Sesso Juve e Rock n’Roll s02 e37

Come ogni Lunedì sera Sesso Juve e Rock n’Roll ore 22 su Youtube. In questa pagina metteremo il link. Se avete domande per noi mandatele al 331 1552985

Con Ben, Superfly, Toto Cafasso, Antonio Corsa, Leomina, Michele Fusco e Benny Nico.

ORE 22 CLICCARE NELLE FOTO SOTTO PER LO STREAMING

Immagine anteprima YouTube

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA SCALETTA:

Sarri in vantaggio su Guardiola

Conte all’Inter

Nuova maglia da allenamento

Le perle delle settimane

 

  1. Raga’, non parliamone troppo di Guardiola che alla fine faremo saltare l’operazione!
    Il piano è segretissimo, al punto che neanche Pep sa che allenerà la Juve il prossimo anno.
    A dire il vero già da mesi i nostri hanno contattato il catalano che, però, ha educatamente declinato dicendo di essere impegnato contrattualmente e moralmente col City.
    Ma Nedved, che è un testone, pur di fare cacciare l’acciuga ha detto ad Agnelli che l’affare procedeva a gonfie vele. Al vicepresidente la Champions non gliela toglie dalla testa nessuno e quindi ha convinto Paratici a passare al piano B. In realtà se ne fottono dell’accordo con Guardiola, la vera idea è sequestrarlo! Verrà drogato e sottoposto ad ipnosi, cosicché al suo risveglio si ritroverà alla continassa con un contratto quadriennale e convinto di essere alla Juve da sempre.
    Ormai manca poco all’ora X, il depistaggio con Sarri è stato perfetto, ed all’imbrunire Pavel è stato visto sotto casa di Paratici che tardava a scendere perché la moglie stava finendo di prepararli i panini per il viaggio alla volta di Londra.
    Paratici, che è un perfezionista, aveva proposto anche una soluzione d’emergenza dicendo a Pavel: “na volta che ci facciamo il viaggio, se non riusciamo ad acchiappare Guardiola possiamo prendere Klopp, l’importante è non tornare a mani vuote…”. Ma finalmente l’idea è stata abbandonata perché per il tedesco serviva un cofano più grande. Infatti i nostri, per non dare nell’occhio, sono partiti con la Punto del cognato di Momblano, ottenuta in cambio dell’esclusiva giornalistica.
    I tifosi più informati stanno seguendo il viaggio dei nostri via satellite, le ultime notizie dicono che dopo un paio di soste per pisciare ce ne sia stata una terza con un battibecco per i turni di guida. Pare si sia risolta a favore di Paratici che guiderà solo in francia.In terra d’Albione siederà al volante Pavel dovuto alla maggior dimestichezza con la guida a sinistra…
    Queste sono le ultime news sulla situazione Guardiola. Domattina potremmo già avere interessanti aggiornamenti.
    Forza raga’, ancora un po’ di pazienza e Pep sarà con noi!!!

    • Azzzzzz Chris, e mo ce lo dici ?!
      Qui ci stavamo scervellando per capire da dove sarebbe uscito fuori sto Guardiola …
      A proposito hai ricordato a Paratici di fare almeno due o tre buchi nel cofano col piccone ?
      Altrimenti nell’attraversamento del Brennero ce lo giochiamo a Guardiola !!

      • Tranquillo Lui’, i dettagli, come i buchi per l’aria, sono a cura di Marco Re, responsabile, tra le altre cose, anche delle risorse umane.
        Dopo la defenestrazione di Marotta tutto funziona con un sincronismo perfetto che ci proietta sempre più nel futuro. 😎

      • Mauro the Original

        Va a finire che fra questo è quello ci troveremo l’allenatore della Primavera.
        E magari sarà quello che ci farà vincere la Champions 😂😂😂

      • Certo Chris,
        ho sentito parlare bene di questo Marco Re, delle risorse umane …
        ma io un paio di picconate -per sicurezza- le darei ugualmente !

        • Nedved è un freddo, dovesse andare storto qualcosa, getteranno Guardiola in una cunetta e diranno che la loro scelta è sempre stata Sarri😏😂

  2. CUL DE SAC

    Beh, c’è da dire che con la sua strategia (poco) comunicativa la Juve si è andata ad infilare in un cul de sac.
    Perché se non dovesse arrivare la suggestione Guardiola, che viaggia da una quindicina di giorni nei canali non ufficiali, comunque Sarri sarebbe considerato il piano B.
    Il che a livello di immagine -per una società come la Juve- non sarebbe il massimo.

    • Andrea (the original)

      Io non so se sia frutto di strategia comunicativa della Juve (che comunicazione non ne ha fatta) o di retaggi da scardinare nell’immaginario juventino.
      Cioè, entrambi sarebbero un grande cambiamento per la visione della Juventus ed entrambi, in tale ottica, una sfida o scommessa.
      Dunque credo che considerare Sarri un piano B sia dettato ancora dalla resistenza del tifoso juventino sul fatto che l’allenatore debba aver vinto tanto, diversamente non sarebbe all’altezza.
      Cosa assolutamente opinabile perché l’adeguatezza non vive di C.V. e va valutata solo al termine del lavoro con la Juve (cosa che vale per tutti, anche per Pep).
      Altrimenti esisterebbero solo gli Ancelotti, che per C.V. dovrebbe fare sfracelli e invece abbiamo visto dove ha riportato il Napoli: alla mediocrità.

    • Appunto Andrea, Sarri “sarebbe considerato” un piano B a causa di una aspettativa più altisonante che rimbalza da giorni sottotraccia, come ai tempo della carboneria.

      Anche per me Sarri non può essere considerato un piano B a priori. Soprattutto nel calcio, dove certe gerarchie vengono smantellate nell’arco di una sola stagione.
      Ripeto la mia sensazione: la dirigenza ha voluto dare una sterzata al “gioco” della squadra, ritenendolo in questo momento storico il volano per attirare sponsor e simpatie sul mercato globale.

      • andrea (the original)

        Io l’aspettativa Guardiola la capisco ed è pure la mia opzione ideale ma certo non per il C.V., quindi se non arriva lui e arriva Sarri resta piano A perchè il piano A è provare a cambiare gioco.
        Sì beh, probabilmente è più dura far cultura nuova sulla gente, la resistenza è fortissima, l’ancoraggio ad approcci e parametri di valutazione obsoleti ancor di più (e non mi riferisco strettamente al blog ma a quello che leggo e ascolto in giro).

  3. SITUAZIONE GUARDIOLA in tempo reale.

    Mentre la stampa ufficiale da ormai per certo Sarri, sul web é incessante il tam tam su Guardiola.
    Questi sono gli ultimi aggiornamenti sul viaggio di Nedved e Paratici, partiti ieri da Torino per l’inghilterra con l’obiettivo di “portare” a casa il tecnico catalano:

    Ore 5.27: Dopo un’estenuante nottata di viaggio i dirigenti bianconeri sono finalmente in Inghilterra. Ancora Paratici alla guida perché Nedved ha il torcicollo a causa degli spifferi provenienti da un finestrino difettoso.

    Ore 5.58: a Paratici é stata ritirata la patente per un paio di gravi infrazioni in altrettanti incroci. Ora conduce il vicepresidente che tra torcicollo e paura a commettere infrazioni non supera i 25Km/h in via extraurbana. La vettura é facilmente individuabile dal satellite per l’incredibile coda formatasi. I due sono comunque nelle vicinanze di Londra, il titolo Juve in Borsa registra un leggero rialzo.

    Ore 6.15: In una piazzola alle porte di Londra ennesimo battibecco tra Pavel e Fabio per l’ultimo panino con la mortadella. Alla fine Pavel si accontenta di quello con la frittata e ripartono in direzione della capitale inglese. I tifosi adesso ci credono.

    Ore 7.18: I nostri dirigenti, che hanno furbescamente sostituito il logo “J” delle loro giacche con un fiocchetto giallo riescono ad accedere all’hotel dove si trova Guardiola facendosi passare per indipendentisti catalani. Pavel e Fabio stanno parlando con Guardiola, ci siamo! Il titolo Juve schizza alle stelle!

    Ore 7.19: Purtroppo Nedved é stato tradito dall’accento e la geniale trovata é stata scoperta. Il titolo Juve registra un crollo.

    Ore 7.21: Ci sentiamo comunque di rassicurare i tifosi, pare che mentre Fabio e Pavel corressero a gambe levate inseguiti da 4 energumeni del servizio di sicurezza il vicepreseidente abbia urlato: “Ritorneremooo, Peeeeep!”. Il titolo Juve é ora stabile.
    Alcuni presenti hanno riferito che le uniche dichiarazioni di Paratici sono state: “Corri, Pavel, corri!”.

    Contiamo di avere presto nuovi aggiornamenti sulla situazione Guardiola. Sono ore frenetiche mentre continua da parte della Juve il depistaggio Sarri!

    Un saluto

    • PERE GUARDIOLA

      Ore 9.49: Ultimissime. I nostri eroi -se la Punto non fonde il motore- stanno attraversando ora la Francia e contano di raggiungere i Pirenei in nottata, anche per evitare domande delle guardie di frontiera con la Spagna.

      Ore 10.09: Questo perché quella faina di Paratici, aveva comunque pronto il piano C, che sarebbe il fratello di Pep, PERE GUARDIOLA. Essi nutrendosi di bacche e licheni lungo la riserva naturale dell’Estremadura, contano di raggiungere la Catalogna domani 5 giugno.
      Per rientrare l’indomani in Italia con Pere.

      Ore 10.20: Qualora il piano C dovesse andare in porto, il prossimo anno Pep allenerebbe la Juve via cellulare con fratello Pere in collegamento da Vinovo. A tutto c’è una soluzione. Chi vivrà vedrà …

    • PS Le notizie di cui sopra sono attinte da un ex Indomito (il cui nome non diremo neanche sotto tortura) che riuscì a carpire il cellulare di Paratici nella sua ultima visita allo Stadio (Ebbe la fortuna di incrociarlo nei bagni dopo aver bevuto quattro birre).

  4. Mauro the Original

    Bisogna far attenzione nel considerare Sarri un piano B. Al di là di tutte le considerazioni, se io fossi il tecnico non accetterei tale situazione e rifiutarei la Juve.
    Non è che Sarri via dal Chelsea rimane a piedi, lo stanno cercando in molti.

    Discorso Guardiola:

    Per me Guardiola dopo Barcellona ha sempre fallito.

    Vincere il campionato con squadre del genere è qualcosa di doveroso, sarebbe bastato Ranieri al suo posto.

    Ma titoli europei non ne ha più vinti.

    Quindi dare per scontato che alla Juve vince la Champions è troppo ottimistico.

  5. TUTTOGUARDIOLA minuto per minuto:

    Come ben sappiamo la situazione Guardiola si sta sviluppando su piú fronti. Uno di questi é quello relativo all’imminente sentenza per le presunte violazioni del FPF da parte del City.
    Ebbene, sono trapelate informazioni relative a quella che sará la decisione della UEFA. Non verranno comminate sanzioni economiche né ci saranno esclusioni del city dalle coppe.
    La sentenza sará alquanto peculiare e pare preveda una proibizione per gli inglesi di essere allenati da Pep Guardiola per i prossimi 5 anni.
    Il City ha commentato l’indiscrezione per bocca dell’Avv. Galassi, membro del CDA, che si é detto sorpreso dalla decisione e nutre il leggero sospetto che possa esserci lo zampino della Juve…

    PS. visto il gran numero di notizie fake che circolano in questi giorni, risulta opportuno, come ben fatto da Luigi, rivelare le FONTI.
    La mia, di assoluta qualitá, é “a funtana i Santu Roccu”, conosciuta anche come “a funtana vecchia”, presso la quale ci incontriamo con alcuni paesani quando andiamo “ad acqua”, e mentre riempiamo bottiglie e bidoni discutiamo di Juve.

    PS2: Anche l’acqua é ottima per le sue riconosciute propietá e caratteristiche organolettiche.

    A presto nuovi aggiornamenti…

    • A FUNTANA ‘A FICU

      Non oso mettere in dubbio la tua FONTE, Kris …
      Solo che, da notizie attinte presso vari abbeveratoi per vacche al pascolo, ho ragione di ritenere di qualità letteralmente insuperabile la decantata “Funtana ‘a ficu”.
      Vi si recano contadini e pastori che vengono anche da fuori regione per attingere alla FONTE la sua sapida eccellenza !
      Certo è un po’ più difficile da raggiungere rispetto alla tua calabresotta “Funtana i Santu Roccu”.
      Tanto perché a “Funtana ‘a ficu” è allocata in una selva privata alle pendici del Monte “Pinnaculillu”.
      L’irsuto proprietario, un vecchio barone locale, non ha mai voluto costruire una strada carrozzabile, sicché il loco è raggiungibile solo a dorso di mulo.
      Certo, bisogna munire il mulo di una rigida Barda, in modo da far bilanciare i bidoni pieni sui lati del quadrupede.
      Col mulo si possono trasportare anche 4 bidoni da 40 litri, mentre con l’asino è meglio non superare il quintale di peso.

      Buona camminata !

      • Cavolo, sí che un’ottima fonte la tua. Data la complicata accessibilitá immagino che le notizie da lí provenienti siano tutte contrastatissime!

  6. SARRI SMETTE LA TUTA

    Nel numero di Vanity Fair in edicola da domani, mercoledì 5 giugno, c’è anche un’intervista rilasciata da Maurizio Sarri che ha parlato del Napoli ma anche del suo futuro strizzando l’occhio alla Juventus:

    “I napoletani conoscono l’amore che provo per loro, ho scelto l’estero l’anno scorso per non andare in una squadra italiana. La professione può portare ad altri percorsi, non cambierà il rapporto. Fedeltà è dare il 110% nel momento in cui ci sei. Che vuol dire essere fedele? E se un giorno la società ti manda via? Che fai: resti fedele a una moglie da cui hai divorziato? L’ultima bandiera è stata Totti, in futuro ne avremo zero”.

    Sul cambio di molti allenatori in Serie A Sarri lo ha spiegato come

    ”il concetto di vittoria a ogni costo. Un’estremizzazione che annebbia le menti dei tifosi e di alcuni dirigenti – cosa che mi preoccupa di più. È sport, non ha senso. Non si può essere scontenti di un secondo posto”. 

    Sul possibile ritorno in Italia: “Per noi italiani il richiamo di casa è forte. Senti che manca qualcosa. È stato un anno pesante. Comincio a sentire il peso degli amici lontani, dei genitori anziani che vedo di rado. Ma alla mia età faccio solo scelte professionali. Non potrò allenare 20 anni. È l’anagrafe a dirlo (…) È roba faticosa, la panchina. Quando torno a casa in Toscana mi sento un estraneo. Negli ultimi anni ci avrò dormito trenta notti”. 

    Sul sarrismo: “E’ un modo di giocare a calcio e basta. Nasce dagli schiaffi presi. L’evoluzione è figlia delle sconfitte. Non solo nel calcio. Io dopo una vittoria non so gioire. Chi vince, resta fermo nelle sue convinzioni. Una sconfitta mi segna dentro più a lungo, mi rende critico, mi sposta un passo avanti. Mio nipote mi fa leggere la pagina facebook Sarrismo e Rivoluzione. Si divertono, io sono anti-social, non ho nemmeno whatsapp”.

    Sui fuoriclasse: “Esistono squadre medie di grandi giocatori o grandi squadre di giocatori medi. Io lavoro su questo. Il fuoriclasse è quello a disposizione della squadra, altrimenti è solo un bravo giocatore. Siamo pieni di palleggiatori fenomenali. Pure ai semafori. Il divertimento è contagioso se collettivo. Se ti diverti da solo, in 5 minuti arriva la noia”.

    Sulla tuta in campo: “Se la società mi imponesse di andar vestito in altro modo, dovrei accettare. A me fanno tenerezza i giovani colleghi del campionato Primavera che portano la cravatta su campi improponibili. Mi fanno tristezza, sinceramente”. 

    Sulle superstizioni: “Ne ho meno di quelle che mi attribuiscono. Ho smesso di vestire solo di nero. Mi è rimasta l’abitudine di non mettere piede in campo, dentro le linee dico, finché la partita non è finita. Prima o poi abbandonerò pure questa: già in certi stadi le panchine son dalla parte opposta degli spogliatoi e il prato devo calpestarlo per forza. Quando cominci a vincere, le scaramanzie finiscono”.

    Sulle sue posizioni politiche di sinistra: “Nel calcio ci si schiera poco. Per non trovarsi qualcuno contro. La mia estrazione è nota. Papà era gruista all’Italsider di Bagnoli. Mio nonno era partigiano, salvò due aviatori americani abbattuti dai nazisti, li tenne in casa per due mesi. È normale che avessi certe idee, oggi la politica non mi interessa più. Vedo storie di una tristezza estrema. Da lontano l’Italia è un posto che spreca occasioni”, le sue parole riprese da vanityfair.it.

    • Andrea (the original)

      Ecco, visto che le Coppe le vincono quelli in tuta e che noi non le vinciamo mai, si sta già adeguando.
      😉😀

  7. Dopo la finale di C.L. scintillante… questa volta non si è visto nemmeno il famoso ‘tempo’ giocato ‘bene’… sarà stato il prato inglese….., sarà stato giove in opposizione a saturno… ma una partita più brutta e giocata alla catzum in finale, non la ricordo… forse Milan Juve del 2003…
    Aspettiamo il nuovo allenatore, 14 giugno verrà presentato… tra un piano A ed un lato B…. magari spunta un bel allenatore C….

  8. UN ALLENATORE CHE NON ARRIVA MAI

    Meglio parlare di giocatori che servono alla causa bianconera, in primis, il centrocampo.

    Lotito chiede 90 milioni per Savic, o al massimo scalare il valore di Rugani.
    A questo punto meglio il ritorno del figliol prodigio Paul Pogba e che Paratici segue con insistenza.
    La Juventus rompe gli indugi e si muove per il ritorno di Paul Pogba a Torino.
    Mentre sul fronte allenatore la situazione è in stallo in attesa del via libera del Chelsea per Maurizio Sarri, i bianconeri fanno sognare i tifosi muovendosi per il centrocampista francese, indimenticato ex che ha messo in chiaro la sua volontà di lasciare il Manchester United dopo tre stagioni di alti e bassi.

    Fabio Paratici ha contattato l’agente Mino Raiola, con cui gode di ottimi rapporti, per capire il raggio d’azione della Vecchia Signora.
    Lo riporta Sky.
    Pogba da tempo ha dato la sua disponibilità a tornare in Italia, è a stretto contatto con i suoi ex compagni ed è affascinato dalla possibilità di giocare con Cristiano Ronaldo, ma allo stesso tempo è tentato dall’avventura nella Liga e dal Real Madrid, la pretendente che più di tutte si è fatta avanti per il campione del mondo.

    Lo United valuta il suo cartellino ben oltre i 100 milioni, e per abbassare la cifra i bianconeri devono inserire una contropartita tecnica: il pensiero va subito a Paulo Dybala e ad Alex Sandro.

    Come si dice: la Patria chiede sacrifici.

    Buona serata.

  9. SCHIARIAMOCI LE IDEE

    Fabio Paratici ha ricevuto oggi a Napoli il premio Football Leader 2019 come miglior dirigente dell’anno.
    Il Chief Football Officer della Juventus non si è sottratto alle tante domande che gli sono state poste, a cominciare dalla scelta dell’allenatore.
    Non fa nomi e non potrebbe farne, anche se l’accordo con Maurizio Sarri sembra a un passo.
    Ma lui cerca di allargare il raggio d’azione: “Abbiamo un range di allenatori da valutare, non un solo tecnico, stiamo lavorando, ancora un po’ e poi ci sarà il nome, non c’è un limite di tempo, siamo molto tranquilli.
    Non saprei dire quando potremo chiudere la questione, ma siamo tranquilli, le idee le abbiamo chiare”.

    Voglio credere, anzi ne sono sicuro, loro sanno già chi siederà sulla panchina bianconera …lo sanno già da prima che esonerassero Allegri.
    Se fosse il contrario è come se ad organizzare tutto fossero tornati Blanc e Secco.
    Buona cena.

  10. https://m.tuttojuve.com/calciomercato/sportitalia-parisi-la-juve-ha-le-idee-chiare-paratici-potrebbe-essere-gia-al-lavoro-con-sarri-per-un-grande-colpo-di-mercato-472844

    Scusate eh. Ma pensiamo veramente che alla Juventus siano scemi? Fermo restando che a me risulta ancora Guardiola ma cmq chiunque sia è già stato preso.

  11. Mauro the Original

    L’uomo in tuta

    Scusate ma non capisco perché l’allenatore della Juve debba sedere in panchina con giacca e cravatta?
    Il calcio è uno sport e mi sembra normale vestirsi in tuta, il che serve a creare uno spirito più aggregativo con i giocatori.
    Klopp veste sempre in tuta e nessuno ha mai detto nulla.

    Piuttosto andrei a rivedere come si conciano certi giocatori rivestiti da centinaia di tatuaggi piercing e tutto il resto. Non è che trasmettono un segnale molto edificante ai ragazzini che poi per spirito di emulazione copiano.

    Se vogliamo che ci sia uno stile Juventus che venga applicato a tutti.

    • X me Sarri o chi x lui può mettersi come vuole. Sui tatuaggi e pearcing con me sfondi una porta aperta. Non li ho mai capiti anche se rispetto cmq chi decide di portarli.

    • Mauro
      Ma tu mi vedresti a me in tutta?
      Aspé …mi spiego meglio: guarda la differenza tra Klop e Sarri.
      Ciao.

  12. RITIRATE LE ACCUSE DI STUPRO SU CRISTIANO

    Cadono le accuse di stupro nei confronti di Cristiano Ronaldo. Katheryn Mayorga ha ritirato volontariamente la denuncia nei confronti del calciatore della Juventus e del Portogallo. Lo rende noto Bloomberg, secondo cui la modella ha depositato lo scorso mese un avviso di «voluntary dismissal» a Las Vegas, presso il tribunale statale del Nevada. Non si sa se l’atto sia conseguenza di un accordo con CR7, che ha sempre negato le accuse della donna.

    Il caso dei presunti abusi di Cristiano Ronaldo è stato riaperto dalla polizia di Las Vegas nell’autunno dell’anno scorso, dopo che la Mayorga denunciò il calciatore, accusandolo di violenza sessuale nei suoi confronti. I fatti – sempre negati fermamente dallo stesso Ronaldo e dal proprio entourage – risalirebbero al 2009 e sarebbero avvenuti proprio nella città del Nevada. Secondo l’accusa, il calciatore avrebbe pagato 375 mila dollari alla donna per ottenere il suo silenzio.

    A inizio d’anno la polizia di Las Vegas aveva ordinato che l’attaccante della Juventus si sottoponesse all’esame del Dna, richiesta che era stata inviata alle autorità giudiziarie italiane competenti.

    Sempre secondo quanto riferito da Bloomberg, gli avvocati della modella, Leslie Stovall e Peter Christiansen, non hanno commentato il ritiro delle accuse. L’agenzia americana riferisce che anche la polizia di Las Vegas, che aveva riaperto l’indagine, non ha rilasciato dichiarazioni.

    Buona giornata bella gente
    PS
    Seguono notizie relative all’allenatore…Io dico Guarri 🤤

    • Io Sardiola😎😉

      • Germano
        Ti rispondo qui.
        Che differenza fa se per te con o senza tuta (importante non in mutande) è uguale e non invece con orecchino e tatuaggi ?
        Sono contrario anche io a tutto quello di cui sopra…ma io sono “vecchio”.
        Ciao

        • Beh, la tuta mi sembra una cosa normalissima da sempre, l’orecchio e il tatuaggio lo sono diventati col tempo. Cmq x questi ultimi è semplicemente un gusto personale. Ho tanti sia amici che parenti con orecchini e pearcing.

  13. No…
    E’ vero che siamo nello sport e che la tuta potrebbe essere coerente con il contesto. Forse sono le tute che ha sfoggiato Sarri che sembravano uno straccetto, non lo so…Lippi la metteva ma non sempre, ed erano adeguate.
    Credo che ormai quasi tutti I mister usino la giacca e cravatta e sono d’accordo, si presentano bene,in fondo sono dei dirigenti. Preferisco un allenatore in giacca,
    Ieri notavo Inzaghi sempre impeccabile, come Allegri e Conte, del resto.

    Se a causa della cravatta Sarri potrebbe accusare sindromi psicotiche, non mi sembra il caso, abbiamo gia’ problemi, vorra’ dire che la tuta e’ ok.

    • A Tino…Mesá che avremo postato assieme…

      Non ci vedo nulla di strano…bisogna solo vedere che effetto fai…ma sinceramente non vedo Sarri fare un bel vedere…
      Magari, forse sarebbe pure peggio con giacca e cravatta, lo vedrei bene con jeans e maglietta…un po’ casuale.
      Ciao.

    • Mauro the Original

      Scusa se mi permetto di dissentire.

      L’allenatore scende in campo con i giocatori, tastano l’erba si siedono in panchina con i giocatori, fanno il riscaldamento e tutto il resto.
      A me sembra inadeguata la giacca e cravatta in questo contesto.

      Che poi le tute di Sarri facciano schifo sono il primo a dirlo, dovrebbe trovare delle tute migliori. Siccome nel suo abbigliamento per scaramanzia deve avere qualcosa di nero, con la Juve ha pure risolto questo problema.

    • Andrea (the original)

      Premesso che sono travolto dall’onda estetica del popolo juventino, non so se Sarri sfoggi tutte prese da Decathlon..a me pare che siano quelle delle Società quindi semmai vanno criticate le Società.
      Che dire? Facciamogliela noi una bella..ma noi abbiamo già difficoltà con le maglie, quindi non siamo credibili
      😉

  14. MAGISTROPOLI

    ” Lotito risulta coinvolto, secondo quanto riportato da Repubblica, nell’indagine per corruzione di Luca Palamara.
    Il pm romano e romanista, amico del patron biancoceleste, avrebbe favorito suoi amici magistrati con nomine e avanzamenti di carriera.

    Di questa oscura vicenda che getta fango sulla magistratura e sul suo operato, Lotito ne farebbe parte.

    Alle riunioni notturne che distribuivano cariche e potere avrebbe partecipato anche lui; il suo ruolo era quello di procurare biglietti in tribuna d’onore per le partite della Lazio.
    Ultima in ordine di tempo la finale di Coppa Italia contro l’Atalanta, per la quale il presidente laziale avrebbe riservato un posto speciale al consigliere Luigi Spina.
    Sia Spina che Lotito interpellati sulla vicenda hanno preferito non rispondere”.

  15. ANCHE SU POGBA

    Mi limito a fare un’osservazione prettamente economica su Pogba, anche se in genere queste cose non sono nelle corde e negli interessi dei tifosi …

    Pogba arrivò alla Juve a zero, salvo la monumentale prebenda per il pappone (il suo procuratore).

    Ebbene, dopo aver fatto una mostruosa plusvalenza perché lui se ne volle andare al Manchester, adesso dovremmo riprenderlo pagandolo ovviamente più di quanto lo abbiamo venduto, oltre all’onere della seconda prebenda al panzone.

    Francamente se a livello di rafforzamento non c’è niente da eccepire, a livello puramente commerciale non mi pare un’ideona !

  16. Tutto lascia pensare che sulla questione allenatore non ci sia nulla di deciso e i tempi d’attesa della sentenza Uefa nei confronti del City (prevista per fine settimana prossima) lasciano ancora uno spiraglio aperto su Guardiola attraverso il quale secondo fonti attendibili sarebbe in corso una trattativa privata fra la dirigenza della Juve e la proprietà del City. Si tratta come ovvio solo di rumors giornalistici e personalmente spero che ci sia un fondamento di verità nella notizia visto che come tifoso juventino sono fra coloro che per vari motivi non reputano Sarri un allenatore adatto alla Juve.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia