Sarà dura arrivare alla fine con questa voglia.

 

 

Articolo di Alessandro Magno

E’ difficile analizzare partite che sono affrontate con lo spirito delle amichevoli estive. Si dice onorare la maglia. OK. La Juve ci ha provato per un ora, stoppata da un ottimo Mirante e da un piede in fuorigioco di Ronaldo. L’unico che vuol vincere sempre. Pure a tre sette. Poi la Juve ha mollato la presa e una Roma, non meritevole, l’ha fatta sua e portata a casa. Questo è il calcio. Non mi arrabbio neppure per una sconfitta simile, tuttavia è un peccato vedere partite così. Un campionato stradominato e finito ad Aprile, rischia di trascinarsi via stancamente lasciando anche un cattivo ricordo. Curiosa la vita. Credo che la Juve debba chiarire al più presto la situazione mister perchè davvero così è sfiancante resisterà ancora 15 giorni. Inoltre si stanno sviluppando situazioni surreali. Nedved che delegittima il mister davanti ai microfoni. Giocatori come Mandzukic sempre presenti prima, che improvvisamente diventano totalmente irrecuperabili. Feste scudetto inspiegabilmente rinviate dove la società ci dice prima che i campionati vinti vanno comunque festeggiati e poi Lei stessa disattende cio’ che dice. Siamo arrivati probabilmente, come era naturale, alla fine di un ciclo. Otto di fila sono parecchi e stancherebbero chiunque. Non è arrivata la consacrazione Europea che tutti si aspettavano giusto voltare pagina. Tuttavia occorre farlo con stile. E in questo momento non ne vado abbastanza.

Si è voltato pagina con le nuove maglie. Anche la scelta di farle esordire in trasferta in questo clima da rompete le righe, scetta scellerata. Esordio di maglia con sconfitta. Che dire? Applausi. In un mondo come quello del calcio dove la scaramanzia ha un ruolo importante, questa maglia rischia di esser bocciata e bollata ancora prima di esser venduta. Comunque il fronte non è proprio da buttare. Diciamo: innovativo. Il retro invece è uno scempio. Pare che abbiano attaccato all’ultimo momento una pezza nera gigante per metter il numero. Davvero uno scempio. Sembra il lavoro di una sarta dell’ultima ora per attaccare i numeri che s’erano dimenticati. Inoltre è una maglia straordinariamente non performante. L’avranno studiata su Higuain ai tempi per nascondere la panza. Non è possibile una maglia che casca dritta senza una forma davvero come fosse la casacca dei fantini del palio di Siena. Se ci sono voluti mesi di studio per creare questa roba imbarazzante, forse conveniva andare in un asilo, che qualche bambino di 4 anni sicuramente l’avrebbe disegnata meglio. Ripeto vista frontale senza strisce , avveniristica OK, ci faremo l’abitudine. Vista retro scarabocchiata. Vestibilità tipo accappatoio. Se all’Adidas non han previsto la pezza con il numero sono veramente degli allucinati. Se la vestibilità era questa tipo abito cinese sono degli sconclusionati. Vedevo le foto dei manichini e devo dire ci stavo facendo l’occhio. L’ho vista indossata ed è veramente veramente brutta.

 

  1. Mauro, la controprova a panchine invertite non c’è. Posso solo dire ciò che penso io. La Juve avrebbe uno scudetto in meno. Il Napoli uno in +. In Europa non saprei. Lì a differenza di un campionato (qualsiasi campionato), il fattore fortuna é molto + incisivo. In campionato, soprattutto uno snervante sotto tutti i punti di vista come quello italiano che x me resta il + difficile al mondo, devi essere tremendamente + forte degli altri x vincerlo.

  2. “SONO QUI PER CELEBRARE ALLEGRI HA SCRITTO LA STORIA DELLA NOSTRA SQUADRA”
    Andrea Agnelli

    • Personalmente il miglior pezzo finora della nostra storia anche senza trofei europei. Speriamo ce ne siano altri.

    • PAVEL NEDVED È UN UOMO D’ONORE

      (William Shakespeare, Giulio Cesare, atto III, scena II)

      MARCO ANTONIO Amici, Romani, compatrioti, prestatemi orecchio; io vengo a seppellire Cesare, non a lodarlo. Il male che gli uomini fanno sopravvive loro; il bene è spesso sepolto con le loro ossa; e così sia di Cesare. Il nobile Bruto v’ha detto che Cesare era ambizioso: se così era, fu un ben grave difetto: e gravemente Cesare ne ha pagato il fio. Qui, col permesso di Bruto e degli altri – ché Bruto è uomo d’onore; così sono tutti, tutti uomini d’onore – io vengo a parlare al funerale di Cesare. Egli fu mio amico, fedele e giusto verso di me: ma Bruto dice che fu ambizioso; e Bruto è uomo d’onore. Molti prigionieri egli ha riportato a Roma, il prezzo del cui riscatto ha riempito il pubblico tesoro: sembrò questo atto ambizioso in Cesare? Quando i poveri hanno pianto, Cesare ha lacrimato: l’ambizione dovrebbe essere fatta di più rude stoffa; eppure Bruto dice ch’egli fu ambizioso; e Bruto è uomo d’onore. Tutti vedeste come al Lupercale tre volte gli presentai una corona di re ch’egli tre volte rifiutò: fu questo atto di ambizione? Eppure Bruto dice ch’egli fu ambizioso; e, invero, Bruto è uomo d’onore. Non parlo, no, per smentire ciò che Bruto disse, ma qui io sono per dire ciò che io so. Tutti lo amaste una volta, né senza ragione: qual ragione vi trattiene dunque dal piangerlo? O senno, tu sei fuggito tra gli animali bruti e gli uomini hanno perduto la ragione. Scusatemi; il mio cuore giace là nella bara con Cesare e debbo tacere sinché non ritorni a me.
      (…)

      • Capisco che ti piacciono i latini nostri avi, ma quell’aut aut che hai scritto nel post precedente mi sa tanto di vecchio e stantio, latino. Non ti piaceva il gioco antico di Allegri e poi mi cadi su queste contraddizioni? Non ti vuoi evolvere? Non ti sforzare ad andare su internet, mi sembrava strano che tu avessi commesso un errore simile pertanto mi sono preso io la briga questa volta di andare a controllare se il mio era un dubbio legittimo. In italiano è out out da un pezzo Wikipedia dixit😉😏😂😂😂

        • Comunque l’hai scritta bene era solo per farti sentire più antico del gioco di 😁 😂😂😂

        • Ahahahahahah
          Saresti capace di affogare in un bicchiere d’acqua …
          Sono due locuzioni diverse in due diverse lingue, ed hanno significati diversi:
          -aut è latino;
          -out è inglese.

          Antooooooooo’

          • No, out è inglese ( e significa fuori) ma il doppio out :” Out out “ ha lo stesso significato latino aut aut ( o così o niente, perentorio ) e nel tempo è entrato a far parte del vocabolario italiano. Sei più antico di Allegri, aggiornati😂😂😂😂

            • Esempio per un testone : Nedved ha messo Agnelli di fronte a un Aut Aut, cioè o me i lui !
              Nell’Aut Aut infatti la decisione è una ma le possibilità sono due. O oppure O. E i significati sono ovviamente diversi … l’unica cosa che accomuna le due parole è la pronuncia : “aut”. Testone.

  3. Radio radio: inzaghi sicuro allenatore della juventus.

  4. Una conferenza di circostanza.
    In effetti Allegri e’ stato allontanato accordandosi per la liquidazione.
    Naturalmente I ringraziamenti sono doverosi per il bon ton e,in fondo,anche meritati.
    Andrea, ci sono anche dei casi in cui vediamo collaboratori mediocri allontanati che vengono ringraziati per quanto hanno potuto dare. E’ formale, ma in questo caso,per Allegri alla Juve, piu’ che formali sembrano sentiti, visto I successi.
    Non si puo’ fare come un elefante in una cristalleria,in nessun caso.
    Ciao

    • Certo che per chiunque sarà il prescelto non sarà facile ripartire, Allegri ha lasciato solo macerie e per tutti ma proprio tutti sarà dura ripredersi dallo shock di aver portato a casa negli ultimi 5 anni 11 trofei, giocatori comunque sia da ringraziare, inclusi i “demotivati”, o forse no visto che anche quelli che come Allegri se ne andranno dovrebbero sentirsi già gratificati dalla crescita esponenziale degli ingaggi.

  5. NON FATE DOMANDE CHI SARÀ IL NUOVO ALLENATORE

    Avevo scritto che per cavare una piccolissima verità su chi poteva essere il nuovo allenatore dovevano essere capaci a fare domande intelligenti in modo da far cadere Agnelli nella trappola…
    Invece, locco locco cazzo cazzo…che va a domandare l’intelligentone: Conte…
    Andrea Agnelli ha chiuso il microfono dicendo passiamo alle altre domande.

    Buon pomeriggio

    • … la chiusura di quel microfono è la ribadita chiusura della porta a Conte …
      Andrea ha ceduto su Allegri, non cederà su Conte …
      È, io credo, il compromesso che ha strappato Pavel Nedved …

      Ciao.

    • Ps È comunque questo era il giorno del congedo di Allegri: ogni altro argomento sarebbe stato comunque inevaso.

  6. Andrea, una domanda professionale,sai che abbiamo assonanze professionali.
    Sarri mi ricorda una categoria di collaboratori a livello di leader distretto. Amati dai clienti, bellini ed onesti,anche lavoratori, ma che non crescevano.piacevano ai clienti per la loro debolezza nel vendere e condurre il gruppo, a cui piacevano ancora di piu’per la loro inconsistenza come leaders e, per l’azienda alla fine erano un surplus di costo,per la debolezza radicata di fatturato di conduzione , di analisi e di incremento. Matematicamente non vincevano su nessun fronte ma erano rappresentativi.. Tu li avresti allontanati anche se benvoluti?

    • In breve, zero metodo kaizen..

    • andrea (the original)

      Tino,
      io per linea professionale e personale sono per valutarli dopo averli messi nelle migliori condizioni di operare.
      Ad esempio non ho condiviso nella pur bella conferenza stampa il passaggio in cui Allegri dice “se uno vince sempre e uno mai ci sarà un motivo”, perchè non tiene conto della condizioni.
      Sarri, a differenza dei personaggi che hai descritto, a suo modo ha stravinto a Napoli, ha portato all’azienda vantaggi notevoli..solo che il Napoli è un’azienduccia di poco conto.
      Quindi, prima di dire se allontanarlo o meno, lo testerei sulla macchina migliore..ovviamente se facesse male lo allontanerei.

      • Chiaro che avevano le migliori condizioni come gli altri.diversamente non esisterebbe il dubbio.Alla fine contano I risultati. Come contano a volte I trascorsi di un allenatore.
        Ok grazie

  7. andrea (the original)

    Dalla conferenza stampa ho capito che:
    1-Sono stati bene insieme (e mi sembra anche giusto)
    2-non credevano che Allegri fosse l’uomo su cui implementare il futuro (e mi sembra anche giusto)
    3-Paratici e Nedved hanno fatto riflettere Agnelli (e mi sembra anche giusto)
    4-Addio Conte, sei segnato per sempre ( e mi sembra anche giusto)

    Mi sembra tutto, comunque abbastanza.

    Conferenza costruita molto bene, bravi tutti, un bel momento, ora si può ripartire.

    • Andrea hai sentito quel Yes man? Se Agnelli dice che non gradisce questi personaggi ( visto come ha sbattuto la porta Conte) credi che non sarebbe una contraddizione ?( dato che sei convinto che abbia detto no a Conte ).
      Visto che dobbiamo saper leggere i particolari per scoprire chi potrebbe arrivare alla guida di questa Juve, cerchiamo di farlo bene😉
      Ma sei hai visto oltre al fastidio alla domanda del giornalista insistente su Conte altro, magari con qualche linguaggio del corpo che a me è sfuggito, cerca di spiegarlo.

      • andrea (the original)

        Tra Yes man e uomo azienda ci sono differenze abissali e io ho letto che Conte non è uomo azienda per Agnelli.
        Il fastidio è per una domanda a cui già era stato premesso non ci sarebbe stata risposta e proprio sul peggior nome.
        No il passaggio chiave è all’inizio: “vedi Fabio (Paratici), quello (Allegri) sarà l’allenatore della Juventus”
        Aneddoto raccontato oggi e risalente a Maggio 2013, un anno prima che andasse via Conte..Se non è una legnata sui denti questa..

        • Eh si,in effetti…..

        • Il fatto che abbia parlato solo e soltanto di 5 e non otto scudetti per togliere ogni possibile tipo di interpretazione nel saper distinguere il ciclo (che sappiamo bene non inizia con Allegri) e tutto stando attento a non mischiare il periodo, oltre che per rispetto nei confronti di Allegri onde potergli rendere meno difficile l’esonero, ha anche altri fini. Quello di non dare spazio ad interpretazioni che farebbero capire qualcosa in più sul futuro. Come se avesse voluto escludere la Juve di Conte e Conte stesso come potenziale nuovo successore. Ha mistificato bene, così come aveva mistificato con quel suo Allegri continuerà alla Juve , dopo l’uscita contro l’Ajax.
          Io la vedo così

          • Anto’
            Ma adesso cosa cambierebbe?
            Allegri lascia, Conte non ha firmato con nessuno, dove sarebbe il problema?
            Annunciare il nuovo nella conferenza di Addio al vecchio?
            No penso che Conte sia lontano comunque.

            • Come Ben mi sembra strano dover trovare qualcosa di nuovo quando hai già in casa la soluzione.
              Io se fossi un dirigente della Juve ed avessi questo materiale umano a disposizione non prenderei rischi dandola in mano a chi non ha mai guidato una fuoriserie. Rischierei di distruggerla andando fuori strada. Cacci via Allegri perché finisce un ciclo vincente e riparti scommettendo? Non ci posso credere
              Poi questo smentire prima l’esonero di Allegri ed ora questa preclusione nei confronti di Conte non mi convincono.

            • Io ho anche il sospetto che Allegri sia stato liberato per occupare il posto di Conte, nel caso Spaletti saltasse

  8. Mauro the Original

    Domandina:

    Se Conte è andato via sbattendo la porta perché non veniva accontentato su determinati acquisti, ed ora Marotta lo vuole all’Inter, con chi è sorto il diverbio? Perché a sto punto appare lampante che l’interlocutore sia Agnelli.

    Mi chiedo però: perché con Allegri hai aperto i cordoni della borsa e con Conte no?

    In ogni caso sembrerebbe ci fossero dei precedenti che hanno portato alla rottura improvvisa.

    Alla luce di quanto esposto la vedo difficile una riappacificazione fra le due parti.

    Soprattutto se uno ha già contatti con altre controparti, nella fattispecie clubs italiani.

  9. Bella conferenza e bel saluto ad Allegri. Spero che domani lo stadio tributi i giusti riconoscimenti ad un lavoro che nel complesso dei 5 anni è stato molto positivo.
    Allegri è una bella persona ma probabilmente non era più l’uomo giusto per continuare il cammino. Anche oggi ha ribadito alcuni concetti che confermano che la decisione della società è corretta.
    Ha fatto bene il presidente a sottolineare la differenza dell’aspetto umano da quello professionale.
    Il prossimo allenatore avrà un compito difficile, non per quanto fatto da Allegri ma perché allenare alla Juve non è cosa per tutti. Confido pienamente nel club per la scelta del nuovo mister.
    Mi sarebbe piaciuto che quest’addio avvenisse con una bella coppona sul tavolo, in mezzo al mister ed al presidente, ma purtroppo la stagione è andata così.
    Si chiude un ciclo ricco di successi e nel quale si è comunque registrata una crescita. Ora tocca alzare ancora l’asticella, i rischi ci sono e vanno giustamente presi se vuoi raggiungere la vetta.
    Un applauso ad entrambe le parti che hanno saputo gestire con molta classe questa separazione.
    Chi ha fatto la domanda su Conte secondo me era da sbattere fuori a calci in culo…

    • andrea (the original)

      Infatti l’unica parte scadente della bella conferenza è quando ad Allegri hanno posto la domanda sulla qualità del suo calcio.

      • No Andrea…ha risposto in un modo che a te non piace…purtroppo.
        Quello che ha vinto lo ha vinto perché la società lo chiedeva e non come lo avrebbe vinto.
        Soldi soldi soldi caro Andrea.
        Ripeto, il ciclo si è chiuso…tante grazie e arrivederci.
        Così si fa da buon amici.
        Ciao.

  10. “Sui non spifferi. La Juve non è una società con a capo una multinazionale straniera o un fondo, con decine e decine di personaggi a fare da tramite tra squadra e proprietà messi lì a cazzo da anni a fare da parassiti o per interessi extra calcio e in cerca di visibilità o gloria.

    La struttura bianconera è al tempo stesso semplice e molto verticale: a capo c’è Andrea Agnelli e l’area sportiva è di responsabilità di Nedved e Paratici. Se queste tre (non 50: tre) persone decidono di non far uscire nulla, non esce nulla.”

    Parole e musica di Antonio Corsa, e non fa una grinza.

    La commozione di Andrea (così come quella di Allegri) era sincera.
    Così come la riconferma post Ajax.
    Ma poi i due responsabili dell’area tecnica di concerto lo hanno portato a considerazioni di più ampio respiro. È la decisione finale è stata diversa.
    Perciò Allegri ha detto che è stata una decisione della società.
    Inzaghi era stato già monitorato nel 2014, perché stimato da Paratici, e a questo punto sembra anche la scelta più semplice … se non la più probabile.

    • Ps In altre parole -finalmente- nella conferenza oggi ho rivisto la mia Juve. Vera, perché trasmette emozioni ai suoi tifosi.
      Uomini veri si sono messi di fronte al pubblico a raccontarsi senza ipocrisie o troppi formalismi.
      Agnelli ha premesso subito che si sarebbe parlato solo di Allegri non del suo successore.
      Ed è stato ovviamente giusto così.
      Abbiamo capito anche il rapporto che legava e legherà Andrea Agnelli ad Allegri. Cinque anni di successi ed emozioni fanno nascere questo tipo di rapporti.
      Ma Paratici e Nedved (significativamente assente) hanno portato evidentemente elementi convincenti in senso contrario.
      Perché la (per lui dolorosa) decisione alla fine l’ha dovuta prendere l’uomo al vertice della piramide : Andrea Agnelli.

      • Luigi

        Grazie, mi hai dato soddisfazione.
        Evidentemente il Barone così tanto scarso non è.

        Hai scritto bene…gli uomini veri si comportano così.
        Buona serata.

  11. Bellissima e strameritata conferenza d’addio x sicuramente uno dei + grandi allenatori della storia calcistica. Mi auguro che domani li stadio gli riservi un lunghissimo applauso. Se lo meriterebbe tutto. Ciao mister e grazie di tutto. Auguri x la tua nuova eventuale avventura. Oltre che x la Juve farò il tifo anche x te, tranne ovviamente se la tua squadra giocherà contro la mia.

  12. Non posso far altro che accodarmi ai complimenti per la bella conferenza di saluto ad un allenatore che in ogni modo ha dato molto alla Juve.

    Saluto conclusivo doveroso.

    Chiarissime le motivazioni della separazione, senza tanti giri di parole, Andrea ha dovuto prendere atto delle profonde differenze di vedute tra la società (Paratici e Nedved) e l’allenatore.

    Meglio perciò, rispettare i ruoli, per dar forza alla Juve da lui presieduta, anche se con profondo dispiacere, che scavalcare tutti mandando tutto all’aria.

    Detto questo mi vengono in mente le parole di Allegri …bisognerà essere estremamente lucidi per capire quale sia il da farsi….

    Quindi da oggi sono ancor più orgoglioso di essere bianconero, una società esemplare.

  13. Intanto la “mia” Lube ha fatto accoppiata SCUDETTO-Champions. Grandi ragazzi.

    • andrea (the original)

      Sono andato sabato scorso a gara 4 e ho portato fortuna..Anche loro avevano problemi con le finali.

  14. Mauro The Original

    La Juve si è comportata con stile nel prendere questa decisione ove tutti ne escono soddisfatti e con obiettivi e motivazioni diverse.

    Diciamo che Conte ha messo le fondamenta e Allegri ha tirato su le mura. Ora ci serve chi faccia il tetto per finire l’opera.
    Uomo di sostanza o di stile? Meglio l’uomo in giacca e cravatta anche in agosto o l’uomo che fuma in tuta e che ricorda per alcuni particolari un nostro grande ex?

  15. Piu’ passano le ore e piu’ a fare supposizioni o predizioni si ricavano figuracce. I nomi ballano, e la conferenza di oggi,e’ stata un atto dovuto ma non chiarificatore.
    Meglio tacere o al massimo azzardare qualche pallida intuizione fra noi.

    Una cosa mi pare quasi intuibile, Paratici e Nedved,assenti entrambi oggi, sono a favore di Conte e hanno convinto AA a dimenticare lo sgarbo del Leccese in ritiro 5 anni fa. Allegri che fu voluto fortemente da Agnelli, oggi non poteva fare altro che accettare la fine del ciclo ed uscire in bellezza,forte di un grandioso apporto dato.. Conte alla fine vuole la Juve e un ritorno sarebbe mica male,quasi una rivincita. All’inter non ci andrebbe volentieri come alla Juve.
    Cmq e’ difficile sottoscrivere,ad oggi,qualunque previsione..

    • Ps solo qualche ora fa ho scritto che Conte era ormai lontano.qualcosa stasera mi fa pensare quanto ho scritto sopra.forse perche’ vedrei bene,in fondo, un ritorno del capitano.

      • Mauro the Original

        Io ci speravo su Conte ma troppi elementi vanno in controtendenza a questa ipotesi.
        Se Agnelli ha chiuso il rapporto a Max su insistenze dei bracci destri, non credo si pieghi nuovamente. Credo che ora la decisione spetti a lui.

        Hanno già scelto chi sarà il nuovo allenatore e lo sanno già anche i giocatori, parlano di contratto già depositato presso uno studio legale.

        Bisogna solo attendere la comunicazione ufficiale ma i giochi sono fatti. Molto probabilmente verrà fatto il nome dopo i festeggiamenti in una conferenza stampa.

  16. Ancora una considerazione.
    Tornando a bomba: Agnelli dimostrò il suo “limite” umano quando confermò Allegri la sera di Juve-Ajax 1-2, perché oggi ha dovuto smentire se stesso !

    Poco furbo insomma … chi cazzo gliela aveva chiesta la conferma di Allegri quella sera ?
    Infatti tutti, tutti ci meravigliammo (tifosi e giornalisti) di una dichiarazione così apodittica, perché emotiva, poco politica, oltre che così poco aderente alla realtà che stava accadendo …

  17. LA COMMOZIONE

    “Dissi all’autista: vai dritto, perché non abbiamo nulla da nascondere e si sta con lo sguardo alto davanti a tutti, perché siamo convinti della scelta che abbiamo fatto.
    Meno di un anno dopo la stagione si concludeva in modo trionfale con Scudetto, Coppa Italia e finale di Champions, così commentai che ci vogliono gli attributi per prendere la Juventus il 16 di luglio e riportarla a vincere”.

    Buongiorno bella gente buona domenica.

  18. Dopo l’esonero di Allegri da tutti i tifosi richiesto in pompa magna e dopo la conferenza stampa di ieri dove si sono ben evidenziati i rapporti umani e professionali di una grandissima società di calcio cui vado fiero di tifare, resto con un vuoto dentro.
    Ed ora? Chi arriverà a proseguire la missione demolitrice do avversarie della Juve?
    La testa razionale mi dice che solo Conte potrebbe riprendere il suo cammino interrotto 5 anni addietro, ma i media mi tolgono questa mia previsione.
    Chiunque arrivi ha un compito molto difficile perché qui migliorare è molto difficile e si potrebbe bruciare la carriera subito senza remissione di peccato. Buona domenica a tutti

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web