A voi la parola .. Sondaggio Natalizio : 10 domande per voi

scritto da Cinzia Fresia

Buon Anno a tutti voi cari amici e lettori del blog, e’giunto finalmente il momento di esprimere la nostra opinione:

1) Ronaldo, la grande inaspettata novita’: Pacco o “colpo gobbo”?

2) Emre Can- Cancelo – Ronaldo – Mattia Perin: Secondo il tuo parere qual’e’ l’acquisto migliore?

3) Oggi la Juventus e’ una squadra costruita intorno a Ronaldo o al servizio di Ronaldo?

4) Cosa serve alla Juventus per essere veramente ” stellare” ?

5) nonostante singolarita’ eccellenti la Juventus segna poco .. secondo te, perché?

6) Se dovesse arrivare qualcuno a rinforzare la rosa, chi vorresti?

7) Una Juventus forte, fortissima, e un allenatore molto criticato, secondo te Allegri e’ adatto a questa Juventus?

8) Juventus migliore in Champions o in Campionato?

9) Qual’e’ la squadra che potrebbe dare noia alla Juventus in Campionato? O la Juve e’ così forte da non temere rivali?

10) La tua opinione sul caso Marotta: Tradimento, chiusura di un ciclo o rimozione per rinnovamento?

  1. Scusate il ritardo, ho avuto un virus influenzale che mi ha tenuto con forti dolori addominali e senza forze a letto per qualche giorno.
    Mi associo all’appello di Barone per ciò che riguarda la querelle tra due amici, che vorrei rimanessero tali.
    Ho visto il quesito di Cinzia e dico la mia prima che sia tardi.
    -1Cr7 non può essere un pacco, ma il colpo del secolo.
    -2 oltre a Cr7 il suo connazionale Cancelo, aspetto Can a tempi migliori
    -3 la squadra con o senza Ronaldo e già una realtà, direi che rappresenta la ciliegina su una magnifica torta come lo era Platini in una squadra di campioni del mondo
    – 4 Un altro centrocampista di valore. Ramsey potrà sostituire Khedira, ma il ritorno di una stella come Pogbà credo che ormai sarà una chimera, da quando si è rimesso a deliziare gli inglesi di Manchester
    -5 Esistono pure gli avversari e spesso e volentieri le bocche di fuoco sbagliano pure parecchio. Ci manca pure qualche goal su punizione, ma solo perchè esiste il cannibale Cr7 che non le fa tirare agli specialisti Dybala e Pianic.
    -6 come nella risposta n. 4 , il Polpo
    -7 Allegri si è dimostrato bravo perchè in grado di saper gestire questi uomini e nei cambiamenti degli ultimi anni. È molto camaleontico nel saper gestire le partite, vedo pochi altri più bravi di lui, anche se credo che Conte o Guardiola siano di un altro pianeta.
    -8 i risultati dicono che in campionato sia stata più brava che in Champions, onestamente mi è piaciuta più in champions
    -9 la seconda squadra della Juve stessa. Qui in Italia non c’è trippa per nessuno checchè possano dire i frustrati di turno alla Freccero.
    -10 Non so il perché Marotta sia andato via, ho idea che Agnelli gli abbia dato il benservito per qualche sgarbo subito. Marotta poteva andare dappertutto, ma lavorare per l’inter per lui è un declassamento che lo porterà ad essere dimenticato da subito per quanto ha fatto in seno alla Juve.

  2. Alessandro Magno

    Ragazzi posso solo ribadire l invito ad abbassare i toni. Capita che le discussioni siano accesse peró bisogna tutti metterci un po di testa e fare una parola di meno quando il livello si alza troppo altrimenti non se ne viene fuori mai. Grazie

  3. Caro Antony
    Meglio fare il vaccino.Alla tua eta’….
    Dici Pogba una chimera? Dai qualche speranza c’e’ sempre. Invece siamo sicuri al 99% per hamsey che a me piace molto. Certo una coppia con sti due in mezzo….

    • Ramsey nel ruolo di trequartista potrebbe essere il giocatore adatto per cambiare l’inerzia del gioco juventino, ottimo incursore e rifinitore per le punte.

    • Grazie per il consiglio amico mio, qui il vaccino lo passano oltre i 60 ed io qualche annetto in meno di Sarri ancora c’è l’ho, quindi sono ancora giudicato Giovincello 😆 😆
      Per ciò che riguarda Pogba, quel cretino dopo che ha fatto fuori il Mou si è messo a giocare sul serio, come minimo adesso la recompera sarebbe della stessa cifra per cui è stato mandato nella terra di Albione. Quelli del Manchester hanno solo lui come fuoriclasse, vuoi che se ne privino?
      Sento che Fabregas, il buon Sarri lo ha messo in vendita perchè non funzionale al suo gioco. Sarà anche un pò in là con gli anni ma credo che negli ultimi tempi era diventato una sorta di jolly e poteva essere utile pure come difensore centrale, al posto di ( belli capelli) David Luis . 😡 😆

    • Ramsey non amsey…la tastiera stitica…

  4. L’età anagrafica, se uno è bravo non è una pregiudizievole in qualsiasi campo lavorativo. Conosco tanti ragazzi presuntuosi incapaci ed altrettanti vecchi tromboni che non valgono una cicca.
    Il discorso di Sarri che è venuto a galla in età matura non è un caso e non sarà l’ultimo. Io sono dell’idea di poterlo “pesare” in questi anni in cui si trova sulla cresta dell’onda. Dopotutto se lo scorso anno aveva una Juventus stratosferica d’avanti quest’anno allena una che quanto almeno a bilancio economico, guida una delle più ricche. Questa squadra con qualche elemento in più e qualcuno in meno solo 2 anni addietro ha vinto un campionato e lo scorso anno ( sotto la guida Conte) la coppa di Inghilterra. Ancora non è fuori dai giochi, il City ha fermato momentaneamente il Liverpool che per quanto sia forte è senz’altro tra le 4 prime in graduatoria è quella meno attrezzata tecnicamente.
    Se ha le stimate di vincente oltre che solo di bravo allenatore, Sarri non può accampare altre scuse, questa è un occasione che deve prendere al volo. Se non ci riuscirà, significa che sarà stato una meteora come lo sono stati tanti altri. Anche Spalletti sembrava che avrebbe rotto le reni al mondo, ma quando si trovò d’avanti all’obiettivo con la Roma, si fermò sull’ultimo “miglio.” Ho detto Spalletti perchè tranne in un campionato di terza serie come quello russo, anche lui vicino ormai ai 60 anni diverrà famoso soprattutto per essere riuscito a mandare in pensione Totti.
    Credo che nella vita una buona dose di fortuna sia fondamentale, però se non sai prendere il treno giusto quando passa, dopo puoi solo compiangerti. Ricordo Conte come calciatore, uno con caratteristiche tecniche modeste ma con una gran volontà di riuscire ad arrivare a tutti i costi ed una spugna onde apprendere dai grandi maestri avuti in carriera nel saper prendere il meglio di ognuno di loro.
    Vedo in lui il condensato di chi ha quel quid in più per raggiungere i risultati, poi di geni incompresi ce ne sono parecchi, e , Zeman uno di questi, come diceva Germano. Ho idea che anche Sarri lo sia, ma come ho detto prima, aspetto di vedere come finisce questi 2 anni in cui ha la posssibilità di farsi valere con una squadra competitiva.

  5. michelleroi

    @Antonio
    Il sottoscritto non ha nulla contro gli anziani, ci mancherebbe. E non ne fa questioni di principio.
    Dicevo soltanto una cosa elementare: se per 25 anni hai dimostrato di non essere un vincente, difficilmente lo diventerai a 60. Ad un’età in cui, soprattutto nel calcio moderno, gli allenatori sono quasi al crepuscolo della loro carriera.
    Quelli che tu chiami “geni incompresi” sono altrimenti detti “perdenti di successo”…
    Un caro saluto!

  6. Su Sarri penso questo.
    Inizia ad allenare tardi, riesce a fare bene dove ha tempo per lavorare, Empoli e Napoli, i frutti si vedono dopo il primo anno che è di “apprendimento” per i giocatori e di conoscenza per lui, il top lo raggiunge il terzo anno.
    Penso abbia delle carenze sia dal punto di vista motivazionale sia gestionale, di grandi giocatori e di grandi squadre, ed in questo chi ha giocato ad alti livelli, Guardiola, Ancelotti, Simeone, Allegri, Conte, Dashapm, Zidane…. ha delle conoscenze fondamentali…
    Poi ci sono le eccezioni che è Murigno… ma lui da giovane allenatore frequentava club di livello internazionale Barcellona in primis… però Murigno quando perde la spinta motivazionale e la squadra non lo segue… non può insegnare nulla… Sarri insegna a giocare a calcio… ma da qui a vincere, ci sono altri passaggi che per ora gli mancano… ma potrebbe acquisirli.
    In merito all’età, un allenatore può iniziare a vincere anche a 70 anni,… casualmente come capitato a Ranieri…. mentre Sarri avendo iniziato tardi è nel pieno della sua maturità da allenatore, i suoi “60” sono come i “50” di Allegri e di Conte, bisognerà vedere se non dovesse fare bene con il Chelsea nel prossimo anno, se ci sarà ancora chi scommette su di lui ad alti livelli.
    Conte vince al primo anno di Juve ed al primo anno di Chelsea… Sarri se vincerà, probabilmente sarà al terzo anno di Chelsea.

    • andrea (the original)

      Mi sembra per una volta un pensiero scevro dalla dipendenza juventina e ci sta.
      Mi permetto di aggiungere che a Napoli comunque il primo anno fece bene, anche se il grosso arrivò da Higuain e che comunque per vincere hai necessità di una Società importante e forte alle spalle. L’unico che ne ha fatto a meno diventando il centro del mondo fu Mourinho (sempre lui) all’Inter ma poi nei fatti vinse senza costruire qualcosa e appena vinse andò via proprio perchè di costruzione c’era poco o nulla.

      • Napoli primo anno 82 punti, secondo 84 punti, terzo 91 punti.
        Però questo non vuol dire che il quarto anno avrebbe vinto, anche se il terzo ci è andato vicino, ma non basta…

    • michelleroi

      @Ivano
      Sarri ha iniziato tardi ad allenare? Ma se ha cominciato a 31 anni… ossia prima di tutti quelli che normalmente fanno il percorso calciatore-allenatore, come Allegri e Conte che tu citi… Boh…

      • Michel,
        parlo di calcio di serie A…. Sarri aveva 55 anni circa la prima stagione di Empoli…. Allegri ne aveva 40 circa la prima con il Cagliari…. Conte ne aveva 42 la prima stagione con la Juve…
        Sarri supera il corso di Coverciano nel 2006 a 47 anni…
        Se la stagione precedente la sua prima in A, con l’Empoli, il presidente non avesse creduto veramente in lui… adesso non ne parleremmo molto probabilmente…
        Comunque il mio discorso era diverso, gli mancano delle qualità per vincere…, che è diverso dal far “giocare bene”… la squadra come tanti ritengono.
        E poi come scrisse un amico che di calcio se ne intede :
        “”Sarri grande allenatore, ma non allenatore da grande squadra””.
        Io non sono così netto, ma comunque penso che nei prossimi due anni si giochi la sua carriera ad alti livelli.

        • michelleroi

          @ivano,
          io la carriera la valuto ad ogni livello, non solo la serie A. Se fai 20 anni di calcio professionistico da allenatore e non trovi un ingaggio in serie A, evidentemente qualche limite devi averlo. Non ultimo quello di non vincere mai.
          Che poi, la mia è tutto fuorché una crociata anti-Sarri. Il quale resta un tecnico preparato e di qualità. Ma nello sport contano le categorie e non ci si può esimere dal considerare gli obiettivi.
          Sei una squadra che vince un titolo ogni 40 anni come il Napoli (e per la quale un secondo posto sarebbe già un successo) o una di mezza classifica con giocatori da valorizzare? Sarri va benissimo.
          Sei una big come la Juve, con l’obbligo di vincere ogni santo anno? Sarri, no grazie.
          E temo che il Chelsea attuale non sia troppo dissimile dalla Juve, come ambizioni di vittoria, per cui… vedremo se mi sbaglio.

      • andrea (the original)

        Pier come ho scritto in altro post non possiamo dimenticare che a volte chi ha un passato da calciatore non fa la gavetta e parte direttamente dalla Serie A (ne ho menzionati parecchi, alcuni addirittura grotteschi come Ancelotti e Mancini a cui senza alcun merito furono affidate squadre di notevole livello alla prima esperienza; Conte, non fosse stato ex capitano della Juve, dici sarebbe mai stato chiamato?)
        Allegri no, lui è partito dalla C credo e d’altronde come calciatore era un quasi sconosciuto, per quanto io abbia avuto la fortuna di vederlo tantissime volte dal vivo a Pescara e a Perugia, apprezzandone doti tecniche superiori ai risultati raggiunti. Ma ha comunque fatto sempre meno gavetta di uno che a calcio non ha giocato.

        • michelleroi

          @Andrea
          Non discuto questo. Ma l’allenatore di professione non lo fai soltanto in serie A. Sarri lo era tra i dilettanti per 10 anni e poi lo è stato per 15 anni a cavallo tra la C e la B, prima dell’esperienza ad Empoli. Vogliamo esaminare le sue capacità ed i suoi risultati nell’arco di tutta la carriera o no? Non mi pare irragionevole. E non mi pare irragionevole constatare che anche in tutte le categorie inferiori a cui ha preso parte (nelle quali, pure, il risultato conta), la vittoria per lui è sempre stata una chimera.
          Mi sembra questa la ragione più probabile per cui il suo approdo in serie A sia avvenuto “solo” a 55 anni, a dispetto di una lunga esperienza in panchina: non ha mai dimostrato d’essere un vincente.
          Ripeto: le categorie contano. Vale anche per gli allenatori, non solo per i calciatori. Se uno gioca quindici anni tra le B e la C e non viene mai chiamato in A, evidentemente non la merita. Non è “sfortunato”.

          • Sbagliato per Sarri dire “non lo merita”.
            Lui la serie A se la è meritata ed alla grande.
            Sul fatto di vincere siamo d’accordo, infatti non è allenatore da grande squadra.
            Ma questo non vuol dire che non possa allenare in serie A, o non se lo sia meritato, ce ne sono di peggio, e di molto.
            Sul fatto di valutare tutto la carriera, anche nelle serie inferiori, aspettiamo quindi che la finisca… non si può mai sapere.

            • michelleroi

              @Ivano
              il mio era un paragone, per paradosso, con i calciatori. Sarri dopo 15 anni tra C e B si è meritato la chiamata in serie A e ho scritto sopra che è un ottimo allenatore per certi tipi di squadre, che hanno determinati obiettivi.

  7. NAVIGANDO NAVIGANDO

    Ci sono LIDI più ospitanti di altri dove l’APPRODO diventa più facile…sbarchi, ti addentri, prendi visione, controlli…alla fine diventi o vorresti impadronirti di quel TERRITORIO libero e vivibile…la gente del luogo non ti apprezza, ti ributtano a mare e vai ad approdare sull’isola felice dove tutti, o quasi, si prostrano…racconti di fatti che hai letto su di quel TERRITORIO e sputi sulla cosa che in quel TERRITORIO libero di più apprezzano.
    L’AMORE per la propria BEFANA.

    Un amante della VECCHIA SIGNORA (Befana).

  8. IO. FINO ALL’ULTIMO RANTOLO

    MILANO 06/01/2019 – Nonostante siano in tanti a dire di non parlare più di Calciopoli, spunta sempre qualcuno che vuol tornare sul tema e magari farebbe bene a tacere.
    È il caso dell’ex maggiore dei carabinieri Attilio Auricchio, che dirigeva la caserma di via Inselci a Roma, da cui partì l’inchiesta di Calciopoli. L’accusa: le frequentazioni con il designatore che, secondo lui, avrebbero portato ad un condizionamento del campionato

    (frequentazioni ammesse per statuto dalla Figc purché non ci fossero di mezzo interessi propri con lesione degli interessi altrui).

    La Giustizia ordinaria è in contrasto evidente a questa norma,poiché gli investigatori, cona capo Auriccchio, avevano già stabilito a priori l’esistenza di un condizionamento del campionato da parte di Moggi, prendendo per oro colato le dichiarazioni di Baldini, allora ds della Roma.
    E per poter arrivare a tanto furono escluse dall’impianto accusatorio tutte le altre società, eccezione fatta per la Juve, appunto per dimostrare che solo chi vi scrive parlava con i designatori.
    Da qui il «reato a consumazione anticipata» allo scopo di punire dei comportamenti che nei fatti non rappresentavano nulla di illecito.
    Purtroppo ad Auricchio sono “sfuggite” alcune intercettazioni interessanti che ci raccontano invece chi, effettivamente, aveva il potere di condizionare il nostro torneo.
    Sentite cosa dice Galliani, allora presidente della Lega e anche vice presidente esecutivo del Milan, dopo la morte di Papa Wojtyla, in relazione alla partita sospesa in memoria del Pontefice e circa la data per poterla recuperare: «Moggi e Capello volevano giocare due giorni dopo la morte di Sua Santità, ma siccome, in qualità di Presidente della Lega, devo decidere io ho rimandato la gara con il Siena di una settimana… così potremo recuperare Kakà infortunato ».
    Lo diceva a Meani, dirigente addetto agli arbitri del Milan e a Costacurta.
    E mentre il Presidente della Lega curava gli interessi del suo Milan, il presidente federale Carraro aveva a cuore sia il titolo di campione d’Italia che le retrocessioni.
    Ecco osa dice al designatore Bergamo il 26 settembre 2004 subito dopo il sorteggio: «…chi è stato sorteggiato per inter- Juve ?». Alla risposta «Rodomonti», Carraro replica: «telefonagli e digli che non faccia favori alla Juve, magari a quelli che stanno dietro in classifica» (l’inter n.d.r.). La cosa si poteva anche ipotizzare come ungesto di carineria nei confronti di Moratti, se non avesse leso gli interessi della Juve e favorito indirettamente quelli del Milan (di cui lui era stato anche presidente) in lotta con la Juve per il primo posto. Non fu infatti espulso il portiere nerazzurro Toldo e Rodomonti poi confessò all’altro designatore Pairetto (evidentemente ignaro della tresca) di aver sbagliato.

    A proposito poi delle retrocessioni, interessante la telefonata tra Bergamo e un Carraro arrabbiato con il designatore perché preoccupato delle sorti della Lazio, in piena lotta retrocessione: «Ti avevo detto di dare una mano alla Lazio… evidentemente a te non danno retta (chi, gli arbitri? n.d.r.) e la prossima volta ci penso io direttamente.
    Comunque domenica la Lazio va a Milano e non possiamo far niente, dopo però va aiutata».
    «E non può retrocedere neppure la Fiorentina perché sarebbe un danno per il campionato».
    Tutte queste intercettazioni sono “sfuggite” evidentemente ad Auricchio il quale, anziché parlare del numero dei campionati vinti dalla Juve, potrebbe dire come si poteva condizionare il campionato avendo contro Figc, Lega, e designatore, considerando poi che gli arbitri vennero tutti assolti per non aver commesso il fatto, meno uno (De Santis) che nulla aveva a che vedere con la Juve.

    Anzi le dava contro.

    Fonte: Libero

  9. X Michelleroi
    Ricordo Bagnoli , Bianchi o Maestrelli o ancora Scopigno non proprio giovincelli riuscire a vincere in Italia uno scudetto” impossibile” date le forze in campo degli altri competitor. Poi i Lidholm o Sacchi riuscire a trascinare addirittura il calcio italiano fuori dal medioevo tecnico, pertanto non mi stupirei se anche Sarri riuscisse ad uscire da quel pantano degli allenatori medi, tipo Castagner ad esempio, che non sono riusciti a vincere niente. Il discorso anagrafico, così come ribadisce pure Ivano dell’attuale allenatore del Chelsea è dovuto al fatto che quest’ultimo si è palesato ad una certa età al calcio. Fino a 40 anni mi risulta fosse un impiegato di banca appassionato come noialtri al calcio. Probabilmente, anzi sicuramente tu che hai giocato tra i semiprofessionisti eri più addentro in particolari tecnici di quanto lo potesse essere lui.
    Io tra le righe dico soltanto,” vediamo,” prima di giudicarlo un perdente a priori, certamente è un caso “diverso” dagli altri. Si palesa integralista nel suo tipo di far giocare la squadra e non è particolare flessibile nei riguardi delle caratteristiche dei giocatori che ha a disposizione come lo è Ancelotti ad esempio ( che personalmente e nonostante fosse un vincente acclarato, non mi è mai piaciuto) , ma il bello del calcio così di tutto nella vita, è la sorpresa, se mai ci sarà. Ribadisco che ha la sua grande occasione, se in questo periodo vincerà qualcosa, bene, sennò amen, un altra meteora nel cielo che qualcuno avrà visto come una stella.

    • michelleroi

      @Antonio
      Eviterei di paragonare epoche diverse… nel secolo scorso non era infrequente vedere allenatori di 60-70 anni ancora seduti sulle panchine di grandi società… oggi la media si è molto abbassata: ci sono i fatti a testimoniarlo.
      Quanto a Sarri, ho detto sopra ad Ivano: ha lasciato l’impiego in banca per fare solo l’allenatore a 31 anni, non 40. Quattro anni prima di Conte, cinque prima di Allegri…

      • Qualche cariatide in giro la trovi ancora dai 😀 , magari non più tra i vincenti ma solo come carisma da trasmettere.
        Siamo in sintonia Pier, ma c’è sempre un eccezione che conferma la regola, mi piace giudicare alla fine del giro, ecco perchè ritengo questi 2 anni di Sarri, l’ultima spiaggia.
        Buona befana

      • Nel 1999, quando è alla guida del Tegoleto, lascia il lavoro per dedicarsi esclusivamente alla carriera di allenatore.[2]
        Questo quanto riporta WIKI…
        Se è nato nel 59, nel 99, aveva 40 anni, prima allenava i dilettanti e lavorava in banca, mi pare di capire, ma potrei sbagliarmi, anzi WIKi… si potrebbe sbagliare.

  10. Qualche considerazione personale su quelle che potrebbero essere le difficoltà nel prosieguo della stagione di questa Juve che ha nella qualità e nella velocità degli esterni il suo punto di forza, meno invece in mezzo al campo dove ha giocatori più fisici e meno dotati tecnicamente che contrastano bene ma sono poco reattivi nel recupero palla immediato, con Pjanic che è il cc di maggior tecnica che dovrebbe far ripartire velocemente l’azione ma ha spesso la tendenza a perdere tempi di gioco con retropassaggi o più tocchi della palla che rallentano inevitabilmente la manovra. Questo può essere, ma come ovvio è solo un’opinione personale, uno dei motivi per i quali la Juve va in difficoltà contro squadre che pressano alto e fanno densità in mezzo al campo per mettere in difficoltà con scambi corti e veloci il compassato cc bianconero, che lo sarebbe penso ancor di più contro squadre europee dotate di maggior tecnica i cui allenatori fanno del recupero palla immediato e della velocità di esecuzione nei passaggi la propria filosofia di gioco. In risposta a Tranfaglia ho indicato in Ramsey il giocatore che manca alla Juve per cambiare l’inerzia del gioco dopo il grave infortunio di Marchisio, un ottimo incursore e rifinitore per le punte che permetterebbe di riportare Dybala nella posizione in cui ha già dimostrato di essere molto più utile e produttivo per la squadra.

    • michelleroi

      @Gioele
      pare che Agnelli stia provando a portare Ramsey a Torino già subito, con uno sforzo economico “ragionevole”. Sarebbe la conferma che la società non vuole lasciare nulla di intentato anche sul fronte europeo, quest’anno. Tenuto conto dell’ostacolo Atletico agli ottavi di Champions.

      • Ci mancherebbe ..

      • Un tentativo come giustamente dici che andrebbe fatto sopratutto in previsione della doppia durissima sfida con l’Atletico Madrid, a questo proposito ho letto anche (ma non so quanto la notizia sia attendibile) che per soddisfare la richiesta di 22 mln dell’Arsenal la Juve sarebbe disposta a dare in prestito gratuito uno fra Benatia e Rugani pagando i loro stipendi fino a giugno più un conguaglio di un paio di mln di €.

    • Si discuteva lo scorso campionato sulle difficoltà del centrocampo, difficoltà che erano portate dalla mancanza di Bonucci la cui presenza avrebbe permesso di avanzare Pjanic ed avere così più palloni per le punte.
      Non solo è tornato Bonucci, difensore deludente fino ad oggi, ma è anche arrivato Can.
      Purtroppo non solo la presenza di un difensore/regista e di un centrale di ruolo hanno risolto la situazione, ma addirittura mi pare di assistere ad un peggioramento della situazione, tanto che Allegri ha dovuto arretrare Dybala a centrocampo. Questo ha aumentato le difficoltà in attacco e non ha risolto le difficoltà della squadra di uscire in velocità.
      Oggi manca nuovamente un centrocampista, il nome non è Pogbà, ma è Ramsey, uno di cui abbiamo cominciato a sentir parlare solo perchè è in scadenza di contratto.

      Ho paura che arrivato Ramsey saremo punto a capo.

      Il problema è altrove ed a mio avviso è da ricercare nell’utilizzo dei giocatori, come posizioni in campo e nel datto che le ali veloci stanno praticamente sempre in panchina e si cerca il gioco per vie centrali, cosa che aiuta il pressing avversario ed aumenta le difficoltà di gioco negli spazi ristretti.

      • Senti Luca stavolta trasecolo …
        Si cerca il gioco per vie centrali ?
        Boh, ammesso lo si sua cercato, mai è stato trovato.
        L’attuale gioco della Juve trova spessissimo sfogo sulle fasce, con due terzini sopra la media.
        Altro, decente, non si vede. Oltre a qualche percussione solitaria di Ronaldo che parte dalla sinistra.

        Ciao.

      • andrea (the original)

        Beh però credo che l’arretramento di Dybala sia più collegato alla volontà di far giocare sempre Mandzukic che a un problema del centrocampo.
        La velocità con il croato titolare è per forza ridotta e se a questo aggiungiamo che i centrocampisti non sono fulmini ecco il quadro..ma anche per i centrocampisti, mi sembra che gli anni di esperienza tra Milan e Juve suggeriscano come Allegri prediliga il centrocampista lento e possibilmente pesante. Non mi spiego altrimenti il motivo per cui giochi sempre quando sta bene Khedira.
        Lui li chiama centrocampisti che danno equilibrio..è chiaro che l’equilibrio poi lo paghi in altri aspetti.
        Ramsey anche domani mattina, ti dirò più di Pogba, che ci serviva di più quando di talento ne avevamo meno come qualche anno fa.
        Il gallese è uno che sa giocare a pallone e parecchio, senza gli infortuni sarebbe stato una stella assoluta ma poi bisogna vedere se in contesto diverso da quello dell’Arsenal (che gioca un calcio sublime per rapidità e tecnica) sia lui la soluzione.

  11. IL SARRISMO DI SARRI

    Si è creato da solo, se non avesse iniziato a sparare a zero tutte le domeniche sulla Juve, gioca prima e gioca dopo, la pioggia e il sole, la nebbia e le nuvole, il fatturato alto e quello basso…no dico, se non avesse fatto questo, mi dite chi cavolo lo avrebbe notato il suo sarrismo ?
    Buona Epifania.

  12. @ Gioele e Pier

    La Juventus ha mosso i passi più importanti per assicurarsi Aaron Ramsey a parametro zero, e adesso valuta i margini per anticipare il colpo di sei mesi.
    Il centrocampista gallese sarebbe utile già in questa finestra di mercato per i piani di Max Allegri, e Fabio Paratici ha avviato in questo senso i contatti con l’Arsenal.
    E da Londra è arrivata anche la prima richiesta per liberare Ramsey: oltre 20 milioni di euro, una cifra ovviamente “fuori mercato” per un giocatore che a luglio sarà svincolato.
    Ma la partita è appena cominciata, alla chiusura della finestra invernale mancano ancora molti giorni e la Juve non abbandona l’idea di accogliere subito il classe ’90 allo Stadium.

    Credo possa essere fattibile, oltre a meno soldi aggiungendo chi vuole andare via (vedi Benatia) e se non bastasse aggiungerei il padre di Rugani in prestito con diritto di rimanere in Inghilterra fin che vuole e Daniele da noi.
    Ciao.

    • 😂😂😂questa del padre di Rugani da regalare agli inglesi è spettacolare

    • @Barone

      Bella e divertente la battuta finale, ma non so quanto Allegri sia disposto a privarsi di un centrale difensivo che come Benatia ha più esperienza in campo internazionale di Rugani, ma se come scrive michelleroi, c’è realmente l’intenzione di portare Ramsey a Torino entro il 31 di questo mese credo che Agnelli e Paratici troveranno di sicuro una soluzione che accontenta tutti.
      Ciao.

  13. Guardiola ha fatto gavetta? Chiedo.

    • Direi poca.
      Ha fatto un anno di Barcellona B.

      • Eppure gli è stato affidato il Barcellona di Messi, il Bayern e il City. Ha vinto? Beh, se x Allegri si dice…e ci mancherebbe. Allena la Juve…allora dico di Guardiola. E ci mancherebbe con le squadre che ha allenato. La realtà è che non è facile vincere x tanti anni consecutivi anche se alleni la + forte. Se ci riesci significa che 6 un grandissimo.

    • andrea (the original)

      No, infatti è per questo che dicevo a michelleroi come nel calcio l’approdo nella massima serie e nei club di primo piano con facilità o meno è spesso legato allo status di ex calciatore o meno.
      Ha vinto ma non è questo il punto: ha vinto in campionati molto più equilibrati di quello nostro (tranne col Bayern), perchè possiamo arrampicarci quanto vogliamo sugli specchi per dare una valenza importante ai nostri scudetti ma di fatto, da 2 anni in qua, il nostro campionato si potrebbe tranquillamente assegnare prima di iniziare. Non è una colpa avere allestito una squadra nettamente migliore delle altre, ci mancherebbe, anzi la voglio tutta la vita e voglio vincere facile..ma poi bisogna ammettere e non c’è nulla di male nel farlo che si vince facile.
      In secondo luogo Guardiola, per quanto non ami il tiki taka del suo Barca (oggi gioca un pò diversamente) oltre a vincere ha impresso comunque un timbro di gioco alle sue squadre, riconoscibile e comunque temuto. Cioè se oggi si incontra il City lo si teme per il suo gioco. Ci fosse un allenatore meno caratterizzante, non credo che il City farebbe paura a tanti.

      • andrea (the original)

        Tu puoi esser bravo quanto vuoi ma quando fai serie tipo 24 vittorie e 1 pari o le 12/13 di altri anni, vuol dire che tra te e agli avversari si gioca un altro sport.
        Il Barcellona prima o poi incontrava Real e Atletico in campionato, cioè la migliore incontrava altre squadre migliori quanto lei.

        Noi? Abbiamo sofferto lo scorso anno perchè il Napoli con il suo gioco e non certo con il valore della squadra (in Spagna il Napoli arriva dove arriva il Betis) è riuscito a stare lì.

  14. Ma veramente Dybala non piace nella nuova posizione? A me tantissimo. Nell’ultima partita ha dato una palla a Ronaldo stratosferica, è arrivato al tiro dsl limite 2 volte dove la prima è stato sfortunato, nella seconda miracolo di Audero e nella terza (secondo tempo) se l’è mangiato. X me può crescere ancora molto in quel ruolo. Pjanic non ha il passo della mezzala anche se alla Roma ci giocava ma ha invece tutte le caratteristiche del centrocampista centrale. Che poi quest’anno non ha il rendimento quasi mostruoso degli ultimi 2 è vero; ma che non sta facendo x niente bene non mi pare

    • Germano,
      sono d’accordo, anche se deve ancora migliorare nel ruolo di “tuttocampista”, ma mi sembra gli piaccia farlo.

    • andrea (the original)

      No, affatto e non mi piace perchè credo che quest’anno stia giocando molto bene, forse come mai; quindi portato in attacco potrebbe fare la differenza sveltendo il gioco con altri attaccanti tecnici e veloci e segnando, cosa che a centrocampo non può riuscirgli.
      Ricordo la celebrazione di Eto’o portato esterno da Mourinho; beh non so se qualcuno si ricorda quanta differenza fece l’anno dopo riportato nel suo ruolo.

  15. ALLEGRI VATTENE

    Un allenatore sopravvalutato, troppo a detta di alcuni, cosa faccia ancora alla Juve è da spiegare e soprattutto da capire.

    La cosa curiosa è che queste affermazioni le fanno TIFOSI, anche rinomati, della Juventus.

    Erano quelli contrari già dal suo arrivo ?

    Forse si. Perché nonostante i risultati sin qui ottenuti non hanno indietreggiato di un sol passo pur di tenere fede al loro teorema.

    Eppure un motivo ci sarà per la loro cocciuta reiterata avversione verso il tecnico bianconero…forse perché non “prega” al duo Pjanic e Khedira: alzatevi e camminate.
    Nonostante il buon Max abbia conquistato l’alloro di essere uno dei tre allenatori più forti al mondo…
    Eppure un “MAIALE” non è (anche perché lui “bestemmia” porca maiala), insomma, Ancelotti non fu accettato dal primo giorno, mai amato e peggio ancora si è fatto odiare per i due più neri campionati persi…uno soprattutto con 9 punti di vantaggio …Allegri non è il loro allenatore.

    Ma non è un Sarri, non un Guardiola, come non è un Klop e ne tantomeno un osannato Zizu…il tapino è solo una acciuga da prendere per il culo già da come si muove in panchina…ma se solo alzasse il medio o facesse segno a tutti quelli che lo deridono con un bel manico d’ombrello, allora si, subito salirebbe sugli allori.

    Eppure i risultati parlano, già dal suo primo anno superò Conte (ad alcuni non frega una cippa della Champions…ma solo ad alcuni, la stragrande maggioranza degli juventini la vuole eccome), poi lo eguagliò con gli scudetti vinti, lo ha superato lo scorso anno arrivando a quattrodefila, ha vinto quella famosa DECIMA…il resto nun conta…eppure…eppure.
    Allegri vattene, nonostante in giro per l’Europa (ma me vojo mette a poco) uno come lui non esiste…Allegri vattene.

    Che cosa manca a questi tifosi per avere soddisfazione ?

    Manca la prossima eliminazione in Champions o meglio ancora: LA TERZA SCONFITTA IN FINALE.
    Addirittura perderla con Ronaldo ?
    Non sia mai. Allegri vattene.

    Se solo questo dovesse succedere, credo, sia lui a suggerirsi, si, è ora. ALLEGRI VATTENE !

    Al contrario, se dovesse succedere…quello che a molti piace tanto…vorrei vedere chi avrà il coraggio di retrocedere un pochino…mica tanto…un passettino.

    Buona serata.

    • andrea (the original)

      Non credo che il qualunquismo paghi.
      Ci sono tante correnti di pensiero, compresa quella non contraria al suo arrivo, soddisfatta dei suoi primi 2 anni e poi progressivamente delusa.
      Succede, la soddisfazione per il risultato non è direttamente proporzionale alla valutazione di come sia arrivato.

      Poi capisco che ad altri non piaccia pensare questo e preferisca generalizzare per non fare un confronto; ricorderai il Claudio G. con il suo 95% che era una forma di sua tutela per portare avanti i suoi discorsi senza tener conto delle differenze sugli argomenti.

      Direi invece che una tra le tanti correnti non retrocede di un cm se si vince nè chiede la cacciata se si perde in Europa, perchè vincere non è l’unica cosa che conta e magari è più orgogliosa delle sconfitte dopo grandi partite come a Monaco e a Madrid, che delle vittorie striminzite contro nessuno in campionato o raccattate contro il Tottenham.
      Ma anche questo, pur ripetuto decine e decine di volte, viene resettato come se mai sia stato detto.

      Dunque cosa manca a questi tifosi? Forse la soddisfazione di vincere giocando bene, tipico delle grandi squadre. Si chiederà troppo? A Madrid e Barcellona è la normalità.
      E se si chiede troppo intanto diciamo che manca giocar bene, poi vediamo quello che succede.

      • Ma infatti parlo in generale…ho fatto solo il resoconto di quello fin’ora fatto dall’allenatore, bene ? Forse anche male…ma le vedute di molti sono sempre uguali…anche quando fa bene.
        Quindi, anche l’esempio Ancelotti calza alla perfezione.

        Qui non si deve allineare nessuno…e nemmeno mi allineo io al volere di qualche bannato…ognuno spiega i suoi perché…ma dei perché si è giocato male non lo si può attribuire solo ed esclusivamente all’allenatore.

        Ripeto, anzi faccio un annuncio: sono disposto a commentare una partita in diretta telefonica con due di voi…uno in uno orecchio e l’altro nell’altro(cellulare e tel fisso) solo così, forse, riusciremo a convincerci.

        Ciao.

        • Andrea (the original)

          La cosa del bannato non l’ho capita, va beh.

          L’attribuzione della responsabilità all’allenatore è motivata che lui espressamente ha detto più volte che giocar bene non serve, non gli interessi, sia da perditempo.
          Tutto qua.

          Sul commento in tempo reale guarda, se non soffrissi sarebbe una gioia anche per me..ad esempio avrei voluto commentare live Tottenham-Juve e sentire dalle persone durante la partita se la Juve stava facendo quel che voleva.
          E così altre volte.

          Ciao

    • Max io sono uno di quelli che…la Champions non frega + di tanto xchè non giudico una squadra da quante ne ha vinte ma da quanti campionati vince e soprattutto se vince il + difficile al mondo x distacco e cioè quello italiano. Ma non mi sogno di prendere x il culo (non è riferito a te) chi invece la ritiene fondamentale. Gusti personali.

  16. @Luca967

    Credo purtroppo che Bonucci non sia stata la soluzione al problema, le sue giocate sono spesso lanci lunghi spesso poco precisi, senza considerare che sta forse attraversando una periodo di involuzione in quello che in uno schieramento a 4 dovrebbe essere il suo compito principale, quello di saper difendere, non che in passato abbia mai manifestato doti eccelse di marcatore ma in Champions certe sue disattenzioni difensive nelle sfide ad eliminazione diretta potrebbero essere fatali, inutile dunque oltre che pericoloso far partite la manovra da Bonucci col rischio di perder palla in disimpegno o di lancio sbagliato, specie contro squadre organizzate e compatte che come l’Atletico sfrutta il minimo errore degli avversari con la velocità dei suoi contropiedisti.
    Detto questo, è ovvio che Ramsey non sia la panacea dei mali della Juve a cc ma personalmente (poi magari non è così) vedo il gallese come l’elemento che manca alla Juve per cambiare l’inerzia del gioco a cc dopo il grave infortunio di Marchisio, con Dybala che tornerebbe nella posizione in cui ha già dimostrato di essere molto più utile e produttivo per la squadra. Il gioco sulle fasce in questa Juve credo l’abbiano fatto finora i 2 esterni bassi, il formidabile Cancelo a dx e A.Sandro a sx, con Can e Matuidi in copertura e un incursore come Ramsey che fa girare velocemente palla e squadra. Operazione Ramsey che potrebbe essere il primo passo verso una Juve ancora più forte e competitiva in Championsa, con valutazione finale in termini economici e valore aggiunto in termini sportivi che spetta come ovvio unicamente ad Agnelli e Paratici.

    Ciao.

    • Tutto sommato se davanti alla difesa metti Can e poi Pjanic a destra e Bentancur a sx, ottieni una protezione centrale maggiore, ed un accellerazione sulla mediana date le caratteristiche delle mezzeali.
      Dybala giocherebbe da par suo dietro la prima punta con Ronaldo a sx.
      Insomma l’Allegri che si inventò la Juve dei 5 attaccanti lo vedo inchiodato su un 433 che lascia parecchi dubbi.

      Su Ramsey, dipende dove lo farà giocare e al posto di chi.

      • Ho parlato di Pjanic come il cc di maggior tecnica che dovrebbe far ripartire velocemente l’azione ma ha spesso la tendenza a perdere tempi di gioco con retropassaggi o più tocchi della palla che rallentano inevitabilmente la manovra, dunque più una mezzala a supporto (con a fianco un mediano in copertura) che che un centrale di costruzione in grado di cambiare ritmo e verticalizzare il gioco, ruolo che come detto vedo più adatto ad un giocatore dalle caratteristiche di Ramsey. Per quanto concerne Dybala condivido la tua ipotesi, a rimorchio della 1a punta con Ronaldo a sx e il problema non è in quale zona del campo collocarlo, purchè non sia a 40 metri dalla porta un talento come lui sa come muoversi su tutto il fronte d’attacco, la sua classe e imprevedibilità non possono non viaggiare affiancate alle straordinarie qualità di un fuoriclasse come Ronaldo.

  17. TORINO – Il Codacons interviene sul caso della partita di Supercoppa italiana, programmata in Arabia Saudita, con una diffida alla Rai. «La rete di Stato è stata diffidata dall’Associazione a non trasmettere la partita, visto che è possibile (e anzi doveroso) non rispettare un contratto se farlo costituisce reato», scrive l’associazione dei consumatori. Il Codacons inoltre presenta una denuncia per istigazione alla discriminazione sessuale contro le donne alla Procura della Repubblica, all’Agcom e al dipartimento pari opportunità. In subordine, nel caso la partita fosse comunque trasmessa in diretta, l’Associazione chiede di far apparire nel corso del match una grafica continua per ribadire come l’Italia non approvi la discriminazione attuata nei confronti delle donne nello stadio dove si sta svolgendo la partita (o comunque un testo analogo). «La Rai dovrebbe rifiutarsi di trasmettere la partita, o almeno riconsiderare la decisione, come chiesto dalla Vigilanza», dichiara il presidente Carlo Rienzi. «Abbiamo presentato una denuncia alla luce della possibile istigazione alla discriminazione di genere, vista la scelta incredibile di giocare la partita in un Paese che nel 2018 – ha concluso Rienzi – limita ancora sensibilmente la libertà femminile».

    Buona serata

  18. Max
    Un casino sta partita.
    Ci dovevano pensare prima.

    Comunque, vista la situazione arretrata che vige nei riguardi delle donne, la pur risibile concessione del governo saudita la considero un passo avanti da non buttare alle ortiche.
    Qualunque piccolo avanzamento e’ oro,credetemi. Un ottimo incipit.

    Credo che, visto che si deve giocare questa gara , facciamolo anche per questo.
    Saluti e W le donne.

    • Come Panatta in Cile, che per protesta verso la dittatura di Pinochet gioco’, ma con la maglietta rossa.
      Mitico.

    • Ho già scritto in precedenza de sta partita…tra 4 anni ci saranno i Mondiali…sempre in Arabia Saudita…non ho sentito il fruscio di una foglia.
      A Gedda le donne si stanno scoprendo il viso e fanno vedere i loro jeans sotto la tunica semiaperta.
      Forza ragazze continuate a ribellarvi.

      Avevo anche fatto un appello alle donne del blog…chi l’ha lette ?

      Ciao Tino

      • Baro’ lo so che ne avevi gia’ scritto, io ti ho risposto ora con l’ultimo post che hai fatto, perche’ penso che proprio per le donne abbiamo un motivo per giocare sta menata.

      • Barone,

        secondo me non vale neanche la pena perderci del tempo.

        Si sapeva da tempo, e le polemiche ora mi sembrano solo un ottimo pretesto per darsi un pò di visibilità a buon mercato.

        Ciao.

        PS
        Intanto il treno che i 5stelle mi obbligano a prendere per andare al lavoro, è puntualmente in ritardo….

        • Luca
          Dopo le abbuffate festive c’è un po’ di sovrappeso…bisognava mettere una locomotiva di spinta.
          😎

          • Si mo alla fine è colpa dei 5 stelle se i treni in italia non sono mai arrivati in orario 😀
            Luca “lui sì che sapeva come non farti aspettare in stazione.” Rivediti il film di Troisi che ambientò nel periodo di colui che solo Berlusconi è riuscito a superare 😆 😆 😆

    • andrea (the original)

      Figurati se ci pensavano prima. E’ che non avevano tenuto conto del fattore napoletani, che è una sorta di specie protetta e dunque quando entrano in mezzo loro le istituzioni si prodigano..per poi ritrovarsi con questo controsenso.
      Mettiamola così: facciamo andare le donne napoletane in Arabia e vedrai che la partita non si gioca.

  19. Andrea ti ringrazio della risposta anche se non condivido niente soprattutto sul cam i italiano. Ringrazio anche Ivano e ringrazio anche chi continua a fare lo STUPIDO e prendere x il culo chi non la pensa come lui.

  20. X me Dybala in quella posizione sta giocando la sua miglior stagione xchè io non lo giudico dai gol. Nonostante ciò, lui in ogni partita oltre a crearne x i compagni, ha le sue. Purtroppo in questo periodo non gli va bene ma sta giocando molto bene. Io Pjanic mezzala non lo vedo proprio. Piuttosto ci rinuncio.

    • Germano,
      basterebbe valutare la situazione della squadra invece che il singolo…. Dybala funziona per la squadra… la squadra ne giova e molto… per me è lampante… forse anche per te… per altri no.
      Il fatto è che come le partite sono diverse, le stagioni lo sono ancora di più… Allegri cerca sempre la miglior soluzione per la squadra… anche in funzione delle condizioni dei giocatori.
      Su Pianic, può giocare anche da mezz’ala, ma sicuramente il meglio lo da davanti alla difesa, come Bentancurt che invece, secondo me, è meglio da mezz’ala.
      Ciao.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia