Sesso Juve e Rock n’Roll s02 e40

Torna forse per l’ultima puntata Sesso Juve e Rock n’Roll con i soliti Toto, Superfly,  Michele Fusco, Benny Nico, Leomina, Antnio Corsa e Ben AleMagno. parleremo di:

 

‪LA scaletta di stasera fatta per l occasione da Toto‬
‪Opinioni a freddo su Sarri‬
‪Operazioni mercato concluse‬
‪Situazione bilancio e liste‬
‪Perle‬
‪Saluti controsaluti e bilancio Stagione SJR e vafangul‬
‪Eventuale puntata speciale se prendiamo Pogba‬
‪Ps. Con sta scaletta finiamo alle 3‬ stanotte.

Cliccare nella foto alle 22 si parte

Immagine anteprima YouTube

La copertina

 

 

  1. UNIVERSIADI

    Consentitemi una digressione sulle Universiadi cominciate a Napoli ieri.
    Un grande avvenimento che coinvolge oltre ottomila giovani spalmati in tutta la Campania, che torna giovane e Felix …
    Napoli, Salerno, Caserta, ed Eboli col suo Palasele, sono chiamate ad ospitare una serie di avvenimenti sportivi che in questo periodo dell’anno focalizzeranno l’attenzione su un territorio che gronda di arte e di storia…

    Grande successo alla presentazione delle colorate rappresentanze africane. Con una ragazza color ebano -Erika di Eswatini, che col suo sorriso ha entusiasmato gli spalti del San Paolo. e il suo hashtag (somiglia a Naomi Campbell)è diventato subito virale. Il web ha trovato una nuova regina.
    La bellezza coinvolge e unisce in un unico abbraccio emotivo il mondo di internet …

    • Condivido

      Hai fatto bene a postarlo, una bella notizia…notizia non data o messa in evidenza dalle varie TV e giornali tutti.
      Ciao.

    • Vero Barò, i giornali sono ancora impegnati in astruse diatribe politiche …

      Tutte le gare della prima fase di qualificazione a gironi della pallavolo sia maschile che femminile -riservate a squadre nazionali- si giocheranno presso il Palasele di Eboli. Assistervi costerà la modica cifra di 3 euro.

      Questa sera alle 17:30 esordio dell’Italia maschile contro la Svizzera; mentre domani sera alle ore 20 sarà possibile assistere a Italia-Giappone al femminile !
      Forza ragazze/i, fatevi onore !!

      Ciao.

  2. Luca, invece io leggo tutto questo in ogni post dove si decifrabile lavoro straordinario fatto da Allegri che faceva giocare anche bene la Juve. Se a uno non piace amen, ma giocare bene non significa solo andare a dominare in tutti i campi. Si può giocare bene in tanti modi. X me Sarri non gioca meglio. Gioca diverso che appunto…è diverso. Il campionato italiano è il + difficile al mondo ed è impossibile vincerlo giocando male o addirittura non giocando e questo anche se 6 un miliardo di volte superiore agli avversari.

    • Denigra…

    • Appunto Germano, gioca diverso, in modo più consono ad una grande squadra. O almeno questa è l’idea.
      Farne solo una questione di gusti o di estetica secondo me è un errore. Nessuno pretende la versione calcistica degli H.Globe Trotter.
      Una squadra del livello della Juve, che arricchisce la propria già forte rosa con un operazione da oltre 300milioni per prendere il migliore non può:
      -cedere sistematicamente a tutti l’iniziativa.
      – stare per intere frazioni di gioco senza tirare in porta.
      – non saper fare girare la palla con velocità e di prima intenzione.
      – non mettere mai l’attaccante in condizione di calciare a porta in maniera pulita.
      – non essere in grado di schiacciare indietro l’avversario (chiunque esso sia).
      – affidarsi esclusivamente all’iniziativa dei singoli.
      – non saper fare nemmeno il contropiede.
      – scoppiare fisicamente a gennaio.
      – entrare in campo pensando “oggi c’è solo da giocare male”.
      E potremmo continuare…
      Poi è normale che quando incontri una del tuo livello o magari hai una giornata no, è bene saper soffrire e risolverla con una giocata.
      È quello che intende Sarri quando dice di voler conservare alcune caratteristiche. Il suo Napoli non sapeva farlo.
      Ma ovviamente non può essere la norma e non ci si può limitare a giocare solo un paio di partite a stagione solo in quelle occasioni in cui non hai alternativa e sei con le spalle al muro.

      • Ah, ok. Quindi la Juve non è una grande squadra. Non lo sapevo. P.s. Ora ti faccio una domanda: questa mia risposta sopra secondo te è sarcasmo oppure una risposta educata ad una stupidaggine? La mia intenzione è la seconda. Non so se ci sono riuscito. Spero di sì.

        • Germa’, rileggi. Io ho detto che la Juve è una grande squadra e per questo dovrebbe avere un atteggiamento diverso in campo.
          Forse mi sono espresso male io…

          • Ma come caxxo fa una grande squadra a vincere x 8 anni consecutivi senza avere gioco e atteggiamento da grande. Ma veramente vogliamo giustificare tutto ciò solo con la superiorità tecnica? A questo punto mi do io del rincoglionito: sono rincoglionito!!!

            • No, Germano, non é questione di essere rincoglioniti. Nel campionato italiano (soprattutto in questi anni) per una squadra come la Juve non é complicato accumulare punti. L’atteggiamento tattico di Allegri rintuzza gli avversari in quanto infinitamente inferiori e poi coi campioni facciamo la giocata ed ecco i tre punti in saccoccia.
              E, per l’amor di Dio, va benissimo collezionare scudetti ma rischia di farci credere arrivati quando invece siamo indietro rispetto ai club con i quali dovremmo misurarci.

              • Ma come fai a dire che ci può far sentire arrivati, me lo dici? Se fosse così al massimo ne avremmo vinti 2 di scudetti. Li abbiamo conquistato sul campo vincendo le partite. Basta co sta puttanata che erano già vinto prima di giocarli.

                • E chi ha detto che le partite non le abbiamo vinte sul campo?
                  Ma il peso delle vittorie lo determina anche il valore dell’avversario.
                  Fortunatamente la societá non si sente arrivata e lo dimostra col cambio visto che, come ha fatto capire Paratici in conferenza, non si cresceva piú.

                  • Ma che vuoi crescere dopo 5 anni che vinciamo tutto. Ovvio cambiare. Gli avversari erano tostissimi. Possibile che in un modo o nell’altro bisogna sempre sminuire le nostre vittorie? Gli altri xché rubiamo. Noi xché gli avversari e bla bla bla…

  3. Beh, i dubbi su Buffon rimangono ma a dichiarazioni non mi dispiace: ” iniziare una stagione pensare solo alla Champions League sarebbe già un fallimento.” Io credo che “l’obbligo” sia lo scudetto come sempre anche se nessuno ti regala niente. La Champions spero la vivano come una bella avventura, senza ossessione e quel che verrà…verrà. Sono sicuro che vivendo così è con quel 40% di c.lo che serve ad ogni squadra che l’ha vinta…mi fermo qui.

  4. RITORNANDO SUL CAZZEGGIO…

    Carlo Alberto Salustri alias “TRILUSSA”

    È un orloggio de legno
    fatto con un congegno
    ch’ogni mezz’ora s’apre uno sportello
    e s’affaccia un ucello a fa’ cuccù.
    Lo tengo da trent’anni a capo al letto
    e m’aricordo che da regazzetto
    me divertiva come un giocarello.
    M’incantavo a guardallo e avrei voluto
    che l’ucelletto che faceva er verso
    fosse scappato fòra ogni minuto…
    Povero tempo perso!
    Ogni tanto trovavo la magnera
    de faje fa’ cuccù per conto mio,
    perché spesso ero io
    che giravo la sfera,
    e allora li cuccù
    nun finiveno più.
    Mó l’orloggio cammina come allora:
    ma, quanno vedo lo sportello aperto
    co’ l’ucelletto che me dice l’ora,
    nun me diverto più, nun me diverto…
    Anzi me scoccia, e pare che me dia
    un’impressione de malinconia…
    E puro lui, der resto,
    nun cià più la medesima allegria:
    lavora quasi a stento,
    o sorte troppo tardi o troppo presto,
    o resta mezzo fòra e mezzo drento:
    e quer cuccù che me pareva un canto
    oggi me fa l’effetto d’un lamento.
    Pare che dica: — Ar monno tutto passa,
    tutto se logra, tutto se sconquassa:
    se suda, se fatica,
    se pena tanto, eppoi…
    Cuccù, salute a noi!

    Buona giornata bella gente

  5. OGGI 5 LUGLIO

    Oggi 73 anni fa nasceva il Grande Beppe Furino. Auguri !

    Oggi 37 anni fa l’Italia di Bearzot batteva il Brasile 3-2 nel Mondiale di Spagna.

    Sappiamolo !

  6. L’INCOMPIUTA

    Ogni volta il tifoso bianconero deve assistere a questi tira e molla sull’acquisto di un giocatore.

    Abbiamo bisogno come il pane di de Ligt che ha già l’accordo con la Juve.

    L’Ajax chiede 75 milioni, la Juve ne offre 70…gli olandesi si spostano verso la Spagna sponda Barça che, magari, con 76 milioni se lo portano a casa.

    Io dico che de Ligt non arriverà così come in precedenza è successo con un centrocampista per andare a ricorrere poi su Matuidi.

    Per 5 milioni di differenza…mah !

  7. A me cmq gli affari con mr.Giumbolo non sono mai piaciuti, De Ligt o non De Ligt. Possibile che non c’è un altro difensore forte nell’universo contro uno come piace a Sarri? Boh.

    • Nell’uno contro uno…

      • Beh, de Ligt è il top dei top, purtroppo molti dei top stanno sotto l’ala protettrice di Rajola.

        Questa volta non c’entra, lui, è la Juve che tentenna…di solito quando un giocatore lo deve prendere lo prende e basta.

        • Max, 5 mil tra 20 e 25 lo posso capire ma non posso credere che la Juventus non prenda De Ligt xché ne ha offerti 70 e ne vogliono 75. Mi pare strano sinceramente.

  8. Come vedete Icardi alla Juve?
    Perche’ va via dall’Inter?
    Rompicoglioni lui e la moglie.
    Spero di no.

    • La Juve deve vendere, freno a mano tirato sulle entrate, logico.
      Piaca,higua, e vai col tango.il problema e’ che sincronizzare entrate e uscite e’ un casino.

    • Certo che avendo in squadra Ronaldo, con l’arrivo di Sarri, quello di Rabiot con la mamma ed il ritorno di Buffon, se arrivassero pure i Nara le luci della ribalta non ce le toglierebbe nessuno :mrgreen:
      Leggevo stamattina, sull’argomento,l’opinione di Bosco che condivido abbastanza nel momento in cui dice che risolveremmo una rogna all’Inter.
      Tuttavia un giocatore come Icardi a una quarantina di milioni non sarebbe affatto male come affare.
      Immagino che molto dipenda dall’opinione dell’allenatore. Vediamo…
      Ma intanto abbiamo delle zavorre in squadra che non vuole nessuno e finché non ce ne liberiamo sará complicato il mercato.
      Ciao

      • Kris
        Come Icardi in area ce ne sono pochi palla al piede. Ma infastidisce tutto il suo menage che crea problemi all’inter, le foto, la Wanda, il braccio di ferro di adesso, la personalita’, insomma un oggetto scomodo.non penso che Conte e Marotta siano kamikaze.
        Ciao

        • Ti capisco.
          Comunque se volevamo maggior protagonismo femminile nel calcio mo’ ci becchiamo la mamma di Rabiot e la Wandona😅
          Anzi, aspe’, che potrebbe arrivare anche la Zaniola😂

  9. Icardi ad un amico: mi tocca diventare juventino

    Tuttojuve
    Mauro Icardi si avvicina a grandi passi alla Juventus. Secondo le ultime indiscrezioni di Sportmediaset negli ultimi giorni sarebbe arrivata all’attaccante argentino una proposta da 10 milioni netti a stagione da parte del Napoli, motivo che ha spinto Fabio Paratici a recardi a Ibiza per chiedere a Wanda Nara di aspettare la Juve. L’intenzione dei bianconeri è quella di strappare l’argentino a fine agosto con un’offerta sotto i 50 milioni. Icardi nel frattempo sembra aver capito che da Antonio Conte non arriverà alcuna apertura su una sua eventuale permanenza a Milano e ad un amico avrebbe detto: “Mi tocca diventare juventino”, una confessione clamorosa che riflette il suo stato d’animo attuale.
    ______________________________

    Siamo su scherzi a parte?

    • Bufalotta. ADL 10 milioni netti a stagione a Icardi, non glieli dà neanche se la Wanda piange cinese !🤣

      • A me icardi non interessa, ma e’ vero ADL agisce come disturbatore.

        Credo che l’inter quest’anno rappresenti una forte avversaria. Conte ci dara’ filo da torcere.

  10. Con l’aria che tira, se non riescono a piazzare prima il Pipita e poi Manzotin, non credo ci sia posto nella Juve x Icardi. Non vedo proprio la Juve si sbarazzersi di Dybala con uno scambio e sono convinto che non essendo una priorità per questa Juve, può lasciare che si lavi i suoi panni sporchi in famiglia con Wanda e con la sua società della maglia nerazzurra.

    Mi intriga piuttosto il tira e molla per De ligt che potrebbe a sua volta liberare la Juve da Bonucci e magari capire se c’è un mercato cinese per Kedyra ed il buon Matoudì in modo da far posto a Pogba o Savic. Anche le pretese economiche x questi due dovrebbero scendere o quantomeno dovrebbero quantificarsi in scambi importanti, e la Juve attuale ha molto materiale di valore da poter mettere sul piatto.

    Devo una risposta a Kris e di conseguenza ad Andrea e Luca.
    Nel mio post avevo messo in evidenza che le potenzialità di Sarri come allenatore dovrebbero essere superiori all’allenatore precedente, ma certe alchimie onde far giocare in modo più concreto ma soprattutto in modo più spettacolare una squadra non sono concetti per cui tutto va al proprio posto in modo naturale.
    Mi spiego meglio, in modo che possa farmi capire in modo più semplice con un esempio.
    Sappiamo che le caratteristiche fisico tecniche di Bonucci rispetto a Kulibalì sono enormi. Sappiamo i problemi che ha riscontrato quest’anno Sarri, con David Luis ( che io ritengo un simil Bonucci, anche se forse per spirito da tifoso, molto più molle ed idiota tatticamente) , secondo voi sarà semplice cambiare mentalità tattica a Bonucci? Io mi auguro di sì ma dovrà farlo in fretta perchè se dopo due mesi ci ritroviamo con 4/5 sconfitte per delle “bonucciate” che ancora non capisce quale sia lo spirito tattico che vuole il proprio allenatore, a farne le spese è la Juve ed in primo piano i media ed i tifosi che vorranno la testa di Sarri, non di Bonucci, anche perchè lo stesso Bonucci, per quanto criticato un pò da noi tutti, è uno che ha vinto 7 scudetti con la Juve, non un giocatore qualunque.
    È un esempio molto tirato, ma volevo rendere l’idea in modo più concreto e mi auguro che sia solo un esempio solo esemplificativo, poi magari Bonucci verrà pure venduto quindi magari questa è un eventualità solo immaginaria.
    Io non ho dubbi sulle qualità tecniche di Sarri che mi auguro possa almeno eguagliare Sacchi o il primo Lippi che mi avete menzionato, ma sul suo modo di porsi verso dei calciatori che magari dovranno cambiare atteggiamento e che non sono giocatori di poco spessore, quindi facilmente malleabili.
    Buon fine settimana a tutti

    • Sbarazzarsi

    • Io credo che Sarri avrá un approccio intelligente, come a suo tempo Allegri. L’ha fatto intendere anche in conferenza, non proverá a trasformare questa Juve in quel Napoli, cosi come non l’ha fatto a Londra col Chelsea.
      Il compito sará adattare e far assimilare le sue idee ai giocatori in base alle loro caratteristiche.
      Quando il mercato sará terminato probabilmente potremo farci qualche idea. Io, al momento, faccio fatica a fare previsioni su chi partirá o resterá.
      Personalmente mi libererei subito di Mario, Kedhira e Matuidi, (ma valli a piazzare questi che non li prende nessuno!). Ma a Pogba o Savic non ci credo a meno di sacrifici eccellenti, e qui c’é l’altro problema di giocatori che si sono svalutati.
      Intanto spero chiudano per l’olandese che la cosa sta andando troppo per le lunghe e gia c’avevo fatto la bocca…
      Bonucci non lo darei via perché almeno tre servono, ma vediamo chi va in panchina visto che De Ligt verrebbe a fare il titolare. Il maggiore indiziato é proprio lo spostatore di equilibri (polpaccio del Chiello permettendo).
      Non ci resta che affidarci al…chi vivrá vedrá.
      Ciao

  11. Ufficiale Demiral. Ecco, questo non mi dispiace.

  12. Mauro the Original

    De Ligt è andato.
    La Juve non è riuscita a chiudere la trattativa.

    Secondo me ha sbagliato approccio, dando un grandissimo ingaggio al giocatore ha dovuto però abbassare l’importo del cartellino e questo all’Ajax non va certo bene. Questo lo considero un bel errore. Poteva dare 8 milioni netti anziché dodici e pagare i 75 milioni richiesti. A questo punto ed Ligt starebbe già giocando a Torino.

    Ormai è andata, vediamo che succede con i prossimi giocatori.

    • Cioè, Mauro, fammi capire: tu avresti già chiuso la pratica De Ligt.
      Mentre invece il carneade Paratici, sta giocando al gatto (Ajax) col topo (lui stesso), e si sarebbe praticamente fatto fregare il cacio (De Ligt).

      Evidentemente il ragazzo di deve ancora farsi. Non può avere la tua trentennale esperienza manageriale.
      Attendiamo con pazienza che maturi.

      Buon pomeriggio 🌞

    • Si Mauro, si poteva fare un’offerta di 8 invece che di 12, ma mi sa che Raiola allora ci portava il cugino di de Ligt 😉

    • Mauro
      Anche io avevo perso le speranze…
      Pare che il presidente barçajolo abbia lasciato la pista de Ligt.
      Paratici lo vorrebbe addirittura alla Continassa per il ritiro.
      Ciao.

    • Sembra di no.

      La prima offerta Juve all’Ajax è del 3 di Luglio 55+10 di bonus contro i 75 cash che vuole l’Ajax.
      Distanza normale e non proibitiva.
      Intanto oggi il 6 di Luglio, si parla di un coinvolgimento di Kean nella trattativa

      Insomma mi pare tutto nella regola, che poi è da un anno che scrivono dell’olandese è vero, ma…..

  13. Germano, Kris

    sul gioco e sul non gioco.

    La Juve in realtà un gioco lo ha, è lo stesso gioco che hanno le sue avversarie italiane, la scuola è la stessa.

    Purtroppo il modo di giocare in italia non è più attuale. E’ già capitato e capiterà ancora.

    Chi ce lo dice?

    I risultati.

    Se noi guardiamo i risultati di quando il calcio italiano si è misurato con il calcio estero, siamo di fronte allo sconforto.
    Può essere questione di calciatori? In parte si, però i calciatori si allenano e si allevano. Ma poi se potrebbe essere un problema di calciatori, perchè i risultati sono scarsini anche con i club? Che di italiani ne hanno pochini….

    Ed il come non pone a nostro favore. O a favore dei nostri tecnici.

    Allora la Nazionale dopo il Sud Africa ha raggiunto il suo minimo non andando ai mondiali in Russia.

    Nello stesso periodo, sparita la Juve abbiamo assistito agli ultimi acuti di Milan ed Inter, prima che sparissero pure loro.

    Capitolo allenatori, da Mazzarri ad Conte passando per Guidolin al’estero, Ranieri a Parte non abbiamo lasciato traccia Sarri e Conte ok ma normalmente i nostri non vengono chiamati ad allenare il Barça od altre squadre. Sarri si accasa alla Juve, migliore del Chelsea oggi, ma Conte? Chi lo ha chiamato?

    Ancelotti ha girato un po’, è durato un anno o poco più in ogni club, ha anche vinto, ma non lo chiama più nessuno. Ha preso il posto di Sarri a Napoli facendo peggio, a Pasqua matematicamente fuori dalla lotta per lo scudetto, 71 punti contro 91 punti fatti da Sarri.

    Questi sono i sintomi di una scuola che ha fatto il suo tempo.

    Allegri di questa scuola è forse il capoclasse, ma è l’idea calcistica che non da risultati.

    Quest’anno, Juve, Inter, Milan e Roma hanno cambiato allenatore.

    Conte a parte, difensivista convinto, tutti gli altri sono allenatori di un certo tipo che guardano ad un calcio più propositivo.

    Insomma non ridurrei tutto ad Allegri vince giocando male, Sarri perde giocando bene.

    Guardando nel complesso, riassumendo, Allegri vince in Italia con un gioco sparagnino, “il corto muso” ma in Europa proprio non ce la fa, forse il corto muso è un limite. O forse se l’avversario attacca, alla fine paghi l’atteggiamento del lasciare il gioco all’avversario che ti castiga e non ti rialzi più.

    Quest’anno la crisetta Real ha lasciato spazio, ne hanno approfittato le squadre inglesi, che sono esponenti di un calcio affatto giocato col fioretto ed assolutamente più somigliante a quello proposto da Sarri, vincente in EL, che a quello di Allegri vincente si in campionato ma all’estero….

    • Sostanzialmente d’accordo con te Luca.
      Ma per spicciarti meglio avresti potuto citare, a mo di esempio
      Juventus-Ajax: calcio vecchio contro calcio nuovo.
      Sappiamo troppo bene com’è finita.

      Ciao

      • Eh ma no poi si ricade sul solito ha vinto, ma ha perso poi, poi mancava questo e non quell’altro….

      • Non esiste Luca …
        A loro si infortunò il terzino titolare, poi in partita si infortunò la riserva … ma non fecero una piega !

    • Luca, Allegri (mi sono rotto di parlarne ma dipende anche da voi che tutto mi pare siete tranne che liberati fa lui…) in Europa ha perso 2 finali. Il Liverpool ha vinto una finale giocando una partita che il Milan di Rocco a confronto era una squadra ultra offensiva. Eppure non mi risulta che i tifosi rossonere si siano lamentati. Col cavolo…e diciamo pure che ritorno col Barcellona a parte non è che la Champions del Liverpool sia stata così entusiasmante eh. La Juventus ha giocato 6 partite di girone fantastiche. Siccome 2 le ha perse allora..me guarda caso sono state le 2 contestate da chi il risultato non conta. Anch’io ho contestato il ritorno col MU ma xché perdere una partita stradominata mi rompe e tanto. Preferisco meritare la sconfitta. Abbiamo giocato un secondo tempo pessimo a Madrid ma giocando un ritorno dando veramente spettacolo nel vero senso della parola. Le 2 con l’Ajax non le ho viste ma le ha viste mio figlio 16enne che non si fa scrupoli a dire se si gioca bene o male. Mi ha riferito che all’andata a parte qualche momento di sofferenza, se Costa alla fine segna tutto sommato non avremmo rubato nulla. Nel ritorno fino al loro strsfortunatissimo pareggio lo avevamo spianato. Poi ci hanno spianato loro è nel complesso il loro passaggio del turno ci sta. E allora? Siamo andati fuori con una squadra inferiore. Non siamo i primi e non saremo gli ultimi ma dire che la Champions è stata negativa x me è sbagliato. Certo, se poi si prende come riferimento che la si doveva vincere, allora a quel punto a parte il Liverpool, le favorite hanno fallito tutte.

      • Tifosi reds…

      • Germano,
        la finale Liverpool Totthenam, brutta partita (detto anche da Klopp),secondo me la più brutta delle finali di C.L., ma per la ‘propaganda’ le inglesi ‘giocano bene’….
        La finale Juve Barcellona del 2015 era di altra galassia…
        Il Totthenam, semifinale di ritorno, il primo tempo gioca a calcio con l’Aiax…, ne prende due……. dopo entra Llorente, palla lunga, spizzate e pedalare e vince la partita e passa il turno… ah ah ah ah
        Pochettino disse : servono soluzioni diverse per vincere le partite…. mai cosa più giusta fu detta… la stessa che ripeteva sempre Allegri… e molte volte con i cambi sapeva interpretare…
        Il ‘fallimento’ è solo della Juve quando perde… perchè non si accettano le sconfitte, cosa nota, i giocatori che dovevano ‘servire’ contro l’Aiax non c’erano o hanno deluso…
        Allegri appena arrivato va in finale di C.L…. in un ristorante da 10-11 euro….. dopo due anni ci torna con 9/11 di giocatori diversi… dopo si è ‘rincoglionito’…. ah ah ah…
        Il calcio è democratico tutti ne possono parlare e scrivere, ma non molti lo conoscono e pochi lo capiscono.
        Ciao.

    • Ciao Luca,
      Più che scuola di allenatori, secondo me, è la mentalità italiana in generale che frena il movimento.
      I buoni allenatori ci sono, ed anche con idee interessanti, ma c’è diffidenza nei loro confronti.
      Basta vedere la reazione dell’ambiente juventino alla scelta di Sarri.
      Troppo drammatismo legato al risultato.
      La Juve dovrebbe smarcarsi da queste pressioni e seguire il cammino dei grandi club europei puntando a dare qualcosa di più oltre ai numeri per l’albo d’oro. Ed in questo senso la scelta di Sarri mi pare un buon inizio.

      • Ciao kris,
        scusate se mi intrometto ma credo che sul post di luca ci siano degli spunti interessanti.
        Il calcio italiano ha subito un tracollo economico come del resto tutto il paese, sono diversi anni che i migliori allenatori vanno all’estero così come i giocatori: da noi venivano giocatori a fine ciclo, anche nella juventus tevez, dani alves, khedira e lo stesso ronaldo etc. Adesso sembra, almeno per la juve, che la tendenza si stia invertendo se, come speriamo, dovesse arrivare de light; ma anche gli allenatori sembrano di nuovo gradire il nostro paese ancelotti, il ritorno di conte, mancini alla nazionale etc.
        Per quanto riguarda i risultati calcistici delle nostre squadre non sono a livello della nostra storia calcistica, ma il ranking è decisamente migliorato poiché si è guadagnata la 4 squadra in champions.
        Gli allenatori, beh secondo me sono ancora i migliori e forse tranne mazzarri hanno tutti vinto: passando da mancini fino a ranieri che, rispetto ad altri, ha fatto l’impresa; però conte ha vinto la premier e la coppa nazionale che per gli inglesi ha un valore altissimo, sarri l’europa leguea, mancini a suo tempo, se non ricordo male, la premier per non parlare di ancelotti che ha vinto dove è andato.
        Penso che ci sia moltissimo da fare però qualche miglioramento si intravede.

        Kris,
        i migliori clubs non si smarcano dai risultati: vedi barcellona e real (quest’ultimo che non ha vinto niente quest’anno sta facendo una vera e propria rivoluzione).
        Buona domenica

        • Luigis , e l’aver riconquistato il quarto posto in Champions indovina x merito (soprattutto) di chi…

        • Andrea (the original)

          Due cose:
          – Intanto il campionato italiano è gradito agli allenatori italiani, forse parche confrontarsi tra 4 mura è più facile?
          -Su quale base scientifica o dato di fatto si continua a dire che gli allenatori italiani sono i migliori? Eppure l’andamento degli ultimi anni direbbe il contrario.

          • Andrea (the original)

            Per Ancelotti con Psg, Bayern Monaco, Real Madrid, vale il discorso di Allegri con la Juve. Anzi Ancelotti fu capace di perdere un titolo in Francia contro il Montpellier.
            Ranieri ha fatto una cosa meravigliosa, che non si ripeterà mai più però e unanimemente definita come favola.
            Conte ha vinto un titolo, l’anno dopo non è entrato nemmeno in Champions.
            Mancini vinse un titolo per differenza reti con 2 gol nel recupero pur disponendo di un City molto superiore allo Utd e comunque 9 anni fa. Ora pare, a dirla tutta, che si sia davvero evoluto invece e sembra insieme a Sarri l’unico tra quelli di alto livello.
            Ma se guardiamo la continuità nella storia degli ultimi anni, italiani non se ne trovano, se non in Italia.
            Tanti altri italiani sono stati cacciati dopo pochi mesi.

            • Spezzo una lancia per Ranieri.

              Può piacere o meno, però è l’unico allenatore italiano ad aver avuto una vera carriera all’estero.

          • È allora xché Sarri è voluto ritornare in Italia? Capisco che quando chiama la squadra + forte al mondo è difficile dire no, ma cavolo, possibile che uno che vinca l’elenco non aveva richieste in Spagna, la stessa Inghilterra, Germania ecc.? Vogliamo veramente credere xché lui aveva nostalgia dell’Italia e come ha detto lui stesso, la Juventus è stata l’unica (in Italia) che gli ha offerti questa possibilità?

            • È vaffanculo il correttore…l’EL…

            • Andrea (the original)

              Lo ha detto il motivo, quindi se anche avesse avuto altre richieste sarebbe venuto alla Juve, sperando di poterle dare un gioco e una mentalità adeguata ai mezzi.

              • Già l’abbiamo e alla grande. Spero sia continuità. Io invece credo che sia voluto torna9nel campionato + difficile al mondo è da volpone (mica è una colpa eh) nella squadra + forte al mondo.

                • L’unica cosa che non vuole la Juve é che ci sia continuitá a livello di gioco, per questo hanno preso uno che é l’esatto opposto dell’anteriore.
                  Nella seconda parte di stagione, fatta eccezione per il 12 marzo, sembravamo la nazionale cantanti.

        • Ciao Luigis,
          Infatti io non ho detto di smarcarsi dai risultati, ma da certa mentalità.
          Ho precisato: “dare qualcosa in più rispetto al semplice numero per l’albo d’oro”.
          Proprio le due che hai citato non hanno mai avuto di questi problemi.
          Buona domenica!

          • Uno dei maggiori danni causati dall’ultima gestione è quello di aver instaurato una mentalità in cui calcio propositivo e risultati sono cose separate. Niente di più falso, infatti il giochino funziona solo in un contesto in cui la Juve è infinitamente superiore agli avversari. Ma in tornei dove il livello di difficoltà aumenta non si vince più nulla.
            Zidane possiamo situarlo nel gruppo dei pragmatici, ma non rinuncia mai a giocare, sfrutta al meglio il potenziale offensivo ed è capace di mettere alle corde qualsiasi avversario senza poi scoppiare come successo a noi dopo una partita contro l’atletico. Ha perso tre scudetti consecutivi, ma Perez si è sventato per richiamarlo.

      • Scusami Kris ma io tifo per uno dei più grandi club non per una squadra inglese qualunque. La juve ha tradizione non gioca a palla fai tù, tanto poi a furia di correre un fesso che la butta dentro lo trovi.
        Non mi frega niente che la congiuntura astrale quest’anno ha detto che le squadre della terra di Albione abbiano fatto filotto, io voglio una Juve vincente e convincente prima di tutto, quanto al gioco non puoi pretendere che Classius Clay sia più forte di Bruce Lee, noi abbiamo determinate tradizioni e capacità tecnico fisiche gli altri hanno le loro. Scimmiottare chi non potrai mai eguagliare è da idioti perché ognuno è se stesso. Questo non lo dico a te ma a tutti quelli che vedono in Sarri la panacea di ogni problema della Juve. Io mi auguro sia intelligente e sappia adattare bene il capitale umano che ha a disposizione perchè è di primissimo piano, ma se sgarra che vada afff….. senza remissione di peccato. Chiaro il concetto?

        • Io non ho detto che Sarri sia la panacea, forse arriviamo settimi e prendiamo caterve di gol. Non lo so. Per il momento mi limito ad approvare il passo fatto dalla societá.
          La questione dello scimmiottare é un’altra storia tirata fuori da Allegri e non ha nessun senso. Il Milan di Sacchi o la Juve di Lippi a chi scimmiottavano?
          Il bayern che prese Guardiola scimmiottava al Barça?
          Io credo che per come funziona oggi il calcio ogni club puó assumere le caratteristiche che crede.
          Le squadre che dominano in Europa attaccano e corrono, noi non ci allenavamo a farlo e l’unica volta che siamo stati obbligati a farlo quest’anno ci abbiamo dovuto dedicare tante di quelle energie fisiche e mentali che siamo scoppiati.
          Ciao

          • Ti rispondo subito visto che siamo in diretta.
            La Juve che già arriva seconda in campionato ha fallito visto la squadra che si ritrova, amico mio. Se dovesse arrivare ancora più giù significherebbe dover cambiare tutto non solo l’allenatore il prossimo anno, sarebbe una vera e propria ecatombe. Io non sono pessimista per natura, ma la Juve di Lippi aveva dei calciatori forgiati ed adattabili, così come quelli di Sacchi ad un tipo di gioco innovativo. Credo che questa Juve abbia pure diversi ( non uno) fuoriclasse in più rispetto a quelli di quelle squadre suddette, ecco perché sarei fiducioso, ed è per questo che darei tutte le responsabilità all’allenatore se non riuscisse a centrare almeno il minimo stagionale ( che sarebbe il nono) . Anche perché la champions è un terno a lotto dove potrebbe anche andarti male in modo inconsapevole .

            • Capisco Antony. Ma immagina che, per esempio, Conte fa una stagione stellare e perdiamo lo scudetto all’ultima giornata peró giocando alla grande tutto l’anno ed arriviamo alle semifinali di coppa sempre giocando grandi partite e perdendo per un episodio. Che facciamo, smontiamo tutto perché non si é raggiunto il nono?

              • Ammettiamolo pure Kris, ma ora rispondimi sinceramente e da tifoso vero: tu saresti contento? Io imprecherei tutta la vita proprio perché Conte era già nostro e lo abbiamo lasciato alla concorrenza ad esempio.
                Dai sarebbe una grande delusione non prendiamoci in giro

                • Poi per la champions ti ho guà risposto, per me non cambia come vinci o perdi. Potrebbe accadere di tutto in 2 partite, ma in 30 di campionato vince sempre il più forte sennó il Napoli in questi ultimi anni o chiunque è arrivato secondo prima sarebbe stato più bravo della Juve. Non ci sono alibi che tengono, ora hanno con il Var sconfessato anche l’ultimo, cioè che la Juve fosse aiutata dagli arbitri😉

                • E no che non sarei contento, mi roderebbe moltissimo un’ipotesi del genere. Non è che a me piaccia perdere😅
                  Però l’annata potrebbe essere valutata comunque al di là del titolo e se sì è fatto bene, continuare.

                • Beh Antony,

                  Conte se n’è andato lui.

                  Allegri non è più proponibile. Soprattutto dopo che ha chiesto le cessioni di Dybala Pjanic Costa e Cancelo e AlexSandro e l’arrivo di 6 nuovi giocatori.

        • Andrea (the original)

          Guarda che un tifoso dei Reds potrebbe dirti “io tifo Liverpool, non una Juve qualunque” e magari anche esibire il palmares mondiale salutando dall’alto.
          Dunque io ci andrei sempre piano a fare lo snob verso chi è ai massimi livelli, almeno sin quando non ci arrivi.

          • I senza nobilitate sono loro che non sanno cosa siano 36 scudetti ed otto consecutivi , cari Andrea. Io non sono un provinciale ed il Liverpool ( quello forte ed unico vero) l’ho visto battere dalla mia Juventus. Spero di essere stato chiaro

            • E per piacere non farmi ricordare mai più proprio il Liverpool perché ho ancora incubi di quanto accadde dai suoi assassini tifosi all’Heysel. Mi apri una ferita che non è mai stata chiusa.

              • Andrea (the original)

                Ma che cacchio c’entra?
                Loro sono più prestigiosi di noi sul campo e ti rifugi nelle tragedie?
                Ma dai.

                • Io non mi appiglio a nessuna tragedia, ti avevo solo pregato di non nominarmeli x una questione di una certa sensibilità che probabilmente non hai perché non hai potuto assistere a scene inverosimili. Io quel pomeriggio ero a Bruxelles ed ho visto di tutto già prima che entrassimo negli spalti. Avevamo paura dei “barbari “perché camminavano per strada con casse di birra ed anche di più in mano e distruggendo tutto ció che capitava loro a tiro, pietre comprese.
                  Quanto al prestigio a carico beh, anche in quella circostanza la nostra Juve ( con rigore fuori area annessa) e senza giicare una partita vera, li battemmo.
                  Se per te sono più prestigiosi della nostra Juve, a me dispiace solo che quest’anno non siano capitati sotto le forche caudine della nostra Juve perché ( e ne sono sicuro, anche con Allegri) avrebbero fatto la figura di Eurialo e Niso, sarebbero morti da eroi.
                  Ma a parte questo ti ho ricordato che la Juve ha più titoli del Liverpool, quindi mi spieghi perché dovremmo essere provinciali e metterci a 90 gradi nei loro confronti? Dai Andrè fai il bravo sù, non metterti di traverso per solo spirito di contraddizione

            • Andrea (the original)

              Certo, non giocano in Italia, grazie al cavolo.
              Almeno il Liverpool è squadra prestigiosa, Con il tuo metro mi deprimo ancora di più perché mi tocca guardare dal basso pure il Celtic.

              • Guarda che se mi nomini senza senso il Celtic per denigrare il nostro calcio , ti riporto al prestigio dell’Italia che rispetto all’Inghilterra ha 3 campionati del mondo in più oltre ad averne perdute altre 2 in finale . Quindi il calcio inglese rispetto a quello che tu tanto denigri è come minimo di serie A rispetto alo loro. Se poi vuoi ribattere pure sui fatti reali, beh fatti tuoi.

      • Vedi, se i giocatori sono quasi tutti stranieri la mentalità la danno gli allenatori.

        E non è neanche vero che ci sia la pressione della piazza.
        Considera Zenga mandato via dal Wolverhampton dopo 3 mesi, Zaza si è ritrovato un biglietto aereo per l’Italia pagato dai tifosi, DelNeri lo hanno cacciato dal Benfica al secondo allenamento.

        Ergo, gli allenatori italiani, preparati tatticamente, ma inadeguati nel confronto con il resto del mondo, se la cantano e se la suonano a loro uso e consumo.

        Secondo me dopo il 2 a 0 con costarica un bel bagno di umiltà ed una rivisitazione profonda dei convincimenti sarebbe stata salutare.

        Intanto Mazzarri continua ad allenare in serie A, al toro. Contenti loro….

  14. VENGHINO SIGNORI, VENGHINO

    Beppe Marotta:
    “Serve chiarezza e trasparenza. Icardi e Nainggolan sono degli ottimi giocatori e talenti, ma non basta. Non rientrano nel nostro progetto”.

    Della serie: come ti rottamo -svalutandoli pesantemente- due miei giocatori.
    Meglio Paratici allora, che almeno sta zitto ! Ahahahahahah

    • Ho idea che Marotta e Conte siano stati mandato come agenti segreti dalla Juve per poter definitivamente far fallire l’inter. Deprezzare oltre che vendere i migliori calciatori che ha l’inter ( minuscolo d’obbligo per default) è già un primo atto di sabotaggio. Lasciamoli lavorare in pace, mi sa che presto i bonolis e compagnia mangeranno tutta quella m. che hanno sparso per strada, rendendola puzzolente.
      P. S. Non pubblicizziamolo troppo il nemico ci legge e potrebbe andare a riferire😂😂😂

      • Anto’
        Intanto sei tornato senza farti un pezzo della route66 quindi se ci vediamo ti ingiurio pesantemente in pubblico.

        Riguardo al giallo io ne vedo un altro. ADL che da 10 mil a Sarri per farci perdere lo scudetto e la Cl. Ah ah. Ah

        Oggi il cineasta oggi ha offerto a Wanda un ruolo in un film.
        Intanto la Juve ancora sul Polpo e sta lavorando ancora sull’olandese illuminante

        • Autorizzato ad offendermi quando vuoi, Tino. Fammi solo riprendere un pó perché sono ancora fuori fuso orario😂😂. Ma più che altro per averti accanto e non lasciarti guidare da solo sulle strade della California 😉

  15. https://youtu.be/0qVqy1qOUgE

    Eccolo il ruolo di Dybala, altro che tuttocampista de sta ceppa !!!

    • Vedi il problema è il seguente.
      Allegri vuole giocare con un difensore in più, cioè oltre quello che va sull’uomo, lui vuole quello quello in copertura.
      Il libero? Eh si proprio quello.

      Oggi così non si gioca più, nel mondo si accetta l’uno contro uno in difesa e questo porta irrimediabilmente ad avere un centrocampista in più.

      Giocando come vuole Allegri perciò Dybala deve per forza giocare dietro per fare da collegamento tra Pjanic e Ronaldo.

      Questa scelta abbastanza logica ha prodotto una disfunzione totale nel gioco, in pratica Dybala e Ronaldo due giocatori da 20 e 40 gol potenziali a stagione, ridotti a giocare tra attacco e centrocampo, con finalizzatori Le mezzeali e Mandzukic.
      Avessimo avuto Marchisio e Vidal 10 gol a testa potenziali sarebbe già stato un peccato ma avendo Can e Matuidi è un vero suicidio tattico.
      Che non sta in piedi dalla partenza.

      Allegri in maniera del tutto onesta ha evidenziato il problema, e dal suo punto di vista ha chiesto altri giocatori, ben 6 già da settembre.

      Ma il mondo gira diversamente e Nedved pare abbia preso la tigre per la coda, accettando la sfida e giocandosela tutta fino i fondo.

      Ha mandato a gambe all’aria la Juve per proiettarla più avanti.

      Mi auguro abbia avuto ragione e tifo per lui.

  16. LE PIÙ FORTI …

    Credo che tutti i tifosi del mondo -a specifica domanda- sarebbero concordi nell’indicare il Real Madrid come la squadra più forte al mondo, con 13 Champions in bacheca, di cui quattro conquistate negli ultimi sei anni !

    Per completare la griglia … Metterei la Juventus subito dietro, in un gruppetto con City, Liverpool e Barca 😜

    Buona domenica 🤗

  17. Dybala l’anno scorso ha perso una grandissima possibilità. Quella di diventare uno dei giocatori + forti al mondo. Ovviamente dopo Ronaldo e Messi che sono anni luce distanti da tutti gli altri.

    • Oddio,
      te la giro sottosopra.

      Allegri l’anno scorso ha perso la grande occasione della sua carriera con Dybala e CR7.
      La peggior stagione di entrambi!

      Mi soffermo su Dybala
      Stagione 15 / 16 23 gol 9 assist
      Stagione 16 / 17 19 gol 9 assist
      Stagione 17 / 18 26 gol 7 assist
      Stagione 18 / 19 10 gol 5 assist
      Secondo solo a Ronaldo ed alla pari con Mandzukic.
      Dietro Kean con 7 gol e 3 assist.
      Segue Bernardeschi 3 gol e 6 assist.

      Ma la critica ed anche tanti tifosi premiano Bernardeschi come anche Allegri.

      Mi piacerebbe vedere Dybala allenato da un altro allenatore.
      Ed anche un pò più di equilibrio nei giudizi.
      Ma non solo da parte tua, direi in generale.

      • Luca, l’anno scorso Ronaldo ha sbagliato una valanga di gol davanti la porta , dove il meno clamoroso è stato quello nella seconda giornata contro la Lazio dove x fortuna Marione (che grandissimo giocatore ragazzi…) era lì pronto x metterla dentro. Spero che non lo vendano xché anche da subentrato sarebbe sempre un campione, leader e trascinatore. Stesso discorso di gol mangiati x Dybala. Da quella posizione ne sbagliava 3 a partita. Sarà mica colpa del mister eh. Sono sicuro che se avesse fatto qualche gol, sarebbe stato il primo a voler continuare a giocare in quel ruolo.

        • Ritengo che se un giocatore da 20 gol cambia posizione, da seconda punta a tuttocampista, lo ha detto il mister ed io ci credo, e ne fa una decina, la colpa sia della posizione in campo.

          Su Mandzukic, stiamo parlando di uno che non si è mai risparmiato ma che giocando di punta, con 10 gol ha raggiunto il suo record da quando è alla Juve. Anche qui non do la colpa a Marione ci mancherebbe, anche perchè il centravanti non lo ha mai fatto.

          • Della posizione in campo o dai gol sbagliati? Sei sicuro che dipenda dalla posizione? Che poi Dybala possa fare anche altro ok. Ma qui contesto il fatto che non poteva giocare in quella posizione. Eppure finché ne ha avuto voglia in quella posizione ha fatto benissimo.

      • Ah, dimenticavo: tu chiedi un po’ + di equilibrio nei giudizi a me? Azz…🤣🤣🤣😭😉

  18. IL GRAN RIFIUTO
    (Mourinho rifiuta 100 milioni dalla Cina)

    Non sarà in Cina il futuro di José Mourinho. Secondo il Guardian, infatti, l’allenatore portoghese avrebbe detto di no al Guangzhou Evergrande che gli aveva offerto la panchina con un ricchissimo contratto. Dietro alla scelta di Mou ci sarebbero innanzitutto motivi familiari, con l’allenatore che preferirebbe non stravolgere vita e abitudini dei suoi cari con un trasferimento in Cina.

    Il portoghese ha comunque incontrato i vertici del club, che gli hanno offerto uno stipendio molto superiore ai 15 milioni di sterline che guadagnava al Manchester United: tuttavia, dopo i colloqui, ha preferito rifiutare. Senza una panchina da metà dicembre, quando è stato esonerato dallo United, adesso Mou è in attesa della giusta occasione e, come sempre, dei una sfida in grado di motivarlo. In questo senso, il suo no alla SuperLeague cinese era stato “anticipato” ai microfoni di Sky quando, intervistato a Wimbledon da Stefano Meloccaro, aveva ribadito come nel suo futuro ci sia “solo il calcio e sempre ad alto livello”.
    —–

    A mio parere dietro il rifiuto c’è innanzitutto lo smisurato orgoglio del portoghese. Che ritiene di essere tuttora il miglior allenatore al mondo.
    Proprio vero: il passato a volte è una stanza chiusa da cui rifiutiamo pertinacemente di uscire 😅

  19. A proposito di gol sbagliati e arrampicate spurie sugli specchi …

    Antonio Conte:
    “l’allenatore bravo è quello che migliora il rendimento dei giocatori a sua disposizione”.

    Tranquilli ragazzi, non parlava di Allegri, ma di se stesso 😅

  20. E POI CI SONO I LECCAZAMPE

    Torna Buffon e Barzagli viene aiutato a lasciare il calcio giocato.
    La Juventus non dimentica i suoi campioni, si potrebbe dire.
    Se non ci fosse la vicenda di Alessandro Del Piero, però, aggiunge il tifoso rivale, l’osservatore superficiale, quello che non manda giù i casi Totti e De Rossi, oppure per diversi anni Maldini, e secondo lo schema, Altobelli e Beccalossi.
    Complicato mettere dentro una società il giocatore che ne ha quasi superato il grado di conoscenza, diffusione, riconoscibilità.

    Del Piero è l’esempio che fa quadrare il cerchio.

    Perché è difficile per un campione, un super interprete della categoria, trovar spazio nella routine un po’ grigia del dirigente sportivo, di quello che per molti mesi all’anno non può far altro che vedere gli altri giocare.
    Inoltre quella nostra stella, oggi, ha interessi negli Stati Uniti e un ruolo da commentatore televisivo che pare soddisfarlo.

    Del Piero dalla Juventus è andato via dopo aver vinto un campionato e dopo un paio di esultanze che spiegarono quasi tutto quello che stava vivendo.
    Si può ricordare il suo giro di campo all’ultima partita, con l’Atalanta, in casa e non serve aggiungere altro.
    I sentimenti sono ancora su quel rettangolo verde, dentro le frasi di circostanza di chi descrisse quei minuti eccezionali.
    Del Piero riuscì a volare lontano davanti agli occhi più o meno bagnati di tutti.
    C’erano le partite giocate in serie B e la promessa che si fecero con i campioni del mondo nello stadio di Rimini, al termine di una partita infame e finita in pareggio: da qui ne usciamo solo con le nostre forze.
    C’erano le millanterie di quel dirigente che voleva venderti e forse ti aveva venduto.

    C’erano gli sbagli di quell’allenatore, che l’anno successivo accettò di giocare in Champions League senza il numero 10, senza la fantasia e la dinamica, insomma, e condannando il piccolo Sebastian Giovinco a non diventare mai quello che forse avrebbe potuto.
    Forse pure per colpa dei fischi dello Stadium e lo scetticismo di chi ha visto Platinì e Sivori indossare quella maglia.
    In bianconero Del Piero è l’amore che non si sposa, quello che resta per sempre un fidanzamento, una passione sotto l’ombrellone, al riparo dai compiti e dagli impegni, dalla vita invernale e continua.
    A Del Piero non è stato permesso, sinora, il ritorno a casa, la rivincita del figliol prodigo per cui l’agnello più grasso finisce allo spiedo.

    Inutile chiedersi il perché. Si entrerebbe in quei rapporti non detti che ci sono tra i giocatori di una squadra di calcio ed il loro presidente, chi materialmente mette mano al portafogli per quel gruppo di ragazzi spensierati.
    E’ in questa miscela che si deve interpretare. Senza pregiudizi verso l’una o l’altra parte. Perché a volte chi ha giocato bene a pallone può non essere ritenuto in grado di prendere decisioni da dietro una scrivania, all’esito di trattative estenuanti, fatte da avvocati e condite da notai, con clausole che possono cambiare tutto ogni volta.

    Inoltre il nostro presidente Andrea Agnelli è tanto giovane da immaginare ancora un percorso lungo prima di eventuali stravolgimenti nella stanza dei bottoni.
    Poi bisogna aggiungere che l’ultimo pallone d’oro della Juventus, Pavel Nedved, è saldamente sulla poltrona e questo deve pur insegnare qualcosa a quelli che parlano di Del Piero e lo fanno solo per criticare quella Vecchia Signora a cui il ragazzo di San Vendemiano fece girare la testa.
    Simone Navarra

    Buona serata bella gente.

    • Bello e sentito.
      Ma come si sono svolti gli accadimenti si poteva fare meglio nei modi.
      La scivania non e’ per tutti.Vero. Ma i modi possono essere diversi.

Rispondi a luca967 ¬
Cancella risposta


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web