Il mercato estivo della Juventus: tra salite e discese ecco la nuova Juventus


Scritto da Cinzia Fresia

Il primo round del mercato – quello estivo – è finalmente terminato.

La maggioranza dei tifosi juventini, in ansia, tira un sospiro di sollievo per lo scongiurato (al momento) pericolo circa lo scambio Icardi-Dybala.

Ma com’è andato il calcio mercato della Juventus?

Prima di esprimere un giudizio definitivo – positivo o negativo – si dovrebbero valutare Rabiot e Ramsey in campo, pedine necessarie per il nuovo assetto di centro campo di Maurizio Sarri. Se funzioneranno, potremo promuovere la dirigenza della Juventus per un mercato in entrata completo. A fine stagione precedente, la Juventus era ridotta piuttosto male: i reparti difesa e centrocampo, avevano urgente necessità di cambiamenti, ma soprattutto, la rosa andava adattata alle esigenze del nuovo allenatore.

Era necessario acquistare soprattutto un altro top player, dei difensori e almeno un paio di centrocampisti.
Rabiot Ramsey
Secolo d’Italia
Ma per comprare è inevitabile vendere dei “pezzi” interessanti al fine di monetizzare il più possibile. La lista dei possibili partenti prevedeva Mario Mandzukic, Blaise Matuidi, Sami Khedira, Gonzalo Higuain, Paulo Dybala, Daniele Rugani e anche Moise Kean, il giovane attaccante molto promettente, che tutti, avrebbero voluto al contrario vedere in bianconero.
La Juventus alla fine ha ceduto: Orsolini al Bologna, Spinazzola alla Roma, Rogerio al Sassuolo, Romero dato in prestito al Genoa, Moise Kean all’Heverton, Cancelo al Manchester City, e Luca Pellegrini – sempre in prestito – al Cagliari.

La cessione di Cancelo, già in preventivo prima della fine dello scorso campionato (per volontà del giocatore stesso di lasciare il club), ha concorso al finanziamento dell’acquisto – investimento di Matthijs de Ligt: asso olandese costato al club circa 80 milioni. La difesa si è vista così rinforzata in contemporanea ai nuovi arrivi, il turco Demiral, difensore centrale, e il brasiliano Danilo Luiz da Silva, terzino sinistro arrivato come contropartita di João Cancelo.

Difficile immaginare il reale andamento dei fatti: probabile che alcuni giocatori non siano stati venduti al prezzo stabilito dalla società, quindi ritirati dal mercato per poi riproporli nella sessione di gennaio. Sta di fatto che Maurizio Sarri si trova a dover gestire gli esuberi soprattutto in attacco, con due centrocampisti appena acquistati ancora da inserire nel contesto di squadra. Aaron Ramsey è ancora in fase di guarigione da un infortunio e Rabiot in rodaggio in quanto fermo da tempo.

Sicuramente Ramsey è il più idoneo all’idea calcistica del mister. Si tratta di un interno di centrocampo che può giocare come trequartista o in alternativa come esterno offensivo su entrambe le fasce. Anche Rabiot, quando raggiungerà la condizione, risulta un centrocampista adeguato a ricoprire, considerato il fisico imponente, un po’ tutti i ruoli della mediana.

Tuttavia, nonostante l’impegno e la buona volontà tra società e allenatore, non sono mancate le critiche soprattutto al giovane

La stagione della Juventus è iniziata, va detto, già con alcune traversie ed imprevisti gravi: dall’improvvisa malattia del tecnico all’infortunio di Giorgio Chiellini, episodio che ha imposto alla Società di “mandare allo sbaraglio” il giovanissimo Matthijs, il quale ha ricevuto un’ingiusta valanga di critiche per gli errori commessi in gara contro il Napoli.

Prima di parlare tuttavia bisognerebbe mettersi nei panni di un ragazzo, che a 20 anni dall’Olanda arriva in Italia nella squadra più blasonata e in vista, sapendo poco o nulla di come si gioca qua. È vero che in Champions l’ex Ajax ce le ha suonate di santa ragione, ma non possiamo pretendere che un ragazzino dall’esperienza così limitata sia in grado di sopperire al ruolo di Giorgio Chiellini, tra i più forti difensori del mondo e del suo tempo.

Solo un irrimediabile necessità ha spinto a schierare il giovane nell’immediato, il quale ha mancato sulla marcatura ad uomo: dovrà imparare, troverà tanti bravi maestri a partire dai portieri, Buffon e Szczesny.
Posso affermare che il ragazzo abbia fatto anche fin troppo: d’altronde considerando la condizione era prevedibile un calo.
Vorrei ricordare che non era presente solo De Ligt a difendere e la Juventus non è la prima volta che gioca contro il Napoli.

LE DOLENTI NOTE

Nel frattempo un altro episodio ha destabilizzato l’ambiente bianconero: l’esclusione di Emre Can dalla lista Champions redatta da Maurizio Sarri, il quale comunica al centrocampista tedesco-turco la dolorosa decisione con una telefonata lampo.
Non sono mancati i commenti da parte del giocatore – in ritiro con la sua Nazionale – di rimpianto e tristezza.
Insomma un calciomercato in uscita non proprio azzeccato, farcito di imprevisti e mancate considerazioni in cui il diretto imputato e responsabile è Fabio Paratici, accusato da più parti di non saper gestire il suo lavoro.
Ci auguriamo che si trovi un punto di incontro con Emre Can e che la situazione si chiarisca con il tempo: per la Juventus è fondamentale sfoltire la rosa, anche per rattoppare il bliancio parecchio in crisi.
(Tratto da “Gol di tacco a spillo”

Cinzia Fresia

  1. Mauro the Original

    Luna

    Ti rispondo qui, visto che ho letto tardi il tuo post.

    L’Inter vincerà lo scudetto? Potrebbe essere ma ciò non deve preoccupare i bianconeri.
    La Juve deve crescere a livello europeo e non fermarsi a coltivare il suo orticello.
    Volevamo vincere 50 scudetti di fila? Non serviva prendere Ronaldo de Ligt o altri.

    Sarri lo scorso anno ha vinto l’Europa League ed il Chelsea ha disputato poi una bellissima finale contro il Liverpool e se non avesse ceduto Hazard si sarebbe portata a casa la coppa.

    Guardiola ha vinto uno scudetto.

    Chi ha fatto meglio? A mio parere Sarri, che comunque ha preso una squadra disastrata e l’ha sistemata in pochi mesi.

  2. Allora domani si va a Firenze.
    Se facciamo valere le differenze fra le due squadre,sulla carta non c’e’ storia.

    Rimane la nausea per quei cori che alla fine nessuno fa qualcosa per evitarli. Se questo e’ un aspetto sportivo ditemelo, e ditemi anche se questa federazione e’ degna di tale nome.

    Se veramente si fara’ la lega e si va a giocare fuori, fra i benefici devo annotare che da calciopoli il mio desiderio e’ stato che la Juve andasse a giocare all’estero,danneggiando la figc in tutti i modi.
    Ora sembra che il momento e’ arrivato,spero si concluda in questo senso.
    Basta con i cialtroni.

  3. CONFERENZA PRE FIRENZE

    Ho appena ascoltato la conferenza di Sarri.
    Ha detto piu o meno le parole che un po’ tutti si aspettavano.
    Senza particolari rilevazioni.
    Diciamo che ha spiegato anche perché in questo momento gioca Matuidi: perché meglio si è calato nel ruolo che orbita intorno a Ronaldo.
    Certo, i suoi concorrenti non sono partiti alla pari per molteplici ragioni, vuoi per infortuni (Ramsey), vuoi per prolungata inattività (Rabiot).

    L’alter ego di Pjanic sarà Bentancur, mentre nessuna apprensione c’è sul fisiologico ambientamento di un giovane di grandi qualità come De Ligt.
    Apprensione che invece c’è da parte mia per l’assenza di citazioni su Dybala (anche per assenza di domande).

    Un’altra cosa : mi è sembrato un po’ troppo coccoloso con Ronaldo… “Il giocatore più forte al mondo” deve trascinare la squadra; non dovrebbe aver bisogno mica di una stampella chiamata Matuidi 🤔. Ma può essere sia stata solo una mia impressione…
    … A parte che in queste prime due partite, l’unico che si è comportato da vero fuoriclasse mi è parso Douglas Costa.

    Concludendo, sono estremamente fiducioso: una conferenza stampa estremamente seria, a tutto tondo sul tema calcio (analizzata anche la partita col Napoli) forse era da tempo che non si aspettava.

    Buon pomeriggio.

    • Errata corrige : un NON in più al penultimo rigo.

    • Concordo con il tuo commento all’intervista.
      Interessanti parole sui singoli e sulle scelte fatte finora, ma ancora più interessanti le osservazioni sull’atteggiamento che non dovrà più essere quello della cessione della palla e dell’attesa al limite dell’area.
      Poi, ovviamente, le parole dovranno tradursi in fatti sul campo. Ma le sensazioni sono buone.
      Non si è potuto lavorare a livello tattico negli ultimi giorni ma pare che la condizione fisica sia in crescita quindi mi aspetto una buona prova domani ed ovviamente una vittoria che aiuti ad acquisire sicurezze in un momento la squadra è ancora in costruzione.
      Se Ronaldo fa il Ronaldo per me Sarri può anche andare a rimboccargli le coperte la sera. È la nostra punta di diamante e sono d’accordo sull’idea di una squadra pensata per esaltarne il più possibile le capacità.

      • Che si cerchino di esaltare le qualità di Ronaldo mi sembra quasi scontato Chris.
        La cosa invece che mi preoccuperebbe è se la Juve diventasse Ronaldo-dipendente.
        Perché nel giorno in cui malauguratamente lui dovesse mancare ci potremmo trovare nei casini.

        Ciao

        • Certo non è mai positivo dipendere da un singolo, ma Sarri per filosofia promuove sempre il collettivo. Si tratta piuttosto di voler sfruttare al massimo un’arma letale come il portoghese. D’altronde capita anche al Barcellona con Messi.
          In ogni caso, anche dovesse assentarsi Ronaldo, nel nostro attacco non mancano le soluzioni. Soprattutto se Higuain ritorna in pochino quello di Napoli e Dybala si sveglia un po’.

  4. SI ABBASSANO LE VOCI SI SPENGONO LE LUCI E NEL BUIO LO SENTI SUSSURRARE…GRAZIE.

    Ecce homo…ha parlato.
    A parte gli scherzi, mi ha convinto quasi in tutto ma soprattutto in una, quando dice, domani bisogna pensare al campionato, alla Champions ci si penserà dopo..
    Buon pomeriggio bella gente.

    PS: Kris, grazie, il tuo pensiero nei miei confronti mi ha reso felice, sei riuscito a risollevarmi da un brutto momento che la nostra burocrazia mi ha fatto passare.
    Grazie ancora.

    • Caro Barone,
      Dispiace per la disavventura ma mi fa piacere averti ragalato, con così poco, un granellino di buon umore😉

  5. Abbiamo 4 attaccanti di ruolo fruibili e le gare sono tante.Dybala con CR7 non ha molta compatibilita’.
    Ronaldo va bene con chi fa spazi come ha fatto con Mandzu e ora Higua.

    Demotivare ulteriomente il ragazzo mi sembra controproducente e mi dispiace.
    Un problema.
    Qualche sprazzo deve giocare.
    L’allenatore ha detto che adesso le rotazioni sono difficili,spero che diventino facili a breve. I motivi sono lampanti. La stagione e’ lunga e difficile e in CL dobbiamo andare in fondo.

    • Tino,
      Le rotazioni sono difficili perché Sarri vuole fare quello che tutti gli chiedono, punti. Quindi si affida a chi gli da piú garanzie, ed al momento c’é un centravanti di ruolo che si é guadagnato il posto in allenamento.
      Dybala, secondo me, puó giocarci benissimo con Ronaldo non c’é nulla che lo impedisca, soprattutto in una squadra col baricentro alto. Se lavorerá bene credo che avrá il suo spazio.
      Purtroppo, come diceva Luigi, non hanno fatto domande a Sarri sull’argomento. Un peccato, mo’ chissá quando riparla il mister… :mrgreen:
      Ciao!

      • Ciao kris
        A parte che dybala mi piace e penso che,senza fare paragoni,la sua discesa sia iniziata con l’avvento di Ronaldo che resta,voglio precisare,fondamentale, penso anche che se continua cosi’ avremo un giocatore da vendere deprezzato.

        Ho visto,poi, che con Manzo e higua CR7 si trova a suo agio.tanto che Dybala era sul mercato anche dopo l’arrivo di Sarri.

        Puo’ darsi che Sarri possa collocarlo con Ronaldo, ma non sappiamo come lo vede.
        Io penso come Luigi che l’allenatore coccoli troppo il portoghese,,investendolo un tantino di autorita’ e che Sarri comunque non e’ famoso per il tournover,insomma,mi sembra il caso che con gli obiettivi che abbiamo, la rosa venga sfruttata al massimo anche per favorire lo sfoltimento.
        Ciao

        • Ops..
          Riguardo ai punti da fare, non ricadiamo nel solito discorso…c’e’ una rosa potente che non puo’ restare a fare le belle statuine.il compito dell’allenatore e’ proprio questo e Sarri fa l’allenatore.
          Non arriviamo a febbraio col fiato corto con il numero di giocatori che abbiamo . I punti si devono fare ugualnente e proprio per questo motivo averne e’ solo un vantaggio per un buon allenatore eh?

        • Anch’io vorrei rivedere il miglior Dybala ma credo che la sua flessione di rendimento sia iniziata già nella seconda parte della stagione 17/18 prima ancora che arrivasse Ronaldo. Poi Allegri non lo vedeva col portoghese.
          Come giustamente dici, non sappiamo ancora come lo veda Sarri.
          Sono in tanti in attacco ed ancora domani è la terza partita, ci sarà tempo.
          Molti stanno aspettando Sarri al varco per la questione della gestione della rosa, ma ancora si sono giocate due partite. Tutti inizieranno a giocare quando saranno pronti, per il momento urge di più un 11/14 affidabile.
          Su Ronaldo credo che ad investirlo di autorità siano piuttosto il curriculum, la professionalità e lo stesso club che gli paga uno stipendio ben al di sopra di tutti gli altri. Quindi Sarri, e credo anche i compagni, se lo coccolano perché sanno che conviene a tutti che il portoghese renda al massimo.
          Al Real riceveva lo stesso trattamento (squadra che giocava molto per lui) e qualche coppetta è arrivata…speriamo!😅
          Ciao

        • andrea (the original)

          Con Manzo era talmente a suo agio che si saranno passati 5 palloni in 1 anno.
          Anche questo resta un millantato dogma smentito dai fatti: nessun giocatore che da del tu al pallone può dialogare con uno che ci litiga.

  6. VIOLA-JUVE

    L’arbitro sarà Irrati, nato a Firenze e appartenente alla sezione AIA di Pistoia, originario di Laporecchio e vive a Pescia.
    Al Var colui il quale annullò il goal a Ronaldo. Mazzoleni.

    Senza polemica, così giusto per curiosità.
    Saluti.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia