • Carissimo,

      è difficile in effetti spiegare.

      Sono felice dei giocatori e fiero della società!
      Sono contento anche che il tanto criticato Marotta, abbia cambiato alla grande la rotta. (ricordi quei giocatori improbabili del primo giro?)

      Che dire per me Ronaldo è la gioia calcistica più incredibile e mi sto godendo il momento fin dai primi pissi pissi bau bau.

      Sono talmente contento che stento a crederci ed ho paura di svegliarmi.

      Che dire di Cristiano? Il più forte è bianconero!

      Non solo, se ricordo le parole di Andrea Agnelli dello scorso anno o l’anno prima, il pericolo era quello di fermarsi nell’inseguimento alle prime della classe e di fermarsi in campo internazionale a metà classifica.

      Quest’anno ha parlato chiaramente di Brand Juve.

      La nostra incredibile società che è aliena in Italia ha svoltato ulteriormente ed è, dall’annuncio di CR7 in bianconero, lanciata a concorrere stabilmente con Real e Barça e Bayern e Mancester U.td, seconda a nessuno.

      Magari non si vince, ma si parte per…

      Per quanto riguarda invece la Juve che vedremo in campo però non ho fiducia in Allegri.

      Perdonami non lo vedo proprio.

      Dalla preparazione atletica, al gioco sempre approssimato, ad un difensivismo che fa da freno lo vedo oggi più di ieri il freno per i giocatori che abbiamo.

      Comunque penso che Cristiano possa essere una svolta anche per lui.

      Allegri o cambia o se ne va, perché immagino che Cristiano non sia un giocatore come gli altri e sia nel progetto Juve, centrale, aspettando Dybala (se…).

      Il prossimo colpo?

      Mi auguro un altro allenatore, non italiano.

    • Pier, hai centrata la situazione. Non vedo cosa si possa aggiungere alla questione. Credo anche che un cambio della conduzione adesso sia pericoloso, penso che questa cosa sia nata da qualche mese e che anche Allegri sapesse cosa stava per accadere. Il toscano non e’ il top assoluto ma manco una scartina. Chi sarebbe l’alternativa immediata? Bisogna parlare da Zidane in su. Poco credibile…partiamo cosi’, poi vediamo nel prosieguo di questo grande grande nuovo corso. Mannaccia a te, volevo metter giu’ qualcosa di carino su quel signore, presidente del Napoli, ma meglio cosi’. Ciao

      • Carissimo,

        Hai centrato il punto!

        Si Allegri non è il massimo, però già meglio di Conte ad esempio.

        Purtroppo i tempi e l’esser Signori ci hanno negato il ritorno di Zidane fin da subito.

        Ma tra qualche mese chissà?

        Intant io ci spero per il prossimo campionato.

        Ciao.

        • Ciao Luca
          Appunto….stiamo come stiamo adesso e godetevi questo momento strepitoso. Alla fine se si vince, abbiamo il dovere di vagliare le cose prima di mettere carne al fuoco che magari non si adatta del tutto al vino servito. Senza contare che se tutto va come deve andare, l’ appeal gia’ buono aumenterebbe.

          • Ciao Tranafaglia,

            ma guarda che io il momento me lo sto godendo ed alla grandissima!

            C’è da dire che l’arrivo di CR7 fortunatamente non è solo Brand o marketing ma è essenzialmente l’arrivo del più forte.

            Quando penso quindi a come lo utilizzerà l’Acciuga, mi vengono parecchi dubbi….

            Ciao

      • andrea (the original)

        Per quanto mi riguarda non chiedo di cambiare adesso, semmai avrei avuto un cambiamento in panchina lo scorso anno.
        Per questa stagione chiedo di non aspettare, con Cristiano non possiamo permettercelo: se Allegri si adegua alla nuova Juve bene, altrimenti non si deve arrivare a fine stagione e assistere a un altro campione (qui IL CAMPIONE) che lascia la Juve perchè non sopporta la mentalità sparagnina.

    • Sottoscrivo. Ma non sono. Se io, CR7, il + grande decido di andare in una squadra dove so (xchè lo so come l’allenatore fa giocare la sua squadra…) che c’è un allenatore che non da giocare bene o addirittura che applica il non gioco che x me e ni dispiace x Andrea che stimo tantissimo ma il non gioco non esiste…dicevo, io, il + grande prima di firmare chiedo di scegliere tra me e lui.

    • Carissimo, spiace a me di averti dato questa impressione.
      La gioia per l’acquisto di Ronaldo è immensa rispetto alla minima perplessità su Allegri.
      E mi ripeto: quest’anno ci aspettiamo di veder giocare il calcio che il blasone ci assegna.
      Ma le sensazioni sono ovviamente positive.

      Un abbraccio.

    • andrea (the original)

      L’ho già scritto più volte Pier: la gioia è talmente grande che genera la paura di perdere un’occasione unica, qualora non cambi la mentalità di gioco.

  7. Non ce la faccio
    Ma il cineasta che persona e’ ?
    Istigazione all’ odio ed al sospetto, scarica barile della propria malafede, presa in giro della sua tifoseria boccalona, che in fondo ha un Q.I da crisi di panico ed infine se la gioca da duro e dimentica che lo scudetto lo hanno anche perso loro.
    Usciti dalle coppe volontariamente per inseguire lo scudetto hanno richiamato alla mente L’ asino di Buridano, quello che davanti a due covoni di fieno, indeciso su quale mangiare prima, mori’ di fame!
    Anche qui mi scuso con gli asini che sono notoriamente intelligenti.
    Basta, impeditegli di parlare. Non se ne puo’piu’. Guardate che mercato fa e come sia solo preoccupato di mettersi soldi in tasca. Come si occupa delle giovanili e come conduce una societa’ preoccupandosi solo di addebitare agli altri I propri raggiri.
    Ma basta.

    • “Noi apparteniamo a quella che Totò chiamava la banda degli onesti” ( A.De Laurentis )

      Che per la cronaca, nel film del 1956, era composta da maldestri falsari…

  8. Ci vuole calma. Direi a Marotta di aspettare quanto il Real paga Harzard, per stabilire la cifra da chiedere al Chelsea per Higuain.

  9. Ok l’extraterrestre è arrivato,
    o meglio domani presentazione, ed altra vacanza, pare si aggregherà in USA.

    Prima o poi però sarà in rosa ed in campo, ed allora la domanda è come giocherà la Juve di CristianoRonaldo7

    (come ci sta bene il 7 al posto del punto interrogativo!)

    Potrebbe essere un 433 oppure un 442.

    I le vedo così

    433
    Szczesny
    Cancelo__Benatia__Chiellini__AlexSandro
    ______________EmreCan__________________
    Pjanic_______________________Bentancour
    Dybala________Ronaldo______DouglasCosta

    Oppure

    4231
    Szczesny
    Cancelo__Benatia__Chiellini__AlexSandro
    _______Pjanic_________EmreCan__________
    Dybala________Ronaldo______DouglasCosta
    _____________Mandzukic_________________

    In entrambe immagino che Costa Dybala e Ronaldo non offrano punti di riferimento fissi.
    In entrambe immagino che la difesa accorci sul centrocampo, si può fare con centrali come Benatià e Chiellini.
    Poi l’annoso problema della ripartenza, che non può essere centrale, non avendo uno Scirea, ma deve essere laterale sfruttando i piedi di Cancelo ed AlexSandro ed in divenire le geometrie di Pjanic e Can, se non fossero disponibili le aperture sui tre la davanti.
    E Mandzukic?
    In alcune partite potrebbe essere fondamentale, se non in tutte per aprire i varchi ai tre dietro o fare da torre o da terminale sui cross.
    Come nel Bayern nel rombo d’attacco sa essere micidiale specie contro le difese a tre che vanno tanto di moda in campionato.

    Un saluto. Luca

  10. Andrea (the original)

    Difficile veder vincere una squadra che fa così poco come la Francia.
    Sembra la Juve di Allegri.
    Poi si guarda il tabellino ma per me resta un passo indietro del calcio.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia