Il punto sul calcio mercato Juve – quinta puntata

 

Articolo di Alessandro Magno

Mancano pochi giorni ormai alla fine del calcio mercato e tutte le squadre fremono per sistemare gli ultimi colpi e migliorare le rose. Non fa eccezione la Juventus anche se dal suo direttore sportivo Paratici emergono parole di grande sicurezza e tranquillità. Effettivamente la Juventus già così ha un ottima rosa ma l’impressione è che qualcosa ancora si vuole fare. Veniamo al solito al dettaglio.

Portieri

Capitolo portieri continua il monitoraggio per trovare una squadra a Perin. Il problema non sono le richieste ma il fatto che il portiere rientrerà dall’ennesimo infortunio solo a Novembre. Ora chi compra un portiere infortunato? Nessuno appunto. Si sta discutendo con il Monaco con cui si hanno in ballo altre questioni. Vedremo.

Difensori

Anche in difesa le scelte sono state fatte Pellegrini è andato in prestito al Cagliari e come vice Sandro si punta sul fatto che sia De Sciglio che Danilo possono esser adattati a sinistra nell’evenienza. Nonostante Chiellini non garantisca un numero di presenze adeguate la Juventus pare intenzionata a sacrificare Rugani. C’era in ballo la Roma ora pare ci sia anche il Monaco.

Centrocampisti

Sono circolate voci per cui Khedira sarebbe confermato ed Emre Can fosse sul mercato. Voci. Khedira partirà e molto probabilmente anche Matuidi. Sul francese c’era il Manchester United con cui erano in ballo tante cose ora pare più probabile un suo ritorno al PSG. Per Khedira invece molto più probabile lo svincolo. Si cerca un acquirente ma in questo momento a parte gli USA non si vede una soluzione. La Juve non ha rinunciato ancora a Pogba ma in questo momento è un ipotesi al limite dell’impossibile. Intanto perchè non vendendo la Juve avrebbe difficoltà a soddisfare le richieste dello United tutte in contanti e poi ad ora con il mercato in entrata chiuso l’United non avrebbe possibilità di arrivare a un sostituto. Per quanto concerne questi sogni ad oggi è molto più probabile per Pogba il Real o restare a Manchester ancora una stagione.

Attaccanti

Douglas Costa è rientrato nel progetto. Sarri non è affatto scontento di tenersi sia Higuain che Dybala mentre dovrebbe uscire quasi sicuramente Mandzukic a cui in verità le richieste non mancano. I problemi per la vendita del croato sono fondamentalmente due, il suo ingaggio e il costo relativamente basso. Al momento difficile che la Juve ricavi più di una decina di milioni. L’intrigo Dybala/Icardi resta sempre sulle medesime posizioni. La Juve vuole liberarsi dell’argentino ma per una cifra considerevole e nello stesso tempo vuole Icardi, ma non intende cedere Dybala all’Inter se non con un conguaglio a proprio favore. Di contro l’Inter vuole cedere Icardi ma non alla Juve. Lo scambierebbe anche volentieri con Dybala alla pari ma Dybala non vuole andare all’Inter, mentre Icardi alla Juve ci verrebbe e di corsa. E’ un rompicapo di difficile soluzione. Ultimamente si è vociferato di uno scambio con Dzeko con un forte conguaglio in favore dell’Inter. Difficile ma non impossibile. Sul capitolo Neymar invece la Juve non c’è e non c’è mai stata. Troppo alte le cifre. Anche per Neymar la Juve non è un opzione. Si stanno sfidando le due spagnole. La speranza è che vada al Real e questo sblocchi qualcosa sul fronte Pogba. In ogni caso anche le due grandi di spagna hanno problemi di esuberi molto costosi da piazzare.

  1. Mauro the Original

    Ben

    La Juve ha già tutta la rosa completa per ogni ruolo.

    Deve soltanto eliminare gli esuberi cercando di non rimetterci. Il problema si crea a causa di ingaggi troppo elevati che quasi nessuna squadra riesce a tirar fuori.

    Mi chiedo: come si possono dare 12 milioni lordi a giocatori che non vanno quasi mai in campo.
    Chi è stato a concedere questi rinnovi a dei giocatori che devono essere ceduti dopo poco?

    Domanda: perché Marotta è andato via o è stato mandato via? Sarebbe interessante per tutti i tifosi, conoscere i motivi per cui un dirigente a metà campionato saluta e va alla squadra più “nemica” di tutte.

    • andrea (the original)

      Purtroppo lo scorso anno ci andavano perché per la gestione precedente erano centrali.
      Forse, cambiando un anno prima, non avrebbero giocato e oggi sarebbero fuori dalla Juve.
      Comunque, anche per me in entrata stiamo bene così, a meno che non mandino di nuovo via Higuain.

  2. Sono d’accordo su tutto , tranne che sia una questione di ingaggi troppo alti. Qualsiasi media/grande d Europa può permettersi ingaggi da 5-6 mln ,il problema è che sperano di pagarli poco se non NIENTE. Secondo me aspettano la chiusura del mercato per prenderli da svincolati…spero che la Juve non faccia questa cazzata.

  3. Ancora solo parole e pochi fatti. Io non toccherei più nessuno e partiti Kedyra, Matoudi, Pjaca Mandzukic e Rugani, visto che Perin probabilmente uscirà nella finestra di gennaio, mi fermerei lì.
    Sarri ha tanta di quella carne al fuoco che sarebbe complicato riesca a fare fumo.
    Solo imbarazzo della scelta e possibilità di variare anche schemi di volta in volta in relazione a chi volesse mettere in campo.
    Quest’anno ho una gran voglia di divertirmi con le bocche di fuoco Dybala Higuain e Cr7 che a rotazione potranno far girare le eliche a qualsiasi difesa.
    X Tino
    Bisogna partire bene in prima e poi mettere su tutte le marce, se partiamo in quarta rischiamo di bruciare la frizione e di rimanere indietro perché senza quello spunto iniziale😉

    X Andrea
    Non dó patenti a nessuno di Juventinità, io come diceva l’avvocato, quando vedo una “J” penso subito alla Juve, ma parlo x me. Poi la critica, a ragion veduta nella modernità attuale, sono il primo a volerla accendere tutte le volte che ne riscontro la necessità 😉
    Ed ora andiamo a vincere “ perché è l’unica cosa che conta”😁😁😁

    • andrea (the original)

      Eh ma ho risposto alla tua frase “juventini veri”.
      Per il resto Anto’, per me vincere non è l’unica cosa che conta nella vita, figuriamoci nel tifo 😉

      • E che vivi x essere comprimario? Bisogna cercare sempre di migliorarsi, Andrè, da te questo ammutinamento nel voler riuscire a vincere non mi piace.

        • andrea (the original)

          Appunto, migliorarsi, questo è il mio motivo di vita e la ricetta di stabilità e non ha niente a che vedere con la vittoria quale unico riferimento.

          • Qualsiasi miglioramento è una vittoria x qualsiasi di noi. Guarda che il collegamento ha un fine, non bisogna girarci attorno .

            • andrea (the original)

              Girarci attorno?
              Hai scritto tutto e il suo contrario e ci giro attorno?

              • Guarda che le parole hanno un significato. Io non parlo il politichese per dire tutto ed il contrario di tutto. Se uno si migliora ha ottenuto una vittoria. Se vuoi confutarlo arrampicati su tutti gli specchi.

  4. Dybala all’inter è l’unica operazione che non saprei accettare..per il resto abbiamo tanti giocatori di qualità da fare ancora la differenza anche se non dovesse arrivare più nessuno

  5. LUTTO

    Il ciclismo e lo sport tutto è stato appena raggiunto da una triste notizia : è morto poco fa per un infarto, mentre si trovava in Sicilia in vacanza con la moglie, FELICE GIMONDI. Un’icona del suo sport. Un gentiluomo d’altri tempi. Fu il primo ad aggiudicarsi i tre grandi Giri. Tour de France, Giro d’Italia e Vuelta di Spagna.
    Una prece.

  6. Dzeko ha rinnovato con la Roma fino al 2022.
    Questa novità spiazza l’Inter, ma anche la Juve che sperava di “piazzare” Higuain.

    • La Juve piazzerà solo Mandzukic e in avanti speriamo rimanga così.
      Mi associo al Rip per il grande Felice Gimondi

  7. FELICE GIMONDI R.I.P.

    “Stavolta perdo io”. Eddy Merckx ricorda il rivale-amico con parole di omaggio poetiche e allo stesso tempo di valutazione tecnica del campione che è stato. “Perdo prima di tutto un amico e poi l’avversario di una vita” spiega. “Abbiamo gareggiato per anni sulle strade l’un contro l’altro – ricorda ancora il fuoriclasse belga – ma siamo diventati amici a fine carriera. L’avevo sentito due settimane fa così come capitava ogni tanto. Che dire, sono distrutto”. “Felice è stato prima di tutto un grande uomo, un grande campione, purtroppo ce lo hanno portato via – prosegue Merckx – È una grande perdita per il ciclismo. Mi vengono in mente tutte le lotte che abbiamo fatto insieme… Un uomo come Gimondi non nasce tutti i giorni, con lui se ne va una fetta della mia vita. È stato tra i più grandi di sempre”.

    • andrea (the original)

      Dichiarazione bellissima, ciò che dovrebbe essere lo sport.

    • … Con lui se ne va un pezzo della nostra vita 😪

    • Mi piace ricordare quel campionato del Mondo del 1973 a Barcellona, vinto da Felice Gimondi contro il “mostro” Eddy Merckx.
      Una vittoria ottenuta con una volontà indomita, un coraggio e una resistenza alla fatica che furono sempre il suo marchio di fabbrica.
      Addio campione.

  8. Andrea
    Appena si trova un punto costruttivo,arrivi come un buldog e scassi tutto.

    Guarda, puoi non crederci, se Sarri mi avesse fatto stringere le chiappe sul serio, avrei meno dubbi adesso.
    E’ la fase del computo, mi spiego?
    Ma sono d’accordo con Luigi, staremo a vedere e siamo tutti a tifare.

    Se il cambiamento ci sara’ che sia con i famosi punti 1 e 2 ben interdipendenti.

    • andrea (the original)

      All’89’ di Juve-Inter, cioè prima della scalata di Cuadrado che poi avete trasformato in “la Juve ci crede sempre” quando invece erano 11 cadaveri rintronati dallo sconcerto e l’allenatore aveva il colore di un quasi cadavere, avrei voluto vedere tutti voi.
      Facile dopo.

      • andrea (the original)

        P.s. tra quelli con le chiappe strette, anzi ormai chiuse, c’ero anch’io eh.
        Si sono riaperte di colpo per mia fortuna e ho gioito ma non per questo ho cambiato la mia valutazione sul fatto che ci sia andata non bene, ma di lusso.
        Non dobbiamo trovare punti di incontro necessariamente, non certo per appartenenza, si tratta semplicemente di vivere con emozione ma di guardare le cose realmente accadute.
        Tanto comunque quel titolo lo abbiamo vinto, non c’è bisogno di deridere un avversario che per lo sforzo fatto in rapporto ai valori in campo lo meritava più di noi.
        Non sempre vince chi merita di più, non per questo rifiuto un successo così come quando perdiamo immeritatamente non mi sento sconfitto né recrimina, semplicemente ci ha detto sfiga.

      • andrea (the original)

        Sculata

      • Vero Andrea.
        Quella fu una partita giocata in modo semplicemente osceno, e pure in superiorità numerica.
        La ricordo benissimo perché appunto fu vinta immeritatamente.
        Non ammetterlo vuol dire semplicemente offendere la verità delle cose.

  9. Gimondi era una macchina da fatica in uno sport eccezionalmente faticoso.
    Lui vinceva cosi’, ciclopicamente.
    Corretto e soprattutto aveva ottimi rapporti con gli avversari.
    Un mondo che non c’e’ piu’.
    Sono dispiaciuto.

  10. Mauro the Original

    Sarri ancora debilitato per la sindrome influenzale rimane a casa. Stessa cosa per Ronaldo infortunato.

    Sono convinto che egualmente la Juve farà una bellissima partita mettendoci impegno nell’adeguarsi ai nuovi schemi.

    Noto molto entusiasmo da parte dei giocatori che finalmente provano piacere nello scendere in campo.

    I musi lunghi non aiutano nel gioco di squadra.

  11. Mi sembra molto strano questo virus che ha colpito Sarri. In piena estate e che si protrae per più di qualche giorno. Dove hai avuto la notizia che è ancora debilitato?

    • Mauro the Original

      Su Tuttosport.

      Mi auguro si riprenda presto poiché il momento non è dei migliori per ammalarsi.

  12. Gimondi mi ricorda la leggerezza del campione e la classe pura. Mai a far vedere quanto fosse affaticato dopo una lunga corsa e sempre con il sorriso sulle labbra. In quanti giri d’Italia l’ho aspettato per vedere di scorgere lui nel gruppo, in strada. Ha rappresentato per il sottoscritto” il ciclismo “ e del suo rivale Eddie Merx mi importava poco, era lui il degno erede di Coppi, la più grande stella . Con lui se ne parte la “mia “primavera ( faccio mia una frase del grande Faber)

    • andrea (the original)

      Ma come? Il belga è il cannibale di vittorie per antonomasia, dovrebbe fregartene.

      • Beh, io sono sempre stato x gli Italiani in tutti gli sport, caro Andrea. Per me Merx era un belga da battere. Che poi fu il primo “ cannibale sportivo” per cui fu coniato l’appellativo, è un altro discorso. Giù il cappello ad Eddie ma io tifavo Gimondi, così come tifavo juve anche quando vinceva il Milan o le altre, ad esempio.
        Mi sembra di essere sempre stato coerente.

      • Non riesci a scrivere né il nome né il cognome di Eddy Merckx senza andare su Google !

        Eccola la tua competenza alla matriciana ahahahah

        • La tua competenza invece e tutto un “sa ”. 😂😂😂😉

        • Sei fuori Anto’… Di testa… E quando sei preso in castagna te ne esci con Sa, sa sasa sasa
          Bella canzoncina… Ma non riesce a coprire la tua arrogante ignoranza!

          • Quando io so di non sapere caro Luigi mi rendo conto che tu ne sai molto ma molto meno di me. 😉

          • L’unica verità è che per quello che ti riguarda, Socrate è vissuto invano caro Antonio. Tu non sai di non sapere.
            Hai millantato infatti una pratica e una conoscenza du sport tra cui il ciclismo, che ti ho dimostrato assolutamente inesistenti.

            Buona notte all’Iron man del tavoliere 😎

    • Tranquillo Andrea…
      Antonio è in eterna contraddizione con se stesso…

      Mo scopriamo pure che Gimondi era l’erede di Coppi…
      Importarsene poco di Merckx vuol dire predersi per fessi da soli ahahahahahah
      Merckx è stato il maniacale despota del “ciclismo” per almeno 10 anni…
      Forse forse Antonio è meglio se parla di marmitte…

      • Stilisticamente in bici aveva lo stesso portamento di Coppi pur non essendo uno scalatore alla Coppi e si difendeva bene come passista. Merchx era la potenza su tutti i fronti, quel Valentino Rossi della bici, per fare un paragone che non farebbe piacere ad Andrea nostro.

    • Anto’, Gimondi ha vinto il tour nel 1965 e giri d’italia nel 1967 e nel 1969. Quando tu non eri manco in fasce…
      Il suo ultimo Giro vinto nel 1976 non arrivò più a Sud della Campania…

      Dove sei andato ad aspettarlo, all’ufficio postale dove riscuoteva la pensione ? 🤣

      • Beh, non vado su google per informarmi, ma ho visto Gimondi in almeno 2 giri d’Italia che passarono nel mio Salento, caro Luigi. Ho guardato e praticato molti sport, e se vuoi parlare di ippica , non preoccuparti ti dó la paga anche in quella😉

      • Sei veramente uno spasso Anto’ ahahahahahah
        Parlaci di qualche vittoria di Girardengo nel tuo Cilento, visto che hai questa memoria da elefante.
        E Balmamion te lo ricordi vero?
        Che faceva, che faceva il buon Balmamion?
        E Malabrocca che maglia aveva?

        Dicci dicci Anto’… Facce ride 🤣

        • Beh di Girardengo ne sai sicuramente più te visto che hai l’età per averne sentito le gesta alla radio ed allora non avevi neppure il tuo amico televideo😂😂

        • Eccerto Anto’… Dovrei avere almeno 130 anni per aver ascoltato alla radio le gesta di Costante Girardengo negli anni ’20 ahahahahahah
          Beata grottesca ignoranza…

          Lo sapevo che ci avresti fatto ancora ridere…
          Sei meglio di Toto’, Anto’ 🤣

          • Ahahahah che ridere. Ma sei sicuro che stai a ridere? Ridi 🤡😂😂 Mi sa che sei malinconico, mi fa piacere poterti aiutare. Pigliala come la mia terapia

          • Dormi sereno Anto’…
            Purtroppo per te le fesserie che hai scritto restano scritte.
            Non te le può correggere nessuno.
            Puoi scappare come un’anguilla, ma tua crassa presunzione ti procurerà sempre figuracce. 🤣

            • Ma di quali fesserie e di quale presunzione parli? Curati amico mio, stai perdendo troppi colpi.
              Intanto non ho visto la partita ma più di un amico juventino mi ha riferito che la Juve ha ancora steccato, che Danilo ha fatto schifo e che l’unica cosa di gran pregio è stata fatta da Bernardeschi e Dybala nell’unico goal realizzato.
              Poi ho letto la tua disamina ed ho definitivamente appurato che neanche il televideo sai leggere bene. Buonanotte a te

              • Il mio breve commento è scritto in italiano, ma tu confermi ancora una volta che per te è ostrogoto. Perché non sei riuscito a capirne il sunto, colmo com’eri di rabbia.
                La tua presunzione di saoere ti fotte sempre.
                Purtroppo.

                • Beh, se inizi con un “rottame” che si è comportato meglio di Cancelo non è che il tuo italiano è così chiaro da dire che ha fatto schifo, come mi hanno riferito gli altri. Presuppone altro. Mi auguro senza mettere le mani avanti, che questa Juve migliori in fretta. Se Sarri è bravo, qui non puó sbagliare.

  13. Mauro

    Amichevole inutile?
    Yes
    Ma poi, con la Triestina che test e’?

    • Visto che stiamo perdendo sempre hanno cercato una squadra materasso…
      Neanche questo vi sta bene? 🤣
      A quanto pare Sarri non era d’accordo e si è fatto venire una febbriciattola…

  14. Le ininterrotte gufate degli allegriani stanno demolendo la salute del povero Sarri, che non è a Trieste questa sera !

  15. Luigi
    Secondo me ha fatto filone, dite voi.
    Ha bigiato da noi
    Ah ah ah

  16. Mauro the Original

    Analisi con stagione passata.

    La Juve ha subito aggredito il campionato e dopo poche giornate se lo era già aggiudicato.

    Questo grazie anche alle contendenti che si sono perse per strada.

    Quest’anno le contendenti hanno sulla carta più chances di lottare rimanendo a breve distanza dalla capolista.
    Ma sulla lunga distanza verso fine campionato tutto rimarrà invariato. La Juve quest’anno sarà più diesel e giocherà molto meglio tutte le competizioni.

    Comunque già nei gironi Champions la Juve aveva cominciato a stentare. Dopo la bellissima partita contro il Valencia ha gettato alle ortiche una partita dominata contro lo United e da quel momento la squadra è sparita.

    Risultati negativi fino alla grande prova di cuore e orgoglio contro l’Atletico ribaltando un risultato impossibile.

    Poi è scoppiata nel momento in cui doveva prendere il volo.

    La Juve attuale è molto più forte della precedente.

    Ha preso due difensori centrali fortissimi.

    Ha fatto un cambio intelligente sul terzino destro Cancelo che garantiva spinta e fantasia ma lasciava campo aperto agli avversari, assolutamente incapace di fare interdizione. Addirittura eravamo giunti ad affermare che De Sciglio era forte.

    Non dimentichiamo che la coppia di terzini Danilo e Sandro al Porto erano il top dei top.

    Ha preso due ottimi centrocampisti che dovrebbero dare quel plus sia in fase offensiva che in fase difensiva.

    Higuain è tornato a Torino e insieme a Dybala dovrebbe garantire più goal che la scorsa stagione ci sono mancati.

    Ho moltissima fiducia in Sarri e tutta la dirigenza che ha fatto scelte anche impopolari ma coraggiose.

    Sarà una grandissima stagione!

  17. Mauro The Original

    Azz
    ma siamo sicuri che sono a Trieste?? Ma è la Triestina o il Bayern di Monaco????

  18. Però… Se vogliamo cominciare dall’ultimissimo… Il “rottame” Danilo si è comportato abbastanza bene e non ha fatto rimpiangere le cappellate di Cancelo.
    Per il resto c’è da lavorare e da oliare i meccanismi in attacco.
    Ramsey sembra avere i tempi per buttarsi dentro…
    Voglioso Dybala che con una gemma ci consegna il risultato.
    E di questi tempi non è poco.

    • Mauro the Original

      Il centrocampo non mi convince. Non fa filtro e non costruisce azioni.
      Credo tutto dipenda da Pjanic che vedo sempre più inadatto a questa Juve.

      • Non stravedo per Pjanic ma ho idea che sarà il fulcro come lo era Jorginho per il Napoli del centrocampo di questa nuova Juve. Bisogna aspettare solo che questo si integri negli schemi e che gli altri accanto si muovano come vuole il nuovo allenatore. Se lui non sembra che giri è perché tutti gli altri ingranaggi sono ancora sfasati. È proprio questo il maggiore problema per riuscire ad impostare quel tipo di gioco ( una sorta di tiki taka rivisitato da Sarri) verticale e orizzontale veloce.

  19. VOI SIETE ALLEGRI E IO NO

    Vista la partita di ieri a Trieste c’è poco da stare ALLEGRI, se vogliamo andare a cercare il pelo nell’uovo possiamo dire che una attenuante ce l’abbiamo. In panchina c’era Martusciello e non Sarri.

    Scusatemi se ora faccio una piccola divagazione…per fortuna non ci sono molti giocatori infortunati…al contrario si ammala il mister.
    Direte voi: fosse successo negli anni prima…chissà ? 😎

    Nella partita di ieri si sono visti due 4-3-3 anche se con giocatori diversi.

    Il primo tridente, Bernardeschi-Dybala-Douglas Costa, ha fatto vedere qualcosa in più… Grazie soprattutto alla prodezza di una giocata mai vista prima (controllo palla e dribbling di rara bellezza) della Joya.

    Bernardeschi male continua a giocar male e Douglas Costa non bene come invece la volta scorsa, ieri quasi irritante.
    Bene a centrocampo Khedira, mentre Rabiot ha alternato luci e ombre, pronti via e dopo pochi minuti perde una palla sulla tre quarti nostra e fa fallo per fermare il contropiede che normalmente sarebbe cartellino giallo…chi se non il solito Pjanic ?
    Pjanic in ombra.

    L’ultima mezz’ora di partita prova l’altro tridente con Mandzukic (prima Bernardeschi) e poi Emre Can esterni e Higuain prima punta.
    Ottimo scambio Higuain- Ramsey-Higuain con tiro forte e centrale del Pipita respinto dal portiere, il resto è nisba.

    Brilla solo Bentancur a centrocampo che sembra molto più propositivo e voglioso di giocare rispetto a Pjanic.
    Ramsey gioca gli ultimi 20 minuti e gioca bene… Emre Can pare nervoso… scippa letteralmente un tiro in porta al Pipita che va a lato di molto.
    In difesa i terzini De Sciglio e Cuadrado sbagliano molto, De Ligt e Demiral non hanno grossi problemi con gli attaccanti avversari, anche se per 2-3 volte nel finale la difesa sbanda rischiando il pareggio.

    Concludo: ad una settimana dalla prima a Parma c’è rimasto ben poco da stare ALLEGRI, ci vorrebbe più HALMA.

    Buona domenica bella gente

    • Mauro the Original

      Barone

      Giusta analisi. Su Costa va detto che essendo mancino si trovava sul lato sbagliato. Di solito gioca meglio sulla destra che gli consente di accentrarsi e di andare in profondità o al tiro usando il piede preferito.
      Anche Bernardeschi era sul lato sbagliato, lui rende molto di più sulla sinistra.

      • Ciao Mauro

        Forse è giusto come dici, Costa meglio a dx per accentuarsi e tirare…ma se va sul fondo e deve crossare ? L’avversario lo tiene sempre per il dx in modo da fargli perdere tempo a rientrare sul sx e far piazzare la difesa.
        Berna, se gioca, è diverso ha più passo a tenere botta e crossare o tirare.

    • Credevo che sarebbe stato più semplice Baró. Dobbiamo avere pazienza e sperare di fare quanti più punti possibili in questa prima fase di campionato. I colpi estemporanei per fare goal i nostri ce l’hanno, significa che inizialmente dovremmo confidare in qualche invenzione individuale prima di vedere l’altra faccia della squadra che vorrebbe questo allenatore.
      Intanto auguri a lui per una pronta guarigione da questa influenza.

      • Antonio, ti ricordo che alla seconda abbiamo il Napoli…quelli che fanno i calendari non sono mica fessi…non è che col Parma ti fai la passeggiata ma col Napoli così presto la vedo dura.
        Poi, magari, la Juve vince largo…magari.
        Ciao.

        • Bisognerebbe stringere le chiappe e cercare di non perdere. Cosa vuoi che ti dica? Siamo indietro ma infierire, anzi fasciarci la testa prima che sia rotta in questo momento è prematuro.

  20. Mauro the Original

    Barone

    Se noti, Costa è un’ala atipica.

    Non va mai o quasi mai in fondo sulla sinistra per poi fare il cross ma egualmente anche ieri tentava sempre di accentrarsi. Aveva però molte più difficoltà in quanto con il destro tutto gli è più difficile. Oltretutto lui non alza quasi mai la palla in quanto gioca sempre palla a terra o molto bassa.

    Per quanto riguarda le prestazione di ieri, da sottolineare che la Juve ieri mattina ha fatto regolare allenamento a Torino, hanno pranzato e poi sono andati a Trieste per giocare.

    Chiaro che fisicamente non erano al top. Sinceramente mi pareva strano che la Juve fosse regredita, ma leggendo questo particolare allora ci sono molte attenuanti.

    • Costa è fondamentalmente un giocatore che salta l’uomo e crea superiorità, nel tridente con Ronaldo che parte da sinistra la pericolosità di Douglas schierato a dx non è tanto nella sua abilità di rientro e tiro o cross col mancino, quanto nella capacità di adottare come alternativa la ricerca del fondo per il traversone col piede debole e in questa fase iniziale della stagione col calendario in salita, Sarri che crede molto nelle sue qualità dovrà disciplinare tatticamente il suo talento per metterlo a servizio esclusivo del gioco di squadra.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia