Il punto sul calcio mercato Juve quinta puntata: Pronti al Ronaldo Day

 

Articolo di Alessandro Magno

Il colpo di mercato del secolo, aldilà di ogni sogno e/o piu’ rosea previsione si è avverato. Finalmente (con un poco di ritardo) Lunedì 16 CR7 verrà presentato dalla Juventus come suo nuovo rinforzo. La Juve ha rinunciato a una grande festa privantosi di un grosso incasso. La presentazione di CR7 all’Allianz Stadium avrebbe potuto fruttare una cifra fra 500mila e 1 milione di euro. E’ curisoso come la Juventus abbia deciso in questo senso. Da una parte forse si è voluto tenere per Ronaldo lo stesso profilo degli altri, ma dall’altra è evidente come questo giocatore non sia come gli altri e soprattutto muove un circo mediatico che gli altri nemmeno si sognano. Alla fine se prendi il numero uno sono annessi e connessi, sono oneri e onori. Alla fine se prendi CR7 e non ne sfrutti al massimo il merchandising fai un mezzo errore di partenza. In ogni caso chi vivrà vedrà. La Juventus evidentemente ha voluto dare un segnale, quello di non volere snaturare troppo se stessa. Forse è giusto così.

E ora vediamo come si muove il mercato di conseguenza all’acquisto di Ronaldo. Intanto la Juventus diventa:

1- Appetibile a tutti e desiderabile quanto e piu’ di prima.

2- Giocatori che avevano qualche mal di pancia come Pjanic e Benatia sono stati colti da improvvisa guarigione. Miracoli del portoghese.

E ora vediamo i movimenti per reparto.
In difesa dato per ormai certo partente Rugani, c’è stato un ritorno di fiamma per Godin, ma se resta Benatia è impossibile. Darmian sta rifiutando ogni cosa pur di venire alla Juve per la cifra che era già stata pattutita molti mesi fa ovvero 12 milioni. Si scalda prepotentemente la pista Marcelo. Dai vari rumors emerge la volontà nemmeno troppo nascosta del brasiliano di seguire CR7 alla Juve. C’è chi giura che sia già cosa fatta o che la trattativa sia molto avanzata. La Juve sta lavorando contemporaneamente a uno scambio con Alex Sandro con il Real, cosa poi non troppo gradita ai madrileni e alla vendita dello stesso nostro esterno sinistro al PSG.

L’altra notizia a sensazione è quella relativa a Paul Pogba per il centrocampo. Anche il polpo, cui la Juve come destinazione di ritorno non era poi cosa così gradita, ha cambiato completamente idea dopo l’acquisto di Ronaldo. Qui le cose sono piu’ complesse. Raiola s’è sentito messo in secondo piano con queste trattative di Mendes alla Juventus. Da tempo Mino lavora per portare via il polpo da Manchester ed è stato colto di sorpresa dall’addio di CR7 al Real. Chissà se oggi il suo assistito avrebbe tutto questo piacere di andare a Madrid senza Ronaldo e senza Zidane. Su questo canale si vocifera del probabile sacrificio di Pjanic per finanziare l’acquisto di Pogba, ma pare la Juventus non sia poi così convinta di privarsi di Miralem. Certo trovare i soldi per 2 colpi come Marcello e Pogba non è cosa facile ma Marotta e Paratici, dopo aver portato Ronaldo alla Juventus, non hanno piu’ paura di nessuna operazione e anzi sono lanciatissimi, tanto che è escluso che il mercato della Juventus finisca qui. Resta in stand by Milinkovic Savic pista oggi ridotta a un piano B.

In attacco dato per certo partente Higuain verso il Chelsea è da tenere in considerazione fortemente il riotrno di fiamma che molte società stanno avendo per Mario Mandzukic. Mario è considerato incedibile dal mister sia per spirito di sacrifico e duttilità, ma anche perchè rapporto qualità prezzo, fino ad oggi, indicava un ricavo abbastanza basso. Dopo questo mondiale in cui Mandzukic ha fatto risalire fortemente le proprie quotazioni e data l’età, non è da escludere una sua vendità davanti a un prezzo molto vantaggioso. Diciamo sopra i 30 milioni.

Intanto domani CR7 DAY.

  1. MAKOUN

    La Juventus ha dato il benvenuto a Christian Makoun, come ha rivelato Gianluca Di Marzio:

    “Non solo CR7: a Caselle è giorno di arrivi, per i nuovi calciatori della Juve.
    È il caso del giovane prodigio Makoun, classe 2000, venezuelano con passaporto belga. Centrocampista, su di lui c’era la concorrenza anche di Arsenal e Real Madrid e ha all’attivo una finale dei Mondiali U20, giocati però da U17.”, ha scritto il giornalista di Sky Sport. 

  2. La Juve ha appena risposto con un secco no ad un approccio del Borussia Dortmund per Mario Mandzukic, facendo capire chiaramente che il croato non è in vendita.
    D’altronde pare ci sia un veto proprio di Allegri che lo considera quasi imprescindibile per il suo gioco.

  3. La Francia ha vinto il suo secondo mondiale soprattutto per merito dei suoi fuoriclasse :
    Pogba, Griezmann, Mbappé.

    Ma la Croazia -pur massacrata da tre supplementari-, ha comandato il gioco nel primo tempo e per buona parte del secondo.
    Ma questo è il calcio …

    • Amico mio avrei da obbiettare.

      La Francia non ha vinto per i suoi fuoriclasse, Griezman e Mbappè (gli altri non lo sono), ma per sola ed esclusiva fortuna.

      Dimmi dell’autogol? E del Rigore? Due casi assolutamente fortuiti.

      Il gol di Pogbà? Nato da un tiraccio respinto che finisce di nuovo sui piedi del francese che riesce a tirare!

      Insomma la dea Eupalla è rimasta affascinata da Deschamps e ha spinto in quel senso.

      Per il resto ho visto una squadra stile Allegri, più passaggi all’indietro che altro. Un Mbappè fuori dal gioco e dai giochi spendersi in contropiedi veloci ma anche fatui.

      Pogbà anonimo, un buon mediano, punto. Griezman unico faro li davanti per il resto il centravanti non l’ha mai vista.

      Si sono fatti applaudire a mio avviso i tre la dietro Umtiti su tutti.

      La Croazia invece ha giocato a pallone, ed ha messo in mostra lei si i suoi fuoriclasse!

      Da Rakitic a Modric a Brozovic e Mandzukic insomma dai il calcio era dall’altra parte.

      Ciao. Luca

      • andrea (the original)

        Direi che ha vinto per entrambe le cose.
        I fuoriclasse li ha, altrimenti farebbe fatica a fare un’azione con un gioco che non esiste, un pò come capita con la nostra Juve. Tutti dietro, peraltro difendendo anche male (di gol la Francia ne ha presi parecchi) e palloni sparacchiati in avanti sapendo che Griezmann e Mbappè qualcosa possono inventare.

        Di contro i croati hanno qualche grandissimo giocatore ma a centrocampo, quindi non in grado di vincere da soli e peraltro i due campioni, Modric e Rakitic, erano sulle gambe. Ma soprattutto giocano senza portiere e questo pesa perchè un portiere non vince le competizioni ma può fartele perdere.

        C’entra anche la fortuna perchè dai quarti in poi ai francesi ha girato tutto bene, guardando ai gol o c’è una papera del portiere avversario o un piazzato.

        Morale: vince per me la squadra con la rosa migliore e più completa assieme al Brasile ma meno meritevole per quanto espresso.
        Uno spreco e un passo indietro per il calcio.

        Ciao

    • Francia miglior fase difensiva di tutto il campionato…. se si vuole vincere… i “fuoriclasse” li ha anche la Croazia…
      Questo è il calcio, per vincere, quello di Desphamp, quello di Allegri…. se vuoi fare “bella figura” prendi Sarri, poi magari non vinci… anche senza magari.
      La Francia ha vinto la partita con due contropiedi… con la difesa avversaria nelle due azioni allo sbando…
      La differenza tra i calciatori, Varane e Umtiti, da un parte e Vida e Lovren dall’altra…

  4. Allessandro,

    ti confesso che tutta sta voglia di Pogbà non mi prende.

    Anzi ho una paura folle di vedere andar via Pjanic, oggi insostituibile.
    Pogbà non può fare quello che fa Pjanic ed il nostro centrocampo avrebbe grossi problemi di impostazione.
    Potrebbe fare il mediano davanti alla difesa, ma ho paura che il tecnico lo utilizzi come mezz’ala privando la trequarti di quella capacità di palleggio essenziale per il gioco in velocità che saremo in grado di proporre con DouglasCosta Ronaldo e Dybala.
    Insomma teniamoci Pjanic per carità e lasciamo perdere Pogba che tecnicamente anche ieri sera ha fatto vedere assai poco.

    Piuttosto se proprio dovesse arrivare qualcuno proprio la partita di ieri ha detto che Rakitic con Can e Pjanic formerebbe un terzetto da paura!

    Interessantissime invece le opzioni con Can centrale basso e Pjanic a destra:

    EmreCan Pjanic Golovin,

    EmreCan Pjanic Bernardeschi,

    EmreCan Pjanic Bentancur.

    Assolutamente superiori alle varie opzioni con Pogba, due delle quali già in casa.

    Ciao. Luca

    • Certo Luca, credo anch’io che un Rakitic sia meno bello ma più utile di un Pogba …
      In quel caso il nostro centrocampo sarebbe veramente a trazione integrale !

    • … indubbiamente mi affiderei anch’io a un centrocampo a tre; il centrocampo a due per funzionare bene presuppone che sulle ali ci siano due che sappiano fare anche i centrocampisti … e noi non mi pare abbiamo questo tipo di giocatore …

      • In realtà li abbiamo, penso a Cuadrado e Bernardeschi.

        Però perdiamo molto togliendo Costa e Dybala

      • Beh, in verità togliere Costa sarebbe semplicemente demenziale.
        Berna invece sarebbe una grande scommessa, purtroppo non una certezza.
        Certo che abbiamo cambi tali che potremmo stravolgere le partite in ogni momento.

  5. Mauro the Original

    Allora
    Vorrei togliermi un sassolino dalla scarpa😁😎
    Premesso che io già da un anno dicevo che Higuain non era da Juve ed il tempo mi ha dato ragione. Adesso vorrei esporre una mia visione del prossimo mercato.
    Higuain andrà al Chelsea ma la trattativa non è semplice in quanto non vogliono pagare con soldi ma con Morata. L’operazione anche in questo caso è meritevole e deve essere conclusa ma costringerà quasi la Juve alla vendita di un altro attaccante. A mio avviso sarà Dybala il primo indizio o in extremis Mandzukic.
    Andasse via Dybala potrebbe arrivare Milinkovic con quasi certezza oppure Pogba che però considero solo una boutade giornalistica e non reale.

  6. Allegri avrà sudato freddo :
    Ronaldo si è già schierato in campo per la prima partita di campionato !🤣

    • Andrea (the original)

      Lui li inserisce lentamente i giocatori.
      😀
      Ma tranquillo, Mandzukic non sarà ancora rientrato per quella data quindi sarà costretto a schierare Cristiano.
      😉

  7. Abbozzo una formazione:
    Portiere polacco;
    Cancelo-Benatia-Chiellini-Sandro;
    Can-Pjanic-Matuidi;
    Dybala-Ronaldo-Costa

  8. Si è appena conclusa la conferenza stampa di CR7, un condensato di stimoli e motivazioni per tutti, compagni e allenatore sono avvisati e ha anche detto che vorrebbe essere in campo già alla 1a di campionato parlando del 12 agosto, in realtà la serie A inizia il 19 e forse il riferimento era all’amichevole della settimana prima.

  9. Ecco invece come in un articolo su un sito interista è stato “piacevolmente” accolto l’arrivo di CR7 alla Juve:
    “Cristiano Ronaldo non mi costringerà al bipolarismo: ammirerò con fredda oggettività i suoi gol e le sue giocate, ma avrà un’orribile maglia addosso e perciò non sprecherò altre emozioni per lui. Non gli auguro infortuni, ci mancherebbe altro: al limite, di inserirsi male in una squadra di gente antipatica e invidiosa, o di condizionare all’estremo le scelte tecniche dell’allenatore o di sconvolgere gli equilibri messi in discussione per fargli posto. Nel calcio non c’è nulla di automatico e, per quanto da uomini di mondo sappiamo come possono andare le cose, la palla continuerà a essere rotonda e capricciosa anche per gente stratosferica come Cristiano Ronaldo dos Santos Aveiro. Quando fisso il soffitto e cerco di farmi una ragione di questa merda di circostanza, mi sorprendo a vedere sempre una luce in fondo al tunnel: saranno cazzi, certo, ma quanto sarà bello vederli perdere.”

    Posso capire che “gente antipatica” faccia parte di un inarrestabile rosicamento collettivo che dura ormai da settimane, ma dare degli “invidiosi” a chi da anni infligge loro distacchi dai 20 a 25 punti a campionato è roba da far ridere a crepapelle 😀

  10. Andrea (the original)

    Ben,
    peccato parta Higuain per noti motivi, per il resto però saremmo a posto così.
    Certo il Polpo campione del mondo sarebbe un sogno e in assoluto tra lui e Pjanic è più forte lui, anche perché unico centrocampista dal passo e dalla percussione diversa rispetto a quelli che abbiamo.
    Ma alla fine andrebbe bene così, abbiamo una squadra tecnica e veloce davanti, con Miralem a imbucare per loro sarebbe un bel vedere.
    Abbiamo…ehm avremmo una squadra veloce, se Allegri non la narcotizza.
    Dunque il miglior acquisto deve essere il gioco.

  11. UNA DOMANDA DA QUA77RO PIO77E

    Secondo voi, come ha de77o Para7ici, ha inciso veramen7e la s7anding ova7ion dello S7adium a far decidere CR7 a venire alla Juven7us ?

    Buona sera7a a 7u77i.

  12. FALLITI

    Non vorrei che diano la colpa alla Juventus anche per questo:
    Il Cesena non presenta nemmeno reclamo…una settantina di milioni di debito con il fisco…sparisce dal calcio professionistico una gran bella società.

    Il Bari, invece pure, il cui futuro era legato ad Andrea Radrizzani, invece con un comunicato, ha abbandonato.

    “Negli ultimi giorni abbiamo valutato attentamente la possibilità di investire nel AS Bari insieme ad altri partners e investitori locali.
    Purtroppo il poco tempo disponibile per eseguire una due diligence dettagliata e approfondita consona ad una operazione con un alto profilo di rischio ci costringono a malincuore ad abbandonare questa idea e sfida.
    Auguriamo che la società possa essere salvata e restiamo disponibili a valutare future collaborazioni e investimenti” firmato Radrizzani, presidente di Aser Group.

    In mattinata si era dimesso da presidente del Cda Cosmo Giancaspro.

    Non si sa nemmeno se il Bari ripartirà dalla serie D.

    Saluti.

  13. AMICO MIO

    Sei sempre convinto che la colpa dei giocatori che vanno via dalla Juve la colpa principale è Allegri.

    Higuain, non credo c’entri Allegri (anche se ancora sta da noi), Higuain nell’ultimo campionato ha avuto problemi suoi…ma non certo con Allegri.
    Se ti divori goal (tanti) la colpa è solo tua.

    Continui la tua ferma analisi sull’addio di Dani Alves…forse dimentichi qualcosa:
    Per me è stato solo una meteora…poco luminosa e tanto spigolosa…appunto una meteora.
    Una stagione alla Juventus e una al PSG dove disse che sarebbe andato a vincere la Champions.
    La carriera di Dani Alves dopo l’addio al Barcellona non mi è sembrata così eclatante come lo fu.
    Con noi, il brasiliano, ha reso all’altezza della propria fama solo nella seconda parte della stagione, prima dei saluti in seguito alla sconfitta nella finale di Champions a Cardiff contro il Real Madrid.
    Dimmi tu, perché io non l’ho più seguito, come sono andate le cose a Parigi, dove Alves ha messo in bacheca un altro titolo nazionale (come pure nella Juve), ma anche un’altra delusione in Champions.
    Eliminato (ma non in finale) dal Real Madrid con più di qualche sua responsabilità.

    Un abbraccio.

    • Barone
      Secondo me andare a Parigi per vincere la Champions non porta bene

    • Andrea (the original)

      Amico mio,
      ci sono le facce e i vaffa dei nostri giocatori talentuosi durante le partite, oltre alle dichiarazioni.
      Alves è stato una meteora perché giocava in un calcio che non si addice ai campioni o meglio, non li valorizza. Lui era venuto con le stesse motivazioni di Cristiano e ha fatto vedere quando è stato lasciato più libero di cosa è capace.
      Sugli slogan dei calciatori nelle nuove squadre non mi pronuncio, sono servite a uso e consumo dei tifosi, dunque lui va a Parigi e non può dire che va per perdere.
      È uscito contro il Real come noi e contro un arbitro come noi.

      Mettiamoci una pietra sopra ma Cristiano è l’ultima chance per Allegri di darci una dimensione di grandezza nel gioco e non deve impiegare tempo, perché Cristiano non aspetta e poi se va via e fa le stesse dichiarazioni di Alves diciamo che anche lui era finito.
      No, a me non fanno paura i problemi interni, mi spaventa quando si denigra l’esterno per non risolvere i propri.

      Ciao

      • Alves sarà anche ventuto alla Juve con le stesse motivazioni di Cristiano, ma pare che le abbia perse per strada proprio nella partita più importante della sua stagione al Psg, quella in cui dopo aver perso banalmente palla ha subito un tunnel nell’azione che ha portato al 1°gol del Real nel 3 a 1 rifilato ai francesi agli ottavi di Champions. Motivazioni di cui neppure il CT del Brasile pare essersi accorto escludendolo dalla rosa dei partecipanti al mondiale visto che a dx, come alternativa di Danilo, ha scelto Fagner schierato poi fra gli 11 titolari contro il Belgio dopo l’infortunio di Danilo.

        • andrea (the original)

          Vogliamo trasformare un errore o una partita sbagliata, peraltro in un match condizionato dall’arbitro all’andata, in una sentenza?
          E dovendo guardare ai risultati scusami, ma il Brasile da grande favorito è uscito ai quarti..quindi questo dimostrerebbe, seguendo il tuo metro, che le scelte del C.T. siano state un fallimento.
          Io direi di andare oltre l’episodio singolo: Alves esce contro il Real come noi, per il resto fa gli stessi nostri risultati vittoriosi, il C.T. ha puntato su gente più giovane.

          Ribadisco, non ho paura dei problemi interni, anche se evidenti (e noi nel modo di intendere il calcio negli ultimi due anni li abbiamo), si possono risolvere con la buona volontà e l’umiltà (del mister segnatamente).
          Mi spaventa quando si guarda sempre all’esterno per non guardare a ciò che è dentro.

      • Andrea
        Quelle facce le conosciamo bene…Bonucci, Alves…altri non me li ricordo…sono le facce : il primo un giocatore che ha dato e ha sbagliato molto facendo molti danni…insomma poteva anche starci ma non tanto da poter decidere o comandare…che ?
        Il secondo, stiamo parlando di un pagliaccio…perdonami, ma ha fatto più ridere che altro.
        Se parli del gioco, qual’era quello che lui prediligeva ?
        A me dava soddisfazione quello di eliminare i più forti di tutti dalla competizione europea…in quattro volte mi sono divertito (le due finali una lotteria), due volte eliminando i marziani e due volte ci siamo arrivati a 30 secondi dalla qualificazione…eppure si diceva che il Bayern…

        Sul campo ho visto una Juve stratosferica…la più bella partita quella contro i tedeschi.

        Ora però, scusa, voglio godermi questo bel regalo senza rovinarlo con Marotta vattene e Allegri pure.

        Ciao.

  14. Sembra che da quest anno l’ inno della serie A non sia più quello di Allevi ma Fegato spappolato di Vasco.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web