Io ho sensazioni positive.

 

Articolo di Alessandro Magno

 

La partita che ho visto fare alla Juventus contro il Parma secondo me è stata una buonissima partita,premesso che è sempre problematico affrontare una squadra italiana che mette il pulman davanti alla porta e gioca solo in contropiede. Detto che questo diventa ancora incredibilmente piu’ difficile se l’arbitro è uno che tollera in modo anche esagerato il gioco duro. D’altronde il Parma fa giustamente la sua partita giocando a non prenderle e cercando di colpire in contropiede con le sue punte rapide. D’altronde se l’arbitro tollera le maniere dure perchè non sfruttarle visto che la Juve ha attaccanti pericolosissimi. Ma partiamo dall’inizio. Da molti è stata criticata la formazione inizale per il mancato utilizzo di Dybala e Douglas Costa, io trovo invece che questa sia stata una scelta lecita, ma anche logica. La squadra schierata dal mister aveva fondamentalmente 2 giocatori difensivi. Solo 2: Matuidi e Chiellini. In difesa Cuadrado non lo è, Alex Sandro è un difensore brasiliano con annessi e connessi quindi di fatto un ala, Bonucci sappiamo esser piu’ regista che marcatore, Khedira è molto bravo nel posizionamento, ma è una mezzala votata più all’inserimento (vedi i molti gol che fa) che non al recupero palla. Detto ciò ripeto a soli 2 giocatori difensivi era delegata la fase difensiva, ecco perchè Manzukic e Bernardeschi, che qualcosa in più danno da quel punto di vista, soprattutto più di Dybala e Costa. Il calcio non è la play station in campo occorre equilibrio. Ieri abbiamo preso 3/4 contropiedi micidiali proprio perchè eravamo parecchio sbilanciati in avanti, di conseguenza sarebbe stato folle sbilanciare ancora di più la squadra. Se c’è una cosa che avrei fatto io avrei tolto Khedira per uno fra Emre Can o Bentancur proprio per dare ancora più filtro a metà campo, non certo schierare piu’ attaccanti alla squadra. Si parla spesso del real Madrid coem termine di paragone ma al Real Madrid l’equilibrio Zidane lo ha trovato mettendo Casemiro e spesso Isco, Bale o Benzema han fatto panchina. Lo steso James Rodrigues spesso ha fato panchina.

La Juventus con il Parma ha prodotto 24 tiri totali e un 66%di possesso palla, significa che il Parma per 2 terzi della gara non ha avuto la palla per farci male e significa che la Juventus ha tirato molto. I tiri in porta invece sono stati solo 6. Un quarto del totale. Questo è un aspetto che va migliorato ma direi che la mira non è un punto a sfavore dell’allenatore. Per quanto riguarda la fase difensiva invece abbiamo preso gol allo stesso modo di come lo abbiamo preso con il Chievo. La colpa principale ricade nuovamente su Bonucci che si è perso Inglese, che ha servito l’assist più o meno volontario a Gervinho. Va detto che sapevamo fin da subito che Bonucci da qualcosa in più sul piano della manovra e toglie qualcosa su quello della marcatura. Detto cio’ sicuramente lui deve migliorare in questa fase e non perdersi sempre l’uomo, ma faccio notare che dei 3 gol presi in 3 partite sono tutti nostri errori individuali. 2 di Bonucci 1 di Cancelo. Correggi gli errori individuali e quasi sicuramente avrai 0 alla casella gol subiti. L’altra cosa che mi fa esser positivo è il fatto che la Juventus anche sull’1-0 e sul 2-1 ha continuato ad attaccare. Addirittura il mister ha stupito con l’ultimo cambio quando ha inserito un attaccante (Dybala) al posto di un centrocampista (Khedira) e questo a pochi minuti dalla fine e in vantaggio, quando in questi casi, molte volte in passato, mister Allegri ha preferito fare sostituzioni volte a conservare il risultato. Inoltre faccio notare come ieri siano usciti Khedira, Bernardeschi e Pjanic e siano entrati Emre Can, Douglas Costa e Dybala ovvero 3 nazionali per 3 nazionali una cosa che non capitava dalla Juventus ante 2006 di Capello.

E concludiamo con Ronaldo che non ha segnato. Francamente non sono per nulla allarmato, non mi aspettavo che arrivasse Ronaldo e segnasse gol a grappoli. Non vedo un giocatore fauori dal contesto anzi tuttaltro, per esser uno che non ha mai giocato in Italia ed è da poco piu’ di 20 giorni con questi compagni, lo trovo fin troppo calato nella parte. In queste tre partite ha sfiorato diverse volte il gol andando al tiro credo 20 volte (in tre partite). Semplicemente la palla non è entrata. Non credo sia giusto farsi venire l’ansia per questo. Ronaldo più di tutti vuol sbloccarsi e lavora per questo. I compagni lo vogliono e lo cercano segno che nello spogliatoio el cose vanno benone. Il fatto che i difensori avversari si facciano in 4 per fermarlo apre spazi per gli altri tanto è vero che Mandzukic ha fatto gia 2 gol e ne aveva fatto un altro al Chievo che poi è stato annullato. Qualcuno di voi ricorda Manzo a segno per 3 partite di fila da quando è alla Juve oppure pensa che questo sia un caso? Inoltre tutti si professano novelli allenatori , per molti non dovrebbero giocare Mandzukic e soprattutto Matuidi uno che litiga con la palla, e invece il calcio è strano ti fa gol Manzukic e ti fanno il gol vittoria Mandzukic e Matuidi con il croato che ti confeziona un assist di tacco che se l’avesse fatto Cr7 apriti cielo. Allora io non dico che il mister non possa esser criticato pero’ quando almeno azzecca le mosse dargliene atto sarebbe opportuno. Anche perchè magari lui li vede tutta la settimana i giocatori e noi no e se Dyabala o Costa hanno un qualsiasi problema non è che ce lo viene a dire a noi. Chiudo con Ronaldo che non ha ancora segnato. La Juventus dopo 3 partite ha 9 punti e segnato 7 gol per cui piu’ di 2 a partita e Cr7 non ha ancora segnato. Figuriamoci quando inizierà a segnare.

  1. Non sono amante della poesia pur avendo una debole e immeritata formazione classica, ma vorrei
    infine trascrivere la dolcissima poesia che dedicò un giornalista romano, Lino Cascioli a Gaetano:

    “Quel silenzio che nasce dal fragore delle passioni,

    adesso ti appartiene notte e giorno,

    per tutto l’infinito eterno intreccio che aggroviglia il tempo.

    Noi passiamo e tu resti. Resta il vago tuo sorriso da sfinge a raccontarci

    che il segreto s’addice ad un campione come dentro una favola

    l’Enigma, come ad un nudo il velo che l’intorbida.

    Nella discorde Babele di volti stralunati che affollano la vita

    tu resti come il profilo di un bimbo che dorme,

    e ride sulla traccia di un sogno.”

  2. Alessandro Magno

    non male questa analisi tattica. da vedere.

    https://www.dailymotion.com/video/x6t1pne

    • Si
      tutto bello tutto vero, però….

      Però tra la Juve ed il Parma ci sono 700 mln di differenza e ieri non si sono visti.
      Ma sono 4 anni che questa differenza non si vede.

      Parallelamente ieri il Barcellona nelle stesse condizioni ne ha fatti 8.
      Braida ha risposto chiaro.
      In Spagna si gioca a calcio, in Italia no.

      Più chiaro di così..

  3. XAVIER JACOBELLI

    “Al tempo in cui non c’erano i social, infestati da analfabeti di calcio e non soltanto di calcio, un grande allenatore italiano amava fare la raccolta delle critiche mosse a lui e alla sua squadra. Ritagliava gli articoli più velenosi e, a uno a uno, li affiggeva nello spogliatoio.
    Sotto scriveva: «Leggete che cosa dicono di voi e ricordatevelo quando andrete in campo.
    Soprattutto quando vincerete la Champions League».
    Non sappiamo se abbia tempo e voglia di fare altrettanto Cristiano Ronaldo, che di Champions ne ha vinte 5, tante quante i suoi Palloni d’Oro, in Champions ha segnato 121 gol, in carriera sinora ne ha realizzati 658 (573 nei club e 85 in Nazionale).
    Sappiamo che le surreali critiche al fuoriclasse portoghese perché dopo tre giornate è ancora a secco, sono come acqua che scivola sui vetri.
    Appartengono alla superficialità e alla sciatteria degli sputasentenze che le partite non vedono o, se le vedono, si limitano a compulsare il tabellino dei marcatori.
    Non serve nemmeno citare le stagioni precedenti in cui Cristiano non è andato a segno subito o addirittura dopo sette giornate, salvo poi bombardare ad alzo zero i portieri avversari.
    Nell’ultima annata con il Real, ad esempio, fra Liga e coppe il suo bilancio è stato di 44 gare e 44 reti.
    La verità è che il portoghese, pur non essendo ancora al cento per cento della condizione e pur essendo smanioso di trovare il successo personale, si è messo con umiltà al servizio della squadra.
    Lo dimostrano i numeri delle sue prestazioni e, si sa, i numeri schiacciano le parole.
    Lo conferma il fulminante avvio di Mandzukic che beneficia del gioco e della presenza di Ronaldo.
    Lo corrobora la decisione del giocatore di rinunciare al doppio impegno con il Portogallo per sfruttare al meglio la sosta del campionato lavorando sodo alla Continassa.
    Da metà settembre la Juve, al pari delle altre squadre impegnate nelle coppe europee, andrà in campo ogni tre giorni.

    Conoscendo l’orgogliosa determinazione di Ronaldo, la sua principale preoccupazione non sarà segnare.
    Ma, dopo averlo fatto, contare quante cassandre pentite salteranno sul suo carro.”

    Buona notte.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web