Il giorno in cui la Juve non vincerà nemmeno lo scudetto avverrà l’apocalisse.

 

 

Articolo di Alessandro Magno

E’stata una settimana difficile. L’eliminazione dalla Champions ha lasciato tante scorie. Anche nella partita contro la Fiorentina. Per fortuna si è vinto è si è chiusa la pratica scudetto. Ero allo stadio sono stato contento della vittoria e di festeggiarlo. Andrò anche contro l’Atalanta a vedere la premiazione all’ultima giornata. L’eliminazione dalla Champions è stata cocente seppure a fronte di un risultato di uno scarto minimo. La Juve ha sofferto troppo l’Ajax ed è arrivata all’appuntamento con la storia in non buone condizioni. Qualcosa si è sbagliato. E’ evidente e nessuno si è nascosto dietro a un dito. Delle decisioni andranno prese. Sicuramente Ronaldo resterà perchè ha giurato amore a questa maglia e perchè non è uno che si tira indietro davanti alle sfide o lascia le cose a metà. Inoltre la coppa manca francamente più a noi che a lui che ne ha vinte tre di fila, anche se non sarà felice del fatto che il suo avversario Messi forse ne vincerà un altra con relativo pallone d’oro a corredo.

I tifosi non hanno mostrato tutti grande maturità. Tanti ma non tutti. Si passa dall’euforia dell’asfaltiamo tutti all’isteria del avverrà l’apocalisse. Oggi si schifano gli scudetti quando poi in campionato pareggi contro il Genoa in modo rocambolesco alla centoventiquattresima giornata dopo che ne hai vinte centoventitré e parte lo sclero totale pubblico per un gol preso e due punti persi. Non si ha coerenza. Non si ha obiettività nel capire uno sport dove uno vince e un altro perde dove le variabili sono tante e spesso il destino è bizzarro. Con l’Ajax ad Amsterdam palo di Douglas Costa e non la vinci e oggi un palo e una traversa per la Fiorentina e rimonti su un autogol. Ma di cosa parliamo?

Ogni anno la Juve gioca 4 trofei e negli ultimi anni ne ha portati a casa sempre una buona fetta anche se è mancato il più ambito. Da otto anni vinciamo almeno lo scudetto, quando non facciamo double, quando addirittura non ne vinciamo 3. Quest’anno altri due trofei in bacheca mentre gli altri guardano noi e l’unico trofeo che possono ambire e aspettare la nostra sconfitta. Bella vita che fanno. Purtroppo la storia con quella coppa è una storia difficile. Il tifoso dovrebbe saperlo invece di farne una malattia. Le coppe che gridano vendetta sono quelle perse da Trapattoni e da Lippi quando la Juve poteva comprare i migliori giocatori del mondo e perse almeno 4 volte contro degli outsider da favorita. Quando la coppa si svolgeva in 8 partite e non in 13. Quando ti capitava di incontrare solo una squadra forte per nazione. Chiedete a Boniperti perchè si è snobbata la Coppa dei Campioni almeno fino al 1982. Tuttavia sembrerà banale ma vincere non è mai facile neanche in Italia. Ecco perchè bisognerebbe godere di quello che si ottiene piuttosto che soffrire per quello che non si riesce ad avere. Si può anche fare la fine di quelle star suicide che riescono a soffrire di depressione nonostante la fama il denaro il successo. Perchè l’infelicità è una malattia.

Cambieremo corso spero. Sono d’accordo con il cambiare corso anche io, anche se il presidente pare deciso a continuare con Allegri. Io cambierei. Vorrei dare nuova linfa, nuova energia a un percorso che mi pare al momento arrivato. Ringraziare Allegri per quanto fatto perchè piaccia o no rimarrà uno dei mister più vincenti della nostra storia mi pare un atto dovuto e proverei altre strade ugualmente. Però non iniziate a rompere le scatole pure con l’altro al primo pareggio.  Prenderei un mister straniero. La Juve nei suoi primi 70 anni di storia prese argentini molti ungheresi, inglesi e scozzesi, paraguaiani, brasiliani e anche jugoslavi e cecoslovacchi poi si è voluta italianizzare ad ogni costo. Ma il calcio italiano in Europa non ha mai avuto un grandissimo successo e spesso è stato soggiogato da scuole di pensiero diverse. La Spagna è 10 anni che domina il calcio europeo e mondiale e le coppe le ha vinte tranne in un caso (Ancelotti) sempre con allenatori stranieri. Inoltre il calcio spagnolo è ampiamente riconoscibile aldilà del mister che allena la squadra e ad oggi è superiore al calcio nostrano. Quanto tempo bisogna aspettare perchè si impari la lezione? Chi vuol migliorare impara. E’ forse questo l’ultimo step che manca per arrivare alle migliori d’Europa?

  1. Mauro the Original

    Non mi stupirei che Ronaldo abbia chiesto qualche calciatore per tentare nuovamente la Champions.

    Secondo me potrebbero arrivare Kross e Marcelo insieme a Higuain già nostro che se tornasse in forma sarebbe un colpaccio economico per la Juve.
    Ciò permetterebbe in qualche partita di far arretrare Can come difensore centrale come sostituto di Bonucci.

    Per acquistare Chiesa farei il sacrificio di vendere Dybala piuttosto che Costa.

    Scezni

    Cancelo Bonucci Chiellini Marcelo

    Kroos Can

    Ramsey

    Chiesa Higuain Ronaldo

    • Bella e affascinante la tua Mauro…credo che gli unici che potremmo avere Chiesa e Higuain sempre che il Chelsea non lo riscatti.
      Grazie.

  2. ALLEGRI DIMETTITI

    Innanzitutto vi ringrazio per il tempo che avete perso con me, il trombone del blog(come fanno a sopportarti: cit, mia moglie.

    ALLENATORI: Pochettino, Sarri, Lippi, Conte bis, Gasperini, Allegri al cienpormill, Klop, Guardiola, Etcetera etcetera…con gli allenatori dovremmo starci, più o meno anche io scelgo il mio: Conte con Pirlo vice.

    Mettiamo che le altre del nostro campionato si sono rinforzate ma noi navighiamo per il nostro mare con il timone a barra dritta senza se e senza ma.

    Qualificazione Champions al primo posto nei gironi davanti al PSG.
    Arrivano gli ottavi e Pogba insieme a Ronaldo sono out…un mese ciascuno per riprendersi, gli ottavi vengono superati perché la rosa con i suoi ricambi lo permette.

    Quarti di finale contro il Bayern a gonfie vele tutti presenti nessun infortunato.

    Semifinale, purtroppo nella partita importante di campionato ci si giocava il primo posto contro l’inter escono per infortunio: Can, Ramsey e Benta…durante la settimana che precede l’andata di semifinale contro il Real accusa un risentimento alla coscia, la solita di Ronaldo e non gioca ce la dovrebbe fare sette giorni dopo…in allenamento pre partita, non si era fatto mai male nessuno fino ad allora fuori anche Pogba per affaticamento…centrocampo out o quasi…e che cavolo, ancora ?

    Ma allora sta coppa proprio …e bla bla bla.
    Sfido tutti gli allenatori da noi scelti a giocarsi le due semifinali contro al Real che si appresta, tra non molto, a spendere 500.000.000 di Euro per gli acquisti.

    Grazie ancora.

    • Azzzzzz Barone, auguri un’ecatombe!😱
      Ma se hai un valido impianto di gioco e valide alternative affronti meglio anche le assenze. Se ti basi sull’idividualita’ le soffri di più queste cose.
      Con l’Ajax la formazione era all’altezza, sono mancati gioco e condizione (fisica e mentale).

      • Kris
        I nomi, solo i nomi non ti fanno qualificare…nel secondo tempo Berna era con la bava alla bocca, non stava più in piedi…Dybala idem, anzi peggio direi e lo stesso Can non era quello che con l’Atletico.
        Certo se l’organico sarebbe quello stilato da Gioele si mettono paura pure tutti gli dei degli infortuni.
        Ciao.

        Ps: nessuno tiene conto dell’assenza di Mandzukic…ovviamente non quello degli ultimi tempi.

        • Esatto, i nomi da soli non bastano. Ti fanno prevalere quando ti presenti almeno alla pari.
          Il Manzo 2019 non é mancato, mi pare che anche Allegri dopo l’andata abbia fatto capire che non era cosa sua questa partita…
          Ciao

  3. DA QUERELARE, PEZZO DI MADRE

    Paolo Liguori, Direttore di TGCOM24, ha parlato ai microfoni di Radio Crc.

    “Il calcio non è più essere forti soltanto in Italia, ma anche esserlo in Europa. E’ inutile per la Juve festeggiare l’ennesima vittoria di un campionato da sempre condizionato. Calciopoli è stato bruttissimo, ma il risarcimento è stato ancor peggiore.
    La Juventus continuerà ad eccellere perché nessuno oserà sfiorare il dominio bianconero.
    La Juventus non rispetta la federazione, ma è la federazione a rispettare la Juventus.
    Lo Scudetto è materia juventina per come è strutturato il nostro calcio, mentre in Europa fanno ridere.
    Mi sorprenderò quando non lo vinceranno: se non cambia la federazione, vinceranno altri dieci scudetti di fila.
    Il campionato è juventino, le altre 19 servono solo a far succedere il campionato.
    Il Chievo è rimasto in Serie A solo per fare favori alla Juventus e giocare alla morte contro le avversarie dei bianconeri.
    L’Italia non è più il paese del calcio, ma una provincia di questo sport. L’Arsenal rischia di non arrivare in Champions e poi schiaccia la nostra seconda.
    La Juventus è uscita per caso contro l’Ajax, sarebbe potuta uscire anche prima contro l’Atletico”.

    Saluti

    • Avrá ancora i postumi dei festeggiamenti postAjax. Comunque, fra tante puttanate una cosa giusta l’ha detta: “le altre 19 servono solo a far succedere il campionato”, ma quello non é colpa della Juve…

    • A me commentare questo rimbambito pare una perdita di tempo.

      • Non è un rimbambito è un gran figlio di…… Non è la prima volta che viene querelato e che deve pagare per le stupidaggini che dice. Sarebbe il caso di metterlo in mutande e chiederne l’esclusione dall’albo dei giornalisti. Questo non fa cronaca per cui è pagato, ma istigazione alla violenza.
        E meno male che la seconda è solo a 20 punti di differenza sennò cosa direbbe?

  4. ALLEGRI DIMETTITI

    Tra l’eliminazione dalla Champions League per mano dell’Ajax e la possibile festa scudetto contro la Fiorentina questa è la frase che ho sentito più spesso da parte di tifosi juventini. Il perché è presto detto.

    Molti bianconeri sono restii nel considerare le parole del presidente Agnelli come semplici frasi di circostanza (“Ci riproveremo l’anno prossimo con Allegri in panchina”). Nel virgolettato una parte è vera, la prima, e un’altra andrebbe presa invece con le pinze. Disamine sul perché il numero uno della Signora non fosse propriamente vincolato a quello che stava dicendo davanti ai microfoni sono fioccate a destra e a manca, e mi trovano tutte d’accordo.

    Ma c’è chi, probabilmente dopo aver fatto mente locale su quali allenatori potranno essere disponibili in estate, è convinto che la società abbia tutte le intenzioni di continuare così.
    E, citando testualmente, “il rinnovo di Rugani è un chiaro esempio di come la dirigenza si stia impuntando sul perseguire una strada palesemente sbagliata”.

    Scusate, qualcuno ha detto “capro espiatorio”? Perché, in questo periodo storico, si è sempre alla ricerca del catalizzatore dei problemi della Juve.
    E si fa a rotazione tra l’allenatore e i giocatori non considerati degni di questa squadra.
    Da qui il passo “inizierà il declino”.

    Guarda caso a sostenere questa idea sono gli stessi “tifosi” che voglio delegittimare la vittoria del tricolore di quest’anno (sì, è la prima volta che do per scontata questa conquista nonostante io sia uno che aspetta sempre l’aritmetica o la fine del campionato), professando l’(anti)credo del “tanto lo scudetto lo vinciamo sempre prima di iniziare il campionato”.

    Un’incoerenza alquanto lapalissiana, derivante certamente da una mancanza di fiducia nei componenti della Vecchia Signora. Personalmente mi dissocio in tutto e per tutto da questo.
    E non credo nemmeno che questo (quasi) decennio d’oro juventino stia già volgendo al termine.
    Anzi, sono fortemente convinto che soprattutto la dirigenza sia composta da persone sagge e intelligenti.

    Il triumvirato che ha fatto tanto per noi tifosi e per tutto il mondo bianconero ha capito quali sono i problemi che affliggono questo gruppo e porrà rimedio.

    Tempo al tempo.
    Lo stesso che ci dirà che il futuro della Juventus sarà più roseo che mai, altro che declino.

    “Vincere è straordinario, ma continuare a farlo lo è ancora di più”.
    Fino alla fine.

    di Francesco Bulzis

  5. Max, ho letto ora. Ecco la mia formazione; modulo 0-5-5. In porta come dici tu codice fiscale. In difesa nessuno; centrocampo a 5 da dx a sx Cancelo, Cuadrado, Bernardeschi, A.Sandro, Spinazzola; attacco con D.Costa, Ramsey, Dybala, Ronaldo Kean. Allenatore vacante.

    • Germano
      Infatti con il tuo modulo l’allenatore non serve…servirebbe piuttosto un pastore che guidi il gregge.
      Grazie

  6. ALLEGRI DIMETTITI

    Lo potrei dire io, ossessionato come sono della coppa:
    “Francamente non so quale allenatore possa venire alla Juventus se si parte dall’idea che se vinci il campionato e la Supercoppa hai fatto una stagione non buona.
    Si sta perdendo la misura delle cose, vorrebbe dire che se non vinci la Champions la tua stagione non è mai buona, una mezza follia”.

    Per alcuni, qualunque allenatore dovesse venire andrebbe bene basta solo facesse vedere il gioco.
    Per me quello sopra appena scritto non può andar bene, qualunque allenatore dovesse venire deve vincere solo la coppa.

    Ma credo nessun allenatore lo sottoscriverebbe.
    Sottoscrivo invece che è giunta l’ora di cambiare l’allenatore…è successo anche tempo fa.
    Eppoi si deve dare una scossa alla borsa.

    8uon giorno.

    • Barone

      Non credo servano 500 mln, ma al di là dei nomi la società dovrà comunque fare investimenti pesanti perchè non basta sostituire solo l’allenatore, serve qualità in tutti i reparti e sopratutto affidabilità nei cambi per tornare ad essere competitiva in Europa ad altissimi livelli.

      Ciao.

      • Ciao Gioele
        Condivido il tuo pensiero, ma forse non sai che per il solo Joao Felix ci vogliono 120milioni per la clausa rescissoria…Mendes accontenterà Ronaldo ? Magara .

      • Gioele

        Solo per precisare…per rinforzare un po’ la Juve non dico 500 milioni ma ci si arriva vicino.

        L’indiscrezione arriva direttamente dal Portogallo. “A Bola” assicura: Cristiano Ronaldo appoggerebbe l’eventuale arrivo di Joao Felix alla Juventus. La testata portoghese spiega come, secondo fonti interne, preso atto dell’interesse del club bianconero per il talento 19enne del Benfica, l’asso portoghese avrebbe dato il suo benestare alla scelta di puntare su Felix per potenziare l’attacco della Juventus, una volta smaltita la delusione per l’eliminazione dalla Champions. Ronaldo e Felix hanno in comune lo stesso agente, Mendes. CONCORRENZA — Su Joao Felix la concorrenza è alta: due big europee su tutte, il Manchester City e il Psg. Chi vorrà accaparrarsi l’uomo mercato del momento dovrà però far fronte ad una spesa davvero consistente: la clausola rescissoria di Felix è di 120 milioni di euro.

  7. ALLEGRI DIMETTITI

    La Dea espugna Napoli.
    Ma non è questa la notizia perché l’Atalanta è una Signora squadra e ci può stare sicuramente la sua vittoria a Napoli e non solo a Napoli.
    La notizia è che i suoi tifosi sono andati tutti all’areoporto ad aspettare la Dea a festeggiare la vittoria.
    Qualcuno che era a Napoli è andato a Boscotrecase a prendere quelle batterie di fuochi non utilizzate per festeggiare la vittoria della loro squadra.

    E noi non dobbiamo festeggiare un ottavo consecutivo ?
    Mah !
    8uongiorno

    • Lo scudetto è stato festeggiato eccome Barone …
      Che sabato sera 20 aprile -quattro giorni dopo il massacro di Torino- ci fossero 200 persone a festeggiare il 37^ in Piazza San Carlo, è stato un vero e proprio miracolo !

      • Luigi caro
        Mi riferivo ai vostri non festeggiamenti, a Torino non erano solo 200, il tuo è la affermazione che fanno i nostri tifosi avversari…quattro gatti, dicono, a Piazza Castello.
        Vabbè.
        8uona giornata.
        Ps: i nostri ragazzi under 17 hanno battuto in finale i pari età dell’Ajax.
        Come la mettiamo ?

      • aZZZZZ Barò, allora sei un miscredente 😀
        Se ho scritto che ho perfino festeggiato lo scudetto 2019-2019 (scripta manent); immagina se non ho festeggiato quello appena conquistato !!!

        Per quanto riguarda i tifosi in Piazza San Carlo, nelle more di una mia indagine più approfondita, chiedo l’intervento di Cinzia, che senz’altro ne saprà più di noi. Grazie.

      • … dopo breve indagine sul web ho verificato che il sito “ilbianconero.com.” ha giudicato in 200 il numero di tifosi presenti a Piazza San Marco sabato sera 20 aprile …

    • Dalle immagini mi sembra che lo scudetto sia stato festeggiato eccome.
      Poi ci saranno i festeggiamenti ufficiali.
      Quelli con la consegna della coppa, i coriandolini e la sfilata in centro con il pulman scoperto.

      Certo avessimo vinto con la SPAL sarebbe stato tutto diverso, ma anche così il calore di un pubblico che ancora doveva assorbire la batosta con l’Ajax c’è stato.

      • Luca
        Vedi risposta a Luigi…mi riferivo a voi snobboni del blog.
        Ciao.

        • Ma figurati se non ho festeggiato.

          È da quando abbiamo battuto O’Napule che festeggio!

          È che sono arrivato un pò stanco alla meta. Mesi e mesi di festeggiamenti.
          E nel tanto festeggiare speravo oltre che contare i diatacchi abissali di vedere anche giocare a calcio, qualche volta.

          Ciao

    • Mi ricordo, quando ero ragazzino, che una delle peggiori giornate dell’anno era quando portavo a casa la pagella.
      Hai voglia a dirgli a mio padre che dovevamo festeggiare perché ero stato il migliore in educazione fisica…
      Non che lui pretendesse che fossi il più bravo di tutti nelle altre materie, ma il fatto che mi rimandassero a settembre lo faceva incazzare abbastanza, perché i mezzi per arrivare almeno ad un bel voto c’è li avevo.
      Quindi, l’estate, oltre ad andare a mare, mi toccavano tre mesi da cameriere…ed il prosecco invece che in casa, lo stappavo la sera per i clienti.😉

      • Abbiamo capito Chris, il tuo Ajax era la matematica ! 😀

        • Esatto Lui’,
          Io ci provavo a spiegargli che era una materia maledetta, ed anche che il giorno del compito in classe ero stato assente…
          Ma non c’era verso😅
          Aveva anche fatto sacrifici pagandomi lezioni private dal più bravo professore del paese….

  8. E adesso?

    Niente come dice Andrea continueremo a crescere, alla faccia di chi ci vuol male.

    Crescere, si però mi chiedo come.

    Se guardo gli ultimi anni la Juve è cresciuta come fatturato ed anche come rosa, indubbiamente.
    Siamo così cresciuti anche come appeal per gli sponsor ecc.

    Purtroppo i risultati, dopo una netta crescita nei due primi anni di Allegri sono oggi in altalena.
    Si sono stabilizzati, in alto non in basso.

    Possiamo girare a petto in fuori.

    Manca ancora un passo, un gradino.
    Che non deve essere certificato necessariamente dalla vittoria della CL, ma dal raggiungimento di quella cosiddetta dimensione europea certificata dall’avere, una fisionomia ben precisa sul campo ed una superiorità nel gioco proporzionale al valore della rosa.
    Cosa voglio dire, si può perdere con l’Ajax ma visti i valori in campo, economici soprattutto, questo deve succadere dopo un dominio del campo e del gioco da parte bianconera, non viceversa.

    Ed è qui che arriviamo alla conduzione tecnica.

    Cosa voglio dire? Semplicemente mi piacerebbe una squadra che ricerchi la valorizzazione dei propri punti di forza e non la ricerca di come limitare quelli avversari.
    Non solo, da noi due punte su tre rientrano, la famosa ricerca degli equilibri.
    Ecco questi equilibri altrove non vengono ricercati, gli attaccanti non fanno densità a centrocampo restano alti per ricevere semmai difendono sui terzini quando salgono.

    In poche parole, la Juve dovrebbe dgiocare diverso, dovrebbe deitalianizzarsi.

    Come dovrebbero fare un pò tutte le squadre italiane, squadre dove i fantasisti, da Dybala ad Insigne sono alla fine orpelli se va bene ….

    Per la Juve mi auguro uno staff comunque straniero, perchè al di là dei gusti personali più volte scritti, credo che quest’ultimo sia lo step decisivo, per riprendere quel percorso di crescita tecnica interrotto a Cardiff.

    • Hai toccato il nervo, Luca.
      Si può anche perdere contro l’Ajax, per l’alea insiota nel calcio.
      Sin poteva perdere dopo averli martellati a lungo nella loro area con la bava alla bocca.
      Invece abbiamo perso dopo che loro per un intero secondo tempo non ci hanno fatto vedere palla.
      Ed è questa la cosa -che non ci stancheremo mai di ripetere- e che fa tutta la differenza del mondo.

      A parte che tre indizi messi assieme diventano prove.
      Secondo tempo di Berlino, secondo tempo di Cardiff, secondo tempo di Torino, hanno un inconfutabile dato comune: la squadra più forte esce nel secondo tempo ed annienta l’avversario.
      E la dimensione della disfatta di martedì 16 aprile si avverte quando si considera che a Berlino trovammo il Barcellona, e a Cardiff il Real Madrid, mentre a Torino sono scesi in campo i virgulti olandesi innervati da qualche mestierante del campionato inglese.
      Purtroppo non io, ma la storia ne parlerà a lungo.

      Ciao.

  9. 500 milioni?

    “Conti da campioni”. Così apre stamattina il Corriere di Torino. Il passivo era previsto, il debito non frenerà la Juventus. La «Ronaldomics» accelera i ricavi con maglie e diritti.

    Banca Imi, la banca di investimenti di Intesa Sanpaolo – si legge sul quotidiano – si è occupata del business e dei conti della Vecchia Signora con un report di 20 pagine uscito a dicembre scorso e battezzato Ronaldomics. Nonostante il patrimonio netto positivo di 79,5 milioni, che la rende più solida delle altri big di serie A come Roma, Inter e Milan, bisogna fare in conti con un debito che per la stagione 2017-2018 ammontava a 309,8 milioni e per questa si ipotizza che possa schizzare oltre i 400. Somma coperta da linee di credito che arrivano fino a 500 milioni e anche dal bond deliberato a febbraio (175 milioni), che però secondo Banca Imi non serve a pagare l’acquisizione Ronaldo o a ripianare perdite, ma a diversificare le fonti finanziamento. Il bomber portoghese è costato 357 milioni di euro tra cartellino e ingaggio di qui ai prossimi 3 anni. La Ronaldomics, tuttavia, ha avuto l’effetto di accelerare i ricavi: il fatturato della stagione in corso dovrebbe arrivare a 402 milioni, più del 2018, ma quasi pari al debito —, ma i costi del personale sono esplosi (per quest’anno Banca Imi lo ipotizza a 319 milioni, cifra che mette la Juve tra i primi tre club europei).
    Quindi? Bisognerà attendere le prossime stagioni per i benefici di Ronaldo, soprattutto in termini di vendite di magliette e di sponsorizzazioni.

    • Ne deriva che gli innesti non saranno numerosi.A questo punto,calcolando qualche ricavo dalle cessioni si spera che almeno azzecchino le scelte.
      Diversamente non vedremo grossi cambiamenti e avremo buttato via una marea di soldi.
      Lo scudo lo vinciamo cosi’ come siamo.
      Allegri compreso, ma la cl serve ad altro.

      • Mauro The Original

        A meno che non se la giochino “o la va o la spacca” direi che questo era l’anno giusto da dedicarci anima e core alla Champions.

        Se poi invece mi smentiranno investendo ulteriori 100 milioni come dicono in nuovi acquisti (al netto degli scambi e compravendite) allora non so che dire…

  10. Mauro The Original

    Luigi

    La disfatta peggiore che abbiamo subìto, sempre nel secondo tempo, è stata a Monaco ritorno contro il Bayer…

    Fino al 70esimo circa si condiceva con un rotondo 2 a 0 e poi ci simo fatti recuperare negli ultimi minuti. Quella è stta la sconfitta che più mi brucia ancora…. 👿 👿 👿

    • Sì, quella fu tremenda perché eravamo avanti di due gol …
      Purtroppo siamo sempre lì: non abbiamo nelle gambe il ritmo “europeo” per tutti i 90 minuti, abituati come siamo alle manfrine del campionato italiano.

  11. Mauro the Original

    Il Real ha già messo a disposizione 500 milioni per rinforzare la squadra.

    Anche quest’anno non vincerà il campionato.

    Ma pensate che questo sia importante per loro? A loro ciò che brucia è essere usciti dalla Champions. . . . .

    E badate bene. . . Ne hanno vinte 4 negli ultimi 5 anni per cui dovrebbero essere anche sazi.

    Questa secondo me è la mentalità giusta. Dopo aver fatto indigestione di scudetti dedicarsi anima e core esclusivamente alla Champions.
    Se succedeva questo Chiellini non si sarebbe infortunato contro una squadra mediocre in campionato.

    Ah tanto per chiarire: Ronaldo avrebbe dovuto giocare solo nelle grandi partite. Alla fine è quello che ha giocato più di tutti.

  12. Ad ogni buon conto alla fine tutti contro gli allenatori.

    Allegri, abbiamo discusso in abbondanza, non lo vuole più nessuno.
    Criticato per il gioco per le scelte. Difensivista è l’epiteto più elegante.

    Ancelotti, a Napoli il principe degli allenatori ha fatto flop! Coperto da stampa e societa, da ieri, più o meno, è esploso il malcontento dei tifosi che ha travolto pure Alvino.

    Spalletti. non piace più a nessuno. Non piace ai suoi tifosi, non piace neanche più agli Juventini che lo avrebbero voluto alla Juve.

    Gattiso, caduto anche lui sul difensivismo e sul gioco che non c’è.

    Gasperini, nel frattempo pur senza aver vinto nulla è stato accolto all’aeroporto da eroe per aver presentato una dea convincente dal bellissimo gioco, modello Ajax in piena lotta per la CL. Comunque finisca sarà un successo.

    Insomma le cariatidi del nostro calcio dicono che non è possibile costruire un gioco europeo perchè alle prima sconfitta i tifosi insorgono.

    Sarà vero?

    Direi di no, a me sembrano solo scuse.

    • Caro Luca, nel terzo millennio la gente e affamata di calcio, quello vero, quello che la tv elargisce a tutte le latitudini neo fine settimana.
      Il calcio sparagnino e provincialotto non lo vuole più nessuno, perché poi quando si confronta in Europa sono legnate a gogo.
      Ultimo esempio il Napoli che da mesi aveva un solo obiettivo e lo ha fallito miseramente non riuscendo a segnare un gol all’Arsenal in due partite.
      Vabbè che noi non è che abbiamo fatto meglio, visto che in Europa nelle ultime partite ha segnato solo Ronaldo, il n.1 al mondo. Che però senza il supporto del gioco anche lui che non si è mai arreso, è uscito sconfitto.
      Queste sono le considerazioni che deve fare la dirigenza prima di mettere mano al calcio mercato.
      Dici bene, comunque vada a finire, Gasperini sarà acclamato dai suoi tifosi che hanno potuto riconoscere nella loro squadra il gioco che vedono in TV nei campionati esteri.

      Ciao.

  13. Buona sera a tutti.
    Meno due a i dieci scudetti di fila.

    BARONE.
    Schezny
    Cancelo,DeLight,Koulibaly,Spinazzola
    Ramsey,Can,Bernardeschi
    Dybala Isco
    Ronaldo
    All. Guardiola

    • Melara

      Siamo in semifinale e al tuo Guardiola gli vengono a mancare per infortunio: Can, Isco, De Light e Koulibaly con Ronaldo rientrante dopo un problema muscolare alla coscia.

      Grazie.
      Ps: però ti dico che Allegri si deve dimettere.

      • Barone io con la CL ho chiuso quest’ anno. L’ unica cosa che mi interessa l’ anno prossimo è divertirmi a guardare la mia Juve asfaltare tutte le rivali italiote.
        La Champions per me è un capitolo chiuso.
        Allegri lo ringrazio per le tante vittorie ma un po’ di aria nuova ogni tanto ci vuole.

  14. Pensare e scrivere che basta cambiare allenatore per vedere una Juve diversa significa sopravvalutare la rosa attuale, così come più onesto sarebbe affermare che con una squadra falcidiata dagli infortuni e con questo cc, nessun altro allenatore potrebbe vincere la Champions.

  15. Gioele,
    Dopo l’acquisto di Ronaldo l’attenzione dei media spagnoli per la juve è cresciuta in maniera esponenziale e quest’anno se n’è parlato molto, soprattutto in chiave Champions. Fin da inizio stagione, e soprattutto dopo le partite di Valencia e Manchester, la Juve è stata data per favorita per la vittoria e tutt’ora è considerata una delle rose più forti d’Europa, per qualità e quantità dei giocatori. Sicuramente di gran lunga superiore a quella dell’Ajax.
    Quindi se anche la critica sportiva straniera ha quest’opinione non credo che stiano sbagliando tutti nel sopravvalutarla. Poi ovviamente ogni squadra è migliorabile. Forse non eravamo i più forti in assoluto, ma questo non giustifica la doppia lezione subita dall’Ajax.
    Gli infortuni, è vero, ci sono. Ma Costa non gioca neanche quando è sano. Adesso, per manifesta mancanza di idee, si sperava in Costa per scartarli tutti e fare gol.
    Poi non so perché dobbiamo basare la squadra su Manzo e Kedhira che passano un terzo di stagione in infermeria ed un altro terzo fuori forma. In difesa mancava Chiello, vero, ma Rugani all’andata è stato bravissimo e Benattia è un’altro che non giocava mai.
    Insomma, la questione infortuni conta fino ad un certo punto, in campo c’è andata una delle (se non ricordo male) 180 formazioni titolari schierate finora da Allegri.
    È mancata la condizione in quelli che hanno giocato, e lì ci sarebbe da chiedere allo staff. Ma soprattutto sono mancate le idee, è mancato il gruppo, l’armonia. È stata una squadra che dopo i primi 20 minuti di furore ha perso qualsiasi identità e sicurezza. La Juve si è sciolta a poco a poco di fronte all’assoluta mancanza di mezzi e forze necessarie per far male agli olandesi che non sono certo una squadra che fa le barricate.
    Purtroppo quando mancano certe cose non c’è rosa che tenga. Tutti condividiamo il mantra che “la vittoria della Coppa non si può programmare” ma magari si vorrebbe quanto meno potersela giocare senza la necessità di comprare il top assoluto in ogni ruolo. Già ne abbiamo di forti, anche se in questo momento quasi tutti stanno rendendo al di sotto delle loro possibilità.
    Inutile finire sempre a parlare di Allegri ma è evidente che in qualche modo questa squadra abbia bisogno di un cambio di rotta.
    Ciao

    • Con i nostri principi di gioco negli ultimi 10/12 anni, o forse dì più, solo Mourinho e di Matteo hanno vinto. E poi sono spariti. Ma almeno loro sapevano sfruttare il contropiede, noi manco quello…

  16. ALLEGRI DIMETTITI

    I consigli del 8arone:
    Amici per le palle, è arrivata la primavera e per l’estate si cerca di mettersi in forma smaltendo anche quei kg di sovrappeso accumulati durante l’inverno.
    Vi consiglio di fare attenzione.

    Il calcetto stimola l’apparato cardiovascolare e quello respiratorio, così come quello muscolare. Rafforza dunque il cuore e la resistenza fisica, senza contare che è uno sport di gruppo che aiuta a socializzare e soprattutto, come ogni attività motoria, favorisce un aumento del tono dell’umore.

    Tuttavia è uno sport di contatto che può comportare qualche infortunio: crampi, traumi, escoriazioni, strappi muscolari, distorsioni, slogature e perfino rottura dei legamenti se non fratture.

    Questo però non deve spaventare.
    Limitare questi rischi è possibile con alcune accortezze, ecco le principali:

    Prima di iniziare una qualunque attività sportiva, se non ci si allena da tempo e si è anche un po’ in sovrappeso o si fuma, è opportuno fare una visita medica che valuti la funzionalità cardiovascolare.

    Iniziare una preparazione atletica, magari in palestra (o con la corsa al parco) almeno 2 volte a settimana, con attività aerobica, che allena il fiato e il cuore.
    Scegliere le scarpe adatte al calcetto, per migliorare l’aderenza al terreno fatto di erba sintetica, correre più facilmente ed evitare scivoloni.
    Prima di iniziare la partita fare almeno 15 minuti di riscaldamento.
    Interrompere il gioco se si sente un qualunque dolore.
    Non dimenticare mai lo stretching prima e soprattutto dopo la partita.

    Buon divertimento a tutti gli Amici del blog di Alessandro e Cinzia.

    E mi raccomando, sempre #finoallafine e non fate come quelli finoafuorigrotta.

    • Buongiorno Barone,
      Queste sono le indicazioni esposte all’entrata della continassa.
      Qualcuno alla Juve non le ha rispettate😬🤔😉

  17. Kris

    Pensi che le rose di Barca, City, Psg e Real siano inferiori a qualle della Juve?.. e a parte il Barca che fine hanno fatto le altre?..Capisco la delusione e la rabbia per l’eliminazione ai quarti, sentimenti comuni a tutti noi, ma parlare ancora di Juve favorita con metà della squadra titolare fuori per infortuni a marzo… Juve favorita con un cc in cui c’è chi non riesce a controllare o stoppare in velocità un pallone a meno di 2 metri, chi gioca a 2 tocchi e quasi sempre in orizzontale e nessuno che fa correre palla in verticale o muoversi con i tempi giusti per riceverla… Juve favorita con una difesa che prende QUEL gol ad Amsterdam dopo 30 secondi dall’inizio del 2°tempo…Juve favorita che prende il 2° gol a Torino a difesa schierata su una palla alta che scavalca per l’ennesima volta Bonucci, con Rugani e Sandro sovrastati da un ragazzino di 19 anni che salta più alto di loro a pochi metri dalla porta… ecco credo che tutto questo lascia il tempo che trova…
    Ma in fondo posso capirvi, è più facile criticare i “principi di gioco” di Allegri, che poi non si capisce quali siano, visto che da mesi (o forse anni) in diversi qui non scrivete altro che “la Juve non ha gioco” ma non ricordano che con QUELLA difesa e QUEL centrocampo la Juve con gli stessi “principi di gioco” di Allegri è arrivata in finale di CL e a Berlino ha rischiato anche di vincerla, se magari sull’1 a 1 l’arbitro turco avesse concesso il rigore dopo che Alves ha tirato giù Pogba in area. Stessa cosa è successa 2 anni fa a Cardiff, ma allora fra le cause della netta sconfitta sarebbe stata cosa buona e giusta affermare anche che con quel centrocampo nessun altro allenatore avrebbe potuto vincere la Champions. Detto questo ribadisco che non sono qui per difendere Allegri e di essere nient’affatto preoccupato (meglio sarebbe dire ossessionato come alcuni di voi qui) del fatto che resti o meno ad allenare la Juve, scettico invece sulla volontà della società di colmare alcune lacune in certe zone del campo. Un dubbio che porta inevitabilmente ad una domanda che per ora è senza risposta, quella se a Torino siano più interessati a trattare la Juventus come uno dei loro asset o un’azienda a sè che deve produrre risultati e spettacolo calcistici per attrarre realmente quanti più sponsor e investitori internazionali.

    Ciao.

    • Gioele,
      Sono totalmente d’accordo con te su Berlino. Quella Juve a me piaceva, ed in panchina c’era Allegri. Quell’anno affrontammo il cammino verso la finale senza poter contare su due mostri come Pirlo e Pogba. In un contesto che funzionava perfino Sturaro fece un figurone in semifinale.
      Se dovesse restare Allegri c’é da pensare se il tipo di giocatori che gli sono stati dati sia funzionale alle sue idee. Forse negli ultimi due anni l’allenatore ha provato a snaturarsi finendo per creare un qualcosa che non é ne carne ne pesce.
      Di quelle che hai citato il PSG é quella probabilmente piú assimilabile alla juve. Grandi individualitá che peró non si traducono in campo in un collettivo all’altezza. Il Real affrontava una stagione particolare dopo i fasti di tre coppe consecutive. Ed il city se l’é giocata comunque fino all’ultimo istante.
      Anche l’Ajax ha preso gol da polli contro di noi. All’andata hanno difeso come dilettanti aprendo un’autostrada per ronaldo sull’azione del vantaggio. Al ritorno si sono spinti da soli in area. Ma poi hanno rimediato alla grande in entrambe le occasioni. Quello che é mancato a noi.
      Comunque se rinforzano la rosa immettendo piú qualitá posso essere solo contento, neanche a me piace vedere Matuidi giostrare al fianco di Ronaldo.
      PS La formazione che proponevi mi piace, anche se ho qualche dubbio su Lippi, che contratterei al volo se avesse vent’anni di meno. Pirlo stuzzica.
      ciao!

      • Kris

        Ricordi male, non è come dici perchè nel 2015 agli ottavi d’andata contro il BD il cc era Pirlo, Pogba, Vidal e al ritorno Marchisio, Pogba, Vidal, nei quarti contro il Monaco sia all’andata che al ritorno c’erano Pirlo, Vidal, Marchisio e in semifinale contro il Real Madrid il cc era composto da Pirlo, Marchisio, Pogba e Vidal, con gli stessi in finale a Berlino contro il Barcellona.
        Non mi stancherò mai di scrivere che negli ultimi 2 anni in CL alla Juve è mancato il cc, al Psg no, quest’anno anche la difesa, quanto al resto l’unica cosa che si capisce dal quel che scrivete è che i “forse” e i “ma” valgono solo per le altre e mai per la Juve.
        I gol che ha preso l’Ajax contro la Juve infine, merito esclusivo della velocità di pensiero ed esecuzione e dell’imprevedibilità dei movimenti di quello che è ed è stato (insieme a Messi) il miglior giocatore al mondo degli ultimi vent’anni, Cristiano Ronaldo, ma pensare e scrivere che possa bastare il cambio di allenatore a metterlo in condizione di fare concretamente la differenza nelle partite decisive di Champions credo sia pura utopia calcistica.

        • Ricordo un paio di mesi di Pogba, infortunatosi propio a Dortmund ed almeno un mese e mezzo di Pirlo, sostituito egregiamente da Marchisio. Chiaro che quel centrocampo era fortissimo, ma adesso abbiamo molta piú qualitá in altri reparti. Se il rendimento generale é al di sotto della media ci sará un motivo.
          Se alla squadra attuale aggiungiamo Pogba, Pirlo, Marchisio e Vidal probabilmente otteniamo la piú forte squadra di sempre, ma veramente c’é bisogno di questo per fare un tiro in porta contro l’Ajax?

          • Proprio contro questo Ajax che senza se senza ma e senza forse ha eliminato i Campioni d’Europa del Real Madrid, c’era ancor più bisogno di un cc con chi sa controllare o stoppare in velocità il pallone a meno di mezzo metro, chi gioca a 1 tocco e in verticale e chi sa far correre la palla e muoversi con i tempi giusti per riceverla.

            • Questo penso anch’io, ma abbiamo avuto anche 9 mesi per allenare queste cose invece di gestire contro chiunque.

              • Modric, Kroos, Isco, De Bruyne, B.Silva, Gundogan, Rabiot, Verratti, Di Maria, sono alcuni dei migliori cc d’Europa usciti a sorpresa dalla Coppa con le rispettive squadre fra le maggiori candidate alla vittoria finale, confrontali con i nostri e trova le differenze, poi parliamo di come li avresti “gestiti” per vincere la Champions, tenendo presente che l’eventuale uscita in semifinale o l’ennesima sconfitta in finale sarebbe stata una delusione ancora più grossa di quella attuale.

                • La coppa la vince una sola, tutte le altre con i loro campioni rimarranno comunque deluse.
                  Io guardo a noi, che siamo usciti senza neanche l’orgoglio di giocarcela perche siamo stati dominati da altri sulla carta inferiori.
                  Comunque parlavo di gestire partite, non giocatori. Se per nove mesi giochiamo al risparmio proteggendo il golletto poi non possiamo sperare che al momento opportuno la squadra inizi a macinare gioco.
                  Ci dicono che gestiamo per risparmiare. ma quando sento parlare di risparmiare immaggino si riferiscano alle energie, perché la tecnica non si consuma con l’uso. Invece siamo arrivati ad aprile senza ne gioco ne energie.

                  • Quelli citati a differenza dei nostri credo che abbiano caratteristiche tecniche e fisiche adatte ad un certo tipo di gioco, ipotizzo che anche la preparazione e gli allenamenti siano fatti sulla base di queste stesse caratteristiche, con annessa gestione delle energie fisiche e nervose da distribuire nell’arco di una intera stagione.

                    • Probabilmente. Credo anch’io sia cosi. Ma é chiaro che qualcosa non funziona. Spero almeno che, Allegri o non Allegri, abbiano le idee chiare su cosa fare ed agiscano di conseguenza sul mercato…

                    • E’ quello che mi auguro anch’io e scelte di mercato opportune, adatti e non adattati al ruolo.

  18. ALLEGRI DIMETTITI

    Kris
    Dichi, Costa non giocava nemmeno quando stava bene…purtroppo quando stava bene e giocava era peggio di un lama(chiedere al figlio di Di Francesco)…chiedere, infine, a qualcuno di Torino la vita extracalcistica di Douglas.

    Aspè, com’è che se dice ?
    Ah, se non lo sai sallo.
    Ciao.

    • A maggior ragione Barone, non calcoliamolo come defezione nela partita con l’Ajax. Al suo posto giocava Bernardeschi che é un bravissimo ragazzo e va a messa tutte le domeniche.

  19. PEZZE E PEZZUOLE

    A rischio di risultare il Catone del Senato romano ripeto:
    In 180 minuti contro l’Ajax abbiamo fatto una sola azione -di squadra- degna di nota, quella conclusa di testa da Ronaldo ad Amsterdam col gol.
    Loro invece ne hanno fatte -tra andata e ritorno- almeno una ventina (il risultato di 1-2 è bugiardo).
    I numeri di questa comparazione hanno un solo nome: massacro.
    E di fronte a un massacro del genere nella partita di Torino ci attacchiamo ad un palo della luce con la lampadina fulminata come Mandzukic !?

    Della serie: le pezze sono peggio del buco …

    • ALLEGRI DIMETTITI

      Tutto quello che dici…asfaltati…ok e chi dice di no.
      Ma il palo c’è stato veramente e se va dentro quel pallone, forse, giocavamo noi la semifinale.
      Quello che dici tu lo sappiamo, lo dici e lo ripeti ad ogni post…questo mio del palo di Costa è un inedito.
      Ahahahah

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web