Sesso Juve e Rock n Roll S02 E20

Quest sera nuova puntata di sesso Juve e Rock n Roll ore 22 come al solito cliccare nella foto. Il numero per chi vuol mandarci domande è lo 3311552985 via sms o whats app cerchiamo di rispondere a tutti. Mandateceli prima della puntata perchè in diretta è complicato.

Immagine anteprima YouTube

La scaletta e l’immagine di copertina.

 

 

 

 

 

 

 

Versione mp3

  1. Forse non avete capito che nel 50% dei casi Luigi, ve la mena o ce la mena come si dice….e’ Campano, un po’ ripassatore….un po’ sfottitore non ci cascate sempre…
    Vero Lui’?
    Che menabelin che sei….dicono da me…!

  2. Mauro the Original

    Riscrivo ciò che ho esposto tempo fa. Che si vinca Champions e scudetti o no, credo ci sia almeno il 50% di tifosi bianconeri che non stravede per Allegri. E forse sono stato troppo magnanimo.
    Con quasi certezza sarà il suo ultimo anno alla Juve e mi auguro che lasci un buon ricordo.
    Io di sicuro non lo rimpiangerò anche se il prossimo allenatore dovesse fare male, in quanto è fin troppo evidente che siamo a fine corsa.
    Il preferito? Dico Gasperini tutta la vita, almeno in quelle due ore che mi siedo davanti alla tv mi godo un gioco piacevole come si deve.

    Diciamolo chiaro, l’Atalanta contro la Juve sembrava il Real Madrid e che diamine. . . .

    • Mauro, concordo con te ma solo se a Gasperini gli mettessero in mano dei noti sconosciuti…e tutti giovani.
      Ma non credo che coincida con la politica della società Juventus.
      Ciao.

      • Si Max concordo.

        • Siccome invece io penso che sia tremendamente + difficile gestire un gruppo di campioni, portarli alla vittoria (mai scontata soprattutto x anni e anni…) che far giocare un buon calcio sd un gruppo do buoni giocatori, senza pressione, aspettative ecc ecc, che venga alla Juve e gli si dia la possibilità di vedere se è in grado di gestire la squadra di Allegri. In fondo se ci riesce, con la qualità altissima della rosa abbinata al suo gran calcio, in giro di 2/3 anni dovremmo essere in cima al mondo. Xrò teniamolo almeno 3 anni anche se eventualmente nel primo periodo i risultati saranno insoddisfacenti. Troppo facile come dite voi x me.

  3. andrea (the original)

    Faccio una digressione dal topic perchè, nonostante mi sembra evidente che abbia deciso di non entrare più in discorsi sui quali ci si dà di gomito e in alcuni casi si diventi oggetto di “bullismo virtuale”, leggo ancora chiamarmi in causa.

    Dunque, il discorso su Ronaldo che intanto era inserito in un contesto, mi ha visto scrivere le seguenti parole.
    “Magari perchè si sta rendendo conto che la Juve non è il Real.
    Dunque si tratta di una mera ed EVENTUALE constatazione o ipotesi.

    Leggo ora da Antony che tali mie parole siano lette come certezza, aggiungendo termini quali “magico” mai da me scritte e in ottica di denigrazione della Juventus.

    Nulla di tutto questo ovviamente: che la Juve non sia il Real lo dice la bacheca e se vale quando si menziona la superiorità della Juve su altri in Italia vale per il Real rispetto alla Juve e a tutte le altre squadre del mondo.
    Ciò non vuol dire che la Juve sia da me ritenuta entità di secondo piano.
    Inoltre, la frase fa riferimento a una mentalità di gioco e non a stimmate. Il fatto che Ronaldo abbia scelto la Juve speriamo sia la scelta giusta per lui e la Juve ma non vuol dire certezza.
    Oggi ha appena dato le dimissioni da un’Azienda una persona che era entrata pensando di aver scelto il meglio. La valutazione era centrata nel momento in cui era stata fatta ma poi, all’atto pratico, è cambiata. Mi sembra una roba che, qualora (e ribadisco qualora) accadesse, sarebbe normalissima visto che il mondo non è statico e i rapporti si evolvono.

    In un’era in cui social e forum vivono sulla distorsione di quanto dice l’altro, grazie alla possibilità di pescare nel calderone ciò che si vuole, preferisco quasi pensare che questo modo di fare, almeno qui, sia frutto di analfabetismo funzionale e non di dolo.

    Parentesi chiusa.

    • Il post mi sembra riferito ad Antony ma mi pare che all’inizio fai anche un discorso generale. Ti pongo qualche domanda: Quando c’è un blogger chiamiamolo a che scrive un suo pensiero e ogni volta un blogger b gli scrive “bravo la penso uguale” (e fin qui niente di male ci mancherebbe ) ma poi aggiunge sempre (+o-) “e chi non lo vuol capire peggio x lui”, oppure magari un altro blogger addirittura fa copia/incolla di post di un altro blogger, li riporta su un altro posto e poi denigra l’autore di quei post, come lo chiami? Darsi di gomito o bullismo virtuale? Analfabetismo funzionale o dolo?

    • Dimenticavo; il blogger b poi non pago ogni volta prende c il c.lo tutti i malcapitati che non la pensano uguale con sarcasmo gratuito.

    • X Andrea
      Quel “ magico “era un rafforzativo proprio per accentuare le coppe vinte dal Real che la mettono sopra le altre.
      Se un dirigente dà le dimissioni perchè non in grado di potersi esprimere in un contesto in cui credeva di potersi affermare, se me lo permetti il sottoscritto non lo considera uno bravo, perchè non è stato in grado di poter imporre, con pazienza e perseveranza, goccia dopo goccia, la sua capacità per migliorare certe consuetudini aziendali che lui ritiene sbagliate.
      Se Ronaldo nella Juve volesse andar via, ripeto, sarebbe lui il primo a fallire perché ha scelto lui la Juventus ritenendola la società che avrebbe potuto consentigli di rimanere ad altissimi livelli, e non credo proprio, visto che è l’unica squadra nei campionati europei ancora imbattuta, che abbia visto male.
      La tua fissa che Allegri metta gli Alves ( che personalmente ritengo un saltinbanco più che un campione, ma questa è solo la mia opinione personale in contrapposizione alla tua) mi fa capire che abbiamo una visione differente, solo che io non lo ribadisco ogni 2×3 per dire che ho ragione. Ma questo è solo un esempio. Quanto ad Allegri l’ho scritto più volte e vorrei non ripetermi più, non ha un gioco” trascendentale” ma maledettamente efficace ed adattabile al materiale umano che gli mettono a disposizione. In 5 anni la Juve ha rivoluzionato centrocampo ed attacco, sono rimasti solo Chiellini ed è rientrato un altro che ha capito di aver sbagliato ( Bonucci) , ma i risultati sono in escalation. Se vuoi commentiamo i fatti, quello che verrà c’è lo dirà il futuro, almeno io non mi reputo un indovino.

      • Faccia andare via gli Alves( non metta )

      • Beh, Alves è stato x molti anni il miglior terzino del mondo Antony, dai. Che poi abbia anche un carattere capriccioso sì. Che sia andato via x Allegri, personalmente credo di no.

        • Li devi vedere e giudicare nel contesto in cui hanno lavorato, Germano. In quel Barcellona era stato creato un sistema di gioco dove tutti erano complementari. In quella squadra non era certamente una primadonna , Xavi, Piquet, Iniesta e quel trio d’attacco con Il pistolero Neymar e Messì in primis erano il fulcro e gli uomini di cui ci si ricorderà negli anni. Gli altri beh, ottimi ma buoni gregari, ed io Alves lo metto ( ma sempre secondo il mio modesto giudizio) tra i secondi. È passato dalla Juve ed ora al Psg ma non credo abbia lasciato niente di che. Da noi in una stagione avrà fatto 4/5 partite ad alto livello, ma lo stesso Cancelo, ancora in erba, mi entusiasma molto di più.

          • Infatti Antony, anche per me quelli che hai citato sono stati i giocatori decisivi nei trionfi del Barca, nella finale di Berlino contro la Juve, di Alves ricordo solo il fallo da rigore fatto su Pogba.

            Ciao e scusa se ho allargato un pò il gomito 🙂

  4. Gasperini
    Ha una capacita’ nella conduzione di giovani. L’atalanta stessa e’ senpre stata un’ottima fucina di talenti che ha sempre ceduto alle grandi.

    Per una Juventus si tratterebbe di una scommessa,e noi se non vinciamo la CL avremo bisogno di certezze e pure immediate.

    Le capacita’ di Gasperini sono indiscusse per una conduzione di giovani, non so come si relazionerebbe con campioni affermati che richiedono un certo tipo di gestione certamente meno facile. La Juve non e’ in costruzione e nemmeno gli obiettivi prefissati, con tutto il rispetto, sono trascuarabili. Non capisco quindi perche’ mai dovremmo fare esperimenti inutili.
    Ha pareggiato con la Juventus, e allora?

    Tatticamente offre garanzie, ma rimaniamo in discorsi teorici e la loro applicazione a certi livelli non e’ dimostrabile. Ci conviene?
    Non penso, noi necessitiamo di esperienza aii massimi livelli e soprattutto dimostrabile.

    Adesso non arrapiamoci appena spunta qualche lampo all’orizzonte , state parlando di sostituire un allenatore che non ha vinto una CL ma sta portando la societa’ verso l’ottavo scudo consecutivo….insomma dai,diamoci una calmata eh,ragazzi…
    Allenava la primavera bianconera, bravo ma credo non sia stato trattenuto con I denti ed I motivi sono visibili.

    Non possiamo aspettare uno perche’ si chiama “Gasperini”, alla Juve hannodei programmi immediati. Con tutto il rispetto per I Percassi .

    • Errata corr. Sempre
      Ps
      Quando vede Juve vede rosso. Polemico, allusivo, con uno standing discutibile.

      • Perfetto Tino, io la vedo allo stesso modo. Adesso diranno che ci diamo di gomito perché abbiamo la stessa visione su questo argomento

      • Scusa Tino, allora chi prendiamo? Pensi che un Guardiola, Zidane, Klopp ecc venendo alla Juve non mettano come priorità vincere immediatamente? E pensi che x raggiungere questo obiettivo si affidino solo (anche ma non solo) ak bel gioco? Boh, può darsi. Io ci credo poco.

    • Grazie Tino
      Hai rafforzato il mio pensiero su Gasperini.
      Gran bel allenatore che esalta e fa giocare giovani.
      Alla Juve il dopo Allegri(mi auguro avvenga subito) sarà molto duro, non credo che chi arrivi, fosse pure klopp, Guardiola o Zidane non troverà vita facile.
      Le altre cercheranno in tutti i modi di bloccare la Juve in questa sua continuità di vittorie.

      Pare che Capelli Unti già lo ha dichiarato, non solo, ma pensa già a questo in corso.
      Ciao.

  5. Mauro the Original

    Gasperini

    Io credo che su questo allenatore ci siano dei forti pregiudizi dettati dal flop con l’Inter.
    Purtroppo il suo grandissimo errore è stato quello di accettare di resuscitare in corsa una squadra allo sbando. Avesse preso l’Inter a giugno e fatta tutta la preparazione personalizzata da lui non sarebbe andata come è andata.

    In poche settimane, forse tre o quattro, si è letteralmente bruciato.
    Io sono stra convinto che se arrivasse alla Juve farebbe benissimo. Non capisco il motivo per cui dovrebbe riuscire a far giocare bene dei giovani emeriti sconosciuti e invece far giocare male giocatori famosi.
    E poi scusate, leggo che l’Atalanta con noi ha pareggiato? A me sembra che nell’ultima partita ci abbia letteralmente asfaltato rendendoci quasi ridicoli.

    • Mauro io tutta questa Atalanta che ci ga asfaltato non l’ho vista. Che abbia meritato sì; asfaltati non sono d’accordo. Non vorrei che il risultato rotondo condizioni il giudizio. Come ho visto io la partita l’ho descritta in un altro topic. Gasperini insoddisfatto fino all’1-0. Fa seguito subito il raddoppio (è successo anche a noi di fare 2 gol vicini dopo aver sofferto fino a quel momento no?). Ripresa fatta di difesa e molti falli. Partita gagliardissima na onestamente non andrei oltre. Concludo con una domanda: Possibile che a parte l’Inter, nessun’altra grande li abbia mai cercato? Xchè?

  6. Alessandro Magno

    Gasperini è sicuramente un allenatore interessante ma ora non è che pechè ha eliminato la Juve in CI diventa un genio del calcio. L’Atalanta è uscita anche dal preliminare di EL contro il Copenghen
    In campionato ha perso 3-1 col genoa 3-2 con l empoli 0-1 con la Ssmp 2-0 dalla Fiorentina. e pure 2-0 dalla spal e 0-1 in casa con il cagliari all andata

    Certo ora sono in hna forma smagliante ma devi vederli nell arco di una stagione non solo perche han vinto una volta con la Juve

  7. Antony e Gioele, ai giocatori da voi citati io Alves ce lo aggiungo.

    • Libero di mettercelo dentro, Germà. Il calcio è bello proprio perché ognuno di noi lo guarda con le sue prospettive😉

    • Alves in quel Barcellona è stato indubbiamente fra i migliori ma non allo stesso livello degli altri citati da Antony. Opinione ovviamente del tutto personale.

  8. Libero di ritenerlo tale, Germà. Il calcio è bello proprio perché le opinioni divergono in relazione alle proprie preferenze.

  9. Il buon Sarri, non riuscendo ad amalgamare il Chelsea secondo le proprie convinzioni calcistiche, pur sapendo che non gli è consetito “troppo tempo” si è già messo con le spalle al muro dichiarando che questi calciatori sono troppo abituati a giocare in contropiede ( accusando gli allenatori che l’hanno preceduto) . Mi auguro che il Pipita possa dargli una grossa mano per farlo uscire dal guado, ma sono sicuro come la morte che non ci riuscira a far giocare il Chelsea alla stessa stregua del Napoli che ha lasciato.
    Mi riallaccio al discorso su Gasperini che ha fatto Tranfaglia. Ogni allenatore ha determinate caratteristiche che si possono adattare o meno alla squadra che gli si mette a disposizione. C’è chi ha predisposizione ad insegnare calcio, ma devi avere a disposizione poi giovani o calciatori duttili che ti sappiano seguire. Allenare dei campioni affermati cambia diametralmente il tuo saperti imporre perché oltre a dover diventare uno psicologo bravo devi riuscire a saperti imporre in modo diverso quando si pretendono altri tipi di sacrificio. Magari quel sacrificio potrebbe anche essere meno stressante di quanto già sono soggetti quei campioni, ma ogni cambiamento ha bisogno di tempo. Un buon allenatore a mio avviso è quello pratico che si adatta ed adatta alla svelta un gruppo di calciatori cercando di tirare fuori sempre il loro massimo

  10. Gasperini

    Con tutto il rispetto per il tecnico, io alla Juve non ce lo vedo. O almeno no in questo momento storico, all’epoca di Del Neri sicuramente. Le aspettative sono altissime ed alla Juve tempo non ce n’é. Se Allegri con tutto quello che ha vinto é costantemente sulla graticola non oso immaginare cosa si direbbe di Gasp se le cose non ingranassero. Un conto é gestire ragazzini sconosciuti senza obblighi di risultati, un’altro ben diverso é gestire una rosa piena di campioni e con la necessitá di portare titoli.
    Dovesse andare via Allegri per me si deve andare su un mister di prima fascia.

    Su Alves sono d’accordo con Germano. Guardare solo la traiettoria post 30 non gli rende giustizia. Vera la questione che dice Antony del contesto, ma quel contesto é una squadra che ha fatto storia ed alves ne era un pilastro fondamentale anche se a lato di Messi e Iniesta tutti possono apparire secondari.
    Da noi era un pesce fuor d’acqua e coerentemente se n’é andato. In alcune partite é stato strepitoso ma in genere il rapporto tra Juve e brasiliani non é mai stato idilliaco.

    • Kris, xrò su Gasperini mi sorge una domanda. Supponiamo che lui riesca a dare un bel gioco alla squadra ma non riesca ad andare oltre il secondo, terzo, quarto posto, quanto conterebbero i risultati. Sono importanti o no? E se sì, quanto importanti? Conosco juventini che mi hanno detto che preferirebbero vedere una Juve giù dal podio pur di vederla giocare bene. Personalmente non sono proprio completamente d’accordo con loro.

      • In questo momento, con la differenza che c’é tra la Juve e le dirette rivali, essere fuori dal podio sarebbe grave. Io non rinuncerei alle vittorie per il gioco, gli scudetti del bel gioco li lasciamo volentieri a De Laurentis, ma la questione é gia di per se assurda visto che le due cose non sono affatto incompatibili. Tant’é che si é visto bel calcio anche con Allegri.
        Ora come ora, se l’alternativa deve essere Gasp, mi tengo Allegri.

        • Nessuno dice che sono incompatibili, ma può capitare xrò. Mi piacerebbe constatare come reagirebbe la tifoseria .

          • Beh, su 14 milioni ne sentiresti di tutti i colori 😀
            Io da Allegri quest’anno mi aspettavo un salto di qualitá, di cui si é anche visto un’accenno a inizio stagione. Nonostante il periodo di attuale flessione sono ancora fiducioso, poi a fine anno si tireranno le somme.
            Ma per come stanno le cose attualmente nel campionato italiano, qualsiasi allenatore che non porti almeno lo scudetto, gioco o non gioco, credo che verrebbe linciato.

          • Germano
            Mi chiedi allora chi prendiamo?
            Sembra quasi che esista gia’ l’esonero o le dimissioni di questo tecnico.
            Non saprei Germa’ il fatto e’ questo.

            Se mi chiedi uno papabile opterei per Zidane, e aggiungo un ritorno con Didie Dechamp. Ma non sono bravo con gli allenatori, l’importante e’ non cambiare gli occhi per la coda.
            Per me poi il gioco Allegri ce l’ha, il difetto che devo attribuirgli e’ che a centrocampo non prevede le due fasi. Contrariamente a quanto si pensa la Juve gioca con 2 attaccanti piu’ 3 centrocampisti solo offensivi e le azioni non partono da dietro.
            Ora non facciamo il totoallenatore. Questo qualcosa come tecnico ha dimostrato.

        • La tua è una considerazione che in qualche modo giustifica l’affermazione di Allegri “il bel gioco porta a risultati negativi”, non in risposta ai tifosi juventini più critici ma a quanti fra gli addetti ai lavori hanno accusato la Juve di “non gioco” ed esaltato il “bel gioco” di Sarri, o di altri allenatori che invece da anni.. non vincono niente.

          • Non sapevo avesse detto questo Allegri, perché su quest’affermazione non sono d’accordo. Ma entriamo nella questione “bel gioco” che é estremamente soggettiva. Io, dal punto di vista tattico non sono in grado di fare appunti a nessun allenatore, l’unica cosa che da semplice tifoso posso percepire é l’atteggiamento della squadra in campo e da quel punto di vista vedo spesso un gioco speculativo che poi é alla base delle critiche che si muovono al mister.
            Sarri offre un gioco sicuramente piú spettacolare e divertente e che poteva essere anche vincente se non avesse trovato una Juve formato carro armato. Quindi che il “bel gioco” non porti risultati secondo me non trova riscontro nella realtá, penso al Berça che ha vinto gli stessi scudetti della Juve nell’ultimo decennio, ma se ne potrebbero fare tanti di esempi. Per me le due cose non sono incompatibili.

            • Kris

              Ho citato Sarri ma non è l’unico ad offrire il “bel gioco” e non vincere, Klopp e Guardiola hanno allenato e allenano squadre forti e competitive, il primo con il Liverpool non ha mai vinto la PL e ha perso una finale di CL e una di EL, il secondo con Bayern City non ha mai superato i quarti di CL.

          • Ma certo, guardo I risultati e, se dobbiamo migliorare come si dice, facciamolo in maniera oculata.
            Ciao

            • Ps
              Gioele ho risposto al tuo ma me lo ha ficcato sotto Kris.
              Saro’ pragmatico ma a me interessano I successi e preferisco cosi’ ad un gioco emozionante ma inutile .
              E’ un esercizio beffardo. Contano I risultati………..stop. Non facciamo I puristi senza palle.

              • Comunque secondo me ci muoviamo su posizioni troppo estreme, un gioco emozionante non é necessariamente inutile. In questi anni ci sono state partite bellissime accompagnate da risultati. ci sono tante squadre che ottengono risultati e sono allo stesso tempo gradevoli da vedere. Se pensiamo che l’altra sera abbiamo pareggiato col parma per aver attaccato troppo secondo me siamo fuori strada…

  11. Max io non ho tutta questa fretta.
    In ogni caso la gatta frettolosa fa I gattini cechi. Ci sono scelte e programmi in atto e la societa’, se non sussistono motivi non conosciuti, non ha molti estremi. per sostituire Allegri. Forse se non imbrocca la CL anche quest’anno.
    Sono pragmatico,allegri ha vinto ed ha fatto un escursus non ripetibile.
    Attenzione: nessuno e’ eterno, ma non facciamo errori in corsa, cosa frequente.

  12. Antony

    Avere la stessa opinione non vuol dire darsi di gomito.
    Sono abituato a valutare I cambiamenti repentini solo con un margine del 98% di non fare cazzate, non metto a repentaglio almeno due anni di calvario per scelte sbagliate. Mica siamo ai tempi di Ferrara sponsorizzato da un De Paola senza un motivo ragionevole.

    • Tutto si può fare sempre meglio, ma se dobbiamo pensare che arriveranno i tempi bui quando siamo in piena luce solo perchè si vorrebbe una luce ancora più luminescente, beh non è solo pessimismo cosmico, ma letteralmente volersi dare sui “cosiddetti “senza senso.
      Purtoppo Tino il darsi di gomito è stato frainteso, ma sarebbe meglio spiegarlo bene a chi pensa che siamo divisi in bianchi o neri.
      Purtroppo leggo che il buon Pk non solo piange in turco perchè non riesce più a dialogare con noi, ma addirittura va a lamentarsi in altri blog e a dileggiare ciò che vado a scrivere quassù. Gli auguro di continuare a leggere il nome dei suoi giocatori scritti sempre in cinese. 😀 😀
      Sarà la volta buona che diranno che perdono le partite perchè non riconoscendosi dal loro cognome sulle magliette non sanno a chi dare la palla 😆 😆 😆

      • Ah ah ah chi cerca vento trova tempesta, io non ho mai rivolto post manco di risposta al dileggio e agli stupidi pretesti di supporto al dileggio stesso.

  13. Adesso non dite che confondo il gioco col bel gioco.
    Ma veramente esiste qualcuno che baratterebbe un ipotetico “gioco” con una vittoria? Stabiliamo cosa vuol dire “gioco”, no perche’ non mi sembra, compresi I difetti che ho gia’ elencato di Allegri, che la Juve faccia danza classica.

    La battuta e’ per rendere l’idea, non per deridere alcun pensiero. Io posso offendere o essere ironico, ma mai deridendo.

  14. Kris,
    Il calcio e’ tattica.
    Sarri fa un calcio bello ma inutile,anche condito da scarse abilita’ gestionali.

    Se conduco per due a zero o due a uno,mi dici un motivo valido,etico,ragionevole,per il quale non posso inserire nella Juve che tutto mi pare fuorche’ catenacciara di Allegri. un Barzagli e continuare ad attaccare. con due punte e 3 centrocampisti che non conoscono la fase di copertura e due terzini che fanno da ali, e portare a casa questo cazzo di risultato?
    Ciao credo che si facciano troppe analisi, perdonami.

    • Aggiungo che da due anni giochiamo in mezzo senza un mediano e con un Pjanic che gioca solo a liberi tutti.

    • Si puó trattare di una scelta logica, ma non é detto che paghi. col cambio difensivo, come detto da Mauro, ci abbiamo anche lasciato le penne. Se stai soffrendo ci puó stare, ma se la stai gestendo bene e ti metti dietro (che é quello che succede quando entra Barzagli) fai un favore all’avversario che smette di preoccuparsi della sua porta per dedicarsi anima e corpo alla tua. In Italia in genere la sfanghi ma quando incontri grandi campioni in coppa spesso finiscono per fartelo il gol. A monaco il cambio morata/Mario cambió l’inerzia dell’incontro e ci schiacciarono.

  15. Mauro the Original

    Tranfaglia

    Scusa ma i risultati sono evidenti e soprattutto nelle partite che contano. Vinci fuori casa contro il Bayern e dopo essere passati in fase difensiva perdi la partita.
    Contro il Barca raggiungi il pareggio in finale e togli l’attaccante più incisivo impostando la squadra più difensiva e ci bastonano.
    Contro il Real vinci 3 a zero e vai in fase difensiva per giocarcela nei supplementari mai arrivati.

    Avrei preferito uscire attaccando e non chiusi tutti in difesa a subire tonnellate di goal

    • Mauro
      Col Real abbiamo fatto male a togliere un attaccante e a fare fase difensiva. Si poteva fare un cambio diverso togliendo qualcuno in altro ruolo garantendo attacco e piu’ copertura., ma I supplementari erano il minimo da puntare dopo una gara del genere.
      Sai non penso che la tesi attacco per non non ricevere attacchi sia infallibile sempre. Esistono I contropiedi micidiali. Comunque come ho detto paradossalmente questa Juve pensa piu’ ad attaccare che a difendere,basta guardare il centrocampo.

      • Ad essere sinceri non ricordo I cambi, ma mi pare che poi tutto sommato non ci siamo poi messi in difesa…

  16. VENTIDUE A ZERO

    5/2/97 la Juve alza il suo ultimo trofeo europeo.
    Lo fa in modo strepitoso rifilando 9 (nove) goal al PSG e subendone solo 2 nelle due partite di andata e ritorno.

    Il 15 gennaio a Parigi la partita d’andata finisce con un risultato tennistico (6-1) in favore della Juventus ( Porrini, Padovano, Ferrara, Padovano, Raì, Lombardo, Amoruso.

    Il ritorno il 5 febbraio 1997 finisce 3-1 per i bianconeri ( Del Piero, Raì, Del Piero, Vieri).

    Domanda: dove è stata giocata la partita di ritorno e come sono stati segnati i due goal del PSG ?

    Buon pomeriggio

  17. Kris
    Si puo’ verificare anche quello che dici ma sto cercando di dire che anche attaccando bisogna considerare un reparto nevralgico come la difesa. Se a centrocampo non beccano palla la cosa migliore e’ partire da dietro.non penso che qualcuno preferisca non attaccare ma ci sono anche gli altri. La cosa migliore e’ fare un gioco equilibrato,compensando attacco e difesa, magari partendo da questa.

    Guarda, non pensare che io sia un difensivista,odio I catenacci e al di fuori di qualche strategico giro palla o possesso palla, e’ chiaro che I gol non te li mandano dal cielo, ma bisogna vedere decine di situazioni che si verificano e non siamo a bordocampo.

    Quello che mi va e’ una squadra equilibrata dove I settori fanno quello che devono fare. Ci sono momenti che attaccando ti infilano.
    Ripeto e, se vuoi, dammi un parere: ma a te, la Juve di Allegri, ti sembra costruita sulla difesa? In un cc che non ha un imcontrista di fatto e con ali aggiunte da dietro. Ecc ecc..
    E’ che forse non sappiamo attaccare? Io non ho mai sentito o visto Allegri dire di stare dietro.
    Poi ribadisco di non capirne come altri qui su, ma in 60 anni qualche gara l’ho vista.

    • No, non la considero una squadra costruita sulla difesa. Piuttosto sulla fase difensiva che è diverso e può anche andarmi bene. Difatti nelle migliori partite di Allegri non abbiamo avuto bisogno di schiacciare l’avversario, l’abbiamo dominato con equilibrio,intelligenza e lucidità nella fase d’attacco.
      Quello che vedo spesso invece è un eccesso di attenzione al non prenderle a scapito della ricerca del gol. Troppe partite nell’arco della stagione in cui si specula sul golletto o l’errore dell’avversario. La tattica è efficace, soprattutto in Italia, ma inevitabilmente finisce per dare l’idea di quella mancanza di gioco di cui si parlava. Mettici anche che l’arrivo di certi campioni crea anche delle legittime aspettative.
      Probabilmente hai ragione sul centrocampo, reparto che a me non piace fin dal dopo Pirlo e che forse ci limita nel trovare l’equilibrio tra le due fasi. Quando andiamo in controllo del risultato spesso finiamo schiacciati all’indietro e, magari, con centrocampisti più capaci nella gestione della palla (tipo un po’ il Real Madrid)non succederebbe e continueremmo a mantenerci pericolosi.
      Non ho nominato a caso il Real, perché senza andare a scomodare i Sarri o i Guardiola, credo che sia un modello non molto lontano da noi. Una squadra con grande equilibrio e che faceva benissimo le due fasi.

      • PS. Per me una delle Juve più forti degli ultimi 8 anni è quella del 2015. Se a quella squadra si fossero aggiunti i terzini attuali e Ronaldo sarebbe stata stratosferica☺️

  18. LEGGI LEGGI CHE TE PASSA

    La Finzione e l’Inganno
    hanno aperto bottega. Su la mostra
    c’è scritto: «Sogni. Produzzione nostra.
    Speranze garantite per un anno?.
    Un vecchio Mago, cór barbone bianco,
    serve, dedietro ar banco,
    un beverone a quelli che ce vanno.
    Tutta gente che spera e ch’ha bisogno
    de vede, armeno in sogno,
    quer che nun trova ne la vita vera.

    Quanno passo davanti a ‘sta bottega
    guardo la folla e penso,
    con un senso de pena, a quel’illusi
    che beveno a occhi chiusi
    li decotti der Mago e de la Strega.

    Li compatisco, sì: ma, certe sere
    che le cose nun vanno a modo mio,
    me guardo intorno, svicolo e pur’io
    me ne scolo un bicchiere.

    Buona serata ar sonato

  19. Dal web si legge che la Juve ha scelto Zidane.
    Non conosco l’attendibilita’ della voce ma se cosi’ fosse e, se cambio si deve fare, mi va bene.
    Allegri ha continuato il ciclo di Conte e devo solo ringraziarlo per quanto di irripetibile ha fatto. Ha mirato al risultato, quello che volevamo ed era importante. I manager cambiano e apprendono,danno, portano esperienza altrove. Ha contribuito possentemente a farci dimenticare il limbo che ci ha costretti, fino a Conte, ad una sofferenza che non meritavamo. Non poteva fare meglio.
    Zidane
    Mi va bene, lo consideravo Papabile anche oggi con Germano.
    Se e’ vero sono cazzi suoi, e spero che la scelta sia suffragata da un severo programma di pianificazione perche’ I cambi nascondono intrinseche difficolta’ che devono essere considerate,
    Alla signora Zidane devo ricordare che il mare,a Torino, non e’ ancora arrivato. Ci sono solo I murazzi sul Po come allora.
    Lo slancio economico e di posizionamento internazionale che la Juve sta affrontando e che ci compete non permette tentativi, ma solo certezze.
    .
    Grazie Allegri e forza ragazzi
    Salvo bufale e fake
    Fino alla fine

    • Tino
      Ne sarei felicissimo, ma che sia Zidane o chi altro verrà solo per questo:
      Per dare il via all’operazione ricambio deve succedere una sola cosa: la vittoria della Champions League.

      Allegri lascerebbe da grande vittorioso…e a me non dispiacerebbe.
      Ciao.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web