Han vinto loro perchè sono stati più bravi.

Articolo di Alessandro Magno

La delusione è tanta. Tantissima. Adesso inizieranno i processi su di chi è la colpa. Ovviamente di colpevoli ce ne sono più di uno anche se il capro espiatorio sarà il mister. In primis è colpevole la società che in inverno ha fatto scelte scellerate sostituendo Benatia con Caceres e rimandando ad Giugno l’arrivo di Ramsey che oggi sarebbe servito come il pane. Allegri non è esente. Il suo calcio molto pratico funziona a meraviglia in Italia ma in Europa ha sempre segnato il passo. Spesso siamo passati in turni in cui si è giocato solo un tempo e si è difeso l’altro. Cosa che si è ripetuta in varie eliminazioni con Bayern, Real l’anno scorso, ma anche in finale a Cardiff. Se la squadra non ha capacità di giocare 90 minuti qualche problema c’è. La colpa è anche di diversi giocatori che sono in fin dei conti dotati di scarsa personalità. Questi dell’Ajax sono tutti giovanissimi eppure giocavano come veterani. I nostri a un certo punto hanno il braccino. Hanno paura di giocare la palla. Non tutti chiaramente ma diversi si. Anche loro sono in parte colpevoli. Quando si vince e quando si perde colpe e meriti vanno divisi equamente.

Certo abbiamo buttato al vento il primo di tre match point visto che CR7 ha tre anni di contratto. Sulla partita c’è poco da dire la Juventus ha giocato un ottimo primo tempo e meritava il vantaggio. Ha preso gol in modo rocambolesco e fortunoso da parte dei nostri avversari, il loro giocatore sarebbe stato in netto fuorigioco se non ci fosse stato Bernardeschi attardato verso la bandierina. Da li in poi è iniziata un altra partita. Nel secondo tempo niente da dire loro ci sono stati nettamente superiori, noi via via siamo andati calando. Allegri l’ha anche provata a vincere mettendo Cancelo. Il risultato è stato che loro hanno avuto ancora più campo. Ma in fondo è giusto così perchè tanti parlano di calcio ma poi pochi, pochissimi ne capiscono. La verità è che loro nell’arco delle due partite sono stati più bravi e anche più fortunati negli episodi. Mi riferisco al palo di Douglas Costa o al pari di questa sera, o anche solo al fatto di temere di perdere De Jong recuperato e poi di fatto utilizzato per tutta la partita mentre noi abbiamo perso Douglas Costa e Mandzukic oltre a non aver recuperato Chiellini. Mi riferisco al fatto che due arbitri in due match decidano entrambi di non dare rigore su due rigori che ci potevano stare. Questa coppa maledetta si vince anche con la sorte e spesso a noi ci è avversa.

Spero che la Juventus in quanto società punti veramente tanto l’anno prossimo a questa competizione. Acquisti come Joao Felix e Ruben Dias sarebbero auspicabili. Giovani e di grande futuro. Si potrebbe pescare anche qualcosa qui nell’Ajax anche se pare abbiano una corsia preferenziale col Barcellona. Si potrebbe prendere il mister ad esempio. Anche per cambiare sistema. Ci vorrebbe anche il ritorno di un centrocampista formidabile come Pogba anche lui questa sera tristemente eliminato e impiegato in un Manchester tutt’altro che trascendentale. Per concludere non ho visto una Juventus così disastrosa questa sera. Forse sarò l’unico a scriverlo. Certo se tu giochi da 6 massimo 6 e mezzo e gli altri giocano da 7/8 è normale che vincano gli altri. Mi dispiace per il godimento creato agli antijuventini e mi dispiace per gli juventini che ora come di consueto daranno il peggio di loro. Le critiche ci stanno e sono volte a migliorare. Gli insulti questa roba qui non è da tifosi. Non è da chi ama questi colori. Mi spiace molto per questa eliminazione. Mi spiace perchè con l’Atletico si era fatta una grande impresa e pensavo che forse poteva esser l’annata buona. L’anno prossimo ci riproveremo. Non conosco altra ricetta se non quella di provarci ogni anno.

  1. Qualunque tipo di ragionamento sulle contingenze, frana immediatamente davanti alla visione di un secondo tempo in cui un manipolo di giovinastri olandesi, e qualche mestierante, ha portato la grande Juve di Ronaldo a scuola calcio.

  2. Andrea (the original)

    No, hanno vinto loro perché il calcio va giocato e se si gioca si è più forti anche se si è nessuno.
    Questi sono come quelli dell’Atalanta, carneadi resi forti da una idea di gioco.
    E devo sentire Agnelli che conferma Allegri e celebra lo scudetto più ridicolo della storia.
    Bene, continuiamo a fare a pallate con napoletani, interisti, milanisti..Nel gioco degli sfigati siamo i più bravi..Nel gioco serio perdiamo 4 partite su 10 e potevano essere di più, ricordiamo lezuoni da carneadi svizzeri e olandesi, lasciamo al Barcellona la coppa, che loro sanno come si vince..col gioco..si quello che per la Juve non serve a un cazzo.
    Chissà le risate che si fa Guardiola, se passa è già in finale è ne fa 6/7 ai ragazzini olandesi.

    • Condivido.
      Credo di assere più amareggiato dalle parole di Agnelli dopo la partita che dalla sconfitta in se.
      Dobbiamo, “dovremmo”, confrontarci con una rivoluzione copernicana del modo juventino di intendere il calcio.
      Agnelli non si è presentato per nutrire il nostro orgoglio: si è presentato per giustificare una sconfitta e per offendere il mio modo di vedere la sua “azienda”
      Io, anche come azionista mi sento offeso
      Fondamentalmente Agnelli mi/ci ha detto di non essere interessato ad un cambio di strategie: si continuerà ad andare all’assalto della postazioni nemiche con baionetta e sciabola, al grido Avanti Savoia, come nel 1800 anche se il nemico si è aggiornato e ha strategie da 2020.
      Giochiamo un calcio antico.
      Rimpiangere l’assenza di Chiellini e Manzu è l’emblema del nostro distacco dalla modernità: rimpiangiamo l’assenza di giocatori che sono 99% cuore e 1% tecnica e l’altro 75% e 25%
      Giocatori che in campionati esteri starebbero in serie C o in panchina.
      Ma cambiare strategia significa rivoluzionare
      NON comprare parametri zero ma fare come il Barcellona degli anni 70 Cruiff e Neeskens: comprare giovani e basare su di loro una nuova filosofia di gioco in cui il gioco è quello che conta.
      Quando Agnelli mi dice che l’Ajax ha battuto Bayern e Real mi prende in giro.
      Ha battuto due squadre che stanno facendo la peggiore stagione degli ultimi 10 anni.
      Dovrebbe dirmi che l’ajax l’anno corso nè andato in finale di EL e che non ha venduto nessuno perchè sapevano che questo gruppo ha ampie prospettive di miglioramento ( anche come valore di mercato).

      Il problema è che la società ha sottovalutato le due partite con lo tottenham dello scorso anno e sopravvalutato la rimonta di Madrid: come noi abbiamo sopravvalutato la partita con l’atletico: alla fine non era la squadra più difficile da affrontare perchè gioca con le nostre stesse armi, ma, proprio per questo la più facile.
      Amen, ma così facendo dobbiamo sperare in un miracolo e dovrò sorbirmi Allegri che dice quanto è importanteb e difficile vincere lo scudetto, la S.coppa… manca solo il torneo TIM: sarebbe stato l’allenatore perfetto per i piangina interisti

      scusate il lungo sfogo

      • Bella e terribile la tua dolorosa riflessione Furino.
        Hai rimarcato le vere differenze di mentalità, che alcuni/molti stanno evidenziando in queste ore nei vari blog.
        La malattia viene da lontano, ma chi ne ha facoltà si guarderà bene dal curarla. Almeno stando alle sue dichiarazioni.
        Mala tempora …

      • Giusto Furino,
        Ma purtroppo Allegri ha detto che rimane perché adesso c’è da lavorare coi giovani.
        Quindi, dopo aver dilapidato un patrimonio tecnico di primo livello adesso si prepara a mettere mano alle nuove leve😱.
        Giocatori come Dybala e Pjanic trasformati in mediani incontristi. Terzini come Sandro e Cancelo completamente snaturati. Attaccanti micidiali abbandonati al loro destino che non ricevono neanche un cazzo di assist in 90′. Randellatori di centrocampo come benta e matuidi che si lasciano cadere sulla fascia a dimostrare la loro tecnica sopraffina in fase offensiva.
        Tolti quei soliti 15 giorni di marzo in cui il furore agonistico fa apparire più gradevole il nostro gioco, non rimane assolutamente nulla. Siamo l’unica squadra che ha la faccia tosta di presentarsi in una competizione del genere senza saper fare tre passaggi di fila e di prima intenzione.
        Agnelli non deve essere egoista e deve permettere che questo fenomeno possa andare ad insegnare football anche in altre realtà.
        Neanche le parole disperate di Ronaldo sono servite, se andasse via sarebbe il giusto castigo.

      • andrea (the original)

        Non fa una piega

  3. Andrea (the original)

    Ben ,
    Io il cslcio non lo capisco e non voglio capirlo.
    So solo che in Italia si parla solo di tattica ed episodi mentre all’estero ci si diverte, la tattica non conta niente è si vince.

  4. andrea (the original)

    A questo punto sarebbe onesto non celebrare in alcun modo lo scudetto domenica, perché sinceramente sarebbe una ulteriore sconfitta.

  5. Benedetto,
    Condivido molti dei tuoi spunti.
    La partita di stasera, cosi come quella dell’andata, mettono in evidenza le responsabilitá di societá e allenatore in quanto al progetto tecnico.
    Un gruppo di validi ragazzini con una grande organizzazione di gioco non ci ha solo battuti ma ha dato spettacolo in 180′.
    Sono i ragazzini meccanizzati forse, quelli che noi non vogliamo, noi li vogliamo pensanti. E finché pensano gli fottono la palla da sotto il naso.
    Gli olandesi avevano sempre il compagno libero vicino, si trovavano di prima in velocitá, occupavano tutti gli spazi, si proponevano in attacco. Queste cose si allenano.
    Noi invece passaggi lenti di 40 metri che invece di agevolare mettono in difficoltá il compagno. Interi secondi per capire a chi dare la palla. Avventure solitarie in mezzo ad una selva di gambe o improbabili accellerazioni palla al piede, che dopo che ne fai due o tre scoppi.
    La personalitá dei giocatori c’entra fino ad un certo punto, se Kean avesse giocato di lá stasera faceva tripletta.
    La sfortuna ha poco a che vedere con quest’eliminazione. Sono stati superiori, non hanno mai sofferto, non li abbiamo quasi mai impensieriti. Giusto cosi.
    E forse é anche meglio perché le rimanenti avversarie, oltre ad un gioco da grande squadra, hanno anche attaccanti.

    • andrea (the original)

      Ho difeso a testa alta le sconfitte in coppa di questi anni, perché vincere non è l’unica cosa che conta e forse per questo gli altri vincono le competizioni serie.
      Stavolta no, dei semidilettanti ci massacrano è ovviamente vincono, perché nel calcio vero chi gioca a calcio vince.
      Stavolta mi vergogno come mai neanche in Serie B.
      Per anni l’abbiamo menata (Io per primo) con il fatto che avere Ronaldo o Messi fosse facile.
      La Juve ha distrutto anche questa convinzione, perché i Ronaldo non si erano mai cimentati con la mediocrità italiota.

      • Infatti i Ronaldo ed i Messi hanno fatto vincere coppe per un decennio ma, purtroppo per noi, dove avevano una squadra attorno che giocava a calcio.
        Al di là dell’eliminazione è la figura fatta che deprime. l’Europa stasera ha accolto con gioia la vittoria dell’Ajax, ma non perché siano antijuventinismo, semplicemente perché ha vinto il calcio giocato meglio.

    • Analisi lucida pur se sconsolante Chris …
      Stasera abbiamo visto una sola squadra giocare a calcio, quello vero, quello europeo, quello che si allena ogni giorno sui campi di allenamento, senza tanti ingombri mentali.
      Questi sono venuti a Torino ad assaltare la bastiglia della speculazione e della supponenza.
      E ne hanno fatto terra bruciata ben oltre il risultato di 2-1.
      Giù il cappello !

  6. Mauro the Original

    Dopo la dichiarazione di Agnelli nella quale dichiara la riconferma di Allegri, io non mi occupo più di Juve né di calcio.

    Si capisce lontano un miglio che la società Juventus pensa esclusivamente al lato finanziario tralasciando tutto il resto. Già immagino le contestazioni che seguiranno a queste dichiarazioni e sinceramente non mi ci riconosco in questa società.

    • Mauro the Original

      Ah tanto per chiudere devo dire sta cosa che mi sta facendo girare le eliche.

      Abbiamo preso Ramsey gratis. Con 15 milioni sarebbe venuto subito a Torino e ci sarebbe stato utile, anzi direi indispensabile per passare il turno.
      No, hanno preferito risparmiare per gettare alle ortiche sicuramente più di 100 milioni di euro.
      Io sono stra convinto che con Ramsey avremmo passato il turno, come lo avremmo passato non cedendo subito Benatia. Errori su errori che non sono ammissibili.

  7. Alessandro Magno

    Andrea io sul capire di calcio e non intendevo non è matematico metti tutti giocatori offensivi e vinci e tanti che han criticato la scelta di Cancelo in panca e De Sciglio titolare faccio presente che De Sciglio è uscito sull 1-1 e la Juve aveva giocato meglio entra Cancelo per vincere e perdi che per carità ci sta sull 1-1 meglio provarla a vincere peró almeno la coerenza

    • andrea (the original)

      Non è matematica, vero, ma giocare un calcio offensivo, tecnico e veloce oggi è l’unica strada.

    • Ho paura della delusione di Ronaldo … perché temo si sia accorto anche lui che se avesse giocato coi neri, ieri sera avrebbe segnato cinque gol.

      • Un campione del genere non merita di terminare la carriera in questo modo. Ha fatto il possibile per portare mentalità vincente ma si scontra con un muro troppo duro. Il suo calcio va troppo veloce, a Torino non viene compreso, quindi sarebbe anche giusto che cambiasse aria.

  8. Al di là di chi allenerà la Juve il prossimo anno ieri sera sono accadute dei fatti incontestabili (secondo me), 1) Dybala è a fine ciclo, ogni volta che gioca sembra svuotato, svagato, il giocatore dello scorso anno non c’è più, se rimane Allegri lui deve andare via (e per me sarebbe un grave errore della società) ma in questo momento è un oggetto estraneo, 2) come all’andata siamo andati in vantaggio e subito abbiamo subito il pareggio, in campionato questo non accade, in coppa è una regola….c’entra l’allenatore o sono i giocatori? 3) per Ronaldo la spalla ideale è Mandzukic, è inutile, con Dybala non si trovano 4) la forma fisica, per me è stato un fatto mentale più che fisico, quando loro hanno cominciato a “entrare” in area così spesso, addirittura hanno fatto gol di testa (Bonucci grave errore), gli unici a “resistere” sono stati Emre Can e Matuidi 5) capitolo allenatore, a me Allegri non piace ma in Italia ha avuto delle genialate incredibili, abbiamo vinto dei campionati con rimonte pazzesche, metterlo in discussione è ridicolo se si guarda solo al campionato italiano, se si guarda a come gioca in Europa manca sicuramente qualcosa….la domanda giusta da farsi è se Agnelli avrà la stessa ossessione champions di Moratti allora prenderà Guardiola o Klopp, gli unici al momento che ci farebbero fare il salto di qualità

    • Caro omonimo,

      a sentire certi discorsi, torno indietro nel passato.

      Ricordo la Juve dell’ultimo Trap.

      Solo e sempre gli stessi discorsi, da Ronaldo a Baggio, Da Dybala a Muller. Dal calcio tattico a quello fisico. Tutto tremendamente uguale.
      Giocatori che sono finiti, che non hanno la grinta che sono a fine ciclo ecc…

      Poi arriva Lippi e …. diventano tutti campioni, non si infortunano più e naturalmente facendo pressing in attacco e giocando con tre punte si vince.

    • Forse ero io distratto, ma le genialate in campionato mi sono sfuggite. A meno che non consideriamo genialate comprare i migliori per vincere un torneo ridicolo. Perché, diciamoci la verità, senza l’acquisto di certi campioni non avremmo vinto nemmeno quello.
      Veramente pensiamo che qualsiasi altro allenatore non avrebbe vinto il campionato con questa squadra?
      Non voglio polemizzare, ma la Juve deve misurarsi con i club del suo livello.

  9. Mi sembra di poter dire che ieri sera, almeno per la Juve il calcio sia di colpo diventato qualcosa di diverso.

    C’erano i bilanci, c’erano i fuoriclasse, c’era il calcio che puntava al risultato che non poteva essere bello.

    Ieri sera, Boom!

    Tutto finito, il calcio non è più lo stesso.

    Quanto sa di vecchio il calcio italiano che non diverte più nessuno, Allegri ieri sembrava un vecchio mormone in bianco e nero, di fronte al ciclone che lo spazzerà, aggrappato alla sua vecchia Bibbia, che non lo salverà.

    Ieri un gruppo di ragazzini di grande corsa e qualità e con uno spartito rimandato a memoria ha sconfitto l’ ammazza campionato italiano, la detentrice di 8 scudetti consecutivi, quella squadra che ha mandato in campo i primavera pur di essere al top contro il terribile Ajax.

    Sfortunatamente per noi, questo Ajax tanto bello da vedere è già finito, ed il suo esempio sarà solo nel ricordo di chi l’esempio lo ha voluto vedere. Verrà smantellato dal mercato.

    E ritorneremo alle solite litanie del bilancio, del gioco che non serve, e andremo tutti al circo.

    Nel frattempo ricambieremo un mucchio di giocatori, spenderemo un mucchio di quattrini, per accorgersi che alla fine giriamo in tondo, senza miglioramenti, prigionieri di un allenatore che se mai lo ha avuto, ha evidentemente fatto il suo tempo, come il calcio che rappresenta.

    In società se ne accorgeranno forse solo nel momento in cui un Milan od un Inter tornate competitive ci soffieranno l’ennesimo scudetto consecutivo.

  10. Mauro the Original

    Intanto la Juve in borsa sta già perdendo quasi il 20%.

    Se Agnelli non lo capisce con le buone lo capirà in questo modo. Centinaia di milioni di capitalizzazione che vanno in fumo, azionisti sfiduciati, tifosi incazzati e Allegri che parla di festa per la vittoria dell’ennesimo scudetto fra qualche giorno.

  11. Credo nessuno possa negare che ho sempre messo il campionato davanti la Champions. Quindi mi dispiace leggere persone che sono inca..ate o delude. Mi dispiace xchè tengo ad ognuno di voi. E mi dispiace oltemodo scrivere che o invece non sono deluso e che festeggerò uno scudetto (quando arriverà ovviamente) straordinario xchè è l’8vo consecutivo. Traguardo che nessuna squadra umana potrà mai raggiungere. Probabilmente come dice Andrea, sono uno rimasto indietro di almeno 10 anni. Non so se faccio parte della maggioranza, minoranza o sono l’unico. Ma anche fosse in quest’ultimo caso, questo mi permette di godere di ciò che arriva. Sul fatto che Agnelli abbia confermato Allegri può significare tutto e niente xchè non è che ieri poteva dare il benservito al mister. Detto questo, personalmente se rimanesse non dispiacerebbe x niente. La vedo così. Se invece si cambierà…darò il mio benvenuto al nuovo mister chiunque esso sia. E ribadisco un altro concetto così almeno qualcuno potrà continuare a divertirsi. Non cambio 1/4 di uno scudetto nemmeno von 3 Champions consecutive e dopo ieri ne sono ancora + convinto.

  12. Mauro the Original

    Leggo che in questo momento la Juve sta perdendo 400 milioni di capitalizzazione in borsa. E deve pure pagare un Bond di circa 200 milioni.

    E questi parlano di festeggiare lo scudetto?👿👿👿

    • Mah sai in fin dei conti la Borsa è strana. Oggi paghiamo un po’ di giochi di borsa, gli operatori parlano di “rimbalzi” ed altre diavolerie, di sicuro paghiamo qualche speculazione.

      Come poi spesso succede, ma nessuno poi lo scrive, il titolo si riassesterà sugli assest…

      Penso si dica così… bho!

      Sullo scudetto, non c’è niente da festeggiare, andava festeggiato sabato sul campo, ormai l’occasione è persa.

      #allegriout

  13. Dimenticavo: Ora chi glielo dice a Nedved che dovrà continuare nelle sue notti insonni finché non vincerà la sua ossessione? Anch’io a volte passo notti insonni ma x pensieri in po’ + importanti di una coppa di latta. W lo scudetto. W il campionato italiano. È solo un pensiero sempliciotto scritto da un…sempliciotto e niente +. Prendetelo come tale.

  14. andrea (the original)

    IL CALCIO ITALIANO

    1-quello che fallisce da anni perchè punta sulla tattica ma gli altri sono tutti scemi perchè non hanno la tattica.

    2-quello che si confronta con i fuochi d’artificio di Boscotrecase o con i cartoni..perchè l’importante è dire agli altri che sono dei perdenti e per gli altri l’importante è dire alla Juve “fino al confine” (primo messaggio di mio fratello al fischio finale).

    3-quello che “o con me o contro di me”, perchè se contesti la tua squadra che non gioca a calcio sei da scomunicare oppure ti senti allenatore, quando invece all’estero, chi ha fatto la storia come Barcellona o Real Madrid, ha visto accompagnate da contestazioni e panolade anche vittorie.

    4-quello che gioca al gatto col topo, ma poi il gatto si avvelena sempre mangiando il veleno del topo.

    5-quello in cui vincono sempre gli assenti, quando l’Ajax mette in campo la riserva della riserva come terzino e domina.

    6-quello per cui è colpa sempre del singolo, sia esso l’arbitro, in varista o il giocatore o ancora l’episodio. Poi succede che l’Ajaxa va sotto due volte e non cambia in alcun modo l’approccio, che comunque vive sul gioco, mentre alla Juve un episodio sfortunato come il pari subito immediatamente spegne il quadro.

    7-quello delle rivincite impotenti: “vedi che serviva Mandzukic?”. A chi? Delle 4 squadre semifinaliste nessuna schiera un paracarro come centravanti, nessuna si accollerebbe un Mandzukic nemmeno gratis. Serviva per fare cosa? Per non giocare a pallone, perchè da noi tutto conta tranne il pallone.

    8-quello per cui l’Ajax diventa uno squadrone di cui aver paura come De La Crus dell’Ecuador sembrava diventato un fuoriclasse prima della partita del mondiale. Tadic, fino a 29 anni al Southampton..bah.

    9-quello per cui se Sarri fa un calcio diverso è un imbecille perdente, o Gasperini è uno da piccola squadra..invece di prendere il buono che questa gente può insegnare e provare ad applicarlo in un contesto di livello migliore per costruirci qualcosa. No,”noi dobbiamo vincere, possiamo mica stare dietro a queste menate”. E poi arriva Ten Hag, un carneade come quelli sopra, che fa allenamenti visibili alla Tv, si diverte con il torello, non ha nulla da nascondere perchè il gioco non hai bisogno di nasconderlo, prenderci a schiaffi come Pochettino, Sarri, Gasperini e vincere pure perchè rispetto a quei 3 ha qualcosa di leggermente migliore nella qualità individuale. “Eh ma Sarri sta facendo figure di merda in Inghilterra”..già ma là si confronta con i migliori.

    10- Quello che “noi abbiamo fatto due finali”, mica “noi abbiamo anche rischiato a ogni turno in questi anni”. “Noi contiamo scudetti e Coppe Italia e perdiamo le Champions perchè non partiamo da 1-0 come le spagnole che hanno i due marziani, mica “noi partendo da 1-0 con il marziano abbiamo perso 4 partite su 10”.

    Mancherebbe il punto 11, ma sicuramente il punto 11 è infortunato, perchè in Italia ci si allena come in nessun posto del mondo no?

    • Mauro the Original

      Andrea

      Nelle ultime 7 partite di Champions la Juve ne ha vinte solo 2.

      Ma di questo chiaramente non se ne preoccupa nessuno.

      Ma la peggior dichiarazione che ho sentito fare è quella di Agnelli che riconferma Allegri.

      • andrea (the original)

        Si, quella dichiarazione mi ha addolorato perché significa che è la Società a volere questa dimensione obsoleta.

      • Manca il n. 11 Andrea
        Quello dei frustrati che sono contenti che sia accaduto finalmente che la Juve abbia perso per poter affermare le proprie tesi.
        Se vuoi chiarezza con me, sfondi un portone aperto amico mio, io non sarò mai un ipocrita e se la devo dire tutta lo faccio sempre d’avanti a chiunque.
        Mi hai deluso anche se so bene che sei molto arrabbiato per quanto è accaduto ieri ma è facile parlare con il senno di poi, e non apprezzare mai le proprie vittorie, perchè magari si ha la pancia piena.
        Da quanto l’avevi preparato questo pistolotto del cactus?
        Non vado avanti perchè sono così tifoso che non puoi capire l’amararezza e la giornata che ho passato.
        Fammi però un piacere se mi vuoi bene quanto te ne voglio io, non ti compiacere con quel pirlotto interista che prova a strumentalizzare qualsiasi discorso logico estrapolando solo quello che vuole tirare fuori onde sparare quello che lui vorrebbe si fosse detto.
        Lui starà godendo come tutta quella feccia che oggi si sono scatenati su tutti i social e che non può godere perchè essendo eunuco può godere solo “guardando” l’insuccesso momentaneo di chi invece può godere. Lo dico soprattutto per metterti in guardia, quel tizio come ci informò un nostro comune amico, non è una brava persona.
        Ed intanto in questo momento scopriamo ( scrivo mentre il Totthenam passa contro il Manchester city) che Guardiola non potrà fare polpette dei ragazzetti dell’Ajax , perchè è stato fatto fuori da quel Totthenam che sulla carta era inferiore alla sua corazzata.
        E mo come la metti? Quel Pochettino che Allegri fece fuori lo scorso anno ( secondo te a culo) è meglio di Guardiola che entrambi vorremmo come nuovo tecnico della Juve?
        I tuoi anatemi sono e saranno sempre attaccabili come lo sono i miei e di chiunque altro tenta di dire che nel calcio, ha ragione da vendere.
        Un abbraccio

    • Punto 9: quelli il torello lo fanno talmente bene che sono venuti a farlo nella nostra area già nel primo tempo, divertendosi perfino. E noi ? Noi, al bar, a prenderli ancora per fessi (perché noi siamo furbi): meno male che non tirano questi fessi ?
      Salvo poi che, soprattutto a noi tifosi juventini che non vediamo calcio vero da almeno un paio d’anni, ci hanno strabuzzato gli occhi nel secondo tempo col loro “torello” a tutto campo: e i nostri ormai sfiatati e sconsolati, rimbambiti in ogni zona del campo da triangolazioni imparate a memoria sui campi d’allenamento di Amsterdam, e sciorinate a Torino e davanti al mondo con la sfrontatezza dei vent’anni …
      E’ il circo del calcio signori, venghino venghino a divertirsi …

      • Ten Hag appartiene alla tradizione circense di Guardiola. Il torello è la base. Perché per loro il calcio si gioca soprattutto coi piedi. Le sessioni di allenamento per loro hanno un senso, perché provano cose e si migliorano.
        Da noi le qualità tecniche dei giocatori sono sprecate, non vengono valorizzate perché si punta tutto sul fisico. Il nostro è un calcio ignorante, altro che pensante. Vogliamo prevalere con le sportellate mentre gli avversari ci fanno passare la palla in mezzo alle orecchie.
        l’Europa ci ha sbattuto per l’ennesima volta la porta in faccia ricordandoci nuovamente che al di là delle Alpi si pratica un’altra sport.

      • E’ purtroppo vero Chris …
        Ad inizio secondo tempo i neri hanno fatto un’azione corale a tre sulla sinistra partendo dalla loro area ed arrivando nella nostra (quell’azione sta girando anche su Twitter)…
        Noi astanti davanti alla tv ci siamo ritrovati a guardare ognuno il volto dell’altro, su cui era disegnato un OHHHHHHH grande quanto una casa …

        Dici bene: un altro sport si pratica oltre le Alpi, e noi dobbiamo perfino ringraziarli per averlo portato una sera nel nostro Stadio.

        • Esatto Lui’, era come vedere i trapezisti senza rete di protezione. Invece il nostro preferisce l’ippica e ne applica i concetti al pallone.

    • Articolo breve, coinciso e perfetto.

    • Purtroppo per noi è un articolo condivisibile fin nelle virgole.
      Detto proprio brutalmente e terra terra: le filosofie di approccio si sono talmente divaricate che ieri sera le due squadre hanno praticato due sport visivamente diversi.

  15. Mauro The Original

    In poche parole anche l’Ajax meritava una standing ovation dopo la superba prestazione nella quale ci hanno fatto apprezzare dell’ottimo calcio,così come ha fatto il Real Madrid lo scorso anno davanti al nostro pubblico.

    E noi come fessi andiamo ad applaudire il gioco degli altri addirittura nel nostro stadio. Ed a ben ragione, in quanto bisogna ammettere che hanno giocato divinamente.

    Ma tutto questo non basta a far riflettere il nostro Allegri,più presuntuoso di quanto pesa insieme al suo mentore Galeone (un allenatore che ha vinto tutto e dal quale chiaramente imparare).

    E non basta nemmeno a far riflettere Agnelli che lo riconferma, mentre quasi la totalità dei tifosi si attendevano l’esonero o quantomeno le dimissioni…
    Ancelotti è stato “dimesso” dopo aver vinto la Champions, ma qui in Italia abbiamo dei concetti estremamente diversi…

    • Ho pura che Allegri sia stato riconfermato per mancanza di alternative.

      Zidane ha infatti, non ha potuto rinunciare all’offerta irrinunciabile fatta dal Real.

      E comunque non è ancora detto, un po’ di proteste e qualche fischio e magari dopo tutte le critiche già prese, l’atmosfera pesante, l’Acciuga crolla e lascia.

      • Io credo più che verrà riconfermato per mancanza di palle da parte del club. Non si vuole uscire dalla confort zone degli scudettini.

  16. SONO MARZIANI ?

    Sono marziani questi olandesi ?
    La risposta è no, visto che stanno lottando punto a punto nel loro campionato col PSV Eindhoven, e non hanno certo 20 punti di vantaggio sulla seconda come noi.
    Ecco perché viene fuori un discorso di mentalità, di filosofia del calcio.
    Ecco perché le squadre italiane (Juve compresa purtroppo) fanno figure barbine appena varcano le Alpi.

    • Occhio Luigi, che i tanto amati risultati dicono che le due olandesi hanno buttato fuori Juve ed Inter, la prima e la terza del nostro torneo.

    • Azzzz … avevo dimenticato le imprese del PSV, Chris …
      Allora, o i marziani sono due (vedremo nelle semifinali), o -molto più probabilmente- siamo noi che, a furia di crederci furbi, siamo diventati i fessi d’Europa !

  17. Germano siamo in due allora……anche io preferisco il campionato …..si vede che sono rimasto a dieci anni fa…..sulle genialate di Allegri ricordo solo il campionato che abbiamo vinto con 11 punti di svantaggio…mi pare due -tre anni fa….ma forse vedo un altro calcio….il fatto incontestabile è che in Italia abbiamo un atteggiamento che in Europa non paga…..io comunque preferisco vincere in campionato

    • Beh, Luca, i cojoni vanno sempre in coppia…😂😂😂 Un saluto.

    • andrea (the original)

      Tre anni fa era tre anni fa, nel frattempo la Juve ha preso i migliori giocatori del mondo per soffrire come soffriva ai tempi di De Ceglie e Giaccherini, sperare di sfangarla, gloriarsi se accadeva.
      Il problema non è cosa preferire: lo scudetto non è che dispiaccia ma vale zero tecnicamente è soprattutto non certifica una crescita.

  18. Riporto una piccola parte dell’intervista a Moggi xchè è quella che mi interessa: “Che meraviglia, l’Ajax.
    “Se mantenesse questa squadra diventerebbe una potenza. Ma se ne fregano di queste cose e vendono i giocatori migliori… è un peccato, ma un bene per chi partecipa alla Champions League (sorride, ndr)”. Quando l’Ajax perse 1-2 in casa col Real, un deficiente del blog scrisse che se l’Ajax avesse vinto 6-1 non avrebbe rubato nulla e che se non vendevano ogni anno i migliori sarebbe diventata la squadra + forte. Quel deficiente fu deriso alla grande😜

  19. A stagione terminata direi che possiamo tirare le somme.
    Partivamo con i favori del pronostico grazie ad una rosa tra le più forti e complete al mondo.
    Le squadre più forti che abbiamo incontrato sono Ajax, Atletico, Manchester U, Napoli ed Atalanta. A parte il Napoli, che comunque al S.Paolo ci ha ridicolizzati, le altre ci hanno battuto almeno una volta nel doppio confronto. E non sono certo le più forti d’Europa.
    Ma nella competizione con romane e cinesi ci siamo dimostrati superiori, evidentemente è questa la massima aspirazione del club visto che si vuole proseguire si questa strada.

    • andrea (the original)

      Non fa una piega.

    • Ah, beh certo. Vinciamo a Napoli e ci ridicolizzano e lo metti in evidenza. Perdiamo col MU,i pialliamo che + piallare non si può e xrò…abbiamo perso.

      • Il MU con quel tristissimo figuro in panchina era l’unica messa peggio di noi dal punto di vista del gioco. Contro Simeone, un’altro, con la filosofia dell’anticalcio ne abbiamo perso una e vinto un’altra….

        • Aaaahhhh, con quel futuro in panchina. Ora è + chiaro. Insomma, quando la Juve pialla qualcuno è xchè quel qualcuno non è nel suo momento migliore. Ho capito. Capisco anche la rabbia e la delusione. Capisco un po’ – l’ ingratitudine esagerata verso una società, allenatore e squadra che da 8 anni (vabbè l’allenatore 5 ma sono sempre tanti) stanno facendo cose fuori dal comune. Cose che una squadra umana non potrebbe fare.

          • Io in Europa, dove ci sono squadre coi nostri mezzi, non ho visto cose fuori dal comune. Se poi per due o tre partite all’anno, quando va bene, dobbiamo dimostrare gratitudine facciamolo pure. Certo che c’è rabbia e delusione, non mi piace che la mia squadra del cuore venga scherzata in questo modo.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia