E’ nata una piccola stella.

Articolo di Alessandro Magno

Ho avuto la fortuna di seguire Moise Kean da quando aveva circa 11anni. I miei figli giocano a pallone e il mio più grande spesso ha giocato contro il gruppo di Kean. Si vedeva già da piccolo che aveva delle doti non comuni. Una grande velocità, una buona tecnica. Un ottima visione del gol. Il ragazzo poi crescendo è migliorato tantissimo, l’unico forse di quel gruppo 99/00 che era molto forte a livello giovanile. La sua tecnica è migliorata molto e si è potenziato dal punto di vista fisico. Non è un gigante sarà circa 1 metro e ottanta ma è veramente tutto muscoli. Così il ragazzo ha bruciato le tappe è finito in prima squadra ed ha esordito e segnato giovanissimo in serie A. E’ andato anche molto presto in nazionale under21 e anche li ha collezionato belle figure e gol. Peccato l’anno di prestito al Verona dove non è stato valorizzato, spinto ad andare via dalla Juve dal suo procuratore Mino Raiola, anche questo un brutto errore per Moise che oggi ha bisogno assolutamente di non montarsi la testa. In ogni caso il ragazzo ha capito e a Gennaio è rimasto alla Juve dove gioca molto poco ma ha la possibilità di allenarsi con i migliori d’Italia e con il migliore del mondo CR7. E’ vero avrebbe bisogno di giocare con continuità ma o lo si presta a qualcuno che garantisca il suo impiego oppure si tiene perchè fare panchina in squadre di mezza classifica e farla alla Juve cambia tutto.

Nella settimana che potrebbe decidere tutta la stagione la doppietta di Kean è una boccata d’ossigeno. La Juve ha vinto bene, il ragazzo ha spianato la strada con un gol da centravanti alla Mandzukic dopo pochi minuti, e ha chiuso con un gol stile calcetto alla fine del primo tempo. Davvero bello il secondo gol. La Juve ha giocato anche bene e Allegri ha avuto alcune risposte sul campo che probabilmente si aspettava o per lo meno si auspicava: Spinazzola, Emre Can lo stesso Kean , chissà magari soluzione in corsa per una partita , quella con l’Atletico, che potrebbe anche diventare un assalto. Non ha giocato Douglas Costa che però pare poter andare per lo meno in panchina. Han riposato Pjanic, Chiellini e Ronaldo. Ha riposato quasi tutta la partita Dybala. Allegri nelle conferenze stampa ha ostentato serenità e rimbalzato le domande sul suo futuro. Il campionato è virtualmente vinto con 16 punti di vantaggio. Ci sono tutti gli elementi per provare a rimontare l’Atletico liberi di testa. Credo non siamo mai arrivati a giocarci un turno di coppa con un tale vantaggio in campionato sula seconda, per cui crederci è un dovere.

L’unico elemento di tensione è rappresentato dalla curva Sud sede del tifo organizzato che ha deciso di andare avanti per la sua strada non sospendendo lo sciopero del tifo che attua da diverse partite. A tale riguardo ci sono stati anche dei momenti non belli allo stadio fra i vari settori che si fischiavano a vicenda. Detto che non mi frega nulla se la curva tifa o meno e che rispetto anche se non condivido la loro scelta, spero che con il tempo anche la Juventus vada decisa per la sua strada, quella di eliminare definitivamente il tifo organizzato dal proprio stadio. Credo che ci siano stati diversi tentativi fatti per cercare una convivenza più o meno pacifica, ma quando il tifo organizzato diventa una scusa e un arma di ricatto è arrivato il momento di dire basta. I biglietti dello stadio sono cari è vero ma nessuno ti obbliga ad andare, io quest’anno sono andato solo una volta e prossimamente andrò un altra volta. Certo che sono dispiaciuto per non poter andarci sempre, tuttavia mi accontento che la Juve abbia comprato CR7 piuttosto che no, vi pare? Inoltre credo che l’ultras non debba esser un mestiere. Spiace per tanti amici che ho in quel settore ma se non hanno capito che con uno stadio di proprietà le cose sarebbero state per forza differenti sarà il caso che la Juve glielo faccia capire una volta e per sempre.

  1. Scusate io ancora non ho capito dove dovrebbe arrivare la Juve in Champions x valutare positiva la sua stagione; se bastano i quarti i semifinale, finale o deve assolutamente vincerla. No xchè si continua a dire che vincere non solo non è l’unica cosa che conta ma nemmeno la + importante e poi mi sembra di capire invece tutto il contrario. Boh. In Champions non possiamo nemmeno attraccarci al gioco brutto xchè anche se x assurdo consideriamo negativa tutta la partita di Madrid, le 6 del girone, indipendentemente dal risultato sono state tutte ottime.

    • Per me, Germano, non è questione di piazzamento quanto di ciò che si dimostra in campo e di come si affronta la competizione. Poi ovviamente più avanti si va più positivamente si giudicherà la stagione, anche perché per andare in fondo ci vogliono grandi prestazioni.

      • Ma no Antony lasciamo stare detrattori di…e difensori di…non ne voglio parlare. Kris scusa, e secondo te finora, considerando tutte e 7 le partite, com’è il livello di come dono state affrontate le partite Champions? In generale eh. Positivo? Negativo? Insoddisfacente? Buono? Se domani ad es al livello delle partite fin qui giocare aggiungiamo una grande prestazione che xrò non bastasse x qualificarci, come sarebbe giudicato l’andamento generale? È questo che ancora non sono riuscito a capire. Tieni sempre presente cmq che sono un sempliciotto eh. Non lo dimenticare mai.

        • Se sulle ultime sconfitte del girone si può sorvolare per aver comunque agguantato il primo posto, la prova di Madrid inficia abbastanza la nostra Champions. Domani abbiamo l’opportunità di ribaltare risultato e giudizi.

    • Germà ancora non lo hai capito? Se la Juve domani passa, per i detrattori di Allegri è solo “normale amministrazione”, anzi ti dirò di più, da quanto mi dicono altri amici di watsup, è perchè i calciatori mettono il pilota automatico e fanno di testa loro, se invece perdiamo c’è solo un colpevole, indovina chi è? 😀 😀 😀 😀 Allegriaaaaa

    • andrea (the original)

      Continuerai a non capirlo ostinandoti a non volerlo fare.
      Sarà una stagione positiva quando giocheremo come una grande e, giocando da grande squadra, difficilmente vedremo partite indecorose come quelle di Madrid che ci pongono ora il coltello sotto la gola.

      • Amico mio oltre che suo, nell’arco di un anno ci saranno sempre belle e brutte partite. Ormai, visto che le vediamo tutte grazie alla tv a pagamento ne possiamo apprezzare anche i particolari.
        Quando sentivamo tutto il calcio minuto x minuto ci affidavamo ai giudizi di chi ci raccontava la partita. A me è capitato pure di poter seguire per qualche anno una squadra che ha vinto è perso la Champions forse più forte di questa è che sapeva dominare. Sapessi quante volte sono stato deluso ( nonostante la vittoria finale) da quella squadra che aveva l’obbligo di vincere sempre. Quello che tu hai visto in Sarri io l’ho ammirato in Liedholm e ti posso assicurare che le forze in campo tra quella Juve è la Roma erano pari pari come quelle attuali sempre tra Juve e Napoli. Solo che la Roma vinse pure uno scudetto ed andò a giocarsela contro il Liverpool in finale di coppa campioni, mentre il Napoli ancora perde gli scudetti in albergo.
        Dicevo le stesse identiche cose di quanto dici tu oggi riguardo al bel gioco ed alla voglia di giocarsela. L’ho scritto tante volte anche quassù, ma quel tipo di esperienza mi fa capire a posteriori non che avessi torto, ma che i risultati sono più importanti di tutto. Quest’anno ( esempio classico) la più bella partita giocata in Champions è quella persa contro il Manchester di quell’ominucolo che tanto avrei voluto asfaltare per la sua tracotanza e presunzione. Sono ancora arrabbiato per quel risultato perchè nei tabellini quel risultato rimane come una macchia indelebile. Io sono fatto così, testardo, ma con una gran voglia di vincere e basta, non mi frega niente se il piatto è pure bello, l’importante è che mi sazi.

        • Scappano è con l’accento fuori luogo, devo resettare il dito sul tablet

        • andrea (the original)

          Ho dovuto smettere di leggere quando hai scritto che le forze tra Juve e Napoli sono pari perchè va bene scherzare ma non eccediamo.
          Poi ho fatto uno sforzo e ho ripreso: la partita persa con il Manchester, che è stata la più bella, fosse stata ripetuta a Madrid forse non ci trovava a cercare un miracolo domani.
          E’ che ne abbiamo fatte talmente poche di grandi partite da attaccarci a una persa per dimostrare che giocare bene non serve.
          Continuiamo a dirlo, magari falliremo definitivamente ma si continuerà a dire che giocare bene non serve.
          Proviamo a giocar male domani come all’andata e vediamo se la ribaltiamo.
          I risultati sono l’obiettivo di tutti, non solo della Juve. Gli altri giocando bene, ognuno a loro modo, li ottengono, noi quest’anno dobbiamo ancora ottenerli in competizioni serie o partite serie.

          • Allora rileggi il concetto perchè probabilmente non sono stato chiarissimo. Intendevo Napoli= Roma degli anni 80 come forza tecnica inferiore alla Juve di allora come questa di oggi . Vuoi che sia ancora più chiaro? Il solo Ronaldo vale quanto tutto il Napoli come l’allora Platini valeva tutta la Roma di allora ( ho forzato pure troppo per rendere l’idea ) .

            • andrea (the original)

              Ok va meglio ma la vedo diversamente perchè quella Roma aveva dei grandi campioni.
              Falcao non era così tanto meno decisivo di Platini

              • Te li tiro fuori subito, Andrea gli unici della Roma che potevano fare i titolari in quella Juve. Falcao e Conti. Il resto erano Chirico, Nela e Turone, per darti un idea, ed una sorta di Gerd Müller dei poveri come Roberto Pruzzo . Anzi questo a livello di tecnica si equivaleva a Brio ( il nostro peggiore tecnicamente insieme a Bonini) e spesso e volentieri tenevano in pari le partite segnando prima uno e poi l’altro. 😀
                Quella Roma giocava a scacchi, la nostra Juve di 8 campioni del mondo dell’82 + Platini e Boniek a dama per darti un idea.

                • andrea (the original)

                  Credo sia un pò influenzato dal tifo perchè quella Roma fece comunque una finale di Coppa Campioni, oltre a contenerdi lo scudetto più volte.
                  Ricordo un gran portiere mio conterraneo, un libero con piedi da centrocampista che con i piazzati segnava parecchio, Graziani campione del mondo anche lui..Pruzzo così scarso non lo ricordo, se a furor di popolo lo si voleva al mondiale dell’82, c’era Cerezo, certo non uno qualunque.

            • Quanto alla seconda parte, vorrei che ci chiarissimo ulteriormente. Pure io vorrei che la Juve giocasse sempre bene, ma sono arrivato alla conclusione che non sempre lo potrà fare, e per una serie di fattori cui sarebbe lungo spiegarne il perchè.
              Squadre come il Barcellona di qualche anno fa aveva delle caratteristiche intrinseche perchè nella canterà nascevano Xavi e Iniesta ed altri si sono adattati a quel tipo di palleggio che il bravo Guardiola è riuscito ad amalgamare al meglio. Lo stesso Guardiola quel tipo di gioco non è più riuscito a farlo perchè sia a Monaco che oggi in Inghilterra deve adattare il materiale che ha a disposizione per sfruttarne al massimo le loro capacità. Ma posso fare migliaia di questi esempi ecco perchè ti dico che la famosa equazione giocare sempre bene in una squadra di 10+ 1 giocatori può dipendere da tante situazioni diverse. Spesso ad esempio, anche l’eccessiva aggressività dell’avversario ti spinge a non essere lucidi e ti spinge a buttare via la palla alla viva il parroco, o ancora il “ non gioco del Cholo” ( sto facendo un esempio che mi è venuto a volo) che riaffronteremo domani ti può mettere in difficoltà perchè al momento la tua disposizione tattica è stata sottomessa dall’avversario stesso. Il calcio è bello perchè imprevedibile, generalmente se sei più forte vinci, ma ho imparato a capire, ed è qui il punto in cui non siamo d’accordo, che ci sono ( sempre in modo legale ovviamente)molti modi per vincere, non mi dire che aldilà della simpatia o meno per Mourinho, ti sia mai piaciuto come vincevano le sue squadre. Spesso e volentieri inserendo la terza e quarta punta per forzare anche l’aspetto emotivo all’avversario che vedendosi molti attaccanti contro, già psicologicamente si mette dietro a difendere.

              • andrea (the original)

                La Juve bene non gioca quasi mai, in perfetta linea con l’arretratezza del nostro calcio.
                L’Atletico gioca eccome, quando ha palla sa cosa fare, è veloce nella circolazione, ha giocatori in movimento continuo, mette pressione.
                Il gioco non è il bel gioco ma un tratto distintivo che la Juve non ha. La Juve prova sempre a non far giocare l’avversario..questo per me è non gioco.

  2. Io per tenere a bada le tachicardie credo che domani sera non vedrò la partita ma un bel film non altro per abituarmi a quanto farò sino a settembre senza i martedi/ mercoledì di champions.

    • Per abituarti avrai tempo, goditela finché ci siamo😉 sennò poi te ne pentirai!
      Puoi farlo buttato in terra e con le mani in faccia alla Bonucci, come suggerito dal Barone😂

      • No Kris, io quando cado non simulo mai, mi faccio male sul serio. Bonucci, visto che me lo hai fatto ricordare è bene che si ricordi della stupidaggine che ha fatto in quel secondo goal e che si riabiliti al più presto.

        • Sono d’accordo su Bonucci, per questo li voglio con la bava alla bocca.
          Allora non mi rimane che augurarti di non vedere films il mercoledì (o martedì) almeno fino a giugno.

  3. Devo essere sincero, mi aspetto da Ronaldo quello che ha fatto in più occasioni tirando fuori dal guado il Real in questi anni nei momenti difficili. Certamente quel goal in rovesciata è un pezzo unico e raro, però pure qualche tiraccio da 40 metri a rompere le reti della porta non mi dispiacerebbe.
    E’ arrivato per completare l’opera, vediamo se è vero.

  4. Credo in una partita come questa sarà decisiva la qualità e le giocate individuali in attacco e sappiamo bene quanto il gioco attuale della Juve sia basato su questo aspetto, oltre che (in particolar modo domani sera) sull’attenzione alla fase difensiva. Inutile perciò (Kris) recriminare su quel che doveva essere e non è stato all’andata, la Juve di Allegri è questa e la qualificazione se la gioca nei 180 minuti.

    • L’andata, ora come ora, serve solo per capire cosa non fare al ritorno.
      Ma se domani dovessimo assistere ad un grande prestazione peró senza qualificarci, sará purtroppo inevitabile recriminare sui 90′ di Madrid.

      • Kris in competizioni come la CL non c’è mai niente di scontato e non è scritto da nessuna parte che è il “gioco” a fare la differenza. Psg e Real uscite nonostante tutto agli ottavi, su cosa dovrebbero recriminare dopo il netto vantaggio acquisito all’andata fuori casa?.. Se domani sera a passare dovesse essere la Juve, non credi che a recriminare (ben inteso non parlo di arbitraggio) sarà l’Atletico nonostante l’ottima partita giocata all’andata?

        • Beh, a Parigi e Madrid non credo l’abbiano presa cosi bene. Nel loro caso sono stati fatali i ritorni.
          L’Atletico finora ha fatto quanto di meglio potesse fare, se recriminerá o meno dipenderá da domani. Ma in ogni caso credo che chi perda debba sempre analizzare gli errori per migliorarsi.
          Il “gioco” da solo fa la differenza (vedi noi col tottenham l’anno scorso) ma intanto ti da una base su cui contare, poi magari ci aggiungi i campioni, l’esperienza ecc e puoi puntare all’eccellenza. Poi il calcio é bello anche perché il barça di Guardiola puó perdere con l’Inter di Mou.

          • ops, “non fa la differenza”

          • Kris, nelle ultime 9 edizioni Mourinho e Guardiola hanno vinto una sola volta a testa la Champions, tecnici con filosofie di gioco completamente diverse, lo stesso dicasi per il Chelsea di Di Matteo, nella altre ha trionfato sempre la squadra più forte come lo erano il Real di Ancelotti nel 2014, il Barca di Enrique nel 2015 e il Real di Zidane nelle ultime 3, in cui a fare la differenza è stata più la tecnica dei campioni che la tattica degli allenatori.

            • senza dimenticare il Bayern di Heynckes nel 2013.

              • Infatti Gioele,
                Non entro nel discorso tattico perché ci capisco poco, ma proporzionalmente vincono di piú le squadre capaci di far gol. Solo di Matteo e Mourinho l’hanno sfangata.
                I campioni hanno sempre fatto la differenza ma dietro devono avere squadre capaci di sostenerli ed esaltarli. Se hai Messi o Ronaldo é necessario anche avere un gioco o atteggiamento propositivo che li metta nelle condizioni di fare la differenza. Altrimenti ne disperdi il potenziale. Anche la Juve quando ha avuto quest’atteggiamento ha fatto grandi prestazioni.
                Giocando come al Wanda, per esempio, difficilmente un Ronaldo puó fare una doppietta.

  5. andrea (the original)

    Sicuramente è presto per dirlo e magari Allegri sta mischiando le carte ma mi lascia perplesso la formazione proposta da Sky.
    In una partita da stravincere per poter passare il turno qualcosa deve arrivare anche da situazioni esterne allo sviluppo del gioco, sebbene senza gioco sia impossibile a priori recuperare.
    Un dribbling, una conclusione dalla distanza, una punizione..qualcosa deve arrivare da lì perchè è molto difficile pensare di cavar fuori 3 gol dalla partita giocata tra le due squadre.

    E in questo senso non comprendo per quale motivo andrebbe fuori Dybala e addirittura dovremmo giocare con 3 difensori centrali. Va bene che in possesso palla saremmo a 4 ma con Caceres terzino, non scherziamo.
    Somiglierebbe molto a quella formazione schierata da Ventura nel ritorno del playoff contro la Svezia, a cui bastò una difesa organizzata per subire praticamente il nulla.
    Mi aspetterei invece i 4 dietro, con due terzini d’attacco..sì mi aspetterei anche il tridente CR7 – Dybala – Berna per muovere la loro fase difensiva, magari con Mandzukic pronto a subentrare quando saremo disperati e dovremmo buttare palloni in mezzo ma sarebbe troppa grazia.

  6. Boh … Non c’è niente da fare … leggendo qualche post, sembra sia avallata la filosofia che per vincere non è necessario proporre calcio, anzi questa cosa sarebbe di nocumento, in quanto basterebbe distruggere il calcio altrui …
    Ed in effetti -diciamocelo- solo questo ha tentato di fare la Juve al Wanda … addormentare la partita con estenuanti passaggi laterali …
    perché quelli sono rimasti negli occhi … così come le loro letali ripartenze, alcune delle quali non hanno portato al gol per puro caso …
    Insomma la differenza di “dinamismo organico” tra le due compagini -soprattutto nel secondo tempo- è stata sconsolante per noi.
    Questi -a mio parere- sono gli aspetti che dobbiamo ribaltare domani sera, se vogliamo avere la speranza di ribaltare anche il risultato.

    Buona serata.

    • Tu Luigi leggi tra le righe solo quello che vuoi leggere e tradurre , e, purtroppo a modo tuo. Mi dispiace non poter essere più chiaro, anche se “scripta manent” ma tu hai i paraocchi ed hai un solo ed unico obbiettivo, far fuori Allegri.
      Probabilmente domani commenteremo le varie fasi di gioco oralmente via watsup come sai già da Barone. Se vuoi entrare dentro per commentarla insieme possiamo confrontare le varie sfaccettature con cui guardiamo la partita.

    • Come sempre accade, la prima gallina a cantare è quella che ha fatto l’uovo … ahahahahah

  7. No scusate ma qui di sta parlando della Champions di quest’anno dove mi sembra era stato chiesto un atteggiamento diverso fin dal girone. Beh, credo che nel girone siamo stati accontentati. Poi abbiamo sbagliato la partita di Madrid (vabbè x me solo gli ultimi 30′ ma è solo un mio parere; consideriamola tutta). Può una partita x quanto giocata male ribaltare un giudizio complessivo di tutte e 7 le partite? Boh

    • … Se andassimo fuori -giocando sulla falsariga del Wanda anche a Torino- sì, Germà, perché vorrebbe dire che appena si è alzata l’asticella i nostri limiti di giuoco e di atteggiamento sono venuti brutalmente fuori.

      Tutti noi tifosi vogliamo sperare che la partita di Madrid sia stata solo un falso positivo, ma i precedenti con l’Atalanta, Bologna e Napoli purtroppo indicherebbero di no …

      Speriamo bene !

  8. Ufficiale Luca. Zidane al Real, i’m sorry

  9. E’ UFFICIALE

    Le emittenti spagnole hanno appena ufficializzato il ritorno di Zidane sulla panchina del Real. Alle 20 conferenza stampa.
    Uno dei petali che sfogliava la Juve è caduto …

    • Mu sono sbagliato anch’io che ho sempre affermato che era fatta da tempo con noi. Guardiola si avvicina???

    • … forse si avvicina più “Andonio” che Pep, Germa’ …
      E non è esattamente la stessa cosa 😁.
      Staremo a vedere …

  10. Buona sera
    Infatti oggi 2 giornali Spagnoli avevano preannunciato la cosa.
    La scorsa settimana Zidane era a Torino per visionare la sua azienda (ambito fitness o simili). Non e’ da escludere che non si siano visti in sede, ma non si sa.
    Ora Antonio Conte e’ alle porte, almeno spero,perche’ qui ne salta fuori una al giorno. Non escluderei la riconferma di Max Allegri.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia