Conferenza stampa Sarri integrale

Immagine anteprima YouTube
  1. Lo stile Juve, sconosciuto, manca.
    Comunque ha spiegato bene il sarrismo :
    con i dilettanti è stato sarrismo… ad empoli è stato sarrismo… se hai giocatori “di squadra” tipo a Napoli i primi due anni è stato sarrismo… l’ultimo anno di Napoli, al Chelsea ed alla Juve…. si comincia a cambiare….
    Comunque detto da lui, il Napoli aveva puntato solo allo scudetto l’ultima sua stagione… cosa che alla Juve è severamente vietata… si punta a tutte le manifestazioni a cui si partecipa…
    Quello che mancherà, secondo me, lo ha detto, è la descrizione della Juve di Allegri che ha fatto… le partite non le vinci con il ‘bel gioco’… vieni fuori quando serve… e l’avversario ti patisce e subisce … le vinci se sai soffrire, se sai leggere la partita, e sei più determinato dell’avversario… il famoso DNA calcistico… che Allegri aveva ‘sposato’ perfettamente…

    • Mauro The Original

      Non rimpiango Allegri nemmeno un po’.
      Ora finalmente vedo la mia Juve, con un allenatore che mi darà belle soddisfazioni.

      Sinceramente mi ero stufato di sentire discorsi astrusi, del musetto del cavallo, dei giocatori mandati al pascolo ecc ecc. .

      Da oggi in poi quando mi siederò a guardare una partita della Juve me la godrò fino in fondo.

    • Ivano, parlare di Allegri (e dei suoi cazzeggi sui musi dei cavalli al circo) dopo una conferenza stampa in cui si è finalmente parlato di calcio è veramente … ai confini della realtà !

      Tra le righe lo ha detto anche Paratici: è stata imboccata una nuova strada. Gin dalla presentazione ce ne siamo accorti.

      • Andrea (the original)

        Si beh ha fatto un riconoscimento sincero ed elegante, evitando di dire che se incroci i fuoriclasse di Allegri disponendo di mediocri giocatori come quelli del Napoli la sensazione di perderci anche giocando meglio è inevitabile.
        Ha fatto bene a non dirlo ma resta ovvio.

      • Si la NUOVA strada di vincere.
        Vediamo a giugno se non vinciamo dove lo mettono Sarri.

  2. Alessandro Magno

    Mi è piaciuto molto. Umile e devo dire finanche troppo sincero ( avrà detto almeno 4 volte che da piccolo tifava Napoli). E’ già cambiato nell’attegiamento ma d’altronde se alleni a Napoli e stai in un certo tipo di ambiente ti comporti di conseguenza. Loro hanno bisogno del capopopolo del masaniello che fa la guerra al posto loro. Alla Juve è diverso.
    L’ ho trovata una conferenza stampa davvero ben fatta e interessante.

    • Andrea (the original)

      È anche vero che a Napoli doveva centralizzare l’attenzione perché solo, mentre alla Juve dispone di una struttura organizzata in suo supporto.

    • Ovviamente d’accordo Ben …
      Se hai notato, l’unico più teso e quasi timoroso nel rispondere alle domande era Paratici (aveva paura forse di qualche domanda impertinente) rispetto a Sarri, che invece era convinto e convincente sui concetti che andava esprimendo.

      • Luigi
        Sai, per caso, se l’aria condizionata nella Sala Agnelli funzionava?
        Ciao.

      • Credo proprio di sì … erano tutti belli freschi … ripeto : l’unico che sembrava avesse la stampella ancora nella camicia era Paratici. Ahahahahahah

  3. Sarri mi è piaciuto molto.

    Finalmente si è parlato di calcio. Ha ribadito concetti cari ad Allegri, come lasciar liberi i calciatori negli ultimi 30 metri.
    Ha anche però detto di dover costruire la squadra sui giocatori decisivi ed adeguare gli altri.
    I talentuosi al centro, Pjanic Ronaldo Dybala e Costa perchè decisivi.
    Insomma concetti chiari ed opposti nella sostanza al tecnico livornese.

    Sarà rivoluzione?

    Mi auguro che sia l’inizio di qualcosa di meraviglioso.

    Saluti

    • Andrea (the original)

      Luca,
      su di lui ci sono pregiudizi che, come detto da lui stesso, ha dovuto sempre battere.
      Ma in realtà lui non è solo schemi e modulo fisso, i suoi dogmi sono solo 2: mentalità offensiva e prima gli attaccanti.
      Per chi non lo guarda con pregiudizio, qualcosa di normale se si guarda l’estero. Per l’italiano medio una cosa assurda e da combattere.
      Ma poiché io credo ancora che il bene possa trionfare è un tentativo che valeva la pena fare, a prescindere dall’esito.
      Sappiamo che la Juventus deve cambiare mentalità così come deve provare a farlo il calcio italiano, occorre tempo, gli altri non lo hanno fatto in un giorno ma da anni raccolgono i frutti.
      E quando la Juve stessa dice che oggi pensa che Sarri sia il miglior uomo possibile vuol dire che sa e vuole diventare grande
      Ce la farà? Boh, però sicuramente potrà dire al termine del percorso di non essere tra le anime pavide.
      Magari anche insegnandogli che perdere dopo una grande partita, qualora accada, è molto più dignitoso di una vittoria speculata e che vincere facendo una grande partita è invece l’unico modo per battere i veri migliori.

  4. Sto ascoltando la conferenza di Sarri. Faccio una pausa e scrivo le mie prime impressioni che x fortuna sono positive anche se già si è provato a girarla a proprio comodo. Intanto mi ha colpito:
    1) alla domanda del giornalista Sky sulla Juventus che arriva da un periodo vincente, Sarri lo interrompe e gli dice che vincente è riduttivo. È vorrei vedere. Sono 8 anni che vinciamo tutto. Poi gli dice del cambio di mentalità e gioco. Ora, a parte il gioco, sulla mentalità non c’è un caxxo da cambiare. Cosa vuoi cambiare se non in peggio alla società × vincente del mondo?
    2) Sarri dice che rivincere è + difficile che vincere. Questo fa capire la grandezza dei successi della Juve di Allegri.
    4) Obbligo in Italia e obiettivo/sogno in Europa. Beh, temevo che la Juve si adattasse a Sarri. Invece è l’esatto contrario. Bravo mister. Come inizio non c’è male.

    • Ho avuto buone sensazioni, magari Sarri è questo, perchè a Londra era questo.
      Forse Napoli è stato qualcosa di particolare lui è nato a Napoli ed è stato tifoso del Napoli da bambino.
      In più cose sottolineate a più riprese dallo stesso allenatore.
      Forse è stato un momento di quelli particolari che nascono e muoiono li dove sono nate.
      Il killer è stato Delaurentiis.

  5. Sono arrivato al punto della domanda di Avresti a Paratici sulla filosofia Juve che vincere finora è stata l’unica cosa che contava. Ho sentito la risposta ma qualcuno potrebbe lo stesso riportarla. No xché anche su questo ho letto commenti un pò…così. Ah, anche la risposta di Paratici sul xché è stato scelto, anzi sul non xché è stato scelto Sarri. Grazie.

    • Paratici ha detto che Allegri è stato mandato via perchè il rapporto dopo 5 anni avrebbe portato ad una flessione nel rendimento della squadra.
      Ha poi detto che quando presero Conte lo scelsero perchè la Juve aveva bisogno in quel momento di Conte.
      Poi hanno scelto Allegri perchè la squadra aveva bisogno di un allenatore come Allegri.
      Oggi hanno scelto Sarri perchè la squadra ha bisogno di un allenatore come Sarri.

      • È quello che andiamo dicendo da sempre. La filosofia juventina non è cambiata e spero non cambierà mai. Prima di tutto vincere. Stop.

  6. Una squadra divertente non deve mancare di applicazione e attenzione. Un giocatore delle qualità di Dybala può giocare in qualsiasi posizione. Ottimo direi.

  7. Dice VINCERE e convincere e non il contrario e non credo lo abbia detto x caso. In matematica 1+2 e 2+1 è lo stesso. Dire invece VINCERE e convincere o convincere è VINCERE è esattamente l’opposto. Positiva la prima, perdente la seconda.

  8. Ma avere sentito cosa ha detto delle caratteristiche dei giocatori del Napoli e del Chelsea e del xché il modo diverso di giocare? E qui x me viene meno la favola del Sarrismo xché non esiste. Lui adotta il gioco + adatto alle caratteristiche dei giocatori a disposizione. Non mi viene in mente il nome di un altro allenatore che fa così…boh🤔🤣😉

  9. X ora mo Fermo qui. Poi quando posso riprendo. Ma ciò che ho sentito mi è bastato x capire che Sarri è già entrato nella mentalità juventina, la + vincente della storia mondiale del calcio. Ottima notizia.

    • Ciao Germano,
      non sono sicuro e te lo spiego.
      Quando gli chiedono di CR7, dice che ha avuto un capocannoniere a Napoli e con Cr7 vorrebbe riprovarci…. fa il segno con le due dita…. sai che me ne frega di avere il capocannoniere ed arrivare secondi…

    • Eggia… perché poi il “capocannoniere” i gol chissà per conto di chi lo segna ! Ihihihihihihihihihih

  10. Gentilmente vi avevo chiesto cosa avesse detto dell’ex.
    Girate e girate le solite litanie contrarie all’ex ossessionati dalle vittorie ottenute.
    A me è sembrato che Sarri sia stato molto chiaro a osannare le gesta del suo predecessore.
    Forse ho capito male ?
    Buonanotte !

    • Stavi andando così bene Max … poi hai voluto esagerare, e hai sentito cose che noi umani …
      Ahahahahahah

      • Oddio Luigi,
        In realtà Sarri ha elogiato l’ex rivale in maniera chiara ed inequivocabile.

        Che a noi non sia piaciuto Allegri ok.
        Che secondo me per vincere in europa il calcio di Allegri non sia giusto ok.

        Ma non mi pare corretto far dire a Sarri cose che non ha detto.

        Paratici è stato chiaro. Tutta la Juve è stata chiara.
        L’intera vicenda è limpida.

        Non guastiamola è così. Punto.

        Che poi a me negli ultimi due anni Allegri non sia piaciuto e credo che sia stato un freno per la squadra e non il motore questi sono altri discorsi.

        Ciao.

      • Luigi
        La tua risposta ovvia la sapevo già e non fa testo…magari quella degli altri mi avrebbe fatto piacere sentirla…Luca ad esempio, Andrea anche se di striscio…
        Insomma, Sarri, mi pare sia stato molto corretto nei confronti dell’ex…certo non poteva mica dirvi che chi ancora insiste con le puttanate è meglio si faccia vedere da un buon medico.
        I trofei vinti nei cinque anni stanno lì dove Sarri avrà pure meditato.

        Buona giornata bella gente.

        • Mi pare di aver risposto rispondendo a Luigi.

          Direi buona la prima, Sarri è piaciuto e mi è piaciuto.

          Più che i complimenti ad Allegri, doverosi, e betti mi è piaciuto quando ha parlato di Juve.

          Parte da quei giocatori talentuosi in grado di risolvere la situazione.
          Ronaldo Dybala e Costa.
          Vuole Pjanic al centro del gioco e vuole Bernardeschi in un ruolo fisso.

          Queste le cose che sottolineo volentieri.

          Adesso parlerà con qualche giocatore, partirà da Ronaldo andondolo a trovare.
          Bene farlo adesso, perchè c’è da chiudere il mercato impostato da Paratici.

          Ha creato un pò di polemica la storia che vada da Ronaldo….
          Non ci vedo niente di male, il posto è una figata ed un tuffo in quelle splendide acque è un peccato non farlo.

          Ha detto tra le altre cose che vuol far battere qualche record al fenomeno e penso voglia capire con Cristiano stesso il modo nel quale farlo rendere al massimo.
          Da li parlerà con altri, in modo da guadagnare tempo per decidere con Paratici, come chiudere il mercato.

          Che ti devo dire?

          Tutto bello logico e da adesso interessante e coinvolgente.
          Spero di poter parlare da adesso di calcio e di calciatori.

          Ciao, un abbraccio.

          • Luca
            Infatti dicevo che tu e Andrea avete commentato.
            Grazie.
            Al contrario ancora, sotto, Luigi ha sentito solo i complimenti alla Juve…che cazxo o come cazxo fai a commentare con Luigi.
            Scommettiamo che dice di aver ragione ?

        • Io ho sentito i complimenti alla Juve … Se ha fatto i complimenti anche ad Allegri ne prendo atto.
          Però … però siccome ha detto che quando incontra Allegri parlano solo di cazzate, potrei pensare che siano cazzate anche i complimenti … ma tranquilli, non lo faccio 😉

        • andrea (the original)

          Io ho già risposto, riconoscimento elegante per non aver detto che con la differenza di valori era normale.

  11. Di chiaro o di facciata… di Paratici :
    Sarri prima scelta.
    Allegri esonerato non per il gioco non per i risultati.
    Sono entrambe vere od entrambe di facciata?
    Inciso, Sarri allenatore giusto ora, come Conte otto anni fa e come Allegri 5 anni fa…. sempre di Paratici.
    Detto che Allegri arriva il 15 luglio… non è che ve ne fossero tanti disponibili…

    Indizi :
    Sarri dice che per rispetto del Napoli, l’annno scorso non è andato subito in un’altra squadra italiana… ma a Londra… direi che ha fatto un contratto che gli permetteva di liberarsi dopo un anno….
    Conte dice che Marotta all’Inter ha facilitato la sua scelta…
    Lo scorso anno a giugno Conte e Sarri si stavano liberando….
    Guardiola gennaio 2019 fa una dichiarazione di stima sulla Juve ed altre sue ex squadre.

    Mia libera interpretazione :
    La Juve cerca Sarri il giugno scorso, 2018, ma in casa Juve c’è ancora Marotta, non ci sono indicazioni univoche… qualcuno preferisce Conte… Sarri non se la sente di andare subito alla Juve…
    Marotta a settembre/ottobre 2018 viene esautorato…
    Aprile 2019 la Juve Paratici e Nedved ripensano al cambio di allenatore….
    Cercano Guardiola… sarebbe da incompetenti non averlo fatto… Guardiola nicchia…
    Conte si aspetta una chiamata…
    Ricercano Sarri….
    Conte va all’Inter.
    Guardiola adesso non vengo tra due anni si….
    Si buttano su Sarri contratto di due anni con opzione sul terzo…
    Se fallisce tra un anno torna Allegri, se va bene, tra due arriva Guardiola.

    Ora tra due anni Sarri potrà aver vinto due C.L. e due coppe Italia ed una intercontinentale… allora Guardiola potrebbe non arrivare… sugli scudetti ho qualche dubbio…
    ma chi non creperà, vedrà…. (non cit.)

    • Mauro the Original

      La tua interpretazione potrebbe essere quella giusta, con un unico particolare: Guardiola non verrà mai alla Juve.

  12. Per chi si sofferma sulle lodi ad Allegri fatte in conferenza.
    Scusate, ma che dovevano fare, spernacchiarlo in diretta?
    Come detto anche da Andrea si tratta di un gesto elegante e, aggiungo io, di un riconoscimento sincero per quanto fatto.
    Eleganza che, invece, é mancata al livornese ogni volta che, pur senza far nomi, ha deriso e denigrato quelli che lui definisce teorici, che arrivano secondi, che il bel gioco, che al gabbione vince sempre lui ecc…

    • Incredibile Chris …
      Mi meraviglio anch’io di chi si meraviglia … doveva forse dire che considera il gioco di Allegri un po’ sorpassato nella mentalità ?
      Può darsi lo pensi, ma ovviamente non lo dirà mai.
      Stile Juve, please.

      Vero invece che il livornese non ha mai risparmiato battutine a coloro che non sono praticoni del calcio cane lui …

      Ps Sarri cerca casa vicino alla Continassa : “Casa e putea” 😜

    • Quindi Paratici e Sarri sono due ipocriti?
      Ma Sarri non ha detto che è uno diretto… quindi un ipocrita diretto…
      … Sarri deve ancora vincere, Allegri ha vinto 11 titoli in 5 anni…
      Paratici
      Non abbiamo cambiato per il gioco e per i risultati…
      Elenganza… Sarri sarebbe uno ‘elegante’?!…
      Tutto si può dire meno che sia elegante, puoi chiedere a Mancini cosa pensa dell’eleganza di Sarri… anche ai tifosi Juventini che hanno visto il dito medio… anche Guardiola che rientrava negli spogliatoi ha visto l’eleganza di Sarri…
      Spero si adegui immediatamente all’ambiente juventino.
      Poi uno che si lamentava dell’orario delle partite…

      • Ma parlo di eleganza del gesto, non che faccia concorrenza a Valentino Garavani…
        Non ho neanche detto che Paratici sia ipocrita, ma alle parole possiamo girarci intorno, ai fatti meno.
        Allegri per il secondo anno consecutivo e nonostante una rosa ritenuta tra le piú forti d’Europa continua ad offrire prestazioni mediocri in campo sostenendo che giocare bene non ti fa vincere. Dopo incontra un teorico che con una banda di ragazzini semisconosciuti gli da un doppio strato d’asfalto giocando benissimo.
        Allegri viene allontanato ed al suo posto non arriva Mourinho ma Sarri. Credo che non servano parole, i fatti sono chiari.
        Se Sarri non é stato preso per il gioco, forse é per vendere piú tute in America o in Cina…
        Ciao

        • andrea (the original)

          Lascia perdere, è una battaglia persa, qui basta che si parli di vincere vincere vincere e stile stile stile e si è esaurito il tutto.
          Se cambi Allegri e prendi Sarri non vedo per che cosa si possa fare se non per il gioco ma il punto è sempre lo stesso: il pregiudizio da cui poi si fatica a tornare indietro..la Società Juventus, non tu e io, abbandona la strada vecchia per fare un percorso e crollano le certezze di chi si era immedesimato nei mantra come se la Juve fosse la propria famiglia e non una semplice squadra di calcio..parte il deliriro, oddio ora vediamo se perde Sarri..e se perde perde, che caxxo cambia, è comunque la Juve ad aver capito che vincere lo scudettino in modo indecoroso negli ultimi 2 anni non serve a nulla, altrimenti non cambiava (perchè le cavolate sul ciclo finito sono appunto cavolate, il ciclo era finito 2 anni fa. E se il successore non è un risultatista italianista vuol dire doppiamente che quelle vittorie facili non servivano a nulla..noi per noi, sempre per la Juve).
          Dunque non potendo andarlo a dire alla Juve c’è lo sfogatoio virtuale.
          Sullo stile, sono 15 anni che ogni tifoseria dice che la sua squadra ha uno stile e quando accade questo vuol dire che si parla di slogan vuoti..tra l’altro, dopo aver avuto Lippi e Conte a me questa storia di adeguamento allo stile fa piuttosto ridere.

    • Kris
      Scusa…allora è la stessa cosa quando dicono che è stato la prima scelta…davanti a lui.

      E basta dai, continuare a fare i bambini…eccheccazzo.

      • Barone,
        Ma l’ha detto Sarri di essere stato colpito dalla veemenza con cui l’hanno cercato, sottolineando tra l’altro che i dirigenti erano tutti d’accordo con la scelta.
        Ciao

  13. Se anche la gazzetta scrive “Sarri già juventinizzato…”

    • Piú che juventinizzato, diciamo che i pregiudizi non hanno trovato riscontro nella realtá della presentazione dell’allenatore che molti si aspettavano come un personaggio mitologico mezzo Piotta e mezzo Zeman.

  14. Sarri a Ronaldo: ” chi è + veloce tu o Douglas Costa?” Ronaldo: “Io.” Sarri: ” Ok, allora corri veloce a comprarmi una stecca di sigarette…”.

  15. La presentazione di sarri mi ha colpito per vari aspetti: la valorizzazione dei giocatori talentuosi dybala, ronaldo e costa, pjanic questo conferma quello che abbiamo scritto in passato, meglio sostituire l’allenatore piuttosto che 5/6 giocatori dello stesso livello. Partenze quasi sicure di khedira, matuidi e mandzukic in forse higuain e cancelo per far cassa.
    Secondo non si sente integralista nel modulo, ma come il suo predecessore capisce l’importanza dei giocatori inserendoli in uno spartito che gli permetta di rendere al meglio. Credo che non vedremo il gioco del napoli!
    Terzo l’umiltà nel capire l’ambiente dove è arrivato, l’importanza della vittoria e di riconoscere le capacità di chi fa mercato.
    Insomma per ora mi ha fatto una buona impressione anche se ha sottolineato spesso la sua appartenenza al napoli arrampicandosi sugli specchi per quanto riguarda la presa del potere.

    • La Juve fornirà a Sarri una rosa di certo più ricca numericamente e più varia tatticamente di quella avuta al Napoli o al Chelsea e il modulo sarà credo definito in base alle caratteristiche dei giocatori a disposizione. In fase di costruzione l’idea di gioco di Sarri tende a minimizzare i passaggi orizzontali e muovere il pallone sul breve con passaggi verticali avanti e indietro o in diagonale, oltre che della qualità di Pjanic per svolgere la mole di lavoro richiesta (150 palloni da toccare) dal vertice basso avrà dunque necessità di un centrocampo più funzionale al suo spartito, di un giocatore maggiormente capace di sostenere il palleggio della squadra e non può essere Rabiot, per caratteristiche non può fare quel ruolo, meglio uno fra Pogba e M.Savic.

  16. “A 20 CM DALLA STORIA VERA”

    “È stata molto interessante la prima volta di Sarri alla Juve.
    Fra le sue mani il calcio sembra sempre una cosa seria, qualcosa tra il filosofico e il popolare ma sempre molto pensata, arrivata da lontano. Le polemiche sulla tuta o i problemi di tradimento, chiedo scusa, ma m’interessano poco, da qualunque parte vengano, così come le frasi di Sarri quando non era alla Juventus. Un buon generale deve rispettare il nemico, ma senza dimenticare di detestarlo. Non esiste solo l’amore a dare forza, anche la rabbia aiuta. 

    Sarri alla Juve oggi non è un esperimento, è una necessità. Perché il pubblico è ormai televisivo e globale, e quel pubblico vuole vedere bel gioco, vuole che la squadra sia stimata per la sua diversità non per vincere la Coppa Italia.

    Sarri ha un vantaggio: ha, tranne Ronaldo, tanti mezzi grandi giocatori: Dybala, Bernardeschi, Douglas Costa, Rugani, Bentancur, il vecchio Higuain, Mandzukic, perfino Pjanic. Tutti quasi fuoriclasse che hanno vinto molto rimanendo però a 20 centimetri dalla storia vera. È quei 20 centimetri che Sarri andrà a cercare, gli stessi che i giocatori vorranno portargli”.


    (Mario Sconcerti, Corriere della Sera)

  17. Mauro the Original

    Rabiot

    I giornalisti colpiscono ancora

    Si leggono alcuni articoli che sconsigliano Rabiot alla Juve.

    Innanzitutto va detto che il giocatore non è robusto né velocissimo ma essendo giovane può essere potenziato. Ha una buona visione di gioco, ottimo tiro che lo porta a segnare abbastanza e soprattutto è mancino, per cui si muoverà sulla sinistra al posto di Matuidi.

    Potrebbe essere un affarone o un flop, ma considerando che arriva praticamente a parametro zero lo considero un ottimo affare. Mal che vada lo rivendono.

    Se molti allenatori o dirigenti tecnici stravedono per lui qualche pregio lo avrà.
    Mal che vada sarà la riserva di Matuidi.

    A mio avviso, meglio un giocatore in più che in meno, soprattutto dovendo affrontare tantissime partite.

    • Mauro the Original

      Ho guardato ora le caratteristiche:
      Quasi 1,90 pesa solo 71 kg. Magro forte ma forte.

      Mi auguro sia velocissimo o comunque abbia scatto o qualità particolari poiché altrimenti ad ogni contrasto perde palla.

      Sinceramente giocatori così alti ed esili non ne ho mai visti. Speriamo bene. . .

  18. Mi sembra si faccia troppa attenzione ad una conferenza stampa che, in una società non totalmente sprovveduta, è al 99% già preparata a tavolino.
    Sicuramente non si presenta dicendo che “x” non lo voglio in squadra, anzi, magari più non lo vuole più dice che è felice di averlo: non si deprezza un calciatore.
    Un allenatore deve saper fare anche questo

    Liedholm, mi ricordo, alla roma faceva sempre giocare nelle prime partitelle giovani promesse che si mettevano in mostra e su cui la società poteva fare qualche milione ( di lire) in più

    Le frasi, le difese il rispetto per i precedenti mister sono accessori di serie a questi eventi.

    Al limite si aspetta qualche scivolata imprevista ma del tutto casuale.

    Dobbiamo aspettare i fatti che sono:
    acquisti, cessioni, gioco nel lungo periodo.
    Oggi come oggi abbiamo una formazione anzianotta, che potrebbe cominciare bene ma perdere fiato alla distanza.

  19. andrea (the original)

    SONDAGGIO

    Visti i continui richiami alle parole di Paratici sul fatto che la Juve non abbia preso Sarri per il gioco, per cambiare, per la mentalità chiedo a tutti coloro che vorranno: mi fornite un VOSTRO PERSONALE MOTIVO PER CUI LA JUVE LICENZIA ALLEGRI E PRENDE SARRI?

    Perchè dire “NO” su questo e quell’altro argomento è facile, proporre una alternativa è diverso.
    Ovviamente, chi non risponde è evidente non viva di idea propria.

    • -La Juve licenzia Allegri e prende Sarri per vendere milioni di tute col logo “JJ”, in Oceania, guadagnandoci una barca di soldi 🤣

      Ps A parte gli scherzi, credo che il motivo lo abbia spiegato lo stesso Sarri in conferenza con queste parole :“Conosco solo un modo per togliere lo scetticismo dalla testa della gente: Vincere e convincere … andare in campo, fare un buono spettacolo divertire e far risultato …”

      Noialtri -da tifosi- possiamo solo commentare : speriamo ci riesca !

    • Andrea,
      Il discorso parte da lontano.
      La Juve era pronta ad un rifacimento più o meno profondo della rosa. Si ripensava in soldoni di ripartire dai giovani come Caldara e Bernarderschi.
      Allegri al centro del progetto ecc…
      Paratici tira fuori dal cilindro CR7.
      Si punta perciò decisi sulla CL e sui campioni anche maturi presenti in rosa.
      Via Caldaradentro Bonucci. Ma è un esempio.
      Via Marotta che in fondo non condivide la strada intrapresa.
      A dicembre le prime difficoltà. Allegri sulla graticola, la squadra arriva cotta sul più bello.
      Si apre il processo ad Allegri.
      Il tecnico attacca, forte, punta al’all in.
      Lo sa che è fuori. Pare che in società dopo la partita del Wanda la riunione tecnica fù un vero e proprio processo.

      Allegri spara, c’erano problemi a novembre di formazione. E parla di 6 o 7 giocatori da cambiare. Successe anche con Conte, più o meno.

      Nedved a stretto giro di posta gli recapita il seguente messaggio.
      La rosa è difficilmente migliorabile.

      Conte se ne andò, arrivò Allegri, quello che era arrivato secondo dietro Conte alla fine di un campionato tiratissimo.
      Era anche uno dei pochi disponibili all’epoca.

      Allegri viene dimesso, arriva Sarri, quello che è arrivato secondo dietro Allegri, creandogli nell’ultimo testa a testa non pochi grattacapi.

      Sarri pone al centro del gioco quei giocatori che Allegri voleva cambiare.

      La rosa va bene cosi, pochi ritocchi 2 o 3 da studiare con la società

      Ciao. Luca

      • andrea (the original)

        Quindi il motivo per te è il gioco?
        Perchè i pochi ritocchi possono essere un motivo per mandar via Allegri, non per sostituirlo proprio con Sarri invece che con un altro.

        • Io credo che Sarri sia alla Juve, semplicemente perchè oggi è il più bravo disponibile su piazza.

          Certo si da enfasi allo spettacolo, e si parla giustamente di gioco. Perchè Sarri ha un gioco e cerca il risultato con il gioco.

          Ma penso che Sarri sia alla Juve perchè oggi Sarri è semplicemente più bravo di Allegri. Ed Allegri in questa squadra non aveva più niente da dire.

    • Il motivo per me è chiarissimo. Ma si sta facendo anche tanta confusione sulla questione mentalità da parte di chi è scettico su Sarri.
      La Juve, prendendo il toscano, non modifica ne modificherà la sua identità di club che aspira alla vittoria. Semplicemente quello che si vuole fare è modificare la mentalità IN CAMPO cercando di ottenere i risultati con l’atteggiamento della grande squadra e non più da provinciale.
      Non sappiamo se ci riuscirà ma, con i mezzi di cui disponiamo, sarebbe un delitto non intraprendere questo cammino.

      • Andrea (the original)

        Ma credo neanche Sarri la modificherà perché “chi prova a giocar bene non ha interesse a vincere” è uno dei capisaldi del fallimento totale del calcio italiano negli ultimi 10/15 anni.
        Sarri vuol vincere come tutti coloro che si cimentano in una competizione.
        Mica gli serviva la Juve per essere illuminato come quasi pare di capire leggendo in giro..
        😀

        • Si Andrea, abbiamo preso un filantropo del pallone, che mette a disposizione
          le sue capacità unicamente per il trastullo dei suoi tifosi e di quelli avversari. La vittoria non è, ne sarà mai, una sua ambizione…😉

  20. https://youtu.be/V9Tygnb9h9Q

    “Conosco solo un modo per togliere lo scetticismo dalla testa della gente: Vincere e convincere … andare in campo, fare un buono spettacolo divertire e far risultato …”

    Più allegriano di così 🤣

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web