Io non sono Koulibaly, CR7 l’Immenso, Allegri e Manzo sulla bocca di tutti.

Articolo di Alessandro Magno

E’ finito il girone di andata con una buona vittoria. La Juventus ha vinto con merito sulla Sampdoria. , direi una buonissima Sampdoria. A memoria ricordo le vittorie sudate e tirate con Chievo, Parma, Empoli, Inter, il pareggio con l’Atalanta. Tutte partite in cui i nostri avversari si sono avvantaggiati del fatto di giocare nel proprio stadio. Credo di poter dire che la Sampdoria è stata la squadra più gagliarda vista allo Stadium. La partita è stata dominata dalla Juventus con una parte finale del primo tempo, dopo l’1-1 doriano, con qualche difficoltà, tuttavia gestita nella normalità. Mi è piaciuta moltissimo la nostra squadra nella ripresa dove ha mostrato tutta la sua potenza tornando in vantaggio, colpendo una traversa, e impegnando severamente Audero in più di un intervento miracoloso. Dei rigori francamente secondo me non erano rigori nessuno dei due, come è stato sacrosanto annullare il gol di Saponara che era in fuorigioco di molti metri. Non è stata una bella partita dal punto di vista del Var perchè ci sono state troppe interruzioni e come detto 2 rigori che per me non ci sono entrambi. La partita a causa di queste interruzioni è finita al 99mo con ben 9 minuti di recupero. Quasi un tempo supplementare. Questo è il calcio televisivo che hanno voluto. Questo è il calcio di chi voleva il var perchè con il var utilizzato ad hoc si sarebbe fermata la Juve, perchè è chiaro che per molti questo è uno strumento da usare contro qualcuno per indirizzare i campionati e non per vedere di migliorare. Oggi non vincendo neanche con il var siamo passati da ”con il var non vincerete” a ”senza il var non vincete” insomma come la giri la giri è sempre colpa della Juve. Sono schifato da tutto questo modo di raccontare calcio. Ci sono direttori di reti e di giornali che ormai sono diventati capi ultras sui social network. Non li nomino perchè mi fa schifo solo pronunciarne il nome. Mi solleva vederli schiattare questo si. Spero che il fegato gli si spappoli. Da gobbo ogni loro rosicamento è per me una medaglia. E’ Natale dovrei esser più buono? Anche no. Anzi rincaro la dose. Oggi mi dissocio completamente dalle moine pro-Koulibaly che sono venute fuori puntualmente dopo una sconfitta nella più consueta delle tradizioni del chiaggni e fotti napoletano. Nella stessa giornata a Bergamo gli atalantini hanno fatto i ”bu” a Douglas Costa e Alex Sandro non è fregato nulla a nessuno. Nella stessa giornata alcuni tifosi del Napoli hanno ucciso un interista in scontri fuori dallo stadio, anche questo non interessa. Non si può parlare male dei tifosi del Napoli, sono protetti più dei panda in Cina. E’ morto da solo quell’uomo a Milano evidentemente. Di queste cose non si parla, pensate fosse accaduto a Torino? Il problema invece è il povero miliardario Koulibaly che gli hanno fatto il ”bu” e il Napoli ha perso, perchè è chiaro che il problema è che il Napoli ha perso, perchè se avessero vinto erano loro stessi che avrebbero detto a Koulibaly di non scocciare. Di conseguenza non ce la vengano a raccontare che non siamo nati ieri. No io non sono Koulibaly, io sono Cuadrado, Matuidi, Costa, Sandro ma non sono Koulibaly.

Riepilogando è finito il girone di andata con una bella partita Juventus Sampdoria. La Juve già campione d’Inverno ha girato la boa delle 19 partite giocate con uno score quasi perfetto. 19 giocate 17 vinte 2 pareggi 0 sconfitte. Lasciati sul campo 4 punti soli sui 57 disponibili. 2 dei quali, quelli con il Genoa, in modo assolutamente casuale. Restano ben poche critiche da fare alla squadra e al mister. Imbattuti, miglior attacco, miglior difesa, record di punti per un girone di andata (53), ma ovviamente c’è sempre qualcosa di migliorabile. La squadra è mentalmente e anche fisicamente molto forte, molte partite sono state vinte nel finale, segno di una forza notevole, vista la consuetudine di giocare ogni 3 giorni. Gli infortuni, più o meno fisiologici, in un arco così impegnativo di partite , non hanno minato il cammino e i risultati, anche grazie alla larghezza della rosa quasi tutta utilizzata, chi più chi meno, dal mister ad eccezione del giovane Kean. Ad Allegri e anche alla squadra vengono richieste e anche rimproverate fondamentalmente due cose:un gioco più ”arioso” che non sempre si è visto, e dei risultati più sicuri. Per quanto riguarda il gioco va detto che Allegri non è un amante delle cose estetiche, inoltre sia Costa che Bernardeschi sono stati frenati da qualche acciacco di troppo che ne hanno limitato la prima parte della stagione, anche se per Federico le prime giornate erano stata veramente buone. Per quanto riguarda l’ampiezza dei risultati la Juventus ha vinto diverse partite segnando 3 gol ma effettivamente nell’ultima parte del girone i risultati sono stati un poco più risicati dovuti a sfortuna (pali, traverse, gol annullati) e a un poco troppa imprecisione degli attaccanti che spesso hanno sprecato molto. Sicuramente promossi a pieni voti in questo primo girone CR7 trascinatore e sempre decisivo con assist e gol. Fra l’altro capocannoniere del torneo con 14 gol in 19 partite. Promosso anche a pieni voti Chiellini e Cancelo fino a quando lo abbiamo avuto. Rivedibili sicuramente Pjanic autore di una prima parte della stagione timida e Bonucci che spesso ci ha fatto prendere gol anche se qualcuno lo ha anche realizzato o propiziato con i suoi lanci. In ascesa De Sciglio, Dybala e Alex Sandro. In discesa Douglas Costa. Sempre criticato da alcuni ma spesso decisivo Mario Mandzukic che ha segnato in tutti gli scontri diretti. Il giocatore che forse più di tutti ha tratto vantaggio e si è valorizzato vicino a l’immenso Ronaldo.

  1. Io l’ho scritto e fatto prima di te #io sono Matuidi Cuadrado costa.. Benatia.. Un mondo fatto di ipocriti e chiagnefottisti insopportabili ma cadrebbero subito appena un certo koulibaly potesse arrivare alla Juve.?

    Lo direbbero ancora? O lo appenderebbero come Higuain? No certe ipocrisie le lascio agli psicolabili siano essi napoletani media tv giornali asserviti all’antijuventinita’. 8 anni di vittorie fanno bruciare culi e saltare fegati! Sciacquatevi la bocca! 1 in campionato 1 in CL, CR7 capocannoniere il resto.. Vuoto esistenziale! 😂 Buon Anno.
    .Franca Lidia..

    • Alessandro Magno

      Ciao Franca Lidia ben venuta fra noi. Scusa il ritardo nell’approvare ilpost non me ne ero accorto. Ad ogni modo adesso potrai scrivere senza problemi no c’è bisogno di ulteriore appprovazioni.

      sul resto sono molto d’accordo con te :mrgreen:

  2. Andrea (the original)

    A Napoli i neri li chiamano “‘e scimmie”.
    Abbiamo detto tutto.

  3. ANDREA T.O. SINDACO A TERRACINA

    Amico mio, nella mia cittadina ci sono strade sconnesse…partendo dal GRA e prendendo la 148 è tutta una buca compresa Terracina che è tutta da asfaltare…e Sarri sarebbe l’asfatista bbono…

    Ti leggevo, Sarri asfaltava:
    Campionato 2017-18

    38@ Nap-Crot 2-1

    37@ Samp-Nap 0-2

    36@ Nap-Toro 2-2

    35@ fior-nap 3-0

    34@ Juve-nap 0-1

    33@ nap-udin 4-2

    32@ mila-nap 0-0

    31@ napo-chi 2-1

    30@ sass-nap 1-1

    29@ napo-gen 1-0

    28@ int-napo 0-0

    27@ nap-roma 2-4

    26@ cagl-nap 0-5

    Potrei continuare ma più o meno l’asfalto è scadente, infatti come si può vedere, tranne che alla 26esima un bel manto di asfalto, poi, come spesso accade in Italia, chi frega frega…e il Sarri in questione ha fregato molto.

    Ci sono innovazioni in questa nostra Juve ma nessuno le nota…
    Io a giudicare Dybala pur lontano dalla porta come dite voi aspetterei un po’ nel giudicare…cioè, parlare di Matuidi che si propone per tirare in porta non va bene ?

    Poi, infine, leggere di CULOVIC, credo, nemmeno il più acerrimo antijuventino lo direbbe mai.

    Ciao.

    • andrea (the original)

      Amico mio,

      Tu parli di risultati, io di gioco. Il Napoli ha asfaltato tantissimi avversari quando c’era Sarri e ha fatto 91 punti. Cosa che è vicina a un miracolo. Con Ancelotti, hanno Milik e Ruiz in più e fanno pena, raccattando risultati.

      Io non so giudicare le innovazioni, è roba da tattici e qui se ti rivolgi a loro te ne diranno tante (tra compattezze, equilibri, elastici, caratteristiche degli avversari ecc..); io vedo che in un campionato che non era neanche da disputare e andava assegnato direttamemte soffriamo spesso, che siamo lenti, che siamo più attenti a non prendere gol.
      Ecco, su questi aspetti per me si gioca il miglioramento futuro.

      • Aveva Mertens che segnava pure con lo sguardo…poi aveva pure chi non ha fatto mai entrare…e aveva anche un certo Higuain…prima, appena un po’ prima.

      • @Andrea,
        aspetta… Milik è rientrato dall’infortunio ai primi di febbraio di quest’anno e fino a maggio Sarri non lo ha praticamente mai impiegato, preferendogli sempre Mertens.
        Ancelotti ha Ruiz (buon giocatore ma certo non un fenomeno) ma gli è stato venduto Jorginho, che il suo ex allenatore ha voluto al Chelsea per 50 e passa milioni…
        Che facciano pena non mi pare… hanno solo 4 punti in meno rispetto allo scorso anno ed hanno giocato un gran girone di Champions, mentre Sarri 12 mesi fa fu sbattuto fuori dallo Shakhtar…

  4. Ciao Alessandro.
    Io non sono Koulibaly.
    E ti dirò di più questo Napoli e questi napolisti mi fanno rimpiangere i duelli scudetto degli anni novanta col Milan di Berlusconi e con(oddio non fucilatemi) con l Inter di Moratti.
    Buon fine anno a tutti.

  5. In piena sintonia Ben con il tuo pensiero, neanche una vurgola da cambiare, meglio tacere ed acconsentire nella fattispecie. Nei voti, come ti ho detto precedentemente non riesco a concepirli e a giudicare obbiettivamente, per me o uno ha giocato bene o male. Se poi ha commesso qualche errore o è stato impeccabile tutto dipende da tanti fattori. Dal divano o sulli spalti siamo tutti dei commissari tecnici, poi se subentrano le simpatie o antipatie……alleluia tutto si vede con occhio differente. Chi vince ride diceva Renzo Arbore in un una cantilena dei suoi fortunati programmi televisivi, e gli altri? Lasciamoli rodere

  6. Mauro the Original

    Scusate ma tantissimi anni fa il Milan giocava con Gullit e Rijchard e non ho mai sentito parlare di razzismo.
    Possibile che tutto accada ora? Eppure il Milan vinceva alla grande per cui dava fastidio a molti.

  7. RITORNO A DOHA

    Pochi se ne saranno accorti, ma gli stanchi calciatori juventini dovranno alzare abbastanza presto le terga dalle esotiche spiagge in cui si sono fiondati, perché hanno una piccola seccatura a Doha (Arabia Saudita) il prossimo 16 gennaio.
    Dovranno incontrare, per l’assegnazione della Supercoppa italiana 2019, lo sgangherato Milan di Rinchio Gattuso !

    Nel 2016, al Jassim Bin Hamad Stadium di Doha, fu proprio il Milan di Vincenzo Montella che, dopo 1-1 dei tempi regolamentari, si impose 4-3 ai calci di rigore con la parata decisiva di un giovanissimo Donnarumma su Paulo Dybala.

    Mentre nel 2003, la Supercoppa si giocò al Giants Stadium di East Rutherford sempre tra la Juventus, allenata da Lippi, e il Milan allenato da Ancelotti. Quella volta a conquistare il titolo fu la Juventus che, dopo lo 0-0 nei tempi regolamentari e l’1-1 nei supplementari, si impose per 5-3 ai calci di rigore. Quella partita è stata ricordata, soprattutto, come una sorta di rivincita per la Juve dopo la finale di Champions League persa pochi mesi prima a Manchester proprio contro i rossoneri.

    Come si vede le partite secche non sono mai passeggiate per la Juve, e quelle col Milan non fanno eccezione.
    Sarà la seconda possibilità di rivincita del Pipita contro la squadra che lo ha scaricato come un ferro vecchio.
    Sarà un impegno da prendere con le molle da parte dei nostri, perché solo la Juve ha tutto da perdere, in prestigio e trofei.

    Buon Anno.

  8. Alessandro Magno

    Questa sera puntata di fine anno di sesso juve e rock n roll

  9. Ben
    Non sono uno che si accoda facilmente, ma il tuo articolo e’ una fotografia e pure a colori.

    Niente da aggiungere se non ribadire che questo ottavo scudetto non puo’ esistere in questo panorama calcistico, per tutti I nostri detrattori equivale ad un cataclisma, ad un incidente nucleare. Suignifica molte cose, ma soprattutto che la Juve e’ Signora non per diritto dinastico, ma per la programmazione, il marketing, lo stile di lavoro e di costumi. Gli altri boccheggiano e tentano di stare a galla, invece la Juve veleggia ad alta velocita’, ci inquadrano la poppa, ma non la raggiungono.

    Ma lo sgobbo maggiore e’ per la figc e per lo stuolo di scribacchini cartacei e non che ora rosicano ma devono ammettere la superiorita’,costretti a trovare risibili e misere argomentazioni, anche disoneste intellettualmente.

    La superiorita’ Juventina mette a nudo lo schifo e le ingiustizie inflitteci da anni,calcistiche morali economiche.
    Stavolta se intendono ordire qualche porcheria ce la devono mettere tutta.

    L’ottavo scudetto non e’ un semplice trofeo, e’ una sintesi storica di superiorita’ e un risultato devastante per quanto significa, a carico di tutto il resto di questo calcio.
    Ed io godo.

  10. Benedetto
    Condivido il tuo Editoriale in tutto e per tutto.

    Dopo i fatti di Milano tutti hanno detto di stemperare i toni nelle interviste.
    Ieri sera ne abbiamo avuto l’esempio: Giampaolo allenatore Samp.

    Io dico solo una cosa: la merda sotto la neve non si vede.

    Buona fine anno a tutti.

    • Eccerto che non si vede, ma aspetta che si sciolga quella neve Barò e li vedi addirittura galleggiare gl stro….zi

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web