Lezione di vita.

Articolo di Alessandro Magno

Inter Juventus è stata una bellissima partita prima di tutto. Ben giocata da entrambe ma soprattutto dalla Juventus che nel secondo tempo è venuta fuori prepotente e ha vinto meritatamente. L’Inter ha tenuto botta con le qualità tanto care al suo mister. Grinta, corsa, volontà. Peccato che queste qualità sono solo una parte di quello che concerne giocare a calcio e non siano il tutto. Peccato che queste qualità vadano maggiormente esaltate laddove non c’è qualità tecnica o ce ne sia poca. E da questo punto mi pare assai evidente che la qualità tecnica della rosa è nettamente a favore della Juventus. Mi sono divertito da gobbo a vincere ma mi sono divertito ancora di più ad osservare le lagne di Antonio Conte. Ha sciorinato tutto il repertorio classico: ” Siamo indietro e dobbiamo lavorare”, ”la juve è due categorie sopra”, il sempre verde ” stiamo portanDo la macchina a mille” ( questa la dice addirittura dai tempi di Siena), ma il top è stato l’esempio della Juventus che nel corso di questi anni è andata avanti mentre le altre sono andate indietro e, non solo ora è qualcosa di insormontabile, come un palazzo di venti piani, ma è addirittura un grattacielo. Rido. Quindi da un ristorante da 10 euro siamo diventati un grattacielo nel giro di soli 5 anni. Agghiacciante.

Cinque anni prima quando la Juve era considerata un ristorante da 10 euro l’allenatore era proprio Antonio Conte che si dimise di sua volontà a ritiro in corso. Ora la Juventus per parola di questo stesso allenatore è diventata una corazzata e una delle squadre più forti d’Europa (prendo sempre spunto da sue dichiarazioni pubbliche) mentre lui è tornato ad allenare una squadra che a suo dire è molto indietro. Forse una squadra da 10 euro? Chissà. Ma che carriera ha fatto Antonio Conte lontano dalla Juventus mentre la Juve ”pam , pam , pam (cit.) cresceva anno per anno? Antonio Conte ha raccolto un campionato inglese con il Chelsea che però ne aveva vinto uno due anni prima con Mourinho (anche se Conte prese la squadra che era arrivata decima) e una Coppa d’Inghilterra. In mezzo una bella esperienza con una delle Italie peggiori di sempre, che si conclude con un bel campioni di uscire a testa alta. Notevole! Ma non va in bacheca. La Juventus di contro senza Conte e con Massimiliano Allegri vince 11 trofei ovvero 5 scudetti 4 coppe italia e 2 supercoppe italiane, inoltre giunge due volte in finale di Champions perdendo nettamente entrambe le volte va detto, tuttavia giunge in fondo a una competizione in cui Conte non ha mai disputato neppure una semifinale.

Quindi la Juventus nel corso degli anni ha continuato a crescere mentre la carriera di Conte diciamo non ha avuto alcuno sprint. Forse lasciando la Juve si illudeva di esser chiamato dal Barcellona o dal Real Madrid, ma ad oggi è stato chiamato solo da squadre inferiori alla Juventus per storia, vedi il Chelsea, ma se non vogliamo denigrare troppo i nostri avversari dell’Inter, che hanno un palmares internazionale e nazionale sicuramente migliore del Chelsea, almeno per condizioni attuali della squadra ( ri-sottolineo che sono parole dette dallo stesso Conte). Però il buon Antonio a causa di una stampa sempre molto amorevole e indulgente con lui (da quando ha lasciato la Juve perchè prima era da radiare) ha avuto un’impennata mostruosa del suo stipendio. Lasciò la Juventus con un fresco rinnovo a 3 milioni di euro a stagione e ora dopo 5 anni in cui ha vinto assai poco, ha uno stipendio all’Inter di 12 milioni l’anno risultando il più pagato della serie A. Stipendio quadruplicato per aver vinto una Premier League? Pure Ancelotti l’ha vinta, Mancini e finanche Ranieri che ha fatto una impresa storica maggiore della sua. Tanto per parlare di denaro Sarri ne guadagna 6 e Allegri ancora sotto contratto 7,5. Praticamente con quello che la Juventus, ovvero il grattacielo, paga 2 allenatori, il ristorante da 10 euro ne paga uno. Curioso. Ma questo chef del ristorantino da 10 euro è davvero così bravo da meritare uno stipendio da ristorante a cinque stelle?

Non voglio fare le pulci all’Inter è giusto che spendano i loro soldi come meglio credano e neanche voglio dire che Conte sia un cattivo allenatore. Lungi da me. Però Conte è stato da noi per 20 anni e dire che lo conosciamo bene è un eufemismo. Lo conosciamo come le nostre tasche. Conte è molto bravo in alcune cose dove anzi eccelle. Preparazione atletica e motivazionale dove è in assoluto il numero uno. Le squadre di Conte corrono a mille e riesce a far dare il 150% a quasi tutti i giocatori soprattutto i medi o mediocri che dir si voglia, che hanno bisogno di avere tanta fiducia e tanto sprone da parte del loro allenatore. Quello è il suo pane. In altre questioni invece ahimè è mediocre anche se nessuno lo dice, come la lettura delle partite ad esempio. Mai un cambio indovinato sempre cambi ruolo per ruolo. Mai un invenzione un colpo di genio. Penoso anche l’utilizzo del modulo di gioco. Ad oggi credo sia l’unico allenatore al mondo che non ha una valida alternativa al modulo primario della squadra. Lui gioca 352 contro tutti gli avversari che siano il Real o il Lecce e soprattutto cosa grave, gioca con questo modulo in ogni situazione indipendentemente da ciò che fanno gli avversari se usano o meno un maggior numero di attaccanti o difensori. Per lui è sempre 352. Valverde e Sarri cambiando la disposizione delle pedine in campo lo han mandato in tilt.

Altra questione su cui è veramente scarso è la tenuta della squadra. Lui manda sempre la macchina a mille anche quando rischia di fondere. Infatti con il Barca e con la Juve han tenuto un tempo. Allora uno si chiede perchè non farli andare meno? Ci sono dei momenti della partita in cui le forze vanno gestite e se l’obiettivo è durare 90 minuti se scoppi dopo 45 non sei bravo. Ancora più scarso è nella scelta dei giocatori. Veramente Conte di giocatori non ne capisce nulla. Alla Juve era innamorato di Giovinco e Vucinic e si voleva far prendere Iturbe e Jovetic. All’Inter mi auguro che il mercato glielo abbia fatto Marotta ma sostituire Icardi con Lukaku è da fessi. Icardi come bomber vale 10 Lukaku che è un buon giocatore ma ha delle lacune tecniche evidenti. Altra cosa e ultima dove è veramente il peggiore in campo sono le dichiarazioni post partita. E’ una continua lagna e quel continuo lamentarsi della squadra e dei giocatori che stanno facendo il massimo ma quelli sono, alla lunga logora l’ambiente. Di fatto sono una scusante alle sue capacità che non devono mai esser messe in discussione. Se lui allena giocatori scarsi che colpa ne ha, infondo è già tanto quello che riesce a cavare da queste rape. All’inizio i giocatori sono contenti di lui si butterebbero nel fuoco come dichiarato da Barella (immaginate voi CR7 dichiarare ”mi butto nel fuoco per Conte” fa già ridere), poi invece questo atteggiamento da superuomo sempre con il mal di pancia stanca e infatti spesso accade che i giocatori non lo seguano più. E quando ha stancato i giocatori stanca anche la società che si trova, non un collaboratore fedele, ma un continuo rompiscatole a cui non va bene mai nulla. Uno che di fatto per giustificare se stesso mette in difficoltà la società davanti ai tifosi.

Indubbiamente Conte all’Inter è l’uomo giusto al posto giusto. Sono in una situazione di ricostruzione e gli serve un uomo così. Altrettanto indubbiamente Conte lasciando la Juve ha fatto la cazzata della vita perchè è evidente che se fosse stato più bravo e più paziente avrebbe potuto avere lui i titoli di Allegri e ora si troverebbe sul grattacielo e non nel ristorantino. Io da tifoso concludo che si sono stato ”contiano”. Addirittura lo invocai con Perinetti quando prendemmo Ferrara e c’era Secco, quindi sono stato ”contiano” prima di tutti. Però ora non lo invidio e non lo rimpiango. Anzi ringrazio che ora siamo diventati così forti da aver bisogno ”solo” di un allenatore bravo e non di un Masaniello. Buona vita Conte. Grazie di tutto ma preferisco Sarri.

  1. ANDREA AGNELLI

    Ospite allo Sport Business Summit di Londra, Andrea Agnelli ha stuzzicato la platea con una battuta in merito alla tardiva evoluzione del calcio europeo: «Io sono contento se la Juventus vince lo scudetto ancora per i prossimi 20 anni, mica mi dispiace, ma è questo quello che la gente vuole?».

    Poi sul recente confronto con l’inter di Conte: «Bella partita a San Siro, i nerazzurri sono concorrenti per il tricolore. Ma sono convinto che se hai la squadra più forte nel corso delle 38 partite hai la meglio».

    La Juve è la squadra più forte…un po’ (?) carente a centrocampo.

    • Barone

      In effetti c’è stato un momento della partita, quando Higuain è subentrato a Bernadeschi con Dybala sulla trequarti, in cui il pressing della Juve è stato meno efficiente permettendo all’inter di alzare il baricentro e riprendere il controllo del pallone. E’passato qualche minuto in cui la Juve ha perso le misure dell’avversario, con Dybala che come ha detto Sarri dopo la partita ha un pò sofferto (causa anche la stanchezza) lo spostamento in un ruolo più dispendioso. Se un appunto si pùò fare a Sarri è quello di non aver immediatamente riequilibrato la squadra inserendo subito un altro centrocampista al posto dell’affaticato Dybala (come ha fatto qualche minuto dopo),e spostando Bentancur sulla trequarti nella zona di Brozovic.

      • @Gioele
        Comunque Sarri ha subito (?) corso ai ripari…diciamo lui oppure un suo collaboratore a fargli capire la cazzata delle tre punte.
        Khedira si sa oltre l’ora di gioco no va, Matuidi corre e corre per lui e per tre…arriva ad un certo punto credo le forze manchino pure al maratoneta…ovviamente Pjanic se non è protetto non verticalizzazione più…bene ha fatto a far uscire Dybale, stanco, e far entrare Khedira2.
        Immediatamente l’inter è stata respinta dietro.
        Ora non vorrei attirarmi le ire di nessuno, ma ti chiedo: secondo te perché il ritorno di Buffon ?
        Lo ha rivoluto Agnelli oppure Nedved…in poche parole…qualche suggerimento lo potrebbero dare Nedved e Buffon ?

        Ciao

        • Barone

          Francamente ti dico che è un dubbio ventuto anche a me, poi magari non è così e i cambi sono stati tutti farina del suo sacco.

          Ciao.

        • andrea (the original)

          Il cambio nei fatti non ha pagato perché, come detto da Sarri e dallo stesso Dybala, è subentrata la stanchezza.
          Ma sinceramente è stato un segnale che a me ha esaltato e, psicologicamente, credo abbia fatto bene anche alla squadra: stiamo dominando, vogliamo vincerla.
          Un cambio italianista avrebbe forse trasmesso alla squadra il messaggio “difendiamo il pari” e poteva essere un segnale di paura dato all’avversario.

      • La Juve ha giocato col tridente esattamente 9 minuti, dal 62^ al 71^, quando al posto di Dybala è entrato Emre Can…
        La Juve al 62^ stava dominando e il nostro allenatore ha ammesso candidamente a fine gara che con Bentancur e Higuain voleva dare la spallata finale all’Inter: ci ha messo poco ad accorgersi che le misure a centrocampo erano saltate, e dopo 7-8 minuti ha detto a Can di entrare…
        Il resto è storia…

      • Ps… Dirò di più : ho la sensazione che se Sarri non avesse avuto a disposizione il terzo cambio, non avrebbe azzardato il “tridente” in quella fase della partita…

        • I cambi oltre che per sostituire gli infortunati servono anche e sopratutto nel momento in cui c’è la necessità di correre ai ripari perchè qualche giocatore in campo mostra segni di affaticamento e in una situazione del genere a volte bastano pochi minuti per capovolgere l’esito di una partita, come è accaduto in quei 7-8 minuti nei quali solo la mancanza di qualità davanti non ha consentito all’inter di farlo.

    • andrea (the original)

      Questo fa dedurre che qualche domanda se la sia posta anche lui e non solo, come spesso ho letto, Nedved e Paratici.

  2. Caro luigi
    Quindi, meno male che l’ho fatto il classico e pure bene.
    Dovrei liberarmi delle catene per cogliere la verita’ e uscire metaforicamente dalla grotta. Se no quardo una parete,mi pare..
    Ma stai bene lui? Perche’ non la penso come te e aspetto a giudicare, devo liberarmi? Praticamente chi non e’ con voi non conosce.
    AIUTO meno male che la verita’ ce l’hai in pugno.bravo e modesto…
    Percio’ la luce ce l’hai solo. Tui?
    Ma vai va’. Passeggiata con badante.
    Ah scusa se aspetto un mesetto mi salvo?

    • Hai ragione, non e’ un’offesa, e’ presunzione.peggio.

    • Sei un amico Tino, ti aspetto all’imbocco della Caverna per guidare i tuoi passi nel mondo reale…
      Tranquillo, sono io la tua “badante”… Appoggiati pure al mio braccio, non ti lascerei mai cadere. Lo sai 🤗

      • Sei un mito,paragoni Sarri a qualcosa di intelligibile, ma vuoi esasperare il concetto.
        Dimmelo perche’ se no accorro io,
        Aho’ ma si puo’ stare a vedere sta cosa di Sarri o dobbiamo ricorrere alla filosofia?
        Badante, maschio, cosi’ sei fregato.

      • Accorri pure Tino. Sarri potrebbe aver bisogno di consigli. Prima però – da uomo-gli dovresti delle scuse per averlo cricifisso a più riprese, con rancorose pretese.
        Non è più un nemico. Prima te lo fai piacere e meglio è (per te).

  3. LA STORIA

    Credo che la vera storia siano gli 8 scudetti consecutivi e i 5 che mai nessun allenatore in Italia aveva mai vinto.
    La storia non la fanno le chiacchiere di un blog.

  4. CICCIO, gli inizi non sono niente male, io parlo di continuità che si puo’ valutare solo col tempo.
    Ripeto,non ho uno storico.

    Lo vuoi capire che non possiamo permetterci buchi e che sarei cosi’ anche se ci fosse Guardiola? Come lo sono stato anche con Allegri.

    E’ tanto difficile comprendere che non è antipatia, ma è lui che si deve far piacere con le vittorie.Io non aspetto altro.

    Comunque a bomba,anche se non c’entra, ma mi fa piacere ricordarlo, Platone era un po’ sciroccato, leggi qualcosa di Aristotele che gli girò a largo.

    • Tino

      Vorresti dire che la Storia finora sta dalla parte dell'”aristotelico” Allegri e non del “platonico” Sarri? 😀 😉

      • Gio
        Aristotele era un po’tutto,con orizzonti vastissimi in tutte le discipline. Diciamo che inizialmente mise un po’ di ordine nell’eccessivo platonismo per nulla pratico e se pur grande, molto teorico e sognante.
        Aristotele ti stupisce per l’organicita’ applicativa in tutte le scienze,nel pensiero,poi un metodo delle categorie classificabili.astonomia matematica ecc ecc.
        Certamente il pensiero aristotelico era concreto e guida alla vita.
        Sarri platonico e Allegri Aristotelico?
        Mi sembra una distinzione drastica.

        Diciamo che se Sarri mettesse a frutto con vittorie in maniera certa e continua il bel gioco, sarebbe perfetto.
        Questo non lo sappiamo ancora, fino ad oggi Sarri non e’ riuscito. Spero che lo faccia con la Juve.

    • Mettere in contrapposizione i due più grandi pensatori del mondo antico, mi pare francamente un po’ pretenzioso.
      L’allievo si affranco’ presto dal maestro perché, come tutti i geni, aveva una sua originalità, soprattutto didattica.

      Chiaramente -in breve-, noi moderni non possiamo che definirci aristotelici.

      • L’utopia anche meravigliosa di platone non poteva collimare con Aristotele.certo che erano in contrapposizione, pur essendo due grandi. Guarda che Aristotele non era un materialista acceso. Non confondere il termine aristotelico con materialismo,era pratico e piu’ intelligente che sognatore.
        Ma erano in contrapposizione.

      • Mi premeva sottolineare che sono due grandisdimi.
        La “contrapposizione” fisica comunque non c’è mai stata tra loro visto che quando morì “Spallone”, Aristotele aveva 36 anni.

        Grazie per la precisazione, ma non ho mai pensato ad Aristotele come a un materialista.
        Lasciami usare un termine desueto: leggendolo si ha sempre la sensazione di un sistemico, ovvero un “organizzatore” dei pensieri.

        Ciao.

  5. Leggo ora e mi sa che devo precisare quello che potrebbe sembrare una contraddizione. Non mi gaso perché so che siamo ancora all’inizio e che ci saranno molte battaglie “ sportive” da affrontare. Allo stesso tempo sono fiducioso perché vedo in questa Juve potenzialità tali da poter diventare una schiacciasassi. Dico pure di più. Preferirei incontrare le migliori d’europa quanto prima perché in questo momento ho idea che questa Juve sia messa meglio delle altre.
    Se vedete delle contraddizioni in ció che dico mi farebbe piacere rendermelo più chiaro.
    Sono pure convinto e lo dico a priori, che Sarri è un ottimo allenatore, ma che se dovesse fallire, con questa Juve, sono convinto che non avrà altre chance , e al pari del suo predecessore, dovrà lasciare questa squadra. Questo perché, e forse qualcuno ancora non si è reso conto, questa Juve a livello tecnico e di uomini è la più forte di sempre.
    Più o meno con questa squadra ha vinto pure quel tecnico che è stato poi licenziato perché ritenuto inadeguato e , per 5 anni consecutivi, ergo oggi si pretenderebbe di più, sennó Sarri che ci sta a fà?

  6. Per me Sarri non sta alla Juve solo per appagarmi per il bel gioco che riesce a far fare alla squadra. Il bel gioco deve essere il complemento alla “vittoria” . Non dovesse coincidere questa unione fondamentale , crollerebbe ogni castello.
    Sapete quanto mi frega, e credo a tutto il resto del popolo Juventino, mettere all’angolo per 90 minuti un Manchester o un Real Madrid e poi uscire dal campo sconfitto.

    • Anche tu sembri dare un certo credito al dualismo gioco/risultati…
      Ma allora è una fissa !
      E purtroppo ho pure la sensazione di sapere chi ha messo in giro questa panzana…

      E col gioco che si raggiungono i risultati da che esiste il calcio. Mettiamocelo bene in testa, soprattutto in questa fase storica.

      Il calcio concede per sua natura – ogni morte di Papa-, vittorie estemporanee senza gioco (Chesea, Di Matteo). Ma a noi quelle non interessano.

      Notte.

      • Non dico il contrario, sei tu che estrapoli quello che non ho detto. Parlo di accoppiata “vittoria-gioco efficace e magari piacevole “ che si dovrebbero integrare per il risultato finale per consentire a questa Juve di “ vincere” o meglio di raggiungere quell’obbiettivo per cui è stato assoldato Sarri. Ho solo specificato che se non dovesse “questa Juve” poterlo raggiungere non ci saranno altre opportunità per Sarri, tutto qua. Credo si punterà ancora più in alto con magari Guardiola, ma a questo non ci voglio pensare e mi auguro che quello che abbiamo sia sufficiente per raggiungere quello che dirigenza e tutti i tifosi si aspettano.

      • Luigi
        Ci sono vari tipi di gioco calcio.
        Vediamo se Sarri,deliziandoci, ci fa anche vincere.
        Dobbiamo aspettare perche’ fino ad oggi non e’ successo.
        Dualismo? No solo che dobbiamo sperare che con la Juve ci riesca. Vedremo.chiaro che vincere giocando come sarri sarebbe bello.necessitano solo verifiche.
        E non vorrei ripetermi oltre.
        Ciao

    • Ps Alla Continassa si allenano tutti i giorni a fare triangolazioni volte a mettere un uomo in condizione di tirare comodamente in porta (c’è pure il link).
      Secondo te lo fanno per dire a se stessi quanto sono belli o per vincere le partite ?

      • Guarda che alla Continassa si allenavano pure prima e non sono arrivati risultati estemporanei se è vero che negli ultimi anni la Juve ha vinto 5 scudetti e tutto il corollario comprese 2 finali di Champions. Potrai dire che è mancato qualcosa, e su questo ti posso pure dare ragione, ma si parla di una squadra meglio attrezzate è meglio gestite al mondo. È forse questo quello che contraddistingue una vittoria di Di Matteo e le vittorie ( continuative) di Allegri che tanto rinneghi, Luigi. Io guardo avanti con ottimismo non mi fermo a ricordare il passato e questo passato in cui la mia squadra di tifo ha vinto non la rinnego di certo. Questo è il punto in cui abbiamo divergenze Luigi caro, non altro.

      • Azzz secondo te con Sarri io sarei pessimista ?
        Ho scritto mille volte – inutilmente- che il confronto con la Juve dello scorso anno viene naturale nei discorsi dei tifosi… Non perché uno vuole sparare su Allegri.
        È nella naturalezza del discorso che si fanno confronti, evitiamo -almeno noi- stupide barricate ideologiche. Grazie

  7. Dunque, la scorsa stagione Benatia giocava poco… infatti a gennaio se ne è andato…. naturalmente colpa di Allegri…
    mi sembra di averlo scritto a novembre 2018 se non gioca queste partite… andrà… ed è arrivato Caceres… e siamo usciti dalla coppa Italia… con l’Atalanta Desciglio e Careres centrali..
    Dunque, stagione corrente, sembrerebbe, dico sembrerebbe, che alcuni giocatoti giochino poco, altri non giochino proprio… ma potrebbe essere una VISIONE distorta… magari a gennaio se ne vanno e chissa chi arriva o se arriva… naturalemente è colpa di Allegri, mi sembra ovvio e pacifico… ha ancora un anno di contratto e l’influenza aleggia…
    Cerchiamo l’allineamento… Sarri ha INVENTATO le triangolazioni… ohh

    • Le triangolazioni le ha inventate il calcio… Epperò noi ora le vediamo sul campo.
      Al posto dei mille traversoni dalla trequarti di qualche tempo fa…

      “Là dove c’era l’erba ora c’e
      una città”

      Buongiorno 😜

      • Beh, Luigi. Spero che ti sia sbagliato a scrivere visto che il grande Adriano era molto nostalgico con quella frase e li capisco xché anch’io preferisco l’erba alla città. Quindi spero che dove prima c’era una città ora finalmente c’è l’erba. Se poi ci mettiamo che il calcio si gioca proprio sull’….erba…😁😉

      • … una “città” di idee, Germano.

        Buongiorno

      • Le ‘tringolazioni’ a Rugani e Demiral le facciamo fare sul cemento o sull’erba?
        Oppure possono ‘triangolare’ con le idee dalla panchina…
        Qunado serviranno saranno pronti…

      • Germano: beh, nel tuo caso -a parte l’erba- vedrei adatta “La Città del Sole” di Tommaso Campanella. 😉

        • Mah, sono andato a vedere un po’ cosa fosse e sinceramente visto che a me soprattutto in attacco piace lasciare piena libertà ai calciatori di fare ciò che vogliono soprattutto se hai tutti grandissimo campioni come li ha la Juve.

          • …mi è partito il post…dicevo…Non credo che mi si addice molto. Io non sono contrario all’innovazione. Sono contrario all’innovazione estrema, quella x intenderci che (secondo me eh) ha portato alla deriva il pianeta e non c’era certo bisogno che ce lo dicesse una ragazzina (O forse sì…) e questa è un’altra nostra (nel senso di adulti) grande sconfitta.

            • È interessante notare, a proposito del domenicano Campanella, che scrisse nel XVII secolo, come certe idee ritorneranno nei secoli successivi : mi riferisco alla negazione della proprietà e delle libertà personali 🤔

              • Occhio xrò Luigi xché la mia libertà conosce dove inizia la tua. Non posso fare quello che mi pare, soprattutto se una mia azione può comportare danni al mio prossimo chiunque tu sia. Poi come ben sai personalmente parto da un punto fermo e cioè che la mia vita non è la mia ma un sono di Dio (stavolta scritto in maiuscolo) e un giorno gli dovrò rendere conto di come l’ho vissuta. Poi ovviamente c’è chi la pensa in modo opposto e di solito (ma non sempre eh) non gliene può importare nulla dell’altro. Godo e il mio godimento porta problemi agli altri? Ecchissene…

    • andrea (the original)

      Quando non hai nulla da dire non serve farti prendere dall’incontinenza.
      Hai parlato con Greta? Se non ti risponde prova con la De Filippi.

  8. LA LEGGE DELLA CONTESA

    Passeggiando nel bosco stamattina mentre cercavo funghi ho incontrato Aristotele e Platone, anche loro per funghi, camminavano in paranza ma lontani almeno 10 mt l’uno dall’altro…i due nun se pijano manco pe gente…li chiamo con educazione e questa volta insieme mi fanno: “cosa vuoi tu misero ignorante”.

    Azz, faccio a mente mia, li mortè m’hanno riconosciuto.

    No, scusate, solo una piccola domanda…sul blog se litiga a più non posso…Juventus, allenatore, moduli e cazzate varie…ognuno crede di avere ragione.

    A sto punto Platone mi dice: dovete dire al vostro allenatore che l’inizio è la parte più importante del lavoro.
    Azz, faccio io, già te sei spicciato.

    Ecco che parla Aristotele e mi dice: da quello che ho potuto capire state tutti i giorni a litigare…ma è normale.
    Perché tutto ciò che si oppone converge, e la più bella delle trame si forma dai divergenti, giacché tutte le cose si formano secondo contesa.

    Je dico, a sor maè me sa che nun ciò capito ‘gnente…però sta frase me sona bbene.

    Grazie mille e se vedemio !

    Comunque mi pare che i vegliardi abbiano ragione. Dite de no ?

    • Hanno tanta ragione,Max.
      Molto bella come allegoria.
      Ci mancava socrate,ma chissa’ dove era finito.era difficile…ma divertente.

      • 👍
        Tino tu pensi che Socrate si abbasserebbe a tanto ?
        Cioè a parlare con me.
        🤔

      • No Tino…eccoti accontentato…stavo in bici ed è arrivato anche Socrate…gli ho fatto la stessa domanda e mi ha detto: il computer è pieno di virus…giorni fa chattavo con uno chiedendogli chi poteva ripulire l’aggeggio…mi ha suggerito un certo Eraclito…questi è uno che sta sempre in giro, tutto quello che sta fermo gli fa schifo.
        Insomma vuole mammina.

        Azz, dico io, ci manca solo Eraclito sul blog !
        😜

      • Bellissimo incontro Barone!

        Ma se andavano per boschi insieme tanto contrapposti non erano…
        E la dritta finale di Aris vale soprattutto per noi : quando la contesa è schietta, ognuno il parere dell’altro un po’ l’accetta.

    • Bella Barone👏👏👏

    • Bravo Barone davvero divertente, sei il Talete del blog 🙂

  9. Queste continue diatribe francamente sono stucchevoli.
    E’ chiaro che il bel gioco DOVREBBE portare anche vittorie. Ci credo.cosi dovrebbe essere.
    Ma il fatto,parlando di Sarri, che pur apprezzando non posso essere matematicamente certo,perche’ il calcio ha infinite possibilita’, mi porta,ci porta, ad essere cauti se pur con antusiasmo.
    Questa non e’ una colpa mia ma di Sarri che ora alla juve spero inizi a. Vincere.
    Insomma, citofonare Sarri.
    Potrete continuare a sbraitare. Io mi devo convincere da solo e le partite sono state poche.
    Ricitofonare Sarri. Int. 1
    Capirete che nemmeno lui,l’artefice ha tutte quelle certezze un po’ infantili che predicate. Forse fra tre mesi potremo vederle come serie probabilita’

    • Ciao Tino,
      Ma nessuna squadra d’Europa ha la certezza di vincere a ottobre, non siamo messi peggio degli altri. Anzi, le probabilità di vincere almeno in Italia sono molto alte.
      In questo periodo gli allenatori si preoccupano di far funzionare le loro squadre.
      Non capisco che colpe abbia Sarri, non ti da sicurezze per non aver vinto scudetti?

      • Kris
        Noi puntiamo alla CL. E comunque dobbiamo evitare pause di vittoria che possono significare un fine ciclo.
        Ti rigiro la domanda
        A te da affidamento solo perche’ ha vinto in Inghilterra una Eur.Ligue? Non credo,tu vedi giocare bene quindi credi che vincera’.
        OK
        Io dico che fa giocare bene ma che ancora qualcosa non ha funzionati, allena da anni e non ha avuto granche’.
        Quindi
        Spero che con questa Juve e con quanto ha a disposizione superi questo eventuale problema.
        Io sono sempre scettico comunque anche con allenatori vincenti quaando arrivano.

        • Mamma sta tastiera..scusa

        • No, non è che credo che vincerà perché il gioco sia diverso, credo che abbia le stesse probabilità avute da Allegri o che avrebbe avuto un Guardiola o altri.
          Sono contento se migliora il gioco perché costituisce una crescita, un mettersi in linea con altri club vincenti.
          Il curriculum di Sarri lo guardo con occhi diversi, perché non avrà vinto titoli ma ha ottenuto comunque risultati. Contendere uno scudetto alla Juve con quella squadra, o fare tutti quei punti è anche un risultato. Come per l’Atalanta di Gasperini arrivare in Champions.
          Dipende dai mezzi che hai, lui non ha mai guidato una squadra con reali possibilità di scudetto. Ma l’unico trofeo alla sua portata, la coppa UEFA, l’ha vinto.
          Col Napoli vi rinunciò perché sai bene che a Napoli lo scudetto, in più strappato alla Juve, sarebbe stato come una Champions.

      • Il vero ed unico fallimento nella carriera di Sarri sarebbe se non vincesse niente alla Juve.
        Due anni fa con una squadra palesemente inferiore stava per soffiarci lo scudetto.

        Perché la Storia è ancora lì per chi vuol leggerla sul serio:
        Noi a 3 minuti dalla fine di quel Inter-Juventus perdavamo 2-1… Sfido chiunque qui dentro a dire che in quel momento ha pensato di vincerla 2-3 !

        • Se, se e ma. Si da il caso che Higuain segnó e che la Juve rimise a posto il risultato. Questi sono i fatti. Fu ridicola la scusa che il Napoli poi perde nella camera d’albergo quel campionato. Giocó contro la Fiorentina e sapeva che aveva un solo risultato a disposizione per coltivare l’illusione di poter vincere lo scudetto. Non facciamoci prendere in giro dalle scuse della volpe che non arriva all’uva, visto che ci siamo spostati a ricordare pure i filosofi.
          Mi sembrava anzi era la litania dell’inter del 1998 e di quel simoni che non vinceva contro la Juve, ed ancora oggi pretenderebbe quello scudetto pur essendo poi arrivato a distanza siderale da quella Juve.
          Chi merita di più arriva alla meta prima degli altri, non ci facciamo abbindolare pure noi dai perdenti frustrati. 4 anni addietro la Juve partì ad handicap e nessuno ne seppe approfittare ( il Napoli contava ancora del miglior Pipita). Ecco dovrebbero mangiarsi le mani per le occasioni perdute non delle “ ipotetiche fortune “degli altri.

  10. L’AZZURRO PERDUTO

    Ma siamo sicuri che la Nazionale non interessi più a nessuno ?

    A parte noi tifosi in generale, ma qui sembra che la federazione vada un pochettino per conto suo.
    L’azzurro era il nostro marchio e lo hanno sostituito con il verde…sparito anche il Tricolore sul cuore.

    Mah !

    • Oltretutto un verde discutibile.
      Ragioni di marketing,dicono, come la maglia della Juve 2019.
      E mo come si chiamano, i verdi?

  11. @Andrea

    E’ stato credo lo stesso Sarri nell’intervista post-partita a dire che l’innesto di Higuain era per provare a vincere la partita, un’intento sicuramente da apprezzare, non è certo questo l’appunto o il punto su cui ho provato a discutere ma il fatto che anche solo per una manciata di minuti sono cambiati gli equilibri in campo fra le 2 squadre, parere ovviamente del tutto personale, pur con Benta al posto di Khedira questo cc sia per caratteristiche tecniche che fisiche non è in grado di sostenere il modulo con 3 punte, Ronaldo-Higuain-Dybala, e per 7-8 minuti (fino al cambio Can-Dybala) la Juve ha permesso all’inter di riprendere il controllo del gioco e alzare pericolosamente il baricentro, situazione in cui come ho scritto in una risposta sopra a volte bastano anche pochi minuti per ribaltare l’esito di una partita che si sta provando a vincere, ma in questo caso di fronte fortunatamente c’era una squadra che non ha grande qualità davanti e non è riuscita a farlo.

    • Andrea (the original)

      Vero, infatti ho detto che nei fatti il cambio non ha funzionato; io comunque lo preferisco in termini di segnale psicologico alla squadra e all’avversario rispetto a un cambio difensivo ma in quei 10 minuti sicuramente il dominio della partita ne ha risentito.
      Poi bisogna capire se non ha funzionato domenica o se proprio non possa funzionare, lo vedremo.
      Personalmente credo che un tridente si possa sostenere ma lo vedo più con Costa insieme a Ronaldo e Dybala (o Higuain).
      Chiaro che il centrocampo in quel caso debba essere diverso: io prediligo Rabiot-Pjanic-Ramsey perché i due nuovi sono abituati a giocare in squadre offensive e la fase di contenimento sono in grado di farla.
      Emre è una ottima opzione alternativa se Rabiot non si sveglia.

      • Costa o Ramsey dietro Ronaldo e Dybala o Higuian formerebbero un trio d’attacco fra i più forti (se non il più forte) in Europa. A centrocampo imprescindibile Pjanic qualche dubbio su Rabiot resta, tecnicamente forte non altrettanto dal punto di vista mentale, a differenza di Ramsey a cui non manca nè l’uno nè l’altro, Bentancur ed Emre Can un gradino sotto entrambi sullo stesso piano.

        • Gioele mi ripeto
          Non passerà molto e vedremo le tre punte…ovvio che il centrocampo con Khedira, grande quanto vogliamo e Matuidi mordicaviglie, non possono supportare i tre davanti ma con Ramsey, Pjanic e Emre Can in Italia visto che la Champions non la può giocare sarà veramente un centrocampo molto forte…poi in Europa metti Ramsey e il risultato non dovrebbe cambiare.

          Ciao

  12. Grazie ragazzi, i complimenti fanno semprenpiacere, poi fatti da voi hanno un valore aggiunto.

    Scusami Giorgio…hai detto Talete ?
    Ma questi era un Filosofo, Matematico e pure Astronomo…io ho fatto …niente…la professoressa si era innamorata di me per quante volte ho ripetuto gli anni…ma lo si capisce da come scrivo.
    Ahahahah

  13. DON BALON

    Il Don Balon è un portale spagnolo specializzato in Calciomercato…e da lui si apprende la notizia del probabile addio di CR7 alla Juve.
    Il giocatore, secondo Don Balon, sarebbe intenzionato a ritornare o al Real oppure allo United.
    Ma come, noi che tanto speravamo…ora sicuramente si apriranno nuovi dibattiti…il primo ? Non va d’accordo col Pipita o con Sarri ?

    Entrambi i club, Real e Manchester, gli avrebbero già offerto un ruolo da ambasciatore nel mondo, tornando dunque in forte pressing sul fenomeno portoghese: insomma, i Blancos e i Red Devils continuano a spingere forte per riportare tra loro CR7 il prima possibile.

    Mi auguro che la Juve ricorra subito ai ripari…ovviamente non rispolverando Mariolone…ci mancava pure Don Balon.

    Buongiorno bella gente

  14. Buongiorno
    Max da circa un mese e’ trapelata la notizia
    Che il MU e’ stato addirittura contattato da Ronaldo che pare aspirasse di approdare nel regno unito.
    Naturalmente il contatto c’e’ stato e staremo a vedere. Di sicuro CR7 non si fermera’ a lungo,anche perche’ consigliato in tal senso,vista l’eta’.
    Operazioni di Marketing funzionali. Magari aspetta proposte anche dalla Juve.

    Certo bisogna vedere le pretese,su questo citofonare AA int 1.

    Chi sa,se ci faranno un bilancio economico dell’operazione Ronaldo alla Juve, penso positivo comunque.

    • Vado a buttare sto cellulare. Ma perche’ mette punteggiatura non richiesta?

    • Tino

      Purtroppo la Juve l’Ambasciatore ce l’ha già…che je potemo da offrì ?
      Al limite il “manichino” vivente al JMuseum.
      Belin, Andrea Agnelli col caratteraccio che cià,
      a forza di legarsi tutto al dito, le dita ce l’ha tutte legate.
      Ciaone

  15. QUELLI CHE…LA MEMORIA VACILLA

    Giorni fa mi sono messo alla ricerca di un goal fatto dalla Juve…che fu…fatto dopo una serie di più passaggi.

    Niente, nemmeno Google veniva in mio aiuto, anzi, mi portava sempre al goal di Hamsic dopo 19 tocchi.
    Stamane mi ricordo di aver segnato su un foglietto di appunti qualcosa a riguardo, lo cerco e non lo trovo, chiedo a mia moglie se nello spolverare il mio posto di battaglia avesse spostato qualche cosa…si , mi dice, c’erano dei foglietti e li ho messi nel cassetto insieme alle tue cose DISORDINATE.

    Eccolo qui, finalmente.
    Contro l’inter è stato fatto una partita e un goal bellissimo dopo 25 tocchi goal compreso.

    La vecchia Juve ( mo ve prego non prendetela come na polemica…è solo per rinfrescare la mente), contro il Chievo seppe fare meglio, Emre Can segnò la rete del 2-0 contro il Chievo al termine di 29 passaggi in successione.

    Eh, si, vabbè…Barò, cazzo dici…vuoi mettere il Chievo con l’inter ?

    Buon sabato !

    • andrea (the original)

      Me lo ricordo e se ne parlo’.
      Anche quella volta c’era un attacco senza punta statica, purtroppo rimase un caso isolato.

      • Andrea
        Senza polemizzare, e magari ce ne fossero tutte le partite a seguire come quella con l’inter, ma fino ad ora anche l’ultima dei 25 passaggi è l’unica.
        La mia era una osservazione fatta perché la memoria mi faceva ricordare qualcosa ma non riuscivo a ritrovarla nei meandri del mio cervello che delle cose più recenti se ne dimentica tutto o quasi.

        Ciao

        • Barone, sono d’accordo, senza polemica, ma non é questione di andare a scavare nella memoria dei 5 anni precedenti per trovare un’azione simile. La questione é che si sta vedendo una costante nell’andare a cercare le occasioni da gol col palleggio.
          Nel primo tempo gli incompatibili ne avevano confezionata un’altra annullata per pochi centimetri, ma in generale stiamo vedendo in tutte le partite un modo diverso di attaccare e maggior capacitá di mandare gli attaccanti al tiro in maniera pulita e con la faccia alla porta.
          ciao

          • Kris
            Qui abbiamo esaltato quell’azione bellissima come fosse stata l’unica nella storia anche più recente della Juventus…ho voluto sottolineare che non è così…se l’avessi ricordato subito era meglio…non avrei alimentato ulteriori polemiche.
            Ricordo che al club Caressa quell’azione contro il Chievo fu fatta rivedere molte volte per quanto era bella…come allo stesso modo l’ultima che per me conta di più…credo ce ne saranno altre ancora e anche più belle delle due precedenti.

            Ciao

            • Certo, l’ho capito che non c’era polemica. Speriamo di averne ogni settimana di questi argomenti di dialogo!

              • Io mi auguro di avere ogni settimana la possibilità di parlare di una vittoria. Se poi viene con 30 passaggi o con un autogol fortuito mi cambia poco in tutta onestà.

                • andrea (the original)

                  Ognuno ha i suoi gusti ma obiettivamente cambia la dimensione della squadra.
                  Poi è chiaro, se qualche volta non riesce va bene pure vincere con autogol.

        • andrea (the original)

          Ma certo, perché polemica? Si parla
          In termini di numeri di passaggi sì ma si sono viste azioni di livello notevole e soprattutto la propensione a provarle.
          Ti dirò che io reputati le due partite contro il Chievo le migliori in campionato, entrambe giocate con un attacco di movimento che, disponendo di tecnica, può anche sopperire a carenze nelle idee di gioco.
          Il problema, come sappiamo, è che poi davanti la prima scelta era sempre un attaccante che con quel calcio c’entra zero.

        • Il fatto è che in fase di possesso e di gestione, se ne potrebbero fare anche 100 di passaggi…
          In realtà la “vera” azione da gol di Higuain comincia con la Verticalizzazione di Pjanic verso Ronaldo…

    • Permettimi Baro’ a furia di spolverare mi hai fatto ricordare di aver letto questo commento su Juventibus che tocca il medesimo argomento :

      “(…) gol di Emre Can che ovviamente ha la stessa valenza, in casa contro il Chievo ultimo in classifica, che a San Siro contro l’Inter. Tra l’altro, se prima palleggio per due minuti a ritmi da dopolavoro nella mia metà campo e poi arrivo al gol grazie a una penetrazione di Dybala dalla trequarti fino ad entrare in area per liberare Can, ho fatto sì un sacco di tocchi prima del gol, ma vedere triangolazioni velocissime al limite dell’area di rigore, con un baricentro altissimo in un momento in cui, con quel risultato, Allegri avrebbe fatto un sano catenaccio, mi pare sia molto diverso.
      Linearità di schemi con Allegri, di cui Sarri dovrebbe beneficiare mi pare un’affermazione piuttosto forte. L’unica cosa che vedo io, retaggio del vate livornese, è una difesa che tende ancora a scappare indietro e a difendere troppo bassa. Per il resto, prima si dimenticano di ciò che voleva Allegri, meglio è”

      L’utente, che tra l’altro scriveva sul blog di TS, commenta un topic che parla appunto del lascito della Juve di Allegri a quella di Sarri.

      Come vedi se ne può parlare “platonicamente” e tranquillamente tra noi tifosi senza problemi , visto che siamo i fruitori (non gli attori) dello spettacolo calcio.

      Ciao.

  16. Anche mia moglie mette a posto le cose, solo che se non assumo un investigatore non trovo mai un c….

    • Tino
      Non cerchiamo alibi…la colpa è la nostra non delle nostre mogli…noi siamo solito dire: quando sposti una cosa tu , cara, difficile poi che io la trovi.
      Sei disordinato…è vero, ma voglio vivere nel mio disordine e trovare le mie cose…anche impolverate.
      Ahahah !!!

  17. PARATA DI ZOFF !

    E chi le dimentica queste parole…il refrain entusiastico del mitico Nando Martellini.

    332 partite c-o-n-s-e-c-u-t-i-v-e da titolare…che a conti fatti sarebbero undici campionati interi…ed è stato questo, forse, a far diventare l’orecchio di Alessandrelli a prendere la forma di una radiolina.

    Eppure a questo PORTIERONE gli manca la Coppa Campioni.
    Saluti.

  18. Per chi non lo ricordasse ecco il gol di Emre Can con il Chievo… E speriamo sia di buon auspicio per il momento un po’ così che sta vivendo il tedesco:

    https://youtu.be/9HMFCKnJaJE

  19. Max
    Stamani. A 1.5 miglia al largo avvistata balenottera con cucciolo.
    Era a 15 metri. Mi sono fermato e ho spento.
    Non e’ la prima ma e’ sempre meraviglioso.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia