Ronaldo: Questa Juve e’ mia

scritto da Cinzia Fresia

La Juventus compie il miracolo, e si chiama Cristiano Ronaldo. Il vero leader, colui che ha preso per mano la squadra e l’ha condotta al passaggio di turno.
Cristiano impaziente di giocare, forte e convinto con la sua tripletta, fa il salto di qualità, richiesto per ribaltare un risultato che pareva insormontabile.
Dall’altra parte l’Atletico, troppo sicuro di vincere, arrivato sghignazzante a Torino, i cui giocatori si fanno beffa degli juventini postando selfie, come al Luna Park, ne escono umiliati come non mai.

Dopo la pessima prestazione di Madrid, Ronaldo, avra’ sicuramente effettuato un’analisi su come si poteva recuperare non solo il risultato, ma la fondamentale leadership di questo gruppo, non abituato a giocatori con un talento che li rende unici , il mettersi in gioco e il suo esempio ha ispirato gli altri.

La Juventus di stasera e’ stata perfetta, e ci chiediamo, dopo una prestazione cosi’, cosa possa non essere andato bene a Madrid.
Tutti eccellenti tranne uno, Mario Mandzukic, che il Mr. forse per stima, ritiene imprescindibile, ma il croato non e’ in forma, anzi è stanco, e al posto suo Kean poteva fare meglio.

Ma questa e’ stata la serata di Federico Bernardeschi e Emre Can, grandissimi “assistenti” di Cristiano, Federico, protagonista del terzo gol, quello determinante, che ha evitato di cadere nei pericolosissimi supplementari.
Tutti i giocatori schierati hanno dato il meglio di se’, come l’esordiente in Champions Spinazzola, sostituito solo per stanchezza.
Una partita che resta nella storia, percio’ godiamocela.

Una Juventus ricca, che in Campionato, magari non gioca sempre bene, ma e’ a 16 punti di vantaggio dalla seconda, non poteva uscire cosi’ dalla Competizione europea, non era fattibile, sarebbe stata un’umiliazione impossibile da accettare ed elaborare, serviva una reazione forte ed e’ successa.
Splendido lo stadium e i tifosi, che non hanno mai lasciato soli i ragazzi.

L’Atletico, ha sbagliato atteggiamento: troppo sicuro del risultato e sottovalutando la Juventus, ha pensato che trincerarsi in difesa fosse la giusta soluzione, ne sono usciti con le ossa rotte, soprattutto da Ronaldo che a Simeone gliel’ha giurata.
Nonostante la sconfitta immane l’Atletico, con sportivita’ riconosce la superiorita’ della Juventus.

La serata di Cristiano, si chiude con le lacrime di lei, la sua fidanzata, Georgina Rodriguez, innamorata e visibilmente commossa dall’impresa del suo compagno.

Il triplice fischio arriva come la manna dal cielo, le squadre sono svuotate con crampi im agguato, ora viene il tempo per festeggiare, per rilassarsi e riflettere. Ronaldo ha insegnato tante cose stasera, che bisogna rimanere lucidi, crederci sempre, e soprattutto giocare in attacco.
Juve … se ci credi la Champions la vincerai..

  1. A quanto pare il “funerale” è rimandato a data da destinarsi causa indisponibilità del “defunto”. Sono andati a prenderlo a casa sua ma hanno trovato sulla porta 🚪 questo biglietto 🎫: “T(orno)URNO S(unito)UCCESSIVO. Attendere prego…

  2. A quanto pare il “funerale” è rimandato a data da destinarsi causa indisponibilità del “defunto”. Sono andati a prenderlo a casa sua ma hanno trovato sulla porta questo biglietto : “T(orno)URNO S(ubito)UCCESSIVO. Attendere prego…

  3. Il gioco della Juve di quest’anno è in gran parte affidato ai millemila cross in area avversaria, per lo più effettuati dai terzini. Non è che lo abbiamo scoperto ieri sera.
    Certo, ieri sera è stato fatto tutto meglio, ma il “crismico” della squadra è questo. E finché ci sarà il Manzo non credo cambierà.
    Qualcosina di diverso lo ha portato Spinazzola che, -come faceva nell’Atalanta- ha cercato a volte la combinazione con l’uomo vicino allo spigolo dell’area. Anche Cancelo, quando è in forma, per fortuna lo fa,.
    Ieri sera si è anche capito che l’unico che può fare il tuttocampista per qualità fisiche è Bernardeschi.

    Il grosso vantaggio in campionato lascia ben sperare per il prosieguo della Champions, visto che si può giocare senza grossi patemi mentali, facendo rifiatare qualche pezzo grosso.
    Mi pare che soprattutto Mandzukic abbia bisogno di ricaricare le pile, in vista di un finale di stagione impegnativo in Europa.

    • Sono veramente contento per Spina, intraprendente e coraggioso nel suo modo di coprire la fascia.
      Era un esame importantissimo e delicato, l’ha superato a pieni voti. Lui e Kean devono assolutamente mettere minuti in campionato visto che ormai ci servirá solo da allenamento per la coppa.
      Mario quando é stanco o non é in serata é una palla al piede, ma servirá anche il miglior mandzukic per andare fino in fondo.

  4. andrea (the original)

    Recuperare un pò di freddezza è complicato, mi sono messo in ferie oggi..ma ci provo.
    Leggo in giro tante cose, perdonatemi anche tante stronzate, come se la vittoria fosse contro qualcuno.
    Poveracci, discorsi da poveracci che sono tali in tutti gli ambiti.

    Io credo che questa vittoria per tanti sia stata emozionante, per altri una liberazione, perchè in realtà il fallimento era vissuto peggio da chi voleva negarlo a tutti i costi per partito preso.
    Da Juventus Channel (a proposito, il direttore deve aver preso un discreto shampoo visto che ieri sera non ha neanche menzionato qualche tifoso critico..è il destino dei servi, quando provano ad alzare la testa per servilismo sono ripresi anche dai padroni) alla gente, sembrava un fatto personale e in realtà le presunte rivalse non danno lietezza, alimentano un meccanismo che rovina il fegato.

    Per il resto, per tutti gli altri, per chi non ha un partito ma un tifo e guarda le gare valutandole come tali, per chi vincere non è l’unica cosa che conta (perchè sono quelle di ieri le partite che esaltano e che si ricorderanno per sempre, non tante vittorie raccattate),credo sia stato più bello perchè alla partita grandissima si è abbinata la sorpresa.
    A questo punto anzi, penso sia ancor più goduta perchè potrebbe (spero) rappresentare anche un punto di svolta, in attesa di cambiare definitivamente mentalità dall’anno prossimo.
    La sorpresa più bella è che la Juve può giocare da grande squadra, con un suo gioco e non subendo il gioco avversario.
    Lo avevamo visto nel doppio scontro contro il Manchester, poi più nulla, a dimostrazione che bastava un risultato negativo per riportare in auge le paure dei piccoli.
    Ieri sera abbiamo avuto tutto: la grande partita e anche il risultato ..l’uno non sarebbe mai arrivato senza l’altro.
    Siamo perciò nella migliore condizione per aprire al nuovo approccio fino a fine stagione e ripeterlo.

    Mai più la Juve micragnosa: quella fa solo tristezza a chi la vuole grande e stressa chi la vuole grande ma non lo ammette.

    • Sono d’accordo Andrea. E la vittoria di ieri conferma quanto si dice da tanto.
      una partita, a volte, ti fa svoltare una stagione. Non solo nei risultati ma anche nella mentalitá. E quest’anno, a differenza di altri, la grande partita é arrivata senza essere accompagnata dall’eliminazione. Mi auguro che la squadra riesca ad approfittarne.

    • No Amico mio
      Non devi sparare nel mucchio per le stronzate perché le stronzate e tante si sentivano da ambo le parti.
      Quindi, la vittoria di ieri è anche contro qualcuno, senza andare a guardare fuori, quassù c’è gente che ha gonfiato quelli che ha mostrato Ronaldo ieri.
      Perdio, possibile che in 27 partite di campionato sempre e solo la solita litania ?
      Con tutti quei sorrisini di sfottere chicche e pure essia ?
      Senza che la Juve ne abbia persa una che sia una.

      Marzo è arrivato e ma ancora …e giù risate e botte di gomito…marzo è arrivato ma nemmeno è finito e la parola è parola.
      Sotto a chi tocca.

      • andrea (the original)

        Consentimi per una volta un ragionamento generalizzante. Da mesi leggo e ascolto qualunquismo in silenzio.
        Per me Amico mio la vittoria sarà sempre “A favore di” e non “contro”..allo stesso modo le sconfitte.

        Allora veniamoci incontro, stronzate da entrambe le parti ma da una parte di più e mi spiego: per mesi chiedere un gioco è stato manipolato e mistificato in pretesa di bel gioco è di circo. Spiegazioni o meno, il mantra era quello.
        Ecco, io non ho nulla contro la divergenza di opinioni ma quando si mistificano si tratta di stronzate..per non dire peggio.

        • No, dissento.
          Da una parte, la mia, c’è anche la critica agli errori…dall’altra parte invece la solita litania.
          Sono quelle le vere strunzate.
          Ed ora, permettimi una sana retorica, tutti sul carro ?

          No, alcuni non lo meritano, quindi, a piedi.

  5. A TUTTI

    E per quelli che prendevano per il culo fino ad un’ora prima della partita, ma anche alla fine del primo tempo.
    Un po’ di vergogna no ?
    Ora cercate di arrampicarvi dove ?

    Mica per caso avete pensato che Spinazzola non era ancora pronto e lo stesso Emre Can ?
    Il primo veniva da un grave infortunio, il secondo lo abbiamo preso infortunato e nel momento del suo inserimento succede che gli trovano un nodulo alla tiroide…operazione e altro tempo fuori con altro tempo per il recupero.

    E chi ci dice che non sia stato, oltre ad Allegri, anche Ronaldo a decidere ieri per Kean ?

    Ora tutto merito di Ronaldo, che di meriti ce ne abbia molti non si discutono.
    Ma arrivare a dire che è stato tutto merito suo ce ne corre.

    Fate i bravi.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia